Autore Topic: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt  (Letto 424018 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline J VR

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.679
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7605 il: 15 Mar 2020, 17:55 »
Ma tu vuoi la Bioware prima maniera con i valori di produzione di un AAA moderno, non credo sia fattibilissimo.
In pratica un terza persona con scelte multiple e percorsi dedicati in un mondo fantasy gigantesco dettagliato alla GTA, magari con dozzine di personaggi ben scritti e creature variegate, magari ci mettiamo un party, classi, libertà totale nell'approccio...
è fantasy solo il pensiero.
TOO-TOO-TOO-TOOREALLY

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.985
    • E-mail
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7606 il: 15 Mar 2020, 18:08 »
No ma infatti resta comunque difficilissimo, anche se a quel punto si potrebbe puntare ad un qualcosa di più ristretto a livello di mondo di gioco senza fare per forza la mappona enorme, diciamo!
Il problema di Skyrim è che troppo spesso e facilmente si viene a rompere l'immersione ed il sense of wonder!
Comunque alla fine il meglio lo han già ottenuto i Larian con i Divinity Original Sin e, si suppone, Baldur's Gate 3, alla fine i loro prodotti sono che per chi vuole cura  e coerenza narrativa, mentre i TES son diventati fantasy commerciale, ci stà e io son curiosissimo del prossimo TES (che hano mezzo annunciato da anni e anni e chissà quando lo vedremo)
« Ultima modifica: 15 Mar 2020, 20:52 da Laxus91 »

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.985
    • E-mail
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7607 il: 19 Mar 2020, 21:33 »
A Death March ogni battaglia và sudata con lacrime e sangue.
Il combat, sebbene non cambi, qui risplende, n particolare adesso devo usare ogni cosa a mia disposizione, lock on che prima non consideravo, tempismo perfetto o si subisce, quasi sempre in parata e chiappe strettissime.
Me lo sto godendo 100 volte di più.
Tutto il resto (al netto dei witcher senses invasivi) non solo è come ricordavo, ma è pure meglio alla luce della robaccia giocata dopo la prima run.
Che caspita di gioco han fatto lo sanno solo loro

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.985
    • E-mail
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7608 il: 23 Mar 2020, 08:54 »
Rifatto tutto Bianco Frutteto (sto andando lemto per alternarlo a Doom Eternal), il mio rispetto per il titolo è possibilmente anche aumentato dall'altra volta, riviverlo oggi nonostante il tempo passato ti mette una luce in faccia su quanta meno maestria e classeabbiano 1000 altri giochi che provano a infilarsi in discorsi in cui TW3 regna sovrano.

Anzitutto andava giocato a Death March + Nemici potenziati come sto facendo adesso,posso affermare che me lo son mezzo rovinato (almeno per quella che è la mia sensibilità) a lacrime e sangue: sto finalmente sperimentamdo per bene col combat system, schiaffi a chi afferma che è mediocre dato che per un action rpg è assolutamente ottimo e con finezze non da poco (possibilità di cancellare le animazioni di attacco con schivate, parry, rotolata che ha tutt'altro utilizzo dal passetto che invece consente una danza di fendenti da tutti i lati, uso del lock on che avevo sempre trascurato, switchare varie volte i segni e usarli a rotazione fra un cooldown e l'altro visto che ognuno ha il suo senso).

Che poi a questo giro sto persino provando (e riuscendo) a buttar giù i nemici con simbolo del teschio di 6 o più livelli sopra il mio e... con skill e uso risorse è fattibile ma serve padronanza dei pattern nemici (non tantissimi ma opportunamente ben leggibili) e dimestichezza coi controlli e sulle aperture in cui attaccare o meno.

E poi è finalmente bellissimo affrontare le battaglie a chiappe strette col rischio di venir bishottati e uso intelliggente di pozioni, unguenti e cibo, sebbene anche così ci si tara sulla difficoltàe devo dire che a parte eccezioni, più giocavo e più riuscivo a gestire meglio i restanti scontri.

Ma il vero win di questa run è un altro, non sto usando quasi mai il viaggio rapido e mi sto godendo ogni momento, l'impatto grafico, le traversate, l'aspetto più emotivo e le fantastiche musiche e tutto quanto.

E poi le quest, dove anche la più apparentemente banale
Spoiler (click to show/hide)
si rivela più intrigante di quanto si credesse nello sviluppo narrativo, e poi la possibilità di saltare determinate fasi (tipo incontrare un  certo NPC in un certo luogo non è strettamente necessario se ci vai da solo, fai quel che devi fare nello step successivo della quest e poi lo informi semplicemente di quel che hai trovato), il che lo rende un vero gioco open in tutti i sensi, non solo nella mappa ma anche nel funzionamento.

Unica nota dolente il dannato
Spoiler (click to show/hide)
« Ultima modifica: 23 Mar 2020, 09:42 da Laxus91 »

Offline J VR

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.679
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7609 il: 23 Mar 2020, 09:42 »
A me piace il CS finché si limita agli umani e a determinate creature, ma con quelli grossi ci sono grossi limiti nell'IA su PS4.
Del tipo che il backstep li manda in palla, i ciclopi in special modo ricordo che cancellavano la mossa per ritornare in posizione neutra.
Quindi si potevano risolvere in colpetti, backstep, colpetti, è un triste modo di giocare ma allo stesso tempo è anche triste come combattimento, e parlo di nemici 10 livelli sopra il mio.
Mi pare funzionava anche con le viverne.
Nei DLC con gli avamposti umani invece ci si diverte.
Cmq tu sei pazzo a rifarti un mattone polacco del genere. :yes:
TOO-TOO-TOO-TOOREALLY

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.985
    • E-mail
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7610 il: 23 Mar 2020, 09:59 »
Si a onor del vero di nemico grosso finora ho fatto un orso quindi nemico grosso e lì le hitbox non mi han convinto granché, mostrini, umani, wraith leggibili e godibili invece.

Per me più che altro un difetto è che i pattern non sono enormenente variegati e che certe volte emerge troppo l'area di aggro limitata ad un cerchio ristretto, non è un action puro e ok ma un pò più varietà non guastava, però è fuor di dubbio che aumentando la difficoltà (esattamente come in molti altri giochi tipo kingdom hearts) si fà tutto più ragionato, tattico e interessante.

Poi è lungi dall'essere un combat perfetto, però è in linea con TW2 e quindi è comunque soddisfacenti in certi impatti e feedback (tipo contro umani, ieri ho sperimentato che il segno Axii per offuscare la mente di quelli con scudo consente poi di bypassare lo scudo. Anche se gli svontri con umani più sentiti ce li ha TW2, tanta roba e lì la parata era ancora più soddisfscente), quello di TW1 era un bel pò legno, bello per il lato Rpgistico ma improponibile oggi.

Comunque vero, pazzo io col mio backlog, però ho voluto imbarcarmi in questa follia perchè credo che TW3 sa un titolo di una certa importanza e volevo godermelo al meglio (qualcosina rushata alla prima run, difficoltà più bassa).
Cioé per dire, prima a una certa usavo l'avanzamento rapido dei dialoghi dopo aver letto i sottotitoli mentre adesso ascolto tutta la frase senza skip per godermi meglio la recitazione dei personaggi, diciamo che a TW3 glie la dovevo una cosa così  :-*

Ps: hype per i Dlc che, letteralmente, correggono anche qualche problemi dell'enemy/battle design e offrono contri (ma anche boss in gran quantità e qualità) assolutamente di ottino livello e anche meglio del gioco base.. una cosa pazzesca (sia in negativo che in positivo), questi si son migliorati mentre che sviluppavano i Dlc, per dire
Spoiler (click to show/hide)
« Ultima modifica: 23 Mar 2020, 10:18 da Laxus91 »

Offline andreTFP

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.321
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7611 il: 23 Mar 2020, 10:19 »
Io l'ho ripreso in questi giorni per la terza volta, sono a 61 ore ( l'ultimo salvataggio era ottobre 2018 e lo avevo iniziato nel 2017 credo).
Rimango colpito sempre da tante cose:

- i paesaggi: nonostante il fotorealismo di Red Dead 2, questi hanno quelle tinte acquerello bellissime, che sembrano dei quadri. L'illuminazione bellissima. Dal punto di vista tecnico regge ancora benissimo, a parte qualche scatto e animazioni non fatte benissimo quando si salta o si monta a cavallo.

- le Quest secondarie: si intrecciano fra di loro e non sono mai monotone nonostante lo spettro di azioni fattibili da Geralt sia limitato; si sviluppano in maniera elaborata, mai banale, approfondiscono i personaggi e hanno dei risvolti sulla quest principale. Bellissimo. A distanza di tempo mi ricordo ancora molte Quest e quelle che ho portato a termine in questi giorni me le ricorderò a lungo. Per Assassin's Creed Origins siamo su questi livelli ? Di quanto siamo sotto ?

Infine, ho alzato il livello di difficoltà perché se si fanno tutte le subquest si è molto sopra il livello (fortunatamente se lo si è troppo, la missione dà pochi punti esperienza). Penso che alzerò anche il livello dei nemici.

Per modificare i pezzi dell'armatura bisogna fare una Quest più avanti o mi sfugge qualche opzione tra i menù?
Now Playing: Yoshi Crafted World, Gran Turismo Sport

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.985
    • E-mail
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7612 il: 23 Mar 2020, 10:30 »
Grande Andre!
Si c'ha quel qualcosa in più nei paesaggi che lo fà star sopra anche a giochi tecnicamente più spinti.
Che poi è un insiene di cise, l'ululato del venti, l'ondeggiare dell'erba e dei rami, poi quando ti ritrivi quell'arancione sparato all'orizzonte è la fine.

Le quest che si intrecciano è una caratteristica comune ai vari TW, per alcuni versi TW2 e 1 avecano dei picchi notevoli in auesto senso, ma pure TW3 non sfigura di certo, anche perchè spesso una quest ti porta in un'area o ti fà scoprire un segreto che poi si potrà risolvere del tutto solo ottenendo un elemento chiave però da un'altra quest che si ricollega pure narrativanente alla prima.
E il punto è che questo accade sia con le quest principali che con le secondarie, e queste ultime sono quasi sempre curate e non messe lì tanto per (o fetch quest, quasi non ce ne sono di quelle).
Ottime anche le quest che possono fallire e se capita magari ti lasciano così, senza saoere come sarebbe potuta finire una storyline punendoti della propria negligenza  :D
Per carità, non che non esista in vari altri Rpg però è sempre bella una caratteristica così in un gioco comunque mainstream come TW3.

Si ha un sistema che autoregola la Exp assegnata da certe quest in relazione al livello con la quale le affronti, inevitabilmente qualcuna si sfagiola comunque ma capita di rado visto che la Exp viene distribuita abbastanza equamente (poi non so se è frutto di ribilanciamenti colle patch, probabilmente si).

Per l'armatura dai fabbri è possibile inserire glifi e rune che le potenziano ma servono armature (o armi) dotate di slot vuoti, c'è anche una funzione per liberare slot rimuovendo potenziamenti già attivi.

Dagli schemi comunque dovrresti poter crearne di nuove sempre più potenti man mano che li trovi nel mondo
« Ultima modifica: 23 Mar 2020, 11:05 da Laxus91 »

Offline andreTFP

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.321
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7613 il: 23 Mar 2020, 12:12 »
Ok, per l'ultima parte, ma ci sono alcuni potenziamenti del witcher che hanno la dicitura "potenziamento 0/6" , come ad esempio i pantaloni del grifone.
Now Playing: Yoshi Crafted World, Gran Turismo Sport

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.985
    • E-mail
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7614 il: 23 Mar 2020, 12:28 »
Ok, per l'ultima parte, ma ci sono alcuni potenziamenti del witcher che hanno la dicitura "potenziamento 0/6" , come ad esempio i pantaloni del grifone.

Ah ok ora ricordo, diciamo che questi potenziamenti qui a cui fai riferimento sono specifici ed unici degli equipaggiamenti basati sulle varie 'scuole di witcher' (vipera, grifone ecc) e le versioni potenziate sono fra gli equip più forti e migliori!

Il meccanismo per ottenere le versioni potenziate dei set è sempre di andare dal fabbri e dare gli schemi per i potenziamenti che, se non ricordo male, si ottengono sempre da specifiche subquest o esplorazioni, probabilmente bisogna anche essere ad un livello del personaggio adatto, quando soddisfi le condizioni tramite fabbro fai questi upgrade semplicemente come faresti per craftare una nuova armatura!

In sostanza continua a giocare e a fare quest e potrai farlo più avanti
« Ultima modifica: 23 Mar 2020, 13:17 da Laxus91 »

Offline andreTFP

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.321
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7615 il: 26 Mar 2020, 15:15 »
Ma che bella è Skellige? Paesaggi, ambientazioni, personaggi, quella musica in sottofondo con la voce femminile ... Ci sono alcuni luoghi davvero suggestivo, neanche segnati sulla mappa come il "cimitero" di barche con attorno le sirene che svolazzano.

Secondo voi a che percentuale sono escluse le espansioni? 70%?

Ho fatto la missione secondaria
Spoiler (click to show/hide)
.
Un gioco simile (anche con ambientazione diversa) per quando lo avrò finito ? 😭
Now Playing: Yoshi Crafted World, Gran Turismo Sport

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.985
    • E-mail
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7616 il: 26 Mar 2020, 15:27 »
Non ricordo preciso preciso ma più o meno come percentuale è realistica anche se manca comunque un botto da fare ancora (la sensazione che manchi sempre un botto è una piacevole costante in TW3!).

Assurdo quanto sia bella ed evocativa Skellige.
E dopo quella goduria di Velen ti ritrovi una mappa così diversa ma comunque curatissima e con un'atmosfera del tutto nuova, quasi fosse un altro gioco intero.

Eh si quella musica lì mi ridusse il cuore in poltiglia
« Ultima modifica: 26 Mar 2020, 15:58 da Laxus91 »

Offline Wis

  • Highlander
  • *********
  • Post: 58.752
  • Mellifluosly Cool
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7617 il: 26 Mar 2020, 15:53 »
E poi inizi B&W ed è come iniziare un nuovo gioco ancora.

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.060
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7618 il: 29 Mar 2020, 11:08 »
Vaaaaa bene :whistle:

Vista la quarantena e il non poter uscire per rifocillarsi di giochi (come consudetudine vuole) ma sopratutto doversi accontantare di quello che si ha in casa; credo che iniziare Blood and Wine fosse veramente il male minore per me, una investitura al cavalierato dell'epilogo, per certi versi.
Per troppo a lungo poi ho posticipato, procrastinato all'eccesso, rimandato a data da destinarsi...mentre nuovi giochi mi riempivano mani ed occhi.
Così, nel mezzo dell'ora più buia, come direbbe qualche ubriacone inglese, mi sono infine deciso, ho rotto gli indugi e...mi ci sono buttato a capofitto, nel tino di-vino.

Dovevo prepararmi in qualche modo però, prima di entrare nel Gran Ducato di sua grazia eccelletissima, la Duchessa Anna Henrietta, vecchia fiamma di Ranuncolo...così ho deciso di fare una specie di sessione di acclimatazione, tipo scalatore, chiamiamola così. Le fredde ma suggestive isole Skellige mi hanno strappato l'ultimo contratto, lasciato a lungo in sospeso. Si trattava di una blanda consegna di libri religiosi, niente mostri questa volta, solo un cliente soddisfatto, ed un witcher più che cacciatore, commesso.
Poi ho salpato verso Novigrad. Che resta una città indimenticabile. Ho poi proseguito con un paio di giretti mirati nel Velen, e qualche round opzionale del Gwent nel tragitto, qualche tana e qualche brigante particolarmente focoso sul cammino mi ha ricordato come si combatte, si schiva, si para, si blocca. Terminata questa lezione improvvisata, finalmente, dopo anni, l'incontro con gli emissari del Toussaint, giunti a cavallo da una stradina secondaria, mentre galoppavo li avevo visti sulla strada a ovest di Oxenfurt. Sul serio hanno fatto una cosa simile i rossi? Qualunque altro sviluppatore, qualunque, avrebbe piazzato i due cavalieri del Gran Ducato dentro la classica casupola da raggiungere, pronti a droppare la missione della seconda, ed ultima, espansione...CDPR no. Non agiscono così.
Sembra che vogliano darmi il benvenuto già con questa cosa assurda.
Li hanno fatti venire dall'Est, a cavallo, li ho visti diventare da puntini scintillanti, cavalieri di oro adornati. E questo, correndo il rischio tu non li veda mai avvicinarsi, ma solo smontare dai loro cavalli bardati, oppure trovarteli direttamente "allestiti" nella bicocca. Ma io li ho visti, avvicinarsi dalla vallata. I colori ed i vessilli, erano inconfondibili, del resto. Se questo è il buongiorno, il pavone ha l'oro in bocca. 

Il viaggio inzia dunque.

E che inizio, mi verrebbe da dire, Terry Gilliam dove sei? Non ci si annoia di certo nel Ducato.
Un turbine di eventi, al solito, narrati magistralmente, tra combattimento, indagine, quel pizzico di mistero che non può mai mancare, fino ad intraprendere un'intrigante indagine nel reame della favola. Assoldati per trovare la bestia di Beauclair, il mostro dello Géveudan, per restare strettamente in tema francese. Appassionante, adrenalinica, originale nel suo molteplice diramarsi senza sosta su percorsi che conosco fin troppo bene, ma che mettono sempre e solo al centro della vicenda il giocatore, quello che non ricordavi più di essere con la motoretta di Sam Poter o quella di Deacon St. John. Che ingeneroso che sono, lo so.
 
«Trova un modo per fare questa cosa»

Quanto mi mancava in questa epoca di autopilotaggio forzato, qualcuno che mi dicesse simpaticamente:

"Arranagiati"

E poi chiaramente la missione principale inframezzata giocoforza dalle "solite" missioni di curiosità, scoperta e meraviglia sottesa, in cui ti perdi letteralmente, mentre si impilano dozzine di storie, personaggi, missioni secondarie, e diversivi, mentre il gioco ti ubriaca letteramente (è proprio il caso di dirlo) con attività tra le più disparate, nuove forgiature, nuovi equipaggiamenti all'orizzonte, citazioni a manbassa, le ciarle francofone dei toussaint-esi passanti che ti imbambolano, mentre lo sgurdo rapito resta fisso, ammaliato sui colori ad olio del paesaggio, di una sconfinata ed irreale bellezza HDR, reso così vibrante e pastelloso anche nei libri, voglio puntualizzarlo. Senza forze, privato del raziocinio, annichilito di fronte a questo quadro che sembra uscito da un matrimonio tra l'acquerello, il pastello e la sfrontata quadricromia. Baviera, Sagrada, San Marco, Notredame, Aen Alle. E poi il Ducato. Esiste qualcosa di così meraviglioso nella fantasia dei giocatori? No non credo...per quanto mi sforzi, mi arrovelli, anche nella migliore delle ipotesi, nemmeno se scomodo Fable 3, che favola in effetti era, c'era qualcosa di simile, Morrowind? Nah. L'Orlais di Dragon Age Inquisition? Molto bella la capitale in stile Venice + Final Fantasy, non fosse solo che non c'è la benché minima coerenza artistica in tutto quel melting-pot. Sembra tutto penosamente limitato, anche stilisticamente. Ora in una prospettiva meramente incompleta ed assai forfettaria, inizio davvero a sentire la mancanza di una terza, quarta, quinta espansione, perché se fatta con questo criterio, si correva il rischio di vedere una Nilfgaard ed un Vicovaro come mai si era immaginato.

Non c'è una sola zona uguale ad un'altra, c'è una perizia architettonica, maniacale.
Oserei dire che va di pari passo anche la morfologia del terreno, che fa tremare, impallidire e inabissare, ogni gioco finora giocato, è spaventoso come abbiano battuto ogni palmo di gioco, creando stradine, sentieri, serre, case, dislivelli dolci e impervi, ponti, muraccioli, piccole casupole e tempietti semi nascosti, tanto che l'esplorazione è qualcosa che devi misurare attentamente, o ti rapisce, ti trascina via, senza soluzione di continuità di quello che provavi a fare nell'esatto momento di veglia. La città stessa è abbacinante, gaudente, febbricitante di colori.
E poi la tenuta. La nostra casa. Così tanto agognata, finalmente meritata. Corvo Bianco. Dopo aver dormito in fienili umidicci, cupe foreste e forre spaccate, fredde grotte e saltuariamente qualche stanzaccia malamente illuminata che puzzava di piscio, in qualche locanda malfamata dei bassifondi di Novigrad, che soddisfazione unica sentirsi a casa per la prima volta, dentro una cosa tua, tra il vino, il sole, i colori, ed una cucina colma di ogni leccornia alimentare nei panieri che traboccano. Il Toussaint è un reame da favola che nasconde sicuramente oscuri segreti e nemici veramente pericolosi, ma per adesso;

Beviamo cazzo! Beviamo :D :-*


Offline Panda Vassili

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.641
  • Nintendo Akbar!
Re: [Multi] The Witcher 3: Wild Hunt
« Risposta #7619 il: 29 Mar 2020, 13:09 »
Che post, sei un poeta, mi sembra di bere un vino di Boemia amaro e vittorioso. Solo the witcher 3 può regalare questo cuore e questo sentimento  :cry:
Switch sarà la console casalinga mobile più potente in circolazione. Statece.