Autore Topic: Topic sugli stupefacenti  (Letto 16720 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Daimon

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.751
  • In stoa I trust.
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #15 il: 23 Mar 2006, 15:25 »
Io sono per legalizzarle tutte. Per il resto sono contrario alla dipendenza
da qualunque cosa gia dobbiamo dipendere dall'aria cibo e acqua.
Quindi a priori ogniuno dovrebbe combattere qualsiasi dipendenza.
ma se voglio una striscia allo stato non deve fregare.

Saluti.
<br /><br />Sanctus, sanctus, sanctus, Dominus Deus Sabaoth.<br />Hosanna in excelsis.<br />Benedictus qui veni

Offline bubbo

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.838
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #16 il: 23 Mar 2006, 15:32 »
Citazione da: "Shape"
Una domanda, forse stupida: le droghe leggere non creano alcun tipo di danno? Proprio nessuno-nessuno?


Per quanto ne so io, in un individuo psicologicamente sano il massimo che può fare l'erba è compromettere la memoria a breve termine.

Però bisogna fumare come il Teo dei tempi d'oro :D
bubbo

Offline COBOL X

  • Eroe
  • *******
  • Post: 15.612
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #17 il: 23 Mar 2006, 15:38 »
Non diciamo balle. Prese in misura eccessiva anche la cannabis fa male.

Hashish, cioccolata, marocchino, polline ed altre schifezze da fumare fanno molto molto piu' male in quanto prodotti di scarto ad alto contenuto chimico. Ammoniaca, acidi e altre schifezze...

Offline Macca

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.977
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #18 il: 23 Mar 2006, 15:49 »
Premessa: Le droghe fanno male
Poi dico...
Legalizziamo le droghe leggere.
E spiego:
A 18 anni vado via dal paese e vado a vivere in città, senza controllo genitoriale. All'epoca non fumavo neppure sigarette e se si esclude qualche birretta le droghe non facevano parte della mia vita. Poi conosci gente nuova, finisci in qualche orgietta e fumi il primo spinello. Ma nel 2000 l'erba che girava era ottima ed era piacevole. Mi svegliavo tardi, una sciaqquata veloce e vai di spinelli. Rullavo, fumavo, studiavo. Con risultati ottimi in tutti i campi. Imparai a bere (e la birra passò in secondo piano rispetto a un buon whisky o a un pregiato cognac) e continuai a fumare fino a quando l'erba comincio a finire e l'unica droga in giro divenne l'haschish che mi ha sempre fatto schifo e che ancora oggi manco so come si scrive. Laddove l'uso di erba sapeva regalarmi momenti di moderata euforia e piacevole benessere il "fumo" mi stroncava fisicamente. Chiuso così quel capitolo e continuai il mio viaggio alla scoperta dell'alcool. A 20 anni arrivai alla conclusione che bere una boccia di whisky ricoglionisce di più che fumare spinelli. E comiciai a capire che le leggi proibitive sulle droghe leggere non facevano chiaramente per me. Diciamo che, dopo aver maturato una certa esperienza sul campo, non riuscivo a comprenderle. Mi sembrava (e mi sembra tuttora) assurdo che una persona possa andare in un locale e bere una boccia di rum senza che nessuno le metta le manette addosso quando per uno spinello rischi galera e pubblica umiliazione. ma dissi culo e continuai. Poi, un pomeriggio di fine estate, completamente sobrio (è bene farlo notare) un tipo calvo decise di speronare la mia lancia dedra facendomi finire su un muro di cemento e un palo della luce. La cartella clinica la trovate in uno dei Game City. Dopo otto giorni dall'impatto fumavo tabacco come un turco. Dopo un mese ero dipendente come mai lo sono stato da altre sostanze (vabbè, la coca cola non conta). Dimenticavo, avevo avuto qualche esperienza con la cocaina durante una delle solite feste orgiastiche tra studenti universitari ma non mia veva convinto granchè. Dopo aver recuperato le forze fisiche e psicologiche tornai alla vita di tutti i giorni. Le droghe leggere continuavano a farmi abbastanza schifo (e cominciai a credere che il colore marroncino che le caratterizzava non fosse casuale e che nascondesse chissa quali quantità di marmo, terriccio, ammoniaca e pezzi di testicoli) ma che tanto, dopo aver scoperto la micidiale combo sigaretta-alcool, potevo vivere alla grande. A una festa privata, ricolma di gente "ammodo" con abiti firmati, auto sportive e carta di credito sempre pronta, ebbi il mio secondo battesimo con la cocaina. Diciamo che questa volta la sostanza fu capita. E' sicuramente la mia droga preferita. Ti fa sentire bene, brillante, loquace e mi aguzza l'ingegno. Poi, siccome la dipendenza mi fa tanta paura, decisi di farne un uso moderato. Piccoli festini private con cadenza quadrimestrale sono l'ideale, presumo. Altre droghe provate (lsd, salvia e un qualcosa di chimico e liquido provato a Tokyo) non mi hanno esattamente entusiasmato. Meglio bere una decina di Red Bull di seguito.

Conclusione: dopo anni di esperimenti, usi ed eccessi trovo ancora l'alcool la droga più pericolosa. Mi chiedò però se tale idea sia stata maturata in considerazione del fatto che è legale.
Ma ancora una volta mi dico culo e continuo a bere. Cercando, ovviamente, di farmi male da solo senza mettere in mezzo altra gente.
In fede:
M.I.
The World's Not Set in Stone

Offline fulgenzio

  • Reduce
  • ********
  • Post: 22.602
    • Players
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #19 il: 23 Mar 2006, 16:00 »
Mai accesa una sigaretta e sono praticamente astemio.
Il mio massimo è una sangria quando vado al messicano.
Detto ciò, penso che ognuno debba essere messo in grado di fare quello che vuole, PURCHE' (fondamentale), non nuocia a terzi: se lo fa, beh, fatemi essere quello che cala la mannaia.

Mi sfugge però un passaggio significativo delle ricche testimonianze di Macca & Teo, ovvero la molla che ti fa "iniziare".

Offline Macca

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.977
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #20 il: 23 Mar 2006, 16:06 »
Citazione da: "fulgenzio"
... ovvero la molla che ti fa "iniziare".


Presumo cambi da persona a persona. Personalmente rigetto con forza l'assioma Vita con problemi-Droga. E' solo voglia di provare, curiosità. In fondo è cultura anche questo.
Ovvio che tutto ha un limite. Il mio è l'eroina. Non mi interessa e non la voglio provare. La paura a volte vince la fama di conoscenza.
The World's Not Set in Stone

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 38.869
  • Gnam!
    • arvmusic
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #21 il: 23 Mar 2006, 16:43 »
Citazione da: "fulgenzio"
non nuocia a terzi: se lo fa, beh, fatemi essere quello che cala la mannaia.


Yep, ma forte dipendenza in gente non troppo danarosa x forza di cose nuoce a terzi.

Mi serve droga, non ho soldi, né forza x lavorar, quindi....

Offline frnz11

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.471
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #22 il: 23 Mar 2006, 16:50 »
sono contrario alla legalizzazioe di qualunque droga. c'è nè bisogno per stare meglio? secondo me, NO.
punto secondo, condivido ciò che dice Giobbi. Inoltre una persona che ha assunto stupefacenti puo' creare enormi danni agli altri, ho visto gente in discoteca impizzata che ha spaccato il naso a persone qualunque solo perchè erano carichi. Non parliamo poi degli incidenti stradali. La droga fa male, pochi cazzi, a partire dalle canne. Uno dei miei migliori amici, fumatore accanito di sole canne è ormai psicologicamente disperso. si puo' tollerare una canna ogni tanto, ma non legalizzare.
in ogni caso, la felicità penso si possa trovare in altri modi.
rancesco.
  TAG LIVE XBOX:  frnz

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #23 il: 23 Mar 2006, 17:38 »
Citazione da: "frnz11"
sono contrario alla legalizzazioe di qualunque droga. c'è nè bisogno per stare meglio? secondo me, NO.
punto secondo, condivido ciò che dice Giobbi. Inoltre una persona che ha assunto stupefacenti puo' creare enormi danni agli altri, ho visto gente in discoteca impizzata che ha spaccato il naso a persone qualunque solo perchè erano carichi. Non parliamo poi degli incidenti stradali. La droga fa male, pochi cazzi, a partire dalle canne. Uno dei miei migliori amici, fumatore accanito di sole canne è ormai psicologicamente disperso. si puo' tollerare una canna ogni tanto, ma non legalizzare.
in ogni caso, la felicità penso si possa trovare in altri modi.


La gente in discoteca impizzata penso appartenga a quella categoria di persone "ohtipo... Cazzotigguardi": gente esaltata che cerca la rissa ad ogni costo, senza aspettare la canna/coca/ero/nutella. Quanto al tuo migliore amico: ma siamo sicuri solo canne e non crack o altro? Perchè come diceva prima Teo, OK, la canna in dosi massicce rallenta la mente, ma non annnienta le persone. IMHO poi, più in generale, bisognerebbe definire meglio la differenza tra la canna vera (erba o erba+tabacco) dalle cose che erba non sono (le chimicate fetide che, dopo il primo purino d'erba, non ho mai più preso).

Citazione da: "Macca"
...finisci in qualche orgietta...


 :roll:  Eehhhh... Lo sapevo che dovevo continuare a frequantare l'università... :lol:
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Alle

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.841
  • Tigella man
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #24 il: 23 Mar 2006, 17:55 »
Citazione da: "frnz11"
sono contrario alla legalizzazioe di qualunque droga. c'è nè bisogno per stare meglio? secondo me, NO.


però bisogna essere coerenti: rendiamo illegali anche alcool e sigarette.
In tigella veritas

Offline Thar

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.499
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #25 il: 23 Mar 2006, 17:56 »
Citazione da: "Alle"
Citazione da: "frnz11"
sono contrario alla legalizzazioe di qualunque droga. c'è nè bisogno per stare meglio? secondo me, NO.


però bisogna essere coerenti: rendiamo illegali anche alcool e sigarette.


Dove si firma?
Il giusto è giusto, anche se tutti gli sono contrari; è lo sbagliato è sbagliato, anche se tutti sono per esso.
 (William Penn)

Offline Macca

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.977
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #26 il: 23 Mar 2006, 18:11 »
Citazione da: "Alle"
Citazione da: "frnz11"
sono contrario alla legalizzazioe di qualunque droga. c'è nè bisogno per stare meglio? secondo me, NO.


però bisogna essere coerenti: rendiamo illegali anche alcool e sigarette.


E' questo che voglio dire. Secondo me è assurdo prendersela così tanto con gli spinelli quando l'alcool può avere effetti peggiori. E non lo dico per averlo letto su qualche rivista scientifica. Mi è bastato provarlo sulla mia pelle...
The World's Not Set in Stone

Offline ZionSiva

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.340
    • ZionSiva's Groove
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #27 il: 23 Mar 2006, 18:17 »
Citazione da: "Thar"


Dove si firma?


Lì, sotto "guerra civile" :P
~~porcelina, she waits for me there
with seashell hissing lullabyes and whispers fathomed deep inside my own~~~~  What's So Funny 'Bout Peace, Love and Understanding?  Wag the dog.

Offline teokrazia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 20.651
  • Polonia Capitone Mundi
    • E-mail
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #28 il: 23 Mar 2006, 18:27 »
Citazione da: "fulgenzio"
Mi sfugge però un passaggio significativo delle ricche testimonianze di Macca & Teo, ovvero la molla che ti fa "iniziare".


Banalmente, la voglia di provare.
Io ho debuttato a 12 anni con un cilum, a casa di un amico, più grande di me di un annetto, con altri amichetti. Girava 'sto coso, sapevo grossomodo cos'era, e ho voluto partecipare.



Citazione da: "Macca"
In fondo è cultura anche questo.


Senza 'in fondo'. :)
Alle droghe corrispondono dei 'sottoboschi' che non potrei definire altrimenti se non culturali. E anche a una stessa sostanza [le canne, per dire], si possono associare modus vivendi diversissimi, dei mondi a sé, praticamente [io tenevo il piede in due scarpe: la prima era quella delle piazze più hot del mio quartiere, modello banlieue de L'Odio, e la seconda quella della corrente sinistroide/anarcoide/hippy/alternative/sarcazzo di posti come il Parco Sempione, la Fiera di Senigallia, Piazza Vetra e i centri sociali. Situazioni in cui il 'fumo' era radicato in egual misura, ma veniva percepito, consumato e discusso in maniera totalmente diversa].

La cultura delle paste, della cocaina e dell'ero le ho conosciute indirettamente, tramite l'esperienza di amici/conoscenti che c'erano dentro o di quello che ti capita di vedere andando in giro di qua e di là, e anche lì, m'è parso di capire, ci sono tanti ambienti e forme mentis differenti.

Offline alterbang

  • Eroe
  • *******
  • Post: 10.842
  • #
Topic sugli stupefacenti
« Risposta #29 il: 23 Mar 2006, 18:30 »
Secondo me la posizione "io sono contrario allora vietiamo" ha lo stesso peso di "io sono favorevole allora obblighiamo"...
Sono (da un pdv logico) l'uno il contrario dell'altra; il giusto sta nel mezzo, cioè  nessuno si deve permettere di dirmi che cazzo fare col mio corpo.

E' mio, se tu sei contrario non assumi droghe, se io sono favorevole mi lasci fare quello che voglio.
Ovvio che nel momento in cui si incomincia a dare fastidio al resto del mondo devi essere fermato (es: l'eroinomane che a 40 anni vive in casa e ruba la pensione ai genitori) ma se io, a casa mia, mi fumo una canna perchè me lo devi vietare?

Per il gusto di vietare?

Allora io vieto i vestiti rosa per gli uomini, scusate....

 

Loading...