bypass shell download

Autore Topic: [Il topic della Musica]  (Letto 17345 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.046
Re: [IL TOPIC DELLA MUSICA]
« Risposta #315 il: 01 Ago 2017, 16:04 »
Reznor: http://nordic.businessinsider.com/trent-reznor-on-tech-changing-music-industry-spotify-apple-music-2017-7

Il suo esperimento, di indicare subito le due alternative gratuita e a pagamento, mi sembra fallace già dal presupposto; comunque è un fatto che sui grandi numeri, il mercato della musica abbia preso una piega difficilmente correggibile.

Sono fuori dal circuito da troppo tempo per avere un'opinione ponderata. Dall'esterno, ammiro artisti come Jon Gomm: talentuosi, caparbi e indipendenti. Ma per ciascuno di loro ci sono decine, se non centinaia, di onesti lavoranti della musica; i quali, giustamente, obiettano: se non posso crearmi una nicchia, devo far parte del mercato. E così il circuito della consumazione, anziché della degustazione, si rafforza; la cultura media, scende; l'ascoltatore si aspetta sempre più, pagando via via meno - o non pagando proprio -; e l'artista deve accettare compromessi sempre più stringenti per riuscire a portare a casa la pagnotta.

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.555
  • Gnam!
    • E-mail
Re: [IL TOPIC DELLA MUSICA]
« Risposta #316 il: 01 Ago 2017, 20:28 »
mmmm

sì il discorso é molto complesso

Comunque é inutile rimpiangere i "bei tempi andati" quando gli incassi si basavano sulla vendita dei dischi.
Ma dal punto di vista qualitativo nel mercato attuale non trovo ci sia un grosso calo rispetto ad esempio agli anni'90
Forse qualche progetto più creativo c'era, ma la differenza é più dovuto all'uso intensivo attuale di computer plug ins e correzioni che appiattiscono molto, é divenuto troppo facile fare diverse cose.

Ah a proposito di qualcuno che dice che pensa (D. Grohl): https://www.youtube.com/watch?v=oUBI9yTzkiA
In realtà il mercato discografico "classico" secondo me é più foriero di bluff rispetto all'attuale
Servirebbe tenere ecco una certa curiosità nelle persone, ma la realtà un po' Orwellian generale é data da diversi fattori e ha poco a che fare con la musica.

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.046
Re: [IL TOPIC DELLA MUSICA]
« Risposta #317 il: 06 Ott 2017, 17:19 »
Tra un mese aprirà la prima edizione del SOUNDMIT – International Sound Summit, che sembra destinato a diventare l'evento italiano di riferimento sugli strumenti musicali elettronici.



Quando: Venerdì 3, Sabato 4 e Domenica 5 Novembre 2017.
Orari: Venerdì 3 Novembre, giornata riservata agli operatori del settore, apertura ore 14.00, chiusura ore 21.00.
Sabato 4 e Domenica 5 Novembre, evento aperto a tutti, apertura ore 10.00, chisura ore 18.00.

Dove: LAVANDERIA A VAPORE  - Corso Pastrengo 51 - Collegno (Torino)

Dettagli: http://www.audiocentralmagazine.com/soundmit-international-sound-summit-2017/

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.555
  • Gnam!
    • E-mail
Re: [IL TOPIC DELLA MUSICA]
« Risposta #318 il: 09 Ott 2017, 13:37 »
E' il proseguo del Torino synth meeting?
Devo controllare

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.046
Re: [IL TOPIC DELLA MUSICA]
« Risposta #319 il: 09 Ott 2017, 13:48 »
A quanto ho capito è sia la sua evoluzione, sia la sua integrazione in una cornice più ampia. A livello organizzativo, di fatto è una loro emanazione.

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.555
  • Gnam!
    • E-mail
Re: [IL TOPIC DELLA MUSICA]
« Risposta #320 il: 10 Ott 2017, 18:53 »
Ah ok, ne conosco alcuni e Cosimi che é spesso/sempre presente l'avevo invitato a Parma ad intervistare Subotnick prima del concerto.

Ripesco:

http://www.audiocentralmagazine.com/la-splendida-maturita-di-morton-subotnick/

https://www.youtube.com/watch?v=dKc3itXRxNY eccola



Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 39.555
  • Gnam!
    • E-mail
Re: [Il topic della Musica]
« Risposta #323 il: Ieri alle 17:22 »
Questa é carina: https://www.youtube.com/watch?v=KkM71JPHfjk

mentre Morricone anche nella "sua" esecuzione live orchestrale ri arrangia per adattare i brani agli strumenti dell'orchestra...
qui cercano di riprodurre l'originale così come era nella registrazione
aldilà di un effetto sulla voce che era ottenuto evidentemente in altro modo direi che riescono benino, quindi interessante e dimostrazione di come Morricone fosse avanti all'epoca

E' del 1966 e sta molto più in piedi delle caciaronate kitsch dei Beatles ad esempio