Sondaggio

la crisi ....

il mio conto in banca è diminuito
il mio conto in banca è cresciuto
il mio conto in banca è rimasto uguale

Autore Topic: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.  (Letto 69027 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Zoto

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.920
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1035 il: 19 Feb 2021, 12:10 »
Bé, per il mutuo dipende fortemente da che tipo di casa vuoi prendere e che Budget di partenza hai.
Sicuramente il mutuo è meglio, almeno ti rimane qualcosa.
Un paio di settimane fa stavo valutando, anche col supporto di un ex collega che si era spostato là, perché mi avevano fatto una proposta interessante a Milano ma avrei dovuto trasferirmi da Modena.
Mutuo a parte, le rimanenti spese erano quasi identiche a quelle di Modena; il costo della vita è praticamente lo stesso.
Prendendo casa lì avrei avuto un mutuo più alto; a Monza le case di pari livello costano il 25% in più, di conseguenza il mutuo saliva del 40% (considerando sempre un mutuo trentennale).
Secondo me in 2 per vivere decentemente tra mutuo e costo della vita devi mettere in conto 2300€ al mese: 1000 di mutuo + 500 spese alimentari + 800 spese varie: trasporti, bollette, ristorante ogni tanto.
Poi dipende sempre da che stile di vita vuoi.

Grazie mille dell'esauriente risposta, é un buonissimo punto di partenza per iniziare a farmi un'idea.
Abbiamo uno stile molto low profile...non siamo spendaccioni.

Poi ovviamente qui é più semplice perché non si ha necessitá di avere la macchina, mentre in Italia sará un must averne almeno una.

Grazie ancora.
« Ultima modifica: 19 Feb 2021, 12:22 da Zoto »

Offline Alan Fontana

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.157
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1036 il: 19 Feb 2021, 13:27 »
Abbiamo uno stile molto low profile...non siamo spendaccioni.

Nemmeno noi, infatti le 500€ per la spesa considerano un morigerato consumo di carne (3 volte a settimana), pesce (1 volta), abbastanza frutta di stagione e pochi vizi in generale. Una volta il pranzo era sempre in ufficio, oggi con lo smartworking la spesa è aumentata; dovesse essere sempre al 100% la cifra sale di almeno 100-150€. Verrebbe in parte riassorbita dalle spese generali, però anche lì vale poi la regola che lavorando a casa le bollette aumentano e il gas è una mazzata d'inverno, al pari dell'elettricità per l'aria condizionata d'estate. Diminuirebbe il costo dei trasporti, quello sì, ma a Milano avrei fatto con una sola macchina (viva la metropolitana), a Modena devi avere una macchina per componente perché il trasporto pubblico non è paragonabile (infatti ne abbiamo 2).

Alla fine, la mazzata grossa rimane il debito con la banca. E' il mutuo la vera spesa di una coppia senza figli. I tassi sono calati, ma rimane che per avere un prestito devi metterci il 20% del totale, che significa avere da parte una somma consistente anche per appartamenti modesti. Ho avuto la fortuna di potermi fare finanziare dai genitori una buona base per un appartamento nuovo, col senno di poi avrei usato quella somma per ristrutturare (ma non c'erano i bonus all'epoca), avrei ridotto la spesa.
Ho messo quindi 1000€ facendo una stima approssimativa; a Modena spendo 900€ di mutuo, avessi dovuto prendere lo stesso appartamento che ho adesso (120mq, classe energetica A4), il mutuo mi saliva a 1400€. Troppo, mi sarei accontentato di meno a Monza, o non ne uscivo.

Infine, considero che per mettere su famiglia, un figlio venga a costare 700€ al mese, almeno i primi 5 anni. Tra asilo, vestiti, PANNOLINI, ecc. a meno di avere un consistente aiuto dei genitori avere figli è un costo non indifferente.

Arriveremmo quindi a 3000€, cifra molto vicina a quella stimata dagli esperti di statistica per vivere a Milano.
« Ultima modifica: 19 Feb 2021, 13:30 da Alan Fontana »
"Ma non si può scrivere 'sti post in minuscolo... Senza le maiuscole, senza i punti, senza le virgole...E non si riesce a capire un c@zzo qui !!!"

Offline naked

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.548
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1037 il: 19 Feb 2021, 20:51 »
Io vivo in provincia monza.
Nel 2019 in due senza figli con mutuo senza badare alle spese, abbiamo speso circa 3000 euro al mese.

Edit. Sono 2500. Avevo inserito anche il costo delle ferie.

Il 2020 non lo calcolo per via del covid e per via che non avevamo più il nutuo.

Monza è molto bella, ben collegata a Milano con i mezzi pubblici.

Fossi in te valuterei anche la possibilità di prendere casa fuori Milano in qualche paese in provincia.

Costo delle case molto più basso con il plus del collegamento a Milano veloce.

« Ultima modifica: 20 Feb 2021, 09:11 da naked »
23.000.000.000 per sterilizzare l'iva. Grazie buffoni.

Offline Alan Fontana

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.157
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1038 il: 20 Feb 2021, 09:50 »
Sì, Monza mi piacerebbe, piccolina, pulita, ben servita. Peccato ho appena preso casa, altrimenti mi ci sarei trasferito con buona probabilità. Peraltro per lavoro bazzicavo a Milano già 12 anni fa, quando la città era inguardabile (oggi è moooolto migliorata).
Tra l'altro sul discorso costo della vita, va considerato che mutui a parte le opportunità di acquisto, sconti e scelta di città come Milano le rendono per diversi aspetti più convenienti e competitive di altre città come Modena, o città dell'Emilia in generale.
Chiaro che lo stile di vita è diverso, molto più tranquillo; ma parliamo in ambi i casi di città ai piani alti nella classifica della qualità della vita.
Solo per dire che sfaterei un po' il mito di Milano inarrivabile, perché tralasciando appartamenti di lusso sui Navigli o case in centro, il costo della vita non si discosta molto da quello di altre città del Nord Italia dove c'è lavoro (del resto è anche vero che gli stipendi di Milano non sono tanto più "dorati" che qui, a conti fatti...)

"Ma non si può scrivere 'sti post in minuscolo... Senza le maiuscole, senza i punti, senza le virgole...E non si riesce a capire un c@zzo qui !!!"

Offline naked

  • Reduce
  • ********
  • Post: 43.548
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1039 il: 20 Feb 2021, 10:35 »
Sul fatto che il costo della vita a Milano sia pari a quella delle città dell'Emilia ho qualche dubbio. ^^'
E' anche vero che lo stipendio medio milanese è sicuramente più alto rispetto alla media nazionale.



Questo è l'indice del costo della vita delle città Europee.
TFP Link :: https://it.numbeo.com/costo-della-vita/graduatoria-corrente-per-la-regione?region=150


Questo è per singola città Italiana.
TFP Link :: https://it.numbeo.com/costo-della-vita/nazione/Italia
23.000.000.000 per sterilizzare l'iva. Grazie buffoni.

Offline Alan Fontana

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.157
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1040 il: 20 Feb 2021, 13:51 »
Sul fatto che il costo della vita a Milano sia pari a quella delle città dell'Emilia ho qualche dubbio. ^^'
E' anche vero che lo stipendio medio milanese è sicuramente più alto rispetto alla media nazionale.

Difficile fare una stima esatta, e i numeri ingannano non poco.
Parlo per esperienza mia e di colleghi che si sono trasferiti, ma anche così vanno fatte delle considerazioni al di là dei meri costi.
Lavoro in un settore "core" dell'Emilia, quindi il mio stipendio è buono e abbastanza allineato con la realtà milanese (e comunque già sopra la media nazionale). Non mi sono mai arrivate proposte da dire,"uao, che differenza", per dire. Sicuramente in settori meno "core" qui, ad esempio quelli legati alla finanza, le cose possono variare molto di più, ma nel complesso non credo siano 200€ nette in più al mese a fare la differenza (che di queste stiamo parlando).

Discorso "costo della vita"; forse sarebbe più appropriato parlare di "potere d'acquisto", in realtà, ma provo a fare qualche esempio. Devo comprare un vestito a Modena. Poca scelta, se voglio una roba di marca vado in quell'unico negozio che lo vende, e anche scontato mi costa tot. Milano, scelta dieci volte tanto, sconti decisamente più appetibili, ho portato via roba a minor prezzo che a Modena.
Ristoranti; a meno di andare in una trattoria tipica emiliana, se voglio un ristorante un pelo più raffinato mi pelano il sedere. A Milano sono rimasto stupito di aver speso meno in un ristorante ai navigli che in una nota osteria qui a Modena. Per la spesa vado all'Esselunga, quindi siamo sempre lì, e potrei andare avanti all'infinito.
Ma soprattutto, al di là dei meri bisogni materiali consideriamo che anche lo stile di vita è diverso e incide sui costi. Per vivere in Emilia se lavori in 2 servono 2 macchine, punto. Anche se stai a Bologna. E una macchina, anche se del cavolo, è comunque una spesa non indifferente. I trasporti pubblici poi sono scadenti e pure cari, non sono utilizzabili fondamentamente. L'autobus qui costa il doppio della metropolitana lì, anche se fa metà strada nel doppio del tempo.
A Milano la metropolitana è efficente e te la cavi con una macchina giusto da usare al weekend o per le emergenze. Mica un risparmio indifferente, oltre che minor sbattimento. Chiaro, e qui casca l'asino, che il 90% dei modenesi è talmente abituata ad andare in macchina persino per andare solo al bagno che non accetterebbe mai di fare questo cambiamento. E si giustificherà schifando Milano come sporca, brutta e più cara, senza poi esserci mai andati realmente (eh, sì, la provincialità cambia percezione).
Ripeto, fatti tutti i dovuti calcoli le differenze sul costo della vita sono meno di quanto si creda. Il mutuo e gli affitti sono la vera differenza che separa le due realtà, ma più che altro la voglia di cambiare stile di vita (macchina vs trasporto pubblico, campagna vs città e così via).
La vera differenza di costo della vita la percepisci andando al centro-sud; lì sì che cambia parecchio...
"Ma non si può scrivere 'sti post in minuscolo... Senza le maiuscole, senza i punti, senza le virgole...E non si riesce a capire un c@zzo qui !!!"

Offline peppebi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 26.318
  • cotto a puntino
    • E-mail
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1041 il: 20 Feb 2021, 18:31 »
Mia madre sta facendo sistemare la casa che uso quando scendo in Puglia e che era dei miei bisnonni. Era comunque abitabile e dotata di climatizzazione (clim con pompa di calore) su entrambi i piani e un camino.
Abbiamo dovuto aggiungere un terzo climatizzatore per rientrare nel bonus (ogni stanza deve avere un impianto di riscaldamento) ma quelli che ci sono non verranno cambiati perché sono già molto recenti. Quindi si tratterà di cambiare infissi (che in parte avevo già cambiato), fare il cappotto termico e installare pannelli sul tetto con accumulatori. In questo modo la casa scenderà di almeno due classi energetiche.
Costo totale (circa 500€ per il climatizzatore) più, se ricordo bene altri 250€ per la perizia che ci verranno ridato se il piano verrà approvato. Il tutto ceduto alla società che si sta occupando di fare sopralluogo e lavori.

Sul costo della vita nord sud parliamone. Quando vivevo in Veneto, in un paesino di 10.000 abitanti avevo un appartamento di quasi 80mq e pagavo in totale circa 500€ al mese per la casa ma il mio stipendio era più di tre volte tanto. Mangiare fuori era economico perché pieno di ottimi posti che facevano pranzi a prezzo fisso e la sera comunque non si spendeva molto.
Giù in Puglia, nel mio paesino di 10.000 abitanti, la casa ti costa più o meno uguale, magari è giusto un pelo più recente e/o più grande e non è in palazzina. Ma poi? Lavoro non ce n'è e se lo trovi difficilmente prendi i soldi che prendevo in Veneto (neanche ora a distanza di anni). Mangiare fuori non costa meno (si magari la margherita da asporto la paghi ancora 3.5/4€ mentre su circa 1€ in più, ma provate ad andare in un pub o in qualche posto decente e potreste pure pagare di più) , il bollo è l'assicurazione auto costano di più e risparmi qualche euro giusto quando tagli i capelli o porti l'auto a lavare (alle macchinette automatiche costa pure uguale), gasolio o benzina costano di più.
« Ultima modifica: 20 Feb 2021, 18:40 da peppebi »
FORGIVENESS IS TO SWALLOW WHEN YOU WANT TO SPIT

Offline Yoshi

  • Moderatore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 11.955
  • Su Steam: yoshitfp
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1042 il: 21 Feb 2021, 10:46 »
Ho spostato i messaggi sul superbonus nel topic dedicato http://www.tfpforum.it/index.php?topic=25919.30
Sto giocando online a Civ 6

Offline FreeDom

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.128
Re: Il costo della vita e la crisi. Sono GRAN cazzi.
« Risposta #1043 il: 21 Feb 2021, 11:05 »
Grazie caro.