Sondaggio

Vota il racconto vincitore di The Resident Evil Place! - Termine: lunedì, 15 novembre, ore 23,59

Dissolvenza in Nero
5 (15.2%)
Il Documento Inglese
3 (9.1%)
La Guardia
10 (30.3%)
Servire e Proteggere
10 (30.3%)
"We Care About Your Life"
5 (15.2%)

Totale votanti: 32

Le votazioni sono chiuse: 10 Nov 2004, 15:26

Autore Topic: The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni  (Letto 32930 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.218
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #240 il: 18 Nov 2004, 10:58 »
Prima di tutto, congratulazioni a chainsawmax per aver vinto il contest!!! :) Pur non coincidendo perfettamente con i miei gusti, Servire e Proteggere risulta oggettivamente quello meglio strutturato, più compatto, ben scritto e..."pieno". ;)
Purtroppo ora non ho molto tempo, ma volevo ringraziare tutti quelli che hanno speso un po' del loro tempo per leggere e commentare il mio racconto; vedrò di sdebitarmi al più presto commentando i commenti stessi ^_^
Mi sorprende, comunque, che nessuno tra quelli che mi hanno visto postare sul forum abbia intuitio chi fosse l'autore di "We care about you life". ^_^ "Vettura D4N" e "Dana" non vi hanno detto nulla??? ^_^

CIAO!!! :)
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline chainsawmax

  • Avviato
  • *
  • Post: 299
    • http://www.dahliaindaco.tk
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #241 il: 18 Nov 2004, 13:23 »
/mode berluskaz on:

consentitemi di ringraziare tutti i partecipanti a questo splendido forum, che non lasceremo cadere nelle mani della partitocrazia di sinistra! CRIBBIO!

/mode berluskaz off;

 :roll:

 :P
url=www.valleyofdrybones.tk]"NO HATE, NO IGNORANCE, NO TOLERANCE FOR PREJUDICE / COMING, COME TO ME - FACELIFT OF INNER BEING"[/url]
 ___________________________> SADUS, FACELIFT / A VISION OF MISERY, 1992 <___________

Offline Nofx

  • Veterano
  • ****
  • Post: 2.198
    • http://www.madmen.too.it
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #242 il: 18 Nov 2004, 19:05 »
Prima di tutto, complimenti al vincitore per il suo ottimo racconto (anche se, devo dire la verità, non è quello che ho votato io  :D )... presto (appena ho voglia di scriverlo) il making of del mio racconto (la marcia degli elefanti) con le scene tagliate, i commenti del casting, i trailer e un paio di easter eggs  8)

Solo una cosa, posso sapere chi sono i due che hanno votato il mio racconto, no, perchè volevo ringraziarli (grazie mamma, grazie papà  :wink: )
 won't exist anymore ^__^

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.218
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #243 il: 18 Nov 2004, 19:38 »
Citazione da: "Nofx"

Solo una cosa, posso sapere chi sono i due che hanno votato il mio racconto, no, perchè volevo ringraziarli (grazie mamma, grazie papà  :wink: )


Se non ricordo male uno dei due sono io ^_^
...ho apprezzato molto i percorsi mentali del protagonista (l'uso massiccio di parentesi tonde dava proprio l'idea di un accavallarsi di idee, immagini e ricordi). In effetti è un tipo di racconto, quello a sfondo psicologico, che in altri casi simili non ho votato, privilegiando invece il fattore descrittivo (quindi di azione e d'atmosfera). In questo senso quello che più si confaceva ai miei gusti sarebbe dovuto essere Laura Robson, che però mi era sembrato troppo poco incisivo e "poco sicuro di sé". Per quanto concerne La Guardia ha dalla sua un'idea di base molto originale; tuttavia, come qualcuno ha notato, ci sono diversi elementi che finiscono per minare l'effetto sopresa finale, rendendolo confuso - se non incomprensibile - ad una prima lettura; il solo fatto che legga "Jill Valentine", ad esempio, è sufficiente per annullare tutto l'abile lavoro di "copertura" del reale protagonista, IMHO. A questo punto commento pure l'altro racconto del girone, L'inizio; anche in questo caso l'evento risulta essere molto originale, narrato in parte "alla Tarantino", con un personaggio bastardo dentro e un umorismo nero che gioca sulla surrealtà degli avvenimenti. Mi ha ricordato il film Dal Tramonto all'Alba; se Miky avesse avuto una balestra invece di una semplice pistola avrei gradito di più ^_^

CIAO!!! :)
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline Kiki76

  • Navigato
  • **
  • Post: 800
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #244 il: 18 Nov 2004, 20:16 »
Citazione da: "Kiki76"
Citazione da: "Macca"

Perchè l'ho scritto o perchè mi ha turbato?


No,perchè hai scelto di rendere la ragazzina via via più distaccata?
Ciao!


Dovrò rimanere col dubbio...... :cry:
Ciao!
cribacchino su: www.ludus.it
 "Dove c'è rivoluzione,c'è confusione e dove c'è confusione,un uomo che sa quello che vuole,c'ha tutto da guadagnarci"  "Quando ho iniziato ad usare la dinamite,credevo in sacco di cose,tutte  quante...ed ho finito c

Offline Macca

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 5.376
    • E-mail
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #245 il: 18 Nov 2004, 23:37 »
Citazione da: "Kiki76"
Citazione da: "Kiki76"
Citazione da: "Macca"

Perchè l'ho scritto o perchè mi ha turbato?


No,perchè hai scelto di rendere la ragazzina via via più distaccata?
Ciao!


Dovrò rimanere col dubbio...... :cry:
Ciao!


Allora, la ragazzina diventa via via più distaccata perchè ovviamente cambiano le priorità. una società come la nostra, dove il benessere è alla portata di tutti(o quasi), permette ad una ragazzina di mettere il diario e gli affetti in cima ai pripri bisogni. Ma quando il quadro cambia la ragazzina "regredisce" e deve preoccuparsi della sua sopravvivenza. In un quadro del genere è ovvio che le priorità mutino radicalmente. Se prima la figura della madre era basilare, col diffondersi del virus gli è solo d'intralcio. E' un' infetta e va eliminata.
The World's Not Set in Stone

Offline Videodark

  • Navigato
  • **
  • Post: 709
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #246 il: 19 Nov 2004, 00:24 »
Faccio i complimenti al vincitore, Servire e proteggere è sicuramente uno dei racconti scritti meglio, uno dei pochi che abbia un tono "proprio", davvero buono.

I miei preferiti però restano Dissolvenza in nero e L'inizio, scritto benissimo il primo e iperpessimista, grande idea e descrizione dei particolari per il secondo.

Per quanto riguarda il mio racconto (essere), ho notato che molti a causa dello stile stringato non hanno capito bene la trama.
Se a qualcuno interessa ho scritto una versione meno "poetica" di 5000 caratteri invece che 3000. Non so se è il caso di postarlo direttamente qua...  :?

Offline Zolfo

  • Stratega
  • *****
  • Post: 4.117
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #247 il: 19 Nov 2004, 16:52 »
Due parole sul mio racconto: Fuga dall'oblìo.

Prima di tutto, grazie a quei tre o quattro che mi hanno votato. :)

Inizialmente avevo pensato di strutturare il racconto in prima persona dal punto di vista di un qualunque zombi che si aggirasse per la casa, che sarebbe stato poi ucciso ecc...
Poi invece mi è venuta l'idea di lasciare il finale aperto (cosa che ha riscontrato un gradimento unanime mi pare di aver capito) e ho tentato di costruirci sopra tutto il pregresso che creasse pathos ed empatia col protagonista, anche se 7000 caratteri sono risultati strettini.
Ho dovuto lavorare molto di rilettura sul paragrafo finale, non è facilissimo a parole rendere l'idea (o meglio instillare il dubbio) su quale fosse realmente l'obiettivo del proiettile, ma con qualche aggettivo qui e una virgola là spero di esserci riuscito.
Il fatto che fosse altamente descrittivo era una cosa voluta e mi dispiace che sia risultato pesante nella lettura, il mio intento era proprio creare la sensazione di "essere lì" come ha commentato qualcuno e quindi doveva regalare una sorta di claustrofobia e panico.
Non so poi quanto abbia funzionato l'inserimento di Claire come effetto sorpresa, ma mi serviva un personaggio che fosse molto caro a Chris in modo da farlo cadere appunto in quell'oblìo tanto da metterlo in dubbio sul vivere o morire, e mi è venuta in mente lei.

Come ho detto altre volte non sono bravissimo a scrivere e la partecipazione al concorso è stata data dal caso che ho avuto un'ispirazione molto forte, altrimenti avrei lasciato correre.
Grazie dei complimenti a chi me ne ha fatti ad anche alle critiche che sono semrpe utili. :)

Ah, dimenticavo, io ho tifato per We care about your life. :)
A volte c'è così tanta bellezza nel mondo che non riesco ad accettarla.

Offline Kiki76

  • Navigato
  • **
  • Post: 800
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #248 il: 19 Nov 2004, 18:04 »
Citazione da: "Macca"

Allora, la ragazzina diventa via via più distaccata perchè ovviamente cambiano le priorità. una società come la nostra, dove il benessere è alla portata di tutti(o quasi), permette ad una ragazzina di mettere il diario e gli affetti in cima ai pripri bisogni. Ma quando il quadro cambia la ragazzina "regredisce" e deve preoccuparsi della sua sopravvivenza. In un quadro del genere è ovvio che le priorità mutino radicalmente. Se prima la figura della madre era basilare, col diffondersi del virus gli è solo d'intralcio. E' un' infetta e va eliminata.


Grazie mille
Ci ho azzeccato solo in parte  :wink:
Ciao!
cribacchino su: www.ludus.it
 "Dove c'è rivoluzione,c'è confusione e dove c'è confusione,un uomo che sa quello che vuole,c'ha tutto da guadagnarci"  "Quando ho iniziato ad usare la dinamite,credevo in sacco di cose,tutte  quante...ed ho finito c

Offline Dan

  • Condottiero
  • ******
  • Post: 6.218
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #249 il: 19 Nov 2004, 21:15 »
Come promesso ho scritto un breve (sì, come no ^_^ ) commento sulle opinioni postate riguardo a "We care about your life". ;)
Da ciò che è emerso dai vari pareri, mi sembra che il mio racconto sia piaciuto soprattutto per lo stile adottato. Come ho già scritto ho interpretato la competition alla lettera, cercando di scrivere un testo che fosse fedele allo spirito della serie. Ho quindi preferito puntare su scene d'azione e d'atmosfera, descrivendole nel modo più limpido e scorrevole possibile (l'idea era quella di fornire immagini della stessa qualità degli sfondi 2D della saga). Il fatto che stessi raccontando un evento fedele allo spirito della serie  - si vedano i riferimenti spazio-temporali (l'articolo sul Raccoon Times, il Marble River, etc...) - mi ha anche permesso di giocare molto su elementi già noti al lettore, sfruttando quanto più possibile quel codice di segni che chiunque abbia giocato un Resident Evil conosce; ad esempio, non ho avuto in alcun modo bisogno di spiegare l'evento accorso al ponte, né quello all'interno dell'ambulanza. Il lettore stesso, attraverso alcuni indizi (il fatto che l'agente provenisse dalla Raccoon Forest e che avesse una fasciatura al braccio), poteva facilmente ricostruire l'accaduto senza troppe difficoltà. ;)
Più in generale, comunque, per lo stile e il ritmo mi sono ispirato a Crichton; ed evidentemente non è casuale il fatto che, curiosamente, la serie televisiva ER (con cui il mio racconto ha diverse somiglianze) ha tratto ispirazione proprio da un libro di Crichton: Casi di Emergenza (che però non ho ancora letto) ^_^ A tal proposito, molti si sono sorpresi (se non impauriti) dall’uso della terminologia medico-scientifica. In realtà io NON sono uno studente di medicina ^_^'' Oggigiorno tutto è alla portata di un click...ed ecco che dopo una ventina di minuti di navigazione online sapevo già tutto su come intervenire in caso di shock anafilattico. ;)
Questo mi rimanda ad un altro fattore che sembra aver riscosso un discreto successo: i protagonisti ^_^ L'idea dei paramedici mi è venuta in mente quando ho deciso di ambientare il racconto nel periodo dei primissimi casi di manifestazione del virus. Di conseguenza mi è sembrato ovvio che i primi ad accorgersi di questi epidodi fossero dei medici (ed in particolare quelli destinati al pronto intervento). Di qui anche l'ambiguità del titolo, scritto in inglese e tra virgolette quasi ad imitare un ipotetico slogan pubblicitario della Umbrella. Doveva risultare ironico e beffardo, anche in rapporto agli avvenimenti del racconto (i paramedici in buona fede che soccombono a causa della Umbrella Corporation). Il tema della multinazionale dalla doppia facciata (quella dei farmaci salvavita e quella degli esperimenti genetici) mi ha sempre affascinato nella saga...ed ineffetti mi sarebbe piaciuto marcarlo di più nel racconto (qualcuno si è chiessto che marchio compariva sui macchinari e sui farmaci con cui Dana e JD tentavano di salvare l'uomo della forestale??? ^_^ ).
E poi viene il finale. Se potessi cambiarlo, ora, lo farei di certo (anche se preferirei scrivere un racconto molto più lungo). E dire che inizialmente l'idea della trasformazione in zombie e dell'incontro con Jill mi parve anche originale!!! ^_^ In realtà, al momento della stasura, cercavo frettolosamente un modo di chiudere il racconto...per dargli perlomeno una pervenza di completezza... Mai scelta fu più sbagliata. ^_^
E questo mi sembra tutto. Degli Easter Egg riguardanti il mio Nick ho già parlato in un altro post ^_^ ...per il resto non mi resta che confermare che JD è un riferimento a Scrubs, come notato da ZionSiva ^_^

CIAO!!! :)
.: R.I.P. :.
Hideo Kojima (1963-1998)

Offline chainsawmax

  • Avviato
  • *
  • Post: 299
    • http://www.dahliaindaco.tk
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #250 il: 20 Nov 2004, 12:43 »
zionsiva ne sa.  :roll:

come dimenticare il fatto che è riuscito a scovare il mio racconto appena letto? come dimenticare il fatto che al suo suggerimento di partecipare io risposi "tanto non vincerò mai..." e lui mi disse "se non provi non saprai".

c'è del mistico in tutto questo.

zionsiva è Buddha sotto mentite spoglie.
url=www.valleyofdrybones.tk]"NO HATE, NO IGNORANCE, NO TOLERANCE FOR PREJUDICE / COMING, COME TO ME - FACELIFT OF INNER BEING"[/url]
 ___________________________> SADUS, FACELIFT / A VISION OF MISERY, 1992 <___________

Offline chainsawmax

  • Avviato
  • *
  • Post: 299
    • http://www.dahliaindaco.tk
The Resident Evil Place - Discussione & Votazioni
« Risposta #251 il: 25 Nov 2004, 18:56 »
famitsu è arrivato stamattina, col suo carico di dolci sorprese. ho la febbre e la testa pesante, ma non importa. ricordo che appena mi arrivò resident evil 2, ero nelle stesse condizioni, diversi anni fa, e lo finii in una settimana mentre smaltivo l'effetto dell'influenza. cosmico - la vita è un loop.

infilo il dvd e BOOM - nonostante il regional lock, i filmati vanno egualmente. a saperlo prima mi compravo una carrettata di dvd in uqle di Chiacago, ma vabbè, c'è sempre tempo.

il demo per game cube lo utilizzerò con ZionSwanna, per ora mi limito a dire che mi sono emozionato a vedere, nelle immagini del filmato preview di RESIDENT EVIL OUTBREAK: FILE 2, proprio lui.

Marvin Branagh.

E questo è balordo. Grazie Marvin, per avermi regalato la possibilità di rivederti in azione, e per avermi fatto vincere il concorso.
url=www.valleyofdrybones.tk]"NO HATE, NO IGNORANCE, NO TOLERANCE FOR PREJUDICE / COMING, COME TO ME - FACELIFT OF INNER BEING"[/url]
 ___________________________> SADUS, FACELIFT / A VISION OF MISERY, 1992 <___________