Autore Topic: L'anime che sto guardando  (Letto 695666 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.098
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7650 il: 22 Set 2020, 22:15 »

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.487
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7651 il: 23 Set 2020, 02:27 »
Sì Arslan oav ce li avevo lì da forse un decennio su un dischetto..
Ieri mi sono visto il primo, quoto sensazione a prima vista Amano al chades e musiche molto buone e di buona atmosfera.
Animazioni molto buone come all'epoca..quando si disegnava tutto a mano e i volti erano molto dettagliati ed espressivi...
La versione italiana è opera di Granata Press / Manga Video in vhs, manco una versione dvd esiste.
SU VVVID mi risulta ci sia solo la versione nuova serie tv.
Spiace che non sia una opera completa, la versione oav comunque me la guarderò tutta

Eh madonna, quando hai ragione, quanto hai ragione.















Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.446
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7652 il: 23 Set 2020, 17:09 »
Mi sono buttato sulla Monogatari series, ganzi gli episodi poco da dire.
C'ha una spruzzata di Dylan Dog versione giappo, la solita schiera di ragazzine innamorate del solito tizio che però almeno quì si da da fare fra fantasmi, spiriti e divinità varie ("anomalie") con cipiglio.
E poi c'è il personaggio di Senjogahara che è uno spettacolo, tirannica tsundere stampo classico ma qui con ventate di ironia e "sentimento" che veramente a volte piegano dal ridere, di certo spiazzano e non lasciano indifferenti.
Poi bhè è bellissima ma per quanto riguarda quell'aspetto lì una certa gatta batta tutti.
Consigliata, sono una valanga di serie e episodi, io sono alla seconda serie e regge bene.
Regia sugli scudi e dialoghi fiume come se piovessero...
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline SisselMarston

  • Matricola
  • Post: 49
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7653 il: 24 Set 2020, 23:46 »
Mi sono buttato sulla Monogatari series, ganzi gli episodi poco da dire.
C'ha una spruzzata di Dylan Dog versione giappo, la solita schiera di ragazzine innamorate del solito tizio che però almeno quì si da da fare fra fantasmi, spiriti e divinità varie ("anomalie") con cipiglio.
E poi c'è il personaggio di Senjogahara che è uno spettacolo, tirannica tsundere stampo classico ma qui con ventate di ironia e "sentimento" che veramente a volte piegano dal ridere, di certo spiazzano e non lasciano indifferenti.
Poi bhè è bellissima ma per quanto riguarda quell'aspetto lì una certa gatta batta tutti.
Consigliata, sono una valanga di serie e episodi, io sono alla seconda serie e regge bene.
Regia sugli scudi e dialoghi fiume come se piovessero...

Il fatto che Hitagi dice di essere Tsundere, ma non lo è di fatto, di per se è una presa in giro a questo stereotipo, cosi come tutta l'architettura harem della serie, che alla fine un vero Harem non è visto che
Spoiler (click to show/hide)
La Second Season, quindi la quarta stagione nonostante il nome, è una roba capolavorica come qualità, anche solo l'ultimo arco, e molte delle successive non da meno. In tal senso dopo aver visto Nisemonogatari ti consiglio di vederti Kizumomogatari, serie di 3 film di un'oretta ciuscuno ambientati prima della prima stagione, veramente ottimo e dal punto di vista visivo e registico eccezionali.

Comunque sto vedendo la S2 di Re;Zero ed è una roba devastante, roba che già la S1 era tanta roba ma qui si son superati, a confronto la S1 è un'Alpha, ed è solo la prima parte della nuova stagione visto che finisce ora e riprende a Gennaio. Se fossero disponibili da subito tutti i 25 o 26 episodi sarebbe una serie che si finisce in tipo 2 giorni agevolmente.

CUT

Vediti Konosuba, credo sia la serie che faccia per te visto che prende per il cul° tutto questo impianto da te citato che non ti aggrada.
Comunque Goblin Slayer non è di per se un grande adattamento, e più di tanto serie, certamente tra i meno interessante tra i fantasy o Isekai degli ultimi anni, almeno rispetto al materiale di riferimento.
« Ultima modifica: 25 Set 2020, 00:30 da SisselMarston »

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.446
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7654 il: 25 Set 2020, 11:40 »
Vero i personaggi e la struttura "commedia romantica" in questa serie di anime sono abbastanza peculiari, i "casi" a cui sono legate le "spasimanti" sono parte della trama e primo motore delle storie.
La tsundere che poi tsundere non è anche se si autodefinisce tale con ironia ne è un  esempio.
Sto seguendo l'ordine di uscita
delle serie e non il cronologico per la visione, me ne frego e mi vedo Kizu (che dovrebbe essere l'inizio di tutto)?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline SisselMarston

  • Matricola
  • Post: 49
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7655 il: 25 Set 2020, 13:31 »
Vero i personaggi e la struttura "commedia romantica" in questa serie di anime sono abbastanza peculiari, i "casi" a cui sono legate le "spasimanti" sono parte della trama e primo motore delle storie.
La tsundere che poi tsundere non è anche se si autodefinisce tale con ironia ne è un  esempio.
Sto seguendo l'ordine di uscita
delle serie e non il cronologico per la visione, me ne frego e mi vedo Kizu (che dovrebbe essere l'inizio di tutto)?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

In teoria Kizu, come nelle Light Novel, andava messo dopo Bakemono, ma ha avuto una lunga gestazione, che nei film si vede tutta vista la cura, e quindi è uscito molto dopo, ma se visto dopo Bakemono o dopo Nise andrebbe molto meglio a mio dire, mentre il resto va bene come ordine di uscita delle stagioni.

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.446
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7656 il: 25 Set 2020, 13:57 »
Ok finisco la prima stagione di Owarimonogatari e mi sparo Kizu che così mi levo la curiosità dell'incipit, thx.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.098
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7657 il: 25 Set 2020, 16:33 »
Da venerdì prossimo seconda parte della stagione 4 di Haikyuu

https://youtu.be/5V4SQVBpnnU

I giganti  ultima stagione invece dal 7 dicembre

Offline Mr.Pickman

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.487
  • Vedetta dell'Inconscio sublimato
    • GAMER MAY CRY
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7658 il: 26 Set 2020, 02:16 »
CUT

Vediti Konosuba, credo sia la serie che faccia per te visto che prende per il cul° tutto questo impianto da te citato che non ti aggrada.
Comunque Goblin Slayer non è di per se un grande adattamento, e più di tanto serie, certamente tra i meno interessante tra i fantasy o Isekai degli ultimi anni, almeno rispetto al materiale di riferimento.

Ok, mi appoggio al consiglio.

Poi capita l'evento inaspettato. Due bambini da tenere, i fadidici nipoti.

"Zioooooo ci fai vedere il cartone con l'elfa e l'uovo di drago"?

Mezzo pomeriggio a cercare su Netflix

Infine, lo becco, per la gioia dei nipoti.



~ Non è mica male sto coso, sta nel mezzo tra un Pixar e Avatar, la sensazione è quella.
A suo modo è coerente, divertente, e mi ha colpito su alcune cose, vediamo come procede.
A margine, quando fai una storia con un lungo viaggio, davvero poco può andare storto.

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.098
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7659 il: 30 Set 2020, 15:17 »
Cencoroll

wiki

Nato dallo oneshot dal titolo di Amon Game, vincitore nel 2005 del Kōdansha Grand Prix Award, nel 2007 è stato quasi interamente animato dal solo Atsuya Uki, grazie alla compagnia indipendente di Anime Innovation Tokyo.
Supportato successivamente da Aniplex, è il primo film anime creato interamente da una persona sola ad essere promosso dalla compagnia.
Concepito inizialmente come durata di 30 minuti, nel 2019 esce in una seconda versione come Cencoroll Connect(parte 1+2) per una durata di 75 minuti.
Annunciata nel 2019 la parte 3 finale, l'autore spera e dichiara che non ci vorranno altrettanti 10 anni e più per rilasciarla :)

https://it.wikipedia.org/wiki/Cencoroll
https://www.animeclick.it/anime/2512/cencoroll
https://www.animeclick.it/anime/5327/cencoroll-2

belle animazioni, storia un po' atipica abbastanza interessante(non si è ancora ben capito dove vada a parare), carine le musiche,
(bella la song finale https://www.youtube.com/watch?v=rHERrcdYwLU )

si trova in fansub italiano



Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.446
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7660 il: 30 Set 2020, 16:10 »
Ok mi sono sparato tutta la serie Monogatari compreso i tre film e l'ultimissima "continuo della fine-sarcazzi".
Che bell'opera, poco da dire questa serie cambia profondamente il modo di fare gli anime "scolastici/sentimentali" insieme a un'altra perla in recuperata adesso e di cui mi sono semplicemente innamorato ovvero "Oregairu", che gran roba ragazzi, leopardiana nell'incipit ma gran roba.
Ero rimasto abbastanza all'anteguerra per le robe sentimentali/scolastiche giapponesi ma boia se c'è ciccia in queste due opere, soprattutto pare veramente che si siano un pò "stancati" della loro società appiattente/massificante i Giappo (anche la nostra ma la loro pare la versione 2.0).
E soprattutto finalmente i protagonisti non sono i banalotti "carini" alla Orange road, ma neanche i "drop out" folcloristici di un tempo, sono ragazzi giovani ma che non le mandano a dire e che comunque "sevono" a svegliare un pò i lettori loro coetanei visto che l'approccio mostrato è sempre critico/personale rispetto ai temi adolescenziali.
E si mettono con la Madoka di turno (attraverso i soliti escamotage narrativi ma che funzionano)
Spoiler (click to show/hide)

E la summa di tutto questo la si trova in "Seishun buta yaro wa yumemiru shojo no yume o minai" che c'ha una "cover" e un incipit invero fuovianti (ti aspetti conigliette ogni tre per due) ma invece applica la lezione di Oregairu ai personaggi e di Monogatari alla storia e bhè sbaglia poco o nulla.
Certo la storia in questo caso è un pò "campata in aria", almeno per gli episodi che ho potuto vedere, ma che bella disamina critica della struttura sociale nipponica (ovviamente relativa in larga parte al sistema scolastico) e anche quì e che bei personaggi!
Sono parecchio cambiate le "commedie" scolastiche made in Japan e in meglio, si sono scrollate di dosso larga parte di canditi e confetture e sono diventate "opere" a tutto tondo, non me lo aspettavo per nulla!
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline fiordocanadese

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.937
  • Alternativo Agli Alternativi
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7661 il: 30 Set 2020, 16:27 »
Nel 2006 come gestivate la vostra passione anime?
No perché uscirono 3 opere Code Geass, Black Lagoon e Death Note, tutti e 3 facilmente trovabili oggi su Netflix. I primi 2 non li avevo mai visti e senza questo tipo di fruizione non l'avrei mai visti.

Insomma ho visto le prime stagioni di Code Geass e Black Lagoon, 25 e 12 episodi.
Il primo è un prodotto che quasi si vedono le percentuali delle sue ispirazioni (20% Death Note, poi 30% guerra tra mecha, 15% slice of life...) un put-pourri di ispirazioni per rendere appetibile a davvero chiunque il prodotto che per tutta la visione ho trovato questo aspetto imbarazzante.
Naturalmente la parte shojo è quella più imbarazzante dal mio punto di vista. Davvero basta che ogni tanto il protagonista si baci con una ragazza a caso del suo harem e fai felici chi piace questo genere di meccaniche?
Davvero? Probabilmente si. Oppure c'è l'episodio 6 che è un filler devastante nella sua idiozia da manga shojo anni '80 brutto. Devastante.
Oppure anche qui si innesca il gioco tra il protagonista che si elegge a paladino spietato del mondo con un potere potente e che nessuno sa la sua identità, ma fattore questo gestito in maniera pessima soprattutto a paragonare le dinamiche Light (ah, il protagonista si chiama Lelouch, tra l'altro) ed L.
Tra l'altro è un anime mecha ma davvero non credo si possa trovare un design così anonimo nei modelli dei robot.
Però è anche vero che visto che è un prodotto fatto per piacere a tutti, è piaciuto per certi aspetti anche a me, come i 2 migliori amici che finiranno per scontrarsi che personalmente mi hanno catturato quanto meno riuscendo ad arrivare a vedere tutta la prima stagione di 25 episodi. Altro pregio che qui il protagonista è uno alla Light, non così stronzo ma comunque il peggiore tra i personaggi principali e gli si contrappone il migliore amico che è veramente il tipico eroe anime, un poverello bonaccione tutto principi e valori, qui relegato a nemico (o quasi).
Quindi pregi ci sono ma rimane una produzione che prendo difficilmente sul serio nelle sue esagerazioni.
Guardatevi gli ultimi 10 minuti "Io ti sparo" "No io ti sparo" "E anche io ti sparo prima che gli sparano!"
 "No, no ti sparo davvero!!!...Ah ma sei tu!" "Si sono io" "anche se sei tu ti sparo" "Anch'io ti sparo! e ho una bomba che esplodi se mi spari" "Che importa io ti sparooooo!!!!!!!!" "Anch'io ti sparooooooooooo!!!!!!!"
il tutto mentre si decide il destino di una nazione, c'è uno scontro mecha tra i cieli, una spia rivela chi era e una ragazzina paraplegica cieca e odiossissima è in pericolo. FINE. :ugly:

Di Black Lagoon si può dire l'incontrario. Manga estremamente minimale, anche troppo. Il gruppo di protagonisti ricorda un minimo Cowboy Bebop ma si prende quasi sempre sotto esame 2 su 4 personaggi, ovvero Rock e Revy, questa micidiale mercenaria.
Scontri surreali nella loro normalità, storie semplici.
Come sempre i giapponesi nello stimolare gli aspetti più pruriginosi delle cose sono maestri e le numerose killer bellissime dell'anime e i numerosi scontri all'ultimo sangue di Revy lo confermano (contro la tata Roberta..).
Ci sono arrivato naturalmente meglio alla fine visto la metà degli episodi ma se Code Geass è un piatto dove c'è di tutto e si capisce male cosa si sta realmente mangiando, Black Lagoon l'ho trovato un pò insipido.

P.s. anche se fighissima la frase nell'episodio finale di BL dopo aver visto uccidere a pistolettate per 12 episodi a più non posso questi pazzi
"Se avessi avuto un M72 o un M242 sarebbe stato molto più facile sistemarli"
"Che stupida. Pistole sempre finisce munizioni. Spade migliori armi al mondo"
"Non dire stronzate. Anche le lame possono scheggiarsi. Le pistole sono meglio delle spade. Le bombe nucleari sono meglio delle pistole. Se ne avessimo una, allora si che ce la potremmo spassare. Sfortunatamente solo i politici possono metterci le mani sopra..."


« Ultima modifica: 30 Set 2020, 16:35 da fiordocanadese »

Offline ederdast

  • Eroe
  • *******
  • Post: 11.446
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7662 il: 30 Set 2020, 17:43 »
Geass l'ho provato a vedere ma non è nelle mie corde, troppo confusionario e patinato per i miei gusti, fra l'altro c'è la storia lì del "potere" e di tutte le scoobydoate che vengon fuori che mi ha dato abbastanza sui nervi da subito, l'estetica alla "Lady Oscar" poi mi fa rabbrividire.
Però credo sia uno dei primi "mischioni" di questo tipo, insomma un apripista.
Black Lagoon invece bello, tutte esagerato ma in palla con il personaggio della tipa spietata e del "salary man" giapponese prestato al contrabbando (praticamente un Crying Freeman ribaltato) veramente validi.
Però si vede tutto il peso degli anni che hanno sul groppone, peso che per dire se ti riguardi un Cowboy Be-bop non avverti minimamente, ma quello è un capolavoro senza tempo.
See you...
Le opinioni sono come le palle, ognuno ha le proprie.
Callhagan.

Offline Tetsuo

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.098
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7663 il: 30 Set 2020, 20:40 »
Nel 2006 come gestivate la vostra passione anime?
DVD originali.
Fansub a manetta che qui arrivava doppiato ben poco, spesso sottotitolati in inglese e poco in italiano, erano i tempi di formato avi e codec non ancora astrusi ed evoluti.
Anche per questo forse mastico un pochino meglio l'inglese di altri, che di studiarlo coi metodi canonici non ho mai avuto granché voglia.
« Ultima modifica: 30 Set 2020, 20:43 da Tetsuo »

Offline nikazzi

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 9.635
  • La vie est drôle.
    • niklog
    • E-mail
Re: L'anime che sto guardando
« Risposta #7664 il: 01 Ott 2020, 23:41 »
Ero rimasto abbastanza all'anteguerra per le robe sentimentali/scolastiche giapponesi ma boia se c'è ciccia in queste due opere, soprattutto pare veramente che si siano un pò "stancati" della loro società appiattente/massificante i Giappo (anche la nostra ma la loro pare la versione 2.0).

se ti piace questa tipologia di anime guarda kiznaiver di studio trigger :yes:
super mario 3d land / outer wilds / backlog / market