Autore Topic: Il lavoro  (Letto 912954 volte)

0 Utenti e 2 visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline pedro

  • Reduce
  • ********
  • Post: 21.202
Il lavoro
« Risposta #60 il: 23 Ott 2006, 17:57 »
Citazione da: "Seppia"
conoscete qualche bel sito per trovare lavoro?
qualcuno di voi lavora nelle HR e ci posso mandare il mio CV?

thanx

Aggiungo www.monster.it
Come mai cambi, se posso?
«Allora dev'essere molto pericoloso essere un uomo.» «Lo è, signora. E solamente pochi ce la fanno. È un mestiere difficile, e al fondo c'è la tomba.»

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.910
  • Trvezza (Moderatore topic politico)
    • E-mail
Il lavoro
« Risposta #61 il: 23 Ott 2006, 18:47 »
non é detto che cambi
solo in azienda mi era stato detto "fatti il culo per 2 anni poi ti daremo un altro lavoro, più figo"
ora invece, il fatto di aver ottenuti risultati di vendita ottimi (mettendo totalmente da parte la modestia) mi si ritorce contro: visto che gli porto soldi e nuovi clienti in abbondanza mi chiedono di restare un anno in più, cosa che io farei anche, ma dipende in cambio di cosa.
ovvero se loro mi dicessero "fatti ancora sto anno e poi ti mandiamo a fare XXX nel paese WWW", oppure "fatti ancora sto anno e ti premiamo con un (corposo) aumento di stipendio" (insomma, il +6% che mi hanno dato a giugno non mi basta affatto), capirei, ma sento che non andrà cosi.
la mia/loro deadline é la riunione di metà dicembre (in cui spero prendano loro l'iniziativa e mi dicano cosa pensano per me), se per quel giorno nessuno mi ha detto nulla riguardo al mio futuro, me ne vado in allegria.
il punto é che a quella data voglio arrivarci con delle offerte, per poter negoziare da una posizione di non debolezza (chiamarla di forza mi parrebbe ridicolo)

quindi per ora sondo il mercato, poi si vedrà :D
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto


Offline alpha83it

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.842
Il lavoro
« Risposta #63 il: 24 Ott 2006, 13:33 »

Offline fulgenzio

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.602
    • Players
Il lavoro
« Risposta #64 il: 24 Ott 2006, 16:44 »
Citazione da: "Seppia"
non é detto che cambi
solo in azienda mi era stato detto "fatti il culo per 2 anni poi ti daremo un altro lavoro, più figo"
ora invece, il fatto di aver ottenuti risultati di vendita ottimi (mettendo totalmente da parte la modestia) mi si ritorce contro: visto che gli porto soldi e nuovi clienti in abbondanza mi chiedono di restare un anno in più, cosa che io farei anche, ma dipende in cambio di cosa.



Eheheheheh
E' la maledizione dei commerciali. Mi sa che ti sei fottuto con le tue mani. D'altra parte le aziende, proprio perchè i venditori (nel senso buono del termine) bravi sono difficili da trovare, sono restie a privarsene ed è molto difficile che i commerciali vengano promossi o messi a fare altro.Così spesso capita nelle multinazionali che una mezza sega del marketing (il marketing manager è solitamente il più idiota del gruppo dirigente) faccia più carriera di un buon procacciatore. Però c'è di buono che c'è modo e modo di farlo il commerciale ed è una figura pagata spesso molto bene (anche perchè se è bravo, prende ottime provvigioni). Quindi nel caso la Barilla dovesse tirare il pacco, dovresti trovare un'alternativa valida in cirica mezzo secondo.  Però oramai l'imprinting ce l'hai e mi sa che sarà impossibile toglierlo.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Il lavoro
« Risposta #65 il: 24 Ott 2006, 17:40 »
Citazione da: "fulgenzio"
Quindi nel caso la Barilla dovesse tirare il pacco, dovresti trovare un'alternativa valida in cirica mezzo secondo.  Però oramai l'imprinting ce l'hai e mi sa che sarà impossibile toglierlo.


Può sempre ricattarli:
"Moi, le polip, je vurreis almen 4000 eur mensuel, autrement je andè a dir a tout le client cela cuisiniers pisse en les padèlls.
Le je son fè, rien de va plù, uisemuacatrindenev, vadavialcù, dateme lo sold."
"Mio figlio poteva morire!"

Offline fulgenzio

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.602
    • Players
Il lavoro
« Risposta #66 il: 24 Ott 2006, 17:53 »
Citazione da: "1c0n 0f s1n"
Citazione da: "fulgenzio"
Quindi nel caso la Barilla dovesse tirare il pacco, dovresti trovare un'alternativa valida in cirica mezzo secondo.  Però oramai l'imprinting ce l'hai e mi sa che sarà impossibile toglierlo.


Può sempre ricattarli:
"Moi, le polip, je vurreis almen 4000 eur mensuel, autrement je andè a dir a tout le client cela cuisiniers pisse en les padèlls.
Le je son fè, rien de va plù, uisemuacatrindenev, vadavialcù, dateme lo sold."


Infatti, generalmente l'unica leva possibile ed apprezzabile è il vil denaro

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Il lavoro
« Risposta #67 il: 26 Ott 2006, 13:09 »
Ma perchè i giovani non trovano lavoro?

http://www.repubblica.it/2006/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/giovanilavoro-2/giovani-ricerca-lavoro/giovani-ricerca-lavoro.html

IMHO la cosa preoccupante è questa:

"Il fattore discriminante comunque rimane sempre il trattamento economico, che spesso porta anche a rifiutare gli impieghi, specialmente se il giovane ha alle spalle una famiglia che lo può comunque sostenere.
Infatti, dai dati Isfol, risulta che il 14% degli intervistati tra i 15 e i 24 anni ha rifiutato nell'ultimo mese almeno un'offerta di lavoro o perché la retribuzione non era soddisfacente o perché il tipo di contratto non coincideva con le loro aspettative. Più si abbassa l'età più l'accettazione del lavoro dipende dai termini contrattuali ed economici offerti. Il 58% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni accetta l'impiego solo se soddisfa le sue richieste. Maggiore è l'età maggiore è la predisposizione ad accettare compromessi col datore di lavoro o condizioni lavorative meno allettanti."


Poi voglio sentirli mentre dicono che gli immigrati ci rubano il lavoro... :x
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Alle

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.843
  • Tigella man
Il lavoro
« Risposta #68 il: 26 Ott 2006, 13:17 »
secondo me il problema è che i datori di lavoro offrono "poco" perchè sanno che cmq trovano l'immigrato che quel poco se lo prende.
E' un po' un circolo vizioso.
Poi si arriva agli assurdi tipo a Modena, che non trovi un saldatore manco a pagarlo a peso d'oro (e un mio amico paga il suo, iraniano, veramente tanto)
In tigella veritas

Offline Shape

  • Reduce
  • ********
  • Post: 28.851
    • IstantiSenzaTempo
    • E-mail
Il lavoro
« Risposta #69 il: 26 Ott 2006, 13:25 »
Citazione da: "1c0n 0f s1n"
Ma perchè i giovani non trovano lavoro?

http://www.repubblica.it/2006/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/giovanilavoro-2/giovani-ricerca-lavoro/giovani-ricerca-lavoro.html

IMHO la cosa preoccupante è questa:

"Il fattore discriminante comunque rimane sempre il trattamento economico, che spesso porta anche a rifiutare gli impieghi, specialmente se il giovane ha alle spalle una famiglia che lo può comunque sostenere.
Infatti, dai dati Isfol, risulta che il 14% degli intervistati tra i 15 e i 24 anni ha rifiutato nell'ultimo mese almeno un'offerta di lavoro o perché la retribuzione non era soddisfacente o perché il tipo di contratto non coincideva con le loro aspettative. Più si abbassa l'età più l'accettazione del lavoro dipende dai termini contrattuali ed economici offerti. Il 58% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni accetta l'impiego solo se soddisfa le sue richieste. Maggiore è l'età maggiore è la predisposizione ad accettare compromessi col datore di lavoro o condizioni lavorative meno allettanti."

Peroccupante perché? Perché sembra che la gente non abbia voglia di lavorare se non ben remunerata?

Secondo me la cosa va vista in termini molto differenti. Ormai i salari sono davvero infimi, rispetto al costo globale della vita. Si parla di cifre inferiori ai 1000 euro al mese, per neolaureati assunti. Ma anche, come nel caso di mio fratello, di neolaureati con esperienza e con un master sulle spalle. Sempre 1000 euro al mese. Per lavorare almeno 10 ore al giorno, con straordinari non pagati.
Ti credo che poi non vengono accettati impieghi di questo tipo! Senza considerare poi i contratti attuali a progetto, che non prevedono, in ordine sparso:
- Ferie
- Malattia
- Straordinari
- Contributi INPS o simili
- Validità del tempo lavorato ai fini della pensione

Direi che è lecito rifiutare un contratto del genere, se si ha possibilità di attendere una seconda proposta.

Mi sembra anche banale che chi è più 'anziano' accetti con maggiore facilità: sono in tantissimi ad essere indebitati con uno o più finanziamenti/mutui, o magari che hanno una famiglia/casa/auto-al-seguito da mantenere. I soldi a fine mese devono venir fuori da qualche parte...

Offline Daimon

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.751
  • In stoa I trust.
    • E-mail
Il lavoro
« Risposta #70 il: 26 Ott 2006, 13:30 »
Citazione da: "1c0n 0f s1n"
Ma perchè i giovani non trovano lavoro?



Perche sono svogliati, viziati, imbelli, senza iniziativa e avidi.
Vedi che c'avevo ragione?

mi da ragione pure replubblica....

eh

brrrr.
<br /><br />Sanctus, sanctus, sanctus, Dominus Deus Sabaoth.<br />Hosanna in excelsis.<br />Benedictus qui veni

Offline alpha83it

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.842
Il lavoro
« Risposta #71 il: 26 Ott 2006, 14:28 »
Cosa c'entra, proprio stamattina sono andato a sentire se c'era possibilità di fare un tirocinio (convenzionato dalla Provincia) presso un'agenzia formativa, mi hanno risposto che cercano gente con esperienza, dato che molto spesso porta a un'inserimento lavorativo... Quindi mi tocca fare tirocinio con l'università e poi provare a continuare con i tirocini della Provincia, che durano 6 mesi.

Offline alpha83it

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.842

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Il lavoro
« Risposta #73 il: 27 Ott 2006, 10:44 »
Citazione da: "Shape"

Peroccupante perché? Perché sembra che la gente non abbia voglia di lavorare se non ben remunerata?

Secondo me la cosa va vista in termini molto differenti. Ormai i salari sono davvero infimi, rispetto al costo globale della vita. Si parla di cifre inferiori ai 1000 euro al mese, per neolaureati assunti. Ma anche, come nel caso di mio fratello, di neolaureati con esperienza e con un master sulle spalle. Sempre 1000 euro al mese. Per lavorare almeno 10 ore al giorno, con straordinari non pagati.
Ti credo che poi non vengono accettati impieghi di questo tipo! Senza considerare poi i contratti attuali a progetto, che non prevedono, in ordine sparso:
- Ferie
- Malattia
- Straordinari
- Contributi INPS o simili
- Validità del tempo lavorato ai fini della pensione

Direi che è lecito rifiutare un contratto del genere, se si ha possibilità di attendere una seconda proposta.

Mi sembra anche banale che chi è più 'anziano' accetti con maggiore facilità: sono in tantissimi ad essere indebitati con uno o più finanziamenti/mutui, o magari che hanno una famiglia/casa/auto-al-seguito da mantenere. I soldi a fine mese devono venir fuori da qualche parte...


Secondo me è preoccupante perchè, piuttosto che pesare sulle spalle dei genitori, più o meno ricchi essi siano, tanto vale farsi un po' di esperienza anche se malpagata. Non metto assolutamente in dubbio quello che hai scritto riguardo i contratti CICICI-COCOCO CURUCURUCURUCURUCUQUAQUA (come disse Pippo franco) ma comunque se dopo che sei stato assunto ritieni che la paga non sia adeguata, o te ne vai o ti prendi la pausa caffè da tre ore giornaliere.
Però intanto, vedi come funziona un lavoro, ti fai un minimo di esperienza e ti metti in tasca qualche cosa, che anche se è poco è sempre meglio di zero; e come si dice dalle mie parti "piuttosto che niente, meglio piuttosto"... :wink:

EDIT: chiaramente, nel caso non si fosse capito, non ho detto che pur di lavorare bisogna essere disposti a essere spremuti come limoni o a farsi mettere i piedi in testa...
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Yoshi

  • Moderatore
  • Eroe
  • *********
  • Post: 11.234
  • Su Steam: yoshitfp
Il lavoro
« Risposta #74 il: 27 Ott 2006, 10:49 »
Citazione da: "1c0n 0f s1n"
Secondo me è preoccupante perchè, piuttosto che pesare sulle spalle dei genitori, più o meno ricchi essi siano, tanto vale farsi un po' di esperienza anche se malpagata.


Completamente d'accordo. La mia esperienza personale dice che se sei un minimo in gamba puoi arrivare a fare il lavoro dei tuoi sogni, ma di sicuro non ti piove dal cielo al primo tentativo e senza dover ingoiare un po' di sterco. Almeno nel 99% dei casi.
Non giocherò online a Civ 6