Escort berlin Escort berlin

Autore Topic: Il lavoro  (Letto 1032318 volte)

0 Utenti e 2 visitatori stanno visualizzando questo topic.

Online atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.266
  • Pupo
Re: Il lavoro
« Risposta #18090 il: 10 Ago 2018, 07:12 »
Magari se avessi letto tutto avresti capito che il problema non è quello. La disponibilità richiesta è dovuta al tipo di lavoro ed è bilanciata comunque da altri aspetti. Non mi peserebbe assolutamente, se non dovessi avere a che fare con questa collega.

Offline Tetsuo

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.470
Re: Il lavoro
« Risposta #18091 il: 10 Ago 2018, 08:50 »
Quali sono gli aspetti che bilanciano una disponibilità e una gestione simile?

Online atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.266
  • Pupo
Re: Il lavoro
« Risposta #18092 il: 10 Ago 2018, 08:52 »
Flessibilità degli orari e autonomia. Se pensi che i miei turni me li scelgo in gran parte io...
Però, l'ho messo appunto in chiaro, si deve lavorare bene. Con questa collega non è possibile.

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.347
Re: Il lavoro
« Risposta #18093 il: 10 Ago 2018, 09:16 »
Non sono ancora a tempo indeterminato, sto aspettando il bando di concorso, ma dopo oggi gli ho detto che se la prospettiva è quella di proseguire a lavorare con questa tizia possono anche cercarsi qualcun altro.

Alcune domande per inquadrare la questione.

Cosa implica nella quotidianità il 'lavorare con questa tizia'?
Avete stessi ambiti o mansioni?
Dovete necessariamente interagire? E se sì, è obbligatoria la forma orale?

Online atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.266
  • Pupo
Re: Il lavoro
« Risposta #18094 il: 10 Ago 2018, 09:23 »
Lei lavora come "custode"/ufficio informazioni e copre la reperibilità nel più grande parcheggio a pagamento di Bassano del Grappa (420 posti). Dovrebbe anche fare manutenzione, ma, da quel che vediamo, in realtà fa poco o nulla.
Io, in quel parcheggio, svolgo un turno durante la settimana, quando lei è di riposo, e, generalmente, copro anche i turni straordinari (come quando ci sono state le notti bianche).
Insieme ad altri colleghi, attualmente uno solo, mi occupo anche degli scarichi delle casse, del conteggio dei soldi e dei versamenti in banca.
Quindi l'interazione, non solo con me, è obbligata. La forma sarebbe mista scritta/orale, dato che molte cose basterebbe indicarle nel giornale che abbiamo nel parcheggio e, da parte sua, potrebbe richiederle tramite email. Ma lei non legge il giornale (tante volte si è lamentata di cose regolarmente indicate), non ha mai usato l'email e pretende di essere avvisata... Per poi mettere giù in base alla sua luna.
Un elemento del genere andrebbe cacciato a pedate senza se e senza ma... Però al nostro responsabile fa molto comodo il suo servizio di reperibilità, pagato probabilmente un soldo di cacio, per un impianto vecchio e mal funzionante.

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.347
Re: Il lavoro
« Risposta #18095 il: 10 Ago 2018, 09:35 »
[...] al nostro responsabile fa molto comodo il suo servizio di reperibilità, pagato probabilmente un soldo di cacio, per un impianto vecchio e mal funzionante.

Bene, grazie. Mi pare questo il punto nodale, le priorità del vostro responsabile.

Per me puoi tranquillamente considerare la collega con gli stessi criteri con cui hai a che fare col mobilio dell'ufficio: non l'hai scelto tu, serve anche al tuo lavoro, non lo fa al posto tuo.

Tradotto: fai il tuo, comunica il più possibile in modo chiaro e riproducibile - quindi in forma scritta oppure, se orale, coinvolgendo altri - e quando ha le sue giornate folgorate, il problema è suo.

Se, e quando, decidessi di cambiare lavoro, fallo senza premettere nulla al responsabile.

"Cordialità".

Online atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.266
  • Pupo
Re: Il lavoro
« Risposta #18096 il: 10 Ago 2018, 09:42 »
Sì, sono d'accordo.
A me "brucia" un po' perché, inizialmente (parliamo dei primi mesi dell'anno) e in buona fede, mi sono adoperato per ricucire i vari strappi tra lei e il resto del gruppo di lavoro, che, chi più chi meno, l'ha di fatto rifiutata. Mi brucia perché avevano ragione e io ho perso solo tempo. :(

Offline keigo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.903
Re: Il lavoro
« Risposta #18097 il: 10 Ago 2018, 10:14 »
il grande problema di essere responsabile è non potersi scegliere persone con cui lavorare. Se la politica di assunzioni (vuoi per polarizzazione delle competenze, vuoi perchè chi comanda assume a cazzo di cane) ti trovi a dover gestire persone che non hanno i tuoi stessi obiettivi. Se questo accade devi trovare un modo per estrarre del lavoro dalla loro quotidianeità.

Spesso i capi per fare questo sono costretti a lavorare di più o a stare più ore in ufficio. Per stare sul pezzo, ma il capo dovrebbe avere anche la capacità di farsi stimare dai dipendenti che - pur di non fare una pessima figura con un tipo in gamba - sono disposti a fare l'extra mile per creare un output di qualità.

Il problema però è che il tutto dipende dalla professionalità del lavoro svolto. Più sei vicino all'operatività più sarà difficile sposare la missione del progetto e tenderai a guardare l'orologio aspettando le sei. E puoi anche scrivere tutti i regolamenti del mondo, ma se non hai assunto persone con la tua stessa mentalità e con la voglia di fare cose per diventare bravi allora avrai sempre scazzi, incomprensioni, bisogni di chiarimenti, "ragazzi non ci siamo" etc.

Per questo alla fine si preferisce convincere a lavorare con te e passare nella tua realtà persone che già conosci per evitare tutti i tempi morti e di inerzia tipici del rodaggio del nuovo lavoratore.

chi semina vento raccoglie sfaccimma
ma chi me lo fa fare?!? il petrolio è una figata.

Online atchoo

  • Reduce
  • ********
  • Post: 44.266
  • Pupo
Re: Il lavoro
« Risposta #18098 il: 10 Ago 2018, 10:34 »
Ok, ma ci deve anche essere la capacità del responsabile di coinvolgere nel progetto i propri collaboratori. Per quanto possibile, ovviamente.
Perché è vero che ci sono quelli che se ne fregano e aspettano le sei, ma ci sono pure quelli che, coinvolti, danno il 110%.
Ho visto responsabili/coordinatori ricevere fregature dai primi, ma pure "bruciare" i secondi.

Offline keigo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.903
Re: Il lavoro
« Risposta #18099 il: 10 Ago 2018, 11:39 »
Ok, ma ci deve anche essere la capacità del responsabile di coinvolgere nel progetto i propri collaboratori. Per quanto possibile, ovviamente.
Perché è vero che ci sono quelli che se ne fregano e aspettano le sei, ma ci sono pure quelli che, coinvolti, danno il 110%.
Ho visto responsabili/coordinatori ricevere fregature dai primi, ma pure "bruciare" i secondi.

beh, se il responsabile non è in grado di farlo non è un buon responsabile. L'obiettivo del responsabile è quello di avere una produttività marginale alta dei dipendenti lasciando che siano essi stessi a sentirsi piccoli responsabili del proprio lavoro. Purtroppo la cultura aziendale ed organizzativa Italiana risente del feudalesimo e della ricerca del potere sugli altri e quindi il lavoro non è visto come "un investimento reciproco tra lavoratore e datore di lavoro", ma da un lato in una concessione di rendita-sacrificio della marginalità e dall'altro in uno sfruttamento. Il problema è che se al vertice ci sono persone ignoranti che non conoscono i concetti di produttività marginale e di costo marginale non se ne uscirà mai.
chi semina vento raccoglie sfaccimma
ma chi me lo fa fare?!? il petrolio è una figata.

Offline Ivan F.

  • Amministratore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 18.386
    • The First Place
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #18100 il: 10 Ago 2018, 14:23 »
Ma perché tutti i fratelli Dodi hanno una donna fuori di testa che mina la stabilità della loro vita lavorativa?

Offline rosario oliveri

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.526
Re: Il lavoro
« Risposta #18101 il: 10 Ago 2018, 14:29 »
Ma perché tutti i fratelli Dodi hanno una donna fuori di testa che mina la stabilità della loro vita lavorativa?
Sarà un caso?
Codice amico Switch SW-7241-0739-0708

Offline naked

  • Reduce
  • ********
  • Post: 40.837
Re: Il lavoro
« Risposta #18102 il: 10 Ago 2018, 14:33 »
Ma perché tutti i fratelli Dodi hanno una donna fuori di testa che mina la stabilità della loro vita lavorativa?
Non dimentichiamoci della sorella Dodi.
Recentemente ho rivisto: "il cuoco, il ladro, sua moglie, l'amante".

Offline Ryo_Hazuki

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.204
    • E-mail
Re: Il lavoro
« Risposta #18103 il: 10 Ago 2018, 16:09 »
Ma perché tutti i fratelli Dodi hanno una donna fuori di testa che mina la stabilità della loro vita lavorativa?
:suspious:
Mia moglie non è il mio capo a lavoro, abbiamo mansioni ben definite...

Offline rosario oliveri

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.526
Re: Il lavoro
« Risposta #18104 il: 10 Ago 2018, 16:13 »
Ma perché tutti i fratelli Dodi hanno una donna fuori di testa che mina la stabilità della loro vita lavorativa?
:suspious:
Mia moglie non è il mio capo a lavoro, abbiamo mansioni ben definite...
Penso che si riferisse alla lavapiatti.
Codice amico Switch SW-7241-0739-0708