TFP Forum

[P]lay => Theory => Topic aperto da: Darrosquall - 05 Gen 2010, 23:46

Titolo: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 05 Gen 2010, 23:46
E' un futuro che già c'è, ma secondo Moore soppianterà definitivamente le edizioni retail nel giro del prossimo decennio, quindi c'è tanto tempo per parlarne. Volevo sapere la vostra opinione sul DD, se fate già acquisti o volete solo ed esclusivamente la versione fisica di un gioco, insomma, fate vobis.

Per come la vedo io, il Digital Delivering è una soluzione a tanti problemi. In primis i costi. Proprio da poco tempo è appena giunta al termine la campagna natalizia su Steam, che ha portato alla cessione di titoli piuttosto recenti ad un prezzo veramente ridicolo. Senza ricordare proprio tutti, e per fare un paragone con titoli multipiattaforma, quindi anche su console, voglio ricordare.

1) Mass Effect a 3,75
2)Mirror's Edge a 3 euro e spiccioli
3)Ghostbusters a 6 euro e spiccioli
4)Cronicles of Riddick: assault on dark athena a 6 euro e spiccioli
5)Dead Space a 6,25 euro
6)Grand Theft Auto 4 a 7,49 euro
7)Crysis Maximum Edition a 17 euro (parliamo di due giochi)

La lista è chiaramente più lunga, però potete già fare un confronto col costo retail del prodotto. E' vero che si è trattato di offerte natalizie, ma Steam ormai fa il weekend deal, il midweekness deal, insomma, fa offerte in continuazione random, non tiene questi prezzi di listino proprio per evitare querelle antipatiche secondo me.

A parte le offerte poi, ci sono esempi eclatanti, me ne balza subito uno all'occhio, oggi è stato inserito nel catalogo Divinity 2: Eco Dragonis al prezzo di 19,99 euro di listino, scontato 17,99 euro fino a non so che data. Parliamo di un gioco che è uscito appena due mesi fa, che in listino sta a 59,99 euro in versione console, 39,99 euro in versione PC. Un altro esempio è NBA2k10, uscito a 19,99 euro, di listino 39,99 euro, su console un ventone in più.

Questi prezzi, a meno che non ci si rifornisce da eshop che operano in situazioni fiscali favorevoli, o sfruttando il cambio euro/dollaro, è impossibile averli con i canali tradizionali.

Insomma, la mia opinione è che sono disposto a spendere 15 euro in più per un edizione "lussuosa" con gadget, libriccino, making off, ost in cd, poster, e cose così, ma già oggi l'amaray con manuale da 15 pagine, non ha più nessuna attrattiva, e tra Digital Delivering e acquisto UK a parità di prezzo, con i rischi connessi di quest'ultimo di perdita, ritardi, preferisco la soluzione "paghi, scarichi, ed entro 4 ore giochi". Quindi benvenuto DD, ed edizioni particolari da retail, che servono più come oggetto di arredamento che per reale necessità. Ricordo inoltre che i giochi scaricati in DD si possono backuppare comodamente su hd esterni per dire, o masterizzare, quindi problematiche non ce ne sono. Son curioso di sapere la vostra "relazione".
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Lost Highway - 06 Gen 2010, 03:06
1) Mass Effect a 3,75
2)Mirror's Edge a 3 euro e spiccioli
3)Ghostbusters a 6 euro e spiccioli
4)Cronicles of Riddick: assault on dark athena a 6 euro e spiccioli
5)Dead Space a 6,25 euro
6)Grand Theft Auto 4 a 7,49 euro
7)Crysis Maximum Edition a 17 euro (parliamo di due giochi)

I suddetti i giochi a quei prezzi li puoi trovare anche per le principali console?
Quando sarà possibile tutto ciò?

Sono queste, a mio parere, le domande che ci separano dal fatto che il DD diventi una realtà!

Ma accadrà davvero per il mercato delle console, ovvero il mercato di riferimento per misurare la forza economica del videogioco?

Secondo me, no!

Su PC è possibile perchè concretamente un mercato non esiste a causa della pirateria, ma la situazione non è la medesima su console!

In quest'ottica, la considerazione più importante e decisiva riguarda le grosse catene, i franchise più potenti, Game Stop e Game Rush per esempio, pensate davvero che lasceranno che il DD gli soffi una fetta di mercato così grossa?

Se i videogiochi hanno l'esposizione e la diffusione attuale è anche grazie a catene di questo tipo (per non parlare di quelle di centri commerciali o store più generalisti, come Mediaworld da noi o HMV in Inghilterra), siamo davvero sicuri che Microsoft o Sony le pugnalerebbero alle spalle soffiandoli tutti gli affari?

Secondo me no, infatti temo, purtroppo, che su console il DD sarà limitato e con dei prezzi molto alti (come l'attuale listino di titoli in vendita su 360), e dico purtroppo perchè io ci metterei subito la firma per avere una sorta di steam su console!

Va fatta anche un'altra considerazione, pensate che i fruitori generici di videogame, il massa marcket (o casual gamers, se preferite) recepirebbe positivamente il DD?
Se prendo i miei colleghi di lavoro come metro di paragone per quanto riguarda "l'italiano medio che fruisce in maniera moderata di videogiochi, cinema e musica", noto che internet e, in generale, i servizi online sono sempre visti come una zona franca dove poter arrivare al prodotto che cercano senza pagare!
Per intenderci, io mi sono sentito spesso dire "ma perchè dovrei pagare per scaricare una canzone da itunes o un live dal sito dei Pearl Jam quando posso scaricarli gratis?" e così via!

Tutto ciò che ha scritto Darro è molto vero ma anche molto limitato al mercato PC, per il mercato console rimane un'utopia, secondo me, irrealizzabile!

Poi, oh, se domani si realizza gioisco e bestemmio, per il fatto che il mio sogno sarebbe quello di avere tutto su un hard disc e per il fatto che la mia sindrome da acquisto compulsivo raggiungerebbe uno stato terminale che rovinerebbe le mie finanze!
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 06 Gen 2010, 04:04
Il digital delivery: ci vogliono linee buone e veloci per scaricare tutta quella roba [sennò sai che palle] e hard drives della Madonna.

Pigli l'hard drive del 360 da 60 GB, ci installi 4 giochi, 4 filmati, 4 cazzate e hai finito lo spazio. Insomma i supporti ottici che li hanno inventati a fare? Da console mica puoi masterizzare. Oppure te lo scarichi da PC e poi te lo masterizzi sul dischetto farlocco? Mah...
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: atchoo - 06 Gen 2010, 09:13
Beh, HDD da 1TB e sei a posto. Costano un centinaio di euro...
Poi il DD non ti costringe ad avere tutto e sempre. Puoi anche cancellare quello che non ti serve e riscaricarlo quando vuoi. Non avrei scritto queste cose un paio di settimane fa, quando, inspiegabilmente, Xbox Live o non si collegava o lo faceva a velocità tartaruga. A 2.5GB/ora, invece, si può fare. Una linea da 8 Mega consente, in teoria, di scaricare ben più di 3GB all'ora.
Più che altro credo che su console metterebbero molti più vincoli: il dover giocare per forza collegati al servizio (Xbox Live o PSN), per esempio. Su Xbox 360 è già così per i film e per i giochi indipendenti (e per i giochi non acquistati sulla console, ma in questo caso il problema è di DRM).
Su iPhone il DD è obbligato e direi che funziona. Ci sono pure tante offerte a la Steam (con le dovute proporzioni sui prezzi, già abbastanza bassi inizialmente, essendo giochi molto più semplici).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 06 Gen 2010, 10:35
sì ma non possiamo valutare la portata del fenomeno, su come è strutturato oggi il mercato. E' vero che è la console è il mercato di riferimento, ma è una situazione di stallo questo, un po' come il proibizionismo americano, non poteva durare per sempre, i gangster non potevano continuare a guadagnarci così tanto sull'alcool di contrabbando. Tu lost highway hai "paura" giustamente del monopolio che ha microsoft, sony e nintendo sulle proprie macchine. I prezzi bassi su pc non ci stanno proprio perchè non c'è una macchina di riferimento, un publisher che filtra tutto e stabilisce il prezzo. Ma le console come le conosciamo oggi moriranno, o pensi anche che il "giochino" di porta due sòle prendi un gioco 9 euro, sia limitato agli hardcore gamer?Chi compra originale o fa così, o compra uk, è un modo delle catene commerciali di resistere. Le grandi evoluzioni non posso tenere conto degli interessi dei "singoli", l'esempio classico è il venditore di carrozze, nessuno si è strappato i capelli, ristrutturano e cambiano business per dire.

Appunto come dici tu lost highway, la pirateria è un fenomeno trasversale, vedi che su pc c'è tanta gente che compra, io ho 98 giochi su steam, daimon 108, ho amici in lista che ne hanno 150-200, sì, è un fenomeno che praticamente a quei prezzi, e con quella pubblicità, ti porta a interessarti di prodotti che non avresti pensato fino a due secondi prima di acquistare.

The Fool, le linee buone non servono, o la mia è una linea buona, in 4 ore hai un gioco di 8 giga, vivo in italia eh. Il discorso del masterizzare avviene su pc "patria della pirateria", perchè si fanno evidentemente altri check.

Steam anche se ha la funzione offline, non mi funziona offline. Però oggettivamente, ormai rimanere senza internet è un po' come rimanere senza luce, è uno scazzo di poco, al massimo un'ora, non è un problema insormontabile.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: MaxxLegend - 06 Gen 2010, 14:11
Ma Darro ha ragione, Steam ha portato alla luce la questone: su grandi volumi di vendita, con zero costi di distribuzione/packaging/marketing è possibile abbattere i prezzi fino a questo punto. Il che è pazzesco.

Però io sono un feticista dell'amaray, e continuo a preferire la trafila di "aspettare mesi che il gioco target cala a 15 euro e prenderlo in formato fisico per console" piuttosto che averlo "virtuale" per Pc, anche se magari più in fretta, a prezzo stracciato e senza problemi di spedizione.

Ovviamente per chi non si fa di questi problemi è una manna.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 06 Gen 2010, 14:19
A me piacciono invece solo le belle confezioni, quelle in amaray non saprei che farmene, quindi secondo me l'evoluzione, se questro filtraggio console morirà come pare che così sia, sarà questo, digital delivering, accoppiato a edizioni lussuose, non lo so, penso un po' ai radiohead no, con l'ultimo album, edizione lussuosa 79 euro se non ricordo male, gratis gli mp3. Il DD chiaramente lo fai pagare logico per i giochi, ma accompagni l'uscita se il mercato lo vuole, con edizioni "lusso" fisiche retail. Onlive da questo punto di vista magari fallirà, ma è un precursore, ed il futuro grossomodo è quello secondo me, niente più console per come si intendono oggi, neanche più pc gaming come si intendono oggi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 06 Gen 2010, 15:16
Esatto, darro ha dertto tutto quel che avrei detto io.
per me oramai da un annetto dd tutta la vita.
Ma capiamoci bene, solo eprche le edizioni moderne retail fanno ridere, l'amaray e' sempre piu inutile e spoglio e vuoto.

Quindi come ho sempre detto pure io desiderferei un mercato divisissimo fra edizioni lussuose anche a 60 euro e oltre e dd a manetta
che se veramente sostenuto per forza di cose, a meno di cecita incredibili abbattera' i prezzi finali.

Mi sembra un buon compromesso, come tra l'altro faccio gia' coi libri, con la musica e i film. (in questi casi non legalmente pero' e qui
si aprirebbe un altro capitolo)

Gli spazi sono irrisori io ho messo su un tera maxtor mezzo scassato il backup dei miei giochi steam 108 giochi sono scarsi 200 giga.
QUando mi va ne istallo 4 5 6 sulla partizione nomata STEAM, perche si io ho due partizioni oltre windows una da 100 progGiochi (non steam)
e una da 120 STEAM.
e gioco.

Piu' comodo di cosi'.

E non e' una questione solo di pirateria e' che il pc, ovviamente e' strutturalmente e mentalmente la piattaforma piu' adatta, tutto qua.
La psp go in questo senso e' una prova veramente ardita che ovviamente ho supportato.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 06 Gen 2010, 15:20
Si io ho una liena di merda che se va a 220k vuol dire che vado al massimo eppure non ho problemi, semplicemente sono molto abituato a backuppare.
Choi e' viziato con la 20 mega magari si riscarica i 4 giga io se voglio giocare a sfIv riattacco il maxtor entro nella cartella e lancio il
backup di sfIv.
Basta organizzarsi ma pure con una due mega scrausa che oramai e' quasi la norma, si puo senza eccessivi problemi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 06 Gen 2010, 16:16
Beh, HDD da 1TB e sei a posto. Costano un centinaio di euro... Poi il DD non ti costringe ad avere tutto e sempre. Puoi anche cancellare quello che non ti serve e riscaricarlo quando vuoi.
Sì indubbiamente, però non mi piace proprio l'idea di avere un hard drive con spazio limitato che prima o poi se non cancello niente si riempirà, è un po' come vivere in una stanza di 4 metri quadri. Inoltre l'idea che viene un tuo amico a casa, vuole fare una partita a un gioco che hai appena cancellato e devi stare ad aspettare 4-5 ore per scaricarlo di nuovo anziché acchiappare il disco e fiondarlo nel tray mi mette un po' di angoscia, sinceramente. Mi sembra più un passo indietro che un passo avanti. Insomma, i BD sono minimo 25 GB, mica poco. Un conto è scaricare Braid, e un conto è scaricare Metal Gear Solid 5. Un povero Cristo con la linea come quella di Aether si impicca prima di iniziare a giocare e dopo aver pagato il gioco.

Poi non ce le vedo molto le nuove consoles con hard drive da 1 TB, calcola che ora come ora stiamo ancorati alla miseria di 120 GB, quello da 250 GB [che comnque son pochissimi per "stoccare" giochi] manco è in vendita, la strada è lunga. Mah, grosso punto interrogativo, per me. Poi tipo ti si sputtana l'hard drive e perdi tutto, no no. XD
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 06 Gen 2010, 16:52
sì ma dico, se c'è un controllo sicurezza a monte, account, internet, server, non c'è check disk, il gioco te lo puoi scaricare pure su pc per dire, lo masterizzi, e lo tieni sempre pronto. Dai queste son bazzecole, il succo è un altro. Quindi?  ;D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 06 Gen 2010, 17:10
OK, lo masterizzo sul PC e lo infilo nella console.

Il vantaggio di tutto ciò quale sarebbe, precisamente? Pagarli 10€ di meno al day one? Per avere poi tutti dischi uguali farlocchi con la scritta a pennarello come quando eravamo ragazzini con la Pleistescion modificata? Ma non è che alla fine 'sta cosa conviene solo a loro? Domando, eh.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 06 Gen 2010, 17:29
il vantaggio e' pagarli poco e non avere spazio occupato.

Ti dico io su pc lo facevo gia',secondo te io ora che voglio rigiocare fallout3 riapro la limited prendo il disco e lo metto nel pc?
No ho una copia torrent crackata e uso quella.

Quindi per me la cosa gia' non si poneva prima, a me non interessa nulla del benessere delle sh e dei produttori quindi compro le copie
fisiche solo se sono "fisicamente belle"

Sara' una posizione solo mia, ma tant'e'.
La posizione della massa comunque e' pure peggio della mia secondo me.

Sta cosa conviene a loro finche si ostinano a far pagare un gioco dd quanto uno retail, ovviamente io non mi permetto proprio di acquistarli
per non mantenere quel trend, e in questo supporto piu pirati  dei pazzi che comprano su steam un gioco appena uscito lo stesso prezzo
di quello che trovano in negozio.

10 euro sono ancora pochini in effetti io spererei in qualcosa in piu'. 15 19.
Allora si certo che e' meglio non avere dischi proprio ma un bell'hd esterno con scritto su STEAM.
Meglio mille volte meglio bello ordinato in cartelle coi manuali in pdf che quando ti serve attacchi e istalli.
Mille volte meglio di scatolette di plastica di merda con un manuale striminzito.

Poi per carita' a me sta bene pure che rimanga cosi' gli amaray stupidi a 59 euro le limited a 79 e il dd a 39 e siamo tutti
contenti!

Poi le console, beh finche i produttori faranno hd appositi (m$) e perche vogliono tenersi stretti il loro sistema di merda
nel loro piccolo monopolio, non certo per voi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 06 Gen 2010, 17:53
il vantaggio e' pagarli poco e non avere spazio occupato.
Eh ma se te lo masterizzi per tenerlo sempre pronto come diceva Darrosquall lo spazio lo occupi, non cambia niente.

Dovrebbero fare le custodie più sottili, quello sì. Non ha senso una custodia così spessa per contenere un disco di pochi millimetri e un manuale di poche pagine.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 06 Gen 2010, 20:01
E invece io voglio le custodie grosse! di cartone come quelle dei pc e dell'amiga!

Comunque personalmente li masterizzo perche li uso anche sul vaio e non mi va di portare a lavoro il maxtor esterno da un tera.

Ma li metto tipo in  questo: (http://www.atomicshop.it/img/p/2822-41554-large.jpg)
Su bd-r printabili su cui stampo con la canon i titoli delle cose inserite quindi in 6 bd-r ho 150 giga di backup quindi quasi i miei 108 giochi.
108!

Invece in  generale per avere 108 giochi xbox ps3 quanto spazio assurdo occupi?


Ripeto, io saro' pazzo ma questi mi paiono vantaggi indiscutibili, ovvio, per farli diventare di massa non basta piacere ai pazzi come me,
ma devi offrire vantaggi molto piu gustosi, come prezzi veramente bassi una certa semplicita' d'uso (steam ti da notizie e aggiornamenti achivment
contatti) propri di una piattaforma.

Ma steam almeno va diritta in questa direzione, e sticazzi direte voi, visto che fa prettamente questo, la lentezza di m$ e sony credo risieda
non solo sul problema dei distributori, ma pure dal fatto che ancora non e' un canale preponderante.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 06 Gen 2010, 20:12
non mi va di portare a lavoro il maxtor esterno da un tera.
Appunto, vedi Daimon che avere tanti sottili e leggeri supporti ottici è meglio che avere un unico blocco enorme pesante con tutto dentro.

A me sembra un passo indietro, più che un passo avanti, poi magari è questione di gusti, non so.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: fulgenzio - 06 Gen 2010, 21:19
Per come la vedo io, l'unica leva che muove davvero le masse è il prezzo. Per questo i titoli on demand del 360 mi sembrano una presa per il culo. Giusto ieri è apparso Banjo prezzato a 29.90.Ma scherziamo? Usato lo trovo a meno e idem dicasi per buona parte dei titoli proposti. Se Microsoft li mettesse tutti a 9.90, visto che c'è roba vecchia quanto la console, allora ok, ma finché il range di prezzo resta quello, allora tanti saluti.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: MaxxLegend - 06 Gen 2010, 21:21
Ok, comunque ci tengo a precisare che quando dico "feticista dell'amaray" intendo che i giochi mi piace averli fisicamente (supporto fisico, portabilità da una console all'altra, niente spazio occupato su HD, niente patemi in caso che si rompe la console / hd del pc, confezione bella colorata, ecc.) non che mi piace l'amaray in senso stretto.. :D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Luv3Kar - 06 Gen 2010, 22:59
Per come la vedo io, l'unica leva che muove davvero le masse è il prezzo. Per questo i titoli on demand del 360 mi sembrano una presa per il culo. Giusto ieri è apparso Banjo prezzato a 29.90.Ma scherziamo? Usato lo trovo a meno e idem dicasi per buona parte dei titoli proposti. Se Microsoft li mettesse tutti a 9.90, visto che c'è roba vecchia quanto la console, allora ok, ma finché il range di prezzo resta quello, allora tanti saluti.

Eh ma i produttori per console sono tenuti per le palle dalle catene retail, vedi la rappresaglia di molti rivenditori contro PSPgo. Inoltre le console, vendendo a un pubblico più ampio, che include adulti, ragazze e ragazzini, non possono prescindere dal formato fisico. Il PC in quanto a vendite su supporto era alla canna del gas, per cui si sono buttati tutti sul DD senza avere niente da perdere, e Steam e gli altri portali dimostrano che se punti davvero sul DD allora puoi essere aggressivo con i prezzi. Su console invece devi tenere i piedi in due staffe.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Freshlem - 07 Gen 2010, 07:11
Il D.D. è la morte sua per quando bisogna fare i traslochi.
Meglio un hd unico con tutto dentro che mille mila dischetti.


Su console stanno iniziando timidamente le offerte speciali. Non ai livelli di steam,vero, ma probabilmente ci si arriverà a breve
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 07 Gen 2010, 07:58
Ma poi non so se possa dipendere dal fatto che l'utente pc che gioca quantomeno ha delle skill base che trova naturali
(farsi iso, scaricarsi torrent tenersi hd esterni), mentre magari sulle console anche se oramai sono elaboratori quasi completi (o potrebbero)
permangono utenti tipo wiiiii che piu che infilare il disco e giocare non fanno.
Anche se oramai non mi sembra piu' sia tanto cosi'.

maxx io sono feticista del bello, se tipo qualcuno mi fa una limited fighissima con una scatola mappe in tessuto artwork dvd con il making of
cd audio a 49 euro ma senza gioco dentro, ma con un codice per scaricarmelo da steam io me la compro uguale.
O se steam facesse una collection retail con tot giochi sempre in un bel pacco con dentro una penna usb io sarei contentissimo.

Ma come dice luvekar secondo me la massa non sono io,certamente, ma manco tu che vuoi il fisico e basta. La massa e' quella che vuole semplicemente
gioca' e pagare il minimo indispensabile.
Che se il gioco poi lo perde manco gliene fotte nulla.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Wis - 15 Gen 2010, 10:40
A me sembra un passo indietro, più che un passo avanti, poi magari è questione di gusti, non so.
Secondo me è un passo in avanti anche perchè, tra le altre cose, si dà al gioco la dimensione che merita: un insieme di bit per la cui fruizione 'intellettuale' hai pagato un po' di soldini.
Ora se ti cade un asteroide sul disco o se mamma/moglie/figlio/amico/console te lo riga ne devi comprare un altro, pagando nuovamente un diritto che era già tuo. Come se il gioco fosse il supporto, e non quello che c'è dentro.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 15 Gen 2010, 11:12
e' vero ma ripeto non voglio rischiare di perdere anche il contorno.
perche' parliamoci chiaro l'informatica fa schifo in quanto inconsistente, le belle scatole gli artwork i gadget inclusi ecc
creano un mondo piu fisico e piacevole.
Perderlo del tutto sarebbe orribile.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 15 Gen 2010, 11:26
daimon, il digital delivering è ecogreen. Stai supportando l'ecologia, sappilo, ahahaha.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 15 Gen 2010, 11:30
ma infatti io lo voglio supportato da una cifra di limited piene di plastica e carta.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 15 Gen 2010, 11:31
Ora se ti cade un asteroide sul disco o se mamma/moglie/figlio/amico/console te lo riga ne devi comprare un altro
Questo è vero, ma se mi cade un asteroide sull'hard drive piglio una pistola e mi sparo perché mi tocca riscaricare 5465747998 lumabytes di roba.

Basterebbe vendere assieme a un gioco una sorta di codice col quale hai la possibilità di scaricarlo se ti si rompe. Ma per me avere tanti dischi è sicuramente più sensato che avere un singolo hard drive con tutto. Poi magari in futuro usciranno dischi da 4-5 TB [Holographic Versatile Disc], per me non ha proprio senso tenere tutto su hard drive e stare sempre a scaricare, scaricare, scaricare... Poi quando scarichi non puoi giocare online, devi tenere la console accesa troppo tempo inutilmente e si fonde XD, eccetera. E poi l'assenza della custodia figa [basterebbe farle più fighe e più sottili per occupare meno spazio sugli scaffali di casa], l'assenza della serigrafia sul disco [facciamo tutti dischi uguali con la scritta a pennarello? Mmmh, che passo avanti...], l'assenza del manuale [OK, non serve a un cazzo, ma se lo fai figo è un plus mica da ridere, la carta se è di qualità rulla] eccetera. Son più i contro che i pro, a mio modo di vedere.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 15 Gen 2010, 11:44
va beh sono più i contro perchè ormai sei partito per la tangente e non ti ferma più nessuno. Cioè, quel che tu dici, mettete un codice per scaricarlo in caso di rottura, ti dà l'esatta idea dell'utilità al momento del disco fisico, pari a zero. E' solo una rottura da inserire nel tray. Cioè, il disco, dai... digital delivering a un prezzo, digital delivering+15 euro con guida al gioco, poster, ost, e cazzatine che ci piacciono tanto. 
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 15 Gen 2010, 11:52
Cioè, quel che tu dici, mettete un codice per scaricarlo in caso di rottura, ti dà l'esatta idea dell'utilità al momento del disco fisico, pari a zero.
L'utilità è evitare pallosi downloads, la possibilità di portarlo appresso senza dovertelo masterizzare da solo eccetera, ne ho già parlato. Il vantaggio del DD è risparmiare 10€, a me di risparmiare 10€ su quel gioco ogni morte di Papa che compro non me ne frega un cazzo, spendo 10€ in più e mi becco il materiale. Certo se uno compra 18 giochi al mese è un altro discorso, in questo caso mi dispiace per lui.

Citazione
E' solo una rottura da inserire nel tray.
Diventerete tutti obesi col diabete e le ossa fraciche come i ciccioni di Wall-E.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: tonypiz - 15 Gen 2010, 11:56
Io ormai sono guarito, le limited piene di fuffa non hanno quasi alcun fascino residuo sul sottoscritto. Mi sono stufato di making of che non guardo mai, gadget plasticosi che finiscono a prendere la polvere, artbook che sfoglio una volta al massimo e così via. A meno che non si tratti di qualcosa che mi piaccia davvero, ma davvero molto, la mia via resta questa:

(http://www.pctunerup.com/up/results/_200911/th_20091124221100_P10002422.JPG) (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_200911/20091124221100_P10002422.JPG)

Il Digital Delivery su PC ormai mi ha conquistato. Tra le offertone di Steam, D2D e Impulse, non ho mai comprato tanti giochi come negli ultimi tempi. Nella malaugurata ipotesi che esploda l'hd, rendendo inutilizzabili TUTTI i dati dei giochi (ma quanto è probabile, suvvia?) riscarico un po' alla volta le cose a cui voglio giocare e bon. Ho dovuto formattare da poco, e sto facendo proprio quello (a parte i giochi Steam che stavano su un altro hd), e non mi procura nessun fastidio. Mentre scarico gioco altre cose o faccio altro col pc.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 15 Gen 2010, 12:00
pallosi download the fool?un gioco lo tiri giù in 4 ore, contro i 10 giorni di uk. backuppi o masterizzi, e se arriva un asteroide a casa tua, se sopravvivi hai l'account da cui riscaricarli.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 15 Gen 2010, 12:01
eh ma allora dovrebbe farti piacere questo sistema.

Io mica prenderei solo limited, pero tipo dao l'ho voluta limited e la sto ancora aspettando, limited fisica.

Altre cose le prendo per risparmiare spazio in puro dd.

QUindi per il futuro mi pare la soluzione migliore, totale risparmio e praticita' e per chi e' appassionato di cose particolari
le paccottiglie.

Paccottiglie che chiariamoci anche io non guardo mai e so gia di non guardare ahaha questo e' ovvio.

Ma ripeto a me eccita un casino archiviare e sistemare, io sono un fanatico della sistemazione dei dati e backup-.

Cioe' io ho un hd ssd con sopra scritto MAME.
Un altro micro hd magnetico con dati e save con scritto sopra SAVE.
Lo scatolo che gia citai con 6 bluray che tengono tutto il mio steam penso di essere l'unico uomo che qui usi bluray.
E in piu un hd esterno sempre con scritto sopra STEAM&TORRENT.

A me paradossalmente piace proprio backuppare archiviare stampare le etichette (uso una dymo per le etichette)
quindi in realta ha uno spasso in piu la dd.

Ma ripeto mi pare ancora di nicchia.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 15 Gen 2010, 12:03
pallosi download the fool?un gioco lo tiri giù in 4 ore, contro i 10 giorni di uk. backuppi o masterizzi, e se arriva un asteroide a casa tua, se sopravvici hai l'account da cui riscaricarli.

no questa e' una cazzata i download sono pallosissimi, percio backuppo tutto.

Io quando prendo  un gioco su steam sto giorni solo a scaricare, hos caricato tutto l'id pack con la minima idea di giocarlo
solo per poterli lanciare vedere se andavano backupparli con il mio siustema complicatissimo e disistallarli.

L'esperienza loco roco 2 poi e' stata ai limiti dell'allucinazione.

Quindi si i download sono pallosissimi.

Ma e' pur vero che in ultima analisi possono essere una salvezza se non siete precisi come me coi backup o per giochetti piccoli
che scarichi al volo.

Tony ti posto i miei.
Posto quelli che ho al lavoro.
ahaha

(http://img268.imageshack.us/img268/5456/imag0003nv.th.jpg) (http://img268.imageshack.us/i/imag0003nv.jpg/)

(http://img707.imageshack.us/img707/7053/imag0006aa.th.jpg) (http://img707.imageshack.us/i/imag0006aa.jpg/)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 15 Gen 2010, 12:05
4 ore, che so' 4 ore? In 4 ore mi faccio 147 matches a Street Fighter. :lol:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 15 Gen 2010, 12:05
ma palloso di che?4 ore e lo scarichi, e poi backuppi, finisce lì.Lo lasci acceso, mica lo devi seguire,è comunque minore il tempo per scaricare, rispetto all'attesa per l'uk per dire. Poi se uno scialacqua e compra in negozio è un altro discorso.  
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 15 Gen 2010, 12:15
Finché continui a pensare solo al PC "fai back-up e masterizzi" non andiamo da nessuna parte, a me il PC come piattaforma da gioco fa venire il voltastomaco, quindi stai discutendo con la persona sbagliata.

Io sto parlando di console, ora come ora se scarichi non puoi giocare online perché giocheresti demmerda, oppure si interrompe il download, quindi devi stare 4 ore lì senza fare un cazzo. Poi in 4 ore non fai in tempo a scaricare 30 GB di roba, per scaricare un Blu-ray ci vuole molto più tempo.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 15 Gen 2010, 12:38
no ma infatti hai ragione, volevo provare a farti ragionare, follia proprio. Sono stato un the fool a credere che potessi tu immedesimarti in quello che succederà da qui a 5 anni con la velocità delle connessioni, l'assetto che c'è oggi nel mercato dei videogiochi che porta guadagni sui servizi, ma perdite sulle console, con un modello di business per forza di cose destinato a cambiare. Ma appunto cioè, lo dici tu stesso, tu ti compri la console, lo street fighter, e vivi felice.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: teokrazia - 15 Gen 2010, 12:47
Il Digital Delivery su PC ormai mi ha conquistato.

Sì, ma fai il passo ulteriore ed evolviti definitivamente: via i DVD del cazzo.
Il mio Dragon Age preso all'EA Store se ne sta bello bello in letargo in una partizione dell'hard disk.
I supporti ottici sono preistoria. :yes:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Darrosquall - 15 Gen 2010, 12:49
sì ma con EA è rischioso, io ho masterizzato in due dvd singolo strato, visto che boh, può succedere la qualunque,e dopo 6 mesi il gioco non lo puoi riscaricare più, sempre di EA parliamo, mica Valve.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: tonypiz - 15 Gen 2010, 12:55
Sì, ma fai il passo ulteriore ed evolviti definitivamente: via i DVD del cazzo.
Il mio Dragon Age preso all'EA Store se ne sta bello bello in letargo in una partizione dell'hard disk.
I supporti ottici sono preistoria. :yes:

In realtà il 99% della roba non la masterizzo.
Quello di DA:O è stato uno sfizio. ^^
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: teokrazia - 15 Gen 2010, 12:56
Quello di DA:O è stato uno sfizio. ^^

Direi un capolavoro. XD

Tra l'altro è più ricco e curato della confezione originale di Modern Warfare 2 [e di altri 900 giochi pacchettizzati].
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 15 Gen 2010, 13:00
Il Digital Delivery su PC ormai mi ha conquistato.

Sì, ma fai il passo ulteriore ed evolviti definitivamente: via i DVD del cazzo.
Il mio Dragon Age preso all'EA Store se ne sta bello bello in letargo in una partizione dell'hard disk.
I supporti ottici sono preistoria. :yes:

i dvd forse non i brd!!

Comunque e' ovvio che si parla di piu copie, ogni backuppatore che is rispetti ha nn due ma almeno 3 copie di tutto. Su supporti di
diverso genere.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Gerozz88 - 15 Gen 2010, 13:27
Ma poi quali sono questi giochi che occupano 30 giga?
Metal gear solid 4 con il suo audio non compresso?
Al momento un gioco da 4 giga con una connessione a 8 mega lo si tira giu in poco più di un'ora, davvero non vedo il dramma.
Se ti si fonde l'hard disk davvero hai bisogno di scaricare tutti i petabytes di giochi che hai comprato?
Adesso un gioco di 5 anni fa lo scarico in 10-20 minuti, tra 5 anni scaricherai l'intera ludoteca in un niente, a meno che non compri 100 titoli l'anno
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 15 Gen 2010, 13:39
Cioè voi vi vedete tra 5 anni in Itaja a volare con connessioni da 300 MB? :lol:

I giochi che occupano tanti giga magari in futuro ci saranno, non penso che resteremo ancorati al DVD nei secoli dei secoli. Comunque qui dentro tutti pcisti, sarà un caso. Bello poi il discorso di Darro sul "modello di business", come se a me dovesse fregarmene qualcosa di quanti soldi guadagnano loro e di cosa gli convenga fare. XD
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Gerozz88 - 15 Gen 2010, 13:57
5-6 anni fa la connessione commerciale più veloce era da 0,256 Mbit/s , adesso ci sono le 20 mega (quasi 80 volte più veloce).
E' vero che si è raggiunto il limite fisico dell'adsl tramite cavi di rame, ma la telecom sta gia' sperimentando l'alice phibra per quanto ne so. I tempi in Italia sono pachidermici, ma non credo proprio che tra 5 anni saremo ancora con le 20 mega.
Gia' adesso con una 20 mega (per quelli che ci arrivano) scarichi a 2-2,5 Mbyte/s , un gioco da 8 giga (i double layer del 360 che molte volte sono riempiti a metà) si scarica in meno di un'ora server permettendo.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 15 Gen 2010, 14:02
5 anni fa andavamo a due all'ora? Nel 2005? Sei sicuro?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: tonypiz - 15 Gen 2010, 14:15
i dvd forse non i brd!!

Per curiosità, quanto ci vuole per masterizzare un Blu-ray?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Daimon - 15 Gen 2010, 14:20
col mio masterizzatore ipersola da pochi euri LG un fottio.
Piu o meno 20 minuti per uno da 25 giga.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Gerozz88 - 15 Gen 2010, 14:36
Scrivevo di fretta e non ho avuto tempo per verificare, in realtà nel 2004 c'è stato l'upgrade a 0,640 Mbit/s, comunque un bel salto dal 0,64 a 20.

Non vorrei andare eccessivamente off topic, ma la qualità del gioco online non dipende dalla larghezza di banda, bensì dalla priorità dei pacchetti di dati. E' per questo motivo che se un sistema è progettato come si deve non hai problemi, su windows esistono driver di rete ottimizzati che ti fan giocare bene anche quando scarichi a piena banda.

Stai rigirando la frittata, comunque. Gli hard drive sono economici e sicuri (se ne metti 2 in parallelo è impossibile che perdi i dati).
Andiamo, un dvd si graffia solo per il normale utilizzo, è un supporto così delicato che mi fa paura solo estrarlo dalla custodia.
I giochi che occupano 50 giga sono solo marketing e distintivo.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: The Fool - 15 Gen 2010, 14:43
Aoh i dischi si graffiano ma mica diventano illeggibili, per far diventare un disco illeggibile ci vuole parecchio sforzo, bisogna essere stupidi forte. Un hard drive magari se non hai una presa filtrata può bruciarsi con un fulmine [non sono sicuro, immagino], e comunque non è solo questo il punto.

A me 'sto DD sembra più una moda del momento, tipo quella cazzata del telecomando col touch screen [moda del momento, appunto] che porta più svantaggi che vantaggi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: mog_tom - 17 Gen 2010, 15:53
Maddai. Qualsiasi cosa che abbassi i requisiti logistici ed economici per gli sviluppatori (e penso soprattutto ai piccoli sviluppatori) stai sicuro che resta lì dov'è, anzi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Top Dogg - 15 Mag 2014, 14:01
Negli USA tre giocatori su quattro preferiscono il supporto fisico per i videogame
http://multiplayer.it/notizie/131811-negli-usa-tre-giocatori-su-quattro-preferiscono-il-supporto-fisico-per-i-videogame.html
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: l'Amico - 15 Mag 2014, 18:26
Negli USA tre giocatori su quattro preferiscono il supporto fisico per i videogame
Tutto pur di non smuovere il culone dalla poltrona.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Scorreggione - 15 Mag 2014, 22:58
Io pure ma non per non muovere il culo semplicemente perché con le connessioni che abbiamo in Italia mentre noi scarichiamo un gioco, c'è gente che l'ha già finito una settimana prima.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nihilizem - 15 Mag 2014, 23:06
La dicitura "preferiscono", piuttosto che cifre concrete sulle abitudini di acquisto, è abbastanza bizzarra, ma presumo che l'NPD non abbia accesso ai dati di vendita digitali di Steam, Sony, Microsoft ecc e debba affidarsi solamente a dei sondaggi, da cui l'espressione.

Per il resto, potrà sembrare strano, ma 25% mi sembra basso, sopratutto se si considera che nel mercato PC il retail è sostanzialmente morto.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: EGO - 15 Mag 2014, 23:45
Sarebbe bellissimo riprendere la discussione 4 anni dopo che fu aperta, per vedere se e come sono cambiate le opinioni personali.

Io su WiiU e 3DS sono passato quasi totalmente al DD. Caricamenti rapidi, ogni gioco accessibile quando si vuole, un piccolo HDD da 2.5" più piccolo dell'amaray di un singolo gioco boxato (per WiiU), niente dischi volanti o confezioni quando si vuole portare la console a casa d'altri.

E sconti periodici interessanti (nel contesto del mercato console, dove giochi di inizio 7th gen costano ancora 19.90).

Gli sconti su PC comunque sono assurdi, l'altro giorno con Humble Store, 17 (diciassette) giochi di Sonic a 6.99€ (su console ci compri appena Sonic 1).

Devo dire che il sistema, per me, vale assolutamente il tempo che ci va a scaricare un gioco pesante (tipo DK che sono sugli 11 GB). Certo, per i mappazzoni 8th gen da 30 GB (e le patch da 13 GB, rotoflollolollissimo) è un altro discorso.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Pila87 - 16 Mag 2014, 08:49
Mi pare che ci fosse un altro topic più recente, mi ricordo spargimenti di sangue che qui mancano. :D

No alla scatolaccia, come sempre! :P
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 16 Mag 2014, 11:25
Per me digital only su PC e digital al 90% su Vita e PS3.

Su WiiU e 3DS invece quasi solo scatolato, vista la gestione bizzarra dell'account e gli sconti purtroppo quasi inesistenti.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 16 Mag 2014, 13:04
Solo DD su PC, solo retail a causa dei prezzi demenziali su console (facendo un rapido calcolo e considerando la possibilità di rivenderlo l'ultimo gioco Wii U che ho comprato mi sarebbe costato esattamente il triplo se preso sull'e-shop: a quel punto per forza che la gente preferisce la copia fisica :D).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 16 Mag 2014, 13:06
Per me è tutta questione di prezzo.

Il DD non riesco ad accettarlo a certe cifre, ne a preferirlo quando non c'è una differenza sostanziale col prezzo retail. Per il resto, quando c'è seriamente da risparmiare son sempre pronto a rinunciare al feticismo videoludico  :D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Konron - 16 Mag 2014, 17:23
Su computer e ps3 rigorosamente DD: si risparmia e non hai rotture di palle (per me attesa+postino+campanello+firma=rottura di palle)
Mi riservo l'acquisto fisico solo per roba che prendo già con l'idea di rivenderla. Per me la rivendibilità è l'UNICO vantaggio della copia fisica, con però tanti svantaggi.

Se avessi 3DS/WiiU però andrei di fisico perché la gestione account mi sembra semplicemente sbagliata, inoltre non mi sembra che facciano gli scontino che ormai stanno facendo capolino anche su console, specialmente sul PSN.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Scorreggione - 16 Mag 2014, 18:53
Per me è una questione di peso e di velocità di connessione in primis.
Un fps ad esempio per ps4/xbox360 pesa non meno di 40 giga circa, quanto ci vuole per scaricarlo? Mezzo secolo anche avendo connessioni non lentissime. Ed io compro un gioco al day one e non posso nemmeno giocarci subito? Ma scherziamo?
Poi altro aspetto, un gioco in dd è piu' difficile da vendere/scambiare per non dire quasi impossibile.
Non sono collezionista ma voglio avere un qualcosa di fisico tra le mani e giocarci subito.
Le attese non fanno per me.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Noldor - 16 Mag 2014, 18:58
Beh per il day one basterebbe che facessero partire i download anche una settimana prima del lancio,  attivando il gioco solo al day one della copia fisica.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: tonypiz - 16 Mag 2014, 20:41
Yup, basta permettere il preload, e il problema dell'attesa sparisce.
Non che personalmente sia tutto 'sto problema aspettare qualche ora.

A distanza di qualche anno, ovviamente la mia risposta è la stessa: digitale tutta la vita.
Pure solo per il fatto di non riempirmi la casa di scatole, sorvolando sulla questione del prezzo dei giochi su PC.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: atchoo - 16 Mag 2014, 20:54
Pensavo di essermi espresso in un senso o nell'altro ai tempi, ma mi sbagliavo.
Io sono totalmente DD su Wii U, avendo venduto i titoli che avevo su disco e avendoli ricomprati DD.
Avevo pensato di fare altrettanto su 3DS, ma ho già troppe cartucce e andrei incontro a uno sbattimento che evito volentieri: dovrei estrarre tutti i salvataggi dalle cartucce e passare anche a una SD più capiente.
Poi i vantaggi in termini di comodità e di velocità sono minimi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: EGO - 16 Mag 2014, 22:09
Su WiiU e 3DS invece quasi solo scatolato, vista la gestione bizzarra dell'account e gli sconti purtroppo quasi inesistenti.

Se avessi 3DS/WiiU però andrei di fisico perché la gestione account mi sembra semplicemente sbagliata, inoltre non mi sembra che facciano gli scontino che ormai stanno facendo capolino anche su console, specialmente sul PSN.

Non aprite l'eShop spesso, eh?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 16 Mag 2014, 22:15
Ehm EGO, da quant'è che non dai un occhio al PSN?
Sinceramente gli sconti di Nintendo fanno ridere, e quasi tutto sta sempre a prezzo pieno anche dopo mesi dall'uscita.
Ecco gli sconti di settimana scorsa per fare un esempio:

http://www.nintendolife.com/news/2014/05/nintendo_download_8th_may_europe (http://www.nintendolife.com/news/2014/05/nintendo_download_8th_may_europe)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: atchoo - 16 Mag 2014, 22:36
Non è che ci siano grandissimi sconti neppure sui dischi/cartucce, se parliamo di titoli Nintendo...
Giusto comprando i codici da GAME risparmi qualcosina.
Poi gli sconti li decideranno i publisher, non Nintendo. Mica l'eShop è un servizio stile PSN, no?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Lenin - 17 Mag 2014, 08:30
Al momento giocando solo su PC sono totalmente DD ed è una gran figata: zero scatole e prezzi bassi.
Spero che anche la politica dei prezzi in DD per i giochi sulle console next-gen segua questa strada.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Void - 17 Mag 2014, 21:00
Per me è tutta questione di prezzo.

Il DD non riesco ad accettarlo a certe cifre, ne a preferirlo quando non c'è una differenza sostanziale col prezzo retail. Per il resto, quando c'è seriamente da risparmiare son sempre pronto a rinunciare al feticismo videoludico  :D
^this

Nonostante Steam, ho ancora giochi PC scatolati. Per il futuro però mi ci vedo sempre meno a comprare scatolato per PC.

Per console è l'opposto. In DD ho praticamente solo i giochi del plus. Fanno eccezione ovviamente i giochi DD only. Un paio di titoli li ho comprati in DD perchè effettivamente qualche buono sconto ora appare anche sul PSN.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Konron - 18 Mag 2014, 10:03
Non aprite l'eShop spesso, eh?
Il PSN è un altro livello, più vicino a Steam. Che ci sia ogni tanto qualche sconto anche su eShop è palese, ma in linea di massima non c'è tutto questo vantaggio sul fisico.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: EGO - 20 Mag 2014, 01:39
Ehm EGO, da quant'è che non dai un occhio al PSN?
Sinceramente gli sconti di Nintendo fanno ridere, e quasi tutto sta sempre a prezzo pieno anche dopo mesi dall'uscita.
Ecco gli sconti di settimana scorsa per fare un esempio:

Sono due dimensioni ben diverse.

Su eShop c'è una generazione di materiale in meno. Chiaramente non possono permettersi di scontare Deus Ex HR come viene scontato su PS360, visto che su WiiU è uscito in ritardissimo. Teniamo anche conto che PS360 sono macchine di fine generazione che vanno spremute per ricavarne ancora tutte le vendite residue: da qui derivano la generosità di PS+ e l'ondata di sconti finto-PC dell'ultimo anno e mezzo, pensati per quegli utenti che ancora comprano i modelli di console con HDD da 250GB (cioè quelli che giocano qualcosa che non sia l'annuale FIFA e CoD).

Gli sconti su eShop tuttavia hanno maggiore logica di quelli totalmente casuali di PS360 e Steam/GOG/Humble, dove un gioco di un anno fa può uscire a prezzo dimezzato (su console) e ridicolo (su PC) per un giorno o una settimana di saldi, ma un gioco del 2006/2007 è ancora venduto a 20 euro e si trova nella situazione paradossale di non poter vendere se non va in sconto, ma non va mai in sconto e allora non si capisce perché tenerlo sul Marketplace (Kameo? Soul Calibur IV?).

La quantità e la tipologia di software disponibile sui diversi negozi fa la differenza.
WiiU viene considerato una console nuova anche quando propone giochi che per le altre due console sono vecchi; ergo, a parità di gioco, lo sconto non può essere lo stesso.

Ma il materiale esclusivo (e anche quello non esclusivo) disponibile su eShop è soggetto a sconti settimanali a rotazione, questo è innegabile. Come è innegabile che ci sono frequenti promozioni, dove se compri un gioco te ne scontano o regalano un altro.

Se poi mi dici che a distanza di un anno NSMBU è ancora a prezzo pieno, quello è software Nintendo first party e lo trovi a basso prezzo solo quando Marcopolo o Saturn cercano di eliminare le scorte. Su Amazon in genere sul software Nintendo ti va bene se risparmi 10 euro, e da GS se lo compri usato ne risparmi 5. E capisco che in un mondo che trova eccessivi 15 euro per un gioco nuovo in DD e può comprare Tomb Raider 2013 a 7,50€ per PC a un anno dall'uscita, ciò sembri inaccettabile.

Su eShop i giochi third party comunque vanno regolarmente in sconto anche del 50%, e presto o tardi lo sconto diviene permanente (Rayman Legends, AC3...).

In definitiva è il solito discorso: su WiiU non trovi gli sconti che trovi su PS360/PS4Bone, ma tanto il gioco multipiatta non lo compri su WiiU, quindi per quei giochi specifici il problema nemmeno si pone.
Per i giochi esclusivi, gli sconti ci sono.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Konron - 20 Mag 2014, 10:56
Mah ego, non mi convinci al 100%:

Gli sconti su eShop tuttavia hanno maggiore logica di quelli totalmente casuali di PS360 e Steam/GOG/Humble, dove un gioco di un anno fa può uscire a prezzo dimezzato (su console) e ridicolo (su PC) per un giorno o una settimana di saldi, ma un gioco del 2006/2007 è ancora venduto a 20 euro e si trova nella situazione paradossale di non poter vendere se non va in sconto, ma non va mai in sconto e allora non si capisce perché tenerlo sul Marketplace (Kameo? Soul Calibur IV?).
Cosa importa della "logica"? Da una parte hai vari giochi scontati a prezzi anche stracciati, dall'altra no. Non è che alla gente cambia qualcosa se i giochi vengono scelti con un'idea o tirando un dado.

Citazione
WiiU viene considerato una console nuova anche quando propone giochi che per le altre due console sono vecchi; ergo, a parità di gioco, lo sconto non può essere lo stesso.
Vero, ma è un grosso problema perché all'utente cosa gliene frega se poi il gioco è lo stesso ma il prezzo no? Ma proprio andando sul concreto, perché mr.x dovrebbe comprare wiiu se poi gli stessi giochi su 360/ps3 costano meno?

Citazione
E capisco che in un mondo che trova eccessivi 15 euro per un gioco nuovo in DD e può comprare Tomb Raider 2013 a 7,50€ per PC a un anno dall'uscita, ciò sembri inaccettabile.
Beh ora senza esagerare (15€ per un gioco nuovo non sono tanti da nessuna parte, nemmeno su steam) effettivamente se la gente si abitua a pagare roba AAA dell'anno prima 7,50€ chiaramente si creano certe aspettative. Cambia la percezione del prezzo.  Che poi sia un meccanismo anche malato e non sostenibile è un altro discorso.
Citazione
In definitiva è il solito discorso: su WiiU non trovi gli sconti che trovi su PS360/PS4Bone, ma tanto il gioco multipiatta non lo compri su WiiU, quindi per quei giochi specifici il problema nemmeno si pone.
Per i giochi esclusivi, gli sconti ci sono.
Considerato che loro vorrebbero vendere il WiiU come macchina unica che copre un po' tutto, è un grosso problema. Qui magari è accettabile comprarla solo per la roba Nintendo e affiancarci una PS4-X1, ma se ci pensi è un grosso handicap per le vendite nel pubblico non appassionato.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 28 Lug 2014, 07:53
Beh ora senza esagerare (15€ per un gioco nuovo non sono tanti da nessuna parte, nemmeno su steam) effettivamente se la gente si abitua a pagare roba AAA dell'anno prima 7,50€ chiaramente si creano certe aspettative. Cambia la percezione del prezzo.  Che poi sia un meccanismo anche malato e non sostenibile è un altro discorso.

Il meccanismo è sostenibile fin quando accanto ai giochi scontati vendono anche quelli appena usciti a prezzo pieno, cosa che su pc per ora mi pare avvenire.

Il meccanismo non sostenibile è piuttosto quello del dd su Android e iOS, in cui un gioco che costa più di 99 centesimi fa fatica a vendere.


Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Scorreggione - 28 Lug 2014, 21:40
(http://www.ludomedia.it/upload/img/14/7/28/6803_890_53d69c3ea6bf32.16376945.jpg)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Account_191220 - 29 Lug 2014, 14:16
É successo che la gente ha cominciato a rendersi conto che giocare su PC è molto più conveniente.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: zombievil - 03 Ago 2014, 09:40
Report annuale di Stardock in pdf (http://www.stardock.com/press/CustomerReports/Stardock2014.pdf)
Cose interessanti dalla 4a pagina:

Citazione
Retail is dead
Only five years ago, our survey showed that 58% of our customers bought their software in a box, at retail.
Further, 24% of them expected to be still doing so five years from then. In reality, it turned out to be 6%.
Retail disappeared even faster than our tech-savvy customer base imagined it would.


Digital Distribution is consolidating
The barrier to entry for developers to create and sell software and games has been greatly reduced. This is
a wonderful thing and has created a new renaissance in the making of innovative and interesting software.
On the other hand, it has also ushered in a flood of drek that has made it a lot harder for developers to
get
 noticed.
If you make software/games in 2014 you will almost certainly be dealing with either Microsoft, Amazon,
Google, Valve, Sony, Nintendo or Apple. That is a lot of consolidation in a very short amount of time.

 
Mobile development is [generally] not viable as a business model...yet
This will undoubtedly result in some criticism but we’ve spent the past 2 years interviewing countless
developers (big and small) and concluded that making games or software for mobile (iOS or Android) is
not a viable business model yet. That isn’t to say money isn’t being made on those platforms. But a viable
business model requires that someone be able to reasonably project that an investment of $X will result in
a return of $Y within a margin of error. iOS and Android more closely resemble a lottery system. If you win
that lottery, you can stand to make millions. If you do not, you will not likely even come close to recouping
your investment.

That market may change but I don’t see it happening any time soon. These three reasons represent
 the core problems that prevent it from being viable:
1. Discoverability is terrible. It is difficult for quality products to float to the top. They’re flooded
with drek and the user experience for exploring what is available is terrible. This is not
something easily addressed.
2. Price sensitivity is too severe. Prices are traditionally determined by supply and demand.
There are not remotely enough active consumers to justify $2 on any mobile platform.
3. Attachment rates are terrible. This is the nature of a mobile device. We do not expect to
spend a lot of time actively interacting with our mobile device as compared to other devices
(TVs with consoles or computers). As a result, users do not tend to become very attached to
any particular item (with notable exceptions, which is why they’re notable).
I think most consumers would be shocked if they knew the actual dollars earned by reasonably
“popular” iOS and Android games and apps. It is one of the better kept secrets in our industry that few
people discuss but everyone trying to make a living developing for mobile knows.

Once a game or piece of software leaves the very very top of the sellers, the income fall-off is severe. Our
poorest-selling DLC for PC games generates more income than nearly every iOS or Android developer app
we’ve gotten numbers for. Let me emphasize this, we’ve talked privately to a considerable number of
developers who have made “successful” iPhone/Android games, games you’ve probably heard of, and
their numbers are depressing. Lest someone take this quote out of context, let me also emphasize that I
don’t think this will be a long-term problem. The “gold rush” metaphor used for mobile is more accurate
than intended.

Tutto prevedibile, agghiacciante la parte in rosso
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: naked - 03 Ago 2014, 10:46
Io non vedo il mio smartphone come un oggetto videoludico.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 03 Ago 2014, 14:49
Io ho smesso di usare telefono e tablet in tal senso quando mi sono accorto che per trovare un gioco decoroso non infarcito di microtransazioni fino al midollo devo farmi strada tra pile e pile di quella che possiamo definire senza dover correre molto con la fantasia come merda fumante in formato elettronico.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: naked - 03 Ago 2014, 16:59
E' il classico gatto (cane?) che si morde la coda.
Le società non investono nello sviluppo perché i volumi di vendita sono bassi, i giocatori non sono attratti dai giochi scadenti.
A prescindere da questo il vero problema rimane il controller virtuale.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Jenbrother - 05 Ago 2014, 09:19
Secondo me il digital delivery mi ha rovinato il buon senso sui prezzi.
Salvo qualche eccezione su giochi per me imprescindibili che compro in retail, il resto ormai voglio pagarlo meno di un caffè, possibilmente in bundle.
Così facendo, anche andando in qualsiasi negozio retail anche di fronte a tagli di prezzi consistenti, là dove in passato avrei acquistato ad occhi chiusi, ora passo sempre.
Secondo me sto esagerando, sono consapevole di demolire la industria come ai tempi in cui si "scaricava a manetta", solo che ora pago una cifra variabile tra i 1 e 5 dollari/euro, per portarmi a casa un bundle di giochi, ma la sensazione di fare più un danno che un beneficio è percettibile.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: kobaino - 05 Ago 2014, 10:32
No, non penso. Non mi sembra di fare danno, visto che prima non compravo e ora su steam ho più di 700 giochi, presi in bundle e non. Quindi da zero a tanto e abolendo completamente la pirateria. Ho cancellato tutto e uso solo i miei contenuti in dd su steam (ho anche origin, gog, desura ecc. con molti giochi, ma quelli non li uso molto). Per la storia del retail, anche io prima avrei comprato ad occhi chiusi, ora se un gioco da 50 euro lo mettono anche a 15 non lo considero, almeno che non sia un titolone che adoro. E la scena indie, che prima snobbavo, ora la apprezzo moltissimo (vi consiglio la visione di Indie Game The Movie, bellissimo).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: SalemsLot - 16 Set 2015, 18:42
http://it.ign.com/m/ps4/102080/feature/ps4-e-xbox-one-comprare-a-meta-prezzo-i-giochi-in
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: l'Amico - 16 Set 2015, 23:20
Tutto molto bello (e gia' fatto), ma si deve trovare qualcuno a cui piacciono i giochi che PIACCIONO A TE, altrimenti non serve a niente. Ma proprio a niente. Se io voglio Fallout 4, CoD 17 e Assassin's Creed 12 e al mio amico 'sta roba non interessa e anzi vuole altri giochi che non piacciono a me? Come si fa? Ba'. No perché basta comprare un paio di volte un gioco di cui non ci frega nulla solo per accontentare l'amico che il risparmio e' andato a farsi fottere.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Scorreggione - 16 Set 2015, 23:28
Per me conviene solo per indie e dd che costano e pesano poco. Già per titoli retail non conviene perché non sempre c'è il preload, pesano un quintale, non tutti hanno connessioni veloci e soprattutto materialmente si possono fare sempre preorder su altri titoli.
Poi si, bisogna trovare uno che ha i tuoi stessi identici gusti e non è facile, anzi, molto raro, soprattutto se uno è selettivo e di gusti difficili.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: SalemsLot - 17 Set 2015, 05:44
Se consideriamo che su One si può acquistare anche su alcuni store esteri ecco che anche al day one si può prendere roba a 20/25 euro a testa.
Parlo di tripla A e non indie.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 15 Mar 2016, 19:51
Oggi mi è successa una cosa stranissima, o almeno è strana per i nostri standard da videogiocatori di vecchia data attaccati alle scatolette.

Mio figlio voleva giocare a Little Big Planet 3, e gli dico che serve il disco e deve andare a prenderlo sennò non parte. Lui mi guarda e dice: "Ma uffa, perchè per alcuni giochi hanno i dischi? E' scomodo!"

Vedete le nuove generazioni? sono già pronte al DD e non gli interessa nulla di avere l'oggetto fisico, che robe!  :D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: SixelAlexiS - 15 Mar 2016, 20:20
Oggi mi è successa una cosa stranissima, o almeno è strana per i nostri standard da videogiocatori di vecchia data attaccati alle scatolette.

Mio figlio voleva giocare a Little Big Planet 3, e gli dico che serve il disco e deve andare a prenderlo sennò non parte. Lui mi guarda e dice: "Ma uffa, perchè per alcuni giochi fanno i dischi? E' scomodo!"

Vedete le nuove generazioni? sono già pronte al DD e non gli interessa nulla di avere l'oggetto fisico, che robe!  :D
è la generazione delle "app", mi avrebbe sorpreso il contrario  :D

Spoiler (click to show/hide)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 15 Mar 2016, 21:33
Faccio parte di quella generazione pur essendo del '79: si chiama Generazione Pigri.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Giobbi - 15 Mar 2016, 22:55
non capisco cosa ci sia di triste
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: tonypiz - 15 Mar 2016, 23:04
Io sono un giocatore di vecchissima data, ma non sono per niente attaccato alle scatolette.
Pigliano spazio, e polvere.
^^
Credo di aver comprato l'ultimo gioco scatolato nel 2007, più o meno.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 16 Mar 2016, 00:03
I PCisti in effetti hanno fatto il passaggio parecchio tempo fa, in ambito console la situazione è diversa, in molti non comprano un gioco se non esce scatolato, o comunque non sono disposti a pagarlo a prezzo pieno (e io mi metto tra questi ultimi, ok il digital ma devi darmi un risparmio)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 16 Mar 2016, 09:00
Io riconosco la comodità del DD e se c'è un risparmio consistente non mi faccio problemi.
Pagare uguale per una cosa che al produttore costa molto meno, mi farebbe sentire un coglione.

Questo discorso non si applica con giochi di un certo pregio di cui voglio avere una scatoletta da conservare e contemplare.
Però è solo un feticcio.


Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Jenbrother - 16 Mar 2016, 09:31
Al di là di essere d'accordo o meno sul digital ormai è un imposizione, le ultime edizioni fisiche per console facevano così pena che ho buttato via le confezioni e tengo i dischi nei porta cd.
Il culto di una copia fisica fatta bene (scatole di cartone, manuale con artwork cd non solo di gioco) alla fine ce lo hanno solo in Giappone anche solo per la copia standard.
Personalmente il digitale, ma credo sia un problema mio, mi fa perdere il piacere di avere un videogioco.
Ho sempre associato la collezione di videogiochi a quella dei libri, riprendere titoli fisicamente in mano mi aiuta a ricordare le esperienze ludiche più belle, trovare il piacere anche di rigiocarle.
Scorrere elenchi di file da scaricare non mi entusiasma, poi aspetto il bel giorno in cui chiuderanno uno Steam,Origin,Desura qualunque per vedere che putiferio esce fuori.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: MaxxLegend - 17 Mar 2016, 13:22
Vado controcorrente:
Sono a favore della copia fisica perché l'utente deve poter possedere il gioco (non in senso bibilico :P) e poterne disporre come vuole, deve poterlo giocare anche 10 anni dopo la sua uscita e anche su un altra macchina, deve aver la possibilità di portarlo da un amico o di rivenderlo.

Il digital delivery è una restrizione delle nostre libertà e dei nostri diritti di consumatori.
Poi se siete superpigri e vi pesa il culo a cambiare disco ok, è un altro discorso.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 17 Mar 2016, 15:17
Ci sono cose positive e cose meno positive e sicuramente la cosa ideale sarebbe avere sempre e comunque la scelta (non quella che c'è ora su console, magari, con il dd allo stesso prezzo del fisico)... diciamo però che io continuo a preferire il digitale per tutta una serie di ragioni che vanno anche oltre il culo pesante (che comunque non è da trascurare).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Wis - 17 Mar 2016, 22:50
Ci sono distributori che danno copie senza DRM, in questo senso non percepisco restrizioni o lesioni al diritto nel fatto di avere una copia su HD piuttosto che su disco.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Panda Vassili - 18 Mar 2016, 14:04
(http://ilfabrianese.altervista.org/wp-content/uploads/2013/11/calesse.jpg)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: piwi - 12 Set 2016, 11:50
Mi sono appena accorto che nel giro di 2-3 anni sono passato da "mai spendere più di 3 euro per un gioco DD" al preferire il download alla copia fisica.
Nello specifico, mi sto chiedendo se prendere PES 2017 retail a 49,90 o spendere 10 euro in più per la comodità del digitale.  :hurt:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Account_191220 - 14 Set 2016, 08:27
Ma sai che mi trovo nella stessa condizione?
Stupefacente.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: MaxxLegend - 14 Set 2016, 13:16
Mammamia come siamo messi.. Addirittura spendere di più per il digital.
Proprio "Culo pesante For the Win"..  :tired:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 14 Set 2016, 13:31
Gli ultimi commenti erano chiaramente un esca per il buon Maxx in modalità rant costante dalla conference Sony...
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Panda Vassili - 14 Set 2016, 14:33
Mi sono appena accorto che nel giro di 2-3 anni sono passato da "mai spendere più di 3 euro per un gioco DD" al preferire il download alla copia fisica.
Nello specifico, mi sto chiedendo se prendere PES 2017 retail a 49,90 o spendere 10 euro in più per la comodità del digitale.  :hurt:

Il disco è una rottura di cazzo inutile, felice che il concetto sia atterrato pure sulle lande sonare.  :D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: lawless - 14 Set 2016, 14:38
la follia. 50 euro per la digitale? la follia davvero.

ma Retail tutta la vita proprio
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Voodoo - 14 Set 2016, 14:41
Il disco è una rottura di cazzo inutile, felice che il concetto sia atterrato pure sulle lande sonare.  :D

Giusto! Ridateci le cartucce, meglio se in formato NeoGeo AES. Tanta soddisfazione.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Panda Vassili - 14 Set 2016, 15:06
Ma guarda che ormai prescinde pure dai videogiochi, vedi il successo di netflix, non ti devi alzare nemmeno dal letto per avviare il nuovo episodio  :evil: per i videogiochi il disco non ha proprio significato alcuno, se non per ragioni economiche che può essere più conveniente, ma come comodità, a parità di prezzo, tutta la vita il digitale. Ma sono contento che molti preferiscano spendere pure qualcosina in più per magari non uscire e iniziare subito a scaricare.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Account_191220 - 14 Set 2016, 15:10
Tanto più vero per un gioco come PES.
Se lo prendi al lancio per tenerlo per tutta la sua "vita" finisce che perde anche l'unico vantaggio che il retail ha sul DD, ovvero la rivendibilità. Se poi ci uniamo il tempo e il costo di andarlo a prendere 10€ in più hanno anche il loro senso. Altri giochi che mantengono di più il loro valore nel tempo ha ancora senso prenderli scatolati, ma sono una minoranza oramai.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 14 Set 2016, 15:16
Infatti, di scatolato ormai ho solo roba Nintendo o giochi che voglio rivendere una volta finiti.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: piwi - 14 Set 2016, 15:34
Tanto più vero per un gioco come PES.
Se lo prendi al lancio per tenerlo per tutta la sua "vita" finisce che perde anche l'unico vantaggio che il retail ha sul DD, ovvero la rivendibilità. Se poi ci uniamo il tempo e il costo di andarlo a prendere 10€ in più hanno anche il loro senso. Altri giochi che mantengono di più il loro valore nel tempo ha ancora senso prenderli scatolati, ma sono una minoranza oramai.
Yep.
Per quanto mi riguarda PES/FIFA li gioco da settembre a settembre dell'anno successivo, quando non hanno più nessun valore.
In più fa parte di quei giochi che trovo comodo avere "sempre lì" per una partitina al volo.
Questa primavera, dopo aver preso FIFA 16 in offerta ai saldi, mi sono accorto di aver iniziato a giocare solo a quello invece che a PES [retail] solo perchè nun c'avevo voglia di togliere il disco di Uncharted :D
Mammamia come siamo messi.. Addirittura spendere di più per il digital.
Proprio "Culo pesante For the Win"..  :tired:
10 euro ben investiti :yes:

Spoiler (click to show/hide)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 14 Set 2016, 16:13
Mi sono appena accorto che nel giro di 2-3 anni sono passato da "mai spendere più di 3 euro per un gioco DD" al preferire il download alla copia fisica.
Nello specifico, mi sto chiedendo se prendere PES 2017 retail a 49,90 o spendere 10 euro in più per la comodità del digitale.  :hurt:

Io sono del partito noccioline, dovreste saperlo: 10€, averli o non averli è la stessa cosa, quindi sì, su un gioco tipo PES o Street Fighter 5 ha senso eccome evitarsi il rompimento di palle di mettere dentro il disco.

Io ho pure messo in whishlist No Man's Sky digital perché quando il prezzo scenderà a un terzo, io me lo compro in Digitale. Ho già la versione fisica (che mi tengo), ma così se dopo averlo finito mi vien voglia,  faccio un salto su qualche pianeta e via.
Ecco, mi è ancora difficile arrivare a pensare di spendere molto in digitale, per un solo acquisto. Penso di non essere mai arrivato nemmeno ai 20€, per un DD.

Ed ero pure un fierissimo detrattore del digital.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: ederdast - 14 Set 2016, 17:33
Io mi fo due belle palle a cambiare i dischi ogni volta e comunque in ambito PC la rivoluzione c'è già stata e i giochi fisici sono un ricordo del passato ormai.
Poi ovviamente vado al 99% di copie fisiche ma esclusivamente per un discorso di risparmio (prenoti con il gioco preso precedentemente spendendo un terzo rispetto al prezzo pieno).
Per dire nel mio "progetto" pc nuovo sono indeciso se mettercelo il lettore di robi tondi...
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 14 Set 2016, 18:26
già, ci sarebbe da chiedersi dunque quali giochi "meritino" il servizio premium del Digital Delivery.

ma l'idea che il DD sia una comodità che deve pagare l'utente (laddove il venditore ha un guadagno probabilmente doppio, triplo?, rispetto ad una tradizionale vendita retail) è la classica bestialità commerciale: siamo dei caproni.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 14 Set 2016, 21:59
Per dire nel mio "progetto" pc nuovo sono indeciso se mettercelo il lettore di robi tondi...

Non serve a niente, ho fatto il PC 3 anni fa, non l'ho messo e non ne sento la mancanza.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: ederdast - 15 Set 2016, 10:20
Per dire nel mio "progetto" pc nuovo sono indeciso se mettercelo il lettore di robi tondi...

Non serve a niente, ho fatto il PC 3 anni fa, non l'ho messo e non ne sento la mancanza.

Ottimo lettore di cosi tondi gassato!
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Account_191220 - 15 Set 2016, 10:31
Io non lo uso da qualcosa come 4 anni il lettore ottico, su Mac.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: atchoo - 15 Set 2016, 16:57
Io l'avevo fatto mettere perché non mi scaricava Windows su chiavetta, dato che la mia chiave era OEM.
Da allora non l'ho più usato.
Però è roba da 10-15 euro, secondo me se c'è spazio nel case lo si può mettere lo stesso senza tanti patemi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Drone_451 - 21 Apr 2017, 14:48
La prossima generazione, PS5 per intenderci, potrebbero essere più i DD che i supporti fisici.

Anche perchè il supporto fisico ormai è stato svuotato del suo significato, come metti dentro il disco parte l'aggiornamento che in pratica è tutto il gioco, quindi si è ridotto ad una chiave.

Mi dispiace di questa cosa perchè io sono notoriamente amante del supporto fisico
, ma mi rendo conto che il cambiamento è inevitabile. Vorrà dire che invece di andare avanti andrò indietro cercando copie fisiche dei giochi del passato.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: MaxxLegend - 21 Apr 2017, 20:19
Bravo.
Boycott wall street ..mi sa che dalla prossima gen si va di Pc Ninja e buonanotte.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 21 Apr 2017, 21:57
però il disco fisico lo puoi rivendere, puoi recuperare valore
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Ivan F. - 10 Mar 2018, 20:06
Altrove sul forum linkano un post interessante su Resetera:
https://www.resetera.com/threads/are-digital-games-just-really-long-rentals-what-happens-when-our-old-systems-die.28534/

Citazione
With Nintendo shutting down the Wii virtual console soon it really just hit me. If I ever delete a game that I bought on the Wii virtual console now....I will never be able to get it back. There is just literally no way to redownload it for free.

I also have a whole bunch of games digitally on my PS3. For some reason Sony did not allow us to transfer our digital purchases from PS3 to PS4. So I have about 10-15 digital games that are "stuck" on my PS3. What happens when my PS3 eventually breaks down in the future? I will have no way of playing those digital games I downloaded. So anything I bought will be lost forever.

You can say this about anything digitally. I buy most of my games physically but because of digital sales and cheap games, I of course can't resist just buying something off PSN sometimes like everyone. But with physical games you know you own them forever, there's no way for them to "evaporate into thin air" because you own it. If you system/console breaks down, you still own the games seperately, and you can just buy another console on ebay or whatever. The physical games you own never go away unless you physically lose them or they burn down in a house fire or something.

Digital games just seem like really long rentals for this reason. You own them, but only until the services go down, your console can't be repaired anymore, or licensed are revoked. There's nothing we can do about them.

La riflessione è valida, soprattutto perché offre molti spunti.
Per come considero io attualmente la questione, paradossalmente, il primo pensiero che mi è venuto è: ho passato la fase in cui mi pongo il problema di possedere un bene fisico per sempre. Insomma, anche basta.

In sostanza, credo che il DD vada sfruttato per i suoi vantaggi: velocità di accesso, disponibilità istantanea, prezzi (auspicabilmente) ridotti, assenza di supporto fisico.
Tutto quello di cui priva l'acquirente (tra dieci anni, come rigioco questo titolo?) è a mio parere un equo compromesso.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Turrican3 - 11 Mar 2018, 08:46
In realtà neppure il fisico è eterno, da tempo ad esempio si legge di potenziali problemi (bit rot e compagnia bella) del supporto ad oggi più diffuso, quello ottico.

Sul medio/lungo termine, dando per scontato che il fisico sparirà completamente (ha troppo senso che vada così, i margini di guadagno superiori ed i rischi di inventario azzerati lo imporranno, è solo questione di tempo) confido che in un modo o nell'altro ci sarà sempre un modo per accedere ai contenuti digitali... più o meno strettamente legale che sia.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Giobbi - 14 Mar 2018, 21:54
Cd audio major vecchi in effetti spesso non si leggono più

Cd-r peggio
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Turrican3 - 15 Mar 2018, 08:27
Moooolto peggio, per quella che è la mia esperienza.

Mi è capitato diverse volte di ritrovarmi con supporti di marca totalmente illeggibili (e manco a dirlo ben conservati nonché privi di qualsivoglia graffio/usura visibile)

Da allora archivi ridondati SEMPRE, ché lavorando nello sviluppo software la perdita di dati è un lusso che non mi posso proprio permettere!
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: SixelAlexiS - 21 Mar 2018, 17:45
Beh si, per fortuna esistono il PC e gli emulatori (o anche le modifiche console), in futuro, se proprio va male, si scaricherà tutto e pace :yes:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 02 Ago 2020, 15:48
Il mercato continua a spostarsi sempre più verso il digitale. Non è questo il punto del mio post perchè il mercato è questo, ma quello che comporta per il videogiocatore.
Personalmente ho un account Steam e appena potrò aggiungerò Switch.
Però ho mollato tutto il resto perché faccio fatica a fruire di un'opera che:
- ti obbliga ad avere una connessione internet.
-   viene rilasciata con bug e poi patchata oppure aggiornata con dlc.
- non posso rivendere se non rilasciando il mio account.

Innegabile che il rovescio della medaglia sia un costo minore se non irrisorio per certi titoli e la comodità di avere tutto in un supporto ottico o in un server.

Personalmente preferirei avere 5 DVD da installare e un gioco completo, con la sua bella cover e libretto.

Vi siete adeguati al mercato o rimane in voi qualcosa che vi lascia amaro in bocca?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 02 Ago 2020, 16:08
Sono passato da anni al DD, con l'unica eccezione dei first party Nintendo, che acquisto usati (o con promozioni) e rivendo senza praticamente rimetterci soldi. Altra eccezione recente è stata PES2020, acquistato nuovo e rivenduto non appena inserito nel Gamepass.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Turrican3 - 02 Ago 2020, 16:38
Pur essendo della vecchia guardia e quindi legatissimo al fisico da qualche anno ho un po' allentato il mio integralismo.

Quasi tutti gli indie (per ovvii motivi... ma poi spesso se arrivano in formato fisico li riprendo ben volentieri se mi hanno lasciato qualcosa), ma soprattutto buona parte dei titoli multigiocatore sono disposto a prenderli in digitale... anche perché sono pigro e mi fanno molto comodo su Switch, sempre pronti all'uso. ;D

Diverso il discorso PC, giacché quando sono un po' rientrato nel giro (attorno al 2016) il passaggio pressoché totale al digitale era già cosa fatta quindi in quel caso mi son creato molte meno remore. Va detto però che le dinamiche prezzi sono MOLTO diverse ed in quel caso si contano letteralmente sulle classiche dita di una mano monca gli acquisti al lancio/prezzo pieno, laddove su Switch accade spessissimo l'esatto contrario.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 03 Ago 2020, 10:55
Citazione
Innegabile che il rovescio della medaglia sia un costo minore se non irrisorio per certi titoli e la comodità di avere tutto in un supporto ottico o in un server.

Ma questo del costo minore è una leggenda metropolitana, può valere per alcuni indie esclusivi (grazie al cà), ma se ne parla come se i supporti su disco stessero sempre 70 euro per tutta la loro vita.
Come esistono le offerte in DD esistono fisiche, e anticipano spesso le offerte DD.
Già al D1 c'è chi butta fuori i giochi a 50/60 euro mentre in DD restano a 70 per i primi tempi, poi iniziano a dimezzarsi i costi alla stessa maniera di come succede per il DD, e anzi, sono più i casi di giochi che tornano a prezzi alti in DD che fisici (che dopo l'abbattimento restano bassi e tendono sempre ad andare più bassi).
Questo senza contare i sottocosto, i fuoritutto ecc che fanno scopa con gli sconti pazzi in DD. E senza considerare il mercato dell'usato/scambio/permute che ti permette di risparmiare altri soldi e uscire spesso a 0 o con una spesa minima.
Insomma, posso accettare la questione del "risparmio spazio", "non cambio il disco sono pigro", ma non quella economica che non sta nè in cielo nè in terra.

(cito te, ma ogni tanto sta cosa dei costi minori esce fuori e non è vero)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: eugenio - 03 Ago 2020, 11:29
Vi siete adeguati al mercato o rimane in voi qualcosa che vi lascia amaro in bocca?

Mi sono adeguato alle mie possibilità di tempo e di spesa. Quindi: aspetto praticamente sempre gli sconti per comprare un gioco in versione puramente digitale, mentre valuto l'acquisto in formato fisico se penso di rivenderlo in seguito.

Intimanente, sarei fermo ai tempi del Commodore 64. Confezioni da mettere in libreria, cassette o dischi che non richiedono installazione, nessun aggiornamento successivo, libretti e manuali da leggere prima di lanciarsi a capofitto nel gioco. È un tipo di esperienza che immagino oggi abbiano più i collezionisti, con le edizioni limitate che tuttavia, personalmente non considero.

Insomma, nonostante mi nutra di panini tagliati a metà e spalmati di nostalgia, vivo il presente videoludico con serenità.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 03 Ago 2020, 11:41
Devil,  sicuramente sei più pratico e informato di me, quindi non approfondiscono oltre.

Eugenio,  il mio non è tanto un approfondimento collegato alla nostalgia,  ma di rapporto attuale con un mezzo che tende sempre più a farmi dire tipo "che palle un altro aggiornamento"  oppure Steam mi costringe a collegarmi per giocare offline. Cioè,  se non ho più una connessione non riesco a giocare??

Probabilmente per il mercato non valgo più nulla e i profitti entrano comunque.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 03 Ago 2020, 11:49
Però la tua domanda/perplessità più che legata al fisico/DD è legata alla presenza di internet. Ormai è questo che fa sfornare patch/aggiornamenti/obbligo di online, non tanto la scelta di come usufruire del gioco. Tanto dopo siamo tutti costretti ad aggiornare.
Personalmente è un non problema: non penso sia mai capitato che accendo la console e resto un'ora fermo immobile ad aspettare l'aggiornamento che finisce. Tra cucinare, stirare, vedere serie tv, leggere, una telefonata o guardare porno c'è sempre qualcosa da fare. Se poi mai dovessero essere patch lunghissime le metto a scaricare con ampio margine prima di iniziare a giocare. Penso farei lo stesso se comprassi in DD giochi "grossi" ma siccome non li prendo e prendo solo indie il problema mi si è posto praticamente mai.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 03 Ago 2020, 11:56
Internet è una parte del mio discorso.
Eugenio ha colto più il senso generale del mio spunto di riflessione.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 03 Ago 2020, 12:39
Sì, certo. Capito.
Credo di no, cmq. Sto sereno e convivo coi tempi.
Non sono mai stato un feticista dei libretti sebbene sia pro formato fisico per tutti i vantaggi e libertà che ne conseguono. Una volta me li leggevo sul cesso come rito di iniziazione ma poi non ne hanno fatti più e/o sono diventati inutili.
Colleziono action figure e la mia casa ne è piena ma mi limito a questo, la maggior parte dei mini artbook che escono li vendo, regalo o butto direttamente. Al massimo conservo quelli grandi e li tengo pure esposti a mo' di legio (a memoria solo Witcher 3 e Dark Souls 3 usciti appunto dalle collector).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 03 Ago 2020, 15:44
Mai stato un feticista di custodie da annusare, o libretti da sfogliare. Però per la parte console del mio gaming cerco di acquistare il fisico per poterlo rivendere... C'è anche il valore aggiunto del minor download, complice il mio essere digital diviso da sempre.

Il risparmio sul digitale esiste nel mondo PC, su console si può parlare di convenienza solo in frangenti occasionali e limitati (anche se necessariamente la cosa migliorerà, nel tempo).

Essendo poi un giocatore che tende a iniziare e finire in gioco, senza alternanze particolari, il problema della comodità passa in secondo piano.

Io continuo a non capire perché nel mondo console non abbiano ancora fatto il salto al solo digitale, cmq... Oramai la gente manco si pone il problema, mentre i margini per i publisher sono nettamente più elevati.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 03 Ago 2020, 17:02
Io continuo a non capire perché nel mondo console non abbiano ancora fatto il salto al solo digitale, cmq... Oramai la gente manco si pone il problema, mentre i margini per i publisher sono nettamente più elevati.

Beh lo dici anche tu, per la rivendita. E come diceva Devil sopra, il fisico si trova molto più facilmente in saldo o comunque a prezzi stracciati.
Vediamo che succederà con la next gen e quanto venderà la PS5 only digital.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 03 Ago 2020, 21:20
Chiaro, ma dipende anche da loro. Se aspettano che il fisico scompaia da solo, ci vorranno molti altri anni.
Ero convinto fosse questa la gen giusta, ma la morte del fisico é rinviato alla prossima (quindi nel 2025-30 mi fa spavento scriverlo ed é dopodomani 😱 )
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 03 Ago 2020, 22:36
Beh, se si pensano che la morte del fisico possa venire dai gamepass, dallo streaming a prezzo pieno o in flat e dal dd in condivisione, siamo certi che, al contrario, fallirebbero tutti per mancanza di utili. ^________^
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 04 Ago 2020, 10:57
Da videogiocatore sposo l'attuale politica di Nintendo.
Prendo un gioco a caso,  Paper Mario uscito da poco. Lo posso comprare sia fisico che in digitale. La scelta è doppia in base alle preferenze individuali. La fisica me la porto nel cesso e l'annuso  :D mentre la digitale è sempre pronta nella console e ottengo punti da spendere per altre cose
Presumo che Nintendo non vada verso il fallimento oppure non ho capito le attuali e future regole di un mercato sempre più digitale.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Laxus91 - 10 Ago 2020, 15:05
Personalmente sono passato al DD per ragioni di comodità, spazio e preferenza (non convenienza economica perché fra usato e rivenddita continua a averla il fisico soprattutto al D1 dei giochi e riguardo offerte per i preorder, dopo il D1 invece diciamo che le offerte degli store in rete sono buone così come lo sono quelle relative al retail, lì è un fatto di starci un attimino dietro a seguirli e bon).

Gioco principalmente su console (PS4 ma anche Switch ed Xbox) ed al discorso patch, internet richiesto ecc mi sono gradualmente abituato: a inizio gen attuale ero molto più integralista a riguardo ma man mano mi sono adattato, alla fin fine sai che (specialmente rispetto ai gloriosi periodi passati) le patch, i fix, eventualmente i Dlc (sempre se si è interessati) fanno tutti parte del 'gioco' e diventa un'abitudine, mi sono adattato.

Ho avuto un pò di beghe sul discorso memoria occupata perché a me piacerebbe avere sempre le installazioni tutte belle pronte per poter rigiocare e inizialmente ho avuto qualche inghippo col continuo disinstallare e reinstallare in base allo spazio disponibile... ho risolto intanto sostituendo l'HDD della console con uno da 2 TB, ed in seguito conservando le installazioni grosse o non utilizzate frequentemente (giochi magari finiti e archiviati) su HDD esterni presi in forte sconto e dedicati unicamente a questa funzione.

I punti oro di N sono sicuramente ottimi come incentivo al DD, il problema di N è che i giochi First vanno in sconto meno frequentemente e con minor percentuale rispetto alla concorrenza, a parte eccezioni!
Inoltre su Switch comprando retail le cartucce non si occupa memoria interna (ad eccezione di patch e Dlc ovviamente), mentre altrove la memoria occupata a parità di condizioni, sia in caso di retail che digital, è praticamente la stessa
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 23 Ago 2020, 15:19
@RBT ti rispondo qui:


Bei commenti e sensati.

Mi chiedo però dal basso della mia vecchianza e arretratezza come i giocatori possano preferire la digital.

-I giochi costano (tanto) di più
-Mai più..."Amazon ha spedito prima del d1"
-Non c è mercato dell usato
-Non puoi prestare/scambiare i giochi con tuo cugggino
-Il profumo delle confezioni appena aperte
-Le edizioni collectors con statue/artbook fisici

Sicuro dimentico altri aspetti...aggiungo appena mi vengono in mente...

Per quanto mi riguarda io ero un fiero sostenitore del fisico fino alla scorsa gen e con la current gen invece ho fatto una conversione quasi totale al digitale. E non l'ho mica deciso, è solo successo.
Perché?

Tre ragioni principali:

-risparmio
-comodità
-spazio

la prima e l'ultima voce dimostrano come le due visioni (pro-digital e pro-fisico) siano diamentalmente opposte.

Tu dici che costa di più perché ovviamente fai riferimento al D1 e al prezzo pieno. A me del D1 frega poco e fra sconti assortiti finisce che spendo uguale/meno. Certo, se compro fisico, gioco subito e rivendo, facile che spendo ancora meno, ma siccome sono pigro e odio sia le poste che gli esseri umani, mi contento.

Tu ti rallegri del contatto fisico e del feticcio delle collector's, io son felicissimo di non aver plasticaccia in mezzo alle balle. Di più, non avrei fisicamente posto per nuove confezioni.

Poi c'è chiaramente la comodità di avere i giochi subito a portata di click.

Quello che vorrei, come ho più volte detto, è la possibilità di rinuncia digitale come un palliativo per la rivendita: in sostanza io rinuncio alla mia licenza di un gioco in cambio di un tot di credito da spendere sullo store digitale per il mio prossimo acquisto.



Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 23 Ago 2020, 15:33
Eh quello che vorresti è proprio uno dei punti di discordia, se ci fosse un sistema di crediti/vendita usato allora giá le cose cambierebbero.

Ad ognuno il suo, ma da che mondo e mondo (beh, il covid ci sta cambiando..) io gioco d1 soprattutto su home console e il fisico finora è imbattibile anche dal pdv economico.

I tuoi punti a favore purtroppo non mi toccano, ma come detto ci sta, diversi customer con esigenze diverse.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 23 Ago 2020, 15:47
Bisogna vedere la differenza di prezzo tra le due PS5, però perché privarsi della possibilità di utilizzare un disco? Metti che lo trovi in super offerta, o te lo presta un amico... insomma al momento non vedo vantaggi a prendere la digital.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 23 Ago 2020, 16:00
A voler esser furbi, non mi sorprenderebbe una riduzione di prezzo maggiore del costo del lettore, circa $20, cosí da incatenare l utente al ps store e spillargli soldi.

Beh fossi in loro lo farei, sono soldi guadagnati per loro. £100/eur di riduzione prezzo e tolti i $20 che risparmiano, il resto se li recuperano in 1/2 anni.

Qualcuno in Sony si farà i conti come in tutte le aziende che si rispettano, magari finiscono per offrire una riduzione di £50, se vogliono essere cauti.

Vedremo, il prezzo oscillerà anyway in base alla domanda/offerta, con venditori es Amazon che varieranno il prezzo in base alla domanda.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 23 Ago 2020, 16:21
I tuoi punti a favore purtroppo non mi toccano, ma come detto ci sta, diversi customer con esigenze diverse.

Sicuramente sono esigenze diverse, ma da come gira il mercato devi farti una ragione del fatto che il digitale soddisfa le esigenze di un maggior numero di persone rispetto al fisico.

Edit: quanto sopra riguardo alla questione digitale/fisico di cui parli. Se poi entriamo nella questione PS5 con lettore oppure All Digital, quello è un altra paio di maniche.

A bocce ferme ti direi che prendo quella con il lettore e poi comprerò quasi tutto in digitale ma almeno o la scelta.
Se però mi garantiscono la possibilità di "rivendere" il digitale o mi offrono uno sconto fisso su tutti gli acquisti digitali, allora andrei quasi sicuramente All Digital. Ma qui ovviamente serve che delineino l'offerta.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 23 Ago 2020, 17:29
Mi aiuti a capire le fonti e i dati dietro a tale statement

il digitale soddisfa le esigenze di un maggior numero di persone rispetto al fisico


Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: J VR - 23 Ago 2020, 18:24
Il fisico è morto, se non è la gen entrante è la prossima.
E' proprio inutile girarci intorno ed insistere sul contrario è fare la figura dei vecchi che ricordano i bei tempi andati e l'odore dei libretti.
E ve lo dice uno che annusava i libretti.
Per dare il colpo finale al fisico basta dare la possibilità di rivendere o quello che è, riallineare i prezzi al D1 tipo il mercato PC (70 euro per un nuovo digitale sono una rapina) e magari capacità di memoria più alta che cancellare i giochi perché non c'è spazio è proprio la morte.
Purtroppo è così.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 23 Ago 2020, 18:41
Va considerato che il confronto tra retail e digitale non sussiste in ampie zone del mercato: su pc il fisico è diventato irrilevante, il mondo indie esiste prevalentemente in digitale, servizi come Pass e Now sono per loro natura esclusivamente digitali; volendo possiamo lasciare da parte il gioco su smartphone ma fatto sta ed è che legioni di giovanissimi conoscono i videogiochi esclusivamente sotto forma di app: giusto ieri il nano mi ha chiesto perché abbiamo in casa 3 giochi per Switch in edizione fisica, l'idea di conservare un gioco su una piccola scheda che può essere smarrita o danneggiata gli pareva bizzarra.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 23 Ago 2020, 19:23
Tutti discorsi da fan boy finora, scusate.

Anche io compro indie in digitale, ma mica vengo a dire che il supporto fisico è morto. E voi stessi ribadite che la questione usato è un limite.

Prendiamo il AAA su home console, vendono più in fisico o digitale? In che percentuale si dividono le vendite?

Poi che senso ha tirare in ballo il pc e i suoi 70eur/gioco per fisico? Proprio la dimostrazione che su console il fisico ha allora senso. :D

Non fate i drastici, in futuro potrebbe diventare una realtà (niente fisico), ma non ci sono ancora tutti i presupposti imho.


Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 23 Ago 2020, 19:48
Perché considerare solo i prodotti AAA su console, anziché il mercato nel complesso?

Citazione
Digital and physical game sales in the U.S. from 2009 to 2017
Published by Christina Gough, Jul 24, 2020


In today’s increasingly digital world where information can be accessed in seconds, gamers do not want to waste a second before getting their hands on the latest releases. In 2018, a record 83 percent of all computer and video games were sold in digital form, meaning that, once the game is downloaded, it is immediately ready to play. In contrast, only 17 percent of video games were sold in physical form. This is a dramatic turnaround from less than a decade earlier, when 80 percent of video games were sold as physical copies.

https://www.statista.com/statistics/190225/digital-and-physical-game-sales-in-the-us-since-2009/
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 23 Ago 2020, 20:30
Ma lì si parla in generale, su PC e mobile è tutto digitale. Per le console il dato non è così eclatante.

Comunque nessuno vuole mettere in dubbio che il digitale prenderà sempre più piede, il fatto è che con PS5 è molto probabilmente ancora il caso di prendere la versione con il lettore perché il mercato fisico c’è ancora, e non vedo perché privarsi di questa possibilità (non è che prendendo la console con il disco non si può comprare in digitale :D)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 23 Ago 2020, 20:32
Tutti discorsi da fan boy finora, scusate.

Anche io compro indie in digitale, ma mica vengo a dire che il supporto fisico è morto. E voi stessi ribadite che la questione usato è un limite.

Prendiamo il AAA su home console, vendono più in fisico o digitale? In che percentuale si dividono le vendite?

Poi che senso ha tirare in ballo il pc e i suoi 70eur/gioco per fisico? Proprio la dimostrazione che su console il fisico ha allora senso. :D

Non fate i drastici, in futuro potrebbe diventare una realtà (niente fisico), ma non ci sono ancora tutti i presupposti imho.

Guarda, non c'è da essere fan boy o che altro. Io sono uno che acquista il fisico per mera questione economica e continuerà a farlo in modo deciso finché sarà possibile.

Ma sono convinto che la prossima sarà la generazione del taglio definitivo del cordone ombelicale, quand'anche volessero continuare a distribuire copie fisiche da piazzare sugli scaffali lo farebbero abbinandole a codici di attivazione una tantum (così da chiudere una volta per tutte con l'usato).

La direzione é quella, il mercato si é espresso in modo chiaro.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 23 Ago 2020, 20:40
con PS5 è molto probabilmente ancora il caso di prendere la versione con il lettore perché il mercato fisico c’è ancora, e non vedo perché privarsi di questa possibilità

Sono d'accordo.
Ma l'offerta di una versione più economica invoglierà il pubblico più generalista (casual) a scegliere la versione discless che garantirà poi un ritorno economico più elevato nel corso degli anni.

È una mossa commerciale piuttosto azzeccata, IMHO.

(MS fará lo stesso con Lockhart, rinunciando in più al feticcio 4k per avere una SKU discless ancora più economica)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 23 Ago 2020, 21:26
Vedremo Babaz, si vero il trend è quello.

Ma, come con le auto elettriche, non sono tutte rose e fiori e proprio su console secondo me manca un bel pò.

Certo se Sony e MS fanno combina e alla prossima gen offrono solo digital, di certo la gente ne farà necessità virtu, ma come te, una parte di chi potrà scegliere rimarrà su disco, se appunto disponibile.

I dati della nuova gen saranno la prova....vedremo. :)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 23 Ago 2020, 22:30
Mi aiuti a capire le fonti e i dati dietro a tale statement

il digitale soddisfa le esigenze di un maggior numero di persone rispetto al fisico



Provo ad aiutarti.

A Luglio CapCom ha rivelato che l'80% del suo venduto è digitale. Nel 2019 era del 53%.

TFP Link :: https://www.gamesindustry.biz/articles/2020-07-09-capcom-says-game-sales-are-80-percent-digital-and-rising

Pescando dal resoconto fiscale di Sony (primi mesi del 2020):


Lo spicchio verde dei ricavi dal software digitale comprende anche add-on, dlc e microtransazioni. Tuttavia il confronto con lo spicchio rosso del fisico è devastante.

(https://i.postimg.cc/NjD9cdYt/ps1.png) (https://postimages.org/)



Qui la comparazione del Q1 degli ultimi 4 anni, per identificare un andamento

(https://i.postimg.cc/jdNPG6Lq/ps.png) (https://postimages.org/)


Qui però si parla di un indotto che immagino rappresenti non solo il numero di unità vendute + DLC e MTX ma anche il maggior guadagno che il digitale rappresenta rispetto al fisico. Sebbene non ci offra un confronto 1:1, i grafici di cui sopra rendono lampante quanto i platform holder abbiano tutto l'interesse di spingere in direzione digitale.

Però possiamo buttare un occhio anche al semplice raffronto fra le unità vendute

(https://i.postimg.cc/xj5WLH0C/ratio.png) (https://postimages.org/)

Alla fine del 2019 Sony dichiarava il 51% del venduto in digitale (infatti era la prima volta che il digitale sorpassava il retail). Nel 2018 la cifra era 37%. 

EA per lo stesso periodo dichiara un 52% di vendite, Take Two il 55%

Per Sony, nel primo Quarto del 2020 (pre-COVID) siamo saliti al 74% (rispetto al 53% del Q1 2019). Dobbiamo senza dubbio aspettare il resoconto dell'anno prossimo per aver il dato finale del 2020, ma con il COVID di mezzo non c'è dubbio che le percentuali saranno devastanti (Spartan parlava di un aumento del 300% delle vendite digitali durante il lockdown).

Nintendo più timida perché passa dal 24.8% dello scorso anno al 34% di questo (immagino che la cosa si spieghi per via della demografia dell'utenza). Anche qui è interessante notare che l'aumento di 9,2 punti percentuali abbiano rappresentato un aumento dei ricavi del 71.8%. Quindi, conoscendo la spregiudicatezza di Nintendo, non mi stupirebbe un'accelerazione guidata da politiche ad hoc.

NOTA: a inizio gen (2013) il dato generale del venduto digitale era 5-10%

https://twitter.com/ZhugeEX/status/1288948030604009482

In tutto questo, come già è stato detto, in ambiente PC la sproporzione digital/retail è infinitamente maggiore e anche se non trovo dati, penso che il fisico sia sostanzialmente irrilevante.

Quindi se a livello di ricavi non esiste il confronto (il digital stravince), a livello di unità mosse il digitale è appena oltre il 50%. Il fisico rappresenta ancora un fattore importante e non scomparirà nel corso della prossima gen ma vale la pena notare che il digitale è stato capace di superare il fisico nel corso di pochi anni senza che Sony o Microsoft abbiano agevolato la transizione.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 23 Ago 2020, 22:36
Ma l'offerta di una versione più economica invoglierà il pubblico più generalista (casual) a scegliere la versione discless che garantirà poi un ritorno economico più elevato nel corso degli anni.

È una mossa commerciale piuttosto azzeccata, IMHO.

(MS fará lo stesso con Lockhart, rinunciando in più al feticcio 4k per avere una SKU discless ancora più economica)

In realtà il prezzo d'ingresso inferiore è proprio la più banale delle operazioni che Sony e MS possono fare (anche se è forse la più efficace).

Per dire, se fosse possibile legare una macchina All Digital a un (e uno solo) account, si potrebbe offrire uno sconto fisso su tutti gli acquisti digitali. Diciamo un 10%? Ci guadagnano comunque molto più che con il retail.

In tutto questo il nodo da sciogliere è il rapporto con i rivenditori. Anche per questa ragione non mi aspetto politiche troppo favorevoli a inizio gen perché si tratta di una transizione delicata.

 
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 23 Ago 2020, 22:41
Per dire, se fosse possibile legare una macchina All Digital a un (e uno solo) account, si potrebbe offrire uno sconto fisso su tutti gli acquisti digitali. Diciamo un 10%? Ci guadagnano comunque molto più che con il retail.

Questo gli si potrebbe ritorcere contro, in molti condividono le spese fatte in DD, ed è abbastanza normale avere più account su una console.
La questione dell’account unico per console l’hanno fatta con PS Vita ed è stato un disastro.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 23 Ago 2020, 23:34
Grazie @Nemesis Divina

Un rapporto vicino al 50% è appunto quello che mi aspettavo.

Resta da capire come/se Sony e MS cambieranno l offerta digitale nei prossimi anni per far convertire tutta la clientela al digital.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 24 Ago 2020, 09:12
Resta da capire come/se Sony e MS cambieranno l offerta digitale nei prossimi anni per far convertire tutta la clientela al digital.

Sicuramente tenderanno in quella direzione e non è da escludere che un giorno impediranno a monte l'uso del fisico per bypassare l'intera struttura (ma a quel punto potrebbe emergere un nuovo protagonista che vorrà offrire quella possibilità per la nicchia interessata), la cosa che secondo me è però interessante e che anche in mancanza di forti incentivi il digitale abbia comunque galoppato in questi ultimi anni. Credo sia la prova provata che la digital delivery rappresenta qualcosa di vantaggioso per una parte rilevante della clientela.

Se dovessero aggiungere sconti fissi per le console digitali, la possibilità della rinuncia digitale o prezzi al D1 inferiori (cosa fattibilissima nel momento in cui vuoi tagliare i ponti con i rivenditori) chissà cosa succederebbe. Già il COVID avrà spinto gente che prima non faceva uso del digitale ad approfondirne l'uso e una parte di quelli forse salterà la staccionata (questo lo vedremo nel primo Q senza lockdown di mezzo).

Per dire, se fosse possibile legare una macchina All Digital a un (e uno solo) account, si potrebbe offrire uno sconto fisso su tutti gli acquisti digitali. Diciamo un 10%? Ci guadagnano comunque molto più che con il retail.

Questo gli si potrebbe ritorcere contro, in molti condividono le spese fatte in DD, ed è abbastanza normale avere più account su una console.
La questione dell’account unico per console l’hanno fatta con PS Vita ed è stato un disastro.

Non so onestamente quanto il fenomeno della condivisione rappresenti un problema (loro lo sanno e credo si muoveranno di conseguenza). Comunque non intendevo limitare la fruizione della console a un solo account ma di offrire lo sconto a uno solo degli account registrati (presumibilmente il primo, ossia quello dell'acquirente).

Potrebbero comunque esserci impedimenti tecnici e sì, la questione della possibilità di loggarsi su diverse console con lo stesso account rappresenta un ostacolo inevitabile perché si tratta di una feature difficile da rimuovere nell'epoca di fruizione fluida che viviamo.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 24 Ago 2020, 09:44
Togli la condivisione e vediamo quanta gente è disposta a cacciare 70 euro per un gioco non rivedibile/scambiabile/ecc.
Rilancio: vorrei sapere, almeno qua dentro, quale sarebbe il prezzo che siete disposti a pagare per un gioco "normale" (non indie).
Perchè è bello dire: "io compro tutto dd, divido con un amico". E grazie al cazzo. Oppure, compro in DD, quando sta in sconto al 60% dopo 7 mesi". E grazie al cazzo 2.
Personalmente, non sarei disposto a sganciare più di 35/30 euro. Per gli indie è sempre stato di 12/15 il tetto. Tranne 2 eccezioni in vita mia (Hellblade che non pensavo uscisse scatolato, non mi fotterete più e Beat Saber che non è mai andato in sconto).
Se domani quindi escono Control 2, Bloodborne 2 e Assassin Creed Dalla Cina con furore, sgancereste 70 euro al D1? E lo stesso per ogni gioco durante il corso dell'anno? (Non vale se comprate 1/2 giochi l'anno, in quel caso manco ora vi porreste tanto il problema)
Se la risposta è no, parliamo di aria fritta.
Perchè, come già detto N volte, se il problema è di prezzo, anche sforzandosi, scatolato, un gioco al D1 non si paga più di 60 euro.
E tra offerte ovunque i prezzi sono sempre più bassi durante il ciclo vitale del gioco.
Se poi veramente vi pensate che con pass/streaming flat le aziende possano guadagnare e vi aspettate che il futuro sia quello (inteso come prezzi bassi e giochi regalati), mi sa che state facendo i conti senza l'oste.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 24 Ago 2020, 12:07
Devil, percepisco il tuo livore. Condivido personalmente tutte le tue considerazioni (70 euro per un gioco DD al day 1? Mai) perché da tempo non accetto che sia questa la soglia di prezzo stabilita.

Però il mercato dimostra di averla accettata e "dichiara" (coi propri comportamenti di spesa) di fregarsene della rivendibilità.

É evidente che i publisher stiano traendo un enorme beneficio da questo atteggiamento "di comodo", ma non mi aspetto che questo cambi in alcun modo se le percentuali rimangono in crescita.

Personalmente, se il DD diventerà l'unica strada, rinuncerò al famigerato Day-1 e ricorrerò a rivenditori esterni (sempre nell'ambito della legalità, chiaramente) per risparmiare.

D'altronde ognuno decide di partecipare come crede alla giostra.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: atchoo - 24 Ago 2020, 12:23
(sempre nell'ambito della legalità, chiaramente)

Spoiler (click to show/hide)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 24 Ago 2020, 12:40
Non raccoglierò le insinuazioni di uno che ha un bambino come avatar ☝️
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: armandyno - 24 Ago 2020, 12:59
Sarei curioso di capire quanto il mercato si basi attualmente sulla rivendibilità. Evidentemente non molto, visto che i dati del DD sono cosi importanti. Oppure può essere che il fatto che il bene non si possa rivendere sia uno degli obiettivi dell 'all digital'.
Comunque non credo che il formato fisico possa mai sparire, può sicuramente ridursi ulteriormente pero.
Io dalla mia farò come sempre: ignoro il day one e compro alla metà, ma non mi perdo quasi nulla della generazione.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 24 Ago 2020, 13:37
Ma è il mercato che ci costringe ad adattarci per giocare oppure è realmente il consumatore che lo porta verso il dd?
Perché devo essere obbligato a pagare un abbonamento annuale se poi scopro di non poterlo sfruttare per qualsiasi motivo personale? Soldi buttati.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 24 Ago 2020, 13:45
Ma è il mercato che ci costringe ad adattarci per giocare oppure è realmente il consumatore che lo porta verso il dd?
Perché devo essere obbligato a pagare un abbonamento annuale se poi scopro di non poterlo sfruttare per qualsiasi motivo personale? Soldi buttati.

In questo caso non parlerei proprio di costrizione, però.

É il mercato che ha sposato ampiamente e liberamente la filosofia digital, dimostrando anche che la variabile "costo" diventa facilmente relativa (i publisher, dal canto loro, hanno accolto a piene mani questi vantaggi).

Non per tutti, non sempre. Ma la direzione é palese.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: atchoo - 24 Ago 2020, 13:46
Io non compro un gioco fisico dai tempi di Wii U (e li avevo rivenduti per acquistarli DD) e non mi sono mai sentito "costretto".
Il discorso degli abbonamenti è a parte, si può sfruttare il DD senza avere abbonamenti. Si valutano opportunità e convenienza.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 24 Ago 2020, 14:04
Grazie @Devil May Cry credevo fossi l unico qui a non capire queste insensatezze.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 24 Ago 2020, 16:26
Però il mercato dimostra di averla accettata e "dichiara" (coi propri comportamenti di spesa) di fregarsene della rivendibilità.

Infatti. Si può chiacchierare a oltranza e indicare le mille ragioni per il fisico è meglio del digitale ma il mercato sta chiaramente indicando cosa l'utenza preferisca. Sarebbe a questo punto più interessante cercare di spiegarsi il "perché le cose stanno così?" invece di incaponirsi a dire che "non dovrebbe essere così!".

Ma è il mercato che ci costringe ad adattarci per giocare oppure è realmente il consumatore che lo porta verso il dd?

È la cosa sulla quale dicevo che vale la pena soffermarci.
In questa gen non c'è stata nessuna spinta verso il digitale: non ci sono prezzi ridotti (come sarebbe lecito aspettarsi), non ci sono sistemi di "rivendita" digitale (fattibilissimi), non ci sono vantaggi in-game significativi (anche questa una cosa facile ed efficace, se fatta). Fino a non molto tempo fa non c'era neanche il pre-download, quindi comprare in digitale significava dove aspettare il D1 e poi attendere il download di 10/20/30/50/100GB.

E nonostante ciò il mercato si è spostato spontaneamente verso il digitale. Di nuovo, non dobbiamo chiederci "come si fa a essere così stupidi da scegliere il digitale" quanto piuttosto "per quale motivo le cise vanno così".

Senza dubbio c'entra il fatto che ormai siamo entrati in un'epoca di fruizione fluida: la musica si ascolta su Spotify, il cinema lo vediamo su Netflix, i libri li leggiamo su eBook. A quel punto, se qualcuno è avvezzo al digitale in tutti gli altri suoi interessi, che ragione c'è di fare diversamente con i videogiochi. E qui parlo di chi, avendo una certa età, sta vivendo la transizione. Chi sta crescendo oggi, semplicemente, troverà ridicolo e pittoresco un ritorno al fisico.

É il mercato che ha sposato ampiamente e liberamente la filosofia digital, dimostrando anche che la variabile "costo" diventa facilmente relativa (i publisher, dal canto loro, hanno accolto a piene mani questi vantaggi).

Assolutamente. Penso anche che per una grande percentuale (cui io non appartengo) i 70€ non siano affatto un deterrente, così come la mancata possibilità di rivendere. Se hai i soldi, queste sono due evenienze del tutto irrilevanti.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 24 Ago 2020, 16:50
Esatto,  Nemesis,  capire i motivi.
Sono d'accordo con te che colui predisposto per una fruizione digitale di tutto non abbia problemi con i videogiochi. Così come chi non ha problemi economici.
Però al di fuori della nostra passione: posso comprare ancora un libro in carta, comprare un cd o un DVD di un film e nessuno mi pare parli della futura scomparsa di questi.
In campo videogiochi, forse, si può anche considerare l'aspetto pirateria soprattutto in ambito Pc, il primo settore ad essersi spostato verso il dd.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 24 Ago 2020, 16:53
Gli esempi che hai fatto, escludendo per ora forse i libri, sono assolutamente in linea con quello che sta succedendo nel mondo del gaming: chi compra CD? Al massimo ti compri un vinile che é un'altra cosa. Chi compra DVD, BR? Tutte cose destinate a scomparire nel breve/medio termine.

É un trend palese.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 24 Ago 2020, 16:59
Sì ma guarda le differenze di prezzi però.
Netflix costa poco e si divide in 4, il prime non costa una minchia. Spotify idem. Tutte queste piattaforme hanno costi risibili e sono flat. Già sky è più caro e ci sono contenuti a pagamento. Se netflix mettesse parte del catalogo a pagamento, sarebbero cazzi.
I libri costano tantissimo rispetto agli ebook, che staranno 1/3 in meno.
Il videogioco non credo potrà mai andare nella stessa maniera.
Mi ricordo di quando Stadia ancora doveva cacciare niente e si millantava nel topic di un abbonamento flat coi giochi inclusi a 10 euro al mese, magari anche con condivisione e ti mandavano una escort a casa per concludere il servizio.
Poi magari un giorno lo fanno pure, ma mi risulterà impossibile credere che faranno margine, basta sentire Microsoft e il suo gamepass a perdere. Che pure là sono tutti bravi a farselo in promo a 1 3 euro al mese, ma se costasse 30 40 euro vorrei vedere in quanti se lo farebbero e batterebbero i pugni sul petto urlando fieri: "io compro in dd, roooaaaarrrrr". Come chi condivide su console, d'altra parte.
Che il dd sia in aumento direi pure grazie al piffero, prima manco esisteva, poi è aumentata la distribuzione, le offerte e per forza di cose è aumentato.
Ma il punto è: non vedo perchè le due cose non possano convivere, anzi, le 3 cose, incluso lo streaming. A me non interessano nè pass nè streaming, poi se in futuro diventano gli unici modi per usufruire dei vg allora pace, ma ai prezzi che dico io, non a 70 euro a gioco o 40 al mese e mi dai quello che dici tu quando vuoi tu.
Quindi, vanno bene i cambi di direzione, ma bisogna capire dove vogliono andare a parare, che fino a quando ci sono alternative siamo tutti contenti, come arrivano le imposizioni o sei dentro o ti chiami fuori.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 24 Ago 2020, 17:15
La parte finale di Devil è il punto su cui insisto: convivenza dei modi di usufruire del mezzo e nessuna imposizione.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 24 Ago 2020, 17:23
Il fisico non scomparirà in assoluto, certo, basti pensare a Iam8bit (https://www.iam8bit.com/).
Così come non sono scomparsi i vinili e nemmeno le musicassette, se è per quello. Ma in generale ci sarà sempre una fetta di mercato che, per desiderio o ignoranza o sfiducia verso gli acquisti online, preferirà andare al centro commerciale a comprare i propri titoli.

Al momento l'unico freno affinché i platform holder possano spingere sul digitale (con prezzi inferiori, fattibilissimi anche questi) sono i rivenditori che per ora sono un tramite indispensabile per piazzare le console e le periferiche, infatti le All Digital sono lì per fare da cavallo di troia senza sparigliare troppo le carte.

Che il dd sia in aumento direi pure grazie al piffero, prima manco esisteva, poi è aumentata la distribuzione, le offerte e per forza di cose è aumentato.

Ok, ma il dato del digitale non è solo in aumento relativamente a se stesso: è in aumento in senso assoluto. Di più: laddove il fisico è più o meno stabile, il digitale schizza in alto. Questo vuol forse dire che il digitale non sta conquistando gli acquirenti del fisico quanto piuttosto creando un nuovo mercato parallelo.
Visti gli evidenti vantaggi economici mi aspetto comunque di vedere un'accelerazione in tal senso con politiche di sostegno al digitale.

In tutto questo, c'è anche una motivazione etica dietro al digitale: ovvero che offre un cut maggiore per chi i giochi li fa, senza foraggiare gli intermediari che i giochi non li fanno. Infatti 40 dei miei 70€ di Death Stranding sono andati a Kojima ^^

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 24 Ago 2020, 18:13
Però vorrei capire una cosa: questo aumento del DD ha dei numeri più precisi?
Che se su 100 Death Stranding venduti 10 sono al D1 a 75 euro e 90 in offerta tra i 50/30 euro fa tutta la differenza di questo mondo (senza scordare la condivisione*).
Tenendo fuori il periodo pandemia che per forza di cose non vendeva assai in retail.
Tenendo anche fuori gli indie che sono solo DD quasi tutti e escono retail solo dopo.
Tenendo fuori anche i giochi da 2 euro per cellulari.
Insomma, un Fifa 20, quante copie fisiche aveva venduto e quante in DD?
Mario Odyssey e Zelda che numeri hanno? Cose così, intendo.

Logico poi che al momento i rivenditori di console sono lo scoglio più grande per lo scoppio del DD, ma voi pensate veramente che se nel 2030 sia solo DD o streaming vi mettono i giochi a 30 euro e un abbonamento flat a 10 euro omnicomprensivo? Veramente pensate che faranno beneficenza?


*cosa che per quanto mi riguarda non prenderei mai in considerazione qualora diventasse tutto DD only, perchè dovrei trovare uno che ha i miei stessi gusti e vuole dividere non solo i God of War e Gta ma anche i Catherine e Desperados, e io a mia volta giochi improbabili come GT o Street Fighter.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 24 Ago 2020, 18:39
I prezzi al cliente finale dipendono dai costi sostenuti dall'azienda, per poter ragionare sui primi bisognerebbe sapere in che misura i secondi sarebbero abbattuti da una distribuzione completamente digitale.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Top Dogg - 24 Ago 2020, 18:45
Ecco Devil ha centrato il punto
Io ho una soglia per comprare in DD max 25 è difficilmente comprerei giochi al lancio a 70 euro in digitale
visto  che su disco sono piu di 10 anni che pago il 20% in meno
inoltre essendo un collezionista ho sempre il pensiero se mi scoccio di quello che ho in casa
posso sempre rivenderli recuperando una bella somma (vuoi mettere le collection edition fisiche)
in DD che rivendi un tubo ^^
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Top Dogg - 24 Ago 2020, 18:47
Ecco Fifa sapendo di non poterlo rivendere per sovvenzionare il nuovo capitolo col cacchio che lo compro a 75 euro  :D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 24 Ago 2020, 19:10
è e rimarrà solo una questione di prezzo, non ho cambiato minimamente idea a riguardo negli ultimi anni, pur comprando molto in DD ma a determinate cifre.
70€ per un gioco in DD, DLC esclusi e a pari prezzo di listino dello scatolato, è una rapina legalizzata.

Non vedo perché essere contrari all'attuale convivenza dei formati, che va tutta a vantaggio del consumatore.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 24 Ago 2020, 19:24
Se vogliamo ridurre l'acquisto di un videogioco all'atto di compensare lo sviluppatore, tanto vale che le piattaforme DD introducano un meccanismo in stile Humble Bundle, ma applicato alle nuove uscite, con una cifra d'acquisto più accettabile di quelle che si vedono oggi in ambito AAA e che possa essere superata da chi vuole cogliere l'opportunità di effettuare una abbondante donazione. Così poi vediamo quanti vogliono sovvenzionare e quanti, semplicemente, acquistare il gioco.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Top Dogg - 24 Ago 2020, 19:30
Stiamo freschi
ultimamente i produttori si lamentono come i costi dei tripla A stanno aumentando è con l'arrivo delle nuove console ne vedremo sempre meno
quindi credo nell'aumento dei prezzi caso mai
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 24 Ago 2020, 19:33
Stiamo freschi
ultimamente i produttori si lamentono come i costi dei tripla A stanno aumentando è con l'arrivo delle nuove console ne vedremo sempre meno
quindi credo nell'aumento dei prezzi caso mai

Il rischio (o la prospettiva) é proprio questo, in effetti. Oppure sperare che il mercato si allarghi a tal punto da migliorare la competizione anche sul prezzo.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 24 Ago 2020, 19:38
Vi ricordo che TLoUII é stato rimandato a causa covid perché in Sony non c era fiducia in un approccio dd only.

Bella domanda di Devil, quali sono le % di vendita al d1?

Perchè a prenderlo dd scontato è facile 6 mesi dopo il d1.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 24 Ago 2020, 19:43
Siete forti, giù a testa bassa come gli arieti. Come fosse una gara...

Se volete illudervi che il futuro del gaming non sarà dominato dalla distribuzione digitale, accomodatevi pure. Tutti possono inseguire le proprie chimere.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 24 Ago 2020, 19:48
Sia chiaro: in passato ho fatto la stessa domanda anche per il retail quando c'era chi si bullava di aspettare il cestone a 10 euro 6/12 mesi dopo. Che anche queste non sono certo vendite che alimentano l'industria.
Non sono uno che guarda i numeri e mai lo farò, ma so che c'è chi si diverte.
Quindi la % di Fifa20 venduti al D1 in DD qual è?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 24 Ago 2020, 19:50
Se volete illudervi che il futuro del gaming non sarà dominato dalla distribuzione digitale, accomodatevi pure. Tutti possono inseguire le proprie chimere.
Lo sarà, il che però non significa automaticamente che sarà un bene per il consumatore, rispetto ad un contesto attuale in cui può vagliare tutte le possibilità offerte.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 24 Ago 2020, 19:52
Mai affermato che sia il futuro che desidero, tutt'altro. Ma non mi illudo che le cose possano non andare così.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 24 Ago 2020, 19:55
Su una cosa c'è unanimità: nessuno dei presenti spende volentieri 70€ per un gioco.

@Spartan prendi nota :)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 24 Ago 2020, 20:06
E' chiaro che se i giochi costassero 70/75 euro e stop, l'utente medio (non ricco, ovviamente) doserebbe molto di più gli acquisti riducendoli davvero a quei giochi imprescindibili. Difficilmente si toglierebbe lo sfizio di comprare Doom, Fifa, Catherine, Desperados, Blacksad e The Last of Us, ma solo 2 di questi.
Io mi auspico sempre la presenza di più canali di distribuzione perchè il monopolio fa sempre male, chest'è.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 24 Ago 2020, 21:28
Siete forti, giù a testa bassa come gli arieti. Come fosse una gara...

Se volete illudervi che il futuro del gaming non sarà dominato dalla distribuzione digitale, accomodatevi pure. Tutti possono inseguire le proprie chimere.

No, il tutto è partito dal caso opposto. Il fisico è morto.

Condivido con l analisi di buon senso, col tempo si vedrà come evolverà il mercato.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 25 Ago 2020, 09:50
Su una cosa c'è unanimità: nessuno dei presenti spende volentieri 70€ per un gioco.

@Spartan prendi nota :)

https://www.gamesindustry.biz/articles/2020-08-24-ghost-of-tsushima-sold-1-9m-digital-units-in-july

Pare che Ghost of Tsushima nel mese di luglio (è uscito il 17) abbia venduto 1.9M di copie digitali su 2.4 di venduto totale.

Certo eravamo, e in USA ancora ci stanno credo, in clima Covid ma, TFP escluso, pare che il prezzo pieno non sia un deterrente poi così efficace (considerando che Amazon non si è mai fermata).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 25 Ago 2020, 10:35
RETTIFICA:

I 2,4M sono relativi ai primi 3 giorni (DD+retail) mentre gli 1,9M in digitale sono relativi a Luglio (il gioco è uscito il 17 Luglio).

Ad oggi il titolo dovrebbe avere piazzato 4M di copie ma non conosco il dato aggiornato del digitale.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 25 Ago 2020, 11:41
Sia chiaro: in passato ho fatto la stessa domanda anche per il retail quando c'era chi si bullava di aspettare il cestone a 10 euro 6/12 mesi dopo. Che anche queste non sono certo vendite che alimentano l'industria.
Non sono uno che guarda i numeri e mai lo farò, ma so che c'è chi si diverte.
Quindi la % di Fifa20 venduti al D1 in DD qual è?

Non conosco i numeri di FIFA ma poco fa ho riportato i dati relativi a Ghost of Tsushima e nella peggiore delle ipotesi stiamo parlando del 50% in DD nel primo mese, quindi a prezzo pienissimo (ma c'era il COVID e nessuno si ricordava più dell'esistenza di Amazon).

Immagino tu voglia puntare al discorso "meglio vendere 50 copie a 70€ piuttosto che 100 copie a 10€" ma questo grafico ci dà un'idea dei numeri generali.

(https://i.postimg.cc/c1kQJQzS/ps1.png) (https://postimages.org/)

Vero che lo spicchio verde considera anche gli add-on digitali, ma parliamo di 65% del digitale contro il 6% del fisico. In termini di guadagno il confronto non esiste proprio.

Ma la cosa è autoevidente dallo split del prezzo di un gioco:
In digitale, sugli store console la divisione del prezzo è 30% a SONY/MS e 70% al publisher/sviluppatore.

In retail il margine di Sony/MS scende all'11,6% mentre quello dei publisher/sviluppatore va al 45%, il restante 43,4% si sparpaglia fra retailer, resi e distribuzione (dati 2015 (https://gamerant.com/video-game-prices-breakdown-514/), non trovo dati più recenti).

Per avere lo stesso guadagno che ha per una vendita digitale, Sony deve piazzare 2,5 giochi retail.
Nel caso del publisher gli bastano invece 1,5giochi.

Il dato interessante è quello relativo al cut del platform holder (Sony/MS). Tenendo come prezzo base i 70€ del digitale, si evince che il cut è di

8,12€ sul fisico
21€ sul digitale

Pertanto Sony/MS guadagnano di più vendendo un digitale a 30€ piuttosto che un retail a 70€.

Per puro sfizio e completezza, per pareggiare una vendita retail a 70€ il publisher può accettare di vendere il gioco a 45€ in digitale.

Quindi, tornando a bomba, è meglio una vendita da cestone digitale rispetto al D1 retail.







Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 25 Ago 2020, 11:58
Pertanto Sony/MS guadagnano di più vendendo un digitale a 30€ piuttosto che un retail a 70€.

Per puro sfizio e completezza, per pareggiare una vendita retail a 70€ il publisher può accettare di vendere il gioco a 45€ in digitale.
Lo facessero dal day one saremmo (quasi) tutti contenti, il problema attuale è che non lo fanno.
La prospettiva che, senza il retail su console, i costi DD calerebbero è solo un auspicio di chi è disposto a vivere solo di DD, quando in realtà basta guardare i prezzi pienissimi di listino su Steam, per averne la controprova.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 25 Ago 2020, 12:15
Adesso come adesso non possono farlo perché il retail rappresenta ancora una fetta importante del mercato e la prima via di distribuzione delle macchine.

Lo faranno dopo? Improbabile, per via del fatto che i costi continuano ad aumentare esponenzialmente e che noi giocatori continuiamo a premiare la hollywood videoludica, indicando che è quello che vogliamo.

Sono peraltro dell'avviso che i 70€ per un gioco ad D1 (digitale o fisico che sia) non siano poi l'ostacolo micidiale che vogliamo dipingere (credo che gli 1,9M di D1 digitali di Ghost mi diano ragione). Lo è quando vuoi giocare al D1 4 titoli al mese, ma penso che solo una percentuale ridotta del mercato abbia queste caratteristiche.

Si tratta di un prezzo che il mercato ha dimostrato di ritenere accettabile da un bel pezzo, e anzi, ritengo saggio e sano mungere gli early adopter disposti all'insano esborso. Quello che serve al digitale sono sconti frequenti e cospicui, e direi che ci troviamo esattamente in quella situazione.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 25 Ago 2020, 14:05
Ma siete masochisti o cosa?

I numeri dimostrano che il digitale andrebbe venduto ben meno del fisico, cosa che invece non avviene.

E la soluzione è comprare meno giochi al d1 e accettare i 70eur per la copia digitale?

Io compro nei migliori dei casi 1 d1 gioco al mese (ma mai per 12 mesi di fila) e compro fisico per risparmiare (e avere un valore sull usato).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 25 Ago 2020, 14:10
I numeri dimostrano che il digitale andrebbe venduto ben meno del fisico, cosa che invece non avviene.

Scusa?
Ti prego, approfondisci questa affermazione.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 25 Ago 2020, 14:24
Pertanto Sony/MS guadagnano di più vendendo un digitale a 30€ piuttosto che un retail a 70€.

Per puro sfizio e completezza, per pareggiare una vendita retail a 70€ il publisher può accettare di vendere il gioco a 45€ in digitale.

Quindi, tornando a bomba, è meglio una vendita da cestone digitale rispetto al D1 retail.
Dati interessanti, che mettono in discussione l'ipotesi pessimistica di chi sostiene che con un'adozione generalizzata del digitale pagheremmo sistematicamente 70€ per titoli che in formato fisico oggi si possono reperire a meno grazie alle offerte o alle permute. Al contrario, si direbbe che l'attuale mantenimento del prezzo del digitale a livello del fisico abbia lo scopo di non danneggiare le vendite di quest'ultimo.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 25 Ago 2020, 16:11
I numeri dimostrano che il digitale andrebbe venduto ben meno del fisico, cosa che invece non avviene.

Fosse così il fisico sparirebbe in un attimo e di conseguenza sarebbe più difficile piazzare le console e di conseguenza sarebbe più difficile vendere il digitale.

Son cose che vanno fatte con una certa cautela (che è esattamente quello che stanno facendo, vedi i 70€ del D1 digitale).

Citazione
E la soluzione è comprare meno giochi al d1 e accettare i 70eur per la copia digitale?

Soluzione a cosa?

Io stavo solo rispondendo a Devil che ipotizza come che le vendite retail D1 del fisico potrebbero essere meglio che vendere scontato in digitale.

Peraltro, vale la pena ricordare che il fisico, oltre a offrire guadagni ridotti rispetto al digitale, apre la porta alla rivendita dell'usato.

La cosa che dicono i numeri che ho riportato è che c'è comunque TANTA gente che non ha molti problemi a comprare D1 digitale a 70€ e che c'è n'è tantissima che ama comprare in digitale.

Ma non servono nemmeno chissà quali conti, basta pensare a chi corrisponde a questo profilo:

- non è un collezionista
- non ha voglia di sbattersi a rivendere

Penso siano molti e a quel punto meglio aspettare qualche tempo e comprare digital al prezzo di 30€ piuttosto che comprare a 60 e rivendere a 40 (e anche Sony preferisce che si faccia così).

Dicendo questo mi appresto ad incontrare un amico per vendergli Tlou2  :yes:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 25 Ago 2020, 17:57
Al contrario, si direbbe che l'attuale mantenimento del prezzo del digitale a livello del fisico abbia lo scopo di non danneggiare le vendite di quest'ultimo.
Non su PC
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 25 Ago 2020, 18:02
Al contrario, si direbbe che l'attuale mantenimento del prezzo del digitale a livello del fisico abbia lo scopo di non danneggiare le vendite di quest'ultimo.
Non su PC
Vero, era sottinteso "su console".
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 25 Ago 2020, 19:46
I numeri dimostrano che il digitale andrebbe venduto ben meno del fisico, cosa che invece non avviene.

Scusa?
Ti prego, approfondisci questa affermazione.

I conti fatti da Nemesis su margine e prezzo dei giochi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 25 Ago 2020, 19:49
Da che mondo e mondo, io gioco i giochi buoni al d1. Che in genere sono AAA. Che costano tanto a prescindere.

Good luck to us all, ognuno ha esigenze diverse. Vedremo come il mercato risponderá.

Voi state lí ancora a generalizzare.

Mentre Sony non ha voluto lanciare TLoUII dd only. E si appresta a tastare il mercato con l opzione PS5 dd only.

E c è chi grida il fisico è morto.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: J VR - 25 Ago 2020, 20:09
Morto magari no, diciamo che si appresta ad entrare in terapia intensiva. :yes:

Oh, se poi ciò non si avvera tanto meglio, però se il futuro del fisico è la custodia con il CD di cartone sticazzi proprio e digitale tutta la vita.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 25 Ago 2020, 20:12
Nemesis citavo fifa perché è precovid, i dati successivi hanno poco senso, ovvio che siano nettamente a favore del dd. E sarà così per molto tempo ancora se la situazione non torna normale. Poi magari ne finiscono di approfittare e accelerano il passaggio al non retail.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 25 Ago 2020, 21:45
Al contrario, si direbbe che l'attuale mantenimento del prezzo del digitale a livello del fisico abbia lo scopo di non danneggiare le vendite di quest'ultimo.
Non su PC
Vero, era sottinteso "su console".

Beh, no, anche su PC.

Console e PC non sono universi separati. Se l'utente medio vede che i giochi su Steam costano al massimo 40 euro sin dal day one le console smette di comprarle del tutto e tanti saluti al fisico, al digitale e a tutto quello che c'è attorno.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 25 Ago 2020, 22:20
I numeri dimostrano che il digitale andrebbe venduto ben meno del fisico, cosa che invece non avviene.

Scusa?
Ti prego, approfondisci questa affermazione.

I conti fatti da Nemesis su margine e prezzo dei giochi.

non ho proprio capito cosa intendi con la locuzione "... che il digitale andrebbe venduto ben meno del fisico..."
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 25 Ago 2020, 23:37
Il digitale andrebbe venduto a prezzo inferiore al fisico, viste le spese inferiori.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 25 Ago 2020, 23:48
Ah, ok ... Da leggere come "il digitale andrebbe venduto ad un prezzo decisamente più basso rispetto all'equivalente fisico".

E sono perfettamente d'accordo, peccato che il pubblico non si sia assolutamente espresso sulla questione, ritenendo "normale" che le 2 offerte presentino lo stesso prezzo.

Sic
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 26 Ago 2020, 00:17
Lo stesso prezzo? Il pubblico non si è espresso?

Come fatti, i prezzi non sono uguali e le vendite sono quelle discusse nei post precedenti.



Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: piwi - 26 Ago 2020, 09:04
Io ormai, complici anche due traslochi negli ultimi anni, sono passato al digital-only in tutto. Videogiochi, film, fumetti.
Sono magari un giocatore atipico, nel senso che non gioco al D1 praticamente niente e ho semplicemente sostituito l'offerta da cestone/volantino con i mega saldi periodici degli store online.

Ormai compro su supporto fisico solo i giochi switch [devo decidermi a prendere una microSD], fumetti Bonelli e eventuali offerte stracciate irrinunciabili [ma anche qui, di solito lo stesso gioco riesco a trovarlo in digitale a meno].

Vado oltre: al momento l'offerta degli abbonamenti e il backlog accumulato basta e avanza per non dover comprare niente.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: naked - 26 Ago 2020, 09:35
Io sono per il fisico solo perché mi permette di rivendere il prodotto una volta terminato.
Non gioco mai una seconda volta un titolo.
Non me ne frega nulla di tenere la scatoletta in casa.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Top Dogg - 26 Ago 2020, 10:14
Nemesis citavo fifa perché è precovid, i dati successivi hanno poco senso, ovvio che siano nettamente a favore del dd. E sarà così per molto tempo ancora se la situazione non torna normale. Poi magari ne finiscono di approfittare e accelerano il passaggio al non retail.

Insomma ci sono anche gli store online
ordinati due giochi domenica alle 21 su Amazon (Non ho Prime)
Lunedi alle 12 erano gia' a casa mia
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 26 Ago 2020, 10:24
Vabbè, grazie. Le spedizioni sono state bloccate, ritardate, sospese in alcuni paesi.
La situazione non è normale, il punto è questo.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 26 Ago 2020, 10:34
La tendenza in rialzo del digitale era già ben delineata pre-covid e il sorpasso (pre-covid) del 50% del venduto dichiarato da molti operatori è di per sé significativo. E parliamo di venduto full-game, non di add-on digitali.

A questo punto conta poco sapere in che percentuale FIFA vende al D1 perché, ribadisco, per l'industria è meglio vendere roba nel cestone digitale che piazzare il fisico a prezzo pieno. Chiaro, magari FIFA vende tutto in fisico e niente in digitale nonostante EA dichiari un venduto 50/50 per l'insieme dei suoi prodotti. Purtroppo non mi riesce di trovare dati in proposito.

Però vedo che Borderlands 3 ha piazzato 5M di copie in 5 giorni, il 70% delle quali era in digitale. Ma qui si potrebbe obiettare che le vendite PC (che sono de facto digital only) alterano le cifre.




Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 26 Ago 2020, 15:38
Mi ricordi la storia del cestone digitale?

Come fanno i produttori a non avere bisogno dei ricavi al d1 a prezzo pieno? E piuttosto aspettare che vendono 6 mesi dopo il d1 col cestone digitale?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 26 Ago 2020, 16:57
Beneficenza, credo.
Come quella che dovrebbero farci un giorno con i giochi a 30 euro e gli abbonamenti flat a 10 (sempre tutto da condividere, ovviamente).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 26 Ago 2020, 18:01
Mi ricordi la storia del cestone digitale?

Come fanno i produttori a non avere bisogno dei ricavi al d1 a prezzo pieno? E piuttosto aspettare che vendono 6 mesi dopo il d1 col cestone digitale?

Devil chiedeva cifre circa il venduto retail/digitale D1 di Fifa, implicando che le cifre digitali sono alte solo perché considerano gli acquisti scontati o fatti dopo mesi e che quindi il fisico è ancora meglio per tutti visto che è lì che girano i soldi.

Io sto facendo notare che a Sony e agli sviluppatori entrano più soldi (per singola unità venduta) da un digitale scontato e venduto dopo mesi piuttosto che da un retail a prezzo pieno.

Non dico che quei soldi non servano, ci mancherebbe.
Anche il misero 6% del grafico che ho indicato una pagina fa significa 350 MILIONI di dollari in tre mesi (rispetto ai 3,6 MILIARDI del digitale nello stesso periodo, 10 volte tanto).

Riposto l'immagine sperando che la terza sia la volta buona:

(https://i.postimg.cc/c1kQJQzS/ps1.png)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 26 Ago 2020, 18:47
Più chiaro di così è impossibile.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 26 Ago 2020, 19:33
Si ma non si fa un mixone con quella chart?

Prendiamo un gioco singolo.

Fifa o TLoUs o Crash, fate voi, parliamo di AA/AAA

Dite che Sony dovrebbe fregarsene delle vendite D1 e aspettare i guadagni col cestone?

E al d1 che si fa? Vendere solo digitale a prezzo cestone? Oppure vendere solo digital a prezzo odierno - più alto del fisico - e chissene delle vendite pertanto dopo arrivano le vendite cestone?

Mi fate un esempio pratico di formato e andamento prezzo di vendita da d1 fino al momento “cestone”?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 26 Ago 2020, 19:59
Tu cosa faresti, se fossi in un ruolo decisionale?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 26 Ago 2020, 20:37
Fossi in loro farei come Sony a lasciare una porta aperta al fisico, secondo da piani PS5.

Ovvio una fetta della clientela come me non è d accordo al digitale e continuerá a comprare fisico.

Il resto lo deciderá il mercato domanda/offerta.

Non ho i dati di vendita per i top 10 giochi quindi non ti so dire se dal pdv profitto conviene abbassare il prezzo del digital al d1 perché ovvio dal lato azienda fintanto che vende anche se non al 100% ci sono dei guadagni. In teoria, fossi in loro, lo farei, ne guadagnerebbero in vendita/volume, però proverei prima di eliminare il fisico a trovare un modo per non interrompere i rapporti con i retailer

Difficilmente sará un passaggio drastico, col tempo le aziende tasteranno il mercato tramite tentativi - vedi Sony - e si aggiusteranno di conseguenza.

Io provavo a capire il discorso cestone, non mi torna proprio.

Tu, cosa faresti fossi in loro?
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 26 Ago 2020, 21:08
Se gli obiettivi principali fossero massimizzare gli utili o spiazzare la concorrenza spingerei il digitale con prezzi aggressivi, altrimenti no.

Edit. Integro: se fossi Sony non toccherei nulla, se fossi MS farei prezzi aggressivi sul digitale per ingolosire chi gioca i multipiattaforma.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 27 Ago 2020, 01:03
Più ancora di regalare il pass? Quanto devono andare sotto per cercare di recuperare sulla concorrenza? ^^'
Poi sia chiaro, se io fossi in loro punterei anche io a massimizzare gli utili (e quindi il dd), ovviamente con tutti i dati e margini alla mano, non illazioni per quanto accurate.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 27 Ago 2020, 11:22
Dite che Sony dovrebbe fregarsene delle vendite D1 e aspettare i guadagni col cestone?

No.
Dico che credere che i soldi veri arrivino dal D1 retail (degli AAA) è probabilmente sbagliato.

Citazione
Mi fate un esempio pratico di formato e andamento prezzo di vendita da d1 fino al momento “cestone”?

Quello che succede adesso. Va benissimo la situazione attuale.
Sony non taglierà bruscamente il supporto al fisico, è il mercato che lo sta tagliando spontaneamente e Sony non può che gioire di questo e agevolare la situazione senza tuttavia tagliare i ponti con i retailer (per me lanciare il digitale a prezzo pieno 7 giorni prima del retail sarebbe un'idea semplice e molto funzionale).

Si ma non si fa un mixone con quella chart?
Prendiamo un gioco singolo.
Fifa o TLoUs o Crash, fate voi, parliamo di AA/AAA

E perché mai?
Dal punto di vista del mercato il dato aggregato è più importante.

Mi spieghi tu cosa vorresti scoprire? Che i soldi veri arrivano dal D1 retail degli AAA? Se ragioni sui dati esposti in queste pagine credo si capisca che non è così:

-il grosso dei soldi arriva dal digitale.
-i più grandi publisher AAA dichiarano un venduto 50/50 dei full game fra digital e retail.
-SONY/MS, a parità di prezzo venduto, guadagnano 2,6volte di più dal digitale (quindi 1 vendita digitale con sconto di circa il 60% equivale a 1 copia retail venduta al D1 a prezzo pieno)
-Gli sviluppatori, a parità di prezzo venduto, guadagnano 1,5volte di più con il digitale (quindi 1 vendita digitale con sconto del 38% equivale a 1 copia retail venduta al D1 a prezzo pieno).

L'ultima voce risponde a questo tuo dubbio:

Bella domanda di Devil, quali sono le % di vendita al d1?

Perchè a prenderlo dd scontato è facile 6 mesi dopo il d1.

Sarà anche facile, ma a conti fatti se Sony potesse scegliere -e non può- preferirebbe che tu comprassi in digitale dopo 6 mesi piuttosto che retail al D1.
Ovvio che un D1 a prezzo pieno esisterà sempre così come esisterà sempre chi compra al D1 a prezzo pieno (retail o digital).

Trovare i dati che chiedi è complicato perché a ridosso del lancio (quando i prezzi digital/retail grossomodo si equivalgono) i dati non ci sono ancora e perché non posso contare i giochi che hanno la versione PC (che sposta l'ago della bilancia, vedi Borderlands 3 che nelle prime due settimane aveva venduto 5milioni di copie, 75% delle quali digitali a prezzo pieno).

Per quanto può valere, nel 2017 (https://www.gamasutra.com/view/news/299489/Over_25_of_Horizon_Zero_Dawn_sales_were_digital_and_Sony_is_paying_attention.php), dopo quattro mesi dal lancio il 25% delle copie di Horizon Zero Dawn erano state vendute in digitale.
È un rapporto di numero pezzi 1:4 a favore del fisico che però, traducendolo in guadagno diventa però di circa 1:1,5.

Certo, il guadagno maggiore arrivava ancora dal fisico ma era il 2017 e adesso quel 25% è cresciuto parecchio. Non a caso Layden all'epoca diceva "questo cambia tutto".

Il fisico non scomparirà (fino a che non saranno scomparse le console fisiche) ma il trend è ben delineato e la fetta di mercato del fisico destinata a contrarsi (pensa solo a quando -non se- chiude GameStop).





Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: J VR - 27 Ago 2020, 11:46
Tra l'altro ci si stupisce tanto della scomparsa dei giochi fisici ma un'altra cosa che andrà a perdersi saranno i soldi per come li intendiamo oggi (banconote, monete ecc.) per trasformarsi in semplici numeri digitali stampati su uno schermino.
Per lo meno questa è la direzione dei paesi più industrializzati.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 27 Ago 2020, 13:28
@Nemesis Divina allora siamo d accordo che al momento attuale le case guadagnano bene, con digitale venduto al d1 più del fisico e poi scontato dopo 6 mesi.

Contenti coloro che possono accettare questi prezzi e contente le case che producono.

Con questi termini continuerò a comprare fisico e se lo tagliano lasciando il digital col prezzo attuale d1 comprerò pure meno.

Le aziende faranno il loro gioco, la clientela altrettanto.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 27 Ago 2020, 13:54
@Nemesis Divina allora siamo d accordo che al momento attuale le case guadagnano bene, con digitale venduto al d1 più del fisico e poi scontato dopo 6 mesi.

Perdonami ma non capisco cosa intendi con la frase sopra, quindi non so se siamo d'accordo ^^
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: chirux - 27 Ago 2020, 15:37
Per avere una visione più reale del dd si potrebbe analizzare i dati del mercato pc, ormai in questa fase da anni.
Personalmente aspetto sempre i saldi, ma noto che i titoli più importanti faticano a scendere sotto certe soglie di prezzo e la non rivendibilita è un freno.
Il mercato va in cerca anche di forme esterne per risparmiare come le chiavi Steam acquistate su altri siti.
Quindi potrei dedurre che il fruitore di un mercato solo DD non sia tanto tanto a favore.
Poi i dati di Nemesis sono chiari.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 27 Ago 2020, 17:46
@Nemesis Divina allora siamo d accordo che al momento attuale le case guadagnano bene, con digitale venduto al d1 più del fisico e poi scontato dopo 6 mesi.

Perdonami ma non capisco cosa intendi con la frase sopra, quindi non so se siamo d'accordo ^^

In pratica non hai una proposta di cambio prezzo e secondo te le case fanno bene a mantenere i prezzi attuali  digital e fisico.

Quello che succede adesso. Va benissimo la situazione attuale.
Sony non taglierà bruscamente il supporto al fisico, è il mercato che lo sta tagliando spontaneamente e Sony non può che gioire di questo e agevolare la situazione senza tuttavia tagliare i ponti con i retailer (per me lanciare il digitale a prezzo pieno 7 giorni prima del retail sarebbe un'idea semplice e molto funzionale).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 27 Ago 2020, 20:03
Penso di non aver mai detto nulla riguardo al fatto che i prezzi sono sbagliati in un senso o nell'altro.
Gli unici discorsi che ho preso in considerazione sono la situazione del mercato e l'ipotesi che il mercato stia in piedi con i D1 retail.

Se poi chiedi a me, io sicuramente anticiperei le uscite digitali rispetto al fisico per massimizzare il guadagno e spingere l'utenza alla transizione digitale.

E alzerei il prezzo di lancio dei giochi per le prime due settimane che tanto c'è sempre chi è disposto a pagare per arrivare prima.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 27 Ago 2020, 22:20
Auguriamoci che Neme non venga assunto al reparto marketing di Sony e/o Microsoft 😆
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 27 Ago 2020, 23:23
Stica qui dentro vi pagano bene quelli di Sony e MS  :D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Ruko - 28 Ago 2020, 12:14
Non so come potrei rinunciare alla scena in cui arrivo da GS con una borsa della spesa piena di usati e li riverso tutti sul bancone del commesso.

Trattazioni infinite, facce ed espressioni ora sconvolte, poi sospettose e infine allegre, lingua che dall'italiano passa all'arabo con gesticolazioni varie. FF7 Remake in cambio di cammelli e Paper Mario con petrol-barili scambiati con ricariche PSN.

Cazzo, l'usato?  Cazzo, il tattile? Cazzo, le collezioni?
Che differenza passa tra la smaterializzazione di un bene e quella di un affetto?
Perché chi non capisce è "antico"? Parliamo di quello che non capisce il "moderno".
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 28 Ago 2020, 12:30
L'uso di "trattazioni" anziché "trattative" è voluto?  :alien:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Ruko - 28 Ago 2020, 15:08
No!
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 28 Ago 2020, 15:32
Comunque, al netto del trend, si da troppo per scontato che a tutta l'utenza console faccia piacere scaricarsi giochi da 60-70-100 Gb. Parliamo di un mercato globale, che va dalla metropoli ipercablata e 5G al paesello di montagna, a cui se arrivano i 7 mega gli va già bene. Quando hai una connessione da fame è più comodo fare acquisti al day one in formato fisico, al netto di dover comunque convivere con le uscite buggate e di riflesso con patch non sempre ottimizzate per essere scaricate in tempi brevi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 28 Ago 2020, 15:35
Però la metropoli ipercablata e 5G è una metropoli con milioni di potenziali clienti, il paesello di campagna con il 56k è un paesello e non conta un cavolo.

E lo dico da abitante di paesello che si puppa i download da 100 giga eh.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Level MD - 28 Ago 2020, 15:47
Mi riferivo al fatto che c'è comunque chi pensa che si possa già passare al 100% venduto in DD, senza rimetterci una parte d'utenza.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 28 Ago 2020, 18:41
Mi riferivo al fatto che c'è comunque chi pensa che si possa già passare al 100% venduto in DD, senza rimetterci una parte d'utenza.

In realtà non lo dice nessuno, level.
Ma la verità é che il DD diventerà sempre più la prima scelta, al punto che non mi stupirò quando fra 5 anni usciranno solo le Retail Di megablockbuster, o delle edizioni limited x collezionisti.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: RBT - 28 Ago 2020, 20:00
Comunque, al netto del trend, si da troppo per scontato che a tutta l'utenza console faccia piacere scaricarsi giochi da 60-70-100 Gb. Parliamo di un mercato globale, che va dalla metropoli ipercablata e 5G al paesello di montagna, a cui se arrivano i 7 mega gli va già bene. Quando hai una connessione da fame è più comodo fare acquisti al day one in formato fisico, al netto di dover comunque convivere con le uscite buggate e di riflesso con patch non sempre ottimizzate per essere scaricate in tempi brevi.

Motivo per cui non hanno lanciato TLoUs II dd only al tempo del covid.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Nemesis Divina - 29 Ago 2020, 13:39
Mi riferivo al fatto che c'è comunque chi pensa che si possa già passare al 100% venduto in DD, senza rimetterci una parte d'utenza.

In realtà non lo dice nessuno, level.
Ma la verità é che il DD diventerà sempre più la prima scelta, al punto che non mi stupirò quando fra 5 anni usciranno solo le Retail Di megablockbuster, o delle edizioni limited x collezionisti.

Già.
Ci sono molte ragioni per cui il fisico è oggettivamente meglio del digitale e nonostante questo il mercato si sta muovendo in maniera spontanea verso il digitale. Questo è un fatto.

Non è questione di fazioni, gusti personali, abitudine o preconcetti.
È solo quello che sta succedendo.


Comunque, al netto del trend, si da troppo per scontato che a tutta l'utenza console faccia piacere scaricarsi giochi da 60-70-100 Gb. Parliamo di un mercato globale, che va dalla metropoli ipercablata e 5G al paesello di montagna, a cui se arrivano i 7 mega gli va già bene. Quando hai una connessione da fame è più comodo fare acquisti al day one in formato fisico, al netto di dover comunque convivere con le uscite buggate e di riflesso con patch non sempre ottimizzate per essere scaricate in tempi brevi.

Sacrosanto. Nessuno dice che chi si trova in quella situazione deve abbracciare il digitale.
Tuttavia l'andamento dei numeri ci dice che una porzione dell'utenza NON si trova in quella situazione.
E parliamo di una porzione significativa, crescente e sempre più rilevante in termini di guadagno.

Peraltro la tendenza della tecnologia al progresso ci dice che sempre meno persone si troveranno in quella situazione.






Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Panda Vassili - 30 Ago 2020, 12:49
E' un futuro che già c'è, ma secondo Moore soppianterà definitivamente le edizioni retail nel giro del prossimo decennio, quindi c'è tanto tempo per parlarne. Volevo sapere la vostra opinione sul DD, se fate già acquisti o volete solo ed esclusivamente la versione fisica di un gioco, insomma, fate vobis.


10 anni fa, e la previsione si sta avverando. In ambiente PC ci si è arrivati molto prima per via della più facile pirateria e della necessità di legare il prodotto all'account, ma ormai la linea è decisamente tracciata, con console home per la prima volta senza supporto fisico.

L'unico malus del digitale in ambiente videogiochi è il prezzo artificiosamente tenuto alto del day 1 per non fare concorrenza ai retailer che ti vendono anche le console, ma è solo questione di tempo.

E l'impossibilità di vendere, certamente, pratica che crea un sottosistema in cui produttori e sviluppatori vedono soldi solo di riflesso.

Però siamo arrivati al sorpasso, e tutto questo con i prezzi del digitale a 70 euro all'uscita, con utenti che ormai preferiscono spendere addirittura di più per tutti i vantaggi che ci sono.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 30 Ago 2020, 16:38
*condivisione*
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 30 Ago 2020, 19:04
L'unico malus del digitale in ambiente videogiochi è il prezzo artificiosamente tenuto alto del day 1 per non fare concorrenza ai retailer.

Maledetto retail che impedisce a Sony di vendere a 39.99 TLOU2 in digitale al day 1.
Ah se solo non ci fosse il fisico, sisì CREDICI.

Citazione
E l'impossibilità di vendere

Una robetta da niente, in effetti...

D'altronde c'è da aspettarsi che quando si potranno acquistare solo in digitale, e a prezzo unico/imposto, allora si che ci sarà un incremento delle copie vendute. Yeah!

La verità é che acquistare in DD costa di più, é un dato di fatto: é comodo, é veloce, é quello che volete ma non fate finta che sia anche più economico.

Non é così, e probabilmente non lo sarà mai.

Il che non vuol dire che non diventerà la forma di distribuzione principale: é già così (purtroppo).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 30 Ago 2020, 21:16
D'altronde c'è da aspettarsi che quando si potranno acquistare solo in digitale, e a prezzo unico/imposto,

Come su pc, insomma.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 30 Ago 2020, 21:21
D'altronde c'è da aspettarsi che quando si potranno acquistare solo in digitale, e a prezzo unico/imposto,

Come su pc, insomma.

In realtà su PC era così, ma da anni ci sono moltissime alternative a Steam.

Su console compri solo dallo Store del padrone (o chiavi dello Store del padrone).

É un'attimo diverso.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: slataper - 30 Ago 2020, 22:20
Quest'ultimo punto, lo store unico per ciascuna piattaforma, è l'unico sicuramente svantaggioso per il consumatore in un mercato tutto digitale, poiché in assenza di concorrenza tra rivenditori mancherebbe la spinta ad abbassare i prezzi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: DRZ - 31 Ago 2020, 01:06
Resterebbe comunque la concorrenza tra diversi produttori di hardware (oltre a pc e mobile come sistemi alternativi per giocare).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: BarboPanda - 12 Dic 2020, 06:07
Provo a dire la mia esperienza: ho iniziato ad acquistare digital ai bei tempi dei primi xbox live arcade già sulla prima Xbox, pratica continuata successivamente con tantissimi indie su Xbox 360. Per quanto mi riguarda è stato principalmente il caro buon vecchio programma Xbox Live Arcade ad avvicinarmi al DD, ricordo ancora il limite dei titoli a 50mb poi successivamente passato a 150mb. Che tempi!
Poi pian piano quando ho avuto un pc decente ho comprato altri indie via Steam.
Diciamo che metà della gen 360/Ps3 l'ho fatta fisica con AA e AAA; a un certo punto oltre metà gen PlayStation Store e Xbox hanno iniziato a "copiare" i famosi sconti di Steam e diventava per me più conveniente acquistare only DD; ho sempre odiato lo sbatti di dover andare in negozio o ordinare online il retail.
A un certo punto, credo intorno al 2014 ho preso la decisione di vendere tutta la mia collezione retail, a esclusione di software e hardware Nintendo.
Ad oggi con Switch tutta la selezione first party Nintendo e le esclusive terze parti più qualche altro titolo a caso li prendo retail solo per Nintendo, in quanto per me Nintendo è LA storia dei videogiochi. Tra l'altro con Nintendo (indie a parte) conviene comunque andare di fisico, anche solo perché anche in DD il loro software si sconta a non più del 25/30% anche dopo 4-5 anni dall'uscita e magari per risparmiare si può andare sull'usato.
Comunque se tra qualche tempo mi metto in testa di recuperare un catodico non nego di avere la tentazione di recuperare software fisico per PS1 e Xbox1 giusto per una questione di nostalgia canaglia.

Quindi: per me i videogiochi sono only DD a eccezione di Nintendo che a mio parere è l'artigiana dei videogiochi e non possono non avere roba loro da vedere in casa tutti i giorni. Considerate che negli ultimi 13 anni ho acquistato al day one 5 titoli: Bioshock, Gears of War, GTA IV, Metroid Samus Returns, Animal Crossing New Horizons (quindi solo 2 day one post 2008 per me  :D )
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Laxus91 - 12 Dic 2020, 22:20
Tutto DD per tutte le piattaforme, preferisco di gran lunga per mille motivi (su tutti comodità e spazio occupato dai dischi per casa).
Tutto va' in sconto su store se si sà aspettare quindi per i prezzi non é affatto un problema, gioco coi miei ritmi senza problemi, il retail ormai non mi interessa sia perché non rivendo, sia perché ormai i dischi non hanno praticamente alcun senso visto che ormai vanno comunque integrati con download di patch enormi, dlc e quant'altro
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Mr.Idol - 14 Gen 2021, 05:59
Io ormai prendo 90% digitale e 10% fisico, anche perchè gioco principalmente su pc.
Però 80 euro al d1 per il gioco sul psn non credo li spenderò mai, il fisico per console dopo uno due mesi lo trovi stracciato in digital ci vogliono 6 mesi.
Senza contare il fatto che gli store console non hanno i resi, e questa è una cosa criminale che mi limita fortemente l'acquisto sui loro store, voglio le 2 ore di tempo e rimborso in automatico come steam se il gioco mi fa cagare (o non gira bene come spesso succede su console) sennò col cazzo che ti mollo 80/70/60 euro.
Quindi alla fine per console ancora oggi l'unica scelta saggia è il fisico dopo uno/due mesi su amazon grazie alla loro politica resi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Ivan F. - 14 Gen 2021, 10:20
Io ormai compro in versione fisica solo i first party Nintendo, per una questione di nostalgico feticismo che ancora non sono riuscito a scrollarmi. Ma per il resto, digitale tutta la vita.

A questo ha contribuito Xbox Series S, immagino.
Quando ho inserito il mio vecchio account e ho visto che potevo riscaricare e giocare titoli che avevo comprato su Xbox 360 anche più di dieci anni fa, è stata una piccola epifania. Da questo punto di vista, Microsoft ha fatto un piccolo capolavoro.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Turrican3 - 14 Gen 2021, 11:58
L'unico malus del digitale in ambiente videogiochi è il prezzo artificiosamente tenuto alto del day 1 per non fare concorrenza ai retailer che ti vendono anche le console, ma è solo questione di tempo.

Io credo sia più che altro dovuto al fatto che si è visto abbastanza chiaramente che una quota per nulla banale del mercato ha dimostrato ampiamente di volere tutto e subito. E di non badare più di tanto ai quattrini scuciti a tal fine. Chiaro che stiamo parlando di una fetta di utenza estremamente differente da quella che aspetta le offerte cestone, ma dal punto di vista degli editori questo è irrilevante, conta solo che questa gente esista e che sia in quantitativo considerevole.

Vedi anche un trend che forse in futuro diverrà più diffuso, quello del pagare qualcosina in più per avere il gioco un pelo prima degli altri (tipo 1 o 2 settimane), che nei titoli multi potrebbe avere un certo seguito per i giocatori iper-competitivi.

La verità é che acquistare in DD costa di più, é un dato di fatto: é comodo, é veloce, é quello che volete ma non fate finta che sia anche più economico.

Hmm su PC penso si possa dire tranquillamente che non è così (a patto di sapere/volere aspettare)

Ma direi che anche su console potrebbero esserci belle (?) sorprese in tal senso, grazie alle varie offerte tipo Gamepass e similari. Tuttavia qua i conti della effettiva convenienza temo si faranno davvero sul lungo periodo, perchè a me pare evidente che il modello cui si punta è quello Amazon: annientare la concorrenza per poi fare come si vuole una volta assunta una posizione di monopolio de facto o comunque estremamente rilevante (vedi alla voce prezzo crescente dell'abbonamento Prime, sebbene arricchito da servizi che un tempo non c'erano)
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: stepkanevra - 14 Gen 2021, 13:02
Ormai acquisto praticamente solo in digitale. Mai avuto il feticcio delle confezioncine da quando le confezioncine sono diventate insulse. Credo anche di aver superato la sindrome da possesso dell'oggetto fisico. Tutto questo senza saperlo, ovviamente: più o meno inconsapevolmente ho iniziato a comprare solo versioni digitali in sconto, pochi acquisti al day one, questo fino ad arrivare ad acquistare PS5 senza lettore (salvo poi trovare solo la versione con disco).
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: babaz - 14 Gen 2021, 16:52
Citazione da: Turrican3
La verità é che acquistare in DD costa di più, é un dato di fatto: é comodo, é veloce, é quello che volete ma non fate finta che sia anche più economico.

Hmm su PC penso si possa dire tranquillamente che non è così (a patto di sapere/volere aspettare)


Certo che se mi quoti messaggi di 5 mesi prima 😝😝 il messaggio di agosto è particolarmente tranciante, anche più del mio solito. Però ribadisco che è di fatto così. Probabilmente dovevo specificare che il mio approccio prevede la rivendita di ciò che è fisico, con recupero monetario importante.

Poi su PC siamo d'accordo che il fisico non esiste più da tempo (e non è un modo di dire), ma la diversificazione stessa del mercato (vedi l'analogia con Amazon che facevi tu stesso) consente una dinamica dei prezzi accettabile, più "sana".

Ma se ci fosse solo Steam? Non lo so.

Poi l'evoluzione è talmente veloce che nell'arco di qualche mese stiamo passati da "gamepass chi?" a "gamepass oro"...

Infine dici giusto: noi abbiamo una visione distorta del mercato. Il mercato è fatto da gente che compra (o di fa comprare) il gioco atteso appena esce a prezzi pieno. E il mercato capitalizza su questo. Tocca a noi, ahimè, adattarci a questo trend.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 15 Gen 2021, 09:08
Sìsì, una figata il DD.
Ieri volevo riprendere un po' in mano Isaac su psvita e scaricare l'espansione ma mi dà un errore e non mi fa connettere al psn (solo da psvita, app-ps4-ps5-web vanno, la console naviga pure). Leggendo in rete è un errore irrisolvibile che capita random e sparisce da solo dopo qualche giorno, a volte settimane e si ripresenta sempre random.
Non ho potuto riprendere il gioco (era col plus) nè scaricare i giochi che ho comprato nè anche solo sincronizzare i trofei. Solo giocare Danganronpa 2 che ho la cartuccia. E se anche volessi resettare tutto o formattare/fare una pulizia generale (non solo hanno detto che non funziona per risolvere il problema) ma poi perderei anche quei giochi in DD che ho sulla memoria perchè non potrei riscaricarli.
Anche si risolvesse tra 4 giorni, allo stato attuale non posso giocare le decine di giochi che ho comprato dallo store.
Che bello il DD.  :yes:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Panda Vassili - 15 Gen 2021, 10:25
Devil è finita la guerra , abbandona l'isola
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 15 Gen 2021, 12:20
Il DD è bello sulle macchine attuali e se gli acquisti sono mantenuti al passaggio di generazione, ma come dice Devil al momento su Vita non è il massimo.
Anche io volevo giocare Superfrog e invece mi attacco, il gioco non si può più scaricare dallo store.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: stepkanevra - 15 Gen 2021, 13:20
Vabbè, ma state parlando di PS Vita. Anche Sony fa finta non sia mai esistita.
Questo caso non restituisce certo l’idea del digitale oggi.
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Ivan F. - 15 Gen 2021, 14:06
@stepkanevra ha ragione, il caso è limite, non può essere considerato un riferimento.

E poi se uno vuole giocare Superfrog il problema è di Sony?
Direi che c'è un disagio psicologico a monte  :pray:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 15 Gen 2021, 16:37
Vabbè, ma state parlando di PS Vita. Anche Sony fa finta non sia mai esistita.

I soldi miei erano buoni però...
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Fabrizio1701 - 15 Gen 2021, 17:18
E poi se uno vuole giocare Superfrog il problema è di Sony?
Direi che c'è un disagio psicologico a monte  :pray:

Oh quelli erano i giochi per l'Amiga al tempo  :D
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Devil May Cry - 16 Gen 2021, 20:25
E col cazzo, ne ho comprati un sacco di giochi su psvita. Ma anche sulle altre console, quindi tu devi sempre assicurare che mi vadano, non esiste proprio.  :no:
Fortunatamente sono riuscito a risolvere, ma vaffanculo lo stesso.  :no:
Non mi avrete mai.  :no:
Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: armandyno - 17 Gen 2021, 00:02


Anche io volevo giocare Superfrog e invece mi attacco, il gioco non si può più scaricare dallo store.

Sorvolando le considerazioni in merito al DD:
ci sono un po' di giochi che dallo storie PSVita non sono più reperibili, ad esempio io ho Virtua Tennis.
Ma se vai nello storico degli acquisti lo puoi sempre recuperare e riscaricarlo.
Per quanto riguarda lo store PSVita... è un po' buggato, l'ultima volta hanno risolto ma in futuro...boh.

Titolo: Re: Digital Delivering, considerazioni
Inserito da: Laxus91 - 17 Gen 2021, 14:17
Vita non la posseggo in quanto unica console Sony senza una line up esclusiva di mio gradimento (visto che il poco di interessante per i miei gusti lo han rimasterizzato su ps4), posso però dire che ad esempio anche su ps3 il metodo di riscaricare anche roba tolta dallo store ma acquistata funziona sempre, per quanto poco immediato.

Mentre tornando al DD per me é anche un fatto di spazio, tra un pò la catasta di giochi ps3 e i primi ps4 (ai tempi in cui schifavo il DD) mi travolge seppellendomi, preferisco liberare spazio per altro o quantomeno non continuare ad accumulare indistantamente visto che non rivendo nulla!

Oltretutto reperire fisicamente il gioco che voglio rigiocare comincia ad essere un problema a causa della quantità, se non si è ordinatissimi.

Per non parlare poi della comodità di avviare col massimo della comodità e poter passare a più giochi diversi contemporaneamente (cosa che vabbè, si può fare anche col retail se si abbina a giochi DD come ad esempio molti indie).

Controindicazioni per me non ce ne sono, è la stessa versione del gioco e comunque fra patch e Dlc resta per forza necessario scaricare anche col retail, neanche ci son differenze nello spazio occupato (tranne su switch in cui le cartucce non occupano spazio in memoria interna per l'installazione), resta letteralmente solo la limitazione del pezzo di plastica, neanche dei manuali carini fanno più ormai.

Poi per ragioni nostalgiche, o per limited che offrono qualcosa in più di materiale o per la rivendita (o poter sfruttare qualche promo al D1, ma con un minimo di attesa i giochi vengono sempre scontati bene anche su store) posso capirlo, e soprattutto il mio non é un discorso contro il retail, ognuno se lo preferisce può continuare a supportarlo, io mi riferisco solo alle mie esigenze e al mio modo di giocare oggi che è diverso da anni fà