Autore Topic: [PC] Killing Floor  (Letto 5165 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Darrosquall

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.727
  • Vivo a 60 frame
    • E-mail
[PC] Killing Floor
« il: 29 Ago 2009, 00:38 »
Killing Floor



La giovanissima software house Tripwire Interactive, dopo aver curato l'apprezzatissimo Red Orchestra, peraltro vincitore di numerosi riconoscimenti tra la stampa specializzata, si è buttata a capofitto su Killing Floor, atipico gioco cooperativo che ci metterà in situazioni altamente claustrofobiche, contro orde di freaks che sembrano essere usciti dalla mente malata di Clive Barker. 

Fin dai primi istanti di gioco, è possibile rilevare come l'esperienza acquisita con RO, sia stata messa a frutto con la tangibilità e l'estrema sensazione di realismo data dalle armi di gioco, numerosissime. Sarà possibile imbracciare shotgun, bullups, 9m, pistole di grosso calibro, lanciafiamme, katane! , sniper, asce, machete,  la mitica chainsaw che rimanda alla mente il mitico personaggio di Evil Dead. I suoni degli spari, e la carne sbrindellata che scoppia deliziosamente sui monitor, aumentano ancora di più l'immedesimazione e la febbre da battaglia. Le mappe regolari fornite da Tripwire sono 7, molto varie obbligano ad approcci differenti. Si passa dagli inquietanti laboratori con corridoi stretti, ad una west london distrutta e bruciata, per giungere in una zona paludosa con costruzioni differenziate,e molto altro ancora. Le mappe non sono grandissime, studiate appositamente per non lasciare tempi morti ai videogiocatori. Molto belle da vedere, il vecchio unreal engine 2 è stato veramente sfruttato al massimo. Come si articolano le partite di Killing Floor?In lobby si può decidere praticamente tutto, con la possibilità di customizzare completamente la partita, scegliendo i freaks, difficoltà, il numero di orde che è necessario affrontare prima di essere messi contro il Patriarca, boss del gioco.  Agendo solo sulla difficoltà e sulla lunghezza della partita, è possibile usare diversi perk che danno diversi vantaggi,e che aumentano le prestazioni del giocatore mano a mano che realizza gli obiettivi stabiliti dal gioco.

Di default, il giocatore avrà a dispozione un'arma melee, il coltello, una 9mm, granate, siringa per curarsi e curare, e saldatore. Quest'ultimo serve per bloccare le porte temporaneamente e fermare le orde di mostri che giungono veramente dappertutto. In killing floor non ci sono stanzini dove aspettare comodamente i mostri giungere, non c'è nulla di scriptato, visto che il gioco non prevede una progressione lineare nel livello. Si combatte l'orda, via via più potente e piena di mostri capaci,  ci sono 40 secondi circa per giungere nei negozi ed acquistarsi armi,munizioni, dare soldi ai compagni, e si riparte con l'orda successiva. Tutto questo per incontrare alla fine il Patriarca, il boss del gioco. E' necessario scegliere bene cosa acquistare in negozio, visti il limite sul peso trasportabile, il vincolo monetario, e la limitatezza delle munizioni anche per la 9mm, obbligando nel caso a poter agire solo col coltello. Scegliere di acquistare il corpetto di protezione anzichè un secondo fucile, è quasi sempre preferibile.

Per quanto riguarda il bestiario, è veramente assortito e regala autentiche soddisfazioni; ci sono le sirene urlatrici,  i giganti con la motosega in stile resident evil, i freaks normali, quelli col machete, delle simpatiche donne invisibili che appaiono alla fine per attaccarti, veloci mostriciattoli che stanno a terra, e altre sperimentazioni andate a male. Ogni mostro necessita di un approccio diverso,  di attacchi diversi, strategie diverse.  Al secondo del numero di giocatori, c'è un certo numero di mostri da abbattere, prima che il negozio apra e ricominci il valzer. Questo permette di affrontare le situazioni anche non al completo, facilitando le possibilità di giocare liberamente. Il livello di gore è veramente magistrale, e i rallenty momentanei esaltano uno spettacolo visivo che ha veramente pochi pari come ricercatezza e gusto del macabro. Teste ed arti mozzati, cervelli che scoppiano e schizzano dappertutto, uniti alla musica di sottofondo rockeggiante, sono unici nel genere. E' un vero peccato che le animazioni siano veramente antiquate, ma sarebbe stato troppo chiedere a questo giovane team talentuoso la stessa cura riposta da Valve per il suo controverso Left4Dead. Ogni paragone tra i due titoli è improponibile, in quanto i due giochi hanno in comune solamente le orde e la cooperazione tra i compagni di squadra, stop. Orde oltretutto diverse, visti i setting di gioco, e la natura dei mostri differenti, da una parte zombie dall'altra freaks tutti particolari.


In Killing Floor perdere i compagni di vista significa quasi morte certa, visto che non c'è nessuna indicazione virtuale su dove si trovino. Il gioco è grezzo, sanguinolento, un continuo mattatoio senza ritegno con l'utilizzo delle più disparate armi. Si può quasi percepire il sangue tutto intorno, e i videogiocatori non saranno mai sazi di gore, questo è certo. La comunità intorno a questo gioco, stretta intorno a tripwire in modo encomiabile, ha creato qualcosa come 200 mappe di gioco. Quelle provate, si sono rivelate splendide, anche superiori a quelle fornite da tripwire interactive. Con queste premesse, si può gongolare per il secondo strike consecutivo messo a segno dai talentuosi ragazzi americani, attesi al grande salto con l'unreal engine 3 ed il secondo Red Orchestra. Nel frattempo, trastulliamoci senza troppi problemi col gore grezzo e ignorante.     

Voto: 8 su 10

Prezzo su Steam : 16,99 euro

Video Gameplay : http://www.youtube.com/watch?v=u0hMkEpW7UQ
Screenshot nel topic su play : http://www.tfpforum.it/index.php?topic=18050.0
« Ultima modifica: 29 Ago 2009, 01:10 da Darrosquall »
www.myplay.it
Un sito di appassionati, come voi, di viggì e giochi