Autore Topic: [ARCADE] Football Champ  (Letto 1233 volte)

0 Utenti e 1 visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline chirux

  • Generale
  • *****
  • Post: 3.243
[ARCADE] Football Champ
« il: 18 Nov 2004, 20:45 »
Il calcio è lo sport nazionale per noi italiani, gioie e amarezze e la software house Taito porta in sala giochi il suo nuovo titolo a gettoni. Inserito il coin una voce forte ci dà il benvenuto (Welcome) e si passa a scegliere  la formazione che più ci aggrada fra le otto nazionali disponibili: Italia, Inghilterra, Olanda, Brasile, Spagna, Francia (con una maglia rosa che la mia memoria proprio non ricorda), Germania e Argentina. Sembra la solita prassi, ma ecco spuntare delle facce tra il normale e il quasi ridicolo tra le quali scegliere il nostro alter ego: ovviamente si tratta di centravanti.
Si parte: la visuale è quella orizzontale e a battere il calcio di inizio saremo sempre noi. In alto radar, tempo e punteggio completano il tutto.
Se i precedenti titoli fra i quali Tehkan World Cup, Exciting soccer oppure Mexico 86 presentavano uno stampo arcade e nulla più, Football Champ si spinge oltre. Alla semplicità è stata aggiunta la componente extra della violenza quasi gratuita. Infatti sono disponibili ginocchiate assassine ad altezza volto e trattenute persistenti della maglietta. Soltanto l’intervento molto sporadico di un arbitro dalle movenze di un pachiderma può punire con un’ammonizione il nostro intervento fuori regolamento (in questo caso vedrete la giacchetta nera inserire i razzi nei piedi e dirigersi verso di voi con cartellino giallo o rosso). L’arbitro è anche tartassabile durante l’incontro: andandogli addosso cadrà come una pera sul terreno. Esilarante. Inoltre avrà anche il compito di fare il guardalinee.
Per ciò che riguarda la parte giocata il titolo non si discosta da quello che si è visto anche in altri giochi calcistici. Le metodologie per andare a segno sono le solite due o tre con piccole varianti. La manovra può essere impostata sia centralmente che sulle fasce, ma è da queste ultime che realmente può essere creata l’azione che ci porta al glorioso goal. Lo sfondamento centrale terminerà inesorabilmente una volta arrivati in prossimità dell’area di rigore dove i difensori o il portiere vi priveranno del pallone in modo lecito o illecito. Impossibile è segnare con un tiro che non sia “al volo” : soltanto una deviazione del portiere potrebbe portare ad un goal. Questo limite è anche dovuto ad una non celerissima risposta dei tasti. Lo stesso risultato i tiri da fuori area sono spessissimo preda del portiere. Quest’ultimo è anche il nostro uomo portatore di gioie e dolori. Infatti in base al suo stato di grazia dipende la segnatura della squadra avversaria; se para un sospiro di sollievo uscirà dalla bocca, mentre una possibile deviazione determinerà un goal con una percentuale prossima al cento. Praticamente non abbiamo possibilità di gestire il portiere.
Quando il pallone gonfia finalmente la rete si può ammirare la gioia del giocatore: lo si vedrà correre sotto la tribuna esultante oppure dirigersi verso il centro del campo inginocchiandosi con tutti i compagni attorno festosi. Provate a segnare verso lo scadere del tempo e vedrete il vostro giocatore esultare…vi lascio la sorpresa. Inoltre ci sono anche le espressioni dei vostri allenatori che cambieranno in base al punteggio. Non ricordo altri giochi aver curato questa parte in modo così particolare.
La parte grafica è semplice e funzionale. Colori accesi e animazioni assolutamente nella norma. Non mi sono piaciute quelle dei portieri: quando saltano sembrano avere le molle sotto i piedi. Belli alcuni effetti di zoom i fotografi che vengono abbattuti dal pallone ed alcuni tocchi di palla dei giocati utili per saltare l’uomo.

Il titolo Taito non innova certamente dal punto di vista del gameplay, ma aggiunge delle componenti estetiche ed anche pratiche che danno quel pizzico di divertimento rispetto ad altri titoli della stessa categoria. La difficoltà è ben calibrata ed arrivare ad essere i campioni del mondo è alla portata di tutti.

Voto: 7