Autore Topic: Strano, non c'è un thread sul Papa!  (Letto 108404 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline SM-Emoglobina

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.069
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #885 il: 04 Ago 2009, 11:02 »
eh sapendolo, ci serve proprio qualche giovane che si avvelena da solo in preda all'alcool cosi' sfoltiamo un po'.

provate coi fucili quelli da caccia si reperiscono facile, anche se e' meno facile che vi uccidiare a vicenda.

no niente armi da fuoco, rovinano i monumenti. Noi ci teniamo, son pur sempre soldi rubati a noi  ;D
Il Diavolo fa le pentole, ma ai coperchi ci penso io!

Offline Daimon

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.751
  • In stoa I trust.
    • E-mail
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #886 il: 04 Ago 2009, 11:03 »
vabe per rovinare monumenti coi fucili bisogna essere proprio americani o giovani occidentali...
gia' meglio di no.
Sanctus, sanctus, sanctus, Dominus Deus Sabaoth.<br />Hosanna in excelsis.<br />Benedictus qui veni

Offline SM-Emoglobina

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.069
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #887 il: 04 Ago 2009, 11:04 »
vabe per rovinare monumenti coi fucili bisogna essere proprio americani o giovani occidentali...
gia' meglio di no.

 :D anche vecchie occidentali come me riuscirebbero benissimo, credimi!!!!
Il Diavolo fa le pentole, ma ai coperchi ci penso io!

Offline SM-Emoglobina

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.069
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #888 il: 06 Nov 2009, 16:25 »


I miei mi dicono che una atea sara' sempre peggiore e dannosa.


per quale motivo? su cosa ti basi per asserirlo?
(volendo possiamo spostare in OT zone
PS i sussidiari si usano in luoghi dove qualcuno fa l'insegnante, quindi la mia seppur scontata risposta non mi pare fuori luogo. Intelligenti pauca.)


Intendevo che si basa su una sentenza fatta e finita senza costruirci o usarla come imput per alcunche', ed e' un modo di fare poco costumato.
Si dovremmo spostare nel caso, il topic e' stato gia' inquinatissimo da digressioni non pertinenti.

Un topic specifico sulla religione o similare mi sembra esistesse.

sì ma quella scostumata sentenza era un velato buffetto al tono veramente troppo pontefice del tuo intervento precedente.
Ad ogni modo permane la domanda, sincera: per quale motivo dici quel che riporto sopra? su quali basi?
Il Diavolo fa le pentole, ma ai coperchi ci penso io!

Offline Daimon

  • Eroe
  • *******
  • Post: 17.751
  • In stoa I trust.
    • E-mail
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #889 il: 07 Nov 2009, 23:15 »
Ahhh, non avevo notato, dunque;
Per farla breve, come morale intendiamo un insieme di comportamenti per indicare all'uomo il giusto modo di "agire"
in una societa' di matrice atea, quindi per forza di cosa moderna ( parlo dell'ateismo attuale, quello che vuole negare la religiosita'
in toto,  non di forme piu' o meno lasche di presenza del religioso nella societa' la presenza, anzi, di una certa dialettica fra
religione e forme di ateismo e' fondamentale) queste seguiranno pressapoco questi dettami:

progresso tecnologico esasperato
centralita' esasperata e sovrana, in ogni parte della societa' ed a ogni livello , del denaro,  e dei beni materiali, con conseguenza
invenzione di nuovi bisogni e continuo asservimento dell'uomo a questi.
centralita' dell'individuo visto come singolo, al massimo in relazione ad enti statali, e non come membro sottoposto e dipendente da un sistema
familiare.
esigenza di porre le necessita' di godimento e di vizio dell'individuo come principale preoccupazione sociale (il cosidetto ridicolo diritto alla
"felicita")
da cui discende la fuga, e tentativo di eliminazione sociale, di concetti chiave, per l'uomo, come dolore fatica e sacrificio

(ce ne sono sicuramente di piu' ma ora di getto questi sono i primi chemi son venuti)


Sfido a trovare una morale atea moderna che non si faccia punto di seguire piu' di una se non tutte queste vie.
Sono direttamente conseguenza del sistema che l'uomo si e' creato con le sue mani, purtroppo, giustificano questo sistema e non possono che
coesistere con questo sistema.
Una morale atea deve, per forza di cose, attagliarsi a questo sistema perche e' nata in questo sistema e' moderna e' frutto di questo,
ha ricacciato qualsiasi tipo di religione proprio per non aver problemi a perseguire gli scopi di cui su.

Questi perseguimenti involvono, mortificano e distruggono la civilta' e l'essere umano.

Qualsiasi tensione alla spiritualita' e al misticismo (in realta' alcune di piu' altre meno, ovviamente, dipende, quella cattolica la trovo molto
adatta) e forte attaccamento alla tradizione, frena,  arretra  e  introduce culturalmente alcuni di questi punti, che in alcuni casi abbiam
distrutto e creato sotto la spinta dei nostri istinti piu' beceri altri sono semplicemente spariti ambientalmente, ma potrebbero e anzi
dovrebbero essere compensati.

Poi, ovviamente, non sono cose dimostrabili con ferrea oggettivita', ma quelle a cui credo piu' fermamente, e che a me paiono palesissime.

E, aggiungo pure, nel caso emergesse una filosofia dominante escludente il supernaturale, che trovasse un forte attaccamento a quei principii
potrebbe pure andare; non la condividerei, ma socialmente potrebbe funzionare.

A conti fatti,e tirando somme, ora, in europa, e in occidente in generale trovo ci sia esigenza di muoversi a invertire e frenare il "progresso", e
trovo sia piu' facile e accettabile questa via.
Sanctus, sanctus, sanctus, Dominus Deus Sabaoth.<br />Hosanna in excelsis.<br />Benedictus qui veni

Offline Kinslayer

  • Avviato
  • *
  • Post: 351
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #890 il: 08 Nov 2009, 02:03 »
progresso tecnologico esasperato
centralita' esasperata e sovrana, in ogni parte della societa' ed a ogni livello , del denaro,  e dei beni materiali, con conseguenza
invenzione di nuovi bisogni e continuo asservimento dell'uomo a questi.
centralita' dell'individuo visto come singolo, al massimo in relazione ad enti statali, e non come membro sottoposto e dipendente da un sistema
familiare.
esigenza di porre le necessita' di godimento e di vizio dell'individuo come principale preoccupazione sociale (il cosidetto ridicolo diritto alla
"felicita")
da cui discende la fuga, e tentativo di eliminazione sociale, di concetti chiave, per l'uomo, come dolore fatica e sacrificio

(ce ne sono sicuramente di piu' ma ora di getto questi sono i primi chemi son venuti)


Sfido a trovare una morale atea moderna che non si faccia punto di seguire piu' di una se non tutte queste vie.

Guarda che ateo è in effetti una parola priva di contenuto. Ateo è uno che non crede a chi racconta di gente che cammina sull'acqua, o di morti che risorgono, mica uno che ti ride in faccia se passi la giornata in una caverna a fare il mistico piuttosto che in un centro commerciale. Le uniche critiche che i non credenti in genere avanzano sono di non condire legittime esperienze spirituali con superflui aneddoti soprannaturali, che poi finiscono per essere prese alla lettera e allontanare a conti fatti la gente dalla probabilità di provarne, di esperienze spirituali, tant'è che al giorno d'oggi pare che il picco di spirtualità maggiore di migliaia di persone siano le campagne contro l'omicidio di cellule o contro i preservativi. Altri giudizi esclusivi non ce ne sono, puoi essere per la famiglia e non per la libertà personale, puoi essere favorevole a frenare lo sviluppo tecnologico o il consumismo, quello che vuoi, puoi avere a cuore sacrificio e fatica anche ragionando su un modello sociale e valutando cause ed effetti, come in effetti stai facendo tu stesso, senza doverlo mettere in bocca ad uno coi superpoteri.
Il capitalismo mi pare di contro abbastanza trasversale, tant'è che la chiesa cattolica stessa non sembra avere grossi problemi a comportarsi come una multinazionale farmaceutica, nè mi pare che credenti si astengano dal comprare roba inutile come tutti gli altri.
« Ultima modifica: 08 Nov 2009, 02:39 da Kinslayer »

Offline SM-Emoglobina

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.069
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #891 il: 09 Nov 2009, 10:35 »
Ahhh, non avevo notato, dunque;
Per farla breve, come morale intendiamo un insieme di comportamenti per indicare all'uomo il giusto modo di "agire"
in una societa' di matrice atea, quindi per forza di cosa moderna ( parlo dell'ateismo attuale, quello che vuole negare la religiosita'
in toto,  non di forme piu' o meno lasche di presenza del religioso nella societa' la presenza, anzi, di una certa dialettica fra
religione e forme di ateismo e' fondamentale) queste seguiranno pressapoco questi dettami:

progresso tecnologico esasperato
centralita' esasperata e sovrana, in ogni parte della societa' ed a ogni livello , del denaro,  e dei beni materiali, con conseguenza
invenzione di nuovi bisogni e continuo asservimento dell'uomo a questi.
centralita' dell'individuo visto come singolo, al massimo in relazione ad enti statali, e non come membro sottoposto e dipendente da un sistema
familiare.
esigenza di porre le necessita' di godimento e di vizio dell'individuo come principale preoccupazione sociale (il cosidetto ridicolo diritto alla
"felicita")
da cui discende la fuga, e tentativo di eliminazione sociale, di concetti chiave, per l'uomo, come dolore fatica e sacrificio

(ce ne sono sicuramente di piu' ma ora di getto questi sono i primi chemi son venuti)


Sfido a trovare una morale atea moderna che non si faccia punto di seguire piu' di una se non tutte queste vie.
Sono direttamente conseguenza del sistema che l'uomo si e' creato con le sue mani, purtroppo, giustificano questo sistema e non possono che
coesistere con questo sistema.
Una morale atea deve, per forza di cose, attagliarsi a questo sistema perche e' nata in questo sistema e' moderna e' frutto di questo,
ha ricacciato qualsiasi tipo di religione proprio per non aver problemi a perseguire gli scopi di cui su.

Questi perseguimenti involvono, mortificano e distruggono la civilta' e l'essere umano.

Qualsiasi tensione alla spiritualita' e al misticismo (in realta' alcune di piu' altre meno, ovviamente, dipende, quella cattolica la trovo molto
adatta) e forte attaccamento alla tradizione, frena,  arretra  e  introduce culturalmente alcuni di questi punti, che in alcuni casi abbiam
distrutto e creato sotto la spinta dei nostri istinti piu' beceri altri sono semplicemente spariti ambientalmente, ma potrebbero e anzi
dovrebbero essere compensati.

Poi, ovviamente, non sono cose dimostrabili con ferrea oggettivita', ma quelle a cui credo piu' fermamente, e che a me paiono palesissime.

E, aggiungo pure, nel caso emergesse una filosofia dominante escludente il supernaturale, che trovasse un forte attaccamento a quei principii
potrebbe pure andare; non la condividerei, ma socialmente potrebbe funzionare.

A conti fatti,e tirando somme, ora, in europa, e in occidente in generale trovo ci sia esigenza di muoversi a invertire e frenare il "progresso", e
trovo sia piu' facile e accettabile questa via.

Kinslayer mi ha già in parte rubato le parole di bocca.
Ad ogni modo, francamente, forse corri un po' troppo con le deduzioni. Al di là del fatto che c'è differenza tra ateismo e laicismo (io ad esempio mi definisco credente, ma ciò nonostante sono laica di impostazione, perchè vivo il mio sentimento religioso in forma privata, senza cercare di fare proselitismo né pretendere che le mie convinzioni soggettive vengano trattate come realtà oggettive)...
Il culto del dio denaro non è un corollario della laicità. Cosa vuol dire che una morale atea essendo nata in questo sistema debba esserne uno specchio? E' come dire che solo perchè viviamo in una società di veline e puttanieri, anche il nostro pensiero debba esser sottomesso a queste logiche. E non mi pare né il mio né il tuo caso.
L'invenzione di bisogni nuovi è un parto del capitalismo, che in questo modo cerca di sostentarsi, e ti faccio presente che in qualità di diretto rivale del comunismo, il capitalismo ha avuto la benedizione della chiesa cattolica, la quale da sempre va a braccetto con le classi abbienti.
Tutti gli aspetti che hai elencato secondo me sono questioni personali, che son relative agli individui a prescindere dal loro credo religioso.
Il fatto che queste dinamiche di cui tu parli stiano espandendosi in questo periodo secondo me è innegabile, ma non riconducibile alla "crisi della fede". Come popolo ci stiamo rammollendo e corrompendo sotto tutti i punti di vista, e non che la cosa mi piaccia, però non è certo una questione religiosa. Ha a che fare col relativo benessere economico, con la pseudo-cultura che ci viene propinata come moderno "panem et circense" per farci stare buoni e inconsapevoli mentre qualcuno si diverte ad arricchirsi sulla nostra pelle, col fatto che cresciamo viziati, col fatto che i genitori tendono ad educare di merda la pargolanza.  Col fatto che a un certo punto si "sceglie" come un prodotto da banco un tipo di pensiero confezionato, e a quello ci si adatta, perchè guardarsi intorno e accendere il cervello è più complicato e dispendioso.
Dal mio punto di vista il motivo per cui ci si è allontanati dalla religione è il risultato di:

1) più cultura, quindi meno timore reverenziale
2) il fatto che la chiesa così come è non sia in grado di fornire più istanze che convincano nel profondo le persone. Un po' perchè alcuni predicano bene e razzolano male, un po' per la storia un po' imbarazzante che la chiesa ha alle spalle, un po' perchè la dottrina è un po' troppo piena di dogmi e di "boh Dio vuol così, saprà ben lui cosa sta facendo"

Ti posso assicurare che la maggior parte dei laici non ce l'ha affatto contro la religione, o contro il buon gesù. Ce l'ha con i suoi rappresentanti, la religione in sé se vissuta coerentemente non può che essere qualcosa di positivo, non da alcun fastidio a chi pur non la condivide. Il guaio è che per molti un crocifisso appeso a una parete rappresenta la Chiesa, non Dio. 
 
Il Diavolo fa le pentole, ma ai coperchi ci penso io!

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.042
  • Trvezza
    • E-mail
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #892 il: 09 Nov 2009, 10:47 »
Per farla breve, come morale intendiamo un insieme di comportamenti per indicare all'uomo il giusto modo di "agire"
in una societa' di matrice atea, quindi per forza di cosa moderna queste seguiranno pressapoco questi dettami:

progresso tecnologico esasperato
centralita' esasperata e sovrana, in ogni parte della societa' ed a ogni livello , del denaro,  e dei beni materiali, con conseguenza
invenzione di nuovi bisogni e continuo asservimento dell'uomo a questi.
centralita' dell'individuo visto come singolo, al massimo in relazione ad enti statali, e non come membro sottoposto e dipendente da un sistema
familiare.
esigenza di porre le necessita' di godimento e di vizio dell'individuo come principale preoccupazione sociale (il cosidetto ridicolo diritto alla
"felicita")
da cui discende la fuga, e tentativo di eliminazione sociale, di concetti chiave, per l'uomo, come dolore fatica e sacrificio

(ce ne sono sicuramente di piu' ma ora di getto questi sono i primi chemi son venuti)


Sfido a trovare una morale atea moderna che non si faccia punto di seguire piu' di una se non tutte queste vie.

minchia daimon 180 minuti di applausi

Altri giudizi esclusivi non ce ne sono, puoi essere per la famiglia e non per la libertà personale, puoi essere favorevole a frenare lo sviluppo tecnologico o il consumismo, quello che vuoi, puoi avere a cuore sacrificio e fatica anche ragionando su un modello sociale e valutando cause ed effetti, come in effetti stai facendo tu stesso, senza doverlo mettere in bocca ad uno coi superpoteri.
Il capitalismo mi pare di contro abbastanza trasversale, tant'è che la chiesa cattolica stessa non sembra avere grossi problemi a comportarsi come una multinazionale farmaceutica, nè mi pare che credenti si astengano dal comprare roba inutile come tutti gli altri.

quanto tu dici è giusto a livello individuale, ma a livello di massa c'è certamente una relazione
- ateismo materialismo egoismo individualismo
- religione comunità famiglia povertà

rispondo anche a ferruccio che diceva da un'altyra parte che non ha mai visto una società materialista egoista ed individualista come l'italia
io dissento
da noi è pieno ovviamente di questi pessimi costumi, ma perchè appunto siamo abbastanza corrotti
ma comunque mi spiace, per quello che ho visto io, l'italia, se raffrontata a posti tipo francia o peggio la pessima olanda, è un paese in cui la famiglia conta ancora qualcosa (in certe parti sane della società) ed in cui non è l'io ma il noi il centro dell'interesse
insomma non lasciarti abbagliare dalla sinistra passione che abbiamo in italia per gli abiti firmati e gli occhialoni fascianti

L'invenzione di bisogni nuovi è un parto del capitalismo, che in questo modo cerca di sostentarsi, e ti faccio presente che in qualità di diretto rivale del comunismo, il capitalismo ha avuto la benedizione della chiesa cattolica, la quale da sempre va a braccetto con le classi abbienti.

si vabbè ma non confondiamo le cose
anche il comunismo è a suo modo ultramaterialista
certo la meccanica è diversa da quella capitalista, ma la sostanza è la medesima
come dici tu la chiesa ha sempre supportato, nella "battaglia" il capitalismo in quanto quest'ultimo non nega le possibilità di esercitare un culto
in quanto "meno peggio", non in quanto "bene"
cioè il materialismo è mal visto dalla religione in tutte le sue accezioni

Il fatto che queste dinamiche di cui tu parli stiano espandendosi in questo periodo secondo me è innegabile, ma non riconducibile alla "crisi della fede". Come popolo ci stiamo rammollendo e corrompendo sotto tutti i punti di vista, e non che la cosa mi piaccia, però non è certo una questione religiosa. Ha a che fare col relativo benessere economico, con la pseudo-cultura che ci viene propinata come moderno "panem et circense" per farci stare buoni e inconsapevoli mentre qualcuno si diverte ad arricchirsi sulla nostra pelle, col fatto che cresciamo viziati, col fatto che i genitori tendono ad educare di merda la pargolanza.  Col fatto che a un certo punto si "sceglie" come un prodotto da banco un tipo di pensiero confezionato, e a quello ci si adatta, perchè guardarsi intorno e accendere il cervello è più complicato e dispendioso.

certamente l'assenza/perdita di importanza della religione non è l'unico motivo
ce n'è tantissimi
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto

Offline SM-Emoglobina

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.069
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #893 il: 09 Nov 2009, 10:52 »


si vabbè ma non confondiamo le cose
anche il comunismo è a suo modo ultramaterialista
certo la meccanica è diversa da quella capitalista, ma la sostanza è la medesima
come dici tu la chiesa ha sempre supportato, nella "battaglia" il capitalismo in quanto quest'ultimo non nega le possibilità di esercitare un culto
in quanto "meno peggio", non in quanto "bene"
cioè il materialismo è mal visto dalla religione in tutte le sue accezioni



non ho confuso le cose, non ho mica detto che il comunismo sia filo-religioso.
Il materialismo sarà anche malvisto dalla religione in via teorica, ma guardando ior, opus dei eccetera qualche dubbio viene.
Il Diavolo fa le pentole, ma ai coperchi ci penso io!

Offline Kinslayer

  • Avviato
  • *
  • Post: 351
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #894 il: 09 Nov 2009, 11:27 »
quanto tu dici è giusto a livello individuale, ma a livello di massa c'è certamente una relazione
- ateismo materialismo egoismo individualismo
- religione comunità famiglia povertà

Non sono d'accordo, da come la poni pare che l'interesse ai beni materiali e al proprio vantaggio a scapito di quello altrui siano diventati dominanti negli ultimi due o tre secoli.
L'equazione ateismo=materialismo+egoismo+individualismo, sono generalizzazioni e mistificazione dei fatti che mi aspetto di sentire da gente che vende religione per mestiere, e magari ci aggiunge qualche esempio pratico per rendere l'idea di società atee tipo la corea del nord o la germania nazista, non da chi tenti di guardare ai fatti in modo oggettivo. trovi famiglie composte da individui che vanno d'accordo e si sforzano per farlo, così come famiglie che si scannano per un'eredità o per qualunque altra cosa, e francamente che vadano la domenica in chiesa o che credano nella resurrezione o meno mi pare poco influente.

Offline SM-Emoglobina

  • Assiduo
  • ***
  • Post: 1.069
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #895 il: 09 Nov 2009, 11:29 »
società atee tipo (cut) la germania nazista.

no no ti sbagli, dio era con loro.
Il Diavolo fa le pentole, ma ai coperchi ci penso io!

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.042
  • Trvezza
    • E-mail
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #896 il: 09 Nov 2009, 11:31 »
no non ci capiamo
intendo dire a livello di massa
cioè mediamente
ovvio tra le persone più morali attaccate alla famiglia ecc che conosco c'è certamente quella di un mio amico straateomegacomunista

ma infatti io mica sto dicendo che le mie sono equazioni ferree
sto dicendo "in generale", "in media"
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto

Offline Kinslayer

  • Avviato
  • *
  • Post: 351
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #897 il: 09 Nov 2009, 11:37 »
no non ci capiamo
intendo dire a livello di massa
cioè mediamente
ovvio tra le persone più morali attaccate alla famiglia ecc che conosco c'è certamente quella di un mio amico straateomegacomunista

ma infatti io mica sto dicendo che le mie sono equazioni ferree
sto dicendo "in generale", "in media"

Ho capito, è che non capisco perchè tu consideri questa più che un'impressione. Società atee non ne abbiamo mai avute, ma dubito che si rivelerebbero significativamente diverse, così come società quasi totalmente basate sulla religione com'era fino a qualche secolo fa che abbiano creato paradisi in terra non me ne ricordo. Perchè sia l'uno che l'altro modello trasmettono valori positivi e negativi, il problema sta nel tirare su gente che non faccia uno strappo alla regola quando c'è possibilità che gli entri qualcosa in tasca.

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.042
  • Trvezza
    • E-mail
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #898 il: 09 Nov 2009, 11:49 »
Ho capito, è che non capisco perchè tu consideri questa più che un'impressione.

beh è ovvio che sia un'impressione
cioè non è che ho a supporto "indicatore macroeconomico di materialismo/individualismo/egoismo" ^^
e se è vero che società completamente atee non ne abbiamo avute, ci siamo comunque andati molto vicini (russia comunista, dove l'ateismo era "imposto") e, soprattutto, abbiamo "vari gradi di religiosità" in giro per il mondo
da cui i miei esempi su francia e olanda vs italia/spagna

è chiaro che le mie sono deduzioni, e come ho detto non sto asserendo che la religione sia l'UNICO fattore discriminante
sto dicendo che, per la mia esperienza personale, vedo una relazione

insomma in francia ci son stato 9 anni e ci sono ancora, l'olanda la conosco bene per interposta persona (gente che ci vive da 7 anni) e ci sono stato varie volte
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto

Offline Seppia

  • Reduce
  • ********
  • Post: 23.042
  • Trvezza
    • E-mail
Re: Strano, non c'è un thread sul Papa!
« Risposta #899 il: 09 Nov 2009, 11:56 »
società atee tipo (cut) la germania nazista.

no no ti sbagli, dio era con loro.
ce l'avevano anche scritto sulla cintura quelli vestiti meglio infatti
"Se vuoi lavorare con i piedi in mostra vai a vendere il cocco in spiaggia"
Cit. Vn Vomo Givsto