Autore Topic: Il fumo e la dipendenza  (Letto 41297 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Gaissel

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.117
    • E-mail
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #30 il: 12 Feb 2008, 16:07 »
Fumare è una figata.

Il gesto di tenere qualcosa tra le dita e portarla alla bocca in modo costante e ripetuto, come un intercalare, che da il tempo a una discusione, o a un gioco,  o alla fruizione di un film; la sensazione del fumo caldo che riempie i polmoni e poi li svuota, misurando il respiro; l'immedesimazione, il trastullo psicologico di imitare mille gesti di mille eroi rudi-vissuti-decadenti a cui ci abitua un secolo di cinema, e qualcuno in più di letteratura.
E qualche decina ancora di ottime argomentazioni.

Purtroppo fumare fa anche schifo, per un sacco di motivi che valgono meno la pena di essere elencati.

Tutta sta nel capire per noi stessi quale dei due aspetti pesa di più, o comincia a pesare di più, prendere l'altro piatto della bilancia e sotterrarlo per sempre. Senza preferenze: è il senso di colpa e la frustrazione che uccide, non il tumore.

Dopo sette anni (di cui cinque tabacco senza filtro, ogni volta che ci penso mi viene male) tutto d'un tratto quest'estate ho deciso che per me il gioco non valeva la candela, e ho trovato un ottimo compromesso: scrocco un tiro quando sono circondato da fumatori e mi viene voglia, ma mai più di uno a giornata.
Così soddisfo quel poco bisogno di nicotina rimasto, non ho trasformato la cosa in un martirio e ho perso progressivamente la dipendenza: dopo sei mesi mi accorgo di passare anche una settimana senza che il mio corpo richieda quell'unica dose giornaliera concessagli.

Le uniche eccezioni: addirittura una sigaretta intera qualche settimana fa in un momento di particolare bisogno, ma non ho ricominciato; e una meravigliosa fumata al narghilè molto goduta :)

Naturalmente ho ricominciato a farmi le canne, che avevo smesso tempo prima per altri motivi. Molto di rado comunque, e con più gusto.

Non credo di potermi definire nè un ex-fumatore nè un non-fumatore, ma piuttosto uno stronzo che ha felicemente archiviato l'argomento.
Avanti al prossimo problema^

Gaissel

Offline Neophoeny

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.082
    • E-mail
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #31 il: 12 Feb 2008, 16:08 »
Citazione da: "HAL9001"
Citazione da: "Neophoeny"
E' bello leggere i commenti della gente che ha recensito il libro indicato da Toki... sembra miracoloso. :)
L'hanno letto anche mia sorella e mio fratello (lei stava iniziando a diventare abitudinaria, lui fumava da anni)e hanno smesso in tronco tutti e due. Resta il fatto che io non creda molto in queste cose. Per me l'unica cosa veramente necessaria è la forza di volontà per liberarsi dai vizi, come ho già detto.


Io penso che però se hai gli imput giusti, questi imput ti possono aiutare ad aumentare la tua volontà di smettere.

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 38.907
  • Gnam!
    • E-mail
Re: IL fumo e la dipendenza
« Risposta #32 il: 12 Feb 2008, 16:19 »
Citazione da: "Neophoeny"


Che mi consigliate di fare? Scusate se per alcuni può sembrare un discorso stupido...


Meglio le canne del tabacco liscio, cmnq prenditi un po' di tavolette di cioccolato fondente buono e quando "hai voglia" mangia quelle.

Cmnq le sigarette sono una droga del cacchio inutile e fastidiosa, mai pensato alla cocaina?

Almeno coca qualche pro ce l'ha, vai di upgrade ;)

Offline HAL9001

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.970
    • http://www.tfpforum.it/index.php?topic=10276.msg525600#msg525600
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #33 il: 12 Feb 2008, 16:27 »
Citazione da: "Neophoeny"
Citazione da: "HAL9001"
Citazione da: "Neophoeny"
E' bello leggere i commenti della gente che ha recensito il libro indicato da Toki... sembra miracoloso. :)
L'hanno letto anche mia sorella e mio fratello (lei stava iniziando a diventare abitudinaria, lui fumava da anni)e hanno smesso in tronco tutti e due. Resta il fatto che io non creda molto in queste cose. Per me l'unica cosa veramente necessaria è la forza di volontà per liberarsi dai vizi, come ho già detto.


Io penso che però se hai gli imput giusti, questi imput ti possono aiutare ad aumentare la tua volontà di smettere.

Sono d'accordo, ma il mio dubbio nasce dalla semplice constatazione che di libri che cercano di farti il lavaggio del cervello ne ho letto parecchi, e le convinzioni a cui sono arrivato, dopo averli letti, sono sempre inesorabilmente appassite col tempo... alla fine mi è restata soltanto la sensazione di essere stato preso in giro.
Comunque non mi dispiacerebbe dare un'occhiata a questo libro, proprio per via del mio scetticismo; vorrei leggerlo con un atteggiamento assolutamente acritico, senza aspettarmi nulla. Un libro che si inititola "E' facile smettere di fumare" ti mette addosso l'idea che ti potrà aiutare in questo senso, ancora prima di averlo letto. Quindi parti con un preconcetto nel leggerlo e sarai facilmente condizionabile dalle tesi del libro.
Un libro come "Cattedrale" (una raccolta di racconti di Raymond Carver), invece non cerca di dare slancio a nessun pregiudizio, è solo puro intrattenimento. Eppure è un libro che fa riflettere, e parecchio.
Motokoooooooo!!!!!

Offline Neophoeny

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.082
    • E-mail
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #34 il: 12 Feb 2008, 16:30 »
Ma infatti io sono abbastanza scettico, ma molti commenti mi fano pensare il contrario. Non so se riuscirà a convincermi a smettere, per ora per me è molto difficile... la prendo come una sfida. Voglio vedere se questo libro mi cambia qualcosa oppure no...

Offline Lenin

  • Reduce
  • ********
  • Post: 30.078
  • I've got you in my sights
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #35 il: 12 Feb 2008, 16:41 »
Secondo me, come in (quasi, qualche eccezione c'è) tutte le cose basta che ci sia moderazione. Io fumo (nel senso che compro pacchetti) da 7 anni, 4/5 sigarette al giorno. Fumo perchè mi piace, non perchè ne senta un bisogno fisico e men che meno psicologico. Mi piace fumare una sigaretta dopo un lauto pranzo, o se bevo un baio di birrette in compagnia. Non fumo mai di mattina, quando sono in ufficio non sento mai il bisogno di fare la pausa sigaretta, durante il week-end quando qui a casa mia c'è la ragazza non fumo perchè so che le da fastidio e la cosa non mi pesa. Quando d'estate vado in campeggio al mare per una decina di giorni, fumerò sì e no 2/3 sigarette (non al giorno proprio durante tutta la vacanza), perchè con il gran caldo fumare è uno schifo. E anche in città, durante il periodo estivo, fumerò al massimo 2 sigarette la sera, un paio di più se esco.

Tutto questo per dire che si può essere fumatori anche senza dipendere dalla sigaretta.
We're all soldiers now

Offline HAL9001

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.970
    • http://www.tfpforum.it/index.php?topic=10276.msg525600#msg525600
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #36 il: 12 Feb 2008, 16:51 »
Citazione da: "Lenin"
Secondo me, come in (quasi, qualche eccezione c'è) tutte le cose basta che ci sia moderazione. Io fumo (nel senso che compro pacchetti) da 7 anni, 4/5 sigarette al giorno. Fumo perchè mi piace, non perchè ne senta un bisogno fisico e men che meno psicologico. Mi piace fumare una sigaretta dopo un lauto pranzo, o se bevo un baio di birrette in compagnia. Non fumo mai di mattina, quando sono in ufficio non sento mai il bisogno di fare la pausa sigaretta, durante il week-end quando qui a casa mia c'è la ragazza non fumo perchè so che le da fastidio e la cosa non mi pesa. Quando d'estate vado in campeggio al mare per una decina di giorni, fumerò sì e no 2/3 sigarette (non al giorno proprio durante tutta la vacanza), perchè con il gran caldo fumare è uno schifo. E anche in città, durante il periodo estivo, fumerò al massimo 2 sigarette la sera, un paio di più se esco.

Tutto questo per dire che si può essere fumatori anche senza dipendere dalla sigaretta.

Io sono stato fumatore in questo modo per parecchi anni, mi accontentavo di una-due sigarette al giorno ma a un certo punto hanno cominciato ad aumentare. Non c'è una regola per la libertà o la schiavitù dal fumo, secondo me uno deve iniziare a preoccuparsi se personalmente sente di dover smettere, non è che debba smettere per forza perchè il fumo fa male.
Motokoooooooo!!!!!

Offline teokrazia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 20.668
  • Polonia Capitone Mundi
    • E-mail
Re: IL fumo e la dipendenza
« Risposta #37 il: 12 Feb 2008, 16:52 »
Citazione da: "Toki 81"
Io vi dico, seriamente leggete questo libro, e' un miracolo!

http://www.internetbookshop.it/code/9788890123306/carr-allen/facile-smettere-fumare.html


LOLLA!
Comprato un anno e passa fa, è ancora lì immacolato, nella pila dei libri da recuperare.

Magari un giorno lo apro davvero e mi si apre una nuova vita. Chissà...


Citazione da: "Macca"
Fumo due pacchetti di sigarette al giorno. Vorrei smettere, ma tra i consigli da voi citati non ce n'è uno che abbia funzionato. A me piace troppo fumare...
Ne morirò, lo so :(


Stessa mia identica situazione, e stesso mio identico destino, penso.
Non sono schiavo della sigaretta, semplicemente sono un botto di anni che ci sto veramente, ma veramente bene assieme, al punto che prendo pacificamente atto della fine che verosimilmente mi aspetta piuttosto che rendermi conto di avere in tasca un biglietto di sola andata verso lammerda.

Testa di cazzo inside, ce o so, ma so fatto così.

Citazione da: "Giobbi"
Cmnq le sigarette sono una droga del cacchio inutile e fastidiosa, mai pensato alla cocaina?


Droga più useless ever, in my teo__ opinion, davvero. :)

Comunque, nella mia esperienza personale, della gente che ha iniziato a fumare con me non conosco nessuno che ha smesso. Gli amici che ci sono riusciti non sono mai stati fumatori per davvero.

Offline armandyno

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.396
  • Come quando è Game Over e hai finito i gettoni.
    • armandyno
    • E-mail
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #38 il: 12 Feb 2008, 17:06 »
A me sembra un po contraddittorio. Chi fuma mica lo fa perchè ne è schiavo (almeno non sempre) : lo fa perchè gli piace. Perchè si dovrebbe smettere di fare una cosa che piace? Perchè fa male? Tutto fa male.

Offline rule_z

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.722
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #39 il: 12 Feb 2008, 17:19 »
Quoto il genoano, fumo (incostantemente) da 7 anni circa con alti e bassi. Non ho dipendenza, posso stare giorni interi senza toccare una sigaretta e senza sentirne il bisogno. Di solito mi prendo qualche mese di pausa quando il fumo comincia a darmi fastidio (parlo proprio di sapore), e poi quando ne ho voglia riprendo. Mediamente sono sulle 5/6 al giorno, e me le arrizzo da solo ^^
Nintendo Network: rule_z

Offline ..::pierre147::..

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.288
  • エブリシング・キルズ・ユー
    • non-zero possibility
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #40 il: 12 Feb 2008, 18:01 »
Citazione da: "Neophoeny"
Voglio vedere se questo libro mi cambia qualcosa oppure no...


Ti auguro di si. Ne ho letto buona parte qualche mese fa. E' curioso (anche se fondamentalmente non dice nulla di trascendentale), insiste in particolare su due punti:

- smettere di fumare non è una cosa brutta, non è una privazione ma piuttosto un arricchimento e una liberazione.

- fumare non aggiunge nulla alle esperienze che uno vive.

Ripeti questo cose per un centinaio di pagine e ottieni il libro di cui sopra. Io lo lessi più per curiosità, non che avessi sta gran voglia di smettere.( e infatti non ho smesso). Però penso che possa essere un buon "quid" in più, a patto che tu ne sia veramente convinto. Altrimenti è solo un libro, e pure noiosetto.
Ad ogni modo, se hai deciso di smettere fai solo bene e ti auguro di farcela. Io ho 25 anni, fumo parecchio (più di un pacchetto al giorno) da quando ne avevo 15 e lo ritengo uno dei più grandi errori della mia vita.  Finalmente, a poco a poco, sto iniziando ad averne le balle piene. Spero che questa cosa mi possa fare, in un futuro prossimo, da "trampolino" per smettere.
Yeah man, it's random.

Offline Neophoeny

  • Eroe
  • *******
  • Post: 18.082
    • E-mail
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #41 il: 12 Feb 2008, 21:28 »
Citazione da: "armandyno"
A me sembra un po contraddittorio. Chi fuma mica lo fa perchè ne è schiavo (almeno non sempre) : lo fa perchè gli piace. Perchè si dovrebbe smettere di fare una cosa che piace? Perchè fa male? Tutto fa male.


Beh non tutto ti crea dipendenza e ti facilita la morte.

Offline bubbo

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.838
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #42 il: 12 Feb 2008, 22:00 »
Io non ho mai fumato per due ragioni:
1) alta incidenza del tumore ai polmoni in famiglia da parte di babbo
2) ho proprio paura di essere dipendente da qualcosa, non so spiegarlo
bubbo

Offline keigo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.750
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #43 il: 12 Feb 2008, 22:04 »
Citazione da: "bubbo"
Io non ho mai fumato per due ragioni:
1) alta incidenza del tumore ai polmoni in famiglia da parte di babbo
2) ho proprio paura di essere dipendente da qualcosa, non so spiegarlo



ok, figliolo:



STA-LONTANO-DALLE-DONNE.






malattie virali, travasi di bile, ulcera.


FORTE dipendenza.
chi semina vento raccoglie sfaccimma
ma chi me lo fa fare?!? il petrolio è una figata.

Offline bubbo

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.838
IL fumo e la dipendenza
« Risposta #44 il: 12 Feb 2008, 23:28 »
gh :D
bubbo