Autore Topic: Nuovo partito: Internetcrazia  (Letto 3049 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Nuovo partito: Internetcrazia
« il: 06 Mar 2006, 14:36 »
Dopo aver letto l'articolo di Ivan, ho subito visitato il sito e mi sono iscritto al forum postando qualche intervento, forum che purtroppo non è granchè popolato.
Siccome pensavo di tesserarmi ma ho ancora dei dubbi, volevo sapere vostre opinioni in merito.
"Mio figlio poteva morire!"

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.966
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #1 il: 06 Mar 2006, 17:24 »
Citazione da: "http://www.internetcrazia.com/ic/content/view/36/38/"
Crediamo che la partecipazione, tramite l’introduzione di strumenti di democrazia diretta, porterà ad una evoluzione positiva, formativa, della coscienza politica dei cittadini.

Ammiro i loro buoni propositi, ma vedo una contraddizione in termini tra obiettivi e metodo.

Citazione da: "http://www.internetcrazia.com/ic/content/view/25/35/"
Internetcrazia si propone di portare all'interno del sistema politico italiano strumenti di democrazia diretta basati su internet. E' un modello totalmente partecipativo che gradualmente deve formare cultura di partecipazione e legalità, tramite il coinvolgimento diretto nelle decisioni pubbliche.


La democrazia diretta necessita di accessibilità, in diretta opposizione allo 'strumento Internet' che è ben lungi dall'essere totalmente partecipativo, almeno sul suolo nostrano.

La loro mi sembra una interessante, sana e rispettabile utopia.

Offline MrSpritz

  • Eroe
  • *******
  • Post: 16.469
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #2 il: 06 Mar 2006, 18:04 »
Utopia, e come tutte le utopie è piena di tratti inquietanti...

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #3 il: 06 Mar 2006, 18:18 »
Citazione da: "MrSpritz"
Utopia, e come tutte le utopie è piena di tratti inquietanti...


Tipo?
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Yuxuri

  • Avviato
  • *
  • Post: 468
    • http://www.makerando.it
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #4 il: 06 Mar 2006, 18:59 »
Questa idea mi esaltava in un primo momento ma:

Il popolo sa come si governa un paese grande e non una piccola poleis greca?

Offline MrSpritz

  • Eroe
  • *******
  • Post: 16.469
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #5 il: 06 Mar 2006, 21:52 »
E' una bella cosa ma il popolo italiano è ignorante... meno può fare meglio è... prima di dargli potere sarebbe meglio educarlo politicamente, poi allora sarei ben felice di dare il potere a tutti, le poleis greche funzionavano perchè c'era anche chi non poteva prendere decisioni tra cui per la gioia di Daimon e affini le donne...

"Angolo maschilista: tanto le donne non sanno usare i PC quindi anche per sti tizi sono fuori dalla politica :twisted: "

Offline 1c0n 0f s1n

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.916
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #6 il: 07 Mar 2006, 00:51 »
Avevo pensato anche io a questa cosa, ma anche negli attuali partiti non mi pare che l'intelligenza e la sensibilità dominino incontrastati.
Non credete poi che, proprio perchè arretrati/ignoranti/quello che volete voi, sia giunto il momento di tirarci fuori da tale situazione con qualcosa di nuovo?
O forse gli ignoranti non meritano alcuna possibilità di riscatto, e saremo costretti a rimanere in questo brodo fino a data da stabilirsi?

Queste non sono domande retoriche: vorrei che mi rispondeste visto che sono piuttosto confuso.
"Mio figlio poteva morire!"

Offline Giobbi

  • Reduce
  • ********
  • Post: 38.880
  • Gnam!
    • arvmusic
    • E-mail
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #7 il: 07 Mar 2006, 01:00 »
Citazione da: "MrSpritz"
E' una bella cosa ma il popolo italiano è ignorante... meno può fare meglio è...


Bene... lasciamo fare ad un genio culturale tipo Berlusconi.

Offline Daimon

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.751
  • In stoa I trust.
    • E-mail
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #8 il: 07 Mar 2006, 08:38 »
Citazione da: "MrSpritz"
E' una bella cosa ma il popolo italiano è ignorante... meno può fare meglio è... prima di dargli potere sarebbe meglio educarlo politicamente, poi allora sarei ben felice di dare il potere a tutti, le poleis greche funzionavano perchè c'era anche chi non poteva prendere decisioni tra cui per la gioia di Daimon e affini le donne...

"Angolo maschilista: tanto le donne non sanno usare i PC quindi anche per sti tizi sono fuori dalla politica :twisted: "


Infatti la soluzione e' non educarle proprio le donne.
Guarda io invece stranamente sono quasi a favore.
Se c'e' una cosa che ho sempre contestato sono i fantomatici gherontes
che avrebbero diritto di governare un popolo per qualche loro
peculiarita', di censo o perche hanno frequentato qualche
inutile corso universitario, o perche sono attori acclamati.

Quindi sinceramente non vedo perche' non dare la stessa qualita decisionale
a tutti. E se dobbiamo andare a puttane per questo andiamoci pure
prima di tutto la giustizia, e questo e' giusto.
<br /><br />Sanctus, sanctus, sanctus, Dominus Deus Sabaoth.<br />Hosanna in excelsis.<br />Benedictus qui veni

Offline bubbo

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.838
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #9 il: 07 Mar 2006, 15:18 »
Citazione da: "eugenio"
La democrazia diretta necessita di accessibilità, in diretta opposizione allo 'strumento Internet' che è ben lungi dall'essere totalmente partecipativo, almeno sul suolo nostrano.


Invece questo è uno dei punti più interessanti dell'internetcrazia (anche se probabilmente è un aspetto non voluto): solo chi ha un certo grado di istruzione può accedere ad Internet e quindi partecipare alla vita politica. In questo modo si tolgono di mezzo un bel po' di ignoranti che sarebbe meglio non avessero nemmeno il diritto di voto... in pratica in Internetcrazia la Lega non potrebbe esistere :D
bubbo

Offline MrSpritz

  • Eroe
  • *******
  • Post: 16.469
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #10 il: 07 Mar 2006, 15:50 »
Citazione da: "Giobbi"
Citazione da: "MrSpritz"
E' una bella cosa ma il popolo italiano è ignorante... meno può fare meglio è...


Bene... lasciamo fare ad un genio culturale tipo Berlusconi.


é la dimostrazione dell'ignoranza

Offline Daimon

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.751
  • In stoa I trust.
    • E-mail
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #11 il: 07 Mar 2006, 16:02 »
Citazione da: "bubbo"
Citazione da: "eugenio"
La democrazia diretta necessita di accessibilità, in diretta opposizione allo 'strumento Internet' che è ben lungi dall'essere totalmente partecipativo, almeno sul suolo nostrano.


Invece questo è uno dei punti più interessanti dell'internetcrazia (anche se probabilmente è un aspetto non voluto): solo chi ha un certo grado di istruzione può accedere ad Internet e quindi partecipare alla vita politica. In questo modo si tolgono di mezzo un bel po' di ignoranti che sarebbe meglio non avessero nemmeno il diritto di voto... in pratica in Internetcrazia la Lega non potrebbe esistere :D


Per quanto istintivamente direi hai ragione. Esattamente con quale
precisa argomentazione affermi che un laureato in veterinaria possa
votare e  mio padre no? In base a cosa inoltre lui sarebbe Sapiente e
mio padre no?
Perche sa curare una gastroenterite canina?
La realta e' che per quanto si odi la massa, e gli dei sanno quanto io la
odi, solo questa puo veramente decidere, nessun gruppo ristretto
puo' a mio vedere, autoarrogarsi il diritto di farlo.

In effetti l'attuale ordinamento mi pare (e per fortuna) dovrebbe
essere rappresentativo della massa(in fondo scegli chi piu o meno
la pensa come te) , e chiunque puo giustamente candidarsi.
<br /><br />Sanctus, sanctus, sanctus, Dominus Deus Sabaoth.<br />Hosanna in excelsis.<br />Benedictus qui veni

Offline eugenio

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 7.966
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #12 il: 07 Mar 2006, 16:26 »
Citazione da: "eugenio"
La democrazia diretta necessita di accessibilità, in diretta opposizione allo 'strumento Internet' che è ben lungi dall'essere totalmente partecipativo, almeno sul suolo nostrano.


Citazione da: "bubbo"
Invece questo è uno dei punti più interessanti dell'internetcrazia [...]: solo chi ha un certo grado di istruzione può accedere ad Internet e quindi partecipare alla vita politica.


Interessante o no, è in contraddizione con quanto si prefiggono (corsivo e grassetto sono miei, per evidenziare il punto):

Citazione da: "http://www.internetcrazia.com/ic/content/view/36/38/"
Ridare alla democrazia il suo respiro originale e profondo. Riconsegnarle il significato che è radice incancellabile della propria etimologia. Riportare la legittimazione delle scelte alla vera ed indiscutibile volontà dei cittadini. Da questi desideri nasce l’idea che ci riunisce intorno ad Internetcrazia, un partito che propone di tornare alla collegialità nelle decisioni.


Mi chiedo se si possa aspirare a rivolgersi alla collettività usando uno strumento ancora elitario.

Attenzione: non sto dando un giudizio sui loro intenti, faccio notare l'incoerenza intrinseca dei propositi. La politica insegna che più si vuole ampliare la base d'ascolto, più il messaggio deve essere diretto e facilmente accessibile (da non confondersi con 'messaggio facile e direttamente accessibile' - cioè la missione per il politico d.o.c. è 'poche parole e ben confuse').


Citazione da: "1c0n 0f s1n""
Non credete poi che, proprio perchè arretrati/ignoranti/quello che volete voi, sia giunto il momento di tirarci fuori da tale situazione con qualcosa di nuovo?
O forse gli ignoranti non meritano alcuna possibilità di riscatto, e saremo costretti a rimanere in questo brodo fino a data da stabilirsi?


Ammesso esistano 'gli' ignoranti (ognuno lo è, per gli altri), ci sono modi 'nuovi' più efficaci per dare possibilità di riscatto a questi presunti ignoranti. Il primo che mi viene in mente è il voto tramite cellulare. Metodo:
- mi arriva un sms con i dati partito/candidato
- invio un sms indicando il mio voto
- ricevo un sms di conferma

A monte, le compagnie telefoniche incrociano il numero di telefono con la registrazione del nominativo del contratto e garantiscono l'univocità e la validità del voto.

Si tratta del concetto di 'voto elettronico', però decentralizzato a favore dell'accessibilità.

Non mi dilungo in dettagli tecnici sulla fattibilità (nella fattispecie, so che 1c0n può formalizzarli meglio del sottoscritto); i vantaggi sarebbero molto maggiori e più immediatamente tangibili rispetto altre modalità, prima fra tutte Internet.



Il problema semmai è un altro: siamo culturalmente pronti a votare fuori dalle cabine? Alla fine, di questo si tratta.

Offline baku.nin

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.826
    • E-mail
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #13 il: 07 Mar 2006, 20:58 »
Citazione da: "bubbo"
Citazione da: "eugenio"
La democrazia diretta necessita di accessibilità, in diretta opposizione allo 'strumento Internet' che è ben lungi dall'essere totalmente partecipativo, almeno sul suolo nostrano.


Invece questo è uno dei punti più interessanti dell'internetcrazia (anche se probabilmente è un aspetto non voluto): solo chi ha un certo grado di istruzione può accedere ad Internet e quindi partecipare alla vita politica. In questo modo si tolgono di mezzo un bel po' di ignoranti che sarebbe meglio non avessero nemmeno il diritto di voto... in pratica in Internetcrazia la Lega non potrebbe esistere :D


Io ancor più che dall'esistenza della Lega stessa sono spaventato da questa idea un pò bizzarra che proponi in base alla quale solo chi accede (o sa, o può...poco cambia) alla rete può definirsi persona istruita....??

Io nella mia breve esperienza internettara (3 anni) sinceramente di totali IDIOTI con accesso diretto, domini, blogs e quant'altro direi di averne visti a Badilate...che poi scusa, non ho mai consultato...ma perchè, la Lega Nord non ce l'ha il suo sito?

Internetcrazia...boh, non siamo ancora pronti secondo me, internet è ancora preclusa a molti (magari anche per scelte proprie e consapevoli), e fra questi tante persone dotate di notevole intelligenza e cultura...come idea sarà qualcosa che sicuramente prenderà piede e sarà sempre più supportata...ma fra un secolo, forse 2, roba per nostri nipoti e pronipoti...

...roba che non vedrò mai, per fortuna aggiungo!
NO EMO. NO PUCCA. NO JACK SKELETON. NO OTAKU. NO KAWAII. NO GOTHIC PEOPLE. NO METAL CLOWNS. NO LACUNA. NO PIERCED MOUTHS. NO COSPLAYING. NO BLOGGERS. NO MYSPACE'S FRIENDSHIP. NO RAGGA-NIGGA. NO DAMS. NO ELECTRO-SHIT
 LET THERE BE BAKU

Offline Estebàn Ramirez

  • Avviato
  • *
  • Post: 211
Nuovo partito: Internetcrazia
« Risposta #14 il: 07 Mar 2006, 21:37 »
Citazione da: "MrSpritz"
E' una bella cosa ma il popolo italiano è ignorante... meno può fare meglio è... prima di dargli potere sarebbe meglio educarlo politicamente...

Ma vogliamo parlare dei vari Calderoli, Borghezio, Urbani? I primi due poi prima di un'educazione politica avrebbero bisogno anche di un'educazione di base...
Plesteeeeescioooooo...
(Da Zombi di G. Romero)  "Dò retta a qualcuno solo se ha due grandi tette o una pistola carica..."

 

Loading...