Autore Topic: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero  (Letto 813244 volte)

rosario oliveri e 2 visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline keigo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.104
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19980 il: 26 Mar 2020, 15:12 »
A casa mia si chiamano riposizionamenti acrobatici per interesse personale.

La ringraziamo per averci edotto sul suo pensiero.
Con l'occasione facciamo rispettosamente notare che questo è un topic di discussione e non un blog personale.

Cordialità.

boh a me sembrava molto di più "frate ci siamo imbarcati uno tsunami per cui per tenere le fabbriche chiuse, sovvenzionare tutto etc - anche se in misura temporanea ma non sai l'effetto *moltiplicativo che ha comunque quindi * - è logico che gli stati si indebitino. Ma questo non credo significhi che "oh è tutto una cazzata, coronavirus salvi tutti, non esiste più nessuno rischio fallimento", perchè semmai significa il contrario. Cioè raga intendiamoci: la finanza si basa su una semplice previsione "se non hai i soldi ora, ma probabilmente ce li avrai in futuro: ok te li presto, basta che mi paghi il tempo": se le fabbriche si fermano e si ferma la domanda e c'è incertezza su quanto si riprenda (e a che volumi), la parte in grassetto diventa un vincolo per cui in pochi saranno disposti a prestarteli CONSIDERANDO CHE AVRANNO ANCHE ALTRI CAZZI LORO e che sta roba possono farla anche altri stati ed altri enti privati.
« Ultima modifica: 26 Mar 2020, 15:15 da keigo »
chi semina vento raccoglie sfaccimma
ma chi me lo fa fare?!? il petrolio è una figata.

Offline Darkamon

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.405
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19981 il: 27 Mar 2020, 10:27 »
@eugenio +1, grazie per il post.
Complimenti per la moderazione, come al solito.


Inviato dal mio POCOPHONE F1 utilizzando Tapatalk

Adepto della chiesa di Fand.

Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.568
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19982 il: 27 Mar 2020, 11:30 »
Landini: "Bisogna uscire dalla logica dei vincoli europei". Bene, piano piano, un altro passettino avanti.

Offline Mr.Big

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.376
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19983 il: 28 Mar 2020, 19:19 »
Il mio lungimirante post sul futuro dell'UE è sato chiuso  :( :( :(

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Reduce
  • *********
  • Post: 26.492
    • The First Place
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19984 il: 28 Mar 2020, 20:57 »
Pardon @Mr.Big, ma possiamo parlarne qui, credo.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.925
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19985 il: 29 Mar 2020, 13:32 »
@FreeDom ha scritto:
"Ma fino a un certo punto, perché se la Germania può permettersi di aumentare di colpo del 10% il rapporto debito/PIL è perché negli ultimi anni l'ha tenuto fermo al 60%"
Vorrei sapere da Freedom, o chiunque altro, se, e quanto, abbia pesato in questo virtuosismo il fatto che il debito pubblico dei lander, giuridicamente considerati come stati federali, non sia conteggiato nel debito pubblico, abbia una incidenza nel tenere basso il deficit...
"Che la Germania giocasse sporco lo avevamo già intuito quando un ex Ministro delle finanze greco Nicos Christodoulakis, denunciò a suo tempo, che il Governo tedesco non aveva incluso gli ospedali nel settore pubblico, falsando quindi i suoi conti dell’entrata nell’euro. E visto che il lupo perde il pelo ma non il vizio, la Germania non ha mai smesso di finanziare le sue imprese in violazione dei trattati europei. In pochi sanno – dato che i media e i politici tendono a glissare su questo argomento – che la banca pubblica tedesca creata nel dopoguerra dagli alleati, per gestire i fondi del piano Marshall, è stata il più importante strumento di politica industriale del paese ed una delle più grandi e potenti banche del mondo la Kreditanstalt fuer Wiederaufbau, (KfW) cioè Istituto di credito per la ricostruzione.

La KfW ha da decenni il ruolo di motore e finanziatore dello sviluppo, ossia quel ruolo che i falchi di Berlino e di tutta l’Eurozona non vogliono attribuire alla Banca Centrale Europea.

A trarne vantaggio è il solo sistema tedesco. Il rating di questa banca è ottimo, pari a quello dei Bund tedeschi, per cui alla KfW non è difficile approvvigionarsi a tassi bassissimi quasi esclusivamente sui mercati mondiali, dove in un recente passato, ha realizzato in media emissioni per circa 80 miliardi di euro, come riportato in un articolo di Repubblica del 11 Febbraio 2013 dal titolo “così funziona il motore della Germania”.

La KfW appartiene per l’80% alla Repubblica federale e al 20% ai Lander (ossia i 16 stati federati della Germania, sempre soggetti pubblici) e svolge molti compiti di finanziamento del settore pubblico, non solo finanziando le piccole-medie imprese, ma rendendosi artefice di salvataggi di aziende e banche come nel caso della Ikb collassata a causa dei mutui subprime. Salvataggi che ad altri paesi non sarebbero stati permessi ma che Berlino per anni ha fatto passare come interventi non pubblici, a dispetto della proprietà al 100% pubblica dell’Istituto, e sostenendo dei costi che restano al di fuori del perimetro del bilancio federale, e che quindi, non figurano nel debito pubblico tedesco.

Compiti e operazioni che, invece, in un paese come il nostro, figurerebbero nei conti statali incidendo nel rapporto debito/pil in maniera considerevole. Conteggiando, infatti, le spese di questa che può essere definita la Cassa Depositi e Prestiti tedesca, la Germania avrebbe più volte sforato il 100% nel rapporto deficit/Pil – come fece notare l’economista e attuale Presidente della Commissione Tesoro e Finanze, Alberto Bagnai su “Il Fatto Quotidiano”- spiegando che “questa operazione è consentita dai criteri contabili Esa95, che escludono dal computo del debito pubblico quello delle società pubbliche che coprono i propri costi per oltre il 50% con ricavi di mercato. La KfW rientra in questo criterio, ma ciò non toglie che se qualcosa le andasse storto, sarebbe il governo federale a garantire le sue obbligazioni, esattamente come gli altri Bund.”
L' estratto è preso da qui https://scenarieconomici.it/vincoli-di-bilancio-ecco-lo-prove-della-truffa-della-germani-di-francesco-amodeo/
Mi interesserebbe il commento alla sola parte citata, al netto del taglio e "colore" dell'articolo, grazie
"The reckoning with yourself, however, hopefully that continues. The struggle for your name is never complete. The struggle is eternal"

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.667
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19986 il: 29 Mar 2020, 14:31 »
Ti rispondo con un articolo un po' meno di colore (e un post senza la parola 'Bagnai').

TFP Link :: https://www.limesonline.com/coronavirus-economia-germania-pareggio-bilancio-euro/117312

Io capisco che scagliarsi contro un nemico esterno sia una strategia più semplice (infatti è la preferita dai vari sovranismi, complottismi e insomma ismi di vario genere, compresi i fascismi), ma anche ammettendo che la Germania sia il super villain e abbia modellato l'UE a proprio vantaggio, rimane senza risposta la domanda principale: il nostro debito pubblico chi l'ha generato? Di chi è colpa? A me sembra che questa domanda abbia la precedenza, e di solito viene ignorata.

Poi va bene accanirsi contro gli artifici contabili perpetrati tramite il KFW, ma alla fine i favorevoli a una certa politica di rigore non sono solo i tedeschi, ma anche gli olandesi, i finlandesi, i danesi insomma tutto il blocco nordico. Hanno tutti delle Casse Depositi e Prestiti nascoste? Oppure, banalmente, hanno in comune di essere meglio amministrati, più virtuosi, e quindi (comprensibilmente) non sono così ansiosi di pagare i debiti altrui?

Detto questo, la soluzione quale sarebbe? Uscire? Aspettiamo un annetto per vedere cosa succederà in UK, poi ne riparliamo (e lì non hanno neanche la stessa moneta). Magari avete ragione, ma a me sembra una follia, perché uno stato indebitato fino al collo, con una pessima amministrazione, strutture obsolete e pure un problema grosso di malavita organizzata, lasciato a competere da solo nell'economia mondiale sarebbe terra di conquista e basta.

Certo, se poi si pensa che la soluzione sia nazionalizzare tutto e fare qualche piano quinquennale, non saprei che rispondere, a parte che pare non abbia funzionato benissimo in passato.

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 46.378
  • Pupo
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19987 il: 29 Mar 2020, 14:41 »
uno stato indebitato fino al collo, con una pessima amministrazione, strutture obsolete e pure un problema grosso di malavita organizzata

E abbiamo pure dei difetti. 😌

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.925
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19988 il: 29 Mar 2020, 15:08 »

Poi va bene accanirsi contro gli artifici contabili perpetrati tramite il KFW, ma alla fine i favorevoli a una certa politica di rigore non sono solo i tedeschi, ma anche gli olandesi, i finlandesi, i danesi insomma tutto il blocco nordico. Hanno tutti delle Casse Depositi e Prestiti nascoste? Oppure, banalmente, hanno in comune di essere meglio amministrati, più virtuosi
Nessuno nega le colpe interne, però se è meglio non usare la parola "Bagnai", le cui parole sono confermate dall'articolo "meno colorato" da te postato, allora eviterei anche di usare "virtuoso" nel medesimo argomento, perchè usare un artificio contabile creato ad hoc non lo è, indipendentemente da quanto si sia poi bravi a far girare la macchina amministrativa.
E ne abbiamo, pare, anche per l'Olanda, almeno fino a qualche anno fa, ora pare che le cose stiano cambiando
https://www.repubblica.it/economia/rubriche/eurobarometro/2016/01/09/news/grecia_germania-130832176/

Insomma, non è uno scenario da "aut" "aut", in cui si possano scagliare pietre senza prendersi la responsabilità di non nascondere poi le mani.
« Ultima modifica: 29 Mar 2020, 17:13 da Xibal »
"The reckoning with yourself, however, hopefully that continues. The struggle for your name is never complete. The struggle is eternal"

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 46.378
  • Pupo
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19989 il: 29 Mar 2020, 15:15 »
Io ho cercato informazioni sul "trucco" tedesco, ma si trovano solo siti come Affaritaliani, Dagospia & C.
Mi piacerebbe un'analisi seria, qualcosa che non sono in grado di capire, se non in parte. In questi siti capisco praticamente tutto e questo mi lascia perplesso.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.925
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19990 il: 29 Mar 2020, 16:05 »
Io ho cercato informazioni sul "trucco" tedesco, ma si trovano solo siti come Affaritaliani, Dagospia & C.
Mi piacerebbe un'analisi seria, qualcosa che non sono in grado di capire, se non in parte. In questi siti capisco praticamente tutto e questo mi lascia perplesso.
L'articolo di Freedom lo spiega bene.
"The reckoning with yourself, however, hopefully that continues. The struggle for your name is never complete. The struggle is eternal"

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 46.378
  • Pupo
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19991 il: 29 Mar 2020, 16:16 »
Sì, ma è poco più di un inciso. Davvero è tutto lì?

Offline Jello Biafra

  • Eroe
  • *******
  • Post: 13.568
    • http://www.retrocritics.altervista.org
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19992 il: 29 Mar 2020, 16:42 »
Certo, se poi si pensa che la soluzione sia nazionalizzare tutto e fare qualche piano quinquennale, non saprei che rispondere, a parte che pare non abbia funzionato benissimo in passato.

https://www.repubblica.it/economia/2020/03/23/news/germania_piano_governo_coronavirus-252083864/?ref=RHPPTP-BH-I252024840-C12-P7-S5.4-T1&fbclid=IwAR022KywgvjaEKDJg_yF5azTngQAepbNCXXyS5cy16q_VYFMVTjWd7Ckgf8

Citazione
Su scala più grande, c'è il timore esplicito che lo tsunami dell'epidemia susciti gli appetiti di qualche colosso privato o Stato straniero o che le aziende tedesche finiscano nel mirino della speculazione di hedge fund. Il governo Merkel è fermamente intenzionato a proteggerle da eventuali tentativi di conquista o di speculazione. "Osserviamo molto da vicino il mercato e siamo in stretto contatto con le imprese", ha avvertito Altmaier. Così, il vecchio fondo statale Soffin, che nella Grande crisi aveva iniettato oltre 200 miliardi di euro di soldi pubblici nel sistema bancario e aveva comprato il 15,7% del secondo maggiore istituto tedesco, Commerzbank, sarà ribattezzato e dotato di 100 miliardi di euro per l'eventuale ingresso nel capitale o nell'azionariato di aziende in pericolo. E avrà a disposizione altri 400 miliardi di euro per garantire bond o prestiti delle aziende.

https://www.ilsole24ore.com/radiocor/nRC_17.03.2020_10.36_20841612

Citazione
La Francia a pronta a ricorrere alle nazionalizzazioni, "se necessario". Lo ha detto il ministro francese delle Finanze, Bruno Le Maire. Il governo, ha precisato, e' pronto a utilizzare "tutti gli strumenti", compresa la nazionalizzazione per "proteggere" le societa' francesi minacciate dalla crisi del coronavirus

"Non esitero' - ha precisato nel corso di una conferenza stampa telefonica - a utilizzare tutti i mezzi a mia disposizione per proteggere le grandi aziende francesi"

"Si puo' passare - ha detto il ministro - attraverso la capitalizzazione o un investimento azionario. Posso anche usare il termine nazionalizzazione se necessario", ha precisato.

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 46.378
  • Pupo
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19993 il: 29 Mar 2020, 16:44 »
Non è un contesto diverso, @Jello Biafra?
Nazionalizzare per proteggere e proteggersi, non perché funzioni in sé.

Offline Xibal

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.925
  • My battery is low, and it' getting dark
    • E-mail
Re: [Politica e Governo] Dove c'è il disordine io prospero
« Risposta #19994 il: 29 Mar 2020, 16:50 »
Sì, ma è poco più di un inciso. Davvero è tutto lì?
https://www.italiaoggi.it/news/i-550-mld-della-merkel-come-i-carri-armati-di-mussolini-2432744
Da altrove:
"Il diavolo sta nei dettagli. Formalmente la KfW “non è un’istituzione bancaria, ma un ente pubblico. È semplicemente azionista della KfW Ipex-Bank, che svolge attività bancaria ma non supera la soglia dei 30 miliardi: per questo motivo è esentata dalla vigilanza della Bce, non deve sottostare ai requisiti di capitale e alle regole dell’Unione bancaria”.
« Ultima modifica: 29 Mar 2020, 16:54 da Xibal »
"The reckoning with yourself, however, hopefully that continues. The struggle for your name is never complete. The struggle is eternal"