Post recenti

Pagine: 1 ... 3 4 [5] 6 7 ... 10
41
Talk / Re: Calcio - Stagione 20/21: Trofeo di bronzo!
« Ultimo post da Top Dogg il Oggi alle 18:01 »
vero

cit...
• Ottantaseiesimo. Napoli sotto di due gol, lungo giro palla al limite dell’area dell’Hellas Verona. Una preparazione di due minuti per poi, infine, liberare al tiro Elseid Hysaj.

dove la gif di Decard :(
42
Play / Re: [PC][PS4][XO] Cyberpunk 2077 - RPG by CD Projekt
« Ultimo post da Mr.Pickman il Oggi alle 17:57 »
Nuova breve storia triste.
Scaricata l'ultima patch da 17GB che risolve tuttecose.
Avvio partita, faccio 2 passi e mi arriva sms da Judy. La chiamo.
Parte dialogo a scelta multipla dove manca la scelta di salutarci, quindi Judy mi resta al telefono forever.
Fine.

Sembra che abbiano capito cit.

Hanno diminuito la risoluzione su PS4 e migliorato il TRAFFICOOOO! (cit Zanzara)
E la folla, ora NPC e macchine da lontano sembrano sfuocate, avvicinandosi prendono definizione, ho finito le quest di Delamain, nel metodo più polacco del creato: anziché fixare i bug te le segna come completate. Alcune le puoi fare invece, quelle più problematiche invece no.
Una quest di Delamain ce l'avevo così buggata che avevo creato una nuova definizione di baco.
Avevo fatto esplodere l'auto, ma la missione non me la dava fallita. Il gioco aveva creato un altro Taxi che si poteva sincronizzare tranquillamente, ma che poi, una volta arrivava nei pressi della precedente auto di Delamain esplodeva di colpo. Questo in un loop infinito. Ora l'audio è sincronizzato bene, ma ho beccato nuovi bug su due missioni su due fatte. Tutte e due le ho ricaricate e funzionano.

Allego scatto della new versione PS4

43
Talk / Re: Calcio - Stagione 20/21: Trofeo di bronzo!
« Ultimo post da Ivan F. il Oggi alle 17:51 »
Avete segnato troppo presto.
44
Play / Re: [Arcade Cab] Topic sui cabinati per retrogaming
« Ultimo post da R11 il Oggi alle 17:49 »
Ho trovato in zona qualcosa ad un buon prezzo sembrerebbe.
Dalle foto non mi è chiare se è sporco oppure rovinato anche per a causa della poca luce.
Magic Nevada color blu, con crt 28" e pandora .

600€ ( che cercherò di limare)

Al limite mi faccio successivamente cambiare con un raspberry pi 4.

Che ne dite?





45

Alla fin fine Lupo può contare solo sulla sua spada.
E sulla sua abilità.
Alla fin fine il gamer può contare solo sulla sua esperienza.
E sulla sua intuizione.

Così inizia il duello, che è quasi un amoreggiare con il boss.


Questo nessuno lo mette in dubbio. Quello che critico e che ma fa francamente cascare le braccia è che ciò avvenga troppo poco (inteso proprio come quantità di scontri) e per di più diluito in un mare di esplorazione blanda, ripetitiva e noiosa di ambienti che diventano via via meno curati e meno affascinan, con controlli e telecamera non all'altezza e nei quali, per altro, si ripetono senza sosta i boss meno riusciti mentre i boss nuovi e belli latitano.

Secondo me volevano fare un altro Dark Souls, gli è venuto fuori un sistema di combattimento clamoroso ma hanno avuto paura di lasciare la loro comfrot zone. Il risultato è che hanno danneggiato il gioco facendolo rimanere in un limbo.

Fosse stato full action, focalizzato solo sugli scontri, adesso starei raccontando un'altra storia.
46
Per Dark Souls 2-3 però direi che l'unica idea fosse di battere il ferro finché caldo.
E si vede.

Sekiro secondo me è il modello di gioco a cavallo tra due ere che sempre più SH dovrebbero valutare come opzione.
Vasto, ma non così tanto e soprattutto, un gioco con un inizio e una fine definiti. C'è un po' di riciclo, artisticamente non ha i guizzi di Dark Souls o l'eleganza di Bloodborne, ma è un giocare nuovo.

Il Castello Jello ne è la spina dorsale, su tutti i piani d'analisi concepibili.
L'avvicinamento ne è un anticipo in scala ridotta e, chiaramente come dici, l'inesperienza gioca un ruolo fondamentale, poiché in realtà quella struttura pseudolineare avrebbe fiato corto (come poi del resto succederà). Di fatti, è proprio ogni volta che da esso ci si allontana che va perso qualcosa, sebbene nell'ottica di diversificare, cambiare il ritmo, sorprendere; per cui è un sacrificio di design che però risolleva il livello d'attenzione.
Irata dall'inizio alla fine? Attento a ciò che chiedi...

Se non ti ha convinto la scalata al monte di legno, From ha fallito senza appello : ).

DS2 fu fatto da Tanimura, ex director di King's Field che diede una direzione totalmente diversa alla saga, Miyazaki stava fecendo Bloodborne, e stava lavorando su DS3, lo ricordo perché con GMC facemmo una intervista a Max Pullerio, il senior artist di From, che ci concesse un'intevista vocale (mai rilasciata per questioni NDE) perché lavorava in JP con un amico [poi quella intervista fu trasformata e al 3% in una intervista sul blog]
L'idea di Tanimura era la fucina. Infatti DS2 è una officina delle build, totale libertà di scambiare i pezzi, attualmente è il gioco più rivalutato della saga (per me Drangelic è il Nirvana)
Secondo me Sekiro è un'evoluzione. Finalmente Miyazaki ha iniziato a farci fare il liceo, per farci diplomare al suo corso super rigoroso di spadazzate. Tassello finale del suo game design. Non c'è un pelo fuori posto a mio avviso.
47
Ho letto diversi interventi, e onestamente, non mi è mai sembrato ripetuto, accorciato o realizzato alla svelta. E' tutto voluto e saggiamente pianificato, non c'è niente di buttato al caso o ripetuto per il gusto di dover chiudere il gioco. Quello che è ripetuto per me è fortemente contestualizzato, i boss ripetuti fanno parte della mitologia del gioco, le zone sono collegate narrativamente, inoltre penso che Sekiro sia un ottimo tentativo di ibridazione con la redimorta Tenchu e con le meccaniche che appartenevano ad altre saghe di From, ben note ed amate.
Per me è sempre stata una scuola quella di From, fin dai tempi antichi.
Fin da quando conobbi i KF e SA, e fin prima. Ogni loro gioco mi ha sempre spiegato qualcosa, se ci penso, i King's mi spiegarono che l'ambiente dei livelli può nascondere orrende minacce, che il primo mostro può essere molto più forte del tuo main chara (semplicemente "perché sì") e che spesso, sotto le placide acque di un livello piatto e tranquillizzante ci sono crepacci e abissi che ti ghermiscono fino alla morte. Ogni loro gioco ha sempre aggiunto punti intuizione al giocatore che vi si affacciava.

Se sei uscito incolume dalla Fortezza di Sen o Boletaria, è difficile che il Palazzo Celeste possa rappresentare una reale minaccia per te. Hai un po' acceso la luce su questi giochi, e il buio cessa di essere un fascinoso mistero, come diceva King. Allo stesso modo però, ogni successivo gioco di FS ha aggiunto stilemi di gioco al tuo stilema di gioco. Bloodborne ha spiegato al giocatore la valenza del counter-attack, con quella dinamica eccellente che si traduce in soldoni in "Ti faccio sanguinare, ma ti restituisco parte del mio dolore". I Souls ci hanno insegnato quanto uno scudo possa fare la differenza, quanto questo strumento difensivo possa, in effetti, trasformare la disfatta in una gloriosa vittoria, anche inaspettata. Ogni gioco successivo di From aggiungeva punti intuizione al gamer, ogni titolo aggiungeva una meccanica che, se eravamo accorti, imparavamo ad assorbire ed immagazzinare nel nostro viaggio, come Naofumi di "Rising of The Shield Hero".
Infatti, non credo che fosse un caso che Bloodborne non avesse scudi e disponesse di relativamente poche poche build su cui contare, in effetti. Era il momento, quello, di apprendere la lezione sull'attacco, non la cieca ferocia ma il close combat super minuzioso, il momento giusto, quando affondi la carne blasfema, dopo che la tua è stata straziata (sto rileggendo Miura, se vede)
Non lo spamming delle mosse insomma, ma lo spamming su quell' i-frame di apparente invincibilità che ti permetteva di trifolare il nemico, like Padre Guascone, ma quando sei skill-based, e non corri sui tetti come uno stronzo.

Sekiro.
Sekiro è il diploma della scuola superiore (presumo che l'Univeristà sarà Elden Ring, con la sua dinamica full MMO + SP + permdeath) 

Sekiro è la summa di tutto quello che abbiamo vissuto "fromsoftwareaticamente" intendo, ci sono i livelli di Tenchu, ripetitivi ma metodici, strettamente collegati da un lento apprendere che gioca con la capacità di individuare lo stelath, quando occorre, e quando andare di katana.
Ci sta la meccanica mutuata di Bloodborne, ovvero, devi essere fondamentalemente aggro.
Puoi stare ad aspettare la bordata, certo, ma è dannatamente rischioso.
I mob segano i PV che è un piacere, i boss spesso oneshottano brutalmente, i mid-boss sono piazzati in luoghi genuinamente maledetti, pronti a distruggerti.
In Sekiro c'è anche la dinamica del contro attacco, a differenza di Bloodborne però, dove si padroneggia relativamente alla svelta, in Sekiro, devi eccellere in suddetta disciplina, Mikiri docet.
Ma posso procedere con le analogie.
Nei Souls, e anche BB, potevi affidarti agli item di cui disponevi, se un nemico era molto difficile ed ostico, era possibile bersagliarlo con attacchi a distanza, usare la build mago oppure arciere...in Sekiro no.
In Sekiro il numero esiguo di emblemi non permette così tanto di affidarsi su questo stratagemma, il braccio di Lupo serve, ma più per sondare le debolezze che terminare uno scontro, armi a distanza ci sono, e finiscono alla svelta. Gli emblemi sono dannatamente pochi e non ci puoi contare poi così tanto contro Boss e mid boss, senza contare che spesso sono aspirati dai livelli stessi.

Alla fin fine Lupo può contare solo sulla sua spada.
E sulla sua abilità.
Alla fin fine il gamer può contare solo sulla sua esperienza.
E sulla sua intuizione.

Così inizia il duello, che è quasi un amoreggiare con il boss.
I Souls non avevano quest'idea, lo scontro c'era, eccome, ma non era così essenziale, non era così nodale, così limitato e così zen, mi si passi il termine.
48
Play / Re: [PC][PS4][XO] Cyberpunk 2077 - RPG by CD Projekt
« Ultimo post da MaxxLegend il Oggi alle 17:16 »
Aspé.. in che senso "rovinatutto"?
49
Talk / Re: Consigli su acquisto PC Portatile
« Ultimo post da Wis il Oggi alle 17:12 »
L’aspetto sì. Materiali però non esattamente di pregio.
Insomma sono plasticone, però fanno il loro.
50
Talk / Re: Chat Zone
« Ultimo post da Shape il Oggi alle 17:12 »
Purtroppo per lui è sfruttatissimo dall'uomo:

https://it.wikipedia.org/wiki/Limulus_polyphemus

Citazione
Il sistema immunitario del limulo, per quanto semplice e primitivo, è in grado di riconoscere efficacemente i lipopolisaccaridi presenti sulla parete dei batteri Gram negativi ed eliminare questi ultimi racchiudendoli in un coagulo. Questa capacità ha portato allo sviluppo del test in vitro LAL (saggio del lisato di amebociti di limulus) o più semplicemente limulus test, usato comunemente per l'individuazione di endotossine batteriche nelle materie prime industriali e nell'acqua, così come in farmacologia e per l'individuazione di alcune malattie batteriche. Il sangue, materia prima del test, viene estratto dai limuli senza provocarne la morte, rigettando in mare gli esemplari al termine del salasso. Dal sangue si ottiene poi un lisato di amebociti (uniche cellule in circolo nel Limulus) che contiene gli enzimi che permettono la gelificazione in presenza del lipopolisaccaride batterico (LPS).

Il sangue dei limuli è quasi incolore, ma a contatto con l'aria assume una colorazione azzurra dovuta all'ossidazione dell'emocianina, un pigmento respiratorio contenente rame, che ha le stesse funzioni di trasporto di ossigeno dell'emoglobina. Diversi peptidi isolati da emociti di limulo si sono dimostrati, in test in vitro, in grado di inibire la proliferazione del virus dell'HIV[6].
Pagine: 1 ... 3 4 [5] 6 7 ... 10