Autore Topic: [AMIGA] Morph  (Letto 1291 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline armandyno

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 8.402
[AMIGA] Morph
« il: 10 Gen 2005, 04:20 »
Recupero Videoludico: Metamorfosi pacioccosa

In questo periodo , rimasto orfano di internet, ho recuperato molto. No, non sto parlando della mia sanità mentale. Ho avuto la possibilità (non che prima non l'avessi, ma ero troppo preso dalla webmania o che dir si voglia) di  (ri)scoprire qualche gioiello del passato. Si perchè ci sono molti titoli, i quali non vengono mai citati negli ambienti videoludici, ed è incredibile, che meriterebbero di essere ricordati (o rimembrati?). Ed è una discriminazione bella è buona che i soliti noti vengano sempre rimpianti e altri giochi vengano invece dimenticati del tutto. Compito di questa recensione è proprio quello di riportare all'attenzione un titolo caduto nel dimenticatoio, ma dalle grandi qualità ludiche.

Morph narra le avventure di un giovine ragazzino  che cade vittima di un sofisticato macchinario invetato dal proprio zio (scenzatopazzo di turno), perdendo le proprie sembianze umane per acquistare quelle di un corpo sferico in grado di cambiare la propria natura morfologica.  Trasformandosi ora in una goccia d'acqua (stato liquido) ora in una palla rimbalzante(stato...rimbalzante), ora in una nuvola (stato gassoso) o ancora in una pesantissima palla di piombo (stato solido, molto solido aggiungerei) il pacioccoso bambino (però che sfiga) dovrà recuperare, all'interno di numerosi livelli, gli ingranaggi che compongono il macchinario incriminato, andato del tutto distrutto  dopo l'esperimento.

Problemi di natura logica sorgono nel momento in cui ci si trova davani a ostacoli naturali o artificiali come ad esempio una grande pozza d'acqua. In questo caso, mutare nello stato solido porterà al naufragio, trasformarsi in acqua sarebbe un suicidio bello è buono, altra chance non rimane quindi quella di scavalcare l'ostacolo trasformandosi in un allegra nuvola. Ma poi bisogna essere lesti nel cambiare prontamente forma fisica, al fine di non essere risucchiati dal vortice aspiratore. Ogni livello è come un grande puzzle, nel quale è richiesta prontezza di riflessi nell'evitare i numerosi ostacoli che ci sbarreranno la strada, dosando le (limitate) trasformazioni a disposizione nel miglior modo possibile.
Un tiral and error in cui vanno affinate le proprie tattiche "trasformistiche" , in cui ogni tasto del pad sarà deputato ad un cambiamento di stato fisico.

Divertente e originale all'inizio, si rivela ostico e anche un pò frustrante verso la metà, per diventare tosto e quasi impossibile verso la fine.

Voto rimembranza: 8 su 10