Autore Topic: L'anime che sto guardando  (Letto 715315 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Andrea_23

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.817
  • A digital store operator that once made videogames
    • Ventitre's Lair
.....f|0w
-----------. Steam ID|B.net

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.344
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7726 il: 04 Dic 2020, 00:22 »
al netto dell'orrida cg usata per animare i personaggi in alcuni punti(veramente inspiegabile se non per questioni di appalti a vari studi esterni) e tagli di situazioni e personaggi(comuni comunque alla serie tv) ritengo siano meglio i 3 recenti film di Berserk rispetto alla vecchia serie degli anni 90.
I disegni e le animazioni fatti a mano sono troppo più belli,nei lungometraggi


Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.711
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7727 il: 05 Dic 2020, 17:27 »
Ho visto una tale sfilza di animacci in questo periodo che lo scorso giorno mi è stato detto che ho iniziato a fare le pose :D

Questa lista va intesa come

"Grazie akuchan, ti sei sacrificato per me, così evito sta chiavica "

Osama Game: The Animation

Sulla falsariga di Death Note sono uscite le peggio porcate e lo sappiamo; dopo il quaderno della morte , il sadico gioco del rimpiattino mortale, la scuola marziale dove se non combatti, muori, gli isolani che si scannano amabilmente, il gioco degli Dei che fanno gara a chi uccide più esseri umani, e ovviamente le urban legend tra le più disparate: Ringu/Onesanma/Hanako/Kuroishi etcc. Nel 2017 in Giappone spopolava il solito giochino testuale del cazzo che questi scoppiatissimi giapponesi si passavano come un morboso virus tra un istituto superiore e l'altro, tramite sms. In pratica uno studente si eleggeva "Re" e dave un ordine ai suoi sudditi da eseguire entro una data ora, tramite sms, tipo il nostro "Obbligo o Verità" ma in salsa A Serbian Movie. Nato perolpiù come vacuo riempitivo delle affossanti e stracariche giornate scolastiche nipponiche, ben presto l'Ousama Game diventava qualcosa di difficilmente etichettabile e alquanto controverso, a metà tra la vendetta, il coraggio e la pura demenza. Capitava sovente che gli ordini del Re spingessero a persino meccanismi relazionali interessanti: "Dichiarati a chi ti piace entro le 22:00" - "Tocca il culo alla tua compagna di banco nei prossimi 2 minuti" fino ad arrivare al saffico "Mangia lo zenzero finché non vomiti" - "Ammazza un gatto e manda le foto agli altri sudditi" - "attraversa bendato una strada mentre passano macchine" e altre meraviglie, ah stì giappo e la loro fissazione feudale. Chi non eseguiva l'ordine, era buttato fuori. In una società così competitiva, capite da soli il problema dell'estromissione. Su questo bizzarro gioco testuale, da fare assieme ai compagni della propria classe, nessuno sapeva chi fosse realmente il Re, attraverso l'uso di applicazioni apposite largamente in uso tra gli adolescenti, era possibile camuffare la propria identità e non sapere mai chi fosse l'Ousama/King fino al termine del gioco, che eleggeva un solo "Re" e che poi avrebbe ributtato la palla in campo con la sua personale edizione dell'Ousama Game, magari pure rape and revenge. Da questa idea folle nacquero una serie di fortunati romanzi (scritti nello stile asciutto e ritmato dei cell phone novel*) e successivamente un manga, più che discreto, con ben 3 serialità, che ha avuto fortuna alterna ma dignitosa. L’opera di Nobuaki Kanazawa ha immediatamente catturato l’attenzione del pubblico con il suo mix di paura e suspense crescente e anche io ne rimasi colpito. Lessi solo il primo romanzo (non si tratta di una Light Novel) poi smisi perché l'empatia era così poca con i chara presentati da farmi pensare che fosse una roba da sito di fanfiction dove il top era "A quel punto Nobuo si tagliò un dito con con il cutter, seguirono fiocchi rossi sul suo banco" - ah -  bello?

*romanzi che nascono per essere letti a puntate sui cellulari

Nel 2017 si ebbe l'idea di trasporlo in anime. Un'idea pessima comprimere così tanto in così poco. I risultati sono inaccettabili. Credo che una roba così sciatta ed imbarazzante raramente si sia vista nell'animazione dell'ultima decade. La sinossi è presto detta:
Citazione
Un giorno tutti i compagni di classe di Nobuaki Kanazawa ricevono un primo messaggio da qualcuno che si fa chiamare il "Re", e il messaggio contiene un ordine sconcertante. Questo primo ordine è semplice da soddisfare, ma da qui in poi, in un crescendo di terrore, il "gioco" porrà delle condizioni sempre più difficili da adempiere, e disobbedire agli ordini equivale alla morte a ad una punzione.
Questa serie anime è un adattamento semplicemente atroce. Terribile in ogni aspetto, compreso quello narrativo. Anzitutto è scollato completamente dalla realtà o supposta tale, cosa che invece non avveniva nel manga e men che mai nel romanzo. Non esistono genitori o adulti, la polizia, gli insegnanti, nemmeno le classiche notizie, c'è solo un vago accenno in una puntata, di sfuggita. Ma è chiaro che se MUOIONO 22 persone nella stessa classe, o 22 persone vanno all'ospedale senza un dito, qualcosa, mannaggia al cazzo, succede. Come se non bastasse, la storia ha flashback costanti che decentrano del tutto l'attenzione tra il primo ed il secondo Ousama Game, che qui sono spiegati malissimo. I personaggi sono talmente idioti da riuscire a restare uccisi con ordini semplici come "Dai un ordine a qualcuno entro le 18:00" ma c'è di peggio, come personaggi che non servono a nulla se non morire in maniera splatter. Ce ne sarebbero da dire, ma aver spiegato così bene questo cesso e aver dedicato così tanto tempo è fin troppo, via dal cuor. 
Da evitare come la peste 💀💀💀💀💀/5 

"Accidenti si è buttata di sotto, troppo tardi dirle che scherzavoooooo"

Bounen no Xamdou - Xam'D: Lost Memories

Citazione
Sentan, un'isola lussureggiante e tranquilla, resta imparziale ed estranea alla guerra in corso tra il governo del Nord e quello del Sud. Un giorno Akiyuki Takehara, comune studente risiedente sull'isola insieme a sua madre Fusa, si reca a scuola come al solito, ma finisce coinvolto in un'esplosione, insieme ai suoi amici Haru e Furuichi. L'esplosione, detonata da una ragazza dai capelli bianchi che era salita sull'autobus scolastico, produce una luce misteriosa, che si va impiantare nel braccio di Akiyuki, causandogli un dolore straziante e trasformandolo in un mostro dai poteri sconosciuti chiamato Xam'd.
Una strana ragazza con dei tatuaggi sul volto lo porterà in soccorso e gli insegnerà a controllare l'essere nel suo braccio chiamato Hiruko.
Onestamente. Non mi aspettavo, da una sinossi "more of the same" come questa, un gioiello come Xam'D. Complice una titolazione imho infruttuosa [le sigle too ermetiche portano sempre a risultati alterni] questa serie anime sconvolgente è eletta - qui ed ora - a pro tempore memoria: "La serie più invisibile di sempre" (e ciò è pessimo). Xam'D è un meraviglioso diadema di arte visiva e concettuale cinto sulla testa dell'animeshon stesso, una serie che è l'ultimo tentativo dell'animazione, o uno degli ultimi, di realizzare qualcosa di magnifico. Eggià...di tutta altra pasta questa serie anime del 2008/2009 rispetto alla precedente, che per anni mi ero ripromesso prima o poi di guardare, con il suo conturbante chara design (Ayumi Kurashima, quella di CryBaby) ma non trovando mai il momento giusto per infilarla. La prima puntata è semplicmente foriera di quello che verrà puntualmente nelle successive. Arte sublimata all'animazione, ai massimi livelli. E del resto, le maestranze coinvolte si possono riassumere facilmente la semplice sigla di produzione: Bones Studio. Eccellenza totale sul fronte animativo. Ogni episodio sembra - defacto- un OAV da 40minuti. Ma come se non bastasse, è sufficente guardare uno sfondo di sfuggita della piccola aeromobile postale per rendersi conto che questa serie è incommensurabilmente bella, poetica e calda. Nella storia, perfettamente ritmata, si intravede moltissimo materiale derivativo di grande calibro, perfettamente inserito, con gusto e mirabile capacità di richiamo che non esonda mai, si pesca a piene mani dall'immaginario di Miyazaki, da Nausicaa a Mononoke, ma senza alcuna vergogna e lo si fa proprio, costruendo una storia toccante ed intimista, anche se il plot sembra raccontare la classica deriva shonen. Si rubacchiano tematiche tipicamente Ghibli/Miyazaki; ogni creatura ha un'anima e va rispettata, l'insensibilità umana verso la natura e le antiche tradizioni, il sovrannaturale e l'esoterico, l'umanità che sembra sia capace solo di malvagità e di provocare solo sofferenze e guerra e la si innesca con cura, a lenta combustione, quando alcuni personaggi vicini al protagonista, decidono di prendere altre strade che sai saranno drammatiche. L'ossatura narrativa risulta stupenda fin da subito, i personaggi sono tutti ben sviluppati, minori e maggiori, e hanno molto tempo per raccontarsi allo spettatore, a volte con uno stile leggermente ipertrofico ma adorabilmente esiziale. Non so da dove partire, perché questa seria è la classica mazzata tra capo e collo. Forse un paio di GIF potrebbero spiegare il livello medio di cosa potreste decidere di andare a vedere
TFP Link :: https://64.media.tumblr.com/127277556b0b4d75caede302944a45b0/tumblr_pl5ws8hxdl1rztjsno1_540.gifv
TFP Link :: https://pa1.narvii.com/6226/0df0d25a716a85e48f96c4a7a0b86411c5437722_hq.gif
Bones Studio mediando saggiamente alcuni aspetti della sua precedente opera, ovvero Eureka 7" (altra piccola grande perla) trasla ancora meglio il genere da cui attinge. Se infatti Eureka 7 aveva una visione prettamente Eva-centrica, Xam'd ha indubbiamente una visione miyazakiana e molto intimista. Sviscera ottimamente i rapporti tra i personaggi, in maniera profonda ed attenta, ci mette del tempo a mostrare quello che è il fulcro dell'opera, qualcosa che sembra uscito dagli anni 90, o giù di lì, non dal 2008/2009 e quando arriva è quel genere di impatto alla EVA. Resta un mistero di come io lo abbia evaso così a lungo. E forse anche perché non si sia ritagliato un posto di spicco, come altre opere, ben meno meritevoli. Entra di forza e di peso nei miei Best 10 di sempre, accanto a robine come Devilman Cry Baby, Evangellion e Kill La Kill, per capirse eh. Per il resto, è un'operona sopraffina di animazione, narrazione e musiche. Dove emozioni a rotta di collo e la spiritualità di un popolo antico sull'orlo del genocidio andranno in perfetta contrapposizione con la freddezza della civiltà moderna che ben conosciamo e con le scelte di classico stampo "ma noi, sappiamo solo far la guerra"

Naus...Nakiami!

Darling in The Franxx
Ma che cazzo...ma è una specie di congiura? Un'altra serie incommensurabilmente bella che mi ero perso? Essì. Devo ammettere che questa volta ho conosciuto questa serie in maniera veramente inaspettata. Da qualche parte su YT trovo questo video.
TFP Link :: https://www.youtube.com/watch?v=LrMrIXuATzE
Non lo clicco nemmeno. Ma dall'anteprima, vedo questa waifu che stacca di netto le altre concorrenti.
Incuriostito googolo e trovo "Zero Two" che mi ricorda moltissimo 2B...e poi la serie di riferimento "Darling in the Franxx" Aspetta, "Darling" (?!!) cioè "Il tesoro/amoruccio nel Franxx" (?_?) Ma che vor dì? È una meta citazione alla Takahashi? A Urusei Yatsura aka Lamù? Beh, in un certo senso, sì. Perché anche in questa serie spettacolare c'è una oni, per così dire. La prima riflessione a caldo è la seguente: qualcuno faccia un mecha design per queste storie. Non si possono vedere questi robottoni, e se vi domandate perché i modellini non facciano breccia, la risposta ce l'avete sotto il naso. Nah, scherzo, i model kit vanno a ruba. Ma per chi è appassionato dei cubici, squadrati, volumetrici agglomerati di metallo, si fa fatica ad accettare questo mecha-design animoso. Cioè sono proprio brutti dai. Anche se poi vengono spiegati.
Un mecha maschio
Robi orrendi post Diebuster
La sinossi? Mi pare il minimo.
Citazione
La storia è ambientata in un lontano futuro, in cui la Terra è ormai devastata e l’umanità si è stabilita nella città fortificata mobile Plantation. I piloti “prodotti” dentro Plantation vivono a Mistilteinn, anche conosciuta come "gabbia per uccelli". Bambini e ragazzini vivono lì dentro ignari dell’esistenza di un mondo esterno e della libertà e dell’ampiezza dei cieli. La loro vita ha il solo scopo di portare a termine le missioni assegnate, ossia combattere contro delle misteriose forme di vita giganti, denominate Kyoryu, pilotando i robot Franxx. Guidare un Franxx vuol dire esistere. Un ragazzo di nome Hiro, Code:016, una volta era ritenuto un prodigio, tuttavia, col passare del tempo, è rimasto in dietro rispetto ai suoi coetanei, tanto che ora la sua esistenza è ritenuta non necessaria. Non pilota più un Franxx e ciò equivale a cessare di esistere. Un giorno una misteriosa ragazza, "Zero Two", dalla cui testa spuntano due corna, appare dinnanzi a Hiro…
Oddio, letteralmente da perdersi, da perdersi. A me è piaciuta però.
Prima di tutto è interessante notare questa nuova forma proto-stereotipale che si è attestata da molti anni ormai, ed è giunta, seppur con molte variazioni, a produzioni consolidate e pazzesche come Darling in the Franxx.  I cari ed amati robottoni li guidano dei bambini, o se non sono bambini, adolescenti al massimo. Agli adulti è inibito l'hoover pilot insomma. Non ne sono più degni. Non c'è più l'accesso per loro. Gli adulti stanno sempre dietro. Forniscono supporto, illustrano tattiche, impartiscono ordini, ma appena entrano dentro i "Franxx" o sono deboli, o la loro sincronicità non è ottimale o peggio, schiattano. Che qualcosa vada irremediabilmente perso con il sopraggiungere dell'età arcaica? Boh. Questo tuttavia, mi spinge, marginalmente almeno, a riconsiderare diversi concetti che avevo interiorizzato da molto tempo sui mecha-anime, primo tra tutti, come queste storie siano perfettamente a loro agio a rappresentare delicati processi formativi e relazionali della razza umana, più che scrivere belle storie di cazzotti robotici. Insomma, e per dirla in altri termini, se piloti al fianco di una ragazza, qualcosa non può che andare verso quella direzione. Mi ricordo, nello specifico, di quando in Vultus 5 la bellissima pilotessa (Sonya)
TFP Link :: http://www.encirobot.com/vult/chars/sonya05.jpg
Sonya era puntualmente allontanata da parecchi episodi perché, di base, non serviva. Altri tempi. Quando ero piccolo questa cosa mi dava fastidio, adesso pare che questo aspetto sia diventato trascinante di una produzione anime. Del resto, io non vedrei una serie senza pilotesse donne..."Darling in the Franxx" è un anime coprodotto da Trigger e A-1 Pictures. E già questo la dice lunga sulla qualità della serie, tra i top assoluti. La storia è ambientata in un lontano futuro (molto Automata se posso concedere un paragone) in cui la cara e vecchia Terra è ormai devastata e il residuo umano si è stabilito dentro città fortificate mobili che si chiamano Plantation. Ogni tanto queste fortezze si scambiano le risorse, avvicinandosi, e agganciandosi, facendo una manovra che viene definita "kissing"...mistero totale per i giovani piloti su cosa significhi, perché a questi rampolli vengono serviti pasti, lavati i vestiti, ma sono tenuti dentro una gabbia dorata, totalmente inconsapevoli del bello che li circonda (ovvero ruderi e una civiltà pietosa? Chiedo per un amico, ehm...ma almeno si scopava)
Ora state iniziando lentamente a capire.
La serie presenta moltissimi riferimenti alla botanica: "Plantation" sta appunto per piantagione, dove i FranXX (i robottoni) sarebbero le "piante" (ogni nome di ogni FranXX appartiene ad una pianta del gruppo delle Angiosperme, ovvero che presentano sia un organo maschile (Stame) e uno femminile (Pistillo) e che appunto sono rappresentati dai ragazzi, i piloti maschio sono Stamers, le donne Pistil. Che pazzi sti giappi. Ma non è finita. I piloti vengonop “prodotti” dentro Plantation vivono a Mistilteinn, anche conosciuta come "gabbia per uccelli". Bambini e ragazzini vivono lì dentro ignari dell’esistenza di un mondo esterno e della libertà e dell’ampiezza dei cieli, o quella roba da anime. La loro vita ha il solo ed unico scopo di portare a termine le missioni assegnate, ossia combattere contro gli stridiosauri, pilotando i robot Franxx. La storia ruota appunto attorno a due personaggi principali, Hiro, un ragazzo che un tempo era ritenuto un prodigio, ma che adesso non riesce a pilotare un Franxx, give me more Shinji plz, finchè un giorno non incontra una strana ragazza, ovvero Lam...ehm Zero Two, con la quale il ragazzo riuscirà per la prima volta a pilotarne uno, ma ben presto scoprirà...non vi tolgo il piacere della scoperta, se di scoperta si tratta. Apparentemente, questo anime (tratto da un manga) si è beccato un bel po' di merda, è un clone di EVA, senza dubbio, ma il giudizio è impetoso. Ricorre a fanservice? Eccome. Ma quale anime non lo fa? I protagonisti sono abbastanza classici, e forse per questo motivo, non ha riscosso molta approvazione, è smaccato su certe cose, tipicamente sessuali, però le riesce a mettere in maniera accettabile, si potrebbe definire un lento risveglio dei piloti, che ad una certa si rendono conto che le ragazze sono...ehm...ragazze?

"Ma che dici?! Nessuna triviale allusione"
Dopo l’episodio 16, alcuni chara diventano più piatti, passando da caratteri unici e ben strutturati in modalità assai più blande. Il comparto grafico è più che ottimo, le animazioni sono fluide e i combattimenti sono abbastanza chiari e il design dei personaggi è molto figo, il sonoro non delude, belle le OST e le ending. Anche qua serve una GIF per inquadrare la produzione in toto, siamo a sti livelli:


Super fanservice
La storia forse offriva più spunti, ma torna la maledizione "25". In 25 episodi c'è troppo da condensare: sesso, destini, amore, infanzia, ricordi, world building...Nei primi episodi la trama scorre piuttosto benino, però ci sono momenti che non sempre portano avanti il plot nel migliore dei modi. Anzi spesso lo bloccano sul posto. Ho trovato carina anche la storia del principe e del mostro e anche il passato dei due protagonisti, carine queste idee, però in alcuni punti mi ha ricordato in maniera veramente palese Lamù (che non è un male però)

L'eccessiva lunghezza sperò verrà scusata, ma c'era molto da dire, e ho abbellito il più possibile :D

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.344
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7728 il: 05 Dic 2020, 19:39 »
bravo Pickman per aver recuperato Xam'd, merita assai..

e per rispondere alla tua domanda "ma perché mi perdo certi anime????" la risposta è "perché non chiedi alle persone giuste..." 🙂

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.711
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7729 il: 06 Dic 2020, 16:01 »
bravo Pickman per aver recuperato Xam'd, merita assai..

e per rispondere alla tua domanda "ma perché mi perdo certi anime????" la risposta è "perché non chiedi alle persone giuste..." 🙂

Hai ragione, sei il lizza. Spara titoli ordunque :D

Offline Andrea_23

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.817
  • A digital store operator that once made videogames
    • Ventitre's Lair
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7730 il: 06 Dic 2020, 19:24 »
al netto dell'orrida cg usata per animare i personaggi in alcuni punti(veramente inspiegabile se non per questioni di appalti a vari studi esterni) e tagli di situazioni e personaggi(comuni comunque alla serie tv) ritengo siano meglio i 3 recenti film di Berserk rispetto alla vecchia serie degli anni 90.
I disegni e le animazioni fatti a mano sono troppo più belli,nei lungometraggi
https://www.youtube.com/playlist?list=PL9146BDACDA5C450A


: )
.....f|0w
-----------. Steam ID|B.net

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.344
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7731 il: 06 Dic 2020, 22:31 »
bravo Pickman per aver recuperato Xam'd, merita assai..

e per rispondere alla tua domanda "ma perché mi perdo certi anime????" la risposta è "perché non chiedi alle persone giuste..." 🙂

Hai ragione, sei il lizza. Spara titoli ordunque :D

nessuna pretesa di essere lista definitiva ed esaustiva, ma tutti titoli validi dal mio punti di vista
vari titoli a te già conosciuti,ma vari immagino anche sconosciuti

il db di animeclick viene in aiuto per genere trama foto

https://www.animeclick.it/ricerca/anime

serie tv

Spoiler (click to show/hide)



film/oav

Spoiler (click to show/hide)
« Ultima modifica: 08 Dic 2020, 19:23 da Tetsuo »

Offline nikazzi

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.693
  • La vie est drôle.
    • niklog
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7732 il: 06 Dic 2020, 23:11 »
così di getto, se c'è un anime che mi è rimasto impresso tra tanti, è seirei no moribito, guardatelo tutti :yes:
daemon x machina / shenmue II / backlog / market

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.469
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7733 il: 07 Dic 2020, 17:56 »
bravo Pickman per aver recuperato Xam'd, merita assai..

e per rispondere alla tua domanda "ma perché mi perdo certi anime????" la risposta è "perché non chiedi alle persone giuste..." 🙂

Hai ragione, sei il lizza. Spara titoli ordunque :D

Darling in the Franxx visto neanche troppo tempo fa e confermo che non è assolutamente male, anzi, c'ha un pò di "puzzo" evangelionistico ma è da promuovere.
Io ti consiglio un'anime (che sta pure su Vvvid) molto ma molto "cerebrale", va a due all'ora e sembra non succeda mai un cazzo però la storia spacca davvero tanto: "Sagrada Reset".
il lato negativo è che per capirci qualcosa gli episodi a volte vanno rivisti un paio di volte ma merita.
Poi non so se la roba di deriva "sentimentale/adolescenziale" è nelle tue corde ma lì abbiamo un campione assoluto totale che ovviamente deve tanto tanto a Bakemonogatari (varie serie) ma che se ne discosta in modo netto introducendo tematiche più adulte con i soliti escamotage "esoterici" ovvero "Sishun Buta Yaro wa Bunny Girl Senpai no Yume o Minai" sia la serie che il film successivo.
Serie bella e film che dopo la serie ti tira dei destri nello stomaco sensazionali.
Promossissimo.
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline BombAtomicA

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.302
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7734 il: 07 Dic 2020, 23:17 »
Mr. Pickman mi ha venduto Xam'd e, dopo appena tre puntate, posso dire che ci ha preso. Ma da dove è spuntata fuori una roba così? Perché non se ne parla? O sono io che me la sono persa per strada? Sembra (dico sembra perché appunto, tre puntate) una roba fenomenale, di sicuro a livello tecnico dà la birra al 90% della roba che è venuta dopo, e mi tengo basso. Mamma mia.
"Ice Cream!"

Offline mr cool

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.750
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7735 il: 08 Dic 2020, 09:41 »
Dove si può vedere?

Offline Devil May Cry

  • Reduce
  • ********
  • Post: 41.051
    • http://devillo.blogspot.com/
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7736 il: 08 Dic 2020, 10:58 »
Lo stavo chiedendo pure io, la vedo su youtube ma senza sub, ma in generale capire quali erano i migliori siti per vedere anime, mi sa che non lo tengo segnato.
Ascoltate Falli da Dietro!!

Offline BombAtomicA

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.302
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7737 il: 08 Dic 2020, 17:12 »
L'ho cercato ovunque negli store e streaming italiani, ma niente. So che c'è su Prime Video e PS Store americani. Io alla fine ho dovuto arrangiarmi, ecco. Ma se qualcuno ne sa di più, dica.
"Ice Cream!"

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.711
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7738 il: 08 Dic 2020, 18:29 »
Mr. Pickman mi ha venduto Xam'd e, dopo appena tre puntate, posso dire che ci ha preso. Ma da dove è spuntata fuori una roba così? Perché non se ne parla? O sono io che me la sono persa per strada? Sembra (dico sembra perché appunto, tre puntate) una roba fenomenale, di sicuro a livello tecnico dà la birra al 90% della roba che è venuta dopo, e mi tengo basso. Mamma mia.

Penso che la gente sia, per la maggioranza almeno, refrattaria alle cose belle. Non se ne parla perché...boh. Non lo so, giuro. Non lo so. Le puntate sono ritmate, i chara sono stupendi, il messaggio non è poi così banale, è anche un po' Guyver, la nave postale - oMG - qualcuno faccia un videogioco in stile Lodoss su questa serie, con la nave postale con le consegne da fare.
TFP Link :: https://www.youtube.com/watch?v=ejakbfwMIxc
Onestamente non ne ho idea, forse la titolazione è sfigata. Sono persino arrivato a ritenere responsabile il titolo. O forse è un anime che intimorisce, sembra una storia-pacco...ed invece l'unico pacco è quello postale. Mah. A volte gli anime sono semplicemente sfortunati.

Offline Devil May Cry

  • Reduce
  • ********
  • Post: 41.051
    • http://devillo.blogspot.com/
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7739 il: 08 Dic 2020, 18:31 »
L'ho cercato ovunque negli store e streaming italiani, ma niente. So che c'è su Prime Video e PS Store americani. Io alla fine ho dovuto arrangiarmi, ecco. Ma se qualcuno ne sa di più, dica.

Su prime video non c'è. O almeno non lo trovo io.
Cacciare sti canali e link oh. Che ve li tenete stretti?  :D
Ascoltate Falli da Dietro!!