Autore Topic: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...  (Letto 63512 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Macca

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.353
    • E-mail
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #675 il: 28 Gen 2019, 22:40 »
Spendo due paroline pure io, dopo aver completato la prima run con Leon a Normal e iniziato lo scenario B di Claire, sempre a Normal.

Confermo l'entusiasmo iniziale. Il gioco è lo stesso di 21 anni fa, eppure completamente diverso. Concettualmente, il "remake" ha un approccio più in linea con quello delle produzioni cinematografiche, dove l'opera originale, nei casi migliori, viene realmente elaborata in maniera non "fedele", ma "rispettosa".

Ho trovato curioso come il titolo "peschi", pure, da Resident Evil 4 e Resident Evil 7 proponendo, fondamentalmente, il design sopraffino dei titoli originali "evoluto" al contesto moderno. Viene da chiedersi cosa ci siamo persi in questi anni, quando quella filosofia è stata letteralmente accantonata piuttosto  che sviluppata, espansa. Per come la vedo io, "questo" RE2, inteso come struttura, design e gameplay, è in "ritardo" di almeno un decennio.

Mi chiedo, pure, come sarà recepito dai giocatori. Nessun dubbio che gli "anziani" lo promuoveranno. Ho qualche dubbio, invece, sull'accoglienza riservata al gioco dalle "nuove leve". Di chi, magari, ha conosciuto la serie con il quinto e sesto capitolo e si ritrova, ora, alle prese con un'esperienza probabilmente inedita. Ad un giocatore hardcore "giovane", pur forgiato dai souls, consiglierei, probabilmente, di iniziare in modalità assistita. Spiego: a Normal, per me, è stata "quasi" una passeggiata. La morte l'ho incontrata 4-5 volte, e in alcuni casi era programmata o figlia di "sperimentazioni", ma per tutta l'avventura ho avuto la sensazione costante e continua di essere "in pericolo". Capcom è stata furba perché, oltre a giocare con la memoria nella narrazione e nella ricostruzione delle situazioni, ha mescolato le carte pure nel centellinare munizioni e cure. è una cosa che elabori a fine partita, quando, col senno di poi, capisci di essere stato "pilotato". Pilotato tu, la tua ansia, la tua paura. Chiaramente, la mia percezione è figlia dell'esperienza passata. Della memoria, appunto. E ha funzionato benissimo. Non può funzionare allo stesso modo, invece, per un "neofita". Qualcuno, chiaramente, ci cadrà dentro, ma la maggior ripiegherà, ho idea, sul livello di difficoltà più basso. Perdendosi, purtroppo, buona parte dell'esperienza. 

Ad ogni modo, io sono in amore. Il nuovo Resident Evil 2 fa capire o, semplicemente, ricorda molte cose che, forse, qualcuno aveva dimenticato.
La bontà dell'idea originale, l'importanza del level design e dei dettagli, il ritmo studiato a puntino proprio del "mondo chiuso". Ma anche il piacere, nell'ampio settore delle avventure in terza persona, di rivivere quel gusto tipicamente nipponico nel confezionamento del pacchetto.

Resident Evil 2 sprizza carisma e personalità da tutti i pori. Alla faccia del remake.


The World's Not Set in Stone

Offline RBT

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.436
    • E-mail
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #676 il: 28 Gen 2019, 23:15 »
Ben detto Macca, è come un buon vecchio vino d annata.

Fa riflettere tanto come il tutto é studiato a tavolino ma rendendolo in superficie quasi criptico nel backtracking e puzzle solving. Cura certosina.

Certo ai giovincelli potrá risultare ottuso, limitato come gameplay, banale nelle sue azioni base. Ma la paura fa novanta e l ansia 110 e lode, il gioco trasmette paura e orrore dalle sue creature malefiche che errano, strisciano, si arrovellano, sempre alla ricerca del tuo sangue, con una fisicitá mai vista prima.

Gli sciogli con un sol colpo di acido una gamba e mezzo braccio, e vedi che fanno fatica a strisciare, quando con un colpo di pistola gli stacchi una gamba e loro si muovono a terra agilmente. Questo è quello che mi colpisce, sei dentro un ambiente ostile pronto a farti fuori, come fossi cibo per cani. Ho detto tutto. :D

PS4: RBT_ps  -->add me!
]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]]||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::................................................. .................

Offline lawless

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.690
  • if you wanna give up, remember why you started
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #677 il: 28 Gen 2019, 23:52 »
Finito anche qui con Leon, quoto duro Macca, tutto il pezzo finale eccezionale peraltro. Per il level design davvero gioco pazzesco. Se cercate di sbloccare e recuperare tutto, vi esploderà il cervello per quanto è fatto bene. Non ricordo se nell'originale era così.

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.267
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #678 il: 29 Gen 2019, 00:28 »
Se c'è una cosa davvero straordinaria di questo "remake" che io definirei piuttosto una splendida cover, è come hanno trasformato il caro e vecchio "zombie" o se preferite la temibile B.O.W. 001, in un'autentica macchina di morte, in agguato nell'ombra di angoli angusti, e corridoi poco illuminati. Nel 98' i cari ed amati zombie di RE2 facevano una certa impressione, ma eravamo dei pupi, la maggior parte di noi almeno, lo era. Volevamo spaventarci, giocavamo in un certo senso, nel farlo. Alla fin fine, erano ammassi di poligoni e texture granulose, erano frutto del loro tempo, ci mancherebbe, stupido sarebbe non fare un confronto con questa nuova incarnazione di carne macilenta e putrefatta. Ne abbiamo visti così tanti del resto, di zombie, che tornare alla forma classica, quella nell'accezione romeriana, parrebbe quasi una stortura. Non è così.

È come una cover, dicevo, e questo RE suona benissimo. Un sound attuale, moderno, ritmato, orecchiabile batteria vera non drum-machine. Prendi il testo poi, prendi la linea melodica, la adatti, e la canzone suona come attuale, perfino nuova, in certe linee e talune rifiniture. E quel riffone? Quel riffone lo riconosceranno tutti. È inconfondibile. Certo ci saranno sempre gli incalliti nostalgici che menzioneranno di sfuggita che il pezzo originale suonava infinitamente meglio sul vinile. Però il nuovo arrangiamento si porta appresso, oltre che ai nuovi solidi suoni della modernità, anche una strumentazione di tutto rispetto, che alla fin fine impatta, e fa suonare infinitamente meglio la vecchia canzone della cult-band, lo sai tu, lo sanno loro, lo sentono tutti, anche se conoscevamo il suono della vecchia canzone, amavamo quel suono.   

Sostanzialmente RE2 è questo.
Un gioco in punta di fioretto, o di Beretta, se preferite, che prende il suo passato e lo attualizza, in maniera realmente straordinaria. Paradossalmente, più sottraggono elementi, più il gioco funziona bene e reagisce agli stimoli. Altro che "Rigor Mortis" questa saga è più viva che mai. E come dicevo, come ripetevo, come vi ammorbavo, è stato sufficiente riportarla iconograficamente alle origini. Non me ne vogliano i Bakers e la loro sparuta legione di fans Hooperiani. Ma questo risultato è arrivato perché Capcom, ha iniziato a giocare in casa. Dopo troppe trasferte. Possono sorgere "dubbi" solo ai nostalgici più incalliti, ai detrattori integerrimi di RE4, ai feticisti dei fondali pre-render e delle telecamere fisse. Per tutti gli altri, e vorrei vedere, questo gioco è seriamente straordinario, da recuperare, specialmente se non avete giocato al vecchio.

Ci sono così tanti aspetti che giocano ruoli più o meno essenziali, che non saprei esattamente da dove iniziare, è come un mondo di piccole, grandi, medie, innovazioni che riprendono il loro legittimo spazio nell'encomia di un gioco che stava vivendo una certa criostasi. Come i borselli che aggiungono spazi al vostro inventario e che potete trovare sparsi qua e là. Beh, dopo esplorazioni perlopiù mirate.
Nel momento stesso in cui inizi a sentire un certo retrogusto amaro nel game design, spesso infessibile,
ecco che la pianificazione attenta di Katsunori Kadoi arriva in soccorso. In quello di Kamiya eri lasciato solo, a maledire i pochi spazi, in questo, il gioco ti fornisce un sostegno, salvo poi strappartelo di dosso, cambiando ogni ricordo. Sembra dedicarsi al dileggio:
"Ti offro altri spazi...ma tanto, dimenticherai senza dubbio quell'oggetto e non resisterai a non raccogliere l'ennesima polvere da sparo"

Sparare agli zombi non serve davvero a nulla.
Ci sono davvero pochi momenti in cui puoi giocare alla RE4, RE5 o RE6.
Certo, volendo, riesci a ricavare quante frammento sparacchino da alcune concitate situazioni, brevi e fugaci momenti di adrenalina che subito dopo la mattanza lasciano solo le armi scariche.
Ma non serve a nulla a conti fatti. Se spari, attiri i nemici, se spari, sprechi colpi, se spari...evito spoiler. 
Ad inizio gioco, Marvin ti spiega come puoi affrontare il gioco. Te lo dice per la tua salvaguardia di giocatore. Vuole prepararti, questo non è il RE2 del 98. È quello del 2018, cerca di fartelo presente. O spari, o scappi. Non è una fucina di approcci alla Mikami, qui non ci sono provvidenziali balestre che innescano trappole, come in TEW, qui non ci sono i comodissimi calci volanti del Leon di RE6, ma nemmeno gli zombi salterini del cimitero, se è per questo. Se spari, resti piantato in una zona coperta, possibilmente al riparo. Se spari, devi distruggere il tuo nemico, se lo fai, devi farlo per bene. Ma non sarà indolore. I colpi inizieranno penosamente ad aumentare. Sono arrivato a sparare 13 volte ad uno zombie, precedentemente abbattuto. E...sorpresa! i corpi restano. Puoi persino andare a ritrovare il primissimo zombie. Questo dovrebbe tranquillizzare ma in realtà, per tutto il gioco, i corpi sono la testimonianza di quanto sparare non serva a nulla, tranne in alcuni casi.     

Puoi sempre scappare...fare economia di colpi, ogni stanza è un nuovo problema che si presenta, dopotutto. È lecito scappare, puoi sparare tre colpi alla loro testa, di solito funziona, si accasciano al suolo. Non sono morti. Stanne certo. L'unico modo per ucciderli è fargli scoppiare la testa, con la pistola calibro 50 o il fedele canne mozze.

Citazione
Insomma, quale difficoltà devo scegliere?
Standard è ottimale. Assistita è un tantino troppo facile, mentre quella più tosta, è consigliabile per masochisti, sprovveduti e feticisti della difficoltà. Consiglio almeno una run standard, almeno per capire come procedere e per tastare con mano i simpatici cambiamenti di tono della cover. I nemici abbondano nella modalità "standard" e una distrazione di troppo resta comunque letale. Sono fottutamente veloci gli zombi tra l'altro. Non alla 28 giorni dopo, intendiamoci, ma sono dannatamente veloci, e alcuni sono piuttosto bizzarri. Hanno un atteggiamento difficile da prevedere: quando meno te lo aspetti, ti sono addosso. Alcuni zombie li trovi girati, faccia al muro, sguardo spento, ma sono sempre pronti a cannibalizzare. Le armi servono, ma ne è stata rivista completamente la gittata, il danno che arrecano, tanto che non sarà facile prenderci la misura, nemmeno in modalità standard. Leon sta davvero sotto schiaffo in questa "Cover". La sua corsetta da jogging mattutino è davvero insignificante, e questa volta, evitare i nemici è molto più difficile rispetto a prima. Angoli e corridoi stretti, zone al buio, porte su porte. Porte che si sfondano. Nel 98 caricavano le zone, qua pregherai che si sia un momento di pausa che non sia la mitica SAVE ROOM.

Citazione
Ma...e il discorso sull'inventario? Gli enigmi? Il vecchio RE2 alla fin fine c'è?
C'è eccome. Ma qui sbagliare oggetto costa molto.
Non è esattamente un backtracking in senso classico. Dimenticate qualcosa che vi serve nella cassa, e pagherete un prezzo salato per recuperarlo, specialmente nella prima parte del gioco.
Vi direi, disinfestate le zone dai loro pericoli, ma non ce la farete. L'equilibrio è davvero costruito bene, pochi colpi in giro, se non esplori non ti armi, non fai scorta. Se esplori però, rischi l'osso del collo. Quindi scegli cosa fare caro Rick Grames in erba.
È una perfetta copia delle migliori dinamiche survival-horror viste nell'ultima decade, ma riviste in chiave RE, con arguzia, attenzione ed un piglio decisamente moderno. Rispetto al vecchio, mi spiace ma non c'è proprio storia, lo so che sembra una frase dettata dall'aipe, ma non è così. Ed è importante un confronto, sono passati anni, e questo RE2 dimostra che sta sul pezzo, alla grande. Anche in termini di game design, questo è superiore da ogni punto di vista al vecchio classicone, avrei dozzine di esempi da fare per dimostrare, oltre ogni ragionevole dubbio, che è superiore al vecchio, frutto dei suoi tempi e quindi...frutto dei suoi tempi.

Mi fermo.
Per me è già GOTY.
« Ultima modifica: 29 Gen 2019, 00:44 da Mr.Pickman »

Offline Raven

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.182
  • Always offline
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #679 il: 29 Gen 2019, 09:01 »
Nel mentre io rosico che chissà quando Base me lo delivera  :cry:

Numeri interessanti da Capcom

http://www.capcom.co.jp/ir/english/news/html/e190129.html

Resident Evil 2 Remake ha distribuito 3 milioni di copie nella sua prima settimana

L'originale del 1998 si fermò a poco meno di 5 negli anni e tra tutte le sue versioni.

Resident Evil 7 è arrivato a 6 milioni.
Most Wanted : Shenmue 4

Offline Bilbo Baggins

  • Reduce
  • ********
  • Post: 26.338
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #680 il: 29 Gen 2019, 09:05 »
Resident Evil 2 Remake ha distribuito 3 milioni di copie nella sua prima settimana

Assolutamente felice per Capcom, che quando lavora bene è giusto venga ripagata degli sforzi...
Nintendo Fanboy™ since 1984
Xbox/PSN: BilboBaggins77 - Switch: 7158-7477-3205

Offline richi_one

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.404
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #681 il: 29 Gen 2019, 09:32 »
Nel mentre io rosico che chissà quando Base me lo delivera  :cry:
Stringiamoci nel dolore. La magra consolazione di aver risparmiato pochi euro.

Offline Raven

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.182
  • Always offline
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #682 il: 29 Gen 2019, 09:36 »
E di avere la cover olografica, mica robetta !
Most Wanted : Shenmue 4

Offline hob

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.013
  • dead weight
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #683 il: 29 Gen 2019, 09:50 »
Assolutamente felice per Capcom, che quando lavora bene è giusto venga ripagata degli sforzi...
Sì, son quelle belle storie con finale felice di cui ogni tanto c'è bisogno. Specie adesso che andiamo verso il nuovo punching bag del 2019 (Anthem) dove ogni youtuber è già sulle corde pronto per frog-splasharlo.
Welcome to the world through the looking glass

Offline Voodoo

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.258
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #684 il: 29 Gen 2019, 09:51 »
Resident Evil 7 è arrivato a 6 milioni.

Aggiungo, RE7 nella prima settimana ha fatto 2,5 milioni.
Successo meritato per Capcom, RE2 remake è un'opera davvero di altissima qualità.
PSN: Voo_Doo  Live: I Voodoo I   Steam: voodoozz  Battle.net: Voody#2454

Offline Cryu

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.820
  • Ninjerelli si nasce
    • Vertical Gaming Photography
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #685 il: 29 Gen 2019, 09:54 »
E di avere la cover olografica, mica robetta !
Ah! Ah! Io l'ho prenotata su Amazon per Dmc5 :-[
"non e' neppure fan-art, e' uno screenshot di un gioco, ci sono mesi e mesi di sudore di artisti VS uno scatto con un filtro instagram sopra."
www.verticalgamingphotography.com

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.749
    • E-mail
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #686 il: 29 Gen 2019, 09:57 »
E di avere la cover olografica, mica robetta !
Ah! Ah! Io l'ho prenotata su Amazon per Dmc5 :-[

Complimentissimi per aver preordinato Dmc 5  :yes:

Offline Laxus91

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.749
    • E-mail
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #687 il: 29 Gen 2019, 09:58 »
Assolutamente felice per Capcom, che quando lavora bene è giusto venga ripagata degli sforzi...
Sì, son quelle belle storie con finale felice di cui ogni tanto c'è bisogno. Specie adesso che andiamo verso il nuovo punching bag del 2019 (Anthem) dove ogni youtuber è già sulle corde pronto per frog-splasharlo.

E guardacaso uno è un gioco single player e l'altro una roba online MMO!
Ma è solo un caso ovviamente, anche se si aggiunge a decine di altri

Offline richi_one

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.404
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #688 il: 29 Gen 2019, 10:02 »
E di avere la cover olografica, mica robetta !
Ah! Ah! Io l'ho prenotata su Amazon per Dmc5 :-[

Complimentissimi per aver preordinato Dmc 5  :yes:

Sempre base.com dà come data di uscita il 30 marzo ora per DMC 5, posticipato?

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.267
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: [PC][PS4][XO] Resident Evil 2 Remake in vista...
« Risposta #689 il: 29 Gen 2019, 10:18 »
Spendo due paroline pure io, dopo aver completato la prima run con Leon a Normal e iniziato lo scenario B di Claire, sempre a Normal.

Confermo l'entusiasmo iniziale. Il gioco è lo stesso di 21 anni fa, eppure completamente diverso. Concettualmente, il "remake" ha un approccio più in linea con quello delle produzioni cinematografiche, dove l'opera originale, nei casi migliori, viene realmente elaborata in maniera non "fedele", ma "rispettosa".

Ho trovato curioso come il titolo "peschi", pure, da Resident Evil 4 e Resident Evil 7 proponendo, fondamentalmente, il design sopraffino dei titoli originali "evoluto" al contesto moderno. Viene da chiedersi cosa ci siamo persi in questi anni, quando quella filosofia è stata letteralmente accantonata piuttosto  che sviluppata, espansa. Per come la vedo io, "questo" RE2, inteso come struttura, design e gameplay, è in "ritardo" di almeno un decennio.

Mi chiedo, pure, come sarà recepito dai giocatori. Nessun dubbio che gli "anziani" lo promuoveranno. Ho qualche dubbio, invece, sull'accoglienza riservata al gioco dalle "nuove leve". Di chi, magari, ha conosciuto la serie con il quinto e sesto capitolo e si ritrova, ora, alle prese con un'esperienza probabilmente inedita. Ad un giocatore hardcore "giovane", pur forgiato dai souls, consiglierei, probabilmente, di iniziare in modalità assistita. Spiego: a Normal, per me, è stata "quasi" una passeggiata. La morte l'ho incontrata 4-5 volte, e in alcuni casi era programmata o figlia di "sperimentazioni", ma per tutta l'avventura ho avuto la sensazione costante e continua di essere "in pericolo". Capcom è stata furba perché, oltre a giocare con la memoria nella narrazione e nella ricostruzione delle situazioni, ha mescolato le carte pure nel centellinare munizioni e cure. è una cosa che elabori a fine partita, quando, col senno di poi, capisci di essere stato "pilotato". Pilotato tu, la tua ansia, la tua paura. Chiaramente, la mia percezione è figlia dell'esperienza passata. Della memoria, appunto. E ha funzionato benissimo. Non può funzionare allo stesso modo, invece, per un "neofita". Qualcuno, chiaramente, ci cadrà dentro, ma la maggior ripiegherà, ho idea, sul livello di difficoltà più basso. Perdendosi, purtroppo, buona parte dell'esperienza. 

Ad ogni modo, io sono in amore. Il nuovo Resident Evil 2 fa capire o, semplicemente, ricorda molte cose che, forse, qualcuno aveva dimenticato.
La bontà dell'idea originale, l'importanza del level design e dei dettagli, il ritmo studiato a puntino proprio del "mondo chiuso". Ma anche il piacere, nell'ampio settore delle avventure in terza persona, di rivivere quel gusto tipicamente nipponico nel confezionamento del pacchetto.

Resident Evil 2 sprizza carisma e personalità da tutti i pori. Alla faccia del remake.

Un punto nodale della faccenda è questo.
Mi conoscete, non lascio mai nulla al caso e studio (per quel che posso) sulle origini delle cose. La visione complessiva è necessaria.
Questo remake ha una genesi strana, è nato dopo che il devteam mezzo italiano (ha dentro di tutto) ma è un devteam italico di Daymare 1998 (ringraziato durante i titoli di coda del gioco) aveva mostrato a Capcom, in maniera indiretta, che la formula svecchiata avrebbe funzionato. L'idea del team è stata fin da subito supportata dal coinvolgimento di Kadoi (lo stesso Kadoi di questo RE2...) e diverse vecchie glorie della serie, come per esempio coinvolgere il doppiatore di Leon nel loro progetto originale e successivamente "spostarlo" a Daymare 1998.
Chiaramente, Daymare 1998 non ha nulla a che vedere con RE, eppure è legato in qualche modo. Gli stessi ragazzi dietro a Daymare, nel 2015 iniziarono a lavorare ad un remake di RE2. E stava uscendo fuori una bellezza. Si trattava di un remake, e come tale si prendeva poche libertà, la zomba in pantaloncini di jeans è un classico. 


Se non conoscessi molto bene alcuni di Invader Studios, che non si arrischiano a dire molto su questa faccenda, potrei dire che Capcom ha giocato davvero di fino, evocando il nobile gioco del biliardo. Ha infilato un filotto sul culo degli altri. Invader Studios ha portato all'attenzione RE2, ha ricucito la base sul progetto del "Remake" e di Daymare, e Cap ha raccolto il testimone. Certo, è impossibile non notare che chi ha lavorato a questo "remake" era stato precedentemente contattato da Invader e aveva accettato di lavorare al progetto...Senza rancore insomma.

A questo punto, penso che si possa dire, stiamo giocando a Resident Evil 2, grazie ai nostri connazionali, per certi versi.

Trailer vecchio d'obbligo, è poco più che beta di Daymare 1998:
TFP Link :: https://www.youtube.com/watch?v=4C_vwa9UeMM

In arrivo in questo 2019, per tutto.


 
« Ultima modifica: 29 Gen 2019, 10:56 da Mr.Pickman »