Autore Topic: Digital Delivering, considerazioni  (Letto 47261 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Scorreggione

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.708
  • GAS
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #60 il: 16 Mag 2014, 18:53 »
Per me è una questione di peso e di velocità di connessione in primis.
Un fps ad esempio per ps4/xbox360 pesa non meno di 40 giga circa, quanto ci vuole per scaricarlo? Mezzo secolo anche avendo connessioni non lentissime. Ed io compro un gioco al day one e non posso nemmeno giocarci subito? Ma scherziamo?
Poi altro aspetto, un gioco in dd è piu' difficile da vendere/scambiare per non dire quasi impossibile.
Non sono collezionista ma voglio avere un qualcosa di fisico tra le mani e giocarci subito.
Le attese non fanno per me.
"Non è stupido avere un'opinione, è stupido convincersi sia per forza giusta quando la possibilità che sia sbagliata, soprattutto quando tratta argomenti di cui non siamo competenti, è molto alta." (cit.)

Offline Noldor

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.486
  • L'antico culto di Priapo
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #61 il: 16 Mag 2014, 18:58 »
Beh per il day one basterebbe che facessero partire i download anche una settimana prima del lancio,  attivando il gioco solo al day one della copia fisica.
Vuoi condividere le tue identità online o aggiungere qualche TFPer alle tue liste amici? Questo è il topic che fa per te!

Offline tonypiz

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.286
  • Once Pizzide, forever Pizzide.
    • E-mail
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #62 il: 16 Mag 2014, 20:41 »
Yup, basta permettere il preload, e il problema dell'attesa sparisce.
Non che personalmente sia tutto 'sto problema aspettare qualche ora.

A distanza di qualche anno, ovviamente la mia risposta è la stessa: digitale tutta la vita.
Pure solo per il fatto di non riempirmi la casa di scatole, sorvolando sulla questione del prezzo dei giochi su PC.
Humans need fantasy to be human. To be the place where the falling angel meets the rising ape.
Il tonypiz è anche su Twitch, per qualche motivo.

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 47.343
  • Pupo
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #63 il: 16 Mag 2014, 20:54 »
Pensavo di essermi espresso in un senso o nell'altro ai tempi, ma mi sbagliavo.
Io sono totalmente DD su Wii U, avendo venduto i titoli che avevo su disco e avendoli ricomprati DD.
Avevo pensato di fare altrettanto su 3DS, ma ho già troppe cartucce e andrei incontro a uno sbattimento che evito volentieri: dovrei estrarre tutti i salvataggi dalle cartucce e passare anche a una SD più capiente.
Poi i vantaggi in termini di comodità e di velocità sono minimi.
My TFP Yearbook: [2021] | [2020] | [2019]

Offline EGO

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.658
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #64 il: 16 Mag 2014, 22:09 »
Su WiiU e 3DS invece quasi solo scatolato, vista la gestione bizzarra dell'account e gli sconti purtroppo quasi inesistenti.

Se avessi 3DS/WiiU però andrei di fisico perché la gestione account mi sembra semplicemente sbagliata, inoltre non mi sembra che facciano gli scontino che ormai stanno facendo capolino anche su console, specialmente sul PSN.

Non aprite l'eShop spesso, eh?

Offline Fabrizio1701

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.187
  • Name subject to change
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #65 il: 16 Mag 2014, 22:15 »
Ehm EGO, da quant'è che non dai un occhio al PSN?
Sinceramente gli sconti di Nintendo fanno ridere, e quasi tutto sta sempre a prezzo pieno anche dopo mesi dall'uscita.
Ecco gli sconti di settimana scorsa per fare un esempio:

http://www.nintendolife.com/news/2014/05/nintendo_download_8th_may_europe
Sto giocando a Knights and Bikes [Series X], Super Mario Maker 2 [Switch]

Offline atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 47.343
  • Pupo
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #66 il: 16 Mag 2014, 22:36 »
Non è che ci siano grandissimi sconti neppure sui dischi/cartucce, se parliamo di titoli Nintendo...
Giusto comprando i codici da GAME risparmi qualcosina.
Poi gli sconti li decideranno i publisher, non Nintendo. Mica l'eShop è un servizio stile PSN, no?
My TFP Yearbook: [2021] | [2020] | [2019]

Offline Lenin

  • Reduce
  • ********
  • Post: 30.493
  • Thunderer Thorlief
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #67 il: 17 Mag 2014, 08:30 »
Al momento giocando solo su PC sono totalmente DD ed è una gran figata: zero scatole e prezzi bassi.
Spero che anche la politica dei prezzi in DD per i giochi sulle console next-gen segua questa strada.
What'ya gonna do? Not train? - Dr J Feigenbaum

Offline Void

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.546
  • Grottesco, cattivo e gratuito
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #68 il: 17 Mag 2014, 21:00 »
Per me è tutta questione di prezzo.

Il DD non riesco ad accettarlo a certe cifre, ne a preferirlo quando non c'è una differenza sostanziale col prezzo retail. Per il resto, quando c'è seriamente da risparmiare son sempre pronto a rinunciare al feticismo videoludico  :D
^this

Nonostante Steam, ho ancora giochi PC scatolati. Per il futuro però mi ci vedo sempre meno a comprare scatolato per PC.

Per console è l'opposto. In DD ho praticamente solo i giochi del plus. Fanno eccezione ovviamente i giochi DD only. Un paio di titoli li ho comprati in DD perchè effettivamente qualche buono sconto ora appare anche sul PSN.

Offline Konron

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.198
  • Mirkos
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #69 il: 18 Mag 2014, 10:03 »
Non aprite l'eShop spesso, eh?
Il PSN è un altro livello, più vicino a Steam. Che ci sia ogni tanto qualche sconto anche su eShop è palese, ma in linea di massima non c'è tutto questo vantaggio sul fisico.

Offline EGO

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.658
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #70 il: 20 Mag 2014, 01:39 »
Ehm EGO, da quant'è che non dai un occhio al PSN?
Sinceramente gli sconti di Nintendo fanno ridere, e quasi tutto sta sempre a prezzo pieno anche dopo mesi dall'uscita.
Ecco gli sconti di settimana scorsa per fare un esempio:

Sono due dimensioni ben diverse.

Su eShop c'è una generazione di materiale in meno. Chiaramente non possono permettersi di scontare Deus Ex HR come viene scontato su PS360, visto che su WiiU è uscito in ritardissimo. Teniamo anche conto che PS360 sono macchine di fine generazione che vanno spremute per ricavarne ancora tutte le vendite residue: da qui derivano la generosità di PS+ e l'ondata di sconti finto-PC dell'ultimo anno e mezzo, pensati per quegli utenti che ancora comprano i modelli di console con HDD da 250GB (cioè quelli che giocano qualcosa che non sia l'annuale FIFA e CoD).

Gli sconti su eShop tuttavia hanno maggiore logica di quelli totalmente casuali di PS360 e Steam/GOG/Humble, dove un gioco di un anno fa può uscire a prezzo dimezzato (su console) e ridicolo (su PC) per un giorno o una settimana di saldi, ma un gioco del 2006/2007 è ancora venduto a 20 euro e si trova nella situazione paradossale di non poter vendere se non va in sconto, ma non va mai in sconto e allora non si capisce perché tenerlo sul Marketplace (Kameo? Soul Calibur IV?).

La quantità e la tipologia di software disponibile sui diversi negozi fa la differenza.
WiiU viene considerato una console nuova anche quando propone giochi che per le altre due console sono vecchi; ergo, a parità di gioco, lo sconto non può essere lo stesso.

Ma il materiale esclusivo (e anche quello non esclusivo) disponibile su eShop è soggetto a sconti settimanali a rotazione, questo è innegabile. Come è innegabile che ci sono frequenti promozioni, dove se compri un gioco te ne scontano o regalano un altro.

Se poi mi dici che a distanza di un anno NSMBU è ancora a prezzo pieno, quello è software Nintendo first party e lo trovi a basso prezzo solo quando Marcopolo o Saturn cercano di eliminare le scorte. Su Amazon in genere sul software Nintendo ti va bene se risparmi 10 euro, e da GS se lo compri usato ne risparmi 5. E capisco che in un mondo che trova eccessivi 15 euro per un gioco nuovo in DD e può comprare Tomb Raider 2013 a 7,50€ per PC a un anno dall'uscita, ciò sembri inaccettabile.

Su eShop i giochi third party comunque vanno regolarmente in sconto anche del 50%, e presto o tardi lo sconto diviene permanente (Rayman Legends, AC3...).

In definitiva è il solito discorso: su WiiU non trovi gli sconti che trovi su PS360/PS4Bone, ma tanto il gioco multipiatta non lo compri su WiiU, quindi per quei giochi specifici il problema nemmeno si pone.
Per i giochi esclusivi, gli sconti ci sono.

Offline Konron

  • Eroe
  • *******
  • Post: 12.198
  • Mirkos
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #71 il: 20 Mag 2014, 10:56 »
Mah ego, non mi convinci al 100%:

Gli sconti su eShop tuttavia hanno maggiore logica di quelli totalmente casuali di PS360 e Steam/GOG/Humble, dove un gioco di un anno fa può uscire a prezzo dimezzato (su console) e ridicolo (su PC) per un giorno o una settimana di saldi, ma un gioco del 2006/2007 è ancora venduto a 20 euro e si trova nella situazione paradossale di non poter vendere se non va in sconto, ma non va mai in sconto e allora non si capisce perché tenerlo sul Marketplace (Kameo? Soul Calibur IV?).
Cosa importa della "logica"? Da una parte hai vari giochi scontati a prezzi anche stracciati, dall'altra no. Non è che alla gente cambia qualcosa se i giochi vengono scelti con un'idea o tirando un dado.

Citazione
WiiU viene considerato una console nuova anche quando propone giochi che per le altre due console sono vecchi; ergo, a parità di gioco, lo sconto non può essere lo stesso.
Vero, ma è un grosso problema perché all'utente cosa gliene frega se poi il gioco è lo stesso ma il prezzo no? Ma proprio andando sul concreto, perché mr.x dovrebbe comprare wiiu se poi gli stessi giochi su 360/ps3 costano meno?

Citazione
E capisco che in un mondo che trova eccessivi 15 euro per un gioco nuovo in DD e può comprare Tomb Raider 2013 a 7,50€ per PC a un anno dall'uscita, ciò sembri inaccettabile.
Beh ora senza esagerare (15€ per un gioco nuovo non sono tanti da nessuna parte, nemmeno su steam) effettivamente se la gente si abitua a pagare roba AAA dell'anno prima 7,50€ chiaramente si creano certe aspettative. Cambia la percezione del prezzo.  Che poi sia un meccanismo anche malato e non sostenibile è un altro discorso.
Citazione
In definitiva è il solito discorso: su WiiU non trovi gli sconti che trovi su PS360/PS4Bone, ma tanto il gioco multipiatta non lo compri su WiiU, quindi per quei giochi specifici il problema nemmeno si pone.
Per i giochi esclusivi, gli sconti ci sono.
Considerato che loro vorrebbero vendere il WiiU come macchina unica che copre un po' tutto, è un grosso problema. Qui magari è accettabile comprarla solo per la roba Nintendo e affiancarci una PS4-X1, ma se ci pensi è un grosso handicap per le vendite nel pubblico non appassionato.

Offline DRZ

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.460
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #72 il: 28 Lug 2014, 07:53 »
Beh ora senza esagerare (15€ per un gioco nuovo non sono tanti da nessuna parte, nemmeno su steam) effettivamente se la gente si abitua a pagare roba AAA dell'anno prima 7,50€ chiaramente si creano certe aspettative. Cambia la percezione del prezzo.  Che poi sia un meccanismo anche malato e non sostenibile è un altro discorso.

Il meccanismo è sostenibile fin quando accanto ai giochi scontati vendono anche quelli appena usciti a prezzo pieno, cosa che su pc per ora mi pare avvenire.

Il meccanismo non sostenibile è piuttosto quello del dd su Android e iOS, in cui un gioco che costa più di 99 centesimi fa fatica a vendere.



Offline Scorreggione

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.708
  • GAS
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #73 il: 28 Lug 2014, 21:40 »
"Non è stupido avere un'opinione, è stupido convincersi sia per forza giusta quando la possibilità che sia sbagliata, soprattutto quando tratta argomenti di cui non siamo competenti, è molto alta." (cit.)

Offline Account_191220

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.649
Re: Digital Delivering, considerazioni
« Risposta #74 il: 29 Lug 2014, 14:16 »
É successo che la gente ha cominciato a rendersi conto che giocare su PC è molto più conveniente.