TFP Forum

[T]alk => Media => Topic aperto da: fiordocanadese - 18 Mag 2017, 00:43

Titolo: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 18 Mag 2017, 00:43
Visto che su netfilx il genere prolifera riprendiamo stò topic? O ne facciamo un altro?

Comunque mi sono visto uno bello bello.

Biggie E Tupac (2002, Nick Broomfield)

Documentario che prende come spunto la morter a distanza di solo 6 mesi di questi 2 rapper famosi per parlare dei vari retroscena del mondo musicale dell'hip-hop degli anni '90, fatto anche di vero spaccio, inchieste dell'FBI e guerra tra etichette (ah, quando i dischi si vendevano..). Il taglio è quello spietato di questo genere di documentari: andare da chiunque possibile (finisco anche in prigione!) e sputargli le domande in faccia.
La storia che racconta tra l'altro non è tra le più conosciute, forse proprio all'ombra del talento di Tupac, o comunque ancora non ben assimilata.
Ci sono scene meravigliose come qualsiasi in cui appare la madre di Biggie o la suddetta scena in carcere.
Quando mostra le foto dei cattivi della storia tra l'altro mi ha fatto ricordare quanta paura da piccino mi metteva Chi L'ha Visto che guardava la mia mamma e le sue cavolo di foto zommate delle persone scomparse.
Ottimo.

(http://s3.amazonaws.com/hiphopdx-production/2016/11/161111-The-Notorious-B.I.G.-Tupac-827x620.jpg)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 05 Ott 2017, 01:51
Metallica: Some Kind of Monster (Joe Berlinger e Bruce Sinofskyk, 2004)
Documentario girato durante le registrazioni dell'album St. Anger, album tra i più deboli dei Nostri, da quello che ho capito.
Il film mostra i vari componenti della band presi in discussioni, problemi, serie di registrazioni, provini e ampi spazi di vita privata.
E' un documentario interessantissimo, che parla soprattutto dell'essere una rockstar, di quanto una vita del genere ti condiziona te e chi ti sta intorno (c'è una scena con il figlio di Lars Ulrich alla batteria, che è magari divertente, ma a ripensarci bene è parecchio significativa).
Il problema di questo documentario, però, è che sembra quei programmi di D-Max o MTV, cioè reality-show che però sanno di finto da lontano. O per lo meno di molto costruito, romanzato con però sotto, parecchia verità.
Comunque godibilissimo.
(https://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/4/45/Some_kind_of_minster_%28film%29.jpg)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 08 Ott 2017, 12:16
Perché più debole?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Diegocuneo - 09 Ott 2017, 18:33
Perché più debole?
Perché i Metallica,per me,sono molto melodici a loro modo,ed in questo proprio....no
Mille volte meglio la deriva rock-blues-ma pure no dei due Load/Reload
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 11 Ott 2017, 09:34
Ma invece qui risultavano effettivamente "moderni": via gli assoli di chitarra, batteria con sound pieno di rullante ignorante etc.

Il blues nell'hard rock é una deriva inizialmente inglese da fine anni '60, dove per fare i fighi e i allora moderni si prendeva a piene mani dai musicisti neri e si bianchizzava (dopo gli Stones tutta la dinastia Yardbirds: Clapton, Beck, Page) e chi prendeva in primis da altro (tipo Blackmore che veniva dalla classica) si trovava comunque a suonare anche e in buona parte quella che era la musica cool dell'epoca.

Ma era appunto un'epoca che avrebbe dovuto poi finire, provincialotti ai confini dell'impero nel 2017 alla Vasco Rossi permettendo.

Il cantante dei metallica è cmnq sempre stato, volutamente direi, anti blues con quella voce molto dritta e scandinavialmente sgraziata.
Mentre la band poi con il successivo ha fatto un passo indietro, magari per bilanciare e perché i chitarristi amano fare assoli (yawn), ma un hard rock-metal da nuovo millennio non può stare ancorato a stilemi da Whitesnake-Aerosmith.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 14 Mar 2018, 17:15
(https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/71pqAiYUV5L._SL1410_.jpg)
Su Netflix.
Dura 3 ore e mezzo. Ed è bellissimo.
La prima parte parta dei Beatles, tutti e 4 quattro sostanzialmente, ma dal punto di vista di Harrison e delle canzone (bellissime) che riusciva a far pubblicare negli album dei Beatles. E' naturale che sia la parte più interessante, quelle immagini e storie lì (ma anche solo i colori e le sgranature che quelle immagini hanno) sono magnetiche come sempre.

La seconda parte parte dalla divisione dei Beatles e tutto quello che ha fatto Harrison dopo e si concentra solo su di lui, sul personaggio sfaccettato che era, sulle sue canzone che teneva nascoste nei Beatles.

Consiglio tanto tanto.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: The Dude - 15 Mar 2018, 09:25
Grande Fiordo, non lo conoscevo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ifride - 16 Mar 2018, 00:16
Ho appena finito di vedere quello sui Daft Punk sempre su netflix, fatto molto bene.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 22 Mar 2018, 12:02
(https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/816bcq-hHIL._SY445_.jpg)

Sample This ( Dan Forrer, 2012)

Siamo sempre in territori Netflix, in pratica questo documentario parla della band che è stata fondamentale per la nascita dell'hip-hop (Incredible Bongo band) e si dilunga anche verso la nascita proprio dell'hip-hop (intervistati tutti i grandi precursori del genere come Afrika baambata o Grandmaster Flash) e sulla vita di alcuni personaggi della band ormai scomparsi.

E' il tipico documentario americano ben fatto, pompini a vicenda a nastro tra gli intervistati, ci si sofferma sugli argomenti più scabrosi (si parla di Charles Manson, anche se abbastanza marginale nella storia, e la morte di 2 componenti della band) ma fa un bel riassunto su come è nato l'hip-hop e cosa significa l'hip-hop, quali sono le sue quattro arti.

Sicuramente dipende anche da quanto uno è interessato all'argomento (quello di George Harrison per me rimane svariati gradini in su..) ma è un ottimo documentario davvero.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 23 Apr 2018, 01:33
Naturalmente su Raiplay ci sono anche i documentari, e che documentari!

Per esempio c’é quel capolavoro (si, qui non é una parola sprecata) di Bob Dylan - Dont Look Back (1967, sceneggiato e diretto dal documentarista statunitense D. A. Pennebaker).

Il succo del film é semplice: seguire passo passo il Nostro e il suo entourage (tra cui Joan Baez, per dire) nel tour del ‘65 in Inghilterra per 2 settimane.
E quello che filma Pennebaker sono veramente pillole di eternità: vedere Dylan che ride con Alan Price (che aveva appena lasciato il gruppo musicale The Animals), litiga con uno studente di scienze, Terry Ellis, futuro manager e cofondatore della casa discografica Chrysalis Records, si incazza con un giornalista del Time, urla, suona, legge i giornali in giro per il Regno Unito é capire veramente che cosa stava succedendo dal ‘64 al ‘69.
Dylan e i suoi, dall’America, si confrontavano e a volte scontravano con un mondo ancora ancorato ad un certo passato (l’incontro con la "moglie dell'alto ufficiale, futura sindaco di Londra, con i figli che si chiamano David, Stephen e Stephen" ha dello straordinario), essendo visibilmente almeno 10 anni avanti.
Oppure vedere che alla fine già esistevano certi atti di fanatismo delle fan verso l'artista (quello che subisce Bieber oggi però è sicuramente moltiplicato al 200%), il gesto di aggiustarsi i capelli da parte di una fan appena avvistato l'idolo Dylan spiega tutto.

Altra figura che ho adorato é Albert Grossman, il manager di dylan, ai tempi già 40enne. Figura micidiale la sua, faccia pacciccona ma che ostinata a far valorizzare il suo pupillo Dylan, e unica persona che puó stare con lui nel camerino prima che inizia un concerto.

Questo non è un documentario da consigliare, ma da prescrivere tipo ricetta il medico.

(https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/51tTrbstM3L.jpg)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Tetsuo - 27 Apr 2018, 20:49
Ho appena finito di vedere quello sui Daft Punk sempre su netflix, fatto molto bene.
Piaciuto anche a me.
A tratti galvanizzante, quando si parla di Coachella.
Avrei When You're Strange in canna, primo o poi..
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 27 Apr 2018, 21:49
E' molto buono quello su Iovine e Dr. Dre  The Defiant Ones su e di Netflix
Ma molto se volete saperne del mercato musicale americano

Alcune cose magari restano implicite per i non addetti, ma... l'ho già detto che é davvero buono?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 02 Mag 2018, 11:57
Dall'esordio di Netflix in Italia avrò visto un milione di documentari, quindi vorrei proprio partecipare a questo topic.

Ma per ora, tempo non permettendo, devo limitarmi a leggere.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: rule_z - 02 Mag 2018, 12:08
Consiglio fortissimamente questo:

(https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/41PV4mfIXUL.jpg)

Wild Japan della BBC.
Il br si trova a poco online, poco tempo fa l'hanno passato anche in tv su Focus.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 02 Mag 2018, 13:01
Di cosa parla?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: rule_z - 02 Mag 2018, 13:34
E' diviso in tre parti (corrispondenti a nord / centro / sud) del jap, è un documentario prettamente naturalistico quindi tanti animali (ed il loro rapporto con gli essere umani) e tanti bei posti.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Dr. Benway - 02 Mag 2018, 13:46
Lo consiglio anche io.

Il commento audio è veramente inconsistente: solo banalità e frasi fatte a ripetizione, e poche poche informazioni interessanti (almeno in inglese). Però la fotografia è fantastica e le immagini sono meravigliose.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 27 Giu 2018, 16:53
Winning (2017) di Jacqueline Joseph
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/winning-2017/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/0/6/9/7/3/406973-winning-0-230-0-345-crop.jpg)

Diversamente da quanto suggerisce il nome, Winning è un documentario sportivo che perde. Ah!
Eppure, il format sembrava vincente (o almeno pareggiante): cinque atleti che hanno fatto la storia (e che atleti!) raccontano cosa significhi per loro il concetto di vittoria (e beccatevi anche la rima!).
Cinque interviste da salotto che si alternano con la palese intenzione di non rompere le palle. Ma ci riescono? Questo ve lo spiego dopo. Prima voglio elencare gli atleti, nel mio personalissimo ordine di preferenza...

Edwin Moses, ostacolista. Uno degli uomini più eleganti che abbiano calcato le piste. Che ci racconta com’è stato difficile iniziare da diversamente bianco e come ancora oggi gli roda il culo per Mosca 1980.
Nadia Comaneci, ginnasta. Una delle bambine che è stata di più in TV prima di Non è la Rai. Che ci racconta cosa vuol dire prendere 10 alle Olimpiadi quando l’amiche sua manco pijavano 7 in condotta.
Martina Navratilova, tennista. Una delle donne più diversamente attraenti ad aver calcato i campi. Che ci racconta come si scappa dalla Cecoslovacchia, cosa significa essere lesbiche negli Stati Uniti e ora abbassa lo sguardo, ciccio, o ti smonto quella testa fottuta.
Jack Nicklaus, golfista. Dev’essere capitato negli studi per sbaglio. Il golf è uno sport? No. Di lui possiamo dire che è grasso. E che, nonostante tirasse palline in una buca, ci crede ancora oggi durissimo. Ma vai a cagare, Nicklaus.
Esther Vergeer, tennista su sedia a rotelle. Che avrà anche vinto qualcosa come un mijardo di partite di fila, ma non mi toglierete dalla testa che il politicamente corretto ha scassato la uallera. Con tutto il rispetto.

E quindi? Quindi il documentario, nonostante tre atleti di interesse, non funziona. Non funziona perché qualsiasi narrazione non fa in tempo a “entrare”, che inizia lo spezzone con un altro atleta. Non funziona perché chi fa le domande è ispirato come un poeta belga. Non funziona perché, anche se la Comaneci e la Navratilova ci provano, a far capire cosa significa “vincere” per una persona che è nata per vincere, il regista non riesce a dare forza a nulla. A questo punto, tanto vale guardare Nicklaus che si scappera.

Bottom line: A volte non è facile nemmeno vincere facile.

Voto: due palle (corte) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 29 Giu 2018, 17:24
Mission Control: The Unsung Heroes of Apollo (2017) di David Fairhead
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/mission-control-the-unsung-heroes-of-apollo/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/3/7/2/9/2/4/372924-mission-control-the-unsung-heroes-of-apollo-0-230-0-345-crop.jpg?k=bcd367a3d7)

La storia vera dei tecnici della NASA, ovvero quei nerd che indossano grosse cuffie finte nella sala di controllo mentre l’astronauta sta lì fuori a prendersi i riflettori. O esplodere. Sottotitolo: come ti mando un SUV spaziale sulla Luna con qualche litro di petrolio e un Commodore 64. Sotto-sottotitolo: MacGyver, top that, motherfucker!

Forse non molti riflettono sul fatto che, il giorno che l’uomo arrivò per la prima volta sulla Luna, era il 1969. Il 1969, accidenti! In TV c’era ancora la prima serie di Star Trek, i Led Zeppelin pubblicavano il loro primo album e non si era ancora giocata Italia-Germania 4-3. Solo Freedom era già nato, s’intende, che lui è vecchio.

Questo documentario, da par suo, riesce a trasmettere perfettamente quella sensazione. E raccontando la storia della NASA, dall’Apollo 1 alle missioni più recenti, racconta le storie di gente normale. Vecchietti con due palle di marmo che ora si godono la pensione, ma che un giorno di 60 anni fa ricevettero una telefonata, magari appena usciti dall’Università: “Dobbiamo mandare un uomo sulla Luna, John”. E si sono chiesti: “Ok, come si fa?”.

Esatto, come si fa? Come si raggiunge un traguardo senza precedenti nella storia, pur sospinti da una nazione intera? Non esistono tecnici specializzati in questo campo. Non esistono docenti universitari della materia. Non ci sono libri. Nessuno l’ha mai fatto. Ma tutto il mondo ci crede. Ditemi se non è questa la materia di cui sono fatti i sogni.

Alla fine, tutto il documentario scorre via come una irripetibile epopea, sempre in perfetto equilibrio tra suggestioni spaziali, dettagli tecnici, storia dell’Uomo e storie di uomini. A quale miglior traguardo puoi ambire, da regista? Nessuno. E quindi, promosso.

Bottom line: Top that, 2001!

Voto: quattro palle (spaziali) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 02 Lug 2018, 00:42
NOVA: Inside Einstein's Mind

Sono rimasto folgorato quanfo hanno risposto ad uno dei miei interrogativi di sempre: se il sole sparisse istantaneamente quanto ci metterebbe la terra ad accorgersene.

Poi finalmente ho capito cos'è l'orizzonte degli eventi. Non è un perimetro fisico. Cioè i buchi neri appaiono più grandi di quanto sono in realtá. Il nero parte dall'orizzonte degli eventi.

Altre cose che giá sapevo tipo che il tempo scorre più velicemente in prossimitá della massa.

Cose che non sapevo. Probabilmente Einstein ha avuto i semi della relativitá in quanto all'ufficio brevetti dove lavorava esaminava sistemi per la sincronizzazione degli orologi per i fusi orari appena introdotti.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 02 Lug 2018, 06:51
Grazie, messo in elenco di visione.

Questi documentari mi interessano, ma temo sempre possano essere una perdita di tempo perché mal scritti.

Se vedi American Experience: Tesla, mi risolvi il dubbio anche su quello  :whistle:
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 02 Lug 2018, 09:38
L'ho visto quello su Tesla. Più incentrato sua sua biografia. L'arrivo negli usa, prima la  collaborazuone con Edison poi la concorrenza per l'appalto sull'illuminazione pubblica infine la lunga decadenza fino alla comparsa di un certo Marconi.

Ne avevo visto un altro in precedenza che entrava più nel dettaglio sulla concorrenza tra corrente continua e alternata.

Da vedere anche questo
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 08 Lug 2018, 21:44
I doc di nova sono proprio belli.

Ho visto quello sulle batterie mi si è aperto un mondo.
Ora ho capito il perchè del litio e le strade che si stanno percorrendo per svilupparne di più potenti e soprattutto di più sicure (bucando una batteria a litio esplode ma spiega perchè a volte esplodono di loro sponte)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 09 Lug 2018, 10:30
How the Beatles Changed the World (2017) di Tom O'Dell
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/how-the-beatles-changed-the-world/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/3/2/3/9/5/432395-how-the-beatles-changed-the-world-0-230-0-345-crop.jpg?k=a48d7970e3)

Cosa dobbiamo farcene di un altro documentario sui Beatles, Paul? La domanda è lecita, considerato che, negli ultimi trent’anni, hanno girato documentari persino sui peli del culo di Ringo Starr. Eppure, questo ha sicuramente senso di esistere. Perché?

Perché How the Beatles Changed the World non parla dei Beatles, ma del fenomeno Beatles. E quindi non racconta (solo) di ragazzine che si strappano i capelli, ma esplora tutto il retroterra socio-culturale che ha permesso ai Beatles di imporsi. E che successivamente hanno contribuito a plasmare, con la loro musica e la loro immagine. Una gran rottura di palle, penserete.

In effetti, quest’ora e cinquanta di sociologi, psicologi e musicologi, non è una visione leggera. A metterla su carta, ne uscirebbe un libro degno di un esame universitario. Ma la narrazione è sempre dettata da immagini e musica che non si dimenticano, e sopratutto i concetti non sono mai banali o ridondanti. E alla fine, questo fa la differenza.

Per capire l’approccio, c’è un passaggio molto significativo, già nella prima parte. Un’esibizione dei Beatles davanti alla Regina d’Inghilterra. In quell’occasione, John Lennon aveva promesso ai suoi che avrebbe inveito al cospetto della regina, come per una forma di affermazione generazionale. Alla fine non lo fece, ma prima di un brano si rivolse al pubblico: "Ora vorrei chiedere a tutti voi di partecipare. Quelli seduti nei posti più economici, per favore, battano le mani. Tutti gli altri, possono agitare i gioelli". A quel punto, si ritrasse dal microfono con l’espressione di chi aveva disobbedito alla mamma. Su questa espressione si sofferma una delle analisi. Erano nati i Beatles. O meglio, il fenomeno Beatles.

Bottom line: It's been a hard doc's night.

Voto: tre palle e mezza (ma fabulous) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 15 Lug 2018, 15:23
La voce di Fantozzi (2017) di Mario Sesti
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/la-voce-di-fantozzi/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/0/5/4/7/8/405478-la-voce-di-fantozzi-0-230-0-345-crop.jpg)

Non è la storia di Fantozzi. E nemmeno di Paolo Villaggio. È un elogio del fantozzismo. Ovvero, un racconto dell’effetto dirompente che ha avuto la figura del ragioniere nel mondo dello spettacolo (e non solo) italiano.

Il documentario è quasi interamente basato su interviste, mai banali. Da Arbore a Banfi, Benigni, Costanzo, Fo, Parenti e Salce (figlio). Poi gli attori della serie, che raccontano Fantozzi ciascuno dagli occhi del proprio personaggio. Persino Cannavacciolo o lo stuntman storico di Paolo Villaggio. Ma soprattutto le interviste a Villaggio stesso, alcune struggenti, con lui che in vari momenti esce persino dal personaggio.

Notevoli gli spezzoni con lui che recita Fantozzi in sala di registrazione. Notevole l’aneddoto di Benigni con protagonista Alda Merini. Notevoli i racconti dei registi, o comunque dei tecnici, sulla genesi dei film. Valgono il prezzo del biglietto.

Il ritmo è compassato, soprattutto quando c’è la celebrazione del personaggio/persona piuttosto che l’approfondimento. Ma alla fine ti racconta un pezzo di storia con rispetto e competenza, e non è poco.

Bottom line: NON è una cagata pazzesca!

Voto: tre palle e qualcosa (ma clamorose) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 20 Lug 2018, 11:45
The China Hustle (2017) di Jed Rothstein
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/the-china-hustle/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/0/5/8/5/0/405850-the-china-hustle-0-140-0-210-crop.jpg)

Dopo la crisi dei subprime del 2006, Wall Street ha un problema: come si inventa un’altra truffa di alto profilo al sistema? Risposta: Beh, la Cina NON è vicina.

Molto brevemente. L’economia cinese mostra una (presunta) crescita a doppia cifra. Il paese è costellato di (presunte) società in espansione. Quotiamo queste società a Wall Street e convinciamo gli investitori a seguirci. Tutti vorranno salire sul carrozzone, no?

E funziona. Fin quando, ovviamente, qualcuno non decide di investigare e comincia a scoperchiare il pentolone cinese. Dietro le insegne, ci sono capannoni vuoti. Dietro i bilanci, ci sono le fiabe. Ma ormai è tardi. Tra i 20 e i 50 miliardi di dollari di investitori di strada evaporano. Ma nessuno, o quasi, pagherà.

The China Hustle spiega com’è potuto accadere. Racconta perché la Cina è il nuovo Far West. Ma soprattutto com’è stato possibile far funzionare tutto negli Stati Uniti. Cosa significano reverse merger e short selling. Perché gli organi di controllo non hanno potuto/voluto far nulla. È un “thriller”, come The Wolf of Wall Street, ma con la gente vera, molta con il fegato di fuori.

A un certo punto, un intervistato spiega: ora vi elenco le banche/società che fin qui sono state multate per condotta inappropriata. Questa, questa e quest’altra. Quanti sono andati in galera? Nessuno. E allora, chi se ne frega? Paghi e via verso la prossima “operazione”. La frode è solo una voce di budget.

Il resto lo lascio a voi. Non è sempre semplice stargli dietro, ma il ritmo è eccellente, gli intervistati fenomenali, e quando serve sa fermarsi per spiegarti cosa sta succedendo. E chissà cosa potrebbe aggiungere sull’argomento @Seppia ;)

Bottom line: Qualcuno ha detto Alibaba?

Voto: quattro palle (girate) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: MaxxLegend - 20 Lug 2018, 12:10
Voto: quattro palle (girate) su cinque
:D :D
E pensa quelli che davvero c'hanno investito..  :no:
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 20 Lug 2018, 12:43
Voto: quattro palle (girate) su cinque
:D :D
E pensa quelli che davvero c'hanno investito..  :no:
Quelli che ci hanno investito li tiene per le interviste finali.

Gente comune, che si è anche affidata ai consigli delle banche e ha perso i risparmi di una vita.
Anche colpa loro, intendiamoci, perché @Seppia ci insegna che ci sono dei criteri minimi per investire, ma brutte storie ugualmente.

Per varie volte, durante il documentario, il narratore rammenta comunque che la frode cinese non ha riguardato i massimi sistemi, ma i mom-and-pop investor. E alla fine fa vedere di chi sta parlando.

È un discorso complicato, perché l'intero apparato cinese ne esce con le ossa rotte, e non posso credere che tutto il Sistema Cina sia marcio a quel modo. Ma per la storia che deve raccontare, per quanto riguarda quel pezzo di mondo, non posso dire che il documentario sia sbilanciatissimo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Dr. Benway - 20 Lug 2018, 13:21
Wild Wild Country (6 puntate): all'inizio degli anni '80 Osho e i suoi seguaci (sannyasin) comprano un ranch di 64.000 acri vicino ad Antelope, una piccola cittadina dell'Oregon, con lo scopo di fondare la loro nuova comune. Gli abitanti del posto, però, non vedono di buon occhio questi nuovi vicini imbevuti di ideali new age e sostenitori del sesso libero, e cercano in tutti i modi di ostacolarne i progetti. I sannyasin a loro volta si difendono usando qualsiasi mezzo, legale o illegale che sia, scatenando una faida che durerà diversi anni.

La vicenda è appassionante e ricca di colpi di scena, e le sei puntate che formano il documentario sono ricche di interviste con i protagonisti e di filmati dell'epoca. La quantità di materiale video, in particolare, lascia a bocca aperta: si ha l'impressione che i creatori abbiano avuto a disposizione una riserva enorme a cui attingere, tanto che praticamene ogni fatto narrato è corredato da documentazione video.

È un peccato che la serie è si concentri sui rapporti tra le redneck e sannyasin senza soffermarsi particolarmente su quello che succede nella comune; sarebbe stato interessante sapere più nel dettaglio la vita quotidiana dei seguaci di Osho. Ma forse non era possibile dilungarsi ulteriormente, visto che già così il documentario dura quasi sei ore.

Un'altra cosa che mi ha lasciato perplesso è la decisione di non torchiare un po' di più certi intervistati, considerando la gravità delle azioni di cui sono colpevoli.

Tutto sommato, comunque, il documentario rimane caldamente consigliato.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 20 Lug 2018, 13:29
Grazie, @Dr. Benway!

Mi sembra che @Giobbi abbia parlato di questo documentario in chat, ma non so se l’aveva visto interamente.

Personalmente l’avevo già inquadrato, ma tendo a evitare i documentari a puntate, considerato lo scarso tempo a disposizione. Peccato che Netflix, ultimamente, si stia buttando a pesce su questo genere, immagino per massimizzare le ore di contenuto prodotto in rapporto al tempo di riprese.

Tra i documentari a stagioni credo di aver visto solo Making a Murderer, che peraltro consiglio.
Una storia surreale, che magari si trascina sul finale, ma che ha un paio di colpi di scena notevoli.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 20 Lug 2018, 13:45
Sì visto interamente e sì vale la pena.
Anche solo per alcuni approfondimenti sull'animo umano che ne possono derivare

Essendo a puntate in ordine cronologico in realtà si può considerare come 3-4 documentari diversi che coprono le varie fasi negli anni dell'ascesa dei personaggi in questione e di chi ci sta attorno.
Insomma non é fondamentale vederlo tutto di un fiato.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: naked - 22 Lug 2018, 07:24
Earth - un giorno straordinario.

Documentario sulla natura della BBC.
I livelli delle immagini, dei colori, delle riprese sono altissimi come tutte le altre produzioni della tv inglese. Straconsigliato per gli amanti del genere.
Trailer
https://www.youtube.com/watch?v=NJuuv7BTlQA



Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: ederdast - 23 Lug 2018, 13:29
Visto quasi due puntate due del documentario messo recentemente da Netflix sul conflitto del Vietnam.
Poco da dire, fatto da Dio e narrato pure meglio...
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 23 Lug 2018, 20:55
Ho visto un paio di puntate di Giappone: Viaggio tra le meraviglie, sul canale del National Geographic.

(https://s33.postimg.cc/xpc6y1hwf/locandina_hp_landscape.jpg)

Stile documentaristico classico al massimo, interamente basato sulle bellezze naturali e sulle città di maggior rilievo del Giappone.

Per il 95% si basa su riprese dall'alto, con narratore in cravatta che racconta.
Ma piano piano, eh, senza fretta, che questo drone da millemila euro dobbiamo ammortizzarlo.

Molto bello, eh, ma magari se stai al contempo mangiando con altri commensali e puoi fare le battutine idiote sui nomi dei posti. Visto dal divano da soli comincerei a scrivere proverbi a oltranza su una vecchia macchina da scrivere, probabilmente. Ma molto bello, eh.

Spoiler (click to show/hide)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 24 Lug 2018, 12:17
Spoiler (click to show/hide)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Cryu - 25 Lug 2018, 00:20
Ho visto Il Sale della Terra, documentario su Salgado di Wim Wenders. Ma non ho tanta voglia di parlarne. Belle ovviamente le foto, interessante la biografia del fotografo, ma la sensazione è che il cinema fosse il medium meno adatto allo scopo. Davanti alle foto mi dicevo "belle, ma perché un film?". Davanti al film mi dicevo "che senso ha riprendere un fotografo che fotografa?".
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 25 Lug 2018, 09:25
"Che senso ha riprendere un fotografo che fotografa?".
La mia risposta è totalmente pretestuosa, perché serve solo a suggerire di vedere McCullin (https://letterboxd.com/film/mccullin/), un documentario del 2012 sul fotografo di guerra Don McCullin. Per me, capolavoro. Quattro palle e mezza (sibilanti) su cinque.

In quello specifico caso, ovviamente direi, riprendere un fotografo che fotografa aveva senso.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 25 Lug 2018, 09:29
Making Fun: The Story of Funko (2018) di David Romero
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/making-fun-the-story-of-funko/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/2/4/9/7/8/424978-making-fun-the-story-of-funko-0-230-0-345-crop.jpg)

Ma sul serio Funko è questo fenomeno globale strappamutande? Ok, sapevo che aveva un seguito di fedeli @Vitoiuvaras, ma fino a questo punto?

Comunque, il documentario è il classico “Storia & gloria”. Interviste ai fondatori, confessioni dei creativi, filmati d’archivio e tutto quello che t’aspetti, a partire dai primi Funko di successo (Betty Boop e Austin Powers) e i Funko Fundays del 2002. Poi si passa presto alle interviste ai “funatic”, che ti raccontano il loro credo e ti mostrano la loro roba.

Questa è la parte più estrema, perché quello che puoi vedere nella casa (e nella testa) di un collezionista è sempre borderline. È il rischio che si corre quando scoperchi il disagio. Peraltro, non mancano alcuni appassionati insospettabili, tra wrestler, rockstar e registi. C’è un mondo, qui dietro.

Comunque, tutto il documentario è un crescendo in cui il fondatore si chiede “Ma sta succedendo sul serio?”. E la gente risponde “Vogliamo altri Funko”. E io penso “Ma sono pupazzetti con la testa ciondolante!”. E il commentatore spiega “Mille miliardi di Funko venduti!”. Ok, mi arrendo.

Nient’altro da aggiungere, se non che il ritmo è placido (anche troppo), le persone coinvolte sono millemila (anche troppe) e, per gran parte del tempo, c’è quel senso di stupore (o "WTF?!", meglio) che ti attraversa. Magari si potevano sforbiciare 2-3 collezionisti rincoglioniti e una ventina di minuti, ma alla fine non dispiace, via.

Bottom line: Funko Ntounico, paga Vitoiuvara!

Voto: tre palle (basculanti) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Vitoiuvara - 25 Lug 2018, 10:23
Neanche a me è piaciuto troppo.

Sul fenomeno Funko, che è davvero incredibile (aveva lo stand più grande di chiunqye al SDCC per dire, più della Marvel), sono abbastanza convinto che finirà male. Hanno una politica di inflazionamento del mercato che non può durare in eterno, contro ogni logica.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: ederdast - 26 Lug 2018, 10:39
Bhè sono a due puntate dalla fine della mia maratona nella "sporca guerra" targata Netflix.
Devo dire che un documentario bello e fatto bene come "Vietnam War" non l'avevo mai visto.
Tutto è raccontato, spiegato e "mostrato" nel miglior modo possibile.
In una delle prime puntate si vede in una scena che sembra una tranquiillissima ripresa da cinegiornale propagandistico un elicottero da trasporto che parte bello tranquillo da uno spiazzo nella giungla.
Peccato che dopo un secondo viene abbattutto dai Vietcong che irrompono da non si sa dove.
Ci sono rimasto tipo di sasso.
Ed è un continuo, tutte le parti di guerra accompagnano gli spettatori in mezzo a colline, giungle risaie e fanno veramente capire quanto il Vietnam si stato l'inferno in terra per tutte le parti coinvolte nel macello infinito.
Bellissimo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 26 Lug 2018, 10:42
Bhè sono a due puntate dalla fine della mia maratona nella "sporca guerra" targata Netflix.
Devo dire che un documentario bello e fatto bene come "Vietnam Var" non l'avevo mai visto.

Onestamente mi stai incuriosendo, nonostante le 18 ore di lunghezza.
Ma potrei dare una chance al primo episodio, in fondo.

Finora, oltre alla lunghezza, mi avevano convinto a desistere le eccellenti recensioni che aveva scritto @eugenio in chat.
Ovviamente, prima di averlo visto, solo per perculare le 18 ore  :D
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: eugenio - 26 Lug 2018, 11:20
Mi fischiano le orecchie.

Citazione
"Da Ken Burns, il regista famoso più per l'effetto omonimo che non per le sue produzioni cinematografiche, il nuovo e strepitoso documentario sulla guerra del Vietnam, dal titolo: La guerra del Vietnam.
Diretto con silenzioso distacco, poiché prodotto esclusivamente facendo taglia, copia e incolla di girati dell'epoca, l'eccezionale opera è il risultato di approfondite ricerche storiche atte a dimostrare che in Vietnam c'è stata la guerra.
La durata di diciotto ore è il frutto di un lavoro certosino di montaggio, segnato tra l'altro da diversi tentativi di suicidio da parte del montatore, un lavoro alfine incredibilmente concluso dal regista stesso grazie alla sua maestria nel ricollocare temporalmente diciotto ore di documenti dell'epoca in diciotto ore di documentario attuale.
Imperdibile."



Sento però la necessità di riportare uno scambio fuori contesto perché durante le nostre analisi idiozie ci sono stati diversi dialoghi, tra qui questo:

Citazione da:  [member=737
Drone_451[/member] ]
L'altra mattina ho preso l'autobus occasionalmente. C'era il conducente, io, una signora e due ragazzine poi quattro bangla, una rumena che parlava al telefono urlando, una zingara, un cazzo di non so cosa con in mano una bottiglia di birra e la donna che piangeva
Citazione da:  [member=10
Luv3Kar[/member] ]
Il solito matchmaking di merda.


Nota di debug per @Ivan F. : i quote corrotti sono dovuti al tentativo di usare le menzioni ai rispettivi autori.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: ederdast - 26 Lug 2018, 12:06
Bhè sono a due puntate dalla fine della mia maratona nella "sporca guerra" targata Netflix.
Devo dire che un documentario bello e fatto bene come "Vietnam War" non l'avevo mai visto.
Onestamente mi stai incuriosendo, nonostante le 18 ore di lunghezza.
Ma potrei dare una chance al primo episodio, in fondo.

Dura tantissimo ma affronta la narrazione in modo filologico dedicando a ogni puntata un periodo temporale "determinato" che ovviamente si accorcia quando il raccontato è più "denso" di avvenimenti.
Le puntate che riguardano gli ultimi anni della guerra mi stanno sembrando ancora più allucinanti delle precedenti.
Avete presente nei film sul Vietnam quando si vede il mitragliere in elicottero che spara sull'ogni bene che vede muoversi in basso?
Ecco, appunto....
 

Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Ago 2018, 00:12
The Bleeding Edge (2018) di Kirby Dick
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/the-bleeding-edge-2018/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/4/1/5/2/8/441528-the-bleeding-edge-0-230-0-345-crop.jpg)

“Big Pharma, non sei nessuno!”, spiega in apertura The Bleeding Edge. Perché più potente dell’industria farmaceutica, sorpresa!, c’è quella dei “dispositivi medici”. Protesi, peacemaker, sarcazzi. Un mercato stimato di 2,5 barche di soldi. Ma c’è un problema...

Se i farmaci, per ottenere l’approvazione della FDA, devono superare fino a tre fasi di verifica (per diversi anni e su centinaia di persone), per i dispositivi medici c’è tana libera tutti. Perché? Beh, quello ve lo spiega il documentario. Ok, ma quindi?

Quindi tutto The Bleeding Edge mostra casi di quello che non ha funzionato. Dispositivi contraccettivi che “viaggiano” dove non dovrebbero. Protesi metalliche che si sfaldano e diventi cretino. E molti pazienti che raccontano i loro guai, supportati da medici e avvocati.

Ok, tutto molto giusto, credo. Ma in 100 minuti di denuncia, almeno 45 secondi di contraddittorio? Non ci sono, perché le controparti non vogliono comparire. E qualche caso ulteriore? No, si parla perlopiù di un solo prodotto, con incursioni in altri due o tre. E sempre con i ritmi e i toni della denuncia velatamente indignata, aggressiva, cinquestellica.

Mah, più che un documentario, un post di Facebook.

Bottom line: Se sei real news ma racconti da fake news, perdi uguale.

Voto: una palla e mezza (l’altra mezza mi è caduta) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 01 Ago 2018, 13:15
Neanche a me è piaciuto troppo.

Sul fenomeno Funko, che è davvero incredibile (aveva lo stand più grande di chiunqye al SDCC per dire, più della Marvel), sono abbastanza convinto che finirà male. Hanno una politica di inflazionamento del mercato che non può durare in eterno, contro ogni logica.

Beh magari è già finita bene
 Nel senso che lo sanno che è un Hey hey my my
 E bruciano  finché possono

 Per il fenomeno invece sì l’ultimo anno si sono mangiati dei gran scaffali da gamestop.
 Per la disperazione delle due donzelle a cui non piacciono e le han tolto spazio per altro
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 01 Ago 2018, 17:29
The Bleeding Edge (2018) di Kirby Dick
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/the-bleeding-edge-2018/)


Repo Men è già qui
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 01 Ago 2018, 17:34
Visto quasi due puntate due del documentario messo recentemente da Netflix sul conflitto del Vietnam.
Poco da dire, fatto da Dio e narrato pure meglio...

Spettacolare 'sto doc. Mi si è aperto un mondo. Parte dalla colonizzazione francese inizio 900

Ora però mi sta succedendo una cosa che non avrei voluto, comincio a preferire i doc alle fiction
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: eugenio - 02 Ago 2018, 08:22
Derren Brown: Miracle (https://www.imdb.com/title/tt8599562/)

Lo showman lo presenta come uno spettacolo di illusionismo, è mostrato come uno spettacolo di illusionismo, alla fine sembra proprio uno spettacolo di illusionismo; che è?
È uno spettacolo di illusionismo.

Perché allora lo segnalo nel topic sui documentari?
Perché l'illusione è il contenitore, mentre il contenuto è una denuncia. Derren Brown dimostra infatti come le apparenti cure miracolose dei guaritori evangelici non siano frutto di chissà quali poteri o canalizzazioni trascendenti, ma siano l'effetto di precise e riproducibili tecniche da cui scaturisce il vero miracolo: le potenzialità dell'essere umano.

Il tutto, in un teatro gremito di persone, messo perfettamente in scena con grande effetto.
Come uno spettacolo di illusionismo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 11 Ago 2018, 23:07
LEGO House – Home of the Brick (2018) di Anders Falck e Stinus Morel Vithner
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/lego-house-home-of-the-brick/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/6/0/1/9/9/460199-lego-house-home-of-the-brick-0-230-0-345-crop.jpg)

Cinquanta minuti di pornografia Lego in cui si segue la costruzione di una uber-casa-museo-playground Lego a Billund, Danimarca. O almeno, ci si prova.

Tutto molto bello, non fosse che è perlopiù un incidente ferroviario. Inizia mostrando il progetto, e pensi di seguire i vari passaggi, ma poi salta a parlare di una persona qui, di un evento lì, di una storia della Lego su e non riesci ad appassionarti a niente.

Su Letterboxd ne parlano positivamente, ma non sempre è sufficiente il Lego-porn per farti tirare il mattoncino. Alla fine, mi ha mostrato molto, ma non mi ha raccontato nulla. Uno spottone di cinquanta minuti.

Bottom line: No, non mi ha fatto venire voglia di andare a Billund, che secondo me è anche un posto di merda.

Voto: due palle (quadrate) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 11 Ago 2018, 23:12
Probabilmente é meglio quella puntata sulla Lego dei Toys that made us sempre su Netflix

Ce ne é anche una interessante sul passaggio Diaclone-Takara --- Transformers
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 13 Ago 2018, 23:47
Karl Meltzer: Made to Be Broken (2016) di Matt Katsolis
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/karl-meltzer-made-to-be-broken/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/5/9/5/2/7/459527-karl-meltzer-made-to-be-broken-0-230-0-345-crop.jpg)

Karl Meltzer è un ultramaratoneta. Un uomo sempre sulla strada, scavato dalla passione per la corsa. E non solo sul volto.

Karl Meltzer ha deciso di voler completare il sentiero degli Appalachi, negli Stati Uniti. Circa 3.500 chilometri, attraverso 14 stati. Solo il 25% di chi tenta l'impresa riesce a portarla a termine. La maggior parte impiega tra i 4 e i 6 mesi. Lui vuole riuscirci in 46 giorni e spiccioli. Perché quello è il record.

Karl Meltzer ha un cappellino della Red Bull, un fisico sbilenco e due piedi che hanno visto l’inferno. La sua crew spiega che ogni giorno devono intercettarlo lungo il percorso e preparargli pasti da migliaia di calorie. Suo padre racconta della notte che lo aspettò al checkpoint per sei ore. Sua moglie ammette che una volta, mentre dormivano nel camioncino, dovette girarsi verso il finestrino per quanto suo marito puzzava.

Karl Meltzer non sa nuotare. Ma quello è il minimo. Perché nei 3.500 chilometri degli Appalachi puoi sbagliare un guado, ma soprattutto puoi poggiare un piede dove non poggeresti lo sguardo, puoi incrociare un serpente a sonagli, puoi imbatterti in un orso.

Sono le 4 del mattino in Georgia e Karl Meltzer “is smelling the barn”. Nelle ultime 24 ore era chiamato a percorrere circa 135 chilometri, ovvero 3,5 maratone, in un’unica sessione. Quando avrò 75 anni, spiega Karl, è questo che vorrò ricordare. E alla fine...

Bottom line: Siamo giocattoli, e a qualcuno piace romperli

Voto: tre palle e mezza (con le vesciche) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 15 Ago 2018, 20:57
Sulla carta sembra niente male. Purtroppo, pensare di metterci sopra altri 8 euro al mese quando hai già Sky, Netflix, Amazon Video e Twitch dove @Vitoiuvara mostra il culo... Insomma, non saprei.

(https://s22.postimg.cc/a5dgfs45t/5_C05_D7_DB-_FC31-4975-92_FC-5159_E52_FEF45.jpg)

Spoiler (click to show/hide)

Ah, dimenticavo... Qui (http://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2018/08/15/news/stingray_qello-203743632/) l’articolo!

Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: naked - 15 Ago 2018, 21:15
Ma twitch è gratis.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Vitoiuvara - 16 Ago 2018, 18:15
Ma twitch è gratis.

No, il culo lo mostro solo agli abbonatri Premium.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 19 Ago 2018, 21:17
Assolutamente imperdibile

https://www.raiplay.it/programmi/allaricercadellohobbit/

In tempi non sospetti ho letto più volte the hobbit, il signore degli anelli, il silmarillion, le avventure di tom bombadil e la biografia di tolkien ma non sapevo che l'origine di tutto fosse l'edda.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 19 Ago 2018, 21:40
Me l’avevi venduto, ma... cinque puntate :death:

Quanto dura ciascuna che sul sito RaiPlay si capisce $€&@?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 23 Ago 2018, 13:18
The Most Unknown (2018) di Ian Cheney
Link Letterboxd (https://letterboxd.com/film/the-most-unknown/)

(https://a.ltrbxd.com/resized/film-poster/4/4/9/3/4/9/449349-the-most-unknown-0-230-0-345-crop.jpg)

Questa è la storia di nove scienziati, ognuno impegnato in un diverso campo della scienza moderna. Ma tutti con un simile obiettivo: tentare di fare luce su un aspetto ancora ignoto del proprio ambito. Può essere la materia oscura, la coscienza umana o la muffa, non importa. Il concetto è che tutti beccano i finanziamenti ma, in realtà, non c'hanno capito una mazza.

La struttura del documentario è assai peculiare. In sostanza, il primo scienziato va a far visita al secondo sul suo luogo di lavoro e parlano dei rispettivi campi. Poi lo scienziato che ha ricevuto la visita si mette a sua volta in marcia e va a trovare un altro scienziato. E via andare...

Ora, perché ho interrotto la visione a metà (quattro scienziati) e quindi questa recensione non ha il voto? Perché molto presto mi sono accorto che è interessante sentire due persone di scienza che si confrontano, ma a conti fatti nessuno approfondisce nulla degli aspetti scientifici. Il primo scienziato tenta di riassumere all'interlocutore in venti secondi cosa fa per campare, il secondo scienziato fa qualche osservazione arguta, si fanno vedere i laboratori e qualche procedura, ci si stringe la mano e #tantisaluti

Insomma, ci sono molti scienziati, ma poca scienza. E per me, non funziona.

Bottom line: La materia è sconosciuta, ma potevate anche dirmi qualcosa di più...

Voto: zero palle (interrotte) su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 27 Ago 2018, 08:38
Visto, assolutamente meraviglioso.

Ieri sera su RAI1 ho visto The Remnants

http://www.theremnantsdoc.com/

Laos 50 anni dopo che gli yankee hanno sganciato 3 milioni di tonnellate di bombe su una regione di tre milioni di abitanti il paese è ancora pieno di mine e bombe inesplose. Bombe a grappolo nei campi più numerose dei funghi.

Le quadre di disinnesco lavorano a pieno regime per bonificare i campi dove la gente ancora salta in aria.
A fine anni 60 un aeroporto del paese, ora in disuso, era il più trafficato del pianeta con 400 voli al giorno.

Ora il Laos è aperto al turismo ma la memoria storica degli abitanti credo nutra ancora rancore verso gli occidentali.
 
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: xkp - 28 Ago 2018, 09:16
Ho visto S is for Stanley, bel documentario sul tuttofare di Kubrick.
Sicuramente interessante anche se a me ha emozionato e commosso molto di piu' il libro.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 29 Ago 2018, 11:57
Su netflix c'è Indie Game: The Movie
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 30 Ago 2018, 09:11
Non ce la faccio ad arrivare alla fine, mi fa salire l'ANZIA

Principalmente racconta la storia degli sviluppi di FEZ, Braid e Super Meat Boy. Tre/quattro anni di NON vita per diventare milionari (se va bene).

La morale è: in qualsiasi progetto vi possiate imbarcare MAI avere soci.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 30 Ago 2018, 09:23
Su netflix c'è Indie Game: The Movie

Ovviamente l’ho visto, al tempo.
E l’ho trovato niente male.

Deve avergli detto culo, per aver scelto tre progetti che poi si sono rivelati “epocali”, ma il risultato è che hanno raccontato personaggi e storie di vita non banali.

Non parlerei di ansia, ma la miserabilitudine delle loro vite, in quegli anni, è effettivamente complicata anche solo da osservare.

Il socio diabetico del team Meat Boy avrei giurato che non ci arrivava, a vedere pubblicato il gioco.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 30 Ago 2018, 09:38
Si perchè quello di FEZ? Combo padre leucemia/ genitori separati/ padre morto/ mollato dalla donna/ socio bastardo. Tipo se non riesci ti spari sicuro

Mi piacerebbe vedere il tipo di minecraft. Quello ha fatto davvero i gigadollari
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 31 Ago 2018, 11:44
Finito di vedere il doc. Ste cose avvenivano nel 2010

Sto davvero dietro come il culo di un cane.

Devo ricominciare a seguire un po' la scena.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Dan - 01 Set 2018, 01:35
Su netflix c'è Indie Game: The Movie
Deve avergli detto culo, per aver scelto tre progetti che poi si sono rivelati “epocali”, ma il risultato è che hanno raccontato personaggi e storie di vita non banali.
Se non erro, in realtà, hanno seguito diversi sviluppatori/giochi durante la produzione, ma poi hanno deciso di concentrarsi solo su quelli più "promettenti" o comunque più interessanti dal punto di vista umano. Detto ciò, io l'ho trovato a tratti commovente. Il fatto è che lo stress psicologico palpabile nei casi del film è in realtà il male comune alla stragrande maggioranza degli sviluppatori indipendenti (e non). Parlo per testimonianze lette, conoscenze dirette e indirette, e per esperienze personali. Lavorare a progetti del genere è distruttivo, è quasi masochismo. E nel film vengono appunto mostrati i casi dove poi, alla fine, si può dire che ce la abbiano fatta. Ma provate a pensare a tutti quelli che hanno vissuto le stesse tribolazioni e che poi hanno fallito. Al solo pensiero a me sono venuti i brividi.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 01 Set 2018, 11:41
Molti sono elencati nel kilometrico credits
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Set 2018, 12:57
Su netflix c'è Indie Game: The Movie
Deve avergli detto culo, per aver scelto tre progetti che poi si sono rivelati “epocali”, ma il risultato è che hanno raccontato personaggi e storie di vita non banali.
Se non erro, in realtà, hanno seguito diversi sviluppatori/giochi durante la produzione, ma poi hanno deciso di concentrarsi solo su quelli più "promettenti" o comunque più interessanti dal punto di vista umano.
Ah, mi sembrava una combinazione degna dell'Oracolo di Delfi!
Dove posso trovare un elenco dei progetti che hanno seguito?


Citazione
Detto ciò, io l'ho trovato a tratti commovente. Il fatto è che lo stress psicologico palpabile nei casi del film è in realtà il male comune alla stragrande maggioranza degli sviluppatori indipendenti (e non). Parlo per testimonianze lette, conoscenze dirette e indirette, e per esperienze personali. Lavorare a progetti del genere è distruttivo, è quasi masochismo. E nel film vengono appunto mostrati i casi dove poi, alla fine, si può dire che ce la abbiano fatta. Ma provate a pensare a tutti quelli che hanno vissuto le stesse tribolazioni e che poi hanno fallito. Al solo pensiero a me sono venuti i brividi.
Sì, quoto tutto, assolutamente.

Peraltro rammento ora che c'è una specie di sequel su Netflix, che tuttavia non ho ancora visto: Indie Game: Life After.
Al tempo, credo di averlo bypassato proprio perché non ne potevo più di assistere al disfacimento di quei poveri ragazzi.
Ma se ho la possibilità, poi me lo vedo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Dan - 01 Set 2018, 13:49
Ah, mi sembrava una combinazione degna dell'Oracolo di Delfi!
Dove posso trovare un elenco dei progetti che hanno seguito?
Mi sa che non c'è una lista, ricordo di aver letto da qualche parte che avevano registrato 300+ ore e intervistato una ventina di sviluppatori. Qualcosa di questa roba dovrebbero averla pubblicata proprio nel secondo film di cui parli, ma che non ho visto (su Netflix Italia non c'è, sicuro di averlo trovato lì?)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Set 2018, 13:55
Qualcosa di questa roba dovrebbero averla pubblicata proprio nel secondo film di cui parli, ma che non ho visto (su Netflix Italia non c'è, sicuro di averlo trovato lì?)
D’oh, devo averlo visto su Netflix USA quando usavo la VPN  :hurt:

È passato un sacco di tempo, speravo fosse arrivato anche qui.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 01 Set 2018, 14:57
Non c'è

Sto guardando Man Vs Snake. Tim McVey che fa un miliardo di punti al Nibbler alla Twing Galaxies di Ottumwa in Iowa.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 01 Set 2018, 14:58
Ste cose sono pericolose. Poi mi viene voglia di recuperare gli Electronic Games americani e spendo i miliardi
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Set 2018, 15:06
Sto guardando Man Vs Snake.

Netflix si è ormai stancato di suggerirmelo.
Ci ha provato per mesi, ma senza successo.

Ma fammi sapere com'è, che magari gli do soddisfazione.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 01 Set 2018, 19:03
No lo devi vedere c'è una sorpresona termonucleare globale  :D
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 02 Set 2018, 18:10
Il doc augli eSports All Work All Play è una palla micidiale.

Warcrafy 2 e League of Legends

Le star guadagnano come uno sviluppatore indie che piazza un titolo di successo
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 02 Set 2018, 20:28
Su Prime c'è CODumentary, un doc fighissimo su Call of Duty.

Non sapevo che i Respawn quelli di Titanfall provenissero da una costola della Treyarc dopo aver lotigato con Activision
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 02 Set 2018, 20:44
Ehi, se continui non ci sto più dietro, che quel poco tempo a disposizione l’ho investito in Rick & Morty!

Questa settimana, se riesco, recupero qualcosa di quello che hai scritto.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 05 Set 2018, 22:58
Prime La tela del ragno: il secondo impero britannico

Come l'inghilterra si è reciclata da impero coloniale ad impero finanziario da dopo gli anni 50 ed attualmente è in essere il più grande paradiso fiscale del pianeta, sia in loco attraverso la City che offshore attraverso i suoi ultimi possedimenti come le cayman.

La struttura mediovale della City e la differenza tra il Trust ed il segreto bancario svizzero.

Tutte cose banalissime per i laureati in economia ma che io non avevo mai veramente focalizzato.

Noi italiani siamo dei pezzenti in materia di evasione fiscale i mangiaroastbeef rullano supremi

Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 15 Set 2018, 22:51
@naked
Su Netflix The Mountain è piuttosto artsy sia come musica che immagini e potrebbe piacerti
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 28 Set 2018, 19:33
@Giobbi, il documentario Netflix su Quincy Jones l’hai visto?

Nel caso, merita?
(Sono oltre due ore!)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 29 Set 2018, 07:30
@Giobbi, il documentario Netflix su Quincy Jones l’hai visto?

Nel caso, merita?
(Sono oltre due ore!)

@Ivan F.
Non l'ho visto
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 29 Set 2018, 17:07
Su Raiplay (sito streaming della Rai bruttarello come è organizzato ma con catalogo fantastico) ho trovato tutto il bellone Blu Notte!!!!
Mi sono già bevuto 2 episodi (caso Mattei e i mitici misteri di Alleghe!!!).
È veramente un gran programma!
Certo Lucarelli che prima di parlare di gira sulla sedia al giorno d'oggi è ridicolo. Fece bene De Luigi a parodizzarlo.

(https://s1-ssl.dmcdn.net/-B3a/x1080-e9u.jpg)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 30 Set 2018, 22:22
@Giobbi, il documentario Netflix su Quincy Jones l’hai visto?

Nel caso, merita?
(Sono oltre due ore!)

@Ivan F.
Non l'ho visto

Rettifico, incuriosito ne ho visti un 45 min.
Direi che no, non vale la pena.
Ha un cattivo rapporto tempo/contenuti, vecchietto che beve troppo e sta male, vecchietto che viaggia troppo causa malefica Spotify e sta male etc.. e flashback un po' troppo da wikipedia.

Molto buoni i primi 3 min. con Dr. Dre e potrebbero bastare.
Contenuti che però non so in che modo passino a chi non é del settore, può essere che:

a) Sembrino le solite banalità, "bisogna essere umili con sé stessi in fase creativa" etc
b) Siano invece situazioni assimilabili ad altre situazioni in altri campi

Persona molto valida Q ma direi che questo documentario non gli rende granché giustizia essendo noiosello e piuttosto "vuoto" :(
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Gold_E - 30 Set 2018, 22:43
Tempo fa vidi su Netflix il documentario
IT MIGHT GET LOUD nel quale si parla e su confrontano gli stili di The Edge, Jimmy Page e Jack White. Molto bello, ve lo consiglio.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Ott 2018, 15:45
Tempo fa vidi su Netflix il documentario
IT MIGHT GET LOUD nel quale si parla e su confrontano gli stili di The Edge, Jimmy Page e Jack White. Molto bello, ve lo consiglio.

E voi credete che io non abbia visto anche questo, amisci?

Documentario che consiglio anche io.
Non ha i ritmi e i contenuti che speravo, onestamente, ma anche solo vedere i tre insieme ripaga la visione, IMO.

(https://i.postimg.cc/mDm4w2G0/418_C686_F-4258-4_CB9-8343-93_CF8_E5_B76_D8.png)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 04 Ott 2018, 17:23
Numero Zero. Alle Origini Del Rap Italiano. (2015, Enrico Bisi)

Che vi devo dire che il sottotitolo non spiega? Credo nulla se non che a fine visione la voglia di ributtarsi in queste sonorità è forte. Stamattina dubito che mi sarei ascoltato il primo demo di Bassi Maestro e altre cose vecchiotte. Si sa sta roba può rintreppare il cerv.... 1992, GUYZ! BUS DEEZ BEST B-BOY EVA!!! YO! YO! YO! DALLA RAPADOPA FUNKY! QUI NON SIAMO STANCHI YO! YO! E' LA POSSE! ONDA ROSSE!..ello senza che ci se ne accorga.

Apparte, gli scherzi la storia è di quelle interessanti, di quelle che iniziano, esplodono e purtroppo finiscono male.
Viene spiegato tra l'altro bene tutti i vari aspetti del movimento, dalle varie nascite (Roma rimasta indietro..) al loro dire no a tutta la droga che non sia la cannabis (messaggio potente in anni in cui il movimento rave che si sta espandendo dall'Inghilterra fino a noi).
Come i documentari belli è la storia che la fa da padrone e sicuramente questa è una storia che era degna di essere raccontata, con tanto di quei filmati che mettono sempre un misto di tenerezza e nostalgia anche se non li hai vissuti quegli anni. Poi, oh le facce del rap italiano storico sono proprio belle, vissute, da chi ne ha viste un bel pò.
Peace, Bro!

(http://www.hiphoprec.com/images/Numero_Zero_Rap_italiano.png)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 04 Ott 2018, 17:28
Numero Zero. Alle Origini Del Rap Italiano. (2015, Enrico Bisi)

Ah, visto anche questo, e premiato con tre virgola cinque palle su cinque.

Non è la mia estrazione, quindi posso dire solo che come racconto è ben scritto (anche se la narrazione a tratti è troppo "sofferta"), come interviste c'è parecchiotta robetta, come musica anche.

C'è una discreta vecchianza visiva che permea qualche intervista, ma il tempo passa :)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 09 Ott 2018, 17:09
Rolling Stones: Crossfire Hurricane (Brett Morgen, 2012)
Altro documentario musicale.
Vabbè si parla di un mito, della prima ventina di anni di carriera dei Rolling Stone.
Quando avevano pochi rivali, sia come qualità di brani sia come mere super star o animali da palco.
Altro che la storia del rap italiano verrebbe da dire, che non è giusto ma è praticamente inevitabile.
Magari potrebbe far storcere il naso a qualcuno che non sono troppo pignoli con le date o i luoghi (non li dicono praticamente mai) ma dopo un pò ci fai il callo.
Ti sputano in faccia tipo 100 informazioni al minuto correndo come matti nel tempo (la questione Brian Jones archiviata in neanche 3 minuti) quindi è normale avere un sacco di stimoli ed è facile perdersi qualcosa.
Come notare che una volta finita l'era hippie, alla fine i giovani che andavano a vedere i concerti rock nei '70 non erano così diversi da noi, apparte la mancanza di cellulari alzati.

Non credo ci sia altro da aggiungere se non...... la risata di Keith Richards d'oggi a fine di quasi ogni frase. Credo solo facendo la vita che si è fatto (e si è fatto tantissimo oltre a farsene tantissime) PUOI AVERE QUELLA RISATA. EH EH EH.

(https://www.videomuzic.eu/wp-content/uploads/2017/02/rolling-stones-crossfire-702x336.jpg)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: xkp - 12 Ott 2018, 19:03
Ho visto Il sale della terra, e contrariamente a quanto qualcuno ha detto qui, dicendo che forse fare un film su di un fotografo e' una specie di controsenso, io invece l'ho trovata un'ottima idea.
Il fatto che il film sia diretto da un ottimo regista infatti, ha generato momenti in cui le foto splendide di Salgado ricevevano quasi un omaggio dalle splendide riprese di Wenders, una specie di amichevole gioco delle parti, a tratti una sfida, e comunque un esaltare a vicenda due arti che non sono e non possono e non vogliono essere mai la stessa cosa.
Davvero molto molto bello.
Grazie del consiglio
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 04 Nov 2018, 07:05
Ma Il trono dei droni è fighissimo

Guerra elettronica per difendere lo spazio aereo dai droni

Ma se i droni sono programmati e non ricevono comandi? L'unico modo sono i jammer gps. Il mercato in questo campo sta avanti alle tecniche militari.

Ma la cosa più figa sono i droni per la rilevazione ambientale controllati da intelligenza artificiale con telecamera laser. Entrano in un ambiente e lo mappano 3D esattamente come le sonde di Prometheus (!!!)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Goffraiden - 04 Nov 2018, 11:03
Di recente su Netflix ho visto AlphaGo, il documentario sulla storia della prima IA in grado di battere un umano a Go. Da appassionato di informatica ed estimatore del Go, ma da totale neofita di documentari, l'ho trovato molto bello. Far diventare avvincente una partita tra un PC e un timido coreano non era semplice, e anche far capire cosa davvero sia il Go per chi lo gioca e lo "vive".

Già che siamo in argomento, cosa c'è di assolutamente imperdibile a livello di documentari su Netflix ora?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 04 Nov 2018, 12:52
AlphaGo è piuttostamente bello #guardavatevelo

@Goffraiden, guardati Restrepo.

TFP Link :: https://letterboxd.com/film/restrepo/
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 05 Nov 2018, 22:28
Sto vedendo Fahrenheit 11/9 di Michael Moore

La prima ora è dedicata allo sputtanamento di trump insinuando un rapporto incestuoso con la figlia abbastanza yawn seguono inchieste varie
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 30 Nov 2018, 22:46
I secoli bui un'epoca di luce

Puntata dedicata all'invenzione del cristianesimo nato sui miti delle precedenti religioni pagane. La sua evoluzione nel corso dei secoli.

Interessante l'evoluzione delle icone quali gesù e maria e quella dei luoghi di culto.

Le basiliche romane racchiudono testimonianze storiche incredibili ci vorrebbe una seconda vita solo per avvicinarsi.


Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Claudio - 01 Dic 2018, 10:33
I secoli bui un'epoca di luce



Dove si può guardare?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 01 Dic 2018, 12:57
I secoli bui un'epoca di luce



Dove si può guardare?

Raiplay
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 26 Dic 2018, 01:31
Human Flow Assoluta

Visione delle ragioni dei flussi migratori a livello globale. Doc dal taglio realistico senza censure, abbastanza tosto da guardare.

TFP Link :: https://youtu.be/bbLKHz5CHUU
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 28 Dic 2018, 17:09
Su Netflix piuttosto bello quello prodotto da Di Caprio su uno scultore polacco ora idolo dell'estrema destra interna, Szukalski TFP Link :: https://www.netflix.com/it-en/title/80109551
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 29 Dic 2018, 23:14
Lo sto guardando ora. Fantastico.

Quest'uomo ha attraversato la storia da protagonista dalla fine dell'800 fino alla fine degli anni 80. Incredibile fare tutte quelle cose in una sola vita tra le quali prendere per il culo hitler e disegnare i fondali della prima versione di king kong.

Indipendentemente dalla sua persona la sua arte mi piace moltissimo.

VM14
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 03 Gen 2019, 00:46
Oggi ho beccato su Sky Arte, quasi per caso, Amabili Mostri: 100 anni di effetti speciali.

Citazione
La storia degli effetti speciali e delle creature prodotte in studio da abili artigiani: senza di loro il cinema sarebbe qualcosa di diverso. Un mondo costantemente aperto a nuove possibilità tecnologiche.

Ho visto la seconda metà, e solo in quella intervistano gli autori degli effetti speciali di mezza storia recente del cinema, da Jurassic Park a Hellboy, King Kong, Alien, Starship Troopers, Il Signore degli Anelli e tutto il cucuzzaro.

A parte che diversi si piangono addosso (“Sigh! Ci hanno sostituito con i computer! Sigh!”), è molto carino.
Filmati storici a manetta, inclusi dietro le quinte e pupazzoni sviscerati.

Se becco la prima parte, la vedo.
@naked, dagli un occhio, se non l’hai visto.

TFP Link :: https://www.cinetvlandia.it/satellite/amabili-mostri-100-anni-di-effetti-speciali-il-documentario-in-prima-tv-su-sky-arte
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 18 Feb 2019, 21:03
Palio (Cosima Spencer, 2015) NETFLIX

Anche se di provincia questo è un documentario che parla della mia città e di una delle corse di cavalli più famosi al mondo. Produzione italo-inglese (come la registra, tra l'altro anche figa) e che bello ogni volta che soldi esteri vengono spesi per far pubblicità al nostro Paese.
Perchè questo film di quello si tratta, ok mostrare il controverso sistema di potere del Palio, ma quando inquadri piazza del Campo o mostri con la telecamera come è l'entrata in Piazza nei giorni del Palio da uno dei vicoletti laterali, quello è tutto grasso che cola, pubblicità volente o nolente.

Un documentario che più che parlare, come sempre, delle contrade, prende il punto di vista dei fantini che nel film vengono descritti così "Sono considerati soldati di ventura, mercenari, più abili a piedi che a cavallo. Non possono essere sinceri, perché tutti sanno che al Palio la corruzione è lecita. I fantini sono al centro di un gioco di relazioni, alleanze e denaro che arriva fino al momento della partenza, della “mossa”, del Palio”.

Quindi niente filtro, niente demonizzazione o santificazione, solo mostrare veramente quello che è il Palio e la città. Ricordiamoci che nel 1945 appena finita la guerra ci fù quello definito come il Palio Della Pace, dove però si verificò la più grande scazzottata del secolo. Oppure che è inusuale che un fantino a fine corsa finisca quasi linciato ma può succedere ed è successo.
Tanto per far capire di cosa stiamo parlando.

Formidabile quando intervistano Aceto, il più forte fantino del 900 (non di sempre però..) tanto per capire il temperamento di queste persone e la forza di volontà che un partecipante alla gara deve avere.

Insomma io, da provinciale senese, me lo sono visto con un misto di tenerezza verso le immagini e a volte sconforto.
Forse per chi non è così vicino, resterà soltanto lo sconforto.

(https://i.postimg.cc/xCLyKFR6/PALIO-web-1-1024x562.jpg) (https://postimages.org/)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 28 Feb 2019, 09:32
Chi fa un lavoro più bello di Michael Portillo?

Girare il mondo per vedere i posti più belli del pianeta.
La serie americana è spettacolare, è veramente un paese infinito
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: The Dude - 28 Feb 2019, 12:31
Palio (Cosima Spencer, 2015) NETFLIX

Me lo ricordo, l'animalista mi fece scrivere un inutile papiro, una sterile invettiva sul maltrattamento dell'animale.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: SalemsLot - 28 Feb 2019, 12:31
Uno dei primi doc visti su Netflix quello sulla Enron
https://www.netflix.com/title/70087226
poi visto Auschwitz
https://www.netflix.com/title/70213112

Insomma roba per chi piace il genere


Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Turrican3 - 28 Feb 2019, 12:57
Si sa nulla di Apollo 11 in Italia?

Mi riferisco a questo --> https://twitter.com/apollo11movie
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: SalemsLot - 28 Feb 2019, 14:10
Si sa nulla di Apollo 11 in Italia?

Mi riferisco a questo --> https://twitter.com/apollo11movie
Perchè fanno un doc oltre al film?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Getter - 01 Mar 2019, 03:30
Questa sera su Sky Arte.

TFP Link :: https://agcult.it/2019/02/28/sky-arte-domani-in-onda-il-docu-film-friedkin-uncut-un-diavolo-di-regista/amp/
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Turrican3 - 08 Mar 2019, 12:17
Perchè fanno un doc oltre al film?

Beh, è sostanzialmente un documentario...
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: dave182 - 08 Mar 2019, 14:40
Visto primo episodio di Formula 1 Drive to surivive su Netflix, ottimo come valuri di produzione , immagini, dietromle quinte veramente inediti. Roba da appassionati ok ma fatto veramente bene. Da vedere in lingua originale con i sottotitoli.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 11 Mar 2019, 16:36
Questo sembra interessante...

TFP Link :: https://video.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/segretarie-una-vita-per-il-cinema-il-trailer-dei-doc/329033/329630?ref=RHPPBT-VZ-I0-C4-P22-S1.4-T2
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 11 Mar 2019, 23:31
Inside the Mossad (2017)

(https://i.postimg.cc/Gtfx80WV/9-FB64-E2-D-9-B47-47-DA-A2-ED-1-ED08327594-D.jpg)

Quattro episodi da 50 minuti l’uno. Una decina di ex agenti del Mossad, tra cui molti pezzi grossi, che raccontano quaranta e più anni di attività dei servizi segreti israeliani.

Molte volte dicono di non voler rispondere a una precisa domanda o non voler scendere nei dettagli, eppure si racconta più di quello che si potrebbe immaginare. Come a dire, non c’è nessun segreto: questo è il nostro ruolo. E se volete giudicare, non considerate quello che abbiamo fatto accadere, ma quello che NON abbiamo fatto accadere.

Meno impegnativo di quanto potrebbe sembrare, ma pieno di storie e di Storia. Per chi predilige il genere, promosso.

Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 13 Mar 2019, 19:38
Ho iniziato Inside Einstein’s Mind (https://www.netflix.com/title/80092540), ma non ero ispirato.

Ho iniziato At All Costs (https://www.netflix.com/title/80104182), ma c’era troppa gente che ci credeva duro.

Ho iniziato (T)error (https://www.netflix.com/title/80039644), ma c’aveva troppa #pesanza.

Qundi ho iniziato il documentario sul terrapiattismo... E non sembra male.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 13 Mar 2019, 19:42
Un altro convertito.
Ottimo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 14 Mar 2019, 09:36
Ho visto 20-30 minuti ed è una sorpresa, finora.

Rendiamoci conto, c’è un pazzo che con questa storia del terrapiattismo ha rischiato di rimorchiarsi una.

Un altro che palleggia le palline da ping pong con i martelli.

No, fantastico.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 17 Mar 2019, 17:20
Per disintossicarvi dal terrapiattismo consiglio questo bellissimo documentario sulla Luna. Ci sembra di sapere molto sul nostro satellite naturale ma guardando questo doc francese del 2015 si riesce veramente a focalizzare quando sia indispensabile per la vita. Avendo tre anni non è aggiornato con la missione cinese sul lato oscuro ma merita ugualmente.

Moon: dalla terra alla luna

TFP Link :: https://www.raiplay.it/video/2018/06/Moon-Ep2-Dalla-Terra-alla-Luna-e65af635-1afd-48f2-ba69-d6f31178158e.html
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Drone_451 - 25 Apr 2019, 02:01
Silicon Cowboys la storia di Rod Canion e della COMPAQ

Credo quello che è raccontato nella serie Halt and catch fire.

Fantastico mi si è aperto un mondo. Ho collegato il puzzle di cose che giá conoscevo ma in maniera frammentata ed altrettante che non conoscevo.

Obbligatorio per avere una visione d'insieme con le altre storie parallele di microsoft'apple ed ibm dagli anni 80 al 90.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Top Dogg - 25 Apr 2019, 10:33
I giocattoli della nostra infanzia (Netflix)
Le menti che hanno ideato i giocattoli più famosi della storia parlano dell’ascesa, e a volte della caduta, delle loro creazioni da miliardi di dollari.

Ogni puntata dura una cinquantina di minuti
Le prime due stagioni sono incentrate su:

Star Wars
Barbie
He-Man and The Masters of the Universe
G.I. Joe
Star Trek
Transfomers
Lego
Hello Kitty.

Terza stagione in arrivo
POWER RANGERS
MY LITTLE PONY
I pupazzi del WRESTLING
TMNT
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Tetsuo - 25 Apr 2019, 21:49
Ryuichi Sakamoto -  Coda

lo  voglio

https://youtu.be/Fl-pKw5n0mI

ma non riesco a trovarlo
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 25 Apr 2019, 23:53
Ryuichi Sakamoto -  Coda

lo  voglio

https://youtu.be/Fl-pKw5n0mI

ma non riesco a trovarlo

Forse da questo 7 giorni free trial? https://www.amazon.com/Ryuichi-Sakamoto-Stephen-Nomura-Schible/dp/B07HGKTRGG
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: DrKoopa - 29 Apr 2019, 00:16
Ringrazio fiordocanadese per avermi segnalato il suo topic.
Volevo condividere con voi la bellezza delle immagini di "Il nostro pianeta", presente su netflix.
Per la prima volta ho visto il potenziale della TV dei miei (che ho regalato loro per Natale), credo di essermi commosso più volte.
A livello narrativo è veramente scarso, ma le immagini ragazzi...una roba imperdibile.
Lascio un paio di schermate catturate con il cellulare quindi pessime, ma spero invoglino a vederlo.

Spoiler (click to show/hide)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 29 Apr 2019, 02:39
Avevo visto la parte "foreste" ed é effettivamente bella, soprattutto in alcune scene
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: stone21 - 29 Apr 2019, 10:02
Ringrazio fiordocanadese per avermi segnalato il suo topic.
Volevo condividere con voi la bellezza delle immagini di "Il nostro pianeta", presente su netflix.
Per la prima volta ho visto il potenziale della TV dei miei (che ho regalato loro per Natale), credo di essermi commosso più volte.
A livello narrativo è veramente scarso, ma le immagini ragazzi...una roba imperdibile.
Lascio un paio di schermate catturate con il cellulare quindi pessime, ma spero invoglino a vederlo.

Spoiler (click to show/hide)
Vista la prima puntata sabato e confermo che documenta zero, ma visivamente è impressionante.
Troppa tragedia scampata però.
Se non li hai visti guardati anche Planet Earth che immagino sia della stessa parrocchia per qualità/narrazione.
La voce in italiano un po' sofferta.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Teresa Bessi - 29 Apr 2019, 11:20
Qualcuno sa per caso di un documentario su Leonard Choen ? Ho iniziato ad ascoltarlo recentemente e vorrei approfondire cosa lo portava a scrivere simili poesie !!
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 29 Apr 2019, 11:22
Qualcuno sa per caso di un documentario su Leonard Choen ? Ho iniziato ad ascoltarlo recentemente e vorrei approfondire cosa lo portava a scrivere simili poesie !!

Sul primo periodo qui: https://www.youtube.com/watch?v=6B2iq3Psz8M
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Mag 2019, 10:06
Su suggerimento di @Luv3Kar, un uomo che ha una lunga storia di suggerimenti, ho iniziato Wild Wild Country, serie in sei episodi di un’ora che racconta la vera storia di Osho, il santone co’ la Rorsrois!

Ho visto un episodio e mezzo e, sin qui, è una roba forte che non ti aspetti. Il santone indiano, la comune in Oregon, l’utopia di una società basata sull’ammore...

Non vedo l’ora che vada tutto a puttane. Perché immagino che è così che finirà.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 01 Mag 2019, 10:21
Ah pensavo l'avessi già visto
Le puntate centrali sono sicuramente "interessanti"
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Luv3Kar - 01 Mag 2019, 10:47
Sembra una storia scritta dai fratelli Houser di Rockstar.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 02 Mag 2019, 01:18
Questo é abbastanza interessante: TFP Link :: https://www.netflix.com/watch/81080637?trackId=13752289&tctx=0%2C0%2Ca9504669011d3619af6cb6ec9c30c61332d504f8%3Accb2a228b41d7e8cf5871f3a5319f79053b1bab8%2C%2C

Almeno nelle parti relative la Ocasio-Cortez
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 03 Mag 2019, 00:15
Su suggerimento di @Luv3Kar, un uomo che ha una lunga storia di suggerimenti, ho iniziato Wild Wild Country, serie in sei episodi di un’ora che racconta la vera storia di Osho, il santone co’ la Rorsrois!

Ho visto un episodio e mezzo e, sin qui, è una roba forte che non ti aspetti. Il santone indiano, la comune in Oregon, l’utopia di una società basata sull’ammore...

Non vedo l’ora che vada tutto a puttane. Perché immagino che è così che finirà.

Concluso il terzo episodio di sei, posso affermare che fin qui è una storia fuori dal mondo che ha veramente scritto qualcuno sotto acidi.

Non la conoscevo. Non può essere vera. L’escalation di eventi è quasi inverosimile. E il racconto documentaristico non si fa scrupoli a enfatizzare gli eventi. Eccezionale l’uso della musica. Ora devo capire quando va ancora più tutto a puttane.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 03 Mag 2019, 01:37
Fine quarto episodio.

Ho l’espressione del primo essere umano al mondo che ha assaggiato la pizza, combinata con quella del primo napoletano che ha visto metterci sopra l’ananas.

La boutade sui fratelli Houser è vera al 100%. L’hanno scritta loro questa storia. È il più grande MACCOS?! dai tempi di Trump che viene eletto POTUS.

Rockstar, fanne un videogioco, ora!

Grand Priest Osho!
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 04 Mag 2019, 01:03
Finito, sesto episodio.

Magnifico. Di più, sorprendente.

Gli ultimi due episodi potevano probabilmente essere più brevi, ma tirano le fila di tutti i colpi di scena dei precedenti quattro. Ed è un gran finale, a tutti i livelli.

Una vicenda umana, sociale, spirituale e politica che non credo abbia molti metri di paragone nella storia.

Non potrò più guardare Osho con gli stessi occhi.

Wild Wild Country, amisci. Vedevatelo!

TFP Link :: https://www.netflix.com/title/80145240

Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Teresa Bessi - 08 Mag 2019, 08:10
Per ora sto guardando un documentario su Bert Jansch, chitarrista d'altri tempi che ha influenzato molto in modo di suonare la chitarra con accordature aperte all'inglese il docu si chiama Acoustic Routes

Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fingolfin - 04 Giu 2019, 22:03
Consiglio a tutti Last Breath su Netflix, documentario su un incidente realmente successo ad un sub durante la manutenzione di una piattaforma petrolifera nel Mare del Nord a 100 metri di profondità.

Ben girato, dà l'idea di cosa possa voler dire lavorare in quelle condizioni.. pazzesco che ci sia un lieto fine.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 04 Lug 2019, 19:56
Ho visto Memory Games, documentario su alcune personcine che da fuori sembrano normali, ma che sono in grado di memorizzare sequenze di 500 cifre meglio di quanto io ricordi di... di... cos’era?

Insomma, si scopre che non sono dei fenomeni (o almeno, non solo SOLO dei fenomeni), ma che esistono delle tecniche di associazione che si possono apprendere, per cui Darth Vader fa la cacca su un tulipano mentre è tenuto a mezz’aria da un pellicano gigante.

Se non avete capito, posso capirlo.

Comunque, mediamente interessante, ma non troppo pregno di mordente.
Si lascia vedere, ma si poteva tirare fuori qualcosa di meglio, credo.

TFP Link :: https://www.netflix.com/it/title/81105525
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 04 Lug 2019, 20:00
Avevo iniziato a vedere Rolling Thunder Revue, ma l’ho mollato dopo una mezz’ora per eccesso di #pesanza.

Il materiale c’è, a dismisura. Soggetto e autore sono notevoli, s’intende. Ma...

Ma dev’essere che non sono un fan di Bob Dylan e che Martin Scorsese a volte riesce ad ammorbarmi duro. E così l’ho mollato. Ma in giro ne parlano bene, quindi non fate troppo affidamento sul mio parere.

TFP Link :: https://www.netflix.com/it/title/80221016
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Van - 04 Lug 2019, 20:46
Non so se è già stato consigliato ma su Netflix suggerisco "Making a Murderer"

La più spaventosa serie horror che io abbia mai visto, e è un documentario......

Ogni tanto ci penso e faccio finta di non averlo visto che mi inquieto
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 04 Lug 2019, 20:50
Confermo, l’ho vista diverso tempo fa e mi ha piuttosto colpito.

Immagino che con “horror” tu intenda la situazione assurda in cui si trova il tipo, veramente fuori di testa  :death:
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Van - 04 Lug 2019, 21:12
Si passare quasi tutta la vita in carcere per qualcosa che non si é commesso incastrato da chi dovrebbe proteggermi. E lo sguardo dei genitori che vedi invecchiare e perdere man mano la speranza. C'ho perso il sonno.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: stone21 - 09 Lug 2019, 10:34
Ho visto Memory Games, documentario su alcune personcine che da fuori sembrano normali, ma che sono in grado di memorizzare sequenze di 500 cifre meglio di quanto io ricordi di... di... cos’era?

Insomma, si scopre che non sono dei fenomeni (o almeno, non solo SOLO dei fenomeni), ma che esistono delle tecniche di associazione che si possono apprendere, per cui Darth Vader fa la cacca su un tulipano mentre è tenuto a mezz’aria da un pellicano gigante.

Se non avete capito, posso capirlo.

Comunque, mediamente interessante, ma non troppo pregno di mordente.
Si lascia vedere, ma si poteva tirare fuori qualcosa di meglio, credo.

TFP Link :: https://www.netflix.com/it/title/81105525
Ho sempre trovato l'associazione di cose per ricordarne altre molto macchinosa.
Non fai prima a ricordarti quello che serve? Evidentemente no....

Segno.

Io invece ho una tecnica tutta mia: la roba che la mia mente reputa inutile non si memorizza proprio. Autodifesa da stress la chiamano.
A volte è un po' un poBBlema! :)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 09 Lug 2019, 12:44
Se quello che devi ricordare è una sequenza di cifre, ovvero qualcosa di astratto, immagino che associarle a immagini possa servire.

Ma concordo, anche a me questa tecnica è sembrata macchinosa. Nel documentario spiegano solo alcuni principi, ma mandare a memoria decine di immagini assurde... Boh!
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Fabrizio1701 - 09 Lug 2019, 15:10
Ricordo che alle medie (mi pare, forse i primi anni di superiori) ci fecero fare degli incontri appunto per migliorare la memoria. E ci spiegarono proprio queste tecniche, cioè associare oggetti concreti alle cose da ricordare, e concatenarli in maniera da formare qualcosa di facile memorizzazione.
Beh il fatto che lo ricordi ancora forse vuol dire che ha funzionato... però non ho mai usato quella tecnica, mi pare utile solo per fare questi campionati e poco altro.  :D
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Tetsuo - 12 Lug 2019, 08:47
"cintura nera di so ricordare i numeri"

da mettere nel cv
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Tetsuo - 12 Lug 2019, 08:53
Ryuichi Sakamoto -  Coda

lo  voglio

https://youtu.be/Fl-pKw5n0mI

ma non riesco a trovarlo

Forse da questo 7 giorni free trial? https://www.amazon.com/Ryuichi-Sakamoto-Stephen-Nomura-Schible/dp/B07HGKTRGG
https://worldscinema.org/2018/12/stephen-nomura-schible-ryuichi-sakamoto-coda-2017/
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Turrican3 - 01 Ago 2019, 14:42
Si sa nulla di Apollo 11 in Italia?

Mi riferisco a questo --> https://twitter.com/apollo11movie

TFP Link :: https://youtu.be/4VI42ViaOBg

Mi rispondo da solo, la risposta è SI' !!! ;D

Arriva a settembre con la classica formula della proiezione evento (9-10-11 settembre)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: xkp - 04 Ago 2019, 01:22
Visto  Kinski, il mio nemico piu' caro, niente che gia' non si sapesse pero' ci sono alcune riprese "di scena" davvero interessanti, che mostrano la follia non solo di Kinski ma anche di Herzog.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Tetsuo - 07 Ago 2019, 12:34
https://www.animeclick.it/news/82024-da-oggi-disponibile-su-netflix-il-documentario-sul-dietro-le-quinte-degli-anime
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 07 Ago 2019, 12:35
Sì l'avevo visto su Netflix e boh, molto occidentale
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Lord Nexus - 10 Ago 2019, 20:55
E molto dimenticabile. È semplicemente uno spot di quasi un'ora sulle produzioni anime di Netflix.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: xkp - 11 Ago 2019, 20:41
Ho visto io il documentario Hitchcock/Truffaut sulla serie di interviste fatte dal regista francese a quello inglese e raccolte in un libro
Premesso che il libro è, secondo me, la cosa più bella che sia mai stata scritta sul cinema, il documentario non era come mi sarei aspettato.
Io speravo in una versione più fedele al libro, con l'unica differenza che alle parole dei due registi si affiancassero le immagini del film, dove nel libro si alternano i fotogrammi delle scene in questione a mo' di storyboard. Invece alla fine il tutto si risolve soprattutto in interventi di altri registi  e/o critici cinematografici di cui francamente non si sentiva necessità. Insomma millemila volte meglio io il libro.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 15 Ago 2019, 17:49
Il libro l'ho letto mille anni fa e lo ricordo molto interessante.

Il documentario l'ho incrociato su Sky Arte in questi giorni e ne ho visto qualche passaggio.
Per quanto ho visto, mi è sembrato ben realizzato, con approfondimenti non banali.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 15 Ago 2019, 21:58
Dopo varie sessioni, e con parecchia fatica, ho finalmente finito di vedere The Great Hack.

Bene, andando dritti al punto: IMHO, pessimo documentario. A tutti i livelli.

In primis, il racconto della vicenda di Cambridge Analytica è parziale, frammentato, a dir poco confusionario. Se vuole spiegare la vicenda, fallisce ampiamente proprio dal punto di vista divulgativo, impastando personaggi e argomenti senza una valida idea narrativa.

In secondo luogo, cosa vuole “rivelare” questo documentario?
Vuole spiegarci che degli esperti del settore sono in grado di elaborare dei dati e usarli per condurre campagne di comunicazione in grado di persuadere alcune tipologie di persone? Beh, che novità, amisci! Questo succede dai tempi della propaganda sovietica o mussoliniana, grazie.

Ora, tuttavia, vuole spiegarci che possono moltiplicare tutto questo per un milione usando dati e comunicazione social. Beh, anche questo lo sapevamo.

D’accordo, vuole anche dirci che qualche “malintenzionato” (le virgolette sono mie) può riuscire a persuaderci usando i nostri stessi dati. Ma un momento...

Primo, i nostri stessi dati sono quelli che noi rendiamo perlopiù pubblici sui social. Per poi gridare allo scandalo quando violano la nostra “privacy” (virgolette mie). Questi dati sono stati ottenuti in modo illecito? Può succedere. Se hai dei beni, devi mettere in conto che possono rubarteli. Ma il punto chiave è solo questo: qualcuno ha rubato? Condannatelo.

Secondo, più volte si precisa che queste ubercampagne si rivolgono a quella ristretta fascia di “persuadibili” e che riescono a spostare voti in piccola parte, sufficienti per ottenere risultati in elezioni perlopiù in bilico. Beh, sapete che vi dico? Di base, è come funziona la pubblicità da un secolo e più. Amen.

Personalmente, credo emergano questi problemi dalla vicenda Cambridge Analytica.
1. Prima o poi, qualcuno si fotte i dati.
Soluzione: Gabbio.
2. C’è troppa gente che si beve la propaganda via social.
Soluzione: Suffragio non universale.

Tutto quello che è riuscita a fare Cambridge Analytica con i dati, invece, è comunicativamente ammirevole. Hanno elaborato strategie di comunicazione da paura. Ma grandissimi. Avessero lavorato per la Nestlè avrebbero preso i peggio premi. Hanno lavorato per Trump e quindi gli è girata male. Dovevano aspettarselo, ma bravi.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 15 Ago 2019, 22:16
Qui si elencano più o meno tutti i buchi del documentario...

TFP Link :: https://www.wired.it/play/televisione/2019/08/12/the-great-hack-documentario-netflix-recensione/
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 26 Ago 2019, 17:22
Ho visto Una fabbrica in Ohio su Netflix.

Ovvero, quello che accade nella Rust Belt quando la General Motors è ormai storia, ma poi arrivano i cinesi a investire i paperdollari in una nuova fabbrica.

Una storia pluriennale segnata da incessanti colpi di scena?
Oh, no, quasi per niente.

Semplicemente, cosa accade alle persone quando le culture si incontrano/scontrano.
Niente effetti speciali, ma un viaggio onesto nella vita della gente, dei lavoratori.

Alla fine, Netflix suggerisce di vedere un dialogo di dieci minuti tra i due registi e gli Obama.
Tema: raccontare storie, scoppiare la bolla, varie ed eventuali. Ok, ne vale la pena.

Il documentario non ha nessun fuoco d’artificio, ma è un suo pregio.
Abbastanza consigliato.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 26 Ago 2019, 18:38
Ho visto i primi 25 minuti de La spia che cadde sulla Terra.

L’ho mollato a quel punto.

Magari l’ora restante è un capolavoro, ma anche no.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Top Dogg - 26 Ago 2019, 21:46
Continua la mia visione di The Toys That Made Us

TFP Link :: https://www.youtube.com/watch?v=iABClQiLUuc

vista ieri la puntata sui Master
molto simpatica
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 08 Set 2019, 19:20
Ho visto i primi 35 minuti di Strong Island (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Strong_Island), un documentario del 2017 su un caso di omicidio, candidato all'Oscar, che ha riscosso un grande succ... No, mi ha rotto le palle fortissimo.

Passiamo oltre.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 09 Set 2019, 16:16
D'accordo, dopo una serie di documentari più o meno riusciti, ho deciso di andare sul sicuro.
E ho iniziato la seconda stagione di Hip-Hop Evolution, di cui avevo visto la prima figosissima stagione quando uscì, un eone fa.

Dopo due capitoli, anche questa si conferma eccellente, IMHO.
Non sono esattamente un fan dell'hip-hop, ma la serie coniuga storia, cultura e musica in modo perfetto, secondo me, girando gli Stati Uniti per intervistare mezzo mondo.

Ah, nel secondo episodio si parla di NAS, @Seppia!

TFP Link :: https://www.youtube.com/watch?v=n9Rs15Fjwo4
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 18 Ott 2019, 16:38
@eugenio, in un impeto di follia ho iniziato a vedere la serie sul Vietnam di Ken "Prendo un miliardo di dollari di diritti al giorno per il mio effetto" Burns.

Ho visto meno di un'ora sulle... uhm, quante sono... una quindicina circa. E non so se mai la finirò. Ma sembra effettivamente molto interessante e ben realizzata.

TFP Link :: https://www.youtube.com/watch?v=gC54k-lGYZs
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: FreeDom - 18 Ott 2019, 18:40
È più lungo: quasi tutte le puntate, dieci mi pare, durano poco meno di due ore, ma è veramente molto bello.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 18 Ott 2019, 21:50
Ken "Prendo un miliardo di dollari di diritti al giorno per il mio effetto" Burns.


sembra sia il contrario?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: eugenio - 18 Ott 2019, 22:48
@eugenio, in un impeto di follia ho iniziato a vedere la serie sul Vietnam di Ken "Prendo un miliardo di dollari di diritti al giorno per il mio effetto" Burns.

È una delle mie vendite di cui vado più fiero. E non l'avevo neanche sbirciato di sfuggita.

#soddisfazioni

(lo aggiungo alla lista)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Yoshi - 19 Ott 2019, 10:58
Confermo la bontà di Vietnam, impegnativo ma decisamente interessante.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 19 Ott 2019, 12:02
Sono riuscito a vedere fino alla fine del secondo episodio, fin qui.

Ha una quantità di contenuti, tra video, foto e narrazione, che raramente ricordo in altri documentari.
Non puoi distrarti cinque secondi, perché rischi di perdere qualcosa di rilevante o comunque interessante.

Pazzesco.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: FreeDom - 19 Ott 2019, 12:15
Tra l'altro proprio ieri sera mi sono visto The Post di Spielberg, e insomma ce l'avevo già tutto spoilerato!
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: rosario oliveri - 05 Nov 2019, 12:02
TFP Link :: https://www.netflix.com/title/80114460

Quand'è che smettiamo di essere padroni delle cose e ne diventiamo schiavi?

Non so dirvi se sia un buon documentario, a me è piaciuto poiché ne condivido il messaggio.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 05 Nov 2019, 12:26
Sono nella fase in cui voglio liberarmi di tutto ciò che è materiale (anche per esaltare il mio innato carisma, s'intende), quindi penso che prima o poi lo vedrò.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: fiordocanadese - 12 Nov 2019, 10:27
Team Foxcatcher (2016, Jon Greenhalgh)

In verità volevo vedere il film del 2014 invece Netflix mi ha fregato che nel 2016 ha fatto un documentario sulla solita vicenda, chiamandolo praticamente identico.
Vabbè, è un bellissimo documentario comunque, che racconta bene questa storia talmente assurda da spaventare il fatto che sia tutto vera.

Psicomagia - Un'arte per guarire (Alejandro Jodorwsky, 2019)

Un documentario sulla psicomagia, arte di guarigione magica tramandata dal regista cilo-francese Jodorwsky, famoso per i suoi film particolari come per esempio La Montagna Sacra.
La psicomagia è un arte che non si basa solo sulla parola come per esempio la psicologia ma, anzi, abbatte lo scudo delle parole e guarisce tramite il tatto e delle azioni. Azioni naturalmente vistose, simboliche, terapeutiche.

Alcuni esempi:
Ad donna che si doveva sposare ma il marito si buttò dalla finestra una settimana prima del matrimonio mentre era in stanza con lei, viene fatta passeggiare in un cimitero vestita da sposa, il vestito bruciato e poi fatta paracadutare che era il lavoro del suo quasi-marito.

Ad un uomo di 47 anni che ancora balbetta viene preso da Jodorwsky per i testicoli, fatto declamare parole di forza, poi ricoperto di oro e fatto girare per la città in mutande.

Un'altro viene sotterrato (apparte la testa), gli viene distribuito carne sopra e assiste a degli avvoltoi che gli mangiano la carne sopra lui.

E altro.

Alla fine mi è sembrato un lungo spot sulla psicho-magia di Jodorwsky, tant'è che la ragazza con cui sono andato a vederlo ora parte per la francia per andare a vedere se riesce ad incontrare Jodorwsky.
Anche perché a livello visivo non dà veramente nulla, le azioni sono, si, particolari ma alla fine nulla di chè.
Magari la scena in cui fa pitturare un autoritratto con il sangue delle mestruazione è veramente una scena bella, ma il resto, simbolico quanto ti pare, ma l'ho trovata poca cosa.
Insomma è proprio il film in sè che sconsiglierei assolutamente, non la psicomagia.

Non stò discutendo il metodo della psicomagia, per me alquanto dubbioso, ma che alla fine è solo un modo come tanti altri per cercare di stare bene. Che tu creda in Dio, che tu legga libri di mental Coach come Roberto Re come me, che tu etcetera... alla fine, penso che ognuno di noi sappia che abbiamo un potenziale dentro che spesso dimentichiamo e che va oltre a quello che abbiamo e che si può guarire dalle cose, oltre con le medicine, anche con quale morale affronti un problema.
Poi ognuno ha il suo modo ma alla fine il fine ultimo è stare bene con se stessi.
Sono first world problem? Certo, ma è anche vero che non è che se una persona ha sempre avuto la possibilità di fare tutti i giorni pranzo e cena, debba per forza non avere problemi o avere la sicumera necessaria per affrontarli da solo.
Magari, in alcuni casi, guardando il film, mi è venuta in mente la storia di Candace Newmaker (https://en.wikipedia.org/wiki/Candace_Newmaker), ma quella è un estremismo di questo tipo di approccio e come tutti gli estremismi porta solo a tutto il male che c'è e non c'entra nulla col film (spero).
(https://i.postimg.cc/zGTGMzxn/psychomagic-an-art-that-heals.jpg) (https://postimages.org/)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 12 Nov 2019, 15:52
Sì, il documentario su Foxcatcher lo ricordo piuttosto buono.

Buono anche il film, anche se... a questo punto credo tu abbia sbagliato l'ordine di visione :)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 21 Nov 2019, 16:10
Non ho potuto fare a meno di guardare Diego Maradona, il documentario del 2019 sul pibe de oro disponibile su Netflix.

Beh, voto molto positivo! Ho visto diversi doc sul Diego (inter)nazionale, incluso quello un pochitto noiosetto di Kusturica, ma questo ha molta ragione di essere.

In primis, non è una biografia con troppe date, dati o dettagli da Wikipedia, quindi gli autori hanno potuto sforbiciare tutto quello che poteva essere più noioso.

In secondo luogo, si basa fortemente sulle immagini di archivio (tra cui molta roba che non si è vista spesso in giro), con solo sporadiche voci fuori campo di Diego, la moglie o altri protagonisti dell’epoca. Ma se non erro, nessuno di loro compare mai a video come intervistato. Sono solo voci di contrappunto a una storia che si racconta da sola.

Escludendo Pelè, che non ho gli strumenti per giudicare, è stato il più grande di tutti i tempi, punto.
E ha la storia più bella di chiunque altro, perché è un fantastico, magnifico, insuperabile cialtrone.

TFP Link :: https://www.netflix.com/it/title/81084856
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 22 Nov 2019, 16:27
Diego Maradona, il documentario del 2019 sul pibe de oro disponibile su Netflix.

ah ottimo, trailer al cinema quest'estate ma non ero riuscito a vederlo
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 23 Nov 2019, 23:15
Ho visto Comedian, un documentario del 2002 che segue il ritorno di Jerry Seinfeld sulla scena degli standup dopo la conclusione della sua storica sitcom.

Tutto inizia nei club, con i primi quindici minuti di materiale, poi prosegue in giro per gli Stati Uniti tra successi e qualche scivolata, mentre Jerry “ricostruisce” sé stesso, accumula sketch, guadagna minutaggio. E infine, va a battere il suo homerun, come gli suggerisce Bill Cosby.

Tutto questo è intervallato dal racconto dell’ascesa (o quasi) di un altro comico, tale Orny Adams, che il documentario segue parallelamente a Jerry. Perché? Non lo so.

Forse il materiale con solo Jerry non era sufficiente, ma dubito.
Più probabilmente, l’idea dell’autore era beccare il jolly e accostare a Seinfeld il “futuro Seinfeld”.
Il problema è che Orny Adams (era il 2002, ricordate) oggi non lo conosce nessuno. E non è difficile capire come mai, anche solo vedendo i suoi primi cinque minuti: perché è un totale idiota. Magari talentuoso come comedian, può darsi, ma odioso e insensato come persona.

Comunque, a parte questi estratti, il documentario è molto buono e lo consiglio.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Van - 25 Nov 2019, 13:51
Toys that made us stagione 3

Questa stagione migliora ulteriormente la formula delle prime 2. I 40 minuti circa di ogni puntata scorrono freschi e riescono a informare e divertire grazie anche al montaggio serrato e la pletorea di aneddoti.

Superconsigliatissima.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 29 Nov 2019, 10:14
Sempre riguardo Maradona anche Maradona in Messico é molto buono

Che é andato ad allenare.. il Sinaloa
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: ederdast - 03 Dic 2019, 15:40
Visto Iron Fist and Kung Fu Kicks su Netflix, documentario austrialiano sul boom del Kung Fu e dei suoi film dagli esordi nei fine sessanta inizio settanta ai giorni nostri.
Molto godibile e divertente da vedere è interessante quando nella parte finale indaga le influenze "dell' essere abile" negli ambiti della cultura sportiva giovanile e non partendo dall'hip hop, passando dalla breakdance per arrivare innfine all'ultima "dimostrazione" di Kung Fu urbano, il parkour.
Grandissi spazio a Bruce Lee (il grande innovatore di quel cinema lì) per passare poi a Chen e Hung (mitico Sammo, incredibile visu).
Quindi tutto bello e fatto bene ma non si capisce la rimozione di un certo Jet Li dal novero delle star da ricordare...
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 11 Dic 2019, 17:50
Appena uscito, ancora non visto, istantaneamente nella mia watchlist!

Our Godfather - La vera storia di Tommaso Buscetta

TFP Link :: https://www.netflix.com/watch/81001494
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 15 Dic 2019, 11:07
Our Godfather: La vera storia di Tommaso Buscetta (2019, Mark Franchetti, Andrew Meier)

Cosa racconta questo documentario di Tommaso Buscetta? Per la maggior parte, quello che non interessava me. Il racconto dei suoi familiari, le immagini del suo privato, qualche evento della sua vita, poi fortunatamente qualche evento mafioso e giudiziario...

Facciamo prima a scrivere cosa non racconta.
Non racconta quasi nulla dei crimini di cui si è macchiato.
Non mostra quasi nulla degli interrogatori.
Mostra non molto materiale dai processi.

Si intuisce la parabola "morale" della sua storia, ma per il resto è un guazzabuglio di eventi senza un filo logico e narrativo, con uno stile sterile. Servivano due inglesi per raccontare una storia tanto italiana? Mah, non credo.

Momenti clou, senza dubbio, i due confronti in tribunale: prima con Pippo Calò, poi con Totò Riina.
In quel momento si vede qualcosa di meno superficiale, dei veri fenomenali documenti storici.
E poi il racconto di Giuseppe Ayala, che è l'unico che racconti qualcosa di interessante.

Se l'argomento non vi interessa fortissimo, potete evitarlo, secondo me.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 28 Gen 2020, 16:46
Su Sky History, proseguono i doc sulla Prima Repubblica.

Dopo 1992 e 1993, a sorpresa arriva 1994: L'anno zero, in due episodi.

Considerato l'anno, inutile che vi dica chi è il protagonista.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Yoshi - 28 Gen 2020, 17:44
Kurt Cobain?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: atchoo - 28 Gen 2020, 17:50
Il ritiro di Baresi dalla nazionale?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 28 Gen 2020, 19:19
Siete tutti pessimi.

Spoiler (click to show/hide)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Giobbi - 17 Feb 2020, 10:07
serie-documentario che nella sua assurdità brasiliana ho trovato interessante:

TFP Link :: https://www.netflix.com/watch/80218009?trackId=14277281&tctx=0%2C0%2C807cb904-8cf5-402b-906d-f5e0e670e571-391249042%2C%2C
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 28 Feb 2020, 23:35
Ho visto We, The Marines, documentario breve (o pubblicità lunga, secondo come la vuoi inquadrare) sul corpo dei Marines, disponibile su Netflix.

Una quarantina di minuti in cui Gene Hackman (anch'egli Marine, al tempo) racconta come funziona l'addestramento, quali sono gli incarichi, quanto gli spaccano la schiena e quanto si spaccano la schiena. Ma poi ne vale la pena. Viva i Marines!

Per quanto sia propaganda, non è fastidiosa, è un approccio che ci può stare. Soprattutto, le immagini non sono di repertorio, ma è roba interessante girata dall'interno. Per questo vale la pena.

Mio voto: tre aye aye sir su cinque.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: jamp82 - 10 Mar 2020, 10:09
finito I film della nostra infanzia, 4 puntate mannaggialoro e iniziato subito I giocattoli della nostra infanzia.....più contenuti come questi e meno serie di merda, capito Netflix?
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Tetsuo - 20 Mar 2020, 22:14
Non trovo il punto in cui se ne parlava

Ho finalmente recuperato The Birth of  saké

http://www.birthofsake.com/

oggi o domani al massimo me lo sparo
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 20 Mar 2020, 23:09
Ah, l'ho visto. E lo consiglio, già già!
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: jamp82 - 28 Mar 2020, 09:59
Trump - il sogno americano

Documentario di 4 puntate tanto interessante quanto merda vera lui, consigliatissimo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: FreeDom - 02 Apr 2020, 15:45
Dopo il documentario sul Vietnam, ho visto anche The War di Ken Burns. Ci ho messo qualche mese in realtà, perché il registro è decisamente diverso: più lento e intimista, per dirla in poche parole. Il leit motiv è seguire la vita (e in alcuni casi, inevitabilmente, la morte) di giovani di quattro città americane che hanno fatto (o subito, come i POW) la guerra, sia nel Pacifico che in Europa. Gli eventi storici sono raccontati, ma non sono il centro dell'attenzione, quanto lo scenario drammatico in cui hanno agito e vissuto i protagonisti, in molti casi intervistati direttamente. E lo devo proprio dire che sentire i racconti in prima persona è sempre straziante? BoB insegna in fin dei conti, no?

Chiaramente anche in questo caso la produzione ha usato magistralmente il materiale video e fotografico d'epoca. Il secondo, soprattutto, nella sua staticità è sempre di una potenza ineguagliabile.

Piccola curiosità: il documentario è del 2007, quindi precedente a The Pacific, che è del 2010. Ebbene, in The War si conosce di persona Syd Phillips, l'amico d'infanzia di Eugene Sledge, e anche quest'ultimo è ampiamente citato e riportato (con brani da With The Old Breed, tendenzialmente).
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 02 Apr 2020, 15:47
...

Io sto vedendo Tiger King e d'improvviso mi sono sentito inadatto.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: FreeDom - 02 Apr 2020, 15:50
 :D :D :D

Ti vuoi far crescere anche tu un mullet? Ne parlava Bordone sul suo podcast ieri o ieri l'altro: da un certo punto di vista mi incuriosisce, dall'altra l'osservazione un po' morbosa dei casi umani è un'attività che proprio non mi piace.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 02 Apr 2020, 16:01
Sono circa a metà della serie (Tiger King, come detto) e devo dire che in quanto a disagio non si fa mancare niente. Sono soggetti molto diversi, ma la sensazione è quella di finire a piedi uniti in un altro mondo, molto più sporco del normale, come accade con Making a Murderer e, in parte, con Evil Genius.

E poi, dopo aver visto l'interno della roulotte di un collaboratore di John Exotic, il mio studio mi pare Hollywood.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Tetsuo - 06 Apr 2020, 21:33
NHK offre il documentario su Miyazaki

https://www.animenewsnetwork.com/news/2020-04-06/nhk-world-streams-hayao-miyazaki-4-part-documentary-for-free/.158328
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 09 Apr 2020, 19:27
Ho visto Come insabbiare uno scandalo stupefacente, storia di un tecnico di laboratorio che analizza i campioni di (presunti) stupefacenti sequestrati dalla polizia, per determinare in sostanza se esista il reato o meno.

Giudizio sintetico: interessante, ma sebbene siano solo quattro episodi è tirato troppo per le lunghe. E immedesimarsi con chi difende i diritti dei condannati in quei processi... Beh, proprio non ci si riesce.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Top Dogg - 09 Apr 2020, 21:20
Su Netflix il 20 Aprile inizia Last Dance documentario sull'ultima stagione di Jordan ai Bulls
sono 10 puntate 2 a settimana
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: jamp82 - 10 Apr 2020, 08:28
Iniziato Tiger King ma dopo mezz'ora ho quittato, la visione di quella moltitudine grandi felini in gabbia e sfruttati a scopo di lucro mi ha fatto star male.
Che cazzo di fichetta che sono.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 10 Apr 2020, 09:51
Iniziato Tiger King ma dopo mezz'ora ho quittato, la visione di quella moltitudine grandi felini in gabbia e sfruttati a scopo di lucro mi ha fatto star male.
Che cazzo di fichetta che sono.

Andando avanti si concentra più sulle persone e meno sui gattoni, ma se l'hai mollato per quello non posso consigliarti di dargli una seconda chance.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Turrican3 - 10 Apr 2020, 10:21
Su Amazon Prime Video ci sono Apollo 11 (https://www.primevideo.com/dp/0Q3ANDITOYRMAVQO8PISWL1UXK) e Commodore Wars (https://www.primevideo.com/detail/0IMQEVHYS2SVR38XQSWRSUHV1H).

Bollino di approvazione Turricaniano. :yes:

NB: dal medesimo autore di Commodore Wars c'è pure questo dedicato ad Atari (https://www.primevideo.com/detail/0HOMT5GX613TYH36ONKVEKM6NI), ma non l'ho ancora visionato quindi non posso ancora garantire sia meritevole.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 14 Apr 2020, 12:01
Ho visto Apollo 11, un documentario su una missione spaziale che non vi spoilero, che ha portato degli astronauti sulla superficie di un satellite che non vi spoilero.

Sai mai che qualcuno s'incazza.

Il documentario recupera mille milioni di miliardi di ore di filmati inediti e di comunicazioni tra l'Apollo, Houston e il citofono di Salvini, aggiungendo due animazioni in croce (con le astronavine disegnate tipo Asteroids) e qualche minuto di musica suspense in ordine sparso.

La critica (sarebbe @Luv3Kar, che me ne ha parlato) l'ha definito "buono ma asettico".
Io l'ho guardato con piacere.

Voto: tre virgola cinque allunaggi su cinque
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: stone21 - 15 Apr 2020, 09:47
Spoiler: hai scritto allunaggio.
Ti eri barcamenato bene, proprio sull'ultima riga dovevi cadere, ad 1/6 della velocità...
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Top Dogg - 20 Apr 2020, 13:24
Su Netflix il 20 Aprile inizia Last Dance documentario sull'ultima stagione di Jordan ai Bulls
sono 10 puntate 2 a settimana

Uscito su Netflix guardatavill  :)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 20 Apr 2020, 14:08
Grazie per la segnalazione e guarderemolo sicuramente, ma... quando sono usciti tutti gli episodi  :yes:
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Top Dogg - 20 Apr 2020, 15:30
Sono puntate da 50 minuti l'una
per averle tutte disponibili
devi aspettare il 18 Maggio ^^
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 20 Apr 2020, 15:38
Ho in watchlist una quantità insalubre di roba noiosissima, non temo l'attesa  :)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 20 Apr 2020, 22:40
Ho visto The Final Year, documentario sull'ultimo anno di mandato di Barack Obama alla Casa Bianca.

O meglio, ho visto i primi 39 minuti di 89, perché poi l'accozzaglia di materiale buttato a caso su schermo mi ha sopraffatto e tanti saluti.

Peraltro, si può dire che sia il final year dello staff di Obama, perché lui si vede poco e parla anche meno. Ma in generale è, appunto, il disastro ferroviario di un argomento interessantissimo. Sopravvolabile (cit.)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: jamp82 - 21 Apr 2020, 08:13
Su Netflix il 20 Aprile inizia Last Dance documentario sull'ultima stagione di Jordan ai Bulls
sono 10 puntate 2 a settimana

Uscito su Netflix guardatavill  :)

Vista ieri la prima puntata, docuserie che promette faville 👍🏻
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: DRZ - 22 Apr 2020, 20:01
Le prime due puntate di The Last Dance sono carine, peccato che abbiano già cominciato a inventarsi roba per rendere la dirigenza dei Bulls più brutta e cattiva e MJ ancor più supereroe (tutta la parte del suo ritorno post infortunio con i quattordici minuti a partita e non un secondo in più, per dire, è una palla grossa come una casa).

Insomma, siamo ai livelli dei film "storici" di Mel Gibson.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 22 Apr 2020, 23:55
Ho visto Miles Davis - Birth of the cool, un documentario di quasi due ore, ma che arrivato alla fine pensi che forse ne sarebbero servite altre sei.

Che personaggio geniale, eclettico, imperfetto e stortissimo. Quanti di quelli che parlano in questo documentario furono maltrattati da lui? Eppure, quanti non lo amavano?

Sii sempre fedele a te stesso. Lui ha vissuto cosi.

(https://i.postimg.cc/sfBmFdSp/1-D4-C4-AF7-EA81-44-A0-A757-76601-AA7-E2-D6.jpg)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 29 Apr 2020, 18:23
Ho visto Fyre, un documentario su un festival musicale che, insomma, poteva finire meglio.

Mi aspettavo qualcosa di più glamour, ma in realtà descrive con buona attenzione all'indagine cosa significhi essere dei farabutti. Abbastanzamente consigliato.

(https://i.postimg.cc/XJVzwd8v/959-EBC95-4295-42-CE-B165-393127-C3602-D.jpg)
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: eugenio - 11 Mag 2020, 09:15
Ho visto, in ordine, 8-bit generation: The Commodore Wars (https://www.mymovies.it/film/2016/8bit-generation/) ed Easy to Learn, Hard to Master: The Fate of Atari (https://www.mymovies.it/film/2017/the-fate-of-atari/), diretti e prodotti dalle stesse persone - e infatti diverse parti tagliate dalle interviste di uno si ritrovano nell'altro, e viceversa -.

Il primo funziona decisamente meglio. La ricostruzione degli avvenimenti è più lineare e riesce a dare uniformità alla storia che ne risulta. Nel secondo, i legittimi diversi punti di vista sono invece montati senza far emergere una storia comune di fondo, col risultato di sminuire la profonda crisi del videogioco del 1983 (https://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_dei_videogiochi_del_1983).

Non sono capolavori, ma comunque offrono un valido intrattenimento sia per chi ha vissuto quel periodo, sia chi è più giovane, ma curioso. In alcuni punti le traduzioni soffrono per quello che mi è sembrato un po' di distacco culturale dai temi trattati, quindi, potendo, penso sia preferibile ascoltarli in lingua originale.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: jamp82 - 24 Mag 2020, 09:51
Finito The Last Dance: s-p-e-t-t-a-c-o-l-a-r-e, complimenti a tutto il cast tecnico, davvero una bomba.
5 slam dunk su 5, imho serie del 2020, anzi 2K20.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 24 Mag 2020, 15:18
Visto il primo episodio.

Sarà sicuramente molto bello, ma Michael Jordan con l'ittero non andava mostrato al mondo.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Top Dogg - 24 Mag 2020, 15:21
 :D :D :D
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Giu 2020, 20:44
Ho finito The Last Dance.

Molto bello e tutto. Non sono esperto dell'argomento, quindi non mi metto a ripetere robe che avranno detto meglio altri. Ma ho una domanda...

Perché è un continuo andare avanti e indietro nel tempo?

Perché l'idea era di raccontare l'ultima stagione e tutto il resto sono "approfondimenti"? Nel caso, non mi sembra funzionare. In sostanza, ne è uscito un documentario canonico con un caos decuplicato.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Giu 2020, 20:53
Ho iniziato Il caso OJ Simpson, o come si intitola.

Dopo due episodi penso di poter dire che è una zozzeria. Girato da cani, interpretato da cani e interpretato da cani. L'ultima andava ripetuta.

Ma è una storia vera e ora inizia la parte processuale, quindi penso che mi turerò il naso e andrò avanti.
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Top Dogg - 01 Giu 2020, 21:39
Ho finito The Last Dance.

Molto bello e tutto. Non sono esperto dell'argomento, quindi non mi metto a ripetere robe che avranno detto meglio altri. Ma ho una domanda...

Perché è un continuo andare avanti e indietro nel tempo?

Perché l'idea era di raccontare l'ultima stagione e tutto il resto sono "approfondimenti"? Nel caso, non mi sembra funzionare. In sostanza, ne è uscito un documentario canonico con un caos decuplicato.


Perche' per apprezzare l'ultimo Ballo
dovevano approfondire certi argomenti che fanno parte del passato dei vari giocatori
Titolo: Re: Il documentario che sto vedendo
Inserito da: Ivan F. - 01 Giu 2020, 21:52
Sono d'accordo.

Ma in questo modo hanno sostanzialmente prodotto un documentario canonico in cui hanno mischiato mille volte le linee temporali.

Dire che The Last Dance parla dell'ultima stagione è una fregnaccia. È la carriera di MJ, stop.