Autore Topic: [ARCADE] Ginga Ninkyouden  (Letto 2479 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline AP73

  • Iniziato
  • Post: 88
[ARCADE] Ginga Ninkyouden
« il: 01 Nov 2005, 15:03 »
Titolo: Ginga Ninkyouden| Sistema: Arcade | Genere: Platform demenziale Produttore: Jaleco | Giocatori: 1 | Anno: 1987

Ginga Ninkyouden
Un vero capolavoro demenziale, Ginga Ninkyouden. Quelli della Jaleco ai tempi ci avevano già regalato capolavori come Momoko 120%, Psychic 5, City Connection. Ginga Ninkyouden è la ciliegina finale di un periodo d'oro per questa casa nipponica ormai quasi dimenticata... Nei panni di uno strano tipo dobbiamo salvare la nostra ragazza dalle perfide mani di un tipaccio con un mantello alla capitan Harlock. Oibò... che ci sarà di strano in questo? I videogiochi sono pieni di situazioni simili... ragazza rapita e cavaliere pronto a salvarla... La differenza è che questo gioco è una parodia "videoludica" di diversi anime giapponesi usciti già a quei tempi.
Per esempio:'G. Robo' è Giant Robo, dalla serie di 7 OAV con lo stesso nome. 'Zaku' è dalla serie TV originale e dai film di Mobile Suit Gundam, ed era l'unità principale di Jion durante l'era della Guerra di Un Anno. 'Joe' è Joe Yabuki da Roky Joe, ed è infatti lo stesso Joe del gioco Neo-Geo "Legend of Success Joe".
Nel livello 7 il tizio con il cappello ed il bazooka è Jigen Daisuke da Lupin III. Il tizio del Kung.Fu che esplode quando lo uccidi è Ken da ken il Guerriero.
La casa che attraversiamo nel livello 1 è il condominio di Cara Dolce Kyoko. Il tizio vicino al buco nel muro è Yotsuya, che ha rotto il muro per poter infastidire meglio il proprio vicino (il personaggio princpale, Godai). La donna con la scopa nella stanza a fianco è Kyoko, la proprietaria.
Insomma Ginga Ninkyouden è questo. Come se non bastasse, ci sono un sacco di elementi demenziali... il protagonista può bere una specie di medicina che gli conferisce maggiori abilità, e quando finisce un livello si esibisce in strani siparietti e trasformazioni (con pose alla Elvis)... La grafica è super-deformed... quando sbattiamo la testa a un soffitto vedremo il nostro eroe con gli occhi che gli escono di fuori e la classica lacrimuccia... quando spingeremo una parete senza riuscire a smuoverla il nostro eroe sgambetterà come un forsennato... veramente esilarante.
In definitiva un gioco straordinario... da scoprire o riscoprire... e che mi lascia porre una domanda: perché la Jaleco è stata dimenticata?