Autore Topic: TFP Polyglots - Topic di discussione sullo studio delle lingue straniere  (Letto 51860 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.023
  • Trvezza
    • E-mail
sull'assimil: non mi ergo certo a difensore viste le bakuconoscenze in materia linguistica.

però devo dire che

- quell'animale di stefano ci ha imparato il serbo (vabbè nel frattempo fotteva anche ma è un dettaglio)
- mia sorella ci ha imparato uno spagnolo maccheronico in due settimabe (ero presente e so che non fotteva)
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto

Offline baku.nin

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.826
    • E-mail
No ma figurati, manco ci prendessi delle parcelle a screditarli :D

E' che ho visionato quello di giapponese (e meno approfonditamente un altro paio) e non mi ha convinto. Poi ognuno è scritto da docenti e/o linguisti differenti naturalmente, quindi nella stessa collana possono esserci magari divergenze qualitative.

In generale mi sembra ci siano poche nozioni ed esempi per essere un corso spesso che costa dalle 90 euro alle 120.

va detto a loro favore che - per lo meno riguardo corsi in lingua italiana - coprono fette di mercato che altrimenti sarebbero del tutto scoperte... penso a cinese/giapponese/rumeno/neo-greco...

Per anni e probabilmente per molto ancora saranno gli unici sul mercato, immagino.

Peccato per il catalogo in francese che è molto, molto più fornito. Ci sono delle lingue assurde (penso alle lingue del sud-est asiatico, che non sono coperte nell'apprendimento nemmeno dalla più completa università italiana, l'Orientale di napoli)

Per le baku competenze sorvolerei di brutto, soprattutto da parte tua, che 3 ne parli e tutte bene, io invece nella mia vita ne avrò affrontate 5/6 e le parlo tutte male... (anche e soprattutto quelle in cui sono laureato! \m/)
NO EMO. NO PUCCA. NO JACK SKELETON. NO OTAKU. NO KAWAII. NO GOTHIC PEOPLE. NO METAL CLOWNS. NO LACUNA. NO PIERCED MOUTHS. NO COSPLAYING. NO BLOGGERS. NO MYSPACE'S FRIENDSHIP. NO RAGGA-NIGGA. NO DAMS. NO ELECTRO-SHIT
 LET THERE BE BAKU

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.023
  • Trvezza
    • E-mail
Per le baku competenze sorvolerei di brutto, soprattutto da parte tua, che 3 ne parli e tutte bene, io invece nella mia vita ne avrò affrontate 5/6 e le parlo tutte male... (anche e soprattutto quelle in cui sono laureato! \m/)

eh vabbè ma io ho barato le ho imparate tutte e tre fottendo
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto

Offline baku.nin

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.826
    • E-mail
Ah ok, adesso ho capito perchè, con i cessi che si ritrovano, non imparerò mai bene il giapponese. :)
NO EMO. NO PUCCA. NO JACK SKELETON. NO OTAKU. NO KAWAII. NO GOTHIC PEOPLE. NO METAL CLOWNS. NO LACUNA. NO PIERCED MOUTHS. NO COSPLAYING. NO BLOGGERS. NO MYSPACE'S FRIENDSHIP. NO RAGGA-NIGGA. NO DAMS. NO ELECTRO-SHIT
 LET THERE BE BAKU

Offline Logout

  • Navigato
  • **
  • Post: 933
Dopo aver studiato l'inglese in maniera pessima alle superiori, ho deciso all'alba dei 26 anni di non poter continuare a vivere senza essere in grado di esprimere un pensiero in modo chiaro in inglese. Così ho ordinato Essential grammar in use della Oxford Press e sto facendo un paio di unità ogni giorno. Devo dire che è ben fatta e soprattutto parecchio chiara. Non dà nulla per scontato, caratteristica che altri libri che ho provato ad utilizzare non avevano assolutamente.

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.023
  • Trvezza
    • E-mail
io alle superiori avevo IL libro di grammatica

si chiama The Grammar You Need
della Macmillan

copertina rossa, tutto, TUTTO, solo in inglese. invincibile.

"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto

Offline Mr.Big

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.324
Io consiglio di leggere libri di narrativa in inglese e di vedere film in lingua originale. A mio parere è un bel modo per assimilare l'inglese colloquiale.
Magari potresti iniziare con qualcosa di non troppo difficile, tipo Carver o King.

ma io capisco e parlo l'inglese, e tutto quello che vedo e leggo sono cose in inglese ormai.
il problema e' che con il leggere e sentire l'inglese colloquiale dei burini americani che non saprebbero manco scrivere il proprio nome comincio a perdere il contatto con la grammatica.
tempi, periodi, costruzioni, come si dice credenza, come si dice mansarda, come si dice dispensa, almeno dai due ai tre modi per dire lampada.
mi servirebbe proprio una grammatica cazzuta e dura.

Offline Huizinga Z

  • Navigato
  • **
  • Post: 598
  • Una specie di dirottatore di tapis-roulant
Spezzo anch'io una lancia a favore di Assimil.
A me l'ha consigliato un amico (italiano) che parla inglese, tedesco e lituano. E finge di non parlare francese ma in realtà si difende anche lì (sua sorella l'ha studiato all'università).
Sua moglie (lituana), che parla e insegna tedesco e parla ovviamente italiano sta usando l'Assimil per imparare lo spagnolo.

La mia esperienza diretta è con il corso di tedesco, e a me il metodo è piaciuto e mi è sembrato efficace. Capisco che l'approccio intuitivo possa spiazzare chi è abituato a tabelle e grammatica a fiumi, ma se l'obiettivo è la padronanza operativa della lingua, io gli darei una possibilità.
Aggiungo che ascoltare i CD mi ha fatto imparare da subito una buona pronuncia. Non me lo dico da me, me lo dice una collega tedesca.

Ah, dato che gli assimili sono francesi, non c'è da stupirsi che su base francese ci siano molte più lingue. Ma la Assimil Italia si dà da fare, e mi ha molto divertito trovare sul loro sito un corso di piemontese...!

eh vabbè ma io ho barato le ho imparate tutte e tre fottendo
Eh, come consiglio per imparare le lingue non si può chiedere di meglio...  :)
Canz                     (Caparezza, "Canzone a metà")

Offline UnNamed

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.165
  • GRLSVT
io alle superiori avevo IL libro di grammatica

si chiama The Grammar You Need
della Macmillan

copertina rossa, tutto, TUTTO, solo in inglese. invincibile.

Credo che l'abbiano avuto un po tutti.
Molto esaustivo perchè a inizio o fine capitolo riportava esempi. Devo ancora avercelo ancora da qualche parte.

Offline acciarone

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.142
Io scarico i podcast gratuiti della BBC e mi sento i telegiornali mentre vado in macchina. All'inizio non è stato proprio semplicissimo perchè la BBC ha corrispondenti da tutte le parti del mondo e, a volte, c'è gente che parla l'inglese come Trapattoni l'italiano (la battuta, purtroppo, non è mia). Dopo qualche download, ascoltando magari anche tre o quattro volte lo stesso tiggì, si arriva a cogliere anche il 90-95% dei servizi. A volte persino di più...
Consigliato.

 
Le opinioni di Acciarone non corrispondono necessariamente alle opinioni di Acciarone.

Offline Ieio

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.737
He is at the library studying for his German test on Wednesday. In fact, he  has been reviewing for the test every day for the last week

He is studying at the library for his German test on Wednesday. In fact, he  has been reviewing for the test every day for the last wee

Scusate, quale delle due è giusta? :-[ :-[

Offline Prikaz 227

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.200
A me paiono accettabili entrambe.
A orecchio propenderei per la prima forma. Mi sembra più elegante. :)
Ne Shagu Nazad!

Offline Argaen

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.394
He is at the library studying for his German test on Wednesday. In fact, he  has been reviewing for the test every day for the last week

He is studying at the library for his German test on Wednesday. In fact, he  has been reviewing for the test every day for the last wee

Scusate, quale delle due è giusta? :-[ :-[

Son due frasi diverse: La prima è tipo "E' in libreria che studia", l'altra è "Sta studiando in libreria". Credo inoltre che "german test ON wednesday" debba essere cambiato in "german test OF (next) wednesday", e "every day FOR the last week" debba diventare "every day OF the last week" (e in ogni caso il tempo del verbo cambiato, in "had been reviewing", or "reviewed" dal momento che se metti "last week" l'azione è finita nel passato - probabilmente potresti semplicmente scrivere "he has been reviewing all week").     
« Ultima modifica: 17 Giu 2009, 12:37 da Argaen »
"I'd rather be a climbing ape than a falling angel"

Offline Gatsu

  • Eroe
  • *******
  • Post: 14.474
    • The World Anvil
Sì, ha ragione Argaen.

Offline Giuseppedr

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.923
He is at the library studying for his German test on Wednesday. In fact, he  has been reviewing for the test every day for the last week

He is studying at the library for his German test on Wednesday. In fact, he  has been reviewing for the test every day for the last wee

Scusate, quale delle due è giusta? :-[ :-[

La seconda frase è assolutamente corretta. Per quanto riguarda la prima, manca solo una virgola a separare la principale dalla -ing clause esplicativa.