TFP Forum

[T]alk => Talk => Topic aperto da: Simone S. - 01 Giu 2009, 17:16

Titolo: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 01 Giu 2009, 17:16
Posto qui una notizia linkata da CAM in OTZone perchè credo sia di notevole rilevanza.

NORDCOREA: USA SCHIERANO SUPERCACCIA INVISIBILI F22 IN GIAPPONE

(AGI) - Kadena (Giappone), 30 mag. - Gli Usa passano dalle parole ai fatti con la Corea del Nord. Il primo di 12 F-22 Raptor, i caccia-bombardieri invisibili (stealth) Usa di ultima generazione, e' atterrato stamani nell'isola giapponese di Okinawa, alcuni giorni dopo il test nucleare nordcoreano. L'arrivo in Giappone, a circa mezz'ora di volo dalla Corea del Nord, di una pattuglia del piu' avanzato caccia americano rappresenta un primo chiaro avvertimento a Pyongyang: gli Stati Uniti sono pronti a colpire chirurgicamente e senza essere avvistati qualsiasi punto del Paese se il regime insistera' nei suoi test nucleari e missilistici. Cosi' facendo Washington ha rassicurato Giappone e Corea del Sud, i piu' esposti ad un eventuale attacco nordocoreano Barack Obama ha infatti chiamato il primo ministro giapponese Taro Aso cui ha ribadito l'impegno di Washington alla difesa del suo alleato asiatico. ''Lo schieramento sottolinea l'impegno Usa verso il Giappone come un vitale partner regionale e indica la volonta' degli Stati Uniti di assicurare stabilita' e sicurezza nella regione del Pacifico'' e' scritto in un comunicato della US Air Force. Il primo F-22 e' decollato dalla base di Langley, in Virginia, (finora non era mai stato schierato all'estero) all'inizio della settimana. I 12 aerei saranno schierati nella regione per quattro mesi. L'F- 22 Raptor, prodotto dalla Lockeed-Martin e dalla Boeing, e' figlio della guerra fredda. E' un caccia da superiorita' aerea di quinta generazione, con tecnologia stealth, progettato all'inizio degli anni '80 per contrastare un eventuale jet russo con simili caratteristiche che per il crollo dell'Unione Sovietica non e' mai stato realizzato. E' dotato di due motori turbofan Pratt & Whitney F119-Pw-100, che lo spingono fino a 2.410 km/h pari a Mach 2,25 (oltre due volte la velocita' del suono). Trasporta all'interno della fusoliera (un'altra caratteristiche che ne riduce ulteriomente la traccia radar) missili a corto e medio raggio (Sidewinder e Amraam) oltre a due bombe intelligenti a guida Gps (Jdam) da 450 kg l'una. Ognuno dei 187 esemplari finora costruiti e' costato 339 milioni di dollari. Per scelta del segretario alla Difesa Robert Gates non ne verranno costruiti altri, anche se per acquistare ogni nuovo F-22 sarebbero bastati per le economie di scala 'solo' 139 milioni. Non solo: per la segretissima tecnologia il Congresso ne ha vietato l'esportazione malgrado l'interessamento di Giappone e Australia.

Felice 2009 a tutti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Classic Amiga Man - 02 Giu 2009, 21:02
Penso che faccia parte delle strategie coreane, è già successo in passato, questa volta di diverso c'è l'atteggiamento cinese.
C'è da dire, però, che i test coreani ormai dovrebbero essere finiti, soprattutto perchè il loro "arsenale" è davvero misero.
Ora, che gli States muovano qua e là armamenti è dovuto, ma il Pacifico brulica di navi americane, con diversi obiettivi, non solo Pyongyang.

Se non è scoppiata la guerra in Georgia, non vedo come possa scoppiare in oriente :-).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 03 Giu 2009, 00:27
Spero che tu abbia ragione, ma da quelle parti ultimamente si sentono cose sconcertanti, basti pensare alle tensioni in medio oriente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 03 Giu 2009, 00:34
Comunque lo schieramento di F22, per quanto sia indubbiamente da leggere come un 'atto di presenza' stile diplomazia delle cannoniere, non è certamente un'indicazione di attacchi imminenti da parte USA. Non fosse altro che per il fatto che l'F22 è davvero l'ultima delle armi che gli USA potrebbero usare per un attacco chirurgico.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 03 Giu 2009, 11:49
Un articolo interessante, di qualche settimana fa ma ancora attuale. Ovviamente non è italiano, ma di un giornale serio.

http://www.nytimes.com/2009/05/15/opinion/15iht-edlankov.html?_r=1&hp&ex=&ei=&partner (http://www.nytimes.com/2009/05/15/opinion/15iht-edlankov.html?_r=1&hp&ex=&ei=&partner)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 04 Lug 2009, 12:16
COREA NORD: CINQUE MISSILI NELL' INDEPENDENCE DAY


http://ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1615619091.html


Per dire: ce l'abbiamo duro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Classic Amiga Man - 04 Lug 2009, 13:32
Ed ancora:


Corea del Nord: una nave sospettata di trasportare armi in Birmania rientra in patria (http://it.peacereporter.net/articolo/16461/Corea+del+Nord:+una+nave+sospettata+di+trasportare+armi+in+Birmania+rientra+in+patria)

NORDCOREA: OBAMA, "PRONTI A QUALSIASI EVENIENZA" (http://www.agi.it/estero/notizie/200906220829-est-rt11002-nordcorea_obama_pronti_a_qualsiasi_evenienza)


Insomma, tanto per...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 04 Lug 2009, 14:40
(http://2.bp.blogspot.com/_akLbxNKanGc/SdsIWCV4bSI/AAAAAAAACmA/uKuLNKAH5NI/s400/dr_strangelove.jpg)

Dai che è la volta buona.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Classic Amiga Man - 04 Lug 2009, 14:44
Ma no, Obama è impegnato in Afghanistan, là sì che si stanno facendo il mazzo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 04 Lug 2009, 14:56
Già.

(http://www.timeout.com/img/25929/w513/image.jpg)

Dai che è la volta buona.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Lug 2009, 15:02
Ma no, Obama è impegnato in Afghanistan, là sì che si stanno facendo il mazzo.

L'afghanistan è pezzo di roccia con quattro contadini che muoino di fame in mezzo alle mosche (non sono sicuro nemmeno che ce la facciano a sopravvivere le mosche li)

La corea del nord fa esperimenti con i missiletti? Probabilmente un solo caccia stealth USA di ultima generazione costa come tutto il suo intero arsenale. I francesi hanno fatto saltare in aria l'atollo di mururoa con esplosioni nucleari fino a ieri spargendo il cancro in polinesia senza che gli americanni facessero una piega.

...a meno che non si siano comprati le armi di distruzione di massa di saddam. Due razzetti ed una scatola di raudi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 04 Lug 2009, 15:07
Mah, a me preoccupa meno che la Francia abbia armi nucleari che ce le abbia la Corea.
Arsenale costoso o no, l'amore coreano per l'atomica mi fa abbastanza spaventare.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Lug 2009, 15:17
Mah, a me preoccupa meno che la Francia abbia armi nucleari che ce le abbia la Corea.
Arsenale costoso o no, l'amore coreano per l'atomica mi fa abbastanza spaventare.

USA ed ex URSS hanno abbastanza arsenale nucleare per trasformare il nostro pianeta in uno sciame di meteoriti intorno al sole.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: COBOL X - 04 Lug 2009, 15:52
Penso sei l'unico al mondo che non ha idea di quanto possa essere pericoloso il plutonio e la tecnologia nucleare in mano a dei pazzi dittatori esagitati e pure disperati e con le pezze al culo come sono i nord-coreani.
Sarebbero pronti a lanciare missili in Corea del sud, Cina o Giappone solo per ripicca.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 04 Lug 2009, 16:23
Dite quello che volete dell'America, ma non è un paese che lanciarebbe un'atomica a cuor leggero. La Corea del Nord invece...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 04 Lug 2009, 17:08
Dite quello che volete dell'America, ma non è un paese che rilanciarebbe un'atomica a cuor leggero. La Corea del Nord invece...
Fixed.
Scusa eh, non ho resistito.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 04 Lug 2009, 17:49
È pur vero che gli unici a lanciarla sono stati loro, ma il lancio della bomba potrebbe essere stata la cosa che ci permette di essere qui oggi a discutere.
Non so, non ho un'opinione univoca in merito.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: melaQuit - 04 Lug 2009, 18:06
È pur vero che gli unici a lanciarlE sono stati loro, ma il lancio dellE bombE potrebbe essere stata la cosa che ci permette di essere qui oggi a discutere.

Fixed again.

Anche io faccio fatica seria a pronunciarmi.
Da una parte la salvezza del mondo libero, qualunque cosa voglia significare.
Dall'altra decine di migliaia di civili (...bambini...) bruciati.

Chiedere che non venga fatto un ulteriore bis non mi sembra troppo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: COBOL X - 04 Lug 2009, 18:16
Ho sempre supposto che i Hiroshima e Nagasaki non solo erano rivolti verso una risoluzione veloce del conflitto Giapponese. Che altrimenti si sarebbe potratto parecchio a lungo.
Ma anche come un monito e una dimostrazione di forza verso Russia e Cina.
Una sorta di "e' meglio di basta che il prossimo passo e' questo..."

Sicuramente una delle pagine peggiori dell'intera storia umana. Un feroce e assurdo crimine di guerra. Ma probabilmente e soprattutto all'epoca, un male necessario.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 05 Lug 2009, 12:42
sono convinto che Hiroshima sia stato, watchmenescamente parlando, un "bene", a posteriori

dal mio personale punto di vista invece, Nagasaki é stata una prova di forza assolutamente superflua
ma vabbé



Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 05 Lug 2009, 20:45
Dite quello che volete dell'America, ma non è un paese che lanciarebbe un'atomica a cuor leggero. La Corea del Nord invece...

??
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 06 Lug 2009, 00:22
Penso sei l'unico al mondo che non ha idea di quanto possa essere pericoloso il plutonio e la tecnologia nucleare in mano a dei pazzi dittatori esagitati e pure disperati e con le pezze al culo come sono i nord-coreani.
Sarebbero pronti a lanciare missili in Corea del sud, Cina o Giappone solo per ripicca.

Mi rendo conto. Pensa che gli stati uniti anni fa hanno sganciato due ordigni nucleari su delle città piene di civili, donne e bambini.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: COBOL X - 06 Lug 2009, 04:27
Gia' 60 anni fa. Ora non mi pare che Obama abbia cosi' bisogno di far finire qualche guerra mondiale...

E gli SCUD l'ALTRO IERI chi e' che lanciati?

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 06 Lug 2009, 09:40
Ho sempre supposto che i Hiroshima e Nagasaki non solo erano rivolti verso una risoluzione veloce del conflitto Giapponese. Che altrimenti si sarebbe potratto parecchio a lungo.
Ma anche come un monito e una dimostrazione di forza verso Russia e Cina.
Una sorta di "e' meglio di basta che il prossimo passo e' questo..."

Sicuramente una delle pagine peggiori dell'intera storia umana. Un feroce e assurdo crimine di guerra. Ma probabilmente e soprattutto all'epoca, un male necessario.

Più che come dimostrazione forza è stato "utile" mostrare che da quel punto in avanti un conflitto senza esclusione di colpi tra superpotenze diventava una questione di sopravvivenza per la razza umana.
Infatti dopo le superpotenze hanno mostrato i muscoli solo coi pezzenti.
Buscando anche a volte...

Come soluzione veloce della guerra è stata una cosa mostruosa e criminale. Il Giappone da solo non avrebbe potuto fare molti danni. Se una tale risoluzione fosse stata avallata e controfirmata da politici e generali di una nazione sconfitta (anche per le stesse "buone ragioni" di far finire prima la guerra) questi sarebbero stati appesi a una forca dopo la gerra.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 18 Mar 2011, 20:43
Libia, Parlamento da' via libera ai raid Sarkozy: 'Stop immobilismo,pronti ad agire'
Frattini: 'Presto attacchi'. Italia partecipa con sette basi e aeronautica

ansa.it

I movimenti in Italia li ho avvertiti, purtroppo è tutto reale.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 19 Mar 2011, 16:33
Caccia francesi sul cielo della Libia. (http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_19/vertice-parigi-libia_61f4b144-5225-11e0-a034-1db210fa1eaf.shtml)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Darrosquall - 19 Mar 2011, 16:39
finalmente si sono decisi, forse. Abbiamo fatto una figuraccia finora.  :no:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 19 Mar 2011, 19:46
E' iniziato l'attacco da parte dei caccia francesi. (http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_19/libia-bengasi-gheddafi-bombardamenti_e5fefcf6-51f8-11e0-a034-1db210fa1eaf.shtml)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 19 Mar 2011, 19:52
finalmente si sono decisi, forse. Abbiamo fatto una figuraccia finora.  :no:

E continueremo a farne. Vedremo se i libici sono smemorati come noi per dimenticarsi il silviesco "non lo voglio disturbare". Vedremo se poi si metteranno pure a fare le somme periodo coloniale + amici di Gheddafi + quando siamo stati nella merda hanno fatto spallucce.
Temo che in ogni caso non ne usciremo bene da questa cosa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 19 Mar 2011, 20:13
Il tempismo nelle nostre scelte di politica estera è a dir poco sconcertante.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 19 Mar 2011, 20:32
finalmente si sono decisi, forse.

Troppo tardi, forse.
3/4 giorni fa sarebbe stato molto più semplice, con le (mediocri) forze di Gheddafi sparse per il deserto con la scritta "bomb here" sul cofano.
Se, come sembra, sono già entrate a Bengasi la situazione si fa molto più complicata.
La superiorità aerea non è in discussione (anche francesi e inglesi da soli sono perfettamente in grado di strapparla), ma i ribelli sono armati malissimo e allo stremo...  a meno che i bombardamenti non siano davvero massicci e capillari (e di conseguenza pericolosi anche per i civili) rischiano di essere sopraffatti comunque. A quel punto, la scelta sarà tra convivere con un Gheddafi mai così infuriato/pericoloso e lanciare un'invasione terrestre.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 19 Mar 2011, 21:48
Boh, però bisogna vedere chi dura di più, i ribelli o le finanze dei Gheddafi (o la fedeltà dei suoi soldati).
Intanto anche gli USA hanno iniziato ad attaccare. Reagan dall'aldilà sarà soddisfatto, immagino.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 19 Mar 2011, 22:01
Onestamente, tra tutte le guerre che potrebbero scoppiare su questa terra, l'unica meno preoccupante di Occidente Democratico srl vs. Libia è la battaglia delle arance del carnevale di Ivrea.

Basterebbe una prova di forza un po' decisa e l'esercito di Gheddafi si sbriciolerebbe in due secondi: questi non sono fanatici religiosi che si fanno saltare in aria, ma soldati che (mal)tollerano il beduino solo perché distribuisce le loro buste paga.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 19 Mar 2011, 23:25
Basterebbe una prova di forza un po' decisa e l'esercito di Gheddafi si sbriciolerebbe in due secondi: questi non sono fanatici religiosi che si fanno saltare in aria, ma soldati che (mal)tollerano il beduino solo perché distribuisce le loro buste paga.

Ma è proprio questo il motivo per cui non ci hanno pensato due volte sopra ad attaccarlo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 20 Mar 2011, 10:29
Intanto Bossi scopre l'acqua calda. (http://www.corriere.it/politica/11_marzo_19/bossi-reazioni-libia_ea6f810c-526b-11e0-a034-1db210fa1eaf.shtml)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drakkar - 20 Mar 2011, 13:03
si bè, l'italia è anche un pochetto cagasotto. un po' di fascismo non sarebbe guastato in questo caso (dalla parte giusta magari)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 20 Mar 2011, 13:19
"Se il nostro Paese è una merda, gli altri paesi sono le mosche che ci si posano sopra"
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: KEFKA - 20 Mar 2011, 13:27
si bè, l'italia è anche un pochetto cagasotto. un po' di fascismo non sarebbe guastato in questo caso (dalla parte giusta magari)

Insomma un fascismo buono.
Ahahah un fascismo buono.

E poi questa cosa del lanciare una bomba atomica a cuor leggero o no mi fa un pò sorridere ;)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drakkar - 20 Mar 2011, 13:31
intendo fascismo per mentalità militare. alla fin fine ormai siamo solo banderuole.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 20 Mar 2011, 13:46
Il fascismo e' un modo di governare, non e' buono ne cattivo.
La mentalita' da videogiochi e comics,  con i boss di fine livello e i villain, e' fuorviante.

La dittatura e' un metodo di governo, tutto qua.

Mi fa proprio ridere come l'occidente ridicolo prima contratta (perche tutti contrattano con i dittatori, berlusconi ha sbagliato nelle modalita', ma e' ovvio che doveva
trattare con gheddafi, che era il governante di un paese per noi strategico) e ora se ne viene a fare il paladino.

Si fottessero l'abbronzato americano e quel mangiarane.

Con tutto l'odio che posso avere per gheddafi, se lo vogliono fuori possono solo armare pesantemente i ribelli aiutarli logisticamente, ma in silenzio, altro che i bombardamentini
fatti dai nostri ufficiali fichetti sui loro begli aerei moderni e strapagati.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 20 Mar 2011, 14:54
Gli inglesi e i francesi l'hanno messa in quel posto agli italiani, che come al solito volevano avere il piede in due scarpe e ora all'ultimo momento son entrati in guerra, ma non in modo determinante e deciso. Risultato: la Francia avrà tutto il petrolio per sè!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 20 Mar 2011, 15:17
Ecco, ho trovato un articolo che calza a pennello, riassume perfettamente il mio pensiero su questa guerra:

http://www.ultimenotizieflash.com/2011/03/20/guerra-alla-libia-litalia-avra-solo-da-perderci/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 20 Mar 2011, 15:29
Il fascismo e' un modo di governare, non e' buono ne cattivo.
La mentalita' da videogiochi e comics,  con i boss di fine livello e i villain, e' fuorviante.

La dittatura e' un metodo di governo, tutto qua.

E' un po' come dire che il genocidio è un metodo di controllo della popolazione, ma vabbè.

Concordo invece sul resto ma, si sa, la politica è al 90% pubbliche relazioni... quindi ben vengano i paladini della gustizia contro il dittatore cattivo e sanguinario (amicone fino a ieri).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 20 Mar 2011, 15:49
Ho appena visto diversi elicotteri da guerra passare sopra casa mia meno di 2 minuti fa; è probabile che stiano raggiungendo Capodichino, qua dalla base americana di gaeta.

Di certo non assistevo dalla finestra di casa mia che affaccia sul golfo a una manvora militare che fosse una da quel dì, 11 settembre 2001.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drakkar - 20 Mar 2011, 21:11
sono appena partiti dei tornado italiani verso la libia
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 20 Mar 2011, 21:31
si bè, l'italia è anche un pochetto cagasotto. un po' di fascismo non sarebbe guastato in questo caso (dalla parte giusta magari)

Intendi come il fascismo della seconda guerra mondiale prima lecchini con i nazisti poi gli abbiamo dichiarato guerra?

Ma siamo perfettamente in regola.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 20 Mar 2011, 23:04
sono appena partiti dei tornado italiani verso la libia

Ovvio. Solo le nazioni più coraggiose, prima di far decollare velivoli specializzati nel distruggere le difese aeree, attendono che le difese aeree siano distrutte.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 21 Mar 2011, 13:05
Non ho capito se le rivolte degli ultimi mesi (Tunisia, Egitto e Libia) siano "genuine" o fomentate da Al Quaeda e quella gente lì.

Comunque, gli arabi, più li guardo meno (politicamente) mi piacciono: sono di una doppiezza disarmante.
Gheddafi finalmente ha gettato la maschera ("vinceremo come i fratelli Quaedisti hanno già fatto in Iraq e Sudan") e, mentre i villaggi a Sharm strizzano l'occhio all'occidente, l'Egitto "vero" mi sa che è anche peggio.

Io auspico l'invasione via terra della Libia, ma temo che le forze americane siano allo stremo (nel senso che le forze armate sono disperse ai 4 angoli del mondo e costano sempre di più) e Obama non mi sembra per nulla un presidente di polso. Era l'uomo giusto per l'exit-strategy in Afghanistan, non lo sarebbe di sicuro in caso di escalation della situazione araba.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Mar 2011, 13:11
Invece io piu' li guardo piu' mi piacciono.

L'occidente pare che si stia gia' lamentando che gli insorti vogliano comunque istaurare un governo che in parte si basi sulla "sciaria!"
quella di cui i bamboloni occidentali hanno cosi' tanta paura.

L'ho sentito pure io delle rivolte al cairo contro quel tizio della lega araba, portate avanti da fedeli di gheddafi.

Ottimo.

Io non solo non auspico l'invasione della libia, ma spero che l'italia non si metta a rifare guerre d'invasione, ancora piu' ipocrite.

Gli usa si sa sono una potenza coloniale di invasione, lo sappiamo, funzionano cosi' gli imperi; il problema aggiunto semmai e' che ora per tenere il marchio democracy(tm) si devono inventare le fesserie.

Ovviamente qualsiasi governo servo, (che pure la "sinistra" alla fine lo e') li seguira'.

Speriamo che gli insorti siano cosi' fieri da mettere bombe pure sotto  agli "alleati", se decidessero realmente di invadere.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 14:02
Secondo me le possibilità che ci sia un'invasione di terra sono molto poche. Gli alleati sono troppo stiracchiati da anni di Afghanistan e Iraq.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Darrosquall - 21 Mar 2011, 14:05
ma invasione di che?andiamo, appena mettono la testa fuori dalla coperta, con una scoreggia si fanno fuori per dire.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 21 Mar 2011, 14:38
Piuttosto, ma sti "ribelli" chi sono? Hanno un leader riconoscibile? Sono cani sciolti? Che tipo di garanzie offrono all'Occidente "liberatore"? Quante probabilità ci sono che si finisca come in Iraq?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 15:01
La vera domanda è: se non ci fosse stato intervento, come l'avrebbero presa le nazioni arabe? Sì, quelle che praticamente condannano gli attacchi ma qualche giorno fa condannavano molto più l'inattività.

Il punto è che, piaccia o no, se si supporta l'idea di un cambiamento democratico nei paesi arabi, bisogna intervenire. Il problema, naturalmente, è che siamo entrati in questo tunnel ai tempi dell'Afghanistan e ora è difficile tirarsene fuori. Ma resta il fatto che se non ci fossero stati interventi chiunque avrebbe potuto dire "allora supportate la democrazia solo a parole?", oppure "perché in Iraq sì e qui no?". Senza contare che a questo punto Gheddafi deve essere eliminato perché è troppo pericoloso e perché l'Occidente si è sbilanciato troppo a favore dei ribelli.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Mar 2011, 15:02
Si direi proprio di si, la democrazia si supporta solo a parole, altrimenti si chiama invasione.
E infatti quello e'.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Darrosquall - 21 Mar 2011, 15:19
va beh, sappiamo tutti bene i motivi che hanno spinto la francia e compagnia a muoversi. Speravano di non dover muovere un dito e avere canale preferenziale con il nuovo governo, stavano venendo schiacciati, e a quel punto si è intervenuto perché sennò la situazione con gheddafi di nuovo in sella diventava problematica dopo. Per me la grossa vergogna è stata intervenire solo dopo. Si è parlato in questi giorni del rhuanda e dei Tsusi o come caspita si chiama: non c'erano interessano e si è assistito per 100 giorni al massacro di un milione di persone, senza fare un cazzo. Credo sia quella la pagina più brutta ever di politica estera occidentale.
Qui c'erano dei ribelli che stavano venendo massacrati dal ritorno del patetico Gheddafi, giusto intervenire, i motivi ipocriti e di facciata vanno benissimo anche se bisognava supportare prima, non vedo analogie con l'iraq.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 15:27
Però bombardare carri armati e postazioni antiaeree è più facile che impedire a una fazione tribale di ammazzare a colpi di machete una etnia rivale.

E gli interventi con truppe di terra sono ciò che tutti vogliono evitare, perché finiscono per risolversi in pantani allucinanti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Mar 2011, 15:32
Bella come scusa.

Lo userei come motto, per i panzoni mangiaburro che ci governano:
 "impo(niamo)rtiamo la democrazia dove facciam piu' sold..  e' piu facile!  (possibilmente lanciando bombe)"
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 15:46
Se ci sono due nazioni in crisi e la scelta è intervenire lanciando bombe nella nazione A o intervenire con un'invasione di terra per mettersi in mezzo per anni fra due etnie in lotta nella nazione B mi sa che la scelta è facile. E mi pare pure normale: ogni nazione deve soppesare bene i costi e le implicazioni di ogni intervento.

No, sul serio, a me pare che ci si lamenti quando si fa qualcosa, e ci si lamenta quando non si interviene.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Mar 2011, 16:00
Mai lamentato quando non si interviene, in realta' io sono per il non interventismo, e dovrebbe esserlo pure una "democrazia"

Se vuoi procedere dando vantaggio ad una parte devi farlo politicamente, od occultamente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 21 Mar 2011, 16:03
Sì, ma mentre si gioca a Machiavelli la gente viene ammazzata a nastro, eh.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 16:05
Eh, però occultamente non c'era come farlo (c'era da distruggere carri armati e postazioni antiaeree), politicamente ancora meno.

Certo, in genere sono pure io per il non interventismo. Ma se si tratta di deporre un dittatore secondo me c'è la possibilità di avere vantaggi per tutti in futuro.

Sì, ma mentre si gioca a Machiavelli la gente viene ammazzata a nastro, eh.

Come avviene sempre quando ci sono rivolte e guerre.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 21 Mar 2011, 16:09
Chiaro, io mi riferivo a Daimon e al problema connesso al non-interventismo nel caso della Libia.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 16:15
Eh, infatti ci sono situazioni in cui non intervenire ha comunque conseguenze pesanti...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Mar 2011, 16:40
Sì, ma mentre si gioca a Machiavelli la gente viene ammazzata a nastro, eh.

Sono punti di partenza diversi, non posso far finta di essere buono e delicato, quando mi conviene.

O si decidere di buttarci l'anima e i morti, e allora la cosa e' bella e schietta, l'onu afferma che TUTTE le nazioni
devono con la forza "esportare la democrazia"

Allora ci vai nei paesi, in tutti, e ci muori, e ha senso.

Come sappiamo, in realta' si va dove ci conviene/e' piu facile (volendo dare per buono anche, ma non solo come unica discriminante
che se davvero ci crediamo siamo davvero nel mondo di topogigio), quindi si faccio cambio con piu' morti ma un modo
di procedere piu' giusto.

Il concetto del "vabe dai e' meno peggio quelli muoiono al 10% meno che se li lasciavamo stare noi i nostri giovani "core mio"
dei nostri eserciti non li rischiamo, che usiamo le bombe, e in piu' ci guadagniamo pure qualcosa!

Questo atteggiamento e' indegno. Ma e' perfettamente occidentale, lo riconosco.


Tra l'altro io farei pure subito  il cambio con il non interventismo degli usa durante la seconda guerra mondiale; sicuramente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Mar 2011, 16:41
Ah poi quello dei meno morti in caso di intervento e' tutto da vedere;
Visto che in  moltissimi casi l'assenza di interventismo totale non avrebbe fatto nessun morto,
tipo iraq, tipo afghanistan, dove se non ci andava gli usa ad ammazzare stavano tutti come dovevano stare.
Per dirne i recenti.


Devo ancora capirlo in quei casi come gli usa e la nato abbiano favorito "meno morti"
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 21 Mar 2011, 16:46
Ma i venti di rivolta in siria, algeria, sudan, yemen?

In costa d'avorio la polizia spara sui manifestanti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Darrosquall - 21 Mar 2011, 16:49
ho letto della costa d'avorio, e non è che sia proprio come dici tu. Almeno dicono che il presidente uscente che ha perso le elezioni, mediante le sue milizie ha sparato sulla folla provocando 35 morti, mentre il nuovo presidente è voluto dalla popolazione e riconosciuto dall'unione europea.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 16:58
Ah poi quello dei meno morti in caso di intervento e' tutto da vedere;
Visto che in  moltissimi casi l'assenza di interventismo totale non avrebbe fatto nessun morto,
tipo iraq, tipo afghanistan, dove se non ci andava gli usa ad ammazzare stavano tutti come dovevano stare.
Per dirne i recenti.


Devo ancora capirlo in quei casi come gli usa e la nato abbiano favorito "meno morti"

Infatti in quel caso non c'era alcuna vera motivazione basata sulla solidarietà o il supporto alla democrazia. E infatti mi sono sempre opposto a quegli interventi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MaxxLegend - 21 Mar 2011, 17:24
Dite che stiamo tranquilli, o il tipo lì ha qualche missile nascosto?
No, perché se gli gira di attaccare qualcuno, siamo noi i primi. E magari stavolta non sbaglia mira..
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Mar 2011, 17:34
Ti dirò: a pensare che i miei stanno ancora in Sicilia io un poco mi caco sotto. Spero non succeda nulla.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Darrosquall - 21 Mar 2011, 17:35
ma è un topo asserragliato da quanti Stati, 5-6?Dai su, già mi sembra assurdo che ancora sia vivo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 21 Mar 2011, 17:38
mentre il nuovo presidente è voluto dalla popolazione e riconosciuto dall'unione europea.
Si, e se non ha l'appoggio dell'esercito sara' solo il presidente del suo culo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 21 Mar 2011, 17:48
Dite che stiamo tranquilli, o il tipo lì ha qualche missile nascosto?
No, perché se gli gira di attaccare qualcuno, siamo noi i primi. E magari stavolta non sbaglia mira..

Un missile anni '90 puntato su una città italiana del sud?  Mi sembra poco credibile.

Più probabile attacco terroristico come quello di lockerbie.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Mar 2011, 17:49
Piu' probabile nulla
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 21 Mar 2011, 20:56
Piu' probabile nulla

Esatto. A meno che qualcosa di clamoroso non sia stato trafugato dopo la fine dell'embargo, Mick Jagger ha sempre i soliti vetusti Scud B e qualche Mig d'essai.
L'unico mezzo vagamente pericoloso che gli rimaneva, ovvero un esemplare di Su-24 Fencer, a quanto ho letto si è schiantato durante i primi bombardamenti sui ribelli. In linea teorica non c'è nessuna possibilità che qualcosa arrivi sul territorio italiano, sfuggendo a navi AEGIS, Eurofighter ecc.
Tutto questo dando per scontato che quel ritardato di La Russa o il nano non abbiano delle ragioni politiche per permettere che qualcosa accada di proposito.

Riguardo all'opportunità di intervenire o meno, la si può vedere come Daimon e Gino Strada (gli estremi coincidono, notoriamente) o si può far pace con ciò che la civiltà occidentale è giunta a sintetizzare nell'ultimo mezzo secolo, nel bene e nel male. È ben chiara la partita energetica che i francesi stanno giocando, mentre negli altri paesi occidentali prevale la tiepida aspirazione a cambiare vicino di casa. L'Occidente interviene di rado dove non ha interessi, com'è giusto. In questo caso, incidentalmente, il tutto può giocare a beneficio di questo giovane "rinascimento arabo" che personalmente trovo molto incoraggiante e promettente, quindi tanto meglio.
Quanto peserà questo aiuto, si vedrà: tipicamente le no fly-zone in sè non concludono nulla e conducono inevitabilmente ad un successivo intervento terrestre. Non ricordo un solo caso in cui sia andata diversamente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 22 Mar 2011, 07:27
Silvio è addolorato per Gheddy.
Coerentemente col personaggio direi: prima gli bacia le mani -letteralmente- poi lo bombarda poi si dispiace.
Sono così incuriosito da questo personaggio che ormai mi aspetto di tutto.
Pure una visita dal Papa in bikini e chaps.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Mar 2011, 08:40
Mentre noi baciamo/bombardiamo/non bombardiamo/ci dispiaciamo ...i francesi hanno preso il timone,
anche il giornale di berlusconi punta il dito sulla "guerra di sarkozy", e tra tutte le minchiate che scrive forse
questa è vera. Con questa politica da peracottari nel dopo-gheddi a noi toccherà smaltire l'ondata migratoria
mentre i francesi si prenderanno la fetta di torta.

Come in tutte le crisi la soluzione italiana è rimanere immobili ed aspettare che passi, tenendosi disperatamente aggrappati
alla poltrona (tipo la lega, attentissima a non perdere i consensi, che per le fesserie alza la voce poi quando tira aria malsana si nasconde dietro una fratta).
Forse c'è qualcuno che spera che passata la bufera, una pacca sulle spalle e torna tutto come prima.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 22 Mar 2011, 09:21
Ognuno sta facendo la propria guerra, Francia in primis, altro che nazioni unite. Intanto grazie al via delle operazioni ieri mi è toccata una giornata campale, tacci loro. Spero finisca presto che voglio tornare a casa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Darrosquall - 22 Mar 2011, 10:16
http://www.ilpost.it/giovannifontana/2011/03/21/cinque-stupidaggini-sulla-libia/#more-249

Bell'articolo.

"Difatti, molto più sinteticamente, la risposta a: «lo fanno per il petrolio» dovrebbe essere: “embè?”. Dovrebbe essere: “a me interessa sapere delle sorti della gente in Libia”. Chiunque abbia più in odio gli interessi di Obama o Sarkozy rispetto a quanto tenga alle sorti di centinaia di migliaia di persone in Libia, e da questo deduca che i supposti interessi dell’Occidente risolvano la questione, può portare il proprio cinismo livoroso da un’altra parte. Chi riuscirebbe a passare su migliaia di cadaveri per fare un danno ai proprî nemici non merita la nostra attenzione."
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 22 Mar 2011, 10:17
Come mai Simone? Lavori in aeronautica?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 22 Mar 2011, 10:20
Per
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 22 Mar 2011, 10:43
sono appena partiti dei tornado italiani verso la libia

Ovvio. Solo le nazioni più coraggiose, prima di far decollare velivoli specializzati nel distruggere le difese aeree, attendono che le difese aeree siano distrutte.

Quindi è solo scena?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 22 Mar 2011, 11:05
sono appena partiti dei tornado italiani verso la libia

Ovvio. Solo le nazioni più coraggiose, prima di far decollare velivoli specializzati nel distruggere le difese aeree, attendono che le difese aeree siano distrutte.

Quindi è solo scena?

Yup. "Ci siamo anche noi, grande potenza mediterranea".
Del resto, nel momento in cui il governo si caga nelle braghe e ripete ipnoticamente che "non spariamo e non bombardiamo", è abbastanza facile intuire quanto utile possa essere far decollare dei cacciabombardieri.
La situazione dello strumento militare italiano, e soprattutto del modo di gestirlo a cui ormai la politica è abituata, è a tal punto ridicola che secondo me per l'Italia disporre di forze armate sta diventando una spesa inutile, che sarebbe più coerente tagliare in toto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 22 Mar 2011, 11:37
Intanto, a quanto pare, dopo le prime ore di difficoltà e dopo l'annientamento dell'aviazione e delle difese aeree, le truppe di Mick Jagger hanno già appreso la lezione e ora nascondono i veicoli in mezzo alle case, e avanzano sui ribelli solo se "accompagnati" da consistenti aliquote di "volontari" civili.
L'interdizione col solo mezzo aereo, come era immaginabile, è arrivato ai limiti di ciò che può fare senza causare consistenti perdite tra la popolazione. E, altra cosa immaginabile, i paesi occidentali sono ogni giorno un po' più vicini al bivio tra una figuraccia da codardi irrisoluti e un'invasione terrestre.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 22 Mar 2011, 11:55
In effetti leggevo che gli aerei volano senza bombe, non so se sia vero.

A sto punto mandavi un aereo alitalia con la minaccia di schiantarsi (e risolvi anche i problemi di flotta vecchia).

Ma quindi sti Tornado a che diavolo ci servono? Son come la Lamborghini della polizia stradale?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drakkar - 22 Mar 2011, 12:12
ma non hanno mica disintegrato postazioni radar libiche?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Mar 2011, 12:55
intanto i francesi si stanno prendendo la parmalat, sono arrivati al 29%

in un servizio tremonti blaterava qualcosa su una legge canadese per impedire lo shopping selvaggio delle nostre migliori aziende ...ancora con 'ste cazzate.

Lui non può impedire proprio niente visto che 500 miliardi del nostro debito è in mano ai francesi
e sicuramente ce lo pianteranno in quel posto pure con la libia, a ragione.

Noi c'abbiamo da fare con i processi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 22 Mar 2011, 12:56
Ma perchè impedire, a chi conviene?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 22 Mar 2011, 15:32
In effetti leggevo che gli aerei volano senza bombe, non so se sia vero.
A sto punto mandavi un aereo alitalia con la minaccia di schiantarsi (e risolvi anche i problemi di flotta vecchia).
Ma quindi sti Tornado a che diavolo ci servono? Son come la Lamborghini della polizia stradale?

Sono decollati con il classico paio di missili AGM-88 HARM, ovvero missili aria-terra che si dirigono automaticamente verso le fonti di emissioni elettromagnetiche, come i radar di puntamento dell'antiaerea.
I Tornado ECR in linea di principio sono delle buone macchine e sono utili a qualunque forza aerea che debba guadagnare il controllo di un spazio aereo ostile o semplicemente difendere il transito di velivoli.

Detto questo, sono almeno quindici anni che i militari italiani, poveretti, fanno tutto fuorché i militari. Crocerossine, scudi umani ai quali è concesso rispondere al fuoco a 60gg fine mese dall'uccisione, rimozione macerie dall'Aquila, rimozione rifiuti da Napoli, pattugliamento anti-scippo a Milano, pattugliamento anti-pizzo a Catania,  scorta-Scilipoti a Roma, scorta-troie ad Arcore.
Il tutto in nome di un'ipocrisia surreale e bipartisan in nome della quale non sono soldati, ma piccoli angeli della pace. E appena ne muore uno, è il nostro ragazzo, è un eroe, e le lacrime, e La Russa se la prende con i "vigliacchi" che "strumentalizzano"; l'eroe si sarebbe probabilmente accontentato di essere un buon professionista, impiegato come tale e non come segnaposto.
Così in Afghanistan mandiamo i cacciabombardieri, salvo poi permettere loro di usare contro i talebani solo il cannoncino di bordo (arma d'emergenza e di autodifesa) perché le bombe sono "cattive" e politicamente impresentabili. Il tutto con enorme pericolo per i soldati nostri (che in tutto ciò non hanno colpa ovviamente) e degli alleati, che difatti hanno preso l'abitudine di piazzarci nelle zone dove il rischio è minimo. Altrove, saremmo inutili se non dannosi.
Il budget della difesa cala di anno in anno con tagli sragionati e totalmente casuali ma al contempo, per non sembrare dei quitters di fronte ai partner di sviluppo internazionali, si tengono in vita dei programmi d'acquisto "zombie" con un paio di milioncini l'anno, contratti che non porteranno mai alla reale aquisizione di sistemi operativi (che costano miliardi). Ma intanto si rimanda il problema, anno nuovo vita nuova. Le truppe non hanno soldi per fare manutenzione ordinaria ai mezzi e non hanno soldi per esercitarsi (i nostri piloti fanno un decimo o meno delle ore-volo dei piloti americani).
Questo rientra in un più generale problema che riguarda la nostra immaturità come stato, incapace di ragionare su una solida politica estera e di usare lo strumento militare (creato per il COMBATTIMENTO) in supporto a questa politica. Ripeto, a questo punto credo che faremmo prima a rinunciare a gestire delle forze armate vere e proprie, e concentrare tutti gli sforzi nel combattere evasione fiscale, mafia ecc, rimandando il resto a quando avremo la bottega pulita e i conti in ordine.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 22 Mar 2011, 17:35
Emblematica questa storia http://video.corriere.it/top-gun-italiano-rimosso-incarico/d2cfb024-5461-11e0-a5ef-46c31ce287ee (http://video.corriere.it/top-gun-italiano-rimosso-incarico/d2cfb024-5461-11e0-a5ef-46c31ce287ee) della distanza tra governo e forze armate.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 22 Mar 2011, 19:29
LOL. Assopuffamente ridicolo. Ma basta pensare a La Russa: uno che come dice Gunny " I nostri ragazzi, i nostri eroi" ma poi il suo, di ragazzo, lo piazza con il culo bene al caldo su una poltrona dell'ACI.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 22 Mar 2011, 19:41
Minchia gunny ma come fai ad essere così informato/skillato sulle armi? Secondo me sei come quei pazzi americani che girano la libreria ed hanno un deposito d'armi  :-[

Comunque per quanto patetica ed inutile, avere i militari non guerrafondai non mi pare una cosa totalmente negativa. Ma probabilmente sono un pacifista fricchettone...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Mar 2011, 20:02
Emblematica questa storia http://video.corriere.it/top-gun-italiano-rimosso-incarico/d2cfb024-5461-11e0-a5ef-46c31ce287ee (http://video.corriere.it/top-gun-italiano-rimosso-incarico/d2cfb024-5461-11e0-a5ef-46c31ce287ee) della distanza tra governo e forze armate.

Vado a farmi una partita a Falcon Patrol sul Commodore 64 visto che è tornato d'attualità: http://www.youtube.com/watch?v=WpYptNw4BhI

....comunque in finmeccanica siedono sia yankee che libici.

http://informarexresistere.fr/il-mercato-italiano-delle-armi-e-i-profitti-di-finmeccanica-dietro-le-stragi-in-egitto-e-in-libia.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 22 Mar 2011, 21:44
Minchia gunny ma come fai ad essere così informato/skillato sulle armi? Secondo me sei come quei pazzi americani che girano la libreria ed hanno un deposito d'armi  :-[ 

LOL, ma va leggo solo qualche rivista specializzata ogni tanto.

Citazione
Comunque per quanto patetica ed inutile, avere i militari non guerrafondai non mi pare una cosa totalmente negativa.

Nessuno vuole militari guerrafondai, vorrei semplicemente militari usati come militari. Quindi che combattano quando ce n'è bisogno, e si addestrino per essere pronti a farlo durante il resto del tempo.
La questione è semplicemente economica: perché avere uno strumento militare quando non lo si usa come tale? Perché non potenziare polizia, vigili del fuoco e spazzini?
È cost-effective mantenere in piedi delle forze armate che non vengono usate come forze armate?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 22 Mar 2011, 21:50
Per curiosità mi fai dei nomi di queste riviste? son curioso :)
(dì la verità, il porto d'armi ce l'hai  :-[)

Riguardo i militari: hai ragione, ma davvero si può non avere l'esercito? Davvero, non ho un opinione in materia, da un lato effettivamente nel 21esimo secolo in Italia son solo soldi buttati (fosse anche iperaddestrato e tutto, è che proprio non serve) dall'altro lato esistono nazioni senza esercito? E' un rischio non avere difese fosse anche nella iperremotissima possibilità di attacco?
Boh, su due piedi direi che ne possiamo fare a meno, ma immagino di essere un po' naive.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 22 Mar 2011, 22:07
Beh konron al "si vis pacem para bellum" ci erano arrivati gia' tempo fa ^^
L'italia e' un paese posizionato in modo troppo strategico nel mediterraneo, non siamo mica la svizzera
Che poi attualmente l'occidente tutto o quasi faccia free riding sulle spese militari usa e' un fatto, ma a noi l'esercito serve
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 22 Mar 2011, 22:10
Per curiosità mi fai dei nomi di queste riviste? son curioso :)
(dì la verità, il porto d'armi ce l'hai  :-[)

Assolutamente no e conto di non farlo mai, sopratutto se come spero si andrà verso un mondo più civile e non viceversa^^
Riguardo alle riviste, io solitamente leggo RID e Limes.

Citazione
Riguardo i militari: hai ragione, ma davvero si può non avere l'esercito? Davvero, non ho un opinione in materia, da un lato effettivamente nel 21esimo secolo in Italia son solo soldi buttati (fosse anche iperaddestrato e tutto, è che proprio non serve) dall'altro lato esistono nazioni senza esercito? E' un rischio non avere difese fosse anche nella iperremotissima possibilità di attacco?
Boh, su due piedi direi che ne possiamo fare a meno, ma immagino di essere un po' naive.

La mia ovviamente è un po' una provocazione, ma diciamo che l'attuale modello a 300.000 unità è largamente esuberante visto l'uso che ne viene fatto. Per le missioni internazionali vengono utilizzati a rotazione sempre gli stessi pochi reparti, mentre c'è una quantità immane di personale burocratizzato che non fa altro che suggere stipendio e aspettare che suoni il telefono.
Credo che se ci stabilizzassimo su delle forze armate di circa 120/150.000 unità (ma ben equipaggiate e addestrate) avremmo tutto il necessario per difenderci e risparmieremmo un bel po' di denaro.
Il tutto, comunque, rinunciando a (in gergo) proiezione di potenza e capacità di intervento a lungo raggio che, appunto, richiedono tutt'altro "carattere" da parte di chi governa.

Sia chiaro, questo all'invariare della nostra classe politica.
Se mai un giorno andrà su qualcuno di serio, avrà magari anche le idee chiare sulla politica estera e si renderà conto che le forze armate sono indispensabili per praticarla.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 22 Mar 2011, 22:27
Minchia gunny ma come fai ad essere così informato/skillato sulle armi? Secondo me sei come quei pazzi americani che girano la libreria ed hanno un deposito d'armi  :-[ 

LOL, ma va leggo solo qualche rivista specializzata ogni tanto.
Ahahah, è un po' come se Rocco Siffredi dicesse "beh, due - tre gnocche le ho viste". Gunny fino a qualche anno fa sembrava Tom Clancy (affermazione solo di ammirazione e non di critica).
:P

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Luv3Kar - 25 Mar 2011, 12:08
Da Spinoza
http://www.spinoza.it/2011/03/24/kiss-me-libia/

Citazione
L’Italia è pronta a usare contro Gheddafi tutto quello che non è riuscita a vendergli.

Il premier: “Sono addolorato per Gheddafi”. Compragli una Smart.

La Russa: “Aerei pronti in 15 minuti”. Sono i nuovi caccia Findus.

Berlusconi: “I nostri aerei non sparano”. Gheddafi: “Lo so”.

Pare che il Rais abbia promesso ai miliziani 350 euro per ogni cadavere. Ecco dove cazzo era finito Mike.

I sostenitori di Gheddafi sventolano fazzoletti verdi. Anche là gli idioti si riconoscono così?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 26 Mar 2011, 22:40
Non ho capito la polemica che è venuta su per il fatto del comando da ONU a NATO.
Qualcuno ha l'ardire di spiegarmela?

io solitamente leggo RID.

Finalmente dopo N edicole sono riuscito a trovare RID. Già che ci sia un articolo epico sull'A10 che è uno dei miei aerei preferiti (ricordi di ex-modellista) me la fa andare in top ten cartacei. A parte quello è veramente meritevole: l'articolo sul confine America-Messico me lo sto ciucciando per benino proprio ora.
Consigliata.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 27 Mar 2011, 00:13
Per le missioni internazionali vengono utilizzati a rotazione sempre gli stessi pochi reparti, mentre c'è una quantità immane di personale burocratizzato che non fa altro che suggere stipendio e aspettare che suoni il telefono.

OT Non capisco, e perché in questo caso non si taglia mai? Durante la crisi non si è mai messa in discussione una risoluzione del genere anzi, nel sud Italia (come in qualsiasi altro luogo senza possibilità di occupazione seria) prendere il posto nelle forze dell'ordine è una delle più grandi aspirazioni dei giovani, un ambito che non sembra conoscere, appunto, crisi. /OT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 27 Mar 2011, 14:21
Non ho capito la polemica che è venuta su per il fatto del comando da ONU a NATO.
Qualcuno ha l'ardire di spiegarmela?

Mie impressioni in estrema sintesi: l'Italia cerca in ogni modo di annacquare la leadership anglofrancese e quindi chiede di trasferirla in un contesto dove il peso di dette nazioni è più bilanciato. Questo per impedire che il dopoguerra sia una spartizione tra Parigi e Londra. Per fare questo, fa pesare la questione "basi".
Le paure del nostro governo sono comprensibili, l'efficacia dell'espediente messo in campo è dubbia: in primo luogo perché attribuire il comando militare alla NATO configura tale operazione come una cosa prettamente occidentale, mentre la diplomazia americana sta facendo i salti mortali per avere qualche nazione araba a bordo. In secondo luogo, perché se la guerra andrà "bene" e la Libia (tutta o parte di essa) diventerà uno stato democratico fondato da questa sorta di CLN, sarà innanzitutto sulla loro gratitudine (tanto emotiva quanto contrattuale) che si edificheranno le relazioni future, e alcuni paesi in questo senso (Francia e UK in primis) hanno investito pesantemente, col risultato di avere le piazze di Bengasi colorate delle loro bandiere. Il loro protagonismo nella vicenda è un dato di fatto, valorizzato dai pesanti asset militari messi sul tavolo, e non sarà una rettifica burocratica o gestionale a cambiare gli equilibri.
Per essere "liberatori di Libia" nel 2011, soprattutto dopo tutte le spompinate (gratuite ed evitabili) rifilate a Mick Jagger negli anni passati, bisognerebbe, tipo, sbarcare a Tripoli e abbattere il regime. O salvare Misurata paracadutando la Folgore. E, che lo si voglia considerare un bene o un male, non siamo un paese capace di prendere decisioni simili.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 27 Mar 2011, 14:28
OT Non capisco, e perché in questo caso non si taglia mai? Durante la crisi non si è mai messa in discussione una risoluzione del genere anzi, nel sud Italia (come in qualsiasi altro luogo senza possibilità di occupazione seria) prendere il posto nelle forze dell'ordine è una delle più grandi aspirazioni dei giovani, un ambito che non sembra conoscere, appunto, crisi. /OT

Ti sei risposto da solo. Le forze armate, salvo pochi reparti di qualità, sono fondamentalmente un ammortizzatore sociale e un bacino elettorale. Per cui si taglia l'operatività, si taglia la tecnologia, si taglia l'addestramento, ma mai il personale.
D'altronde lo sappiamo bene i nostri politici quanto siano capaci di ragionare a lungo termine. Insomma, abbiamo un ministro beccato in un fuori onda a a dire "basta spingere sul nucleare, vogliamo suicidarci alle prossime elezioni?" (ovvero, a prescindere dalla posizione di ognuno sul nucleare: sono davvero tali ragionamenti da bottegaio che possono determinare le scelte energetiche di una nazione per i prossimi decenni?)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 27 Mar 2011, 15:24
OT Non capisco, e perché in questo caso non si taglia mai? Durante la crisi non si è mai messa in discussione una risoluzione del genere anzi, nel sud Italia (come in qualsiasi altro luogo senza possibilità di occupazione seria) prendere il posto nelle forze dell'ordine è una delle più grandi aspirazioni dei giovani, un ambito che non sembra conoscere, appunto, crisi. /OT

Ti sei risposto da solo. Le forze armate, salvo pochi reparti di qualità, sono fondamentalmente un ammortizzatore sociale e un bacino elettorale. Per cui si taglia l'operatività, si taglia la tecnologia, si taglia l'addestramento, ma mai il personale.
D'altronde lo sappiamo bene i nostri politici quanto siano capaci di ragionare a lungo termine. Insomma, abbiamo un ministro beccato in un fuori onda a a dire "basta spingere sul nucleare, vogliamo suicidarci alle prossime elezioni?" (ovvero, a prescindere dalla posizione di ognuno sul nucleare: sono davvero tali ragionamenti da bottegaio che possono determinare le scelte energetiche di una nazione per i prossimi decenni?)

Si ok, e con questo mi trovo d'accordo, ma mi chiedo: perché guerra alle PA e turn over al 20%? Perché tagli all'università e al personale tecnico amministrativo? Perché tutto questo casino mediatico e nessun buon pensante alza la mano per dire: scusate, ma le spese della difesa non possono ridursi, anche lì si spreca? Ragioni di bacino elettorale? Geografia dei voti?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 27 Mar 2011, 15:57
Si ok, e con questo mi trovo d'accordo, ma mi chiedo: perché guerra alle PA e turn over al 20%? Perché tagli all'università e al personale tecnico amministrativo? Perché tutto questo casino mediatico e nessun buon pensante alza la mano per dire: scusate, ma le spese della difesa non possono ridursi, anche lì si spreca? Ragioni di bacino elettorale? Geografia dei voti?

Penso proprio di sì. I dipendenti pubblici, il personale scolastico ecc sono storicamente un elettorato di centrosinistra, redemption 0, quindi lì nessun problema a ranzare. Assenteisti, fannulloni, comunisti.

È la stessa logica (becera ovviamente) per la quale si danno senza problemi i fondi all'Arena di Verona, dove governa la Lega, e si minacciava di non darli più alla Fenice di Venezia, dove governa il centrosinistra. E lo dicono, eh, non è che ne fanno mistero.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/26/il-milleproroghe-salva-la-scala-e-larenadi-verona-ma-non-la-fenice-di-venezia/94139/
(fortunatamente su questa cosa hanno fatto marcia indietro mi risulta)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Devil May Cry - 27 Mar 2011, 16:07
Che tristezza.
Mammamia (cit.)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 27 Mar 2011, 16:14
Un mio amico pilota di AW129 in missione in Afghanistan lo si poteva trovare più spesso su facebook che altrove in quel periodo...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 27 Mar 2011, 18:25
Un mio amico pilota di AW129 in missione in Afghanistan lo si poteva trovare più spesso su facebook che altrove in quel periodo...

Ora sappiamo il perchè delle vittime civili.

"Oh guarda, la tettona dell'altra volta mi ha taggato in una fo..."

(http://www.wired.com/images_blogs/photos/uncategorized/2008/10/08/uav_spike_impact2_2.jpg)

"...to..."
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 28 Mar 2011, 12:10
^__^

Anyway, i ribelli avanzano con facilità sospetta. Guadagnano 100km di fronte al giorno. Per quanto intensi e precisi possano essere i bombardamenti, ci deve essere qualche altro fattore all'opera. Possibilità IMHO:
1.Esercito ed elite tribali del paese stanno iniziando a ragionare sul dopo-Jagger e le trattative sottobanco con l'occidente procedono a più non posso. Nel mentre, nessuno vuole farsi male.
2.I mercenari venuti in forze da Chad ecc si aspettavano di dover reprimere una popolazione mal armata, non di doversi immolare contro forze aeree tecnologicamente oltre le loro possibilità. Si stanno quindi forse sfaldando/disimpegnando.
3.Forze speciali dei paesi NATO sono già sul terreno, e in forze (si vociferava dei SAS... credo ci sia anche dell'altro)

Il trend va comunque verificato in corrispondenza dei primi centri urbani di rilievo. Il deserto spopolato è il terreno di gioco perfetto per le forze aeree; lo scenario rischia di essere molto meno favorevole nel caso di una resistenza decisa in ambiente urbano. È da vedere se questo test avverrà, a Sirte o a Misurata, o se la crisi troverà una soluzione diplomatica prima, grazie al ribaltamento ormai palese della situazione.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 28 Mar 2011, 12:58
Non ho capito la polemica che è venuta su per il fatto del comando da ONU a NATO.
Qualcuno ha l'ardire di spiegarmela?

Mie impressioni in estrema sintesi: l'Italia cerca in ogni modo di annacquare la leadership anglofrancese e quindi chiede di trasferirla in un contesto dove il peso di dette nazioni è più bilanciato. Questo per impedire che il dopoguerra sia una spartizione tra Parigi e Londra. Per fare questo, fa pesare la questione "basi".
Le paure del nostro governo sono comprensibili, l'efficacia dell'espediente messo in campo è dubbia: in primo luogo perché attribuire il comando militare alla NATO configura tale operazione come una cosa prettamente occidentale, mentre la diplomazia americana sta facendo i salti mortali per avere qualche nazione araba a bordo. In secondo luogo, perché se la guerra andrà "bene" e la Libia (tutta o parte di essa) diventerà uno stato democratico fondato da questa sorta di CLN, sarà innanzitutto sulla loro gratitudine (tanto emotiva quanto contrattuale) che si edificheranno le relazioni future, e alcuni paesi in questo senso (Francia e UK in primis) hanno investito pesantemente, col risultato di avere le piazze di Bengasi colorate delle loro bandiere. Il loro protagonismo nella vicenda è un dato di fatto, valorizzato dai pesanti asset militari messi sul tavolo, e non sarà una rettifica burocratica o gestionale a cambiare gli equilibri.
Per essere "liberatori di Libia" nel 2011, soprattutto dopo tutte le spompinate (gratuite ed evitabili) rifilate a Mick Jagger negli anni passati, bisognerebbe, tipo, sbarcare a Tripoli e abbattere il regime. O salvare Misurata paracadutando la Folgore. E, che lo si voglia considerare un bene o un male, non siamo un paese capace di prendere decisioni simili.


Concordo.
Per mantenere il controllo l'italia doveva intervenire subito militarmente, cioè tradire brutalmente il ghedda, tipo pugnalata alla schiena in stile cesariano invece si è aspettato nella speranza che si riprendesse, errore fatale.
Ormai è troppo tardi i cani si sono fregati l'osso. Quando i francesi hanno bombardato la prima volta sollevando la pressione dai ribelli la gente stava già in strada con le bandierine.

El Alamein 2 la vendetta
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gatsu - 28 Mar 2011, 13:50
In prospettiva futura, il fatto che l'italia abbia disconosciuto il trattato stipulato 3 anni fa (che mi risulta abbastanza illegittimo, visto che sorvola sui diritti umani ecc, come non avessimo altri impegni di carattere superiore da mentenere) e tradito ancora una volta una nazione "amica", che credibilità militare ci dà? La risposta la so, solo voglio avere l'opinione tecnica di Gunny.

Fossi un qualunque altro stato non mi alleerei MAI con l'Italia, o lo farei sapendo che appena si mette male mi pugnalerà alla schiena.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 28 Mar 2011, 15:19
In prospettiva futura, il fatto che l'italia abbia disconosciuto il trattato stipulato 3 anni fa (che mi risulta abbastanza illegittimo, visto che sorvola sui diritti umani ecc, come non avessimo altri impegni di carattere superiore da mentenere) e tradito ancora una volta una nazione "amica", che credibilità militare ci dà? La risposta la so, solo voglio avere l'opinione tecnica di Gunny.

Fossi un qualunque altro stato non mi alleerei MAI con l'Italia, o lo farei sapendo che appena si mette male mi pugnalerà alla schiena.

Dal punto di vista militare-militare abbiamo ancora alcune eccellenze riconosciute, come il settore del trasporto aereo tattico, la fanteria di montagna (Alpini) e determinate forze speciali di ottimo livello (Col Moschin ecc). Qualunque paese occidentali è ben felice di potersi avvalere di detti reparti. Idem dicasi per l'industria militare, abbiamo nomi pesanti (IVECO, OtoMelara, Augusta Westland) che producono materiale che costituisce spesso lo stato dell'arte.

D'altra parte, la nostra credibilità politica è ai minimi storici. Siamo una nazione vecchia, cinica, stanca, economicamente in declino e apparentemente senza alcuna ambizione.
Tutto quanto facciamo in politica estera, missioni militari comprese, ha come unico scopo ottenere un tornaconto a brevissimo termine in politica interna; tutti i nostri alleati lo sanno benissimo e si guardano bene dall'affidarci responsabilità pesanti o dal "fidarsi" di noi... di fatto, come immagini, fanno tutti i conti importanti al netto dell'Italia.
Perché non ci scaricano apertamente? Perché non ne ricaverebbero alcun utile... paghiamo regolarmente le nostre tasse all'UE, forniamo le nostre basi a testa bassa, e partecipiamo a missioni internazionali un po' dovunque senza chiedere in cambio niente che non sia il semplice riconoscimento del nostro diritto a "giocare coi grandi". Neppure con la Libia, nel pieno della nostra area di pertinenza strategica, contiamo molto ed è penoso vedere Sarkozy e Cameron che non nascondono di avere un progetto "aglofrancese per la pace" , e Frattini che dice "abbiamo idee anche noi.."
Siamo un po' come l'amico sfigato che ha una bella casa dove organizzare le feste, e quindi lo si tollera.
Questo vale per gli Stati Uniti ma anche per la Libia: gli accordi stretti con la Libia erano di fatto una pistola immigratoria puntata alla nostra tempia, che Gheddafi ha accettato di abbassare in cambio di soldi, scuse, ancora soldi, armi, ancora soldi. E si è preso pure la soddisfazione di marciare su Roma in trionfo con le ancelle, stile imperatore romano.
Partnership strategiche vere e proprie non le possiamo ottenere, se non con bifolchi come Lukashenko o con chi vuole usarci come strumento per i suoi scopi (Putin che ci usa come divaricatore anale energetico contro l'UE, gli USA che ci usano come grimaldello politico per l'ingresso della Turchia nell'UE ecc).
Il tutto in cambio di sorrisi e strette di mano, l'utile economico, geostrategico o industriale è 0. Un sorriso di Obama al G8 dell'Aquila, di cui Berlusconi riteneva di avere disperatamente bisogno per rafforzarsi nei sondaggi, l'abbiamo pagato autorizzando la costruzione della base Dal Molin a Vicenza. E Wikileaks ci da esattamente l'idea di quanto gli americani sappiano perfettamente di averci in pugno.

Finché non avremo una classe politica diversa, gli unici amici che avremo saranno quelli al quali saremo  sempre disposti a pagare il conto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 28 Mar 2011, 15:37
Che post triste, gunny  :(
(in quanto tutto vero)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 28 Mar 2011, 22:33
Noi comunque siamo proprietà USA, la similitudine con una portaerei nel mediterraneo visti gli ultimi accadimenti calza a pennello, alla fine il nostro ruolo è fornire le basi.

La nostra politica negli ultimi anni è stata quella di socializzare con la russia (i comunisti) ed i paesi africani e gli yankee l'hanno tollerato,
ora tirano il guinzaglio.Anche nei documenti di wikileaks il berlusca viene descritto come tollerato dagli USA perchè alla fine dei giochi quando il padrone chiama ubbidisce.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 29 Mar 2011, 09:43
Noi comunque siamo proprietà USA

Non sono completamente d'accordo. C'è stata una volontà viscida e al contempo lecaccula di compiacere diffusa, che è un'altra cosa. Dice bene Gunny "Siamo un po' come l'amico sfigato che ha una bella casa dove organizzare le feste, e quindi lo si tollera." non penso si potesse trovare un modo migliore per dirlo. In mancanza di una vera politica estera che non sia quella di Frattini quando va in ferie in qualche posto esotico, la scelta del governo è stata quella di daifacciamogliamicicheseavetebisognodiqualcosacis iamosemprebastachepoiparlatebenedinoiecivoleteben e.
Non ci vuole un genio (vedi i dispacci Wikileaks) per capire che una scelta del genere in un momento storico come quello che stiamo vivendo equivale a raccogliere la saponetta nella doccia di un carcere di massima sicurezza: tutti ti vorranno più bene, ma non nella maniera canonica del termine. :no:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 29 Mar 2011, 12:03
CVD

http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/29/news/libia_ultimo_schiaffo_all_italia_esclusa_dal_vertice_dei_grandi-14209421/?ref=HRER1-1

"Sì, dai, siete stati gentili, adesso però fuori dai coglioni."

EDIT LOLLOSO:

Citazione
Il ministro degli Esteri Frattini si è provato a spiegare che la videoconferenza quadripartita "non sta decidendo niente", e che comunque "l'Italia non sente la sindrome dell'esclusione".

"Non importa sai, c'avevo judo".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 29 Mar 2011, 12:14
Che pagliacci.
Nemmeno io li avrei invitati.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 29 Mar 2011, 17:13
Qualcuno la pensa diversamente da voi cialtroni  :-*:

http://www.daw-blog.com/2011/03/29/tutti-tranne-noi/#comments
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 29 Mar 2011, 19:37
"Non invita alla videoconferenza dei “grandi” il Paese che più si è mosso affinché la Francia fosse costretta a darsi una calmata"

E allora? Siamo il paese che più si è mosso contro di loro quando hanno spinto per bombardare invocando la nato.
Sarkozy sta incasinato con la crisi giapponese ha perso il business del nucleare perchè mica lo so se nei referendum da noi passa, probabilmente il berlusca non potrà mantenere le promesse che gli ha fatto. Alle prossime elezioni i verdi faranno la parte del leone, come adesso in germania, chi si schiera a favore rischia di perdere la poltrona [prestigiacomo docet] chissà dove se lo infilano ora tutto il loro conbustibile.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 29 Mar 2011, 19:42
Noi comunque siamo proprietà USA

Non sono completamente d'accordo. C'è stata una volontà viscida e al contempo lecaccula di compiacere diffusa, che è un'altra cosa. Dice bene Gunny "Siamo un po' come l'amico sfigato che ha una bella casa dove organizzare le feste, e quindi lo si tollera." non penso si potesse trovare un modo migliore per dirlo. In mancanza di una vera politica estera che non sia quella di Frattini quando va in ferie in qualche posto esotico, la scelta del governo è stata quella di daifacciamogliamicicheseavetebisognodiqualcosacis iamosemprebastachepoiparlatebenedinoiecivoleteben e.
Non ci vuole un genio (vedi i dispacci Wikileaks) per capire che una scelta del genere in un momento storico come quello che stiamo vivendo equivale a raccogliere la saponetta nella doccia di un carcere di massima sicurezza: tutti ti vorranno più bene, ma non nella maniera canonica del termine. :no:

C'abbiamo le basi yankee permanenti, il resto è a piacere, possiamo leccare chi ci pare.
Periodicamente riporto il suggerimento dell'ambasciatore americano che in tempi non sospetti ci consigliò di differenziare
il più possibile i nostri approvvigionamenti energiti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 27 Apr 2011, 22:40
Il governo vacilla pericolosamente sulla questione Libia e l'Italia sta mettendo in campo, ehm, 8 aerei? E' sensata questa notizia (letta sul corriere)?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 28 Apr 2011, 00:08
Il governo vacilla pericolosamente sulla questione Libia e l'Italia sta mettendo in campo, ehm, 8 aerei? E' sensata questa notizia (letta sul corriere)?

Naturale, quando il gioco si fa duro...
Aspettiamo che le difese aeree siano annientate prima di far decollare i Tornado ECR da soppressione delle difese aeree, e ora ruggiamo pronti a bombardare "mezzi corazzati e basi militari". Naturalmente, ora che la Libia non dispone praticamente più di mezzi corazzati (lo scontro da adesso in poi sarà di fanteria) e tutte le basi militari sono state arate un paio di volte. Fantastico, una volta che Gheddafi si sarà arreso ci dichiareremo pronti ad avvisare i negoziati sui termini di resa.

Siamo privi di una politica estera, è incredibile. Quel nano rincoglionito si sente una mezza tacca davanti a qualunque altro leader mondiale e l'unica risposta che conosce a questa sensazione di debolezza è pagare da bere a tutti (a spese nostre) nella speranza di ricevere gratitudine. Ovviamente ha di fronte gelidi professionisti che sfruttano ogni pertugio per ficcargli bancali di zucchine in culo e ricavare ogni sorta di vantaggio. Questa volta c'abbiamo rimesso la Parmalat, l'obbligo a partecipare ad una guerra che dicevamo di non volere, una mezza imposizione sul nucleare e, sottobanco, dio solo sa cos'altro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 28 Apr 2011, 00:31
Mentre scrivevo pensavo proprio "speriamo intervenga Gunny" ^_^
Comunque, sbaglio o praticamente quello che dici tu è il motivo per cui la Lega è andata sul piede di guerra (pompini gratuiti alla Francia per motivi futili)? Forse che, al netto di evidenti motivi elettorali, Maroni si stia davvero dimostrando statista degno? Non che condivida particolarmente le sue posizioni, ma sembra dare l'impressione di avere una minima idea di quello che fa
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 28 Apr 2011, 09:44
Mentre scrivevo pensavo proprio "speriamo intervenga Gunny" ^_^
Comunque, sbaglio o praticamente quello che dici tu è il motivo per cui la Lega è andata sul piede di guerra (pompini gratuiti alla Francia per motivi futili)? Forse che, al netto di evidenti motivi elettorali, Maroni si stia davvero dimostrando statista degno? Non che condivida particolarmente le sue posizioni, ma sembra dare l'impressione di avere una minima idea di quello che fa

Beh, diciamo che la Lega ha ben chiaro cosa ne pensa il suo elettorato degli interventi internazionali. Sono stati sempre contrari a qualunque operazione, da quella in Kosovo in poi, e simpatizzano per qualunque "leadership" il cui paese evidenzi le giuste affinità elettive (paesini etnicamente stagni, nazionalismi di quartiere, sesso tra consanguinei ecc). È il mito del sangue e della terra, una tattica di sicura presa, lo sapevano bene i nazisti e lo sa bene anche la Lega, quindi ovviamente le organizzazioni internazionali sono un po' il giudaismo planetario nemico di tutta la mitologia che la Lega ha costruito. C'è una qualche medioevale coerenza nella loro posizione.


 
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 28 Apr 2011, 18:36
Questa volta c'abbiamo rimesso la Parmalat, l'obbligo a partecipare ad una guerra che dicevamo di non volere, una mezza imposizione sul nucleare e, sottobanco, dio solo sa cos'altro.

Hai la voglia di spiegarmi il passaggio zucchine > parmalat etc. che mi sfugge?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 28 Apr 2011, 19:55
Questa volta c'abbiamo rimesso la Parmalat, l'obbligo a partecipare ad una guerra che dicevamo di non volere, una mezza imposizione sul nucleare e, sottobanco, dio solo sa cos'altro.

Hai la voglia di spiegarmi il passaggio zucchine > parmalat etc. che mi sfugge?

Mettiamola così: fino alla settimana scorsa Tremonti parlava addirittura di varare delle apposite leggi protezioniste per impedire che Lactalis acquisisse Parmalat, in quanto latticini, formaggi ecc sono un settore strategico del nostro agroalimentare, dove peraltro la concorrenza Italia/Francia è feroce.
Scelte, per carità. Tanti paesi "socialdemocratici" proteggono ferocemente i settori chiave della loro economia, francesi in primis. Basta avere una linea.

Ora B. vede Sarkozy e, come per magia, il giorno stesso parte un OPA e per ragioni non chiare (nemmeno a Tremonti, temo) l'Italia gli riserva un'accoglienza liberista-militante che neanche Gordon Gekko.
Scelte per carità. I paesi anglosassoni vedono come una bestemmia la limitazione del libero mercato tra i paesi. Ma allora perché non potevamo toglierci dai coglioni anche Alitalia vendendola ad AirFrance? E qual'è stata la contropartita per questa cessione? Draghi alla BCE? Era favorito comunque, piace pure ai tedeschi. Negozialmente, cosa ci abbiamo guadagnato?

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 28 Apr 2011, 21:15
Negozialmente, cosa ci abbiamo guadagnato?

Fammi pensare un secondo...

(http://www.rossadisicilia.it/fig/zucchina.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 30 Apr 2011, 09:20
Quella dell'italianità era una bufala per dar tempo agli amici di pararsi il culo.
Idem Alitalia.

Non penso ci sia chissà che complotto francese, anche perché quello dei latticini considerarlo settore strategico mi sembra esagerato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 30 Apr 2011, 16:17
http://www.corriere.it/esteri/11_aprile_30/libia-gheddafi-discorso-tv_bb5bab5e-72e9-11e0-9ff4-f30aef48f116.shtml

Gunny, ci dobbiamo preoccupare?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 30 Apr 2011, 17:31
"«Avete commesso un crimine - dice il Rais rivolgendosi all'Italia che ha celebrato anche il 96esimo anniversario della battaglia di Gardabiya contro gli italiani -, l'ha commesso il mio amico Berlusconi, l'ha commesso il Parlamento italiano. Ma ci rendiamo conto che non esiste un Parlamento in Italia, nè tanto meno la democrazia. Solo l'amico popolo italiano vuole la pace». «Dov'è il Trattato di amicizia? Dov'è il divieto di aggressione contro la Libia da parte dell'Italia? Dov'è il parlamento italiano? E il governo italiano? E il mio amico Berlusconi?» aggiunge Gheddafi."
Per me non fa una piega.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 30 Apr 2011, 21:56
http://www.corriere.it/esteri/11_aprile_30/libia-gheddafi-discorso-tv_bb5bab5e-72e9-11e0-9ff4-f30aef48f116.shtml

Gunny, ci dobbiamo preoccupare?

Si, di non stare troppo male dalle risate...
Seriamente, gheddafi non ha la forza per lanciare missili contro di noi, fa lo spaccone solo perchè sa che siamo un popolo di cagasotto governati da un gruppo di banderuole al limite della schizofrenia.
Infatti con la Nato sta cercando di trattare, con noi fa il grosso. C'è anche da metterci in conto che l'Italia è per Gheddafi quello che i comunisti sono per Berlusconi, l'eterno nemico sempre pronto a tramare contro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 02 Mag 2011, 09:10
Han beccato Bin Laden. Ammazzato, cioè.

(http://www.ilpost.it/files/2011/05/nyt.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 02 Mag 2011, 09:52
Alleluja
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mag 2011, 12:11
Si vabbè, e il corpo è già stato sepolto in mare  :whistle:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 02 Mag 2011, 12:11
Sì ho letto anche io :D


Siamo alle solite?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: The Dude - 02 Mag 2011, 12:16
Si sospetta che la foto di Bin tumefatto sia un fake...vedremo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 02 Mag 2011, 12:19
Figurati se 6 sec. dopo la news qualcuno non urlava al fake.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 02 Mag 2011, 12:23
Però la voce che sia già stato sepolto in mare effettivamente non può che alimentare teorie complottistiche.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 02 Mag 2011, 12:28
La sua sepoltura in mare è quasi ufficiale

""Osama bin Laden è stato sepolto in mare": lo scrive la Cnn online citando un funzionario statunitense, secondo il quale il cadavere del leader di al Qaida è stato "trattato secondo la tradizione islamica". L'emittente Usa non fornisce ulteriori dettagli."
ansa.it

Cioè, neanche il tempo di dare la notizia che già lo avevano gettato in mare... Scusate ma a me un po' puzza , se non altro perchè l'uccisione è stata eseguita da un commandos statunitense.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: GuK - 02 Mag 2011, 12:31
Sta succedendo di tutto, troppo.
Io inizio a temere per il 2012.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 02 Mag 2011, 12:31
La foto E' fake ed hanno ragione i mussulmani a dire che gira da tempo e che prima si chiamava "Bin laden torturato" o qualcosa di simile. Se andate su Repubblica ci sono le due foto, da vivo e da morto, affiancate ed il photoshop è palese visto che l'espressione è esattamente la stessa. Con questo non voglio dire che sia una notizia creata ad hoc dagli USA (vedi anche cadavere perso in mare) ma che, probabilmente, la foto di Bin Laden morto è stata creata (o recuperata) dal tg pakistano che ha dato la notizia. Un po' come fa il TG1 insomma.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 02 Mag 2011, 12:40
Si ho visto, fake clamoroso.

Attendiamo ora un video/foto ufficiale però.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: GuK - 02 Mag 2011, 12:40
Sì, la foto è chiaramente un fake colossale.
Che sia davvero morto o meno sta succedendo comunque davvero di tutto, anche solo la divulgazione dell'annuncio della sua presunta morte.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 02 Mag 2011, 12:41
Vabbè, Repubblica ripubblicherebbe senza manco controllare le fonti pure se fosse un fotomontaggio con la testa di Grande Puffo.

Però riguardo la morte: se Al Quaeda stessa conferma direi che non ci possono essere troppi dubbi, no?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 02 Mag 2011, 12:46
Ma non mi pare abbia ancora confermato, o sbaglio?

Per altro non credo avrebbe molto vantaggio a farlo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 02 Mag 2011, 12:51
Sperano che la gente si dimentichi di lui? Dicono "no, guardate, non è morto. E' in vacanza. In una fattoria. Non sappiamo quando tornerà. Forse non tornerà più, a dire il vero. Probabilmente non tornerà più. Ma è vivo, eh. Sul serio."
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 02 Mag 2011, 13:06
http://www.corriere.it/esteri/11_maggio_02/foto-osama-vero-falso_209f8cd6-749a-11e0-a12f-3a82d10cc9fa.shtml

la foto in effetti sembra fake, ma appunto come dice ferruccio se e' una balla si scoprira' in fretta.
cioe' se e' vivo fanno un video e lo mandano ad al jazeera in tempo zero e gli usa sarebbero sputtanatissimi.

piu' probabile che abbiano fatto foto fake perche' altro che "operazione provata"

"ehi, guarda bin laden e' li dentro"
"chiama i B52"
"ok"
e giu a rasare un quartiere col fosforo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 02 Mag 2011, 13:19
La foto falsa non significa necessariamente che sia falsa anche la notizia. Magari lo hanno sfigurato a tal punto (io ho visto la foto di un tizio che si è suicidato sparandosi in testa e vi assicuro che non è pubblicabile) che non potevano mostrarlo e si sono inventati/hanno trovato questa foto (che pare già circolasse da tempo).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mag 2011, 14:30
http://www.giornalettismo.com/archives/123577/michaela-biancofiore-pdl-la-cattura-di-bin-laden-un-miracolo-di-wojtyla/



Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 02 Mag 2011, 14:42
Dopo l'uccisione del figlio di Gheddafi questa morte illustre arriva con un tempismo eccezionale.
Se non altro ha un certo peso, noi tiriamo in genere fuori vallette, bunga bunga e statuine con sangue alla ciliegia...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 02 Mag 2011, 14:46
E' la morte di Bin Laden, sempre ammesso che 'sto tizio esista, ad essere un fake. E anche se fosse vero, cosa cambia? Al limite, se cambiamento ci sara', non potra' che essere in peggio, con qualche cane sciolto che si fara' saltare in aria a Piazza San Pietro. Doveva restare una cosa yankie, maledetti noi quando ci siamo immischiati, per 'sti coglioni guerrafondai non posso piu' portarmi nemmeno una bottiglietta d'acqua in aereo. Abbiamo imparato a convivere con l'Assurdo, comincia a sembrarci normale, quindi siamo fottuti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Level MD - 02 Mag 2011, 14:54
http://www.giornalettismo.com/archives/123577/michaela-biancofiore-pdl-la-cattura-di-bin-laden-un-miracolo-di-wojtyla/
:D :D :D

non ci resta che ridere... >:(
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mag 2011, 17:13
Interessanti osservazioni. Alcune particolari concidenze, tipo l'uccisione proprio a ridosso
del cambio della guardia alla cia.

http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/05/e-morto-bin-laden.html

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 02 Mag 2011, 17:23
Ora cominciamo con le minchiate da gente con la carta stagnola in testa.

Il corpo buttato a mare nasce da un problema ben preciso:

- Secondo la religione islamica bisogna seppellire il corpo entro 24 ore dalla morte.
- Arabia Saudita e Pakistan fanno sapere agli USA che COL CAZZO che lo vogliono seppellito da loro.

Ora, che potevano fare gli americani? L'aver buttato il corpo in mare, anzi, è una soluzione abbastanza intelligente e diplomaticamente geniale. Niente luoghi di pellegrinaggio, rispetto formale degli obblighi religiosi e via.

Ma poi, diobono, quel sito è la cloaca. Ci sta pure LA PROVA CHE OBAMA NON E' AMERICANO!!!!

SCIE CHIMICHEEEEEEH
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 02 Mag 2011, 18:04
Non c'è uno straccio di foto che documenti l'evento del secolo, possibile? O il Pakistan ha vietato anche questo?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 02 Mag 2011, 18:06
e' chiarissimo che le ragioni pratiche per le quali il corpo non si ritrovera' mai sono:
- probabilmente hanno nuclearizzato tutto l'edificio dove stava per sicurezza
- vogliono evitare come dice giustamente ferruccio di creare pellegrinaggi e luoghi di "culto"

ovviamente altra cosa che i cospirazionisti non considerano e' che fosse vivo, ce lo farebbe sapere a brevissimo e gli usa sarebbero sputtanati come mai prima d'ora.

informazione scorretta e' uno dei tanti siti di merda che appestano la rete con le loro cazzate, mi ricorda il grandissimo www.disinformazione.it, altra perla assoluta
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 02 Mag 2011, 18:29
Ora cominciamo con le minchiate da gente con la carta stagnola in testa.

 :D

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: dave182 - 02 Mag 2011, 18:44
Il corpo buttato a mare nasce da un problema ben preciso:

- Secondo la religione islamica bisogna seppellire il corpo entro 24 ore dalla morte.
- Arabia Saudita e Pakistan fanno sapere agli USA che COL CAZZO che lo vogliono seppellito da loro.



Concordo sul fatto che nessuno avrebbe avuto il piacere di ospitare bin laden vivo o morto che fosse, la cosa delle 24h però mi sembra un filo utilitaristica, nel senso, tutti tutti tutti i musulmani morti in guerra (nelle ultime diciamo) hanno ricevuto sepoltura nel giro di 24 ore?

Poi a me non interessa nessuna prova della morte di quest'uomo, non voglio foto ,video etc, vedere uno sparato in testa non è proprio lo spettacolo che prediligo. Questo sia chiaro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 02 Mag 2011, 18:45
e' chiarissimo che le ragioni pratiche per le quali il corpo non si ritrovera' mai sono:
- probabilmente hanno nuclearizzato tutto l'edificio dove stava per sicurezza

Nope. Incursione dei SEAL e headshot, a quanto pare.

Per il resto, il discorso della sepoltura in luogo non "mitizzabile" è sensatissimo. Non mi è chiarissimo perché non lo abbiano catturato, ma anche qui probabilmente il rischio di un "effetto Goering" era inaccettabile. Riguardo teorie cospiratorie ecc non commento, dico solo che sarebbe la montatura più goffa di tutti i tempi in quanto:
-nessuno metteva più pressione agli USA, riguardo alla cattura di Bin Laden, da moltissimo tempo, non era un'emergenza.
-non ha nessun senso montare una finta uccisione "sperando" che Bin Laden due secondi dopo non mandi un nuovo videomessaggio smontando tutto o che Al Qaeda semplicemente smentisca
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: dave182 - 02 Mag 2011, 18:47
Però ammetterai che se la sono giocata proprio male a livello mediatico, a partire da sta foto tarocca che certo non ha aiutato eh.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 02 Mag 2011, 18:51
Però ammetterai che se la sono giocata proprio male a livello mediatico, a partire da sta foto tarocca che certo non ha aiutato eh.

Beh c'è da dire che la foto l'ha messa in giro la Tv Pakistana, non è qualcosa di ufficiale.

E' vero che con una foto si sarebbero zittiti tutti, però magari con la faccia a brandelli non lo si sarebbe riconosciuto comunque.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: dave182 - 02 Mag 2011, 18:54
No no, ma difatti la foto era assolutamente inutile, anzi, gli USA dovevano subito intervenire smentendo l'immagine anche dicendo "non ci sono immagini della cosa punto"
Insomma, se si scomoda il presidente o è vero (o fanno in modo che sia vero), o sono completamente pazzi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ..::pierre147::.. - 02 Mag 2011, 19:24
Concordo sul fatto che nessuno avrebbe avuto il piacere di ospitare bin laden vivo o morto che fosse, la cosa delle 24h però mi sembra un filo utilitaristica, nel senso, tutti tutti tutti i musulmani morti in guerra (nelle ultime diciamo) hanno ricevuto sepoltura nel giro di 24 ore?

Idealmente si, anche se è una regola "pratica" (si evita l'imbalsamazione, per i motivi che seguono) e non "religiosa". I corpi dei musulmani, indipendentemente dall'estrazione, vengono infatti sepolti senza bara nè lapidi nè mausolei nè niente: vengono semplicemente sotterrati, girati su un fianco con lo sguardo che volge alla Mecca.

In questo sono molto trve, bisogna ammetterlo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 02 Mag 2011, 19:31


Per il resto, il discorso della sepoltura in luogo non "mitizzabile" è sensatissimo.
Ma perchè andare in pellegrinaggio in un luogo di sepoltura quando mai ha fatto male da 2000 anni a questa parte?
Casomai andare in giro alla ricerca di quel corpo, magari fucili alla mano, è un pericolo.

Interessante notare, tra l'altro, come l'idea di una fuffa mediatica sia presumibilmente ridicola in questo caso, però abbia sfiorato la mente degli ambienti di intelligence internazionali circa la possibilità che lo sia la morte dei parenti di Gheddafi nel raid Nato recente, quando di fronte all'immagine dei corpi avvolti nelle bandiere, la non riconoscibilità degli stessi avrebbe fatto dubitare di un trucchetto mediatico libico...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 02 Mag 2011, 20:03
No no, ma difatti la foto era assolutamente inutile, anzi, gli USA dovevano subito intervenire smentendo l'immagine anche dicendo "non ci sono immagini della cosa punto"
Insomma, se si scomoda il presidente o è vero (o fanno in modo che sia vero), o sono completamente pazzi.
Gli USA hanno la foto e Bin Laden è riconoscibile: in queste ore la Casa Bianca sta valutando se diffonderla o meno.
Oltre alla foto, c'è un test del DNA che proverebbe che il cadavere sia di Bin Laden.

Sulla foto fake: l'hanno diffusa i Pakistani "a scopo rappresentativo" sui loro canali TV; poi un po' tutti l'hanno ripresa.
Il governo USA con la foto non ha nulla a che fare, quindi perchè commentarla?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 02 Mag 2011, 20:51
Intanto su Facebook è la fiera di quelli che a me non la danno a bere figurati se lo hanno ammazzato secondo me bin laden non esiste nemmeno e mica sono un cretino ho visto zeitgeist su youtube.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 02 Mag 2011, 21:10
Gunny ammettendo che sia vero, secondo te c'entrano le elezioni del 2012 o la tempistica è casuale? Con una mossa del genere potrebbe già aver convinto qualche filo-repubblicano.
Wikileaks dice che lo sapevano dal 2008 dove stava osama

cmq secondo me gli usa dovrebbero dare una prova, si parla troppo di fake e la foto non ha aiutato. La prova del DNA non vale niente perché nessuno di noi può verificare, si tratta sempre della loro parola.
Ma un filmato della "sepoltura" non l'hanno fatto?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mag 2011, 22:33
informazione scorretta e' uno dei tanti siti di merda che appestano la rete con le loro cazzate, mi ricorda il grandissimo www.disinformazione.it, altra perla assoluta

Punti di vista. Secondo me invece è un buon blog critico, cioè non si fida delle vaccate cotte e cucinate ma prova a tirare le righe
per congiungere i punti. Di certo non è un blog dove si fanno vedere le facce del diavolo tra le fiamme delle torri gemelle e
non è manco la piddiellina che da in pasto all'ansa che l'headshot dei seals è stato un miracolo del papa morto.

Fatto sta che per l'eliminazione di osama si va a fiducia dato che il montaggio di una cosa del genere non è neanche troppo difficile
e l'attuale governo usa ne ha tratto benefici immensi in termini di campagna elettorale.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 02 Mag 2011, 22:40
l'attuale governo usa ne ha tratto benefici immensi in termini di campagna elettorale.

lunghissima come sempre in America, e iniziata, guarda caso, ieri.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: EGO - 02 Mag 2011, 22:47
Più che la veridicità della notizia, sono i tempismi di queste grandi vittorie antiterrore a essere troppo convenienti.

- Roberto Saviano parla di criminalità organizzata in TV, e denuncia contatti tra di essa e la Lega. Il giorno dopo, viene arrestato un superboss mafioso latitante da anni. Il governo PDL-Lega (in campagna elettorale perpetua) fa "Ha ha! Noi la mafia la combattiamo, cialtroni!".

- Gli USA si trovano in un momento delicato, vuoi per la polemica sulla non americanità di Obama (ma chi l'ha lanciata, Belpietro?), vuoi per l'atteggiamento assai incerto nei confronti della guerra di Libia. E come per magia, meno di una settimana dopo l'esibizione del documento di nascita (e giusto in concomitanza coi festeggiamenti per Woytjla, a cui negli USA frega un cazzo a nessuno e quindi non fa share e le TV nazionali rimangono a secco, tra l'altro), ecco che viene accoppato Bin Laden. Il governo USA fa "Ha ha! Giustizia è fatta, c'abbiamo le palle, cialtroni!"

Ma continuiamo pure a credere che siano coincidenze.

Intanto vado a comprare altra stagnola.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 02 Mag 2011, 22:59
In questa teoria del complotto c'è un solo problema, secondo me: Saviano parla di collusioni tra governo e mafie varie più o meno da centomila anni, e le polemiche sulla non Americanità (e non Cristianità, e non tattarattà) di Obama sono anche loro vecchie di secoli.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 02 Mag 2011, 23:01
Ma continuiamo pure a credere che siano coincidenze.

Onestamente queste cose mi ricordano Berlusconi e il PDL.

"rinvio a giudizio 6 mesi prima le elezioni provinciali di Bari! Giustizia a orologeria"
"rinvio a giudizio 6 mesi dopo le elezioni provinciali di Bari! Giustizia a orologeria"
"rinvio a giudizio proprio nell'imminenza di un vertice internazionale! Giustizia a orologeria"

Se Obama avesse potuto giocarsi la carta Osama a piacimento, se la sarebbe giocata l'anno prossimo a elezioni imminenti, non l'anno precedente con ancora tutto questo tempo di potenziali fallimenti davanti (ivi inclusi tutti gli atti di rappresaglia disperata che Al Qaeda cercherà di organizzare adesso).
La guerra di Libia all'elettorato americano frega meno di un cazzo, tant'è che Obama non segue nemmeno la cosa personalmente ma la delega alla Clinton anche nei vertici di massimo livello.
La polemica sulla non americanità di Obama è già risolta con la pubblicazione dei documenti, e nemmeno quella fregava niente a nessuno.
Gli americani valutano con ben altri criteri i loro presidenti (economia interna in primis).





Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 02 Mag 2011, 23:09
Ma poi perché fra la spiegazione semplice e il megagomblotto uno dovrebbe pensare a quest'ultimo?
Io ho una teoria: le cospirazioni sono in fondo rassicuranti. Soddisfano quel bisogno di spiegazioni semplici per cose complicate, cancellano l'inefficienza e l'imperfezione umana, tolgono di torno la casualità. Ti danno il nemico cattivone che accarezza i gatti e sussurra "tutto come previsto", invece dei veri cattivi della storia, ovvero i mediocri incapaci che fanno casini più grandi di loro, o semplicemente le teste di cazzo sciroccate che non danno nessun valore alla vita altrui.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 02 Mag 2011, 23:26
devo ricordarmi di stampare, incorniciare, appendere in stanza ed organizzare una quotidiana genuflessione rituale davanti a questi ultimi due post
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 03 Mag 2011, 01:09
Nope. Incursione dei SEAL e headshot, a quanto pare.

Io solo una cosa non capisco: perchè ucciderlo e non catturarlo?
O meglio: perchè ucciderlo subito e non dopo come per Saddam? Non sarebbe magari tornato utile estorcergli qualcosa a fini di intelligence o vattelapesca?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 03 Mag 2011, 01:57
La risposta che mi sono dato io alla medesima domanda: a differenza di un capo di stato/dittatore X come poteva essere Hussein, il peso politico e mediatico di Bin Laden è sempre stato trasversale, essendo Al Qaida un'organizzazione ramificata in una pletora di stati mediorientali, nonché forse presente sotto forma di cellule in varie nazioni occidentali.
In quest'ottica, anche solo una detenzione forzata di pochi giorni/settimane avrebbe potuto scatenare rappresaglie/rapimenti come merce di scambio molto più facilmente di quanto accadrebbe con un qualunque personaggio di interesse solo che nazionale (vedi anche alla voce "Gheddafi").
Poi io di politica estera ci capisco poco e niente, quindi liberi di darmi del grullacchione.

Gaissel
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 03 Mag 2011, 02:17
Ha un senso.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 03 Mag 2011, 03:01
Nope. Incursione dei SEAL e headshot, a quanto pare.

Io solo una cosa non capisco: perchè ucciderlo e non catturarlo?
O meglio: perchè ucciderlo subito e non dopo come per Saddam? Non sarebbe magari tornato utile estorcergli qualcosa a fini di intelligence o vattelapesca?

E' una domanda legittima e anch'io all'inizio me lo sono chiesto, ma pensandoci bene il perché ti viene in mente.
Le motivazioni scritte da Gaissel sono già plausibilissime, a quello aggiungo il fatto che Bin Laden è pur sempre un integralista fanatico e che quindi avrebbero dovuto torturarlo pesantemente per fargli confessare qualunque cosa con annessi problemi etici. E a dire il vero, mi pare di capire che nel suo rifugio siano state ritrovate tante e tali informazioni da rendere una sua confessione praticamente inutile. Praticamente le blueprint di Al Qaeda, senza neanche il fastidio di doverle estrarre da R2D2...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 03 Mag 2011, 08:16
Io credo che tenersi bin laden al gabbio invece che ucciderlo sarebbe stata la chiave
per dalle una bella spallata a buona parte del terrorismo internazionale essendone il leader, no?

Cioè che senso ha uccidere uno che ha in mano tutta la intelligence di un'organizzazione internazionale.
Bin Laden sta sulla scena dal 1979, con i suoi soldi, e quelli dei suoi amici americani, ha finanziato
ed organizzato la resistenza russa in afghanistan, ha avuto un ruolo nella guerra del golfo,
cioè di cose ne sa ...troppe?

E' vero che spesso a problemi semplici corrispondono soluzioni semplici ma non mi sembra questo il caso
con o senza carta stagnola.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 03 Mag 2011, 10:34
Sarebbe stata un'idea pessima. Pensa "processo a Bin Laden a New York". Pensa per un attimo a una cosa del genere. Pensa alla quantità di sciroccati che si farebbero saltare in aria, e non solo a New York. Pensa al casino legale, politico, diplomatico ed etico. Onestamente, per quanto sia una cosa brutta, credo che averlo seccato ed essersi disfatti subito del corpo potrebbe essere una di quelle cose capaci di salvare un sacco di vite umane ed evitare rivolte di piazza. Hanno evitato di dare un feticcio.

E poi, cosa sa Bin Laden? Non è che è un segreto che fosse uno dei pupilli degli americani in Afghanistan negli anni ottanta. E' una di quelle figure simbolo della poca lungimiranza, dell'idiozia e delle infinite interferenze americane in politica estera. Ma non vedo turpi segreti. Era un alleato finché non ha morso la mano (come forse succederà coi ribelli libici). Ancora una volta: perché come prima possibilità uno dovrebbe pensare che "l'hanno fatto fuori perché sapeva troppo"? Ma davvero, ma che senso ha?

Cioè, drone, secondo te Bin Laden non era davvero nemico dell'America ma recitava un ruolo finché poi non gli è venuta voglia di dire tutto quello che sapeva e quindi gli americani l'hanno ucciso? Sul serio?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gatsu - 03 Mag 2011, 11:33
Però c'è da dire che in pratica hanno avvallato che la pena di morte istantanea è una cosa tutto sommato buona e giusta, a seconda della persona.
Per carità, dagli americani me l'aspetto pure, mi sorprendono però le reazioni europee di gaudio e tripudio.

Comunque sì, a livello di sicurezza sarebbe stato un incubo.

Sta cosa del funerale in mare...11 anni per beccarlo e poi se ne disfano in 10 secondi. Ha senso (pare che nessuno lo volesse seppellire sul proprio suolo causa pericolo "luogo di culto"), ma mi auguro che sia stato ben documentato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 03 Mag 2011, 11:35
Beh Gatsu, la scusa è che sono in guerra ('War on Terror'). Non viene venduta come un'esecuzione, ma come un'uccisione in un azione di guerra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 03 Mag 2011, 12:04
Quello che mi ha fatto veramente pena e' la solita debolezza della chiesa, che invece di condannare l'azione omicida e intollerabile
e' stata morbida e serva, come sempre. Ci mancava solo che si accodasse alle ridicole esultanze per l'uccisione del finto bin laden e dei
veri poveracci che ci son finiti sotto.
Almeno ha dichiarato che bisogna "far riflettere". Che a ben vedere e' pure vero, ci deve far riflettere sulla pericolosita'
assassina degli stati immorali e imperialisti dell'america del nord.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 03 Mag 2011, 12:09
Ipotesi a caso.
Non è che magari l'hanno ucciso perché non sono riuscti a prenderlo vivo? Così ad occhio non mi sembrava esattamente il genere di persona che risponderebbe positivamente ad un "getta via le armi e vieni avanti con le mani in alto".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 03 Mag 2011, 12:11
Trattasi di operazione di guerra non di arresto.
In guerra prima spari di solito.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 03 Mag 2011, 12:27
Mah, quello non è ancora chiaro.
La posizione ufficiale è che, potendo, avrebbero preferito prenderlo vivo. Poi, ovvio, ci sono già parecchie fonti anonime che dicono tutto il contrario.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: bubbo - 03 Mag 2011, 12:30
Sta cosa del funerale in mare...11 anni per beccarlo e poi se ne disfano in 10 secondi.

Chissà cosa avranno fatto al povero cadavere di Osama, nel tragitto da Islamabad all'oceano indiano!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Sister Charity - 03 Mag 2011, 13:04
in giro si legge che sia stata una sua guardia ad ucciderlo seguendo gli ordini dati; comunque penso sia secondario.

anch'io sono dell'opinione che sia inutile fare dietrologia. Il fatto è che Bin Laden è morto, quindi c'è da valutare e analizzare cosa cambierà adesso, considerando inoltre gli incredibili cambiamenti che stanno scuotendo parte del mondo orientale.
inoltre gli USA hanno così perso un nemico importante e l'uscita dall'Afghanistan definirà un'ulteriore svolta per gli States che sembrano aver intrapreso una strada più di politica interna che estera.
Probabilmente è la condizione economica interna a dettare questo cambio di politica considerando poi che è dal 90 (con la prima guerra con l'Iraq, si potrebbe dire dal dopoguerra anche) che l'America è bene o male impegnata in azioni militari di un certo peso mentre la Cina si fa i porcacci suoi al grido di "compriamo tutto il debito degli States e le risorse naturali dell'Africa".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 03 Mag 2011, 13:10
Io invece ieri ho sentito in radio (radio 2, in collegamento col direttore di qualche quotidiano) che c'è stata una sparatoria nella quale Bin laden si è anche fatto scudo col corpo di una donna e, alla fine, è stato seccato da un cecchino perchè si rischiava di compromettere tutta l'operazione. Praticamente si trovava in una località di villeggiatura e sono risaliti a lui (ma non avevano la certezza che fosse lui finchè non sono intervenuti) tramite un suo collaboratore fidato che è stato visto più volte allontanarsi dalla villetta e poi farvi rientro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 03 Mag 2011, 13:11
Ah beh, diamine di questa informazione dobbiamo proprio fidarci.

Che altro dicevano i navi seals? l'ha pure stuprava mentre se ne faceva scudo, e scommetto che era pure minorenne e la sua 28esima moglie.

Seh certo. Quei flaccidi panzoni bianchi dovrebbero solo prendere lezioni dai combattenti musulmani.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 03 Mag 2011, 13:39
Daimon, tu sei un flaccido panzone bianco: root for the home team.

Detto ciò, se pure si fosse fatto scudo di un intero asilo questo non è che cambierebbe di molto il giudizio su di lui.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gatsu - 03 Mag 2011, 14:17
Daimon, tu sei un flaccido panzone bianco: root for the home team.

Daimon pwned!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 03 Mag 2011, 14:30
Non ho piu' la panza. Non abbastanza da considerarmi flaccido panzone quantomeno.

Tifo per i giusti io. Non tifo per bin laden, perche' come e' evidente non esiste, o per meglio dire non esiste piu' da anni, ed e' solo
il capro espiatorio per le schifezze nord americane. Tifo pero' per tutti gli altri giusti combattenti islamici che vengono messi
nel calderone dal mito del terrorismo qaidista.

Sopratutto tifo per il grande Mullah Omar!

(http://a1.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/228352_10150168457143912_101748583911_6859505_790680_n.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 03 Mag 2011, 14:38
Viva Garibaldi, Viva l'Italia, Viva le sarde a beccafico!

(mi piace tantissimo l'ipotesi "Bin Laden non è mai esistito/è morto dal 2002". Il fatto che una cosa possa essere ritenuta vera senza il minimo bisogno di prove, senza la minima evidenza, è per me incredibile)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 03 Mag 2011, 14:39
mi piace tantissimo pure a me la convinzione bin laden sia stato ucciso ieri dai navi seals e poi buttato a mare, perche' e' meglio, contornata da chili di prove
schiaccianti, e come voi possiate prenderla per buona e starci pure a discutere su.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Huizinga Z - 03 Mag 2011, 15:31
Ma poi perché fra la spiegazione semplice e il megagomblotto uno dovrebbe pensare a quest'ultimo?
Io ho una teoria: le cospirazioni sono in fondo rassicuranti. Soddisfano quel bisogno di spiegazioni semplici per cose complicate, cancellano l'inefficienza e l'imperfezione umana, tolgono di torno la casualità. Ti danno il nemico cattivone che accarezza i gatti e sussurra "tutto come previsto", invece dei veri cattivi della storia, ovvero i mediocri incapaci che fanno casini più grandi di loro, o semplicemente le teste di cazzo sciroccate che non danno nessun valore alla vita altrui.
Il sito undicisettembre (http://undicisettembre.blogspot.com/) porta sotto il titolo una grandiosa citazione di Napoleone che sintetizza l'ultima parte del post di ferruccio:

Mai attribuire alla malizia ciò che si spiega adeguatamente con l'incompetenza

E a proposito di complottismi, l'avete letta la versione di leonardo (http://leonardo.blogspot.com/2011/05/vediamoci-ad-abbottabad.html)?  :D
O meglio: le versioni...

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 03 Mag 2011, 15:33
Non ho piu' la panza. Non abbastanza da considerarmi flaccido panzone quantomeno.

Non conta nulla. Fin quando sei nella nostra metà del campo fai parte della squadra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 03 Mag 2011, 15:33
Cioè, drone, secondo te Bin Laden non era davvero nemico dell'America ma recitava un ruolo finché poi non gli è venuta voglia di dire tutto quello che sapeva e quindi gli americani l'hanno ucciso? Sul serio?

Magari sapeva chi ha ucciso Kennedy

Quante contraddizioni, prima il pakistan non sapeva niente ora ha partecipato al blitz
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 03 Mag 2011, 15:36
C'è poi la terza via: http://it.peacereporter.net/articolo/28269/La+seconda+morte+di+Osama


@Daimon: che delusione! Solo qualche mese fa dicevi che un uomo doveva avere un po' di panza o ricordo male?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 03 Mag 2011, 15:49
Sarebbe stata un'idea pessima. Pensa "processo a Bin Laden a New York". Pensa per un attimo a una cosa del genere. Pensa alla quantità di sciroccati che si farebbero saltare in aria, e non solo a New York. Pensa al casino legale, politico, diplomatico ed etico. Onestamente, per quanto sia una cosa brutta, credo che averlo seccato ed essersi disfatti subito del corpo potrebbe essere una di quelle cose capaci di salvare un sacco di vite umane ed evitare rivolte di piazza. Hanno evitato di dare un feticcio.

Ma dite sul serio? Catturare una persona che cercano di catturare da 10 anni dovrebbe scatenare tutto questo casino (e ce ne dovremmo accorgere oggi...), e invece ucciderlo dovrebbe tenere gli sciroccati buoni buoni?
Siccome per interrogarlo dovremmo torturarlo "troppo", allora tanto vale ucciderlo? ???

Che abbia opposto resistenza è sensato, che i seal avessero carta bianca per il vivo o morto senza priorità specifiche è sensato, ma non che il tenerlo vivo avrebbe scatenato reazioni peggiori che l'ucciderlo con un colpo in testa da parte di soldati americani, o che l'idea della faticaccia nell'estorcergli informazioni abbia fatto preferire l'esecuzione, e dai su...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 03 Mag 2011, 15:51
Ipotesi a caso.
Non è che magari l'hanno ucciso perché non sono riuscti a prenderlo vivo?
Se fosse una scusa sarebbe la migliore e più plausibile in assoluto...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 03 Mag 2011, 16:05
C'è poi la terza via: http://it.peacereporter.net/articolo/28269/La+seconda+morte+di+Osama


@Daimon: che delusione! Solo qualche mese fa dicevi che un uomo doveva avere un po' di panza o ricordo male?

Qualcuno savio nel mondo c'e'!

Eh peppe panza senza flaccidume pero'. L'accenno che fa maschio ma non ciccione.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 03 Mag 2011, 19:50
Ipotesi a caso.
Non è che magari l'hanno ucciso perché non sono riuscti a prenderlo vivo? Così ad occhio non mi sembrava esattamente il genere di persona che risponderebbe positivamente ad un "getta via le armi e vieni avanti con le mani in alto".

Bah. Non stiamo mica parlando di uno storpio con vari problemi fisici o qualcosa del genere? Che quando siano arrivati i SEAL -che già non mi pare sia gente addestrata con la ROM di Cabal- sia diventato Super Sayan 4 e li abbia messi in difficoltà con le quattro guardie barbute al seguito armate di AK47 con teschi di occidentali penzolanti mi pare piuttosto improbabile.
Insomma a vedere le vostre opinioni a questo punto secondo me lo volevano morto, e non prigioniero, fin dal principio. C'era forse troppo odio e gli USA in guerra non mi pare siano mai andati per il sottile (e d'altronde, in una guerra, chi lo fa?) oppure è forse puro e freddo calcolo: tagliamo la testa dell'organizzazione con i relativi problemi a seguire per risparmiarcene altri più gravi in futuro. Se è vivo rischi sempre che qualcosa vada storto e che ti tocchi ricominciare tutto da capo: "Metti che trova un Bejelit e sono cazzi da cacare." avrà detto qualche generalissimo USA.
E comunque c'è una cosa lollosa che mi baca il cervello da giorni: è pura idiozia di un uomo come me che orami sente le luci e vede le voci ma cazzo, lo sceicco del terrore che si nasconde ad Abbottabad. Abbottabad? Ma non avevi qualcosa di meglio tipo Eviland o Deceptibad? Scusate, ma era più forte di me.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 03 Mag 2011, 22:58
http://seanbonner.tumblr.com/post/5153568939/mbyhoff-peterfeld-tanya77-hats-off-to-ned
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 03 Mag 2011, 23:47
Sarebbe stata un'idea pessima. Pensa "processo a Bin Laden a New York". Pensa per un attimo a una cosa del genere. Pensa alla quantità di sciroccati che si farebbero saltare in aria, e non solo a New York. Pensa al casino legale, politico, diplomatico ed etico. Onestamente, per quanto sia una cosa brutta, credo che averlo seccato ed essersi disfatti subito del corpo potrebbe essere una di quelle cose capaci di salvare un sacco di vite umane ed evitare rivolte di piazza. Hanno evitato di dare un feticcio.

Ma dite sul serio? Catturare una persona che cercano di catturare da 10 anni dovrebbe scatenare tutto questo casino (e ce ne dovremmo accorgere oggi...), e invece ucciderlo dovrebbe tenere gli sciroccati buoni buoni?
Siccome per interrogarlo dovremmo torturarlo "troppo", allora tanto vale ucciderlo? ???

Che abbia opposto resistenza è sensato, che i seal avessero carta bianca per il vivo o morto senza priorità specifiche è sensato, ma non che il tenerlo vivo avrebbe scatenato reazioni peggiori che l'ucciderlo con un colpo in testa da parte di soldati americani, o che l'idea della faticaccia nell'estorcergli informazioni abbia fatto preferire l'esecuzione, e dai su...
L'uccisione di un simbolo del genere dovrebbe abbassare il morale nel medio periodo.
La cattura spinge a compiere azioni volte alla liberazione, l'uccisione può spingere "solo" ad atti di vendetta nel breve periodo. Sono già estremisti, non credo possano diventarlo più di così.

Questo è chiaramente imho, come la vedo io, non sono un esperto di psicologia.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MaxxLegend - 04 Mag 2011, 01:14
Gli USA non hanno più bisogno del fantoccio Osama (e non Obama come dicono certi) come scusa per far casino in Afghanistan, ora hanno l'obbiettivo dei pozzi di Gheddafi. I produttori di armi sono sempre contenti, Obama ha un ritorno d'immagine e gli USA in crisi tirano un sospiro di sollievo. Per la cronaca Osama non è stato ucciso adesso perché è morto circa 10 anni fa, che ci crediate o meno.. :D

Sveglia..
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MaxxLegend - 04 Mag 2011, 01:19
...
Bah. Non stiamo mica parlando di uno storpio con vari problemi fisici o qualcosa del genere? ...
E invece si. Bin Laden era malato d'insufficienza renale. Ma parlo di 10 anni fa, quando morì. Ovviamente ora l'hanno "ucciso" per farlo sparire dalla circolazione, visto che non gli serviva più la scusa.
Sposteranno le truppe in Libia, sicuro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: The Fool - 04 Mag 2011, 01:23
Le ipotesi di Maxx sono affascinanti, comunque s'è vista una foto verde tipo visore notturno con lui con l'occhio destro bendato sorridente in braccio a un soldato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 04 Mag 2011, 01:25
Già confermato che è fake.

Le foto vere non sono ancora uscite
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: The Fool - 04 Mag 2011, 01:28
Pure quella verde è fake? Vabbe' ma allora ha ragione Maxx :lol:

Perché tutta 'sta manfrina per uno con due proiettili in corpo? Cioè ma l'hanno smembrato? Poi chi non vuole vederla non la vede, non è che deve vederla per forza.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 04 Mag 2011, 01:33
...
Bah. Non stiamo mica parlando di uno storpio con vari problemi fisici o qualcosa del genere? ...
E invece si. Bin Laden era malato d'insufficienza renale. Ma parlo di 10 anni fa, quando morì. Ovviamente ora l'hanno "ucciso" per farlo sparire dalla circolazione, visto che non gli serviva più la scusa.
Sposteranno le truppe in Libia, sicuro.
Bella analisi, non è affatto escluso che l'uccisione di Laden faccia parte di una cosiddetta Exit Strategy, visto che in precedenza l'abbandono dell'Afghanistan era sempre stato subordinato alla "stabilizzazione" della situazione, ora la morte di Bin Laden pone le basi per farlo e riorientarsi.
Intanto Obama si becca 10 punti di gradimento.
Che Osama sia morto molto tempo fa è un ipotesi assolutamente plausibile considerando l'insufficienza renale di cui soffriva, che abbiano tenuto la notizia coperta per poterla utilizzare in maniera opportuna lo è altrettanto, anche se può far pensare a complottismi vari:
http://www.prisonplanet.com/121703binladendead.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 04 Mag 2011, 01:38
Fatemi capire.
Bin Laden è morto da dieci anni, ora il governo USA se ne esce con questa mission impossible, prende x punti percentuali di gradimento in più (in un momento in cui non servono a nulla, le elezioni sono ancora assai lontane), ha la scusa per uscire dall'Afghanistan (non proprio, ma vabbé) e andare in Libia (paese che agli Stati Uniti interessa 0, tra l'altro).

Tutto molto bello, ma è plausibile che in questa situazione non ci sia nemmeno un esponente di al Qaeda che salti su e dica: "eh no, quel sant'uomo di Osama è morto per cause naturali il tal giorno del tal mese del tal anno" facendo crollare la credibilità internazionale degli USA a livelli Italiani?

Ma dai.  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 04 Mag 2011, 02:01
...
Bah. Non stiamo mica parlando di uno storpio con vari problemi fisici o qualcosa del genere? ...
E invece si. Bin Laden era malato d'insufficienza renale. Ma parlo di 10 anni fa, quando morì. Ovviamente ora l'hanno "ucciso" per farlo sparire dalla circolazione, visto che non gli serviva più la scusa.
Sposteranno le truppe in Libia, sicuro.

Era una domanda retorica, non un'affermazione (ok magari scritta da cani, però l'idea era quella e si poteva capire leggendo tutto il post): per dire che sì, era malato e si sapeva, quindi dubito che uno che mi è stato passato come piuttosto cagionevole di salute si metta a fare pernacchia + gesto dell'ombrello a un uomo addestrato che in linea di massima schiaccia noci di cocco col buco del culo e che probabilmente ti sta anche puntando addosso una grossa, grossa arma.
Poi oh, magari era come Ned Flanders:

(http://daily.gay.com/.a/6a01156e9cba4c970c01347fe79961970c-500wi)

Ma mi sa che ormai non lo sapremo più.
Però voi intanto non fermatevi a leggere solo le prime due righe dei post, sennò è inutile.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MaxxLegend - 04 Mag 2011, 02:01
Fatemi capire.
Bin Laden è morto da dieci anni, ora il governo USA se ne esce con questa mission impossible, prende x punti percentuali di gradimento in più (in un momento in cui non servono a nulla, le elezioni sono ancora assai lontane), ha la scusa per uscire dall'Afghanistan (non proprio, ma vabbé) e andare in Libia (paese che agli Stati Uniti interessa 0, tra l'altro).

Tutto molto bello, ma è plausibile che in questa situazione non ci sia nemmeno un esponente di al Qaeda che salti su e dica: "eh no, quel sant'uomo di Osama è morto per cause naturali il tal giorno del tal mese del tal anno" facendo crollare la credibilità internazionale degli USA a livelli Italiani?

Ma dai.  :D
Al Qaeda stessa sosteneva che Bin Laden fosse vivo per motivare i suoi fantocci. Addirittura produceva messaggi audio farlocchi. La Libia agli USA interessa eccome. C'è l'oro nero.
Oro nero che Gheddafi voleva distruggere facendo bombardare i suoi stessi pozzi, ma qualcuno ci ha messo lo zampino e sono ancora belli intatti. Strano eh?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: The Fool - 04 Mag 2011, 02:05
prende x punti percentuali di gradimento in più (in un momento in cui non servono a nulla, le elezioni sono ancora assai lontane)
Vabbe' ma che fanno, li pigliano il giorno prima delle elezioni? :lol:

Tra l'altro se ci fanno vedere una foto di Bin Gaden morto spappolato come facciamo a capire che è dell'altro ieri e non di tot anni fa?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 04 Mag 2011, 02:11
Era una domanda retorica, non un'affermazione (ok magari scritta da cani, però l'idea era quella e si poteva capire leggendo tutto il post): per dire che sì, era malato e si sapeva, quindi dubito che uno che mi è stato passato come piuttosto cagionevole di salute si metta a fare pernacchia + gesto dell'ombrello a un uomo addestrato che in linea di massima schiaccia noci di cocco col buco del culo e che probabilmente ti sta anche puntando addosso una grossa, grossa arma.
Poi oh, magari era come Ned Flanders:

(http://daily.gay.com/.a/6a01156e9cba4c970c01347fe79961970c-500wi)

Ma mi sa che ormai non lo sapremo più.
Però voi intanto non fermatevi a leggere solo le prime due righe dei post, sennò è inutile.

Per puntare una pistola in faccia a qualcuno non è che si debba essere in perfetta forma, e dubito che si sia arrivati ad una situazione ben delineata tipo Seals ad un'estremità di una stanza con armi spianate e Bin Laden dall'altra parte...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 04 Mag 2011, 02:23
Al Qaeda stessa sosteneva che Bin Laden fosse vivo per motivare i suoi fantocci. Addirittura produceva messaggi audio farlocchi. La Libia agli USA interessa eccome. C'è l'oro nero.
Oro nero che Gheddafi voleva distruggere facendo bombardare i suoi stessi pozzi, ma qualcuno ci ha messo lo zampino e sono ancora belli intatti. Strano eh?

La Libia interessa molto poco agli Stati Uniti, e ne è la riprova che di solito a metterci la faccia (dicendo tra l'altro "la Libia ci interessa molto poco") sono Gates e la Clinton invece di Obama... Gheddafi, poi, non è completamente imbecille: far saltare i pozzi equivale a scrivere, firmare e timbrare la propria condanna a morte).

Diciamo pure che al Qaeda abbia mentito su Bin Laden per tutti questi anni per motivare la truppa... e quindi? Questa è gente che si è fatta convincere che farsi saltare in aria per l'Islam è bene, vuoi che non riescano a convincerli che hanno mentito per la causa? Soprattutto se consideriamo che colpo sarebbe per gli Stati Uniti se venissero sbugiardati su una roba del genere (Obama potrebbe ritirarsi a vita privata anche subito, per dire).

Se poi davvero il governo Americano ha fatto un bluff del genere complimentoni vivissimi: è come andare all in alla finale dei mondiali di poker avendo in mano delle carte di Magic.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 04 Mag 2011, 02:40
Per puntare una pistola in faccia a qualcuno non è che si debba essere in perfetta forma, e dubito che si sia arrivati ad una situazione ben delineata tipo Seals ad un'estremità di una stanza con armi spianate e Bin Laden dall'altra parte...

Non sto mettendo in dubbio la cosa. Ragazzi, porca vacca: uno ha detto

Citazione
Non è che magari l'hanno ucciso perché non sono riuscti a prenderlo vivo?

E io in estrema sostanza e con qualche coloritura che mi sembrava abbastanza chiara ho detto

Citazione
Mi pare strano che uno come Bin Laden, non certo famoso per la sua salute, possa anche solo pensare di scappare dai un'incursione a sopresa dei Seal, gente che se lo avesse voluto vivo lo avrebbe preso vivo

È più chiaro?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 04 Mag 2011, 02:58


Se poi davvero il governo Americano ha fatto un bluff del genere complimentoni vivissimi: è come andare all in alla finale dei mondiali di poker avendo in mano delle carte di Magic.
http://www.wnd.com/?pageId=22353
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Simone S. - 04 Mag 2011, 08:00
Mi domando chi prenderà il posto di cattivone dopo Gheddafi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: l'Amico - 04 Mag 2011, 09:45
Mi domando chi prenderà il posto di cattivone dopo Gheddafi.
In America stanno facendo un reality chiamato l'Isola degli Odiosi, per poter scegliere il nuovo supercattivo tra i personaggi internazionali che l'Homer medio odia (parlo di quei ritardati con le bandierine a stelle e strisce che urlavano "IU-UES-EI! IU-UES-EI!" a Ground Zero l'altro ieri) : in finale ci son rimasti un dittatore inventato del Congo che mangia feti vivi e il re degli esquimesi. Berlusconi l'hanno nominato ed eliminato i telespettatori perche' importunava le nipotine degli altri conccorrenti.
Io avevo votato per il Teschio Rosso, non ce l'ha fatta.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 04 Mag 2011, 10:12
Comunque pare che non vivesse nelle caverne e non fosse malato in maniera particolarmente grave. Dieci miti riguardo Bin Laden. (http://www.guardian.co.uk/world/2011/may/03/osama-bin-laden-10-myths-cia-arsenal)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: MaxxLegend - 04 Mag 2011, 10:59
All'epoca dell'attacco al world trade center, Bin Laden aveva ben 2 macchinari per la dialisi in casa sua. Evidentemente ERA grave.

Ricordo che un malato di insufficienza renale può fare una vita normalissima SE però fa la dialisi almeno 2 volte a settimana. Senza farla, hai un'aspettativa di vita di pochissimi mesi.

In quell'articolo minimizzano con "dolori alla schiena". Ridicolo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 04 Mag 2011, 11:06
Al momento, però, abbiamo due fonti: da una parte The Guardian, dall'altra "mi ricordo" di Maxxlegend. Cioè, non ti seccare, ma trova una fonte autorevole che affermi il contrario, altrimenti stiamo qui a dire "eh, secondo me aveva una nerchia di trenta centimetri".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: MrSpritz - 04 Mag 2011, 12:41
Il Guardian è pagato dalle lobby Ferruccio, come sei ingenuo... :no:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 04 Mag 2011, 12:45
Per puntare una pistola in faccia a qualcuno non è che si debba essere in perfetta forma, e dubito che si sia arrivati ad una situazione ben delineata tipo Seals ad un'estremità di una stanza con armi spianate e Bin Laden dall'altra parte...

Non sto mettendo in dubbio la cosa. Ragazzi, porca vacca: uno ha detto

Citazione
Non è che magari l'hanno ucciso perché non sono riuscti a prenderlo vivo?

E io in estrema sostanza e con qualche coloritura che mi sembrava abbastanza chiara ho detto

Citazione
Mi pare strano che uno come Bin Laden, non certo famoso per la sua salute, possa anche solo pensare di scappare dai un'incursione a sopresa dei Seal, gente che se lo avesse voluto vivo lo avrebbe preso vivo

È più chiaro?

Eh, appunto. Quello che dicevo io è che, secondo me, non è poi tanto facile prendere vivo uno che molto probabilmente preferisce essere preso morto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: dave182 - 04 Mag 2011, 12:57
Scusate, ma se vogliamo parlare di complottisti non posso non citare questo

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/

Qui Ferruccio ne hai da vendere :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Drone_451 - 04 Mag 2011, 13:11
All'epoca dell'attacco al world trade center, Bin Laden aveva ben 2 macchinari per la dialisi in casa sua. Evidentemente ERA grave.

Ricordo che un malato di insufficienza renale può fare una vita normalissima SE però fa la dialisi almeno 2 volte a settimana. Senza farla, hai un'aspettativa di vita di pochissimi mesi.

In quell'articolo minimizzano con "dolori alla schiena". Ridicolo.

Le voci sono discordanti. Alcune dicono che non era proprio "malato" ma trascinava una intossicazione,
specificatamente problemi renali, provocata dal tentativo di avvelenamento avvenuto alle fine degli anni '90
da parte di un agente degli emirati pagato dalla cia.

http://www.historycommons.org/entity.jsp?entity=siddiq_ahmed_1
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Gatsu - 04 Mag 2011, 13:14
Mi domando chi prenderà il posto di cattivone dopo Gheddafi.

Speriamo Berlusconi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Drone_451 - 04 Mag 2011, 13:17
Se vabbè, il leader del partito dell'amore, e poi non c'ha ne barba ne baffi, i cattivi
c'hanno sempre la barba o i baffi

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=8691&ID_sezione=&sezione=

Bell'articolo. Ma chiedere agli italiani di fidarsi è come
prendere a calci un cane e poi pretendere che rimanga immobile
ogni volta che alzo il piede.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 04 Mag 2011, 15:43
Al momento, però, abbiamo due fonti: da una parte The Guardian, dall'altra "mi ricordo" di Maxxlegend. Cioè, non ti seccare, ma trova una fonte autorevole che affermi il contrario, altrimenti stiamo qui a dire "eh, secondo me aveva una nerchia di trenta centimetri".
Veramente se torniamo indietro nel tempo di fonti ne abbiamo parecchie, a parte i report di medici che direttamente abbiano avuto a che fare con lui (si tratta solo di farsi un noioso lavoro di spulciamento della letteratura disponibile), ci sono anche interviste dirette e testimonianze oculari di giornalisti, come nel caso del Frontline television show del 2005 intitolato "Meeting Osama Bin Laden" della PBS.
Poi se vogliamo crederci ci sono anche dei report della CIA che parlano di insufficienza renale cronica, così come dichiarazioni del presidente del Pakistan risalenti al 2002 circa la necessità per Bin Laden di sottoporsi a dialisi.
Ora, come spesso accade, le dichiarazioni CIA sono contraddittorie e confuse come da copione, mentre quelle di medici e presidenti del pakistan non avrebbero motivo di esserlo, l'idea è che un supernemico del popolo libero mondiale che muoia di insufficienza renale non è una vittoria, ma solo un accidente, mentre farlo fuori in casa sua grazie ad una azione dei Seal è una gran figata, soprattutto se puoi decidere quando farlo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 04 Mag 2011, 15:56
Sì, ma "sarebbe conveniente per l'America" non è una prova. Se hai notizie contraddittorie (Bin Laden malatissimo/non così malato), non puoi scegliere cosa è la verità secondo il criterio "cos'è che sarebbe più conveniente per i diabolici americani?"

Poi se vogliamo crederci ci sono anche dei report della CIA che parlano di insufficienza renale cronica, così come dichiarazioni del presidente del Pakistan risalenti al 2002 circa la necessità per Bin Laden di sottoporsi a dialisi.
Ora, come spesso accade, le dichiarazioni CIA sono contraddittorie e confuse come da copione, mentre quelle di medici e presidenti del pakistan non avrebbero motivo di esserlo, l'idea è che un supernemico del popolo libero mondiale che muoia di insufficienza renale non è una vittoria, ma solo un accidente, mentre farlo fuori in casa sua grazie ad una azione dei Seal è una gran figata, soprattutto se puoi decidere quando farlo.

Parli di quel Pakistan che fa il doppio gioco appoggiando sia americani si Al Quaeda. Quelli che hanno nascosto finora Bin Laden perché così gli americani avrebbero pompato milioni di dollari in intelligence? (vedi intervista con Lawrence Wright (http://www.npr.org/templates/rundowns/rundown.php?prgId=13&prgDate=05-02-2011))

Ma anche se fosse conveniente per l'America... e quindi? E' stato conveniente anche che Hitler si sia sparato da solo invece di raccogliere i fedelissimi e continuare a rompere la minchia. Eppure, sì, Hitler si è suicidato. E in quel caso non ci sono neanche foto. Quindi secondo questa logica Hitler non si è ucciso. Troppo conveniente per gli alleati.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: The Fool - 04 Mag 2011, 16:00
Fantocci USA e getta :lol:

Foto nuove?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 04 Mag 2011, 16:49
Sì, ma "sarebbe conveniente per l'America" non è una prova. Se hai notizie contraddittorie (Bin Laden malatissimo/non così malato), non puoi scegliere cosa è la verità secondo il criterio "cos'è che sarebbe più conveniente per i diabolici americani?"
"L'idea è che" non è la verità, hai chiesto ulteriori fonti ed io ne ho proposte alcune, poi ognuno sceglie a chi credere.
Ci sono anche video interviste che mostrano Bin Laden sofferente di evidenti segni di anemia(uno dei sintomi dell'insufficienza renale cronica), così come altri in cui magicamente sembri riacquistare la salute, quello che voglio dire è che i dati per ragionare ci sono, e valutare cosa sia la verità in base alla convenienza di una delle parti non è tanto peregrino, visto che è uno dei capisaldi dell'analisi delle informazioni.
Più indietro ho postato una dichiarazione della Albright su cosa sarebbe conveniente, ma ce ne sono anche altre di funzionari FBI.
La teoria della exit strategy è sposata anche dal Generale Carlo Jean, non proprio l'ultimo arrivato in fatto di geopolitica.
Ovviamente poi ognuno si sceglie la propria verità...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 04 Mag 2011, 16:54
per ora abbiamo questa Fool; stavolta francamente mi sembra proprio difficile da smentire

(http://images3.cliqueclack.com/tv/files/2010/10/south-park-bin-laden.png)

I problemi di salute di Osama sono cosa nota alle fonti del Pentagono già prima dalla guerra in Afghanistan, e già allora autorevoli fonti del Pentagono parlavano di prospettive di vita non superiore ai 10/12 mesi (dovrei andare a reimmergermi nella mole di letteratura cui si riferiva Xibal)

probabilmente 2 premier pakistani consecutivi (quello attuale e la precedente) qualcosa più di Maxxlegend valranno

http://italian.irib.ir/notizie/politica/item/91767-bin-laden-%C3%A8-morto-ma-era-il-2007-laveva-detto-bhutto-prima-di-essere-uccisa-video

Non che però bastino ancora a controbattere l'autorevole attendibilità di Ferruccio+Spritz invece, mai osato dire ciò
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 04 Mag 2011, 17:01
Ho citato il Guardian e l'intervista a Wright.

Dei pakistani mi fido solo per comprare il fumo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 04 Mag 2011, 17:24
Io continuo a dire che un bluff su questa faccenda, specialmente in questo momento, porta troppo pochi vantaggi agli Stati Uniti rispetto alle enormi ricadute in termini di immagini e credibilità che subirebbero se venissero scoperti.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Level MD - 04 Mag 2011, 17:57
 :o

http://www.youtube.com/watch?v=4hk37gNIpY4
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 04 Mag 2011, 18:21
Ok, dai, stiamo dando di testa con teorie e controteorie. Aspettiamo che le cose si chiariscano, visto che leggevo il corriere che diceva che Osama pur essendo disarmato avrebbe opposto resistenza. Come mi sfugge, e guardacaso una delle figlie dice che è stato preso vivo e poi ucciso. Oramai sta venendo fuori tutto e il contrario di tutto.
Meglio postare qualcosa di più concreto:

http://www.foreignpolicy.com/articles/2011/05/03/killer_seals?page=0,0
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 04 Mag 2011, 18:28
Mi lascia solo un po' perplesso il fatto che la gente voglia vedere le foto col gervello sbabbolato.
Ivan dovrà bannare mezza umanità, come fece con Giobbi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 04 Mag 2011, 18:35
Ho citato il Guardian e l'intervista a Wright.

Dei pakistani mi fido solo per comprare il fumo.

Infatti all'inizio il post prevedeva lo sberleffo Spritz+Ferruccio+Guardian, poi ho pensato "perchè esser onesti con chi fa il disonesto?". Che quanto dica Maxx abbia e ha sempre avuto fonti pertinentissime e ufficiali (cheppoi la derivazione da quella marmassa di interessi e finanziamenti che è l'ossatura dell'editoria e dei media occidentali è un prerequisito tutto vostro; la cosa non smette per questo di conferire autorevolezza e credibilità, ma probabilmente è stata una delle battaglie più interessanti e legittime fra le 2/3 che salverei di 10 anni di grillismo) lo dovresti sapere o mi sa lo sai e fai finta di saperlo, se son passati 9 anni e ancora non ne eri al corrente ecco, un pò di sicumerica e irrisoria spocchia io me la leverei di dosso, e comunque te lo dissi già negli accesi scambi di opinioni in facebook di 2 giorni fa, scrissi che il Pentagono aveva riferito di questo grave stato cilinico, quasi terminale, di Bin Laden e tutti i mainstream network americani lo riportarono, la cosa fu proferita in Italia dai consoni analisti geopolitici sempre nel 2002, di solito sempre guerrafondai e atlantisti, che sono ovunque quando l'Occidente prepara qualche intervento bellico (non sarà Luttwak, ma diciamo gente come Margelletti) in programmi di Vespa o l'8 e mezzo di Ferrara. Non certo il contenitore anti-sistema e filo-cospirazionista per eccellenza, anzi. ma probabilmente di me non ti fidi e mi fai un tipo con le occhiaie tossiche la maglietta "I want to believe", non mi son lanciato a ricercare le fonti ma spero che Xibal abbia soddisfatto la tua urgenza di fonte occidentale.

Belle peraltro le considerazioni pakistane, sanno un pò di bovaro leghista ubriaco che parla di Napoli, ma sorvoliamo, gli americani devono essere davvero dei deficienti se da 10 anni si affidano a un asset fondamentale nella 'lotta al terrorismo' come il Pakistan e i suoi principali interlocutori politici che, per quanto forzato complicato e 'nolente', non ha mai determinato una incrinatura profonda e radicale nella strategia complessiva, almeno mi risulta. Tu continuaci a comprare solo fumo, ti piaccia o no le considerazioni, poi da analizzare e verificare - esattamente come le veline strombazzanti di Obama - di una Bhutto, una che ha studiato ad Harvard e Oxford (probabilmente si pagava gli studi spacciando) hanno più considerazione e autorità del miglior giornalista di sempre del Guardian, figuriamoci di me te e spritz.

Che poi che significa, quante bugie, fandonie e omissioni Cossiga ha raccontato giocando al gatto e al topo per una vita con i propri interlocutori giornalisti sulle verità irrisolte del paese e sistema Italia? (e pensa te se al colle ci finisce Berlusconi). Questo non lo regredisce a 'cazzaro' generale (anzi, io che lo odio e lo odierò sempre, ho sempre ritenuto 'interessante' quasi ogni sua dichiarazione, specie nell'esercizio del leggervi ' fra le righe'), figurarsi se la cosa si potesse mai allargare a tutto il premierato italiano precedente e successivo. (per non parlare del popolo, ma vabbè..). Ma con quale autorità? Ma come ti permetti? Queste sono le tue considerazioni? Bah triplice carpiato! Avrei altro da dire sul The Guardian in sè, e la presunta 'attendibilità assodata' anche della 'fonte occidentale' ma magari rimando.

Io come ti ho già scritto ho amplissimi margini di dubbio generalizzato non per fissazioni pregresse, ma per la vergognosa gestione postuma di tutto il casus post 11 settembre e della 'enduring freedom' basata sul niente o quasi. Condoleeza Tony George e Colin se la son giocata, e hanno perso ogni credibilità con le (non) armi in Iraq (sulle quali ero già diffidentissimo per pregresse gestioni, e infatti...) con dichiarazioni altisonanti come quelle di questi giorni, ma il gioco infatti vale la candela, di solito si ottiene lo scenario geopolitico che ci si prefissava al costo irrisorio del salto della testa di pochi puppets del Sistema (vedi Colin Powell), ma per me ora hanno su di me credibilità 1%, figurarsi per quali motivi dovrei aggrapparmi alle certezze di libertà centellinate da Barack, Hilary e Panetta (che si posano infatti sul medesimo establishment). Naturalmente io, che penso Osama sia morto da anni e di certo non a seguito di una operazione militare 'vendibile' all'elettore americano medio (magari con il solito pacchianissimo e tronfio filtro hollywoodiano del Tom Hanks di turno), appoggio le analisi funzionali a una 'Exit Strategy' di cui si legge in giro e si leggerà assai. Al netto degli evidentissimi margini di guadagno elettorale già conquistati dal decadente Obama (e si è già fatto mezza campagna elettorale così).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 04 Mag 2011, 19:14
Comunque non mi era ancora capitato di essere associato a filo-atlantici e guerrafondai. Come se non credere ai gomblotti degli illuminati volesse dire appoggiare la guerra in Iraq o Afghanistan. Mah.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 04 Mag 2011, 19:29
Cioè, come prova del complotto USA portate "il Pentagono ha detto"?
Di chi mi devo fidare, del Pentagono che ha detto che Bin Laden era malato o del Pentagono che mi dice che è stato ucciso dai Seals?

E nemmeno mi soffermo sul fatto che "malato" è un po' diverso da "morto".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 04 Mag 2011, 20:05
Io dico che moltissime fonti autorevoli (visto che se vi riporto qualcosa da www.destroysion.ir inarcate il ciglio... e infatti lo faccio anch'io) e anche di Stato lo riportavano assai malato e con pochi mesi di vita fin dal 2001. Morto non vuol dire gravemente malato, ma se per voi gravemente malato non va in contradizione con un Osama ricercato da mezzo mondo e costretto a nascondersi che 8 anni dopo (ma contiamo che le diagnosi non le ha fatte il Dr. House, diciamo pure 4) dal pluri-diagnosticato punto di non ritorno si fa scudo di giovani donne e contrasta disarmato (la perla di oggi) una truppa dei Navy Seals al punto da costringerli a ucciderlo (e sparirà in 24 ore..) ma contenti voi, invidio non certo voi, ma il vostro fegato che immagino godrà di ottima salute. Io ho legittimi dubbi e nessuna certezza universale; che non avete neanche voi sia chiaro, però beati voi, così impermeabili (e sbefferlanti aggiungerei) all'orwellume che non tanto - per voi - in queste ore, ma già in molte altre situazioni vi han sventagliato in faccia da anni.

ferruccio guerrafondaio e atlantista l'ho detto solo riferito ai Luttwak, e al Margelletti di turno che confermò a suo tempo queste agenzie stampa americane, non ho detto quello che vuoi far passare. Cioè ho scritto varie cose, chiaro che nel gioco dei sillogismi puoi farci entrare pure questo assioma se ti senti giustamente chiamato in casa, ma è forzato. Certo mi meraviglio di come gli stessi organi mediatici che ci han propinato false dichiarazioni che hanno avallato guerre di aggressione e 'imperialiste' nel senso più tecnico del termine in questo decennio (la guerra in Iraq per far cadere il regime di Saddam che ti/ci/vi han venduto come fabbricazione - poi rivelatasi NULLA - di armi di distruzione di massa finalizzate av scopi terroristici) godano ancora di abboccante fiducia illimitata e inscalfita presso certe platee che definirei ancora 'illuminate'. Ecco quello sì, ma senza ulteriori polemiche che poi sfociano sul personale. Sono gli stessi organi (Hilary vale meno di Condoleeza? Obama meno di Blair?), e io mi permetto di nutrire dubbi (che proprio nel momento in cui ancora scrivo sono legittimi proprio da un punto di vista oggettivo. E di questo infatti mi faccio beffe. Vedremo in seguito...) devo esser irriso e sminuito come Gomblottista? Stiamo parlando di una amministrazione a picco nei sondaggi che aveva fatto della (apparente e superficiale in verità, lo sappiamo tutti) differenza con l'amministrazione repubblicana precedente il suo punto di forza, che sta subendo le inevitabili pressioni politiche da un Nobel per la pace che inevitabilmente pesa come un macigno su ogni azione interventista futura, e alle prese con un pantano iraqueno gestito malissimo e figlio di evidenti e gravi errori di valutazione, da cui prima o poi una "Exit Strategy" sarebbe stata richiesta comunque, anche dagli stessi repubblicani.

Non si vien taciuti di Gomblottismo se non ci si beve ricostruzioni record dell'Aquila e miracolose risoluzioni della munnezza napoletana, ma qua pare che il gioco tanto sia ridotto a chi da del 'berlusconiano' all'altro prima. (un post di gunny precedente che non ricordo alludeva alle tecniche comunicative berlusconiane e quelle cospirative, anche se di solito nel 90% dei contesti le posizioni sono totalmente contrapposte. Come vedi anche io, nel mio sentirmi chiamato in causa, mi sento "cornuto e mazziato"). Se non mi bevo nulla di queste 48 ore ripeto: parto da una analisi pregressa e personale del decennio, non dall'odio e sberleffo anti-yankee di default. Voi vedeteci un pò quel che volete.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 04 Mag 2011, 20:14
Non è il suo miglior articolo (lo trovo ottimo naturalmente) ma ho sempre nutrito grandissima stima verso il professor Franco Cardini. (una delle migliori personalità della cultura di Destra italiana, probabilmente la più autorevole, infatti non ha niente a che vedere con imbecilli come Veneziani, Sallusti, le "Svolte Epocali" del massone Frattini e il tarlo del 'complottismo' di quel rimbambito di Calabresi della Stampa)

Non era solo il Nemico


È presto, per qualunque commento serio. Prima una foto evidentemente taroccata; poi le notizie confuse su un corpo gettato a mare, un rito “musulmano” inesistente; quindi l’informazione sulla “prova certa” attraverso prelievo del dna; quindi le giustificazioni, spesso excusationes non petitae, sulle ragioni che hanno consigliato la così veloce per non dir precipitosa distruzione di un corpo ch’era pur sempre – ed è il caso di dirlo – un “corpo di reato”.
Infine lo scatenarsi della ridda delle controinformazioni, delle pseudoinformazioni, delle costruzioni dietrologiche, su un’America che gioisce “come sollevata da un incubo” o perché finalmente “giustizia è fatta”.
Chi muore tace, ma non è detto: sovente i morti sono molto loquaci, specie quelli la prova fisica del trapasso dei quali è labile o mancante.
E, se vengono ammazzati in fretta e furia (per quanto in ritardo di una decina d’anni e forse più), è fatale domandarsi se per caso qualcuno non ha pensato ch’era meglio tappar loro la bocca per sempre, in modo da impedir loro di rivelar cosucce imbarazzanti su tempi lontani.
Tempi in cui, ad esempio, gli Stati Uniti esportavano dall’Arabia Saudita e dallo Yemen i fieri guerrieri del jihad islamico per spedirli in Afghanistan a far la guerra santa contro i senzadio sovietici: e a bruciare i tempi, per impedire che la liberazione da quei satanassi avvenisse grazie agli altri guerrieri di Dio, quelli sciiti provenienti dall’Iran. Perché Osama bin Laden non era solo il Nemico Numero Uno, lo Sceicco del Terrore. Era molto peggio: era un ex amico, un ex confidente, la pecora nera (ma da quando? E fino a che punto) di un’opulenta dinastia di faccendieri e di armeggioni che, quanto a complicità con l’Occidente, la sapeva più lunga di molti altri.
Chi muore tace, per fortuna: ma non è detto che chi vive si dia davvero pace. E se anche una piccola parte della leggenda accumulata riguardo allo sceicco fosse vera, se il suo oscuro potere continuasse a proiettarsi dopo la morte su amici e nemici, se quell’uccisione pur lungamente attesa e annunziata innescasse davvero, di nuovo, i tempi del Grande Terrore, quelli delle Twin Towers, di Atocha, di Londra? No, chi vive non si è dato pace. Non in America, ad esempio. Dove i media e gli eleganti commentatori di regime ci hanno informato della gioia non solo del presidente Obama, bensì anche dei pompieri di Manhattan e delle casalinghe del Bronx: ma ci hanno accuratamente taciuto il resto. L’immenso contenzioso accumulatosi frattanto sui tavoli dei giudici e sulle scrivanie delle compagnie di assicurazione a proposito delle lunghe tragiche storie del post-Undicisettembre. Storie d’indagini mai portate a termine, di “responsabili” scovati e processati ma poi ricaduti nel nulla, di terroristi dalla dubbia duplice o triplice identità, di prove affossate, di testimonianze date e quindi negate, di risarcimenti promessi solo a chi s’impegnava a non far più troppe domande, di parenti delle vittime incavolati come ricci.
Né si è dato pace il popolo di Guantanamo. Quelli che stanno in quelle gabbie extraterritoriali – in modo da far funzionare ipocritamente il principio che nessuno si detiene senza processo, sì… ma solo sul suolo degli States, mentre fuori si può –, senza diritti, senza notizie delle famiglie lontane, senza sapere di che cosa li si accusa, senza conoscere il loro domani, in un oggi miserabile da belve incatenate che dura ormai da troppi anni.
Diciamo la verità: se Guantanamo fosse nelle mani di un tiranno caraibico o centroafricano, sarebbe una cosa orrida, ma in fondo ce ne faremmo una ragione: si sa come funzionano le tirannie, è il loro mestiere, è la loro dannata condizione di esistere. Ma no: quell’immondo e inverecondo carnaio umano viene da anni mantenuto contro ogni legge interna agli Usa e internazionale dalla prima democrazia del mondo, sotto gli occhi della società civile del libero Occidente. E nessuno che riesca a fiatare, nessuno che urli il suo orrore, la sua condanna, il suo disperato bastaaaaaaaa! E la storia, che si credeva finita, continua.
Anzi, è solo agli inizi. Ieri ci ricattavano con lo spettro di Osama, da domani con quello dei suoi vendicatori. Continueranno a tenerci sulla corda, a negarci informazioni su quel che vorremmo sapere e avremmo il diritto di conoscere e a riempirci di tristi favole. Il 29 aprile, abbiamo assistito al matrimonio londinese del principe Azzurro con la Fatina; qualche giorno dopo, alla morte dell’Orco Cattivo; che cos’ha in serbo per noi, domani, il Cantastorie Democratico? La vendetta dei Folletti del Bosco o la Fuga dei Sette Nani? Un altro gorgheggio del Re Nero che sta nella Casa Bianca o un altro Castello in Aria che esplode? Venghino venghino, al grande spaccio mediatico del Paese dei Balocchi, dove beve bene chi le beve tutte...


Franco Cardini
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: The Fool - 04 Mag 2011, 20:52
Io continuo a dire che un bluff su questa faccenda, specialmente in questo momento, porta troppo pochi vantaggi agli Stati Uniti rispetto alle enormi ricadute in termini di immagini e credibilità che subirebbero se venissero scoperti.
Scusa a me non piace il gomploddismo sbindo a tutti i costi tantomeno la carta stagnola in testa, ma non ho capito come fanno a essere scoperti se i complottisti sostengono che Bin Laden è morto tempo fa, Bush lo copriva ecc ecc. Il timing dell'annuncio ci può stare, è chiaro che se l'avessero annunciato poco tempo prima delle elezioni avrebbero destato ancora più sospetti. Dire che è troppo presto per giocarsi i punti significa pensare che gli americani siano tutti affetti da morbo di Alzheimer o qualcosa del genere.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: bubbo - 04 Mag 2011, 21:01
:o

http://www.youtube.com/watch?v=4hk37gNIpY4

Va beh ma il Pakistan era la sede di Bin Laden su cui tutti avrebbero scommesso, non è stata una sorpresa!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: The Fool - 04 Mag 2011, 21:04
"Bin Laden, Obama sceglie di non mostrare le foto". E' ufficiale? E' definitivo? Non le vedremo mai? LOLZ dai, con tutta l'antipatia che uno può avere per i complottisti, 'sta cosa puzza proprio 'na cifra. :lol:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Level MD - 04 Mag 2011, 21:16
Va beh ma il Pakistan era la sede di Bin Laden su cui tutti avrebbero scommesso, non è stata una sorpresa!
per me si  :yes:
io ero convinto fosse in USA  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 04 Mag 2011, 23:09
BIN LADEN: CASA BIANCA, FOTO RISCHIO SICUREZZA NAZIONALE (ANSA) - NEW YORK, 4 MAG - La Casa Bianca teme che l'eventuale pubblicazione delle foto di Bin Laden morto porti alcuni ad utilizzarle «come strumento di propaganda». «Non vi sono dubbi sul fatto che abbiamo ucciso Bin Laden - ha detto il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney -. Ma (la pubblicazione) è un rischio per la sicurezza nazionale». (ANSA). CLE 04-MAG-11 20:37

BIN LADEN: OBAMA, SICURI AL 95% DOPO POCHI MOMENTI (ANSA) - NEW YORK, 4 MAG - Poco dopo l'uccisione di Osama bin Laden eravamo sicuri al 95% che si trattava proprio di lui, prima dell'esame del Dna. Lo ha detto il presidente Usa Barack Obama alla Cbs. Lo ha indicato il portavoce Jay Carney. Secondo Carney, Obama ha spiegato che dopo avere visto le foto di Osama morto, «non ci sono stati dubbi sul fatto che avevamo appena ucciso Osama bin Laden», e che sono stati realizzati anche esami antropometrici a caldo per essere sicuri che fosse proprio lui. Quindi gli esami del Dna hanno confermato, virtualmente al 100%, che si trattava proprio del ricercato numero uno. (ANSA). RL 04-MAG-11 20:38

BIN LADEN: CASA BIANCA "FORSE TRANSCRIPT SU FUNERALE OSAMA" (ANSA) - NEW YORK, 4 MAG - La Casa Bianca potrebbe «forse» rendere nota una sorta di testimonianza scritta sul funerale di Osama Bin Laden svoltosi sul ponte della portaerei Carl Vinson. Lo ha precisato il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney, ribadendo che - come per le foto - anche per il video dei funerali di Bin Laden è stata presa la decisione di non pubblicarlo. «Gli Stati Uniti hanno preso misure straordinarie per mostrare rispetto» nei confronti di Bin Laden, e ha definito la cerimonia islamica della sepoltura «rispettosa e appropriata». (ANSA) CLE 04-MAG-11 21:13

Che Meraviglia!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Drone_451 - 04 Mag 2011, 23:17
"Bin Laden, Obama sceglie di non mostrare le foto". E' ufficiale? E' definitivo? Non le vedremo mai? LOLZ dai, con tutta l'antipatia che uno può avere per i complottisti, 'sta cosa puzza proprio 'na cifra. :lol:

cartastagnolaintesta.mode=on

Chissà perchè tutto 'sto rispetto, Saddam l'hanno preso a calci in culo in mondovisione prima di impiccarlo.

Magari per non urtare la sensibilità degli emirati arabi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: The Fool - 04 Mag 2011, 23:19
Cioè non erano sicuri al 100% manco loro di aver ucciso Bin Laden dopo avergli bucato il cranio? Ma come funzionano questi?

Che meraviglia davero, prevedo una serie di teorie complottistiche inferiore per quantità e strampalaggine soltanto a quella nata dopo gli attentati dell'11 settembre.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: fulgenzio - 04 Mag 2011, 23:21
virtualmente al 100%


:whistle:



Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 00:24
"Bin Laden, Obama sceglie di non mostrare le foto". E' ufficiale? E' definitivo? Non le vedremo mai? LOLZ dai, con tutta l'antipatia che uno può avere per i complottisti, 'sta cosa puzza proprio 'na cifra. :lol:

Secondo me è la prova che è tutto vero, invece. Fosse stata una messinscena a questo punto avremmo le foto del cadavere, il filmato dell'assalto, il filmato di Bin Laden che si difende facendosi scudo di un bambino Pakistano terrorizzato e così via...

Insomma: mai attribuire alla malizia quello che si può spiegare con l'incompetenza.  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Andrea Rivuz - 05 Mag 2011, 00:33
virtualmente al 100%


:whistle:

:D
Bhè l'esame del DNA non è mai sicuro al 100% in teoria. Hanno ucciso un clone!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 05 Mag 2011, 00:38
Lol... Ma fanno bene a non diffondere la foto. Del resto gli stagnolati sono ancora lì a dire che le foto dello sbarco sulla luna sono false... Con Bin Laden headshottato ci sarebbero andati a nozze.

GOMBLOTTO!!!1!1
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: The Fool - 05 Mag 2011, 00:55
Fosse stata una messinscena a questo punto avremmo le foto del cadavere, il filmato dell'assalto, il filmato di Bin Laden che si difende facendosi scudo di un bambino Pakistano terrorizzato e così via...
Tutto finto? Con gli attori? O al computer? E nessuno se ne sarebbe accorto? Vabbe' che siamo fessi, ma insomma... :lol:

Credo che pubblicare roba finta sia più rischioso che non pubblicare niente. Se non pubblichi niente desti sospetti ma uno non può avere la certezza, ma se pubblichi roba finta e ti sfugge un dettaglio, anche minimo e vieni scoperto, sei fregato, poi scoppia un casino sul serio. Ripeto che non amo il complottismo eh, si fa per parlare, ma questa roba puzza come lammerda lontano un miglio.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 01:16
Tutto finto? Con gli attori? O al computer? E nessuno se ne sarebbe accorto? Vabbe' che siamo fessi, ma insomma... :lol:

Avendo a disposizione solo qualche foto di un cadavere con il volto mezzo distrutto dai proiettili io non credo che riuscirei a capire la differenza.

Poi, davvero, come si fa a pensare che il super piano complottistico degli Americani fosse "facciamo finta di ammazzare Bin Laden ma non diamo nessuna prova a nessuno sperando che ci credano sulla parola"? Una cosa del genere me la potrei aspettare dal governo Italiano, al massimo.  :D

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: l'Amico - 05 Mag 2011, 01:59
Ma perche', che prove hanno dato?
Comunque io resto convinto che Bin Laden non e' mai esistito. E' che gli USA abbisognano di un Supercattivo che vada a sostituire il vecchio, l'hanno sempre fatto, e un arabo brutto e cattivo che mette bombe a casaccio nel mondo libero (lol) ci cascava a pennello. E' un fantasma, non si sa dov'e', che fa', perche' lo fa' ("USA = SATANA!!!", AHAHAHAAHHAAHAHAH!), e' il cattivo perfetto, e' il Babau, e' Kaiser Soze.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 02:50
Appunto, non hanno dato nessuna prova: e se avessero davvero organizzato tutto a tavolino immagino che qualcosa se lo sarebbero preparato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 05 Mag 2011, 08:38
Quindi ovunque han dato prove, secondo questo ragionamento, erano fesserie?

Mmmm.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: l'Amico - 05 Mag 2011, 09:30
Ma dai, ci stiamo solo arrovellando il cervello, tanto non lo sapremo mai, e pur sapendolo, non ci cambierebbe un cazzo. Se nessuna tv/giornale del mondo avesse dato 'sta notizia, cosa sarebbe cambiato nelle vostre vite? Senza che per lo sforzo vi venga l'ulcera rispondero' io per voi : niente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 05 Mag 2011, 10:16
Di una cosa sono sicuro: gli americani fanno di tutto per alimentare complotti. Lo hanno fatto con i fatti dell'11 settembre e lo stanno facendo ora. Dicevamo: perchè lo hanno ammazzato buttando il cadavere in mare? Perchè ha apposto resistenza (la figlia nega) oppure perchè è un atto di guerra e non stai troppo a pensare se sparare o meno. Ok, ma se è un atto di guerra, come diceva un reporter ieri in radio, gli USA hanno violato un bel po' di cose, tra le quali la sovranità del Pakistan (cioè gli usa fanno azione militare in pakistan uccidendo e prelevando bin laden SENZA avvisare il Pakistan). Perchè lo hanno gettato in mare? Non volevano che si creasse un luogo di culto per i terroristi. Bene, il luogo di culto sta diventando la casa dove risiedeva quindi possiamo dire EPIC FAIL degli USA? Diciamolo. E non parliamo poi di tutte le conseguenze che questo atto barbaro porterà con se. Come giustamente qualcuno ha già detto, NOI occidentali dovremmo essere superiori ed agire da occidentali catturando e dando un giusto processo anche ad un criminale. Invece ci intrufoliamo in uno stato sovrano e facciamo i cazzi nostri senza dare spiegazioni, uccidendo e gettando in mare il criminale. Come pensate che reagiranno i mussulmani a questa violazione?  Io non mi stupirei affatto se, invece di dare un duro colpo ai terroristi, questa operazione ci si ritorcesse contro andando a compattare ed ingrassare le fila di mussulmani integralisti che odiano l'occidente. Questo, secondo la reporter sentita in radio, sta già avvenendo perchè la gente in pakistan (presumibilmente anche altrove) si chiede perchè gli usa hanno agito in questo modo e si sta incazzando.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 11:15
Guardate che il Pakistan è uno degli stati più doppiogiochisti che ci siano, nonché uno dei più grandi ostacoli a una pacificazione dell'Afghanistan, visto che coi talebani hanno un rapporto molto ambivalente.

Poi, vabbè, il commando aunagana che arriva e spara è criticabile perché è la tipica cosa che si può accettare solo se si accetta la dottrina bushista della guerra permanente e generalizzata. Ma onestamente un Bin Laden vivo avrebbe provocato il rapimento a fine di riscatto di tanti di quegli innocenti che per quanto mi riguarda il colpo alla testa è stata la soluzione più giusta. Mussolini meritava un giusto processo?

Riguardo l'evitare la trasformazione in luoghi di culto: si fa quel che si può. Se ci sono cretini che vanno a idolatrare una villa che ci vo' fa?

Poi sul fatto che "questo ingrosserà le fila degli integralisti". Mmm... ok. Ma a questo punto cosa è che non ingrossa le file degli integralisti? C'è UNA cosa che uno stato occidentale possa fare che abbia un qualche legame con medio oriente o islam che non porti a ingrossare le fila di integralisti? A me pare che se ci sono cose fatte a favore di islam/musulmani/medio oriente non si avverte alcuna conseguenza. Poi un giornale pubblica tre vignette e la gente si fa esplodere. Rendiamoci conto che a pensare così non andiamo lontano.

PS: Ritornando al gomblotto: ma secondo voi perché, in tutto questo, Al Quaeda dovrebbe avere interesse a supportare la versione americana? Cioè, perché non li sputtanano? O anche Al Quaeda non esiste/è morta/è in dialisi?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 11:31
Quindi ovunque han dato prove, secondo questo ragionamento, erano fesserie?

Mmmm.

Miglior messaggio del thread a mani basse.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 05 Mag 2011, 11:42
@Ferruccio: secondo te i mussulmani si indignano di più se Bin Laden viene catturato e processato o se fatto fuori anche se disarmato (perchè, che lo si voglia o no, è questa la versione che ascolteranno) davanti a moglie e figlia ancora bambina e poi gettato in mare (sentivo che è visto come un atto gravissimo perchè si getta in mare solo chi muore effettivamente su una nave), con un atto del tutto irrispettoso della sovranità di una nazione? Dimmi tu. Nel primo caso gli USA avrebbero agito non avendo nulla da farsi rimproverare davanti al resto del mondo, nel secondo caso si sono attirati le ire anche di gente lontana dagli integralisti che adesso hanno magari trovato un motivo per odiare l'occidente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: dave182 - 05 Mag 2011, 11:44
[...] e' il cattivo perfetto, e' il Babau, e' Kaiser Soze.

"La beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto è stato convincere il mondo che lui non esiste, e come niente... sparisce."
Roger "Verbal" Kint
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Gatsu - 05 Mag 2011, 11:47
Si ok, era un terrorista comunque, non un tizio innocente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 12:06
@Ferruccio: secondo te i mussulmani si indignano di più se Bin Laden viene catturato e processato o se fatto fuori anche se disarmato (perchè, che lo si voglia o no, è questa la versione che ascolteranno) davanti a moglie e figlia ancora bambina e poi gettato in mare (sentivo che è visto come un atto gravissimo perchè si getta in mare solo chi muore effettivamente su una nave), con un atto del tutto irrispettoso della sovranità di una nazione? Dimmi tu. Nel primo caso gli USA avrebbero agito non avendo nulla da farsi rimproverare davanti al resto del mondo, nel secondo caso si sono attirati le ire anche di gente lontana dagli integralisti che adesso hanno magari trovato un motivo per odiare l'occidente.

Onestamente? Non saprei.

Osama col tutone arancione da prigioniero dici che non provocherebbe nulla? E non ci sarebbero rapimenti con richieste di riscatto e decapitazioni?

Poi attenzione a proiettare certi punti di vista come universali. Per dire, le cose, in paesi come l'Arabia Saudita, funzionano così (http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1401):

Le esecuzioni avvengono generalmente in pubblico, mediante decapitazione. In caso di rapina con omicidio della vittima, il corpo del condannato viene crocifisso dopo l'esecuzione.
L'Arabia Saudita è uno dei pochi paesi del mondo a mantenere un alto tasso di esecuzione di donne e a mettere a morte, in violazione del diritto internazionale, persone minorenni al momento del reato.


Cioè, non è che si parla di culture esattamente basate sul garantismo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 12:07
@Ferruccio: secondo te i mussulmani si indignano di più se Bin Laden viene catturato e processato o se fatto fuori anche se disarmato (perchè, che lo si voglia o no, è questa la versione che ascolteranno) davanti a moglie e figlia ancora bambina e poi gettato in mare (sentivo che è visto come un atto gravissimo perchè si getta in mare solo chi muore effettivamente su una nave), con un atto del tutto irrispettoso della sovranità di una nazione? Dimmi tu. Nel primo caso gli USA avrebbero agito non avendo nulla da farsi rimproverare davanti al resto del mondo, nel secondo caso si sono attirati le ire anche di gente lontana dagli integralisti che adesso hanno magari trovato un motivo per odiare l'occidente.

Oddio, non è che tutti i musulmani siano lì ad aspettare una ragione per odiare l'occidente e diventare integralisti o terroristi suicidi.
Se si escludono i simpatici pazzarielli che si fanno saltare in aria per guadagnarsi le 100 vergini in paradiso, la stragrande maggioranza dei musulmani normali vedeva Bin Laden per quello che era: un terrorista sanguinario che si è ampiamente meritato tutto quello che gli è successo. Che l'abbiano gettato in mare o in una fogna credo faccia poca differenza.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 12:18
la stragrande maggioranza dei musulmani normali vedeva Bin Laden per quello che era: un terrorista sanguinario che si è ampiamente meritato tutto quello che gli è successo. Che l'abbiano gettato in mare o in una fogna credo faccia poca differenza.

Probabilmente è così per i musulmani che vivono in Occidente. Ma tu ti senti di dire che quella è l'opinione comune della gente in Medio Oriente o in Asia? Io non ne ho la più pallida idea.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 05 Mag 2011, 12:27
Quindi ovunque han dato prove, secondo questo ragionamento, erano fesserie?

Mmmm.



ahahah, giuro che DRZ mi aveva spaesato un bel pò con le innovative meccaniche del suo ragionamento logico di un rigo, ho pensato tutta la colazione a come ribaltare una tale perla di giudizio e senso critico. Poichè mancano prove è probabile ordunque che deduttivamente sia vero.

Ehh, povero berlusconi, che da anni cerca di cambiare lo Stato di diritto a sua funzione e per riformulare il penale si affida a certi incapaci... se solo sapesse, che ci sono certi seguci in giro :D...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 12:42
Quindi ovunque han dato prove, secondo questo ragionamento, erano fesserie?

Mmmm.



ahahah, giuro che DRZ mi aveva spaesato un bel pò con le innovative meccaniche del suo ragionamento logico di un rigo, ho pensato tutta la colazione a come ribaltare una tale perla di giudizio e senso critico. Poichè mancano prove è probabile ordunque che deduttivamente sia vero.

Davvero non vedi l'errore logico alla base del commento di Daimon?

Non è credibile che mettano in piedi una truffa su scala mondiale senza pararsi il culo -> Ogni volta che ci sono prove è una truffa -> L'ultima affermazione è ridicola quindi lo è anche la prima.

Però se vedi la seconda affermazione NON è una conseguenza logica della prima.

Come se tu dicessi: "i limoni sono aspri" e io rispondessi "ah, quindi ogni cosa aspra è un limone". Nonostante le apparenze la mia affermazione non ha smontato la tua teoria che i limoni sono aspri.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 05 Mag 2011, 13:03
@Ferruccio: secondo te i mussulmani si indignano di più se Bin Laden viene catturato e processato o se fatto fuori anche se disarmato (perchè, che lo si voglia o no, è questa la versione che ascolteranno) davanti a moglie e figlia ancora bambina e poi gettato in mare (sentivo che è visto come un atto gravissimo perchè si getta in mare solo chi muore effettivamente su una nave), con un atto del tutto irrispettoso della sovranità di una nazione? Dimmi tu. Nel primo caso gli USA avrebbero agito non avendo nulla da farsi rimproverare davanti al resto del mondo, nel secondo caso si sono attirati le ire anche di gente lontana dagli integralisti che adesso hanno magari trovato un motivo per odiare l'occidente.

Onestamente? Non saprei.

Osama col tutone arancione da prigioniero dici che non provocherebbe nulla? E non ci sarebbero rapimenti con richieste di riscatto e decapitazioni?

Poi attenzione a proiettare certi punti di vista come universali. Per dire, le cose, in paesi come l'Arabia Saudita, funzionano così (http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/1401):

Le esecuzioni avvengono generalmente in pubblico, mediante decapitazione. In caso di rapina con omicidio della vittima, il corpo del condannato viene crocifisso dopo l'esecuzione.
L'Arabia Saudita è uno dei pochi paesi del mondo a mantenere un alto tasso di esecuzione di donne e a mettere a morte, in violazione del diritto internazionale, persone minorenni al momento del reato.


Cioè, non è che si parla di culture esattamente basate sul garantismo.

E no ferruccio, noi non siamo islamici quindi dovremmo seguire le nostre leggi. Altrimenti dai ragione ai leghisti che dicono: "nel loro paese ci ammazzerebbero e noi invece diamo loro tutte le libertà che vogliono!". Noi siamo occidentali e dobbiamo agire come tali. Gli USA invece hanno fatto del terrorismo al contrario con un'azione che viola qualsiasi trattato internazionale oltre che le loro stesse leggi (leggevo ieri, non ricordo bene i motivi però, che non possono fare quello che hanno fatto) e quanto abbiamo finora costruito per elevarci rispetto agli altri popoli considerati ancora arretrati sotto certi punti di vista.
Ste cose la gente che vive lì le sa (anche se le loro leggi possono essere diverse dalle nostre) e, praticamente, stiamo dando un motivo per odiarci anche a gente che fino a ieri magari se ne fregava. Semplicemente perchè gli siamo entrati in casa di nascosto facendo quello che ci pareva. Come dice DRZ, probabilmente la grande maggioranza dei mussulmani vedevano Bin Laden per quel che era, cioè un terrorista. Con questo gesto dell'America potrebbero cominciare a riconsiderare le cose vedendo gli USA (e l'occidente in generale) come una minaccia.

Poi pure la scelta di far vedere gli altri corpi ma non quello di Bin Laden non fa che alimentare i dubbi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 05 Mag 2011, 13:16
Che continua delusione ferruccio, son 3 giorni che cerco inutilmente di gettare le basi di un confronto ma annaspi con contraddittori assai discutibili, sarà che il nostro confronto è partito 3 giorni fa dalla mia (giustissima) irrisione e perculaggine di questo, non so se hai perso l'origine di tutto

(http://www.nowtheendbegins.com/blog/wp-content/uploads/bin-laden-death-photo-fake.jpg)

Ohh non ci credono neanche più Ferrara, Luttwak e Dick Cheney eh. Forse forse giusto solo Pedro è rimasto a crederci.

Dopo questa, con cui hanno aperto tutti i network strombazzanti, ne han bruciata un'altra e or ora non abbiamo ancora nulla, nel frattempo scrivo considerazioni e dubbi più generali, accompagnandoli sempre dalla assoluta premessa che al momento etcetera etcetera... speravo che postando riprendessi finalmente qualche considerazioni, invece stiamo ai limoni aspri, in assoluta coerenza col tuo argomentare da 4 giorni sul nulla.

E io che cavolo ne so se daimon non vede contraddizione logica in quello che scrive? Chiedilo a lui, risponderà. Di certo, ancor più perchè lo conosco e so le sue posizioni, spernacchiava la minchionissima (non me ne vorrà l'utente DRZ sul personale) logica del suo ragionamento, che poi non ho capito il tono della sua reply, ma sembrava divertito pure lui. :D

Probabilmente lo hai anticipato mannaggia a te, stava per corroborare le sue argomentazioni a daimon proprio con un sillogismone da maestro zen di quart'ordine sui limoni aspri, aveva in mente proprio quello.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 13:19
@peppe: Ah, quindi se Bin Laden fosse stato catturato, l'uomo della strada in Yemen o in Iran avrebbe pensato "và che onesti, questi americani. Lo hanno arrestato e gli daranno un processo giusto, mostrando così rispetto per i suoi diritti umani e per la sensibilità dei musulmani di tutto il mondo. Sai cosa? Questa azione così efficace e umana quasi quasi mi fa perdonare il loro supporto ad Israele". Voglio dire che lo scandalo per un prigioniero ammazzato invece che arrestato può essere benissimo che sia scandalo solo se applichiamo le nostre leggi e la nostra cultura ad altre società. Questo non vuol dire "ah, allora è legale/giusto". Dico solo che non so se viene percepito come lo percepiremmo noi.

Considerando l'altro piatto della bilancia: quanti attentati e rapimenti e richieste di riscatto ci siamo risparmiati tutti evitando di dare in pasto a settori della società mediorientale che non aspettano altro un'immagine potente come quella di Bin Laden in manette e con la tuta arancione?

E' stata una cosa giusta ammazzarlo? Probabilmente no (e probabilmente è stato ammazzato a sangue freddo). E' stata una decisione furba? Sì.

Ripeto: è stato sbagliato ammazzare Mussolini? In senso legale sì. In senso etico ne possiamo discutere. A volte ammazzi uno e ne salvi mille.




@bakunin: Ma dio bonino, se tu prendi una foto diffusa da un giornale pakistano e sbraiti che l'FBI distribuisce foto false, che te devo dì? Onestamente, di che dobbiamo parlare?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 13:26
Quindi ovunque han dato prove, secondo questo ragionamento, erano fesserie?

Mmmm.



ahahah, giuro che DRZ mi aveva spaesato un bel pò con le innovative meccaniche del suo ragionamento logico di un rigo, ho pensato tutta la colazione a come ribaltare una tale perla di giudizio e senso critico. Poichè mancano prove è probabile ordunque che deduttivamente sia vero.

Ehh, povero berlusconi, che da anni cerca di cambiare lo Stato di diritto a sua funzione e per riformulare il penale si affida a certi incapaci... se solo sapesse, che ci sono certi seguci in giro :D...

Ma fate seriamente o prendete in giro?  :D

Riassumiamo la vostra teoria: Bin Laden è morto nel 2001 (o 2002, o quel che è, ma comunque non in questi giorni). Il governo USA lo sapeva, al Qaeda ovviamente lo sapeva, ma tutti hanno tenuto la cosa nascosta.

Pochi giorni fa, per avere un vantaggio sulle elezioni che ci saranno tra un anno e mezzo, Obama decide di organizzare il megacomplotto supersegreto: prende una trentina di seals e li manda ad assaltare una villa/fortezza vuota in territorio Pakistano, convince la figlia di Bin Laden, al Qaeda e chissà quanti altri a reggere il suo gioco truffaldino, prepara le foto finte dei cadaveri delle guardie del corpo e... si dimentica proprio quella del corpo di Osama!!!1!!!one!! Il piano pefetto viene così scongiurato dagli utenti di internet tra un round di StarcraftII e l'altro.

Nel prossimo episodio: risate assicurate quando Obama resta chiuso fuori dalla Casa Bianca in mutande. Guest star speciale Jennifer Lopez che presenta il suo nuovo album.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 05 Mag 2011, 13:27
...Forse forse giusto solo Pedro è rimasto a crederci...
Fieramente solo, direi. Ma, ripeto, sono sensate anche le argomentazioni di chi confuta lo sbarco sulla Luna eh.
Liberissimi di credere che sia tutto un fake o che un fake (le WMD in Iraq) sia garanzia automatica di tutta un'altra serie di fake a seguire appena c'è spazio per urlare al gomblotto.

Il partito dei complottisiti è sempre vivo: da chi fino agli '80 sosteneva che Hitler facesse il nababbo centenario in Argentina in poi, dalle stragi di stato ecc...

Tutte ipotesi affascinanti, per carità, ripeto: liberissimi di crederci.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 05 Mag 2011, 13:29
Dai ferruccio! Io sto dicendo che i mussulmani moderati sarebbero rimasti tali perchè gli usa avrebbero agito secondo le regole e rispettando quanto ci si aspetta da un occidentale. Uccidendo Bin laden in quel modo, dopo essersi infiltrati in quel modo, hanno invece fatto i padroni a casa dei mussulmani e questo, non ci vuole un genio a capirlo, potrebbe scatenare le ire anche dei mussulmani moderati che vedono violata la loro casa e pensano che questo precedente potrebbe avere dei seguiti in futuro. E mi fermo ai mussulmani. Chè pure qualche altra nazione potrebbe avere da ridire sulle violazioni americane.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 13:34
Cioè gli americani stanno da dieci anni in Afghanistan e Iraq e secondo te adesso si attireranno le ire di tutti perché hanno fatto irruzione in una villa in Pakistan?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 13:36
Si, teniamo anche in considerazione questo: rispetto al normale modus operandi degli USA il raid è stato praticamente un'azione umanitaria.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 05 Mag 2011, 13:37
Francamente, i mussulmani moderati?
Se esistono, in quanto tali, non penso che ci perderanno il sonno sull'esecuzione di Bin Laden.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 05 Mag 2011, 13:37
sì ferruccio, ti riconosco infatti l'onestà intellettuale che se fossi direttore di studio aperto o del tg1 avresti trattato questo materiale con la diffidenza che merita visto che è di dubbia fonte pakistana, oltre che abbiamo visto abbastanza confutabile in sè al netto della fonte, ma ciò non è stato tuttavia sufficiente alle suddette redazioni ad evitare di aprirci notiziari con toni trionfalistici che di certo non avresti tollerato, spero riconoscerai la stessa onestà intellettuale al sottoscritto che dopo 3 minuti e dopo il tuo primo reply ti spiegò esattamente e serenamente cosa allora sapeva, aveva (non ancora) visto e sentito delle prime notizie e delle suddette fonti.

Da allora la situazione si è (non) evoluta sia nell'ambito del confronto personale che per ora ritengo ancora deludente come argomentazioni, sia nell'ambito del riconoscimento generale americano (che con te ovviamente non ha niente a che fare, spero che nel rispetto delle posizioni comprenderai la mia urgenza di sete di verifiche e controverifiche del caso, terze ed indipendenti, cosa per me in parte già affondata in un indefinito oceano di oblio secondo liturgie discutibili e vampate peraltro ingiustificate di 'rispetto' verso - presumono - il più grande killer della storia americana... Hitler li ha mai uccisi 3.000 civili statunitensi inermi?. Non nutro alcuna morbosità intrinseca nel smontare fake da photoshop, manco ne fossi capace di solito lo fanno gli altri, di certo una amministrazione che voglia reputarsi un minimo seria agli occhi del mondo a compimento di un percorso più che decennale deve darmi ben altro perchè io ci creda. Non che io conti nulla infatti, non sono neanche un loro elettore, si fa per discutere. Allo stato attuale delle cose - mi sembra di capire - dubito avrò quello che 'chiedo' anche solo in minima parte.)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 05 Mag 2011, 13:39
Musulmani moderati ce ne sono anche troppi. E' difficile trovare israeliani moderati, ad esempio.

I musulmani dovrebbero essere molto meno moderati, ma non cambiera' nulla, la finta uccisione di un fantoccio che deve interessare loro.

Giusto le solite scuse per tentare di farci cagare in mano se portiamo il colgate sull'aereo.

Dobbiamo solo vergognarci.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 05 Mag 2011, 13:52

Tutte ipotesi affascinanti, per carità, ripeto: liberissimi di crederci.

Ma infatti hai dei seri problemi a monte, probabilmente anche personali e interrelazionali.

Velatamente o meno, metti in bocca o nei post altrui considerazioni folli che non sono mai state sostenute: si nutre dubbi ancora oggi oggettivi (mi sono appena fatto il consono giro sul sito dell'Ansa) e dunque mi devo sorbire (http://tutto il pacchetto) che la storia dell'analisi laterale abbia prodotto, con inevitabili scie di stronzate.

Ho scritto delle cose, tu le più potenti argomentazioni che hai portato sono "Lol" "Gomblotto", "Sbarchi sulla Luna" (mai sostenuto il contrario, ma che dici :D - non foss'altro per l'assoluta non convincibilità delle tesi cospirazioniste e non fosse altro per l'assoluta noia dell'argomento in sè, che mi ricorda la faccia di Giacobbo al solo pensarci -  e ti gradirei di trovarmi le prove della Stronzata che scrivi) e Hitler che negli 80 tifava Maradona contro gli stramaledetti eredi di Churchill :D (come da sopra)

Quando inizierai a scrivere qualcosa di attualmente pertinente - anche solo per la più cavalleresca carineria da forum pubblico - ti riterrò interlocutore degno di attenzione
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 14:02
Ok, tutto quello che vuoi, ma stai a parlare degli interlocutori ma non del nocciolo, mirabilmente riassunto da DRZ:

Riassumiamo la vostra teoria: Bin Laden è morto nel 2001 (o 2002, o quel che è, ma comunque non in questi giorni). Il governo USA lo sapeva, al Qaeda ovviamente lo sapeva, ma tutti hanno tenuto la cosa nascosta.

Pochi giorni fa, per avere un vantaggio sulle elezioni che ci saranno tra un anno e mezzo, Obama decide di organizzare il megacomplotto supersegreto: prende una trentina di seals e li manda ad assaltare una villa/fortezza vuota in territorio Pakistano, convince la figlia di Bin Laden, al Qaeda e chissà quanti altri a reggere il suo gioco truffaldino, prepara le foto finte dei cadaveri delle guardie del corpo e... si dimentica proprio quella del corpo di Osama!!!1!!!one!! Il piano pefetto viene così scongiurato dagli utenti di internet tra un round di StarcraftII e l'altro.

Se invece dici che socraticamente dubiti... sì, vabbè, lo capisco che in queste storie è sempre meglio non avere certezze granitiche. Ma onestamente questi sono sofismi: o credi più o meno alla storia ufficiale (Bin Laden, membro di spicco della "costellazione" di organizzazioni terroristiche Al Quaeda, viene ammazzato da un commando USA che fa irruzione in una villa in Pakistan dove Bin Laden e famiglia si nascondevano con la probabile copertura del governo pakistano) oppure credi che questa storia non sta in piedi. E in quel caso concordo con DRZ: la versione alternativa è una delle teorie più strampalate che abbia mai sentito.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: MrSpritz - 05 Mag 2011, 14:31
Vedo che Ferruccio e DRZ hanno argomentato anche per me.

Sulla questione malattia contestavo solo il fatto che Maxx avesse la certezza granitica che fosse morto per i suoi reni malandati.

Poi gradirei che i perculamenti me li scrivessi invece di paventarli come arma di distruzione di massa, anche solo per il fatto che hai talento Baku.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 05 Mag 2011, 14:32
Ma Baku, ma chi t'ha mai quotato? Ma chi ti ha messo in bocca nulla? Ma soprattutto, ma che prove granitiche hanno portato le tue fonti? Le hai riportate , le gente le legge e si farà un'idea, ma non c'è nulla da commentare. Uno legge e si fa le sue idee. Per il resto, direi che DRZ ha riassunto bene. Per me, allo stato attuale, è una roba che ha la stessa dignità dello sbarco fake o Hitler ultrà, roba che va bene per una puntata di Giacobbo. Se poi tu ti offendi (e offendi di riflesso)  è solo un tuo limite.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 14:55
prepara le foto finte dei cadaveri delle guardie del corpo e... si dimentica proprio quella del corpo di Osama!!!1!!!one!! Il piano pefetto viene così scongiurato dagli utenti di internet tra un round di StarcraftII e l'altro.

Proprio oggi sono state diffuse solo le foto delle guardie uccise, da una non meglio precisata fonte pakistana.
Quindi, essendo pakistana, non dovremmo credere che quelle guardie siano state uccise...o ci dobbiamo credere?
Chiedo perchè mi sveglio oggi e mi accorgo che utenti di internet non siano in grado di scongiurare i piani perfetti di una amministrazione(e pensare che è stata proprio internet a portare all'attenzione del mondo uno dei piani più fantascientifici di sempre da parte dell'amministrazione americana dei tempi, l' Operazione Northwood), ma i dubbi di strateghi, esperti di geopolitica e giornalisti invece si...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: iKenny - 05 Mag 2011, 15:00
Sinceramente faccio fatica a credere che Bin Laden non sia morto. Ovvio che tutta la situazione è stata gestita a dir poco male. Metterci 10 anni per prendere la presunta mente dietro gli strani attentati dell'11 Settembre fa strano. Poi tutta la questione delle foto e del cadavere è stata gestita ancora più male.
Cosa veramente non capisco sono i toni trionfalistici con i quali è stato dato l'annuncio. Da Obama mi aspettavo di meglio. Poi le persone che sono scese in strada a festeggiare neanche meritano di essere contemplate.
Dal punto di vista pratico inoltre non cambia niente. Bin Laden è stato solo un ispiratore di un nuovo tipo di terrorismo che già si è evoluto nelle sue manifestazioni (vedi l'attentato a Marrakesch). Oggi come oggi nè Al Quaeda, nè altre compagini terroristiche, hanno più bisogno di Bin Laden per essere ispirate, aiutate o cos'altro nel fare attentati.
La così detta lotta al terrore continuerà come prima e continuerà ad essere un fallimento.
Più che altro sarebbe interessante sapere cosa veramente pensa l'amministrazione americana dell'ennessimo caso in cui si è dovuto uccidere un nemico che una volta era una caro amico (Bin Laden, Saddam Hussein e così via).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 15:15

Dal punto di vista pratico inoltre non cambia niente..
Certo che cambia, una notizia data ad un certo punto con un certo trionfalismo cambia tutto.
Obama ha fortemente deluso il popolo degli elettori, sembrava che dovesse ergersi a nuovo Kennedy, invece nella sua agenda degli appuntamenti figurano solo funzionari di Wall Street, mentre il paese tracolla e i suoi esperti di immagine fanno girare la moglie con abitini da 49 dollari e 99 per ingraziarsi i lettori di riviste di gossip.
Osama Bin Laden era il latitante più ricercato del mondo, eppure secondo le fonti di intelligence viveva in Pakistan da almeno 5 anni, nemmeno i picciotti di mafia di bassa lega sono così stupidi.
La notizia della sua morte ha esattamente l'effetto di cambiare tutto (il popolo ti ama di nuovo) senza cambiare niente (non si risolve la lotta al terrorismo, e non deve risolversi).
L'ipotesi della Albright che Osama fosse morto e che Bush si tenesse la carta buona per le elezioni successive non è peregrina (a meno che qualche utente della rete non dica che non lo sia incontrovertibilmente), perchè dunque non se l'è giocata?
Perchè non decide lui quando e se giocarsela, e Bush si è giocato il "posto" da presidente molto tempo fa, mentre Obama è diventato il nuovo cavallo vincente grazie alla sua immagine (come ha commentato Kissinger, considerandolo come il portavoce perfetto del Nuovo Ordine Mondiale, testuali parole).
Che Bin Laden sia morto sono d'accordo, non sono d'accordo che sia morto qualche giorno fa in un blitz in Pakistan.
Qualcuno dice che se si deve mentire sarebbe logico prepararsi almeno delle cazzate da dire bene.
Io ancora oggi mi chiedo come abbiano fatto Bush, Blair, Berlusconi e compagni a non prepararsi una scusa buona per la mancanza di armi di distruzione di massa, o il governo italiano a non prepararsi niente per giustificare l'utilizzo da parte delle BR di strutture ed edifici dell'intelligence italiana.

Forse perchè non ne hanno alcun bisogno, visto che non è a noi che rispondono per le loro azioni...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 15:18
Proprio oggi sono state diffuse solo le foto delle guardie uccise, da una non meglio precisata fonte pakistana.
Quindi, essendo pakistana, non dovremmo credere che quelle guardie siano state uccise...o ci dobbiamo credere?
Chiedo perchè mi sveglio oggi e mi accorgo che utenti di internet non siano in grado di scongiurare i piani perfetti di una amministrazione(e pensare che è stata proprio internet a portare all'attenzione del mondo uno dei piani più fantascientifici di sempre da parte dell'amministrazione americana dei tempi, l' Operazione Northwood), ma i dubbi di strateghi, esperti di geopolitica e giornalisti invece si...

Il punto è proprio qui: piani perfetti? Quali piani perfetti? Tutta questa faccenda è stata gestita troppo male per potersi meritare il titolo di "piano".

P.S. Nessuno ha "scoperto" o "scongiurato" l'operazione Northwood, tra l'altro... i documenti relativi sono stati resi pubblici nel '97.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 15:22


P.S. Nessuno ha "scoperto" o "scongiurato" l'operazione Northwood, tra l'altro... i documenti relativi sono stati resi pubblici nel '97.
E dove avrei scritto le parole virgolettate che sottolinei?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 15:26
L'hai preso ad esempio come un caso che dimostrerebbe come gli utenti di internet potrebbero scongiurare piani perfetti, quando al massimo può essere la prova dell'esatto opposto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 15:29
L'hai preso ad esempio come un caso che dimostrerebbe come gli utenti di internet potrebbero scongiurare piani perfetti, quando al massimo può essere la prova dell'esatto opposto.
No, ho scritto esattamente quanto si legge, mai parlato personalmente, in questo topic, di utenti che scongiurino qualcosa, sei stato tu ad usare ironicamente questa affermazione per primo ed unico, io ho detto l'esatto contrario, cioè che non ci sia bisogno di scongiurare nulla, anche i piani più bislacchi, reali, si possono trovare facilmente in giro, a dimostrazione che a quanto pare anche per le cavolate più grandi, nessuno senta il bisogno di giustificarsi per nulla.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: DRZ - 05 Mag 2011, 15:37
Non capisco cosa tu intenda con "trovare facilmente in giro", soprattutto parlando di una cosa come l'operazione Northwood che è rimasta segreta per quasi mezzo secolo ed è venuta alla luce solo perché il governo stesso che l'aveva ideata ha deciso di renderla pubblica (tanto immagino che tutti quelli che avevano messo la propria firma su quell'abominio siano morti da tempo).

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 15:47
Non capisco cosa tu intenda con "trovare facilmente in giro",


Quello che volevo dire è che l'ironica "scongiurare" è del tutto fuori luogo,  perchè nessuno qui dentro ha mai spacciato il suo punto di vista come verità svelata, o meglio, nessuno dei cosiddetti gomblottisti, così come è fuori luogo anche l'ironica "utente di internet", perchè appunto piani assurdi e criminali come quello Northwood sono diventati conosciuti non certo perchè l'amministrazione usa abbia distribuito volantini nelle case, ma grazie alla diffusione, visibilità ed accessibilità della rete, che nulla ha a che vedere con la piccolezza, in confronto a questi fatti, del divertirsi giocando a Starcraft 2.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 05 Mag 2011, 15:48
Cioè gli americani stanno da dieci anni in Afghanistan e Iraq e secondo te adesso si attireranno le ire di tutti perché hanno fatto irruzione in una villa in Pakistan?
Senti non è che lo dico io eh! Io ieri ho sentito in radio una reporter e, alla domanda: "come sta reagendo la popolazione locale?" ha risposto dicendo che sono incazzati per le violazioni subite, perchè gli americani sono entrati in casa loro, che gli americani stanno raccontando balle e che hanno ucciso osama nonostante fosse disarmato e lo hanno fatto davanti alla figlia e alla moglie e che la casa sta diventando un luogo di pellegrinaggio. Se uno degli obiettivi degli usa era quello di non creare un luogo di culto direi che hanno fallito alla grande.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 15:53
Vorrei portare all'attenzione dei lettori l'assurdità (senza riferirmi a nessuno eh) del ritenere che si possa evitare in qualsiasi modo di creare luoghi di culto andando a disturbare in casa loro un popolo che non abbia bisogno di Chiese e Domeniche, ma si inginocchi a pregare all'ora stabilita pressochè ovunque si trovi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 05 Mag 2011, 16:03
L'ipotesi della Albright che Osama fosse morto e che Bush si tenesse la carta buona per le elezioni successive non è peregrina (a meno che qualche utente della rete non dica che non lo sia incontrovertibilmente), perchè dunque non se l'è giocata?
Perchè non decide lui quando e se giocarsela, e Bush si è giocato il "posto" da presidente molto tempo fa, mentre Obama è diventato il nuovo cavallo vincente grazie alla sua immagine (come ha commentato Kissinger, considerandolo come il portavoce perfetto del Nuovo Ordine Mondiale, testuali parole).

Forse perchè non ne hanno alcun bisogno, visto che non è a noi che rispondono per le loro azioni...

Oh gesù. Gli illuminati? Sul serio?

Ma dico, uno straccio di prova, una... no, vabbè, lasciamo stare. Non si ottiene nulla a tentare di discutere con chi crede a Nuovo Ordine Mondiale e Illuminati.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 16:37


Oh gesù. Gli illuminati? Sul serio?

Ma dico, uno straccio di prova, una... no, vabbè, lasciamo stare. Non si ottiene nulla a tentare di discutere con chi crede a Nuovo Ordine Mondiale e Illuminati.
Mai parlato di Illuminati, le parole che ho citato sono testuali, non sono un mio pensiero, sono un frase precisa di Henry Kissinger nel descrivere Obama.

Per quel che mi riguarda non ho stracci di prove nemmeno per la loggia P2.

Però questa roba qui è di pubblico dominio, i significati poi cambiano in base alle conoscenze che si abbiano sul funzionamento e i legami.
E si, sottolineo conoscenze, e non opinioni, con buona pace degli Illuminati.

http://www.cfr.org/about/membership/roster.html?letter=G

http://www.group30.org/members.shtml



Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: MrSpritz - 05 Mag 2011, 16:46
Dire che Bush non ha risposto delle sue azioni è falso.
La sua reputazione è distrutta.

Poi non capisco, se era già morto nel 2002 perchè i repubblicani non han usato la cosa in campagna elettorale? Amano perdere?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 05 Mag 2011, 16:52
Ah si, certo, bella l'epoca moderna, la reputazione di un ubbriacone e' distrutta.

Bush doveva essere portato in piazza e impiccato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 16:52
Dire che Bush non ha risposto delle sue azioni è falso.
La sua reputazione è distrutta.

Poi non capisco, se era già morto nel 2002 perchè i repubblicani non han usato la cosa in campagna elettorale? Amano perdere?

Come se Obama oggi facesse gli interessi dei Democratici invece, basta guardare la sua agenda degli appuntamenti.
E' dai tempi di Gaber che cercano di dircelo in tutti i modi che il bipolarismo è una inculata clamorosa, ancora appresso alla favola dei gruppi che si combattano sulle ideologie e sulla loro realizzazione?
Ci ha rovinato il calcio.

Bush, soprattutto se parliamo di jr, con la reputazione ci fa la birra, visto che in America anche farsi fare un servizietto sotto il tavolo ti distrugge la reputazione e gli affari non si fanno con la reputazione politica, anzi(il problema di junior è che in ambito affaristico ha una pessima reputazione).
Anche Berlusconi ha una reputazione teoricamente sotto i piedi, lo scotto quale sarebbe?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: MrSpritz - 05 Mag 2011, 16:55
Berlusconi vince le elezioni.
Ah già ma si mettono d'accordo, quindi è un monopartito fingono le elezioni per prenderci in giro così stiamo buoni con le pance grasse e convinti di essere liberi.

Per fortuna che dei baldi rivoluzionari ci illuminano.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 05 Mag 2011, 16:58
Berlusconi vince le elezioni.
E chi le perde piange...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: iKenny - 05 Mag 2011, 17:35
Dal punto di vista pratico inoltre non cambia niente..
La notizia della sua morte ha esattamente l'effetto di cambiare tutto (il popolo ti ama di nuovo) senza cambiare niente (non si risolve la lotta al terrorismo, e non deve risolversi).
Esatto!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: baku.nin - 05 Mag 2011, 18:21

Dal punto di vista pratico inoltre non cambia niente..
Certo che cambia, una notizia data ad un certo punto con un certo trionfalismo cambia tutto.
Obama ha fortemente deluso il popolo degli elettori, sembrava che dovesse ergersi a nuovo Kennedy, invece nella sua agenda degli appuntamenti figurano solo funzionari di Wall Street, mentre il paese tracolla e i suoi esperti di immagine fanno girare la moglie con abitini da 49 dollari e 99 per ingraziarsi i lettori di riviste di gossip.
Osama Bin Laden era il latitante più ricercato del mondo, eppure secondo le fonti di intelligence viveva in Pakistan da almeno 5 anni, nemmeno i picciotti di mafia di bassa lega sono così stupidi.
La notizia della sua morte ha esattamente l'effetto di cambiare tutto (il popolo ti ama di nuovo) senza cambiare niente (non si risolve la lotta al terrorismo, e non deve risolversi).
L'ipotesi della Albright che Osama fosse morto e che Bush si tenesse la carta buona per le elezioni successive non è peregrina (a meno che qualche utente della rete non dica che non lo sia incontrovertibilmente), perchè dunque non se l'è giocata?
Perchè non decide lui quando e se giocarsela, e Bush si è giocato il "posto" da presidente molto tempo fa, mentre Obama è diventato il nuovo cavallo vincente grazie alla sua immagine (come ha commentato Kissinger, considerandolo come il portavoce perfetto del Nuovo Ordine Mondiale, testuali parole).
Che Bin Laden sia morto sono d'accordo, non sono d'accordo che sia morto qualche giorno fa in un blitz in Pakistan.
Qualcuno dice che se si deve mentire sarebbe logico prepararsi almeno delle cazzate da dire bene.
Io ancora oggi mi chiedo come abbiano fatto Bush, Blair, Berlusconi e compagni a non prepararsi una scusa buona per la mancanza di armi di distruzione di massa, o il governo italiano a non prepararsi niente per giustificare l'utilizzo da parte delle BR di strutture ed edifici dell'intelligence italiana.

Forse perchè non ne hanno alcun bisogno, visto che non è a noi che rispondono per le loro azioni...

sono uscito e dopo recupero magari certi post che giustamente mi chiamano sul personale come io ho fatto verso taluni utenti, nel frattempo ringrazio Xibal per questo prezioso contributo, cui allineo totalmente la mia umile visione e valutazione dello scenario odierno americano. (nonchè generale e 'italiano' nella chiosa finale)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: MrSpritz - 06 Mag 2011, 10:37
Così per dire http://attivissimo.blogspot.com/2011/05/giulietto-chiesa-benazir-bhutto-bin.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 06 Mag 2011, 10:41
Ma attivissimo parla ancora? Lo fanno ancora scrivere? Ributtante, vero che internet e' libera, un lavoro per anonymous.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 06 Mag 2011, 11:16
Beh, parli tu, può parlare Attivissimo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 06 Mag 2011, 11:25
Chiaramente e' retorico.
Cioe' non e' retorica la speranza che qualcuno lo faccia tacere, qualche haker serio, o bullo di periferia. (cosa che ovviamente
puo' succedere pure a me) visto che e' la persona piu' squallida e boriosa che esista nel panorama dei blogger italiani. Ed in piu'
sto fesso che programma in cobol lo mandano pure in tv, e te lo trovi a matrix o con vespa col plastico delle torri gemelle.

Disgustoso.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 06 Mag 2011, 11:42
Squallido e borioso... vedo che entri nel merito...

Se le critiche ad Attivissimo sono solo queste direi che non hai molte argomentazioni.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 06 Mag 2011, 11:47
Ho preso lezioni da te.
Anzi ora uso la tua argomentazione jolly preferita "gomplottista!!(e vari uno alternati)"

(sono questioni che risalgono all'attentato delle torri gemelle, c'e' il topic apposito da qualche parte)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: ferruccio - 06 Mag 2011, 12:05
Attaccare me non cambia il fatto che se il peggio che si può dire di Attivissimo è che è antipatico o borioso, vuol dire che non c'è molta sostanza per attaccarlo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 06 Mag 2011, 12:30
Non ho attaccato ,ho risposto,molti di voi non si stancano ad argomentare piu' di me dando per scontato,e' un fatto;
le argomentazioni le diedi ai tempi, ora ribadisco solamente, non sento esigenza di fare di piu', vai a cercare la ridicola
puntata di matrix sulle torri gemelle e lui che pigolava riguardo il dossier degli usa, IL DOSSIER!, ogni volta che qualcuno
opponesse un dubbio, dall'alto della sua laurea in nulla e della sua esperienza in programmazione di fortran.

E ho argomentato pure troppo, senza ridacchiare gridando "gomplottista!1!"

(cosa che faceva pure il disprezzabile attivissimo, ed e' il eprche lo definisco borioso e arrogante, no solo non argomentava
ma condiva le sue considerazioni con risolini e sfotto', e quindi per me e' un individio che non merita alcuna attenzione,
se non qualche offesa ogni tanto)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Drone_451 - 06 Mag 2011, 12:36
Dire che Bush non ha risposto delle sue azioni è falso.
La sua reputazione è distrutta.

Poi non capisco, se era già morto nel 2002 perchè i repubblicani non han usato la cosa in campagna elettorale? Amano perdere?


Nel 2002 andavano di moda le armi di distruzione di massa di Saddam, due kalashnikov inceppati ed uno scud russo caricato a molla. Poi se gli moriva osama sarebbe stata una tragedia, bush non avrebbe più potuto fare la guerra
e rimandare il crack del 2008 di cinque anni.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: l'Amico - 06 Mag 2011, 13:38
Ue', l'AK-47 non s'inceppa MAI.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: answer - 06 Mag 2011, 15:03
[]
E no ferruccio, noi non siamo islamici quindi dovremmo seguire le nostre leggi. []
Io non sono d'accordo. Alla fine, dato che vieni coinvolto in una tenzone dove l'avversario fà quel che gli pare, o soccombi, o agisci di conseguenza. Se io sfido uno ad un incontro di boxe, mi presento, e questo mi scioglie contro due dobermann, se permetti, tiro fuori la pistola.
Come hanno detto altri, immaginate che ondata di attentati / rapimenti a scopo di ricatto poteva nascere se fosse stato arrestato.

E poi basta con 'sta storia "eh ma poi s'incazzano". S'incazzano a prescindere, che sia una cosa artificiale o meno non lo so, ma oh: "non pubblichiamo le vignette sul Maometto, che poi s'incazzano", "costruiamo la moschea, che poi s'incazzano", "ammettiamo il chador integrale, che poi s'incazzano", "ragazzini, nono uscite con le loro figlie, che poi s'incazzano (e magari le sgozzano)".

Cioè, se sei un musulmano, sai che si tratta di uno che ha raso al suolo due palazzi in centro a NY, sterminando X mila innocenti (non militari, impiegati), l'ha rivendicato tutto contento e paffuto, ha promesso altro, l'hanno ucciso, e t'incazzi? Ma va a pigliar in quel posto, allora.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Daimon - 06 Mag 2011, 15:51
http://www.italia-news.it/esteri-c4/africa-c8521/libia-c8551/libia--jibril--ipotesi-ritorno-monarchia-non-e-esclusa-66251.html

Cosi' si fa,
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 06 Mag 2011, 15:52
@Answer: Si incazzano perchè hanno violato la sovranità del pakistan e venuto meno ai quei valori che cercano di esportare anche lì. Io dico che se è uno è un signore lo è sempre e non in base alle circostanze. Poi, se proprio devo dire la mia, secondo me agli USA non dispiace se il Pakistan si incazza.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: answer - 06 Mag 2011, 16:36
@Answer: Si incazzano perchè hanno violato la sovranità del pakistan e venuto meno ai quei valori che cercano di esportare anche lì. Io dico che se è uno è un signore lo è sempre e non in base alle circostanze. Poi, se proprio devo dire la mia, secondo me agli USA non dispiace se il Pakistan si incazza.
OK, violato la sovranità del Pakistan facendo il blitz in una villa. Boh.
Sul signore tout court come teoria sono d'accordo, perire fieramente azzannato da un dobermann, mentre agiti i guantoni da pugilato mi sembra una scelta discutibile.

Tra l'altro (non mi riferisco a te, ovviamente) non capisco 'sta automatica sufficienza mista a risatine sul GOMBLOTTO!1!.
Prem4esso che non sappiamo una cazzo, perché mai dovrebbe essere per forza una cagata? Cioè, il Gruppo Bilderberg esiste, no? Appurato che esiste, parleranno di calcio e figa, quando s'incontrano?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 06 Mag 2011, 17:09
Mah; per quello che ne so, tutti quei vecchi ricconi chiusi in una stanza è più plausibile che si diano al bunga-bunga. ^^'

Detto, questo, al di là di tutto, si tratta di ritenere cosa è più plausibile tra la versione ufficiale e questa:

Riassumiamo la vostra teoria: Bin Laden è morto nel 2001 (o 2002, o quel che è, ma comunque non in questi giorni). Il governo USA lo sapeva, al Qaeda ovviamente lo sapeva, ma tutti hanno tenuto la cosa nascosta.

Pochi giorni fa, per avere un vantaggio sulle elezioni che ci saranno tra un anno e mezzo, Obama decide di organizzare il megacomplotto supersegreto: prende una trentina di seals e li manda ad assaltare una villa/fortezza vuota in territorio Pakistano, convince la figlia di Bin Laden, al Qaeda e chissà quanti altri a reggere il suo gioco truffaldino, prepara le foto finte dei cadaveri delle guardie del corpo e... si dimentica proprio quella del corpo di Osama!!!1!!!one!! Il piano pefetto viene così scongiurato dagli utenti di internet tra un round di StarcraftII e l'altro.

Secondo me (ma credo di non essere il solo) allo stato attuale delle cose questa teoria - a parte l'assurdità intrinseca e la difficoltà che mi sembra ci sia nel capire l'impossiblità di mantenere in piedi una palla così colossale, visto anche il numero delle persone coinvolte (stiamo parlando di gente che non è riuscita a tenere segreta la tresca di un presidente con la sua stagista), poggia su basi troppo flebili per avere un minimo di dignità.
I motivi mi sembrano davvero ovvi: se le argomentazioni sono cose come il lapsus della Bhutto nell'intervista che ha rilasciato alla BBC prima dell'attentato (da parte degli americani, per zittirla?) o il fatto che Osama nel 2001 era già malato... Boh.

Ai miei occhi (ma magari I FATTI mi smentiranno, eh), sono indizi (nemmeno prove) puramente circostanziali di una teoria che ha la dignità delle seguenti:

-L'Olocausto non è mai avvenuto/nelle camere a gas sono morte solo 300.000 persone (lefebvriani)
-Lo sbarco sulla Luna è un fake;
-Roswell e gli alieni;
-Il mostro di Lockness;
-Il Codice da Vinci (non la vaccata di Brown, ma il bel testo di Baigent da cui Brown ha copiato)
....
(Non cito, per esempio, la morte d JFK, perchè lì elementi oggettivi (tipo il proiettile telecomandato) per avere dei dubbi sul complotto, ci sono).

Tra l'altro, su alcuni di questi argomenti si sono scritti libri e libri eh, pieni di riferimenti storici, documenti autentici ecc...
Poi se, come diceva Ferruccio, uno socraticamente vuole tenersi aperto lo 0,00001% di possibilità che il complotto sia davvero in atto, liberissimo.
Però mi sembra che ci sia un po' poca sostanza, ecco.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Konron - 06 Mag 2011, 17:13
Al Qaeda dice che OBL è morto, credo non siano inclini a mentire quindi accantonerei l'ipotesi del complotto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 06 Mag 2011, 17:49

Secondo me (ma credo di non essere il solo) allo stato attuale delle cose questa teoria - a parte l'assurdità intrinseca e la difficoltà che mi sembra ci sia nel capire l'impossiblità di mantenere in piedi una palla così colossale, visto anche il numero delle persone coinvolte (stiamo parlando di gente che non è riuscita a tenere segreta la tresca di un presidente con la sua stagista), poggia su basi troppo flebili per avere un minimo di dignità.
I motivi mi sembrano davvero ovvi: se le argomentazioni sono cose come il lapsus della Bhutto nell'intervista che ha rilasciato alla BBC prima dell'attentato (da parte degli americani, per zittirla?) o il fatto che Osama nel 2001 era già malato... Boh.

Ai miei occhi (ma magari I FATTI mi smentiranno, eh), sono indizi (nemmeno prove) puramente circostanziali di una teoria che ha la dignità delle seguenti:

-L'Olocausto non è mai avvenuto/nelle camere a gas sono morte solo 300.000 persone (lefebvriani)
-Lo sbarco sulla Luna è un fake;
-Roswell e gli alieni;
-Il mostro di Lockness;
-Il Codice da Vinci (non la vaccata di Brown, ma il bel testo di Baigent da cui Brown ha copiato)
....
(Non cito, per esempio, la morte d JFK, perchè lì elementi oggettivi (tipo il proiettile telecomandato) per avere dei dubbi sul complotto, ci sono).

Tra l'altro, su alcuni di questi argomenti si sono scritti libri e libri eh, pieni di riferimenti storici, documenti autentici ecc...
Poi se, come diceva Ferruccio, uno socraticamente vuole tenersi aperto lo 0,00001% di possibilità che il complotto sia davvero in atto, liberissimo.
Però mi sembra che ci sia un po' poca sostanza, ecco.
Dove starebbe scritto che il colorito volo pindarico di DRZ sia l'araldo delle speculazioni di chi non condivida (e i dubbi non sono circoscritti ad un forum di discussione) la versione ufficiale? Mi sembra abbastanza paradossale...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Drone_451 - 06 Mag 2011, 18:05
LOL

(http://images.corriereobjects.it/gallery/Esteri/2011/05_Maggio/binladen-festa/9/img_9/situation01_672-458_resize.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 06 Mag 2011, 18:14
Dove starebbe scritto che il colorito volo pindarico di DRZ sia l'araldo delle speculazioni di chi non condivida (e i dubbi non sono circoscritti ad un forum di discussione) la versione ufficiale? Mi sembra abbastanza paradossale...
Ok, posto che mi pare appurato che OBL sia morto, qual'è la tua ipotesi, se ne hai una?
Perchè se l'ufficiale e la DRZ sono false, ce ne deve essere un'altra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 06 Mag 2011, 18:25
Io non sono per il complotto (però l'america davvero fa di tutto per non farti capire come stanno le cose) però alcune delle robe dette da DRZ si potrebbero spiegare tranquillamente:
lo fanno ora perchè ora parte la campagna elettorale ed Obama è giù nei sondaggi. Anche Berlusconi lo rivotano nel 2013 eppure ha fatto ora il decreto sul nucleare perchè stava perdendo consensi. E poi, la stessa operazione fatta a ridosso delle elezioni avrebbe insinuato ancora più dubbi proprio perchè avrebbe spostato i favori elettorali. Adesso invece potranno fare un plauso all'onestà di Obama che non ha usato questa carta per ottenere consensi (in realtà però lo ha fatto).
Su Bin Laden morto: un "eroe" morto per cause poco "nobili" non avrebbe giovato ai talebani che, quindi, avevano solo vantaggi a farlo credere ancora in vita e che continua a far impazzire gli americani. Avendolo gli USA dichiarato morto, l'unico modo per i talebani di smentire la notizia sarebbe stato far vedere che Bin Laden è vivo ma non possono farlo quindi ammettono che è morto ma lo rendono "martire" facendo vedere ai mussulmani l'arroganza degli americani che lo hanno ammazzato anche se inerme e lo hanno fatto davanti alla figlia.
A me pare che fili tutto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 06 Mag 2011, 18:25

Ok, posto che mi pare appurato che OBL sia morto, qual'è la tua ipotesi, se ne hai una?
Perchè se l'ufficiale e la DRZ sono false, ce ne deve essere un'altra.
Quello che dico è che i dettagli sono fondamentali, e il post di DRZ, in quanto ironico e strafottente, non dovrebbe essere preso come summa delle teorie "anti-ufficiali", proprio perchè privo di cognizione di causa in quanto frutto di ironia.

Secondo un famoso militare ed esperto di geopolitica italiano che Bin Laden si nascondesse da svariati anni in Pakistan senza che il Pakistan o l'America lo sapessero è improponibile.
Mi fermo qui, forse si sbaglia, però in mancanza di prove, preferisco tenermi le teorie per me.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 06 Mag 2011, 18:30
Secondo un famoso militare ed esperto di geopolitica italiano che Bin Laden si nascondesse da svariati anni in Pakistan senza che il Pakistan o l'America lo sapessero è improponibile.
Scusa Xibal, ma *infatti* è dal primo giorno che si dice che probablmente il Pakistan lo sapeva e in qualche modo, motivo per cui gli USA non l'hanno avvisato del blitz.

Il post di DRZ, tono a parte, non fa nessuno volo pindarico: spiega solo -nero su bianco- quello che sarebbe successo secondo i complottisti, che sostengono che il blitz è una montatura.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 06 Mag 2011, 18:39
Leggi la mia risposta ai "dubbi" di DRZ. A me pare che si possa mettere il punto di vista dei complottisti in termini condivisibili.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 06 Mag 2011, 18:45
Solo se ignori la enormemente maggior plausibilità a favore della tesi contraria (poi confermata dal fatto che OBL è effettivamente morto nel blitz).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 06 Mag 2011, 18:50
Secondo un famoso militare ed esperto di geopolitica italiano che Bin Laden si nascondesse da svariati anni in Pakistan senza che il Pakistan o l'America lo sapessero è improponibile.
Scusa Xibal, ma *infatti* è dal primo giorno che si dice che probablmente il Pakistan lo sapeva e in qualche modo, motivo per cui gli USA non l'hanno avvisato del blitz.

Il post di DRZ, tono a parte, non fa nessuno volo pindarico: spiega solo -nero su bianco- quello che sarebbe successo secondo i complottisti, che sostengono che il blitz è una montatura.
La persona che ho citato lega la specifica conoscenza del Pakistan all'America. Non è proponibile che il latitante tecnicamente più ricercato del mondo si nasconda per diversi anni di fila nello stesso posto senza che chi lo cerca non lo sappia, che sia pakistano o americano.
E d'altronde la logica non si smentisce, perchè è proprio il Pakistan a diffondere foto taroccate che gli USA non si preoccupano di smentire, preferendo non diffondere alcun tipo di materiale per motivi balzani ma ribadendo con forza che, senza alcun dubbio, abbiamo ucciso Bin Laden (da notare come nei comunicati ufficiali sia fortemente sottolineata l'azione, giammai si dice "è morto", no, "lo abbiamo ucciso").

Circa il post di DRZ, mi sembra piuttosto presuntuoso affermare che spieghi nero su bianco il pensiero dei complottisti, sia perchè non ne esiste uno univoco, sia perchè, come ho detto, i dettagli sono importanti e fanno la differenza.

Esempio: "Obama decide di organizzare"...e chi l'ha detto?
         "Convince la moglie, Al Qaeda e chissa quanti altri a reggergli il gioco"...ma quando mai, quale moglie?
"Prepara le foto finte delle guardie ma si dimentica di quelle di Osama", ma dove?

Quando i toni informano i contenuti...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 06 Mag 2011, 18:50
Solo se ignori la enormemente maggior plausibilità a favore della tesi contraria (poi confermata dal fatto che OBL è effettivamente morto nel blitz).
Confermata da cosa?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 06 Mag 2011, 18:59
@pedro: plausibile? Io ci vedo tanti di quei buchi che mi sembra altrettanto vera quella dei complottisti. Ti ricordo pure che il fatto che lo abbiano gettato in mare non ha giustificazione come invece si è tentato di dimostrare perchè per i mussulmani è un grave oltraggio (quindi al massimo potrebbe riscaldare di più gli animi) perchè si getta in mare chi muore in mare (su una nave, per esempio).  Poi le foto: abbiamo visto uomini trucidati e ci dovremmo schifare di vedere Bin Laden? Perchè quelle, crudissime, andavano bene e Bin Laden invece no? Quella finta pakistana non era cruda? A pensare male si potrebbe pure credere che non la mostrano perchè lo hanno seviziato in più modi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 06 Mag 2011, 19:00
Circa il post di DRZ, mi sembra piuttosto presuntuoso affermare che spieghi nero su bianco il pensiero dei complottisti, sia perchè non ne esiste uno univoco, sia perchè, come ho detto, i dettagli sono importanti e fanno la differenza.

Esempio: "Obama decide di organizzare"...e chi l'ha detto?
         "Convince la moglie, Al Qaeda e chissa quanti altri a reggergli il gioco"...ma quando mai, quale moglie?***
"Prepara le foto finte delle guardie ma si dimentica di quelle di Osama", ma dove?
Dai, Xibal, sostitusci Obama con XYZ ed è uguale.
Se il blitz non c'è stato, vuol dire che qualcuno (Obama o chi per esso) ha montato il teatrino, come dice DRZ. ma perchè gli USA devono smentire le foto tarocche che non han rilasciato loro e che si sapeva fosserò false già 3 minuti dopo che erano uscite? Hanno detto che le foto non le rilasciano, già questo evidenzia il tarocco. O dovevano dire "Si precisa che le foto in giro sono tarocche: quelle vere le abbiamo noi e non le diffondiamo."?

Solo se ignori la enormemente maggior plausibilità a favore della tesi contraria (poi confermata dal fatto che OBL è effettivamente morto nel blitz).
Confermata da cosa?
"Confermata da cosa", cosa? La morte di OBL nel blitz? Dalle dichiarazioni dei talebani di oggi.

***Convince la moglie? No: la figlia, ha scritto DRZ, la quale ha confermato che nel blitz i Seals hanno ucciso il padre (disarmato, ha aggiunto).

A entrambi: mi sembra che si vada a finire un (bel) po' nel sofismo fine a sè stesso, onestamente.

Direi che ognuno ha espresso il suo punto di vista, comunque.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Xibal - 06 Mag 2011, 19:13

"Confermata da cosa", cosa? La morte di OBL nel blitz? Dalle dichiarazioni dei talebani di oggi.


Perchè le dichiarazioni dei talebani e della figlia sono prove, e le foto dei pakistani che le confermano sono tarocche?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 06 Mag 2011, 19:18
E' tarocca la foto di OBL diffusa con lui sparato 3 minuti dopo l'annuncio e che girava su Internet da anni, *presumibilmente* non le altre scattate subito dopo il blitz da una guarda e vendute PER SOLDI ai media poche ore dopo.
Se dici *tutto* perlomeno l'assunto risulta *coerente*.

Poi liberissimo di dubitarne e, non so, di dirmi che la coerenza dei fatti è un concetto relativo, boh.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: peppebi - 06 Mag 2011, 19:40
Pedro ma la versione della figlia e dei talebani potrebbe essere spiegata come ho scritto pochi post fa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: pedro - 06 Mag 2011, 19:42
Sì, qualsiasi cosa si spiega dicendo che non è vera, però. Ma finiamola qua, che se no iniziamo a parlare di porte USB. :*
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: fulgenzio - 07 Mag 2011, 11:45
Osama Bin Laden è morto. Ma non mi ricordo più perché dovrei essere felice.

(Una beffa per Osama. Era a soli quattro mesi dalla prescrizione)

Gli Usa liquidano Osama. Non avevano intenzione di rinnovargli il contratto.

Osama Bin Laden è stato ucciso. È la sorte di tutti i testimoni chiave.

Il leader di Al Qaeda colpito da un proiettile alla testa. È l’unico modo per uccidere uno zombie.

L’uccisione di Bin Laden è avvenuta nel corso di un’operazione dei reparti speciali americani. Nome in codice della missione: “Boh, proviamo qui”.

Il leader di Al Qaeda vittima di un blitz. L’operazione è durata solo 15 minuti e 304.041.600 secondi.

Giustizia è fatta: finalmente ucciso il colpevole di centinaia di migliaia di morti in Afghanistan e Pakistan.

Ha funzionato la tecnica americana: bombardare tutti i paesi vicini, costringendo Osama a rifugiarsi lì.

Nell’operazione arrestate due mogli e sei figli. Se è vivo è un genio.

Bin Laden era stato riconosciuto colpevole di uno dei più vergognosi crimini della storia: la rielezione di George W. Bush.

Dall’11 settembre Bin Laden minacciava gli Usa con video e messaggi su internet. Ma magari cercava soltanto di rimettercisi insieme.

Il test del dna conferma quanto già si pensava: le altre vittime della guerra non erano Bin Laden.

Bin Laden si nascondeva in un complesso residenziale di lusso. Gli piaceva minacciare i vicini dal videocitofono.

(Osama era l’unico al mondo che quando sentiva il campanello sperava fossero i testimoni di Geova)

Quando è stato ucciso, Bin Laden aveva in tasca 500 euro. Era chiaro che non sarebbe arrivato a fine mese.

(500 euro addosso a Bin Laden. Anche in Pakistan esistono i Responsabili?)

Barack Obama: “Non mostreremo alcuna immagine di Osama”. Puntano sulle mille parole.

Gli americani divisi sulla foto di Bin Laden. Per molti è un nudo artistico.

Un funzionario Usa alla Cnn: “Il cadavere è stato trattato secondo la tradizione islamica”. Portato a spalla festeggiando per le vie della città.

Al Qaeda conferma la morte di Bin Laden. Ok, di loro ci si può fidare.

Berlusconi: “Tutti aspettavano questa notizia”. So già quando rispolverare questa citazione.

Al Qaeda starebbe già scegliendo il nuovo leader. Si attende a breve la fumata bianca da qualche grattacielo.

Bin Laden sepolto in mare. Ora sono cazzi di Capitan Findus.

Il cadavere di Bin Laden è stato abbandonato in mare perché nessun paese lo voleva. Quindi arriverà a Lampedusa.

La Santa Sede: “Di fronte alla morte non si festeggia”. E dire che erano reduci da tre giorni di bagordi.

Alcuni attribuiscono a Karol Wojtyla la morte di Bin Laden. Ma non mi risulta che avesse l’aids.

Pare che Al Qaeda si stesse preparando a colpire in maniera durissima le ferrovie americane. Vendendole a Trenitalia.

Diffuse le ultime parole pronunciate da Bin Laden: “Chi è?”
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Kairon - 07 Mag 2011, 13:15
Barak Obama in conferenza stampa:
"Abbiamo preso un alieno!"
Giornalisti: "Vivo?"
BO:"Nonostante fosse inerme abbiamo preferito ammazzarlo"
G:"OK, allora fateci almeno vedere le foto"
BO:"Purtroppo sono immagini un po' troppo forti e abbiamo deciso di non mostrarle perché potrebbero impressionare il  pubblico e offendere le popolazioni aliene"
G:"Il corpo  adesso dove è tenuto"
BO:"Per rispetto delle tradizioni aliene lo abbiamo teletrasportato nel nucleo del sole"

AOH! MA CE STA PIJA PO'CULO?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: answer - 07 Mag 2011, 14:03

L’uccisione di Bin Laden è avvenuta nel corso di un’operazione dei reparti speciali americani. Nome in codice della missione: “Boh, proviamo qui”.

Berlusconi: “Tutti aspettavano questa notizia”. So già quando rispolverare questa citazione.

Il cadavere di Bin Laden è stato abbandonato in mare perché nessun paese lo voleva. Quindi arriverà a Lampedusa.

Diffuse le ultime parole pronunciate da Bin Laden: “Chi è?”

Queste sono meravigliose.  :D

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: The Fool - 10 Mag 2011, 15:57
Siti jihad, falso il video di Bin Laden, l'America mente: http://www.repubblica.it/esteri/2011/05/10/news/bin_laden-video_falso-16032971/ (http://www.repubblica.it/esteri/2011/05/10/news/bin_laden-video_falso-16032971/)

La storia comincia a diventare appassionante.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 10 Mag 2011, 16:03
E però scusate, come prova portano questo video: http://tv.repubblica.it/dossier/morte-bin-laden/al-qaeda-falsi-i-filmati-di-osama/68000?video (http://tv.repubblica.it/dossier/morte-bin-laden/al-qaeda-falsi-i-filmati-di-osama/68000?video)

Solo a me l'orecchio sembra IDENTICO e il ponte del naso pure con una piccola differenza per la diversa inclinazione del volto? Sul serio. Guardate e ditemi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 10 Mag 2011, 16:12
Non mi esprimo sulla veridicità del filmato, credo che come prova sia piuttosto debole, però no, le orecchie sono diverse, il padiglione auricolare della foto di sinistra (che mostra tra l'altro un certo invecchiamento del soggetto) è inclinato verso l'esterno (accenno di orecchie a sventola), al contrario di quello a destra, inoltre nella sua porzione elastica inferiore a sinistra c'è una convessità mentre a destra alla fine della porzione cartilaginea c'è una concavità.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 10 Mag 2011, 17:48
Beh, però se è un falso è impressionante tanto è ben fatto.

E comunque le orecchie invecchiando cambiano un poco. Tendono a ingrandirsi (non so se è un effetto ottico o un fenomeno vero e proprio).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 10 Mag 2011, 18:53
Il naso e le orecchie ingrandiscono per tutta la vita dell'individuo. Non avete mai notato quanto ce le hanno grandi i vecchi ultracentenari?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Toki 81 - 10 Mag 2011, 22:27
Mi consigliate, nel caso, un topic per questo?

http://www.youtube.com/watch?v=QQfdtnVO3xg

Ennesimo video di messaggi più o meno diretti degli ILLUMINATI, con la piccola differenza che... :-[
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MaxxLegend - 12 Mag 2011, 10:34
Ma ben fatto cosa, è palese che quello non è bin laden.
Ora non è che solo perché uno ha la barba automaticamente è uguale a lui, eh.. non gli somiglia per niente. (cit.)
Il naso è diverso, l'occhio è diverso, l'orecchio pure.
A esser cattivi si potrebbe dire che anche la barba è diversa, più crespa, folta e bianca ma non è detto che negli anni non sia cambiata.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte - Fantocci USA e getta
Inserito da: Void - 12 Mag 2011, 12:11
Al Qaeda starebbe già scegliendo il nuovo leader. Si attende a breve la fumata bianca da qualche grattacielo.
Questa è fenomenale.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 12 Mag 2011, 16:27
Lettura piacevole e scorrevole

http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/05/il-panico-del-1907-e-la-nascita-della.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 12 Mag 2011, 16:42
Lettura piacevole e scorrevole

http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/05/il-panico-del-1907-e-la-nascita-della.html

Questa e' la spiegazione e la causa della catastrofe attuale:

Citazione
...quando allo shock del 1907 si sarà aggiunto quello del 1929, il Congresso approva la legge Glass-Steagall nel 1933

Quella legge crea una Grande Muraglia fra il mestiere della banca commerciale (che raccoglie depositi e fa prestiti) e quello della banca d’affari che acquista partecipazioni azionarie nell’industria, opera in Borsa assumendo rischi in proprio.

Quella divisione fu voluta per tutelare il risparmiatore, per impedire i conflitti d’interessi in cui la banca non è solo un intermediario del credito, ma è impegnata attivamente nella speculazione, e coinvolge ignari depositanti in investimenti ad alto rischio.

E fu nel 1999, sotto l’influsso del neoliberismo, che la legge Glass-Steagall fu abrogata. La Grande Muraglia è caduta, le banche commerciali e le banche d'affari sono tornate a pasticciare tra loro, ed in meno di 10 anni si è scatenata la crisi dei subprime, la caduta di Lehman Brothers e l'inizio della Grande Crisi.

ovviamente non hanno posto rimedio alla cosa, anzi, hanno inasprito le condizioni (% di riserve vs denaro "fuori") per le attivita' di banca tradizionali (che sono quelle a basso rischio, oltre quelle che servono alla gente normale), mentre non hanno fatto nulla per le attivita' "di banca d'affari" (ossia dove serviva, perche' sono quelle a piu' alto rischio).

cio' e' stato fatto perche' cosi conveniva alle banche USA e UK, nel breve periodo. nel lungo visto che questa bolla NOn e' stata fatta esplodere (avremmo dovuto avere un periodo di depressione economica tosta, che di fatto non c'e' stato), il botto (perche' ci sara' un botto) sara' ancora piu' possente

unica soluzione sara' una guerra mondiale o simile


Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 12 Mag 2011, 16:45
Definisci "soluzione".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 12 Mag 2011, 16:53
certo l'occidente non accettera' il collasso economico del sistema, si trovera' una scusa a caso (magari semplicemente il fatto che quando succedono le catastrofi economiche la gente e' piu' propensa alla violenza, vero Germania post crisi del 29?) e si fara' una guerra.

perche' la guerra mette a posto le cose?

perche', occupata in cose piu' importanti che futures e derivati di staminchia, la gente non si accorge ma le cose tornano ad avere il giusto valore, l'economia fa nuovo focus su cose "vere" (ie: si spendono soldi per costruire carri armati e per piantare grano per sfamare la gente affamata piuttosto che fare investment banking).
prima/durante/appenadopo la guerra le azioni, le banche, tutte quelel cose immateriali varranno una frazione di quello che valgono oggi, ed anche rispetto al loro valore "vero", per il semplice motivo che sotto le bombe delle azioni Saint Gobain non ci fai granche', a differenza di un tozzo di pane.

chi avra' i soldi in quel momento comprera' azioni a niente e si assicurera' una ricchezza oscena nel dopo.
per dire i Rotschild sono diventati quello che son diventati in questa maniera, comprando tutto in saldo dalla crisi del 29 alla fine della seconda guerra mondiale.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 12 Mag 2011, 17:08
Mmm... come dire che quando hai debiti una soluzione è recidersi la carotide. A quel punto sei impegnato a non perdere più di tre litri di sangue, e dei debiti te ne frega poco. Il che è vero, ma non classificherei la cosa come soluzione.

Una soluzione sarebbe quella di sgonfiare progressivamente alcune bolle (o, riferendosi all'esempio, pagare poco a poco i debiti). Meno spettacolare come soluzione, più imperfetta, ma nella vita le cose che funzionano di solito sono poco spettacolari e soddisfacenti.

Un esempio? Il mercato immobiliare in America (ma anche in alcuni stati europei). Dopo la crisi è diventato più difficile accedere a mutui e, di conseguenza, comprare case che non ci si può permettere. Prima delle crisi in USA una famiglia monoreddito poteva comprare una megacasa coloniale da mezzo milione di valore senza neanche un controllo del credito. Oggi questo è impossibile. E' una soluzione perfetta? No. Ma è un miglioramento.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 12 Mag 2011, 17:12
per dire i Rotschild sono diventati quello che son diventati in questa maniera, comprando tutto in saldo dalla crisi del 29 alla fine della seconda guerra mondiale.

I Rotschild erano già oscenamente ricchi e potenti ben prima del periodo che citi tu, dopo sono semplicemente diventati leggermente più osceni per una naturale conseguenza delle cose.
Dubito che una guerra a livello mondiale (che oggi è comunque impossibile per una serie di motivi abbastanza evidenti) porterebbe ad un cambio nello stato delle cose.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 12 Mag 2011, 17:20
E' una soluzione perfetta? No. Ma è un miglioramento.

too late ferruccio

Alcuni abbracciano la tesi di seppia del tipo "poichè la spesa pubblica non è riducibile, solo un disordine sociale permette di ristabilire l'equilibrio..."

Speriamo di no, perchè come al solito sono i poveracci che vanno in guerra.
La guerra è il metodo più naturale di ridistribuzione della ricchezza.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 12 Mag 2011, 17:30
Mmm... come dire che quando hai debiti una soluzione è recidersi la carotide. A quel punto sei impegnato a non perdere più di tre litri di sangue, e dei debiti te ne frega poco. Il che è vero, ma non classificherei la cosa come soluzione.

Una soluzione sarebbe quella di sgonfiare progressivamente alcune bolle (o, riferendosi all'esempio, pagare poco a poco i debiti). Meno spettacolare come soluzione, più imperfetta, ma nella vita le cose che funzionano di solito sono poco spettacolari e soddisfacenti.

Un esempio? Il mercato immobiliare in America (ma anche in alcuni stati europei). Dopo la crisi è diventato più difficile accedere a mutui e, di conseguenza, comprare case che non ci si può permettere. Prima delle crisi in USA una famiglia monoreddito poteva comprare una megacasa coloniale da mezzo milione di valore senza neanche un controllo del credito. Oggi questo è impossibile. E' una soluzione perfetta? No. Ma è un miglioramento.

ma e' del tutto evidente che hai ragione.
non c'e' la volonta' di farlo pero', e' questo il problema.
la soluzione "giusta" sarebbe regolamentare, e soprattutto rispolverare la norma assurdamente eliminata nel 99 che impediva alle banche "tradizionali" di fare investment banking.
la ratio era:

- se gestisci i soldi della gente, fai solo quello e attivita' a basso rischio (prestiti a privati, mutui, ecc)
- se vuoi fare l'avventuriero, lo fai coi soldi tuoi (ovvero: chi faceva investment banking prima erano societa' create da ricconi che si mettevano insieme, mettevano un tot a testa e "giocavano" con quello)

l'investment banking e' MOLTO rischioso, permettere alle banche tradizionali di farlo e' come dire "giocate pure al casino' coi soldi dei rispaqrmiatori".
insomma e' criminale

il tuo esempio e' esattamente quello che dicevo qui:

ovviamente non hanno posto rimedio alla cosa, anzi, hanno inasprito le condizioni (% di riserve vs denaro "fuori") per le attivita' di banca tradizionali (che sono quelle a basso rischio, oltre quelle che servono alla gente normale), mentre non hanno fatto nulla per le attivita' "di banca d'affari" (ossia dove serviva, perche' sono quelle a piu' alto rischio).

cio' e' stato fatto perche' cosi conveniva alle banche USA e UK, nel breve periodo. nel lungo visto che questa bolla NOn e' stata fatta esplodere (avremmo dovuto avere un periodo di depressione economica tosta, che di fatto non c'e' stato), il botto (perche' ci sara' un botto) sara' ancora piu' possente

i mutui non sono per niente una cosa rischiosa. durante la bolla immobiliare si davano mutui a cani e porci non perche' non si sapesse che uno che guadagna 1000 dollari al mese non puo' pagarsi una casa che costa 999 dollari al mese, ma perche' (visto che agli stessi enti che davano mutui e' stato consentito di giocare al casino') le banche avevano interesse a far girare denaro. cioe' a loro interessava prestare quanti piu' soldi possibile, regardless le condizioni.

per dire i Rotschild sono diventati quello che son diventati in questa maniera, comprando tutto in saldo dalla crisi del 29 alla fine della seconda guerra mondiale.

I Rotschild erano già oscenamente ricchi e potenti ben prima del periodo che citi tu, dopo sono semplicemente diventati leggermente più osceni per una naturale conseguenza delle cose.
Dubito che una guerra a livello mondiale (che oggi è comunque impossibile per una serie di motivi abbastanza evidenti) porterebbe ad un cambio nello stato delle cose.

chiaro che erano gia' milionari, ma no, la loro ricchezza prima e dopo non e' nemmeno paragonabile.
uno che oggi guadagna 150.000 euri l'anno e' gia' ricco, ma se dopo 10 anni ne guadagna 15 milioni non e' ricco in modo paragonabile
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 12 Mag 2011, 18:59
per dire i Rotschild sono diventati quello che son diventati in questa maniera, comprando tutto in saldo dalla crisi del 29 alla fine della seconda guerra mondiale.

I Rotschild erano già oscenamente ricchi e potenti ben prima del periodo che citi tu, dopo sono semplicemente diventati leggermente più osceni per una naturale conseguenza delle cose.
Dubito che una guerra a livello mondiale (che oggi è comunque impossibile per una serie di motivi abbastanza evidenti) porterebbe ad un cambio nello stato delle cose.

chiaro che erano gia' milionari, ma no, la loro ricchezza prima e dopo non e' nemmeno paragonabile.
uno che oggi guadagna 150.000 euri l'anno e' gia' ricco, ma se dopo 10 anni ne guadagna 15 milioni non e' ricco in modo paragonabile

Beh, no, un attimo: i Rotschild, nel diciannovesimo secolo, erano di gran lunga la famiglia più ricca e potente del mondo (e secondo alcune stime in quel periodo ammassarono la più grande fortuna della storia moderna): oggi non so esattamente quanto siano ricchi, visto che dal ventesimo secolo in poi sono diventati abbastanza riservati sulla faccenda, ma dubito che abbiano avuto l'impennata che descrivi tu.

Comunque il punto non era tanto quello: il punto è che la guerra non ha cambiato nulla per loro e non ha cambiato nulla per molti altri magnati, e di certo non ha contribuito a creare un sistema finanziario migliore di quello che c'era prima (se non nel breve e nel medio periodo).
Un conflitto globale (che al giorno d'oggi è comunque improponibile) dà per forza di cose una grossa scossa nell'immediato, ma quando si calmano le acque ci si ritrova tendenzialmente nella stessa situazione di prima, al più con diversi giocatori seduti al tavolo.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 12 Mag 2011, 19:03
Comunque il punto non era tanto quello: il punto è che la guerra non ha cambiato nulla per loro e non ha cambiato nulla per molti altri magnati, e di certo non ha contribuito a creare un sistema finanziario migliore di quello che c'era prima (se non nel breve e nel medio periodo).
Un conflitto globale (che al giorno d'oggi è comunque improponibile) dà per forza di cose una grossa scossa nell'immediato, ma quando si calmano le acque ci si ritrova tendenzialmente nella stessa situazione di prima, al più con diversi giocatori seduti al tavolo.

questo e' evidente.
i ricchi restano ricchi, ma dopo guerre orribili lo fanno in un sistema che si e' liberato da bolle varie, che poi danneggiano soprattutto la gente comune.

come detto non e' che son qua a fare l'apologia della guerra igiene del mondo, ma purtroppo e' cosi (vedi mio post precedente)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 14 Mag 2011, 00:15
http://www.reuters.com/article/2011/05/13/us-binladen-porn-idUSTRE74C4RK20110513

Ehm...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 14 Mag 2011, 10:48
Si scoprirà che erano solo donne in camicia e minigonna.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 14 Mag 2011, 11:24
Ahhhh si come no, certo, e' proprio cosi...
Su pc fantasma ci trovo pure io quiel che mi pare.

Gli usa fanno schifo. E' il loro metodo per convincere le sue ridicole famigliole con figli e figlie immorali che il grande Islam sia pericoloso e ipocrita.

Peccato che l'islam sia cosi moderato, e al qaida non esista, si meriterebbero proprio una stagione di fiori e amore infinito*.
Speriamoci.

(*editato altrimenti e' politicamente scorretto e non possiamo continuare a mangiare hamburger e comprarci tecnologia inutile con la coscienza falsamente a posto)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 14 Mag 2011, 13:32
Marò che palle, daimon.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: vudux - 14 Mag 2011, 13:33
Ahhhh si come no, certo, e' proprio cosi...
Su pc fantasma ci trovo pure io quiel che mi pare.

Gli usa fanno schifo. E' il loro metodo per convincere le sue ridicole famigliole con figli e figlie immorali che il grande Islam sia pericoloso e ipocrita.

Peccato che l'islam sia cosi moderato, e al qaida non esista, si meriterebbero proprio una stagione di fiori e amore infinito*.
Speriamoci.

(*editato altrimenti e' politicamente scorretto e non possiamo continuare a mangiare hamburger e comprarci tecnologia inutile con la coscienza falsamente a posto)

Non esagerare dai, estremizzi dalla parte opposta... al qaida non esiste? l'islam moderato? bestemmi daimon  :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 14 Mag 2011, 13:51
Non estremizzo al qaida e' un concetto (tm) confezionato ad hoc da usisraele, per i propri fini. E convogliano qualsiasi azione la piu disparata a questo
marchio registrato.

Gli islamici non più o meno estremisti di qualsiasi altra frangia, sonoe stremisti i cristiani, lo sono gli ebrei, e veramente tanto, e lo sono pure gli atei,
volendo, ci sono stati  attentati suicidi politici anche da parte di partiti laici.

Ma non fa notizia perche' non e' utile ai piani di usraele.

Comunque tranquillo mi levo e vi faccio parlare delle fesserie vuote inutili e preconfezionate che leggete sul guardian ,che vi fanno credere  di
essere persone per bene e utili, che stanno dal lato giusto,fate pure.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: vudux - 14 Mag 2011, 13:55
Alt! un attimo. Io trovo che l'equilibrio stia nel mezzo, la verità va cercata li. Non è ne bianco ne nero.
Questo volevo dire. :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 14 Mag 2011, 13:59
Alt! un attimo. Io trovo che l'equilibrio stia nel mezzo, la verità va cercata li. Non è ne bianco ne nero.
Questo volevo dire. :yes:


Si non mi riferivo a te, eh, mi riferisco a chi blocca con le sbuffate le mie opposizioni dirette, e poi ghigna di notizie
francamente ridicole come quella dei video porno "nei computer di obama"

Si capisce l'andazzo della cosa, quindi non ha senso, combatto la mia guerra in altri luoghi e via.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 14 Mag 2011, 20:58
Sarò scemo io, ma se uno se ne esce con dichiarazioni tipo "al Qaeda è un'invenzione di Stati Uniti e Israele" deve portare delle prove schiaccianti a favore della tua tesi per non fare la figura del fanfarone.

A parte questo, la faccenda "occidente cattivo, occidente brutto, occidente oppressore" non ha molta credibilità se la posti su un forum di videogiochi tra un messaggio sui NAS, uno sui tablet, e uno sul gioco di turno...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 15 Mag 2011, 17:06


A parte questo, la faccenda "occidente cattivo, occidente brutto, occidente oppressore" non ha molta credibilità se la posti su un forum di videogiochi tra un messaggio sui NAS, uno sui tablet, e uno sul gioco di turno...
Ma perchè avere degli hobby preclude l'avere delle opinioni o delle informazioni su fatti importanti?
A quel che pare Osama Bin Laden, grande leader carismatico di Al Qaeda, laureato in Economia e Ingegneria, terrorista e pianificatore del più grande attacco terroristico della storia si faceva le pugnette con le donnine nude.
Dunque quest'ultimo dato renderebbe meno credibili i precedenti elencati?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 15 Mag 2011, 19:23
Che c'entrano gli hobby?  :D

Se uno fa il moralizzatore e la mena con il grande Islam e l'occidente cattivo ma si guarda bene dal lasciarlo, l'occidente cattivo con tutte le sue frivole comodità allora si, il suo "hobby" lo rende meno credibile, esattamente come sarebbe poco credibile un attivista della PETA il cui "hobby" fosse organizzare combattimenti tra cani.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: The Fool - 15 Mag 2011, 19:31
Vabbe' ma Daimon scherza, suvvia :lol:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 15 Mag 2011, 19:39
Ah boh, sai quanti ne conosco che dicono sul serio? :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 15 Mag 2011, 20:58
Che c'entrano gli hobby?  :D

Se uno fa il moralizzatore e la mena con il grande Islam e l'occidente cattivo ma si guarda bene dal lasciarlo, l'occidente cattivo con tutte le sue frivole comodità allora si, il suo "hobby" lo rende meno credibile, esattamente come sarebbe poco credibile un attivista della PETA il cui "hobby" fosse organizzare combattimenti tra cani.

Scusa ho frainteso il senso del post.
Per il resto ha ragione The Fool, però è una cosa che non andrebbe detta o spiegata, o si perde la magia Daimon ;D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 16 Mag 2011, 01:09
DRZ ma perche' devo lasciare l'occidente??

Io voglio aiutare l'islam a invadere l'occidente. Mi pare che si fosse capito oramai. Sto qua come agente interno.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 20 Mag 2011, 11:42
Obama su Israele dal fatto quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/19/la-svolta-di-obama-sul-medio-oriente/112351/)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 20 Mag 2011, 11:46
DRZ ma perche' devo lasciare l'occidente??

Io voglio aiutare l'islam a invadere l'occidente. Mi pare che si fosse capito oramai. Sto qua come agente interno.

Non avevo considerato questa possibilità, in effetti.  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 20 Mag 2011, 11:48
Obama su Israele dal fatto quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/19/la-svolta-di-obama-sul-medio-oriente/112351/)

Quasi incredibile.

Vediamo ora dopo l'incontro con netanyau se le minacce di quest'ultimo gli faran cambiare idea o no.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Barbelith - 20 Mag 2011, 11:53
Obama su Israele dal fatto quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/19/la-svolta-di-obama-sul-medio-oriente/112351/)

Cazzo, era ora...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 20 Mag 2011, 11:54
Obama su Israele dal fatto quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/19/la-svolta-di-obama-sul-medio-oriente/112351/)

Finalmente, cazzo. Magari se USA (e Occidente in generale) si sfilassero un pizzico dall'appoggio a Israele, avremmo tutti vita più facile e contribuiremmo meno alla nostra futura rovina.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 20 Mag 2011, 11:54
Obama su Israele dal fatto quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/19/la-svolta-di-obama-sul-medio-oriente/112351/)

A questo punto non so se ritornare ai confini del '67 sarebbe una mossa particolarmente saggia, ma è anche vero che la situazione attuale va sbloccata in qualche modo.
Poi, vabbé, siamo comunque nel reame della fantapolitica.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 26 Mag 2011, 21:18
Che scena triste http://video.corriere.it/berlusconi-obama-parla-male-giudici/db495a40-87b3-11e0-8601-a1952c3da2ae (http://video.corriere.it/berlusconi-obama-parla-male-giudici/db495a40-87b3-11e0-8601-a1952c3da2ae).
Berlusconi è veramente un peracottaro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 26 Mag 2011, 22:13
Ossignùr. Il linguaggio del corpo della scena è imbarazzante.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 27 Mag 2011, 07:20
Veramente, non amo fare sto genere di commenti, ma in questo momento pensare che anche solo parzialmente queste persone mi rappresentino in qualche modo mi fa davvero venire lo sconforto.
Non ci credo che l'italia sia ridotta a sta maniera.
Sto vedendo abissi impensabili
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 09 Giu 2011, 13:57
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-05-15/direttore-fondo-monetario-dominique-091150.shtml?uuid=Aaqm8NXD

Analisi complottista (carta-stagnola-in-testa mode on)

http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/05/dominique-strauss-kahn-il-fondo.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 09 Giu 2011, 14:26
"Daniel Estulin nel suo articolo “Sexo en Nueva York” ipotizza che la cameriera che Dominique Strauss-Kahn ha tentato probabilmente di pagare (e non violentare) per ottenere servizi sessuali era un agente del Mossad, il servizio segreto isaeliano e vincolata al QAT internazionale"

Secondo me era una rettiliana.

Dai cazzo, non fatemi perdere tempo a leggere anche dieci secondi di queste IMMONDE CAZZATE.

Il FMI è un organo controverso, e in passato ha spinto per politiche molto liberiste e a senso unico. Ma non è uno strumento degli Stati Uniti per controllare il mondo e non ha fatto solo cose negative. Per favore, abbiamo tutti più di sedici anni qui dentro, non usiamo parole in libertà.

Se volete informazioni più dettagliate sul FMI e sugli equivalenti fondi nei paesi in via di sviluppo che hanno reso il FMI più concentrato sull'Europa ascoltate questo podcast (http://www.npr.org/blogs/money/2011/05/24/136618552/the-tuesday-podcast-do-we-need-the-imf) o leggete questo post (http://www.npr.org/blogs/money/2011/05/17/136341873/what-is-the-imf-anyway).

Poi quando si parla della povera Grecia e delle orribili restrizioni suggerite in cambio di prestiti salva-culo un poco di informazione non farebbe male. Perché la Grecia era la nazione delle pensioni con la quattordicesima e con le figlie di poliziotti e soldati che prendevano le pensioni dei genitori per il resto della vita (fonte: bild.de (http://www.bild.de/news/bild-english/news/german-anger-at-paying-luxury-greek-pensions-12344366.bild.html)). A proposito: ma ha ragione Santoro? In Italia la liquidazione corrisponde a trenta mensilità? Lo sapete quanto è in Svezia? Zero, a meno che non contratti col datore di lavoro (e se hai culo ne strappi tre, di mensilità). Possiamo lamentarci del capitalismo e dei cattivoni del FMI tutto il giorno, ma nazioni come Grecia, Spagna, Portogallo e Italia hanno anche delle politiche che sono incompatibili con una gestione finanziaria sensata.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 09 Giu 2011, 16:13
La liquidazione di santoro credo sia un plus del suo contratto. Se mi licenzio io ho diritto a più o meno un mese di stipendio per ogni anno lavorato (ovviamente calcolato sul reddito anno per anno).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 09 Giu 2011, 17:27
La liquidazione per i poveracci è un accantonamento equivalente ad un mese di stipendio l'anno, e quando te la danno te la segano col 27% di tasse, però sono sempre soldi tuoi.

Quella dei manager e dei professionisti credo sia diversa, viene contrattata al momento dell'ingaggio.
Non credo sia vincolata al tasso di rendimento, altrimenti non avremo pupazzi messi in posti strategici dall apolitica che se ne vanno a suon di milioni di euro dopo aver provocato disastri immani.

Almeno santoro lo share l'ha fatto, quelli messi in rai dal pdl hanno fatto andare a picco l'audience.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 09 Giu 2011, 17:34
Se volete informazioni più dettagliate sul FMI e sugli equivalenti fondi nei paesi in via di sviluppo che hanno reso il FMI più concentrato sull'Europa ascoltate questo podcast (http://www.npr.org/blogs/money/2011/05/24/136618552/the-tuesday-podcast-do-we-need-the-imf) o leggete questo post (http://www.npr.org/blogs/money/2011/05/17/136341873/what-is-the-imf-anyway).


Vabbè, qua stiamo a livello di libro di quinta elementare, manca solo il ripilogo sotto con i quadrati dove mettere le crocette.

Fico l'avatar, che so' gli abba complottisti? Suppongo non sapessero bene dove mettere la carta stagnola  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 09 Giu 2011, 17:42


Vabbè, qua stiamo a livello di libro di quinta elementare, manca solo il ripilogo sotto con i quadrati dove mettere le crocette.

magari si, ma quello che hai postato tu sta a livello prenatal a confronto.
da quel link sembra che gli states abbiano imposto il dollaro come moneta mondiale con la forza, gli inganni ed il Mossad
quando invece era solo logica conseguenza del fatto che fosse ai tempi l'unica moneta "grande", stabile e trasversale esistente, perfetta per vendere/comprare petrolio in sostanza.
ma magari senza le pressioni e senza il mossad avremmo utilizzato le lire turche, o le rupie, i dobloni o i talleri di Maria Luigia.

prova di quello che dico sta nel fatto che ora che esiste l'euro la forza del dollaro e' molto minore, ci sono paesi che vendono il petrolio in euro, l'euro e' piu' stabile.
infatti il dollaro ora e' piu' debole
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 09 Giu 2011, 17:49
Non sono uno che si intende di finanza ma il fatto che una moneta valga meno di un'altra è completamente svincolato dal fatto che sia più o meno stabile visto che i cinesi tengono artificialmente lo yuan basso.

Poi il fatto che il petrolio si paghi in dollari è una cosa che comincia a stare sulle balle a parecchi, dato che in questo modo gli usa esportano la svalutazione della loro moneta in un contesto mondiale.

P.S. Se andiamo di abcdario va bene anche questo: http://it.wikipedia.org/wiki/Fondo_Monetario_Internazionale
Comunque ho letto parecchi articoli su come i prestiti erogati da enti, o in alcuni casi direttamente dagli USA (in questo caso la CIA ha fatto il lavoro del cravattaro), hanno incaprettato piccole economie sudamericane ed alcuni paesi dell'ex blocco sovietico.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 09 Giu 2011, 18:22
Non sono uno che si intende di finanza ma il fatto che una moneta valga meno di un'altra è completamente svincolato dal fatto che sia più o meno stabile visto che i cinesi tengono artificialmente lo yuan basso.

non ho detto questo
ho detto che, tra le altre cose, il fatto che una moneta sia stabile la rende preferibile come moneta "comune". i cinesi tengono lo yuan basso per favorire l'export, se compri in cina compri in yuan e bon, non hai alternative

Poi il fatto che il petrolio si paghi in dollari è una cosa che comincia a stare sulle balle a parecchi, dato che in questo modo gli usa esportano la svalutazione della loro moneta in un contesto mondiale.

infatti, solo che prima (dell'euro) non c'erano reali alternative al dollaro. quindi il dollaro non era utilizzato perche' lo imponeva il Mossad o gli alieni, ma perche' di fatto era l'unica scelta logica.
il fatto che oggi molti passino/vogliono passare/considerano l'euro e' prova di quello che dico: niente alieni/complotti, solo logica

P.S. Se andiamo di abcdario va bene anche questo: http://it.wikipedia.org/wiki/Fondo_Monetario_Internazionale
Comunque ho letto parecchi articoli su come i prestiti erogati da enti, o in alcuni casi direttamente dagli USA (in questo caso la CIA ha fatto il lavoro del cravattaro), hanno incaprettato piccole economie sudamericane ed alcuni paesi dell'ex blocco sovietico.

nessuno ha mai detto che il l'IMF sia un organo di beneficienza privo di colpe e malignita'
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 11 Giu 2011, 15:13
http://www.economist.com/blogs/dailychart/2011/06/military-spending
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 11 Giu 2011, 16:22

quando invece era solo logica conseguenza del fatto che fosse ai tempi l'unica moneta "grande", stabile e trasversale esistente, perfetta per vendere/comprare petrolio in sostanza.

Non esattamente, alla fine del secondo conflitto mondiale l'unica nazione partecipante che non si trovasse in una situazione di grave indebitamento era, paradossalmente, la Germania Nazista, perchè nel suo delirio ariano aveva avuto la brillante idea di stamparsi i soldi da sola, mentre tutte le altre nazioni erano dovute ricorrere ad ingenti prestiti per gestire le spese militari.
Uno dei primi atti degli Stati Uniti dopo la vittoria fu di costringere la nazione sconfitta a rinunciare alla Reichsbank di Hjalmar Sachs, che aveva consentito alla nazione di uscire dalla guerra senza alcun debito pubblico, e di cedere la sovranità monetaria alla Bundesbank.
Nel 1959, circa 15 anni dopo soltanto, il debito pubblico tedesco era di 7 miliardi di marchi, ed era arrivato a 33 nel 1965.
La nazione vincitrice, quella con la moneta più stabile, alla fine del conflitto mondiale aveva un debito pubblico di 270000 milioni di dollari.

La storia dunque ci avrebbe dimostrato che la logica avrebbe voluto che ogni stato facesse come la Germania, ma evidentemente ad imporre il dollaro non è stata la logica, ma una necessità.

Lo stesso è accaduto per il Guersney, che dopo le guerre napoleoniche sanò la sua economia con moneta propria, e dal 1822 al 1836 questo metodo le permise di non generare debito nè inflazione.

La storia di Strauss Khan potrà sembrare una trappola da operetta, però ricordiamoci che per la guerra in Iraq è accaduto la stessa cosa, Saddam aveva intenzione di dirottare i suoi affari sull'euro e su Francia e Germania, non è affatto casuale che proprio Francia e Germania ai tempi abbiano espresso il più forte dissenso contro la guerra in Iraq, come confermato anche dalle analisi del "falco" Brzezinski.

Quando ci si infilino angeli, cabbala, ordini segreti ecc ci possiamo anche fare due risate, perchè si tratta solo del mero funzionamento del mercato e della logica del massimo profitto riducendo al minimo gli ostacoli, però i fatti, ancora, ci narrano che nella maggior parte dei casi la "logica" sia stata fatta fuori a favore della convenienza, e ce lo ricordano Lincoln (Greenbacks), James A. Garfield (dopo il suo assassinio fu varato il Federal Reserve Act) e JFK (Executive Order 11110).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 11 Giu 2011, 16:34
Ma se stampi più soldi mica diventi più ricco, hai la stessa ricchezza di prima divisa per più banconote.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 11 Giu 2011, 16:48
Paradossalmente se stampi più soldi diventi più povero, perchè aumenta l'inflazione e quindi l'aumento dei prezzi o delle tasse per ritirarli.
Tale concetto poi oggi è usato in maniera del tutto fraudolenta col sistema dei prestiti, perchè indebitarsi, anche a livello privato, tecnicamente aumenta la quantità di denaro in circolo, e quindi la "ricchezza", anche se è un debito (e quindi sintomo di povertà), e con essa quindi l'inflazione.

A parte questo non ho capito la tua affermazione, stampare più soldi non significa aumentare il numero di banconote, significa stampare valori nominali superiori (la copertura aurea o in qualsiasi altro bene materiale non esiste più da un pezzo, quindi le banconote non sono più note di cambio appunto), 10 milioni di euro (in tagli da 100 facciamo) sono di più di 5 milioni di euro (in tagli da 100), aumentare l'emissione non significa mica che invece di stampare 10 milioni in tagli da 100 ne stampo 10 milioni in tagli da 5...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 11 Giu 2011, 21:24
Intendevo quello che hai detto nella prima frase, ma lo ho detto malissimo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 13 Giu 2011, 17:49
I soldi sono valore nominale, a questo valore nominale dovrebbe corrispondere un valore reale.

La differenza tra valore reale e valore nominale è debito. Oggi infatti tutta l'economia è basata
sul debito, cioè su quello che si produrrà nel futuro.
Oggi c'è una caccia folle alla creazione del debitore.

Il mondo si divide in un due parti, creditori e debitori. Chi ha i soldi sa che questi
in se stessi hanno un valore intrinseco molto labile e quindi si affretta a trasformarli in debito,
un bene più consistente.
Se ci fate caso tutto quello che vi circonda vi spinge al debito e chi è sopra di voi
vi indebita a vostra insaputa (tanto che gli frega poi pagate voi).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 13 Giu 2011, 18:29
C'eri anche tu con Borghezio in Svizzera?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 13 Giu 2011, 21:37
Meno male che non era con Kennedy, via. Bicchiere mezzo pieno.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 16 Giu 2011, 18:30
Armamenti dei ribelli libici (http://www.theatlantic.com/infocus/2011/06/diy-weapons-of-the-libyan-rebels/100086/#img18)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Giu 2011, 13:07
Scusate, ho una curiosità: a mente fredda i cospirazionisti del forum credono ancora che la morte di Bin Laden fosse una montatura?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 21 Giu 2011, 19:02
Scusate, ho una curiosità: a mente fredda i cospirazionisti del forum credono ancora che la morte di Bin Laden fosse una montatura?
Che sia morto non c'è dubbio, che sia morto nei modi e tempi che ci hanno raccontato no, io sono ancora convinto che ci abbia lasciati molto tempo fa...perchè sono emersi nuovi dati?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 21 Giu 2011, 19:33
perchè sono emersi nuovi dati?

sì infatti, cosa mi sono perso che ha invece definitivamente cementificato le vostre convizioni ufficiali? Come, il nulla di nulla? Ah ok, allora tutto come sempre...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Giu 2011, 20:40
chiaro, e' morto anni fa il bin laden, che tra l'altro come si sa, non aveva nulla a che fare con l'inside job delle torri.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Giu 2011, 20:49
perchè sono emersi nuovi dati?

sì infatti, cosa mi sono perso che ha invece definitivamente cementificato le vostre convizioni ufficiali? Come, il nulla di nulla? Ah ok, allora tutto come sempre...

Il fatto che i familiari abbiano confermato? Il fatto che gli associati abbiano confermato? Il fatto che il Pakistan abbia confermato? Il fatto che nulla indica che BL NON sia morto nell'attacco americano?

Poi, vabbè, magari Bin Laden era un rettiliano che è scappato su un mio mini pony. Ma da una parte abbiamo fonti ufficiali, parenti e associati che dicono una cosa. Dall'altra... Aspè, quali sono le prove che BL è morto anni fa?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 21 Giu 2011, 23:10
Ferruccio, però non puoi dirmi che credi a quello che ti dicono perchè ufficiale! Pure Berlusconi va blaterando che la crisi non esiste e che lui è vittima di un complotto della sinistra. E che i conti dell'Italia sono a posto e che l'Italia è più solida delle altre nazioni e che abbasseranno le tasse. Davvero credi che, per esempio, l'11 settembre sia successo quello che ci hanno raccontato come "ufficiale"?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 21 Giu 2011, 23:31
11 settembre: credo a quello che ho visto (aereo - torre - boom) e alla soluzione più logica (gruppo di terroristi). E, visto che i servizi segreti di qualsiasi paese non riescono mai a tenere coperto un cazzo di segreto che sia uno, trovo del tutto improbabile l'ipotesi di un complotto. Il fatto che Iraq e Afghanistan si siano rivelati dei pantani di merda come neanche il Vietnam con scandali a ripetizione è un indizio che i servizi segreti americani non sono poi così perfetti e queste due guerre sono figlie dell'idiozia della visione del mondo bushista più che di un complicato complotto. Mai vedere piani geniali quando tutto è spiegabile con l'inettitudine e l'idiozia.

Bin Laden: cazzo c'entra Berlsuconi? Se la famiglia dell'ammazzato e la sua organizzazione confermano e se non ci sono prove concrete che così non è stato, perchè dovrei dubitare?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 21 Giu 2011, 23:52
Ferruccio, la risposta alla tua domanda è molto semplice e breve:


Perchè pensi che cambino idea? Non si fidano delle fonti ufficiali adesso come prima, e preferiscono il fascino( ???) del complotto.
Bush (o chi dietro a lui) è un genio di strategie mediatiche ed ha organizzato tutto, anche i Patriots gli farebbero una pippa :yes:
Obama (o chi dietro a lui) sta seguendo le orme, ma ancora ne deve fare di strada :baby:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: bub - 22 Giu 2011, 10:54
veramente secondo le fonti ufficiali i patriot fanno una pippa al mullah omar e la sua motocicletta.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 11:02
Debito, ovvero valore virtuale su quello che si produrrà in futuro.

Per tirare avanti il capitalismo ha bisogno che la terza classe vada sott'acqua.

http://www3.lastampa.it/economia/sezioni/articolo/lstp/406052/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 12:05
Sì, vabbè. E poi beni e servizi li comprano gli alieni.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 22 Giu 2011, 12:09
Il prestito di denaro è immorale, specula sul tempo che appartiene a Dio.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 22 Giu 2011, 12:17
esatto il prestito ad interesse e' da ebrei.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 12:38
Ferruccio, la risposta alla tua domanda è molto semplice e breve:


Perchè pensi che cambino idea? Non si fidano delle fonti ufficiali adesso come prima, e preferiscono il fascino( ???) del complotto.
Magari invece qualcuno preferisce il fascino dell'analisi delle informazioni al complotto, e non si beve acriticamente nè le dichiarazioni ufficiali nè le banfe di complottisti a tutti i costi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 13:01
Senti che botto che fa la grecia e poi tutti quelli che hanno in mano il suo debito
e a loro volta quelli che hanno il debito di chi ha il debito.

A meno che qualcuno non pensa che chi ha rendimenti sui titoli può continuare a farlo sulle
spalle di tutta la comunità.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 22 Giu 2011, 13:26
Guarda che se c'è un debito c'è anche un credito.
Uno se ti presta denaro lo ha mica lo inventa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 13:41
Guarda che se c'è un debito c'è anche un credito.
Uno se ti presta denaro lo ha mica lo inventa.
La matematica fa miracoli.
Prendiamo l'esempio della riserva frazionaria, che è quella percentuale di denaro che la banca deve trattenere "per ogni evenienza".
In genere essa ammonta al 2% delle somme ricevute.
Ora se pensiamo al sistema bancario come ad un sistema chiuso (quale in effetti è, grazie anche alle cosiddette Camere di compensazione), se io deposito 1000 euro in una banca, questa deve trattenere 2, e può prestare 998, che finendo in un'altra banca, questa tratterrà 2, e potrà prestare 996, quindi 994, 992 ecc...

Ora, se andiamo a sommare 998+996+994+992, temo che il risultato che verrà fuori sarà leggermente superiore ai famosi 1000 euro "fisici" che il tapino X era andato originariamente a depositare.
Quindi in un certo senso si, grazie ad una semplice ed insospettabile progressione matematica i soldi si possono anche inventare :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 22 Giu 2011, 13:55
Ferruccio, la risposta alla tua domanda è molto semplice e breve:


Perchè pensi che cambino idea? Non si fidano delle fonti ufficiali adesso come prima, e preferiscono il fascino( ???) del complotto.
Magari invece qualcuno preferisce il fascino dell'analisi delle informazioni al complotto, e non si beve acriticamente nè le dichiarazioni ufficiali nè le banfe di complottisti a tutti i costi.

Certo, non è sbagliato. Però è difficile trarre conclusioni così, non c'è un criterio oggettivo di selezione per notizie che non possiamo verificare.
Mi spiego meglio.
Sulle singole notizie puoi opinare e dire che c'è puzza di imbroglio, ma alla fine per farti un'idea devi per forza di cose credere ad alcuni fatti riportati. Oppure rinunci.
Ci possono essere diversi livelli di scetticismo, posso pensare che la notizia di Bin Laden sia finta, magari è già morto, magari è ancora vivo. Posso anche credere che Bin Laden non sia mai esistito, come posso esserne certo? Posso anche credere che le torri gemelle non siano mai cadute o esistite, visto che di persona non le ho mai viste.

Trovo sensato dare più peso alle dichiarazioni ufficiali. A volte potranno anche essere artefatte o dubbie, è lecito dubitare. Però non abbiamo la verità in tasca e per fatti così "lontani" dalla nostra vita quotidiana mai l'avremo.
Bin Laden era già morto e la notizia riportata in quel modo ha fini elettorali? Per me può aver senso.
Bin Laden non è morto? Potrebbe avere senso, ma ci sono troppe fonti ufficiali diverse che dicono il contrario.

Infine, un conto è dubitare delle fonti ufficiali, un conto è credere nei complottisti. Credo che seguire i loro ragionamenti ci porti ad inalberarci in ragionamenti troppo spesso incongruenti ed inconsistenti, spesso si dà troppa importanza ad alcuni dettagli e si trascurano elementi più importanti.
Le torri gemelle sono cadute per esplosivi al loro interno? Mah.
L'attacco con la statuina a Berlusconi è stato organizzato a tavolino? Mah.
La futura crisi energetica potrà essere risolta dal motore a gatto imburrato? Certo.
L'attacco alle torri ha Bush (o chi dietro di lui) come mandante? Mah.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 14:02
Guarda che se c'è un debito c'è anche un credito.
Uno se ti presta denaro lo ha mica lo inventa.

bho, io credo che la situazione attuale nasca proprio dal fatto
che il denaro che gira adesso è inventato di sana pianta.
Cioè non è più ancorato in qualche modo alla realtà ma
stampato in base al debito, e per questo di debito se ne è
creato tanto.

Leggevo ora: Se nel 1970 bastavano 80 stipendi  (poco più di 6 anni e mezzo) per acquistare una casa, oggi che un immobile di 100 mq in provincia costa 250.000 € ci vogliono 208 stipendi cioè oltre 17 anni di lavoro.

In questo modo si è creato il debito, cioè per avere la stessa cosa devi fare più debiti,
in controtendenza con la realtà delle cose (ergo di case ce ne stanno un boato quindi dovrebbero costare una fesseria),
quindi il valore è artificiale, il valore sei te che devi lavorare come un somaro per pagare
40 anni di mutuo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 22 Giu 2011, 14:03
Guarda che se c'è un debito c'è anche un credito.
Uno se ti presta denaro lo ha mica lo inventa.
La matematica fa miracoli.
Prendiamo l'esempio della riserva frazionaria, che è quella percentuale di denaro che la banca deve trattenere "per ogni evenienza".
In genere essa ammonta al 2% delle somme ricevute.
Ora se pensiamo al sistema bancario come ad un sistema chiuso (quale in effetti è, grazie anche alle cosiddette Camere di compensazione), se io deposito 1000 euro in una banca, questa deve trattenere 2, e può prestare 998, che finendo in un'altra banca, questa tratterrà 2, e potrà prestare 996, quindi 994, 992 ecc...

Ora, se andiamo a sommare 998+996+994+992, temo che il risultato che verrà fuori sarà leggermente superiore ai famosi 1000 euro "fisici" che il tapino X era andato originariamente a depositare.
Quindi in un certo senso si, grazie ad una semplice ed insospettabile progressione matematica i soldi si possono anche inventare :D
Perchè dovresti sommare quei numeri in quel modo? Non c'è una minima logica dietro.
Il conto dovrebbe essere 2+2+2+2+.... Approssimato poi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 14:14
Perchè dovresti sommare quei numeri in quel modo? Non c'è una minima logica dietro.
Il conto dovrebbe essere 2+2+2+2+.... Approssimato poi.
Perdonami ma sommare 2 non ha senso, 2 è la percentuale da trattenere per legge, stabilita in base a dati statistici per cui solo il 2% dei titolari potrebbe ricorrere al ritiro di denaro contante, quindi su ogni somma depositata il sistema bancario può trattenere 2 e impiegare il resto (nel caso di 1000 euro ovviamente), quindi da 1000 euro depositati in partenza, se ne riescono a ricavare molti di più con un artificio contabile.
Il 15 settembre 2010 in Inghilterra è stata fatta una proposta di legge per portare la riserva frazionaria al 100%,visto che le crisi economiche del 2008-2009 sono figlie proprio di questi sistemi basati sul credito fiduciario (fiduciario proprio perchè dietro non c'è niente di materiale, solo dati virtuali).
Proposta che personalmente, per quanto in linea di principio sacrosanta, trovo eccessiva perchè paralizzerebbe l'intero sistema bancario e quindi economico (un pò come se un giorno il Papa si affacciasse alla finestra e dicesse ai fedeli che la Genesi sia una metafora del processo di sviluppo del nostro sistema nervoso).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 22 Giu 2011, 15:08
Quindi una banca qualsiasi con i miei 1000 euro depositati può prestare 998 euro più di una volta?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 15:19
Quindi una banca qualsiasi con i miei 1000 euro depositati può prestare 998 euro più di una volta?
Non 998, ma multipli decurtati della percentule di riserva frazionaria ogni volta che vengano depositati (quindi dai 1000 euro di partenza se ne possono prestare 998,996,994,992,990 fino al termine della progressione, somme il cui totale ovviamente eccede di gran lunga la somma di partenza di 1000 euro). Si parlava appunto di valori "creati dal nulla", il meccanismo della riserva frazionaria crea denaro dal nulla, non è un caso che diversi economisti ne furoreggino l'abolizione totale (cosa assurda a mio modo, e non solo mio, di vedere) o l'aumento percentuale (diciamo partendo dal 20% fino a salire ad un massimo del 50%, visto che il 2% è un valore desunto statisticamente sulla probabilità massima di richiesta di ritiro, e quindi cucito addosso all'esigenza di massimizzare le possibilità di creazione di cifre fiduciarie non coperte da null'altro che una "Promessa di pagamento", il famoso accredito, e motivo per cui oggi molti istituti, Poste comprese, lottino per eliminare il contante e favorire il sistema di accredito, che massimizza e alimenta questo sistema concettualmente fraudolento, ma oggi purtroppo necessario e non eliminabile in maniera acuta, per fare e far circolare denaro).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 15:32
Da Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_frazionaria) (grassetti miei)

Citazione
Come spiegato efficacemente dal Nobel Paul Samuelson[1], a fronte di un nuovo deposito, una banca può concedere un prestito aggiuntivo per un ammontare massimo pari al nuovo deposito meno la somma trattenuta sotto forma di riserva a qualsiasi titolo.
Chi ottiene il prestito spende la somma ricevuta, che prima o poi viene depositata presso un'altra banca da chi la riceve in pagamento.
La banca a sua volta agirà come la prima, trattenendo una quota della moneta sotto forma di riserva e prestando il resto.
Il meccanismo continua fino a quando non ci sono più nuovi prestiti e nuovi depositi.
A fronte di un nuovo deposito, accade che a livello di sistema bancario (e non di singola banca, come molti ritengono erroneamente) si genera un nuovo prestito, che potrà divenire un nuovo deposito presso una seconda banca e da questo deposito si potrà creare un prestito che diverrà nuovo deposito per un'altra banca, e così via ricorsivamente. Poiché ad ogni deposito una percentuale del denaro dev'essere trasformato in riserva, ogni successivo prestito risulterà inferiore al precedente così come ogni deposito risulterà inferiore al precedente.
La somma di tutti i prestiti effettuati da più banche generati da un primo nuovo deposito risulterà un multiplo del primo deposito. Allo stesso modo la somma di tutti i depositi sarà un multiplo del deposito iniziale. Risulta evidente che la somma totale dei depositi sarà garantita in termini di liquidità, dal solo deposito iniziale.
Si parla pertanto di moltiplicatore monetario, che agisce a livello di sistema bancario e non, come ricorda Samuelson, a livello di singola banca. È anche vero che non c'è nessun divieto di depositare il prestito sulla stessa banca che lo ha erogato.
Questo significa, per fare un esempio, che a fronte di una percentuale di riserva pari al 2%, il sistema bancario (e non la singola banca) può arrivare a prestare fino a 50 volte tanto. Conseguentemente aumentano anche i depositi presso il sistema bancario.
La singola banca non può concedere prestiti per un ammontare pari a numerose volte la raccolta. La ragione è semplice: una volta che la somma prestata è stata spesa e chi la riceve la versa presso altre banche, la banca che ha concesso i prestiti ha debiti nei confronti delle altre banche, debiti che deve liquidare con moneta depositata presso la banca centrale. Pertanto se a fronte di un nuovo deposito pari a 100 la banca concedesse prestiti per 5000 euro (50 volte tanto), la banca che ha concesso il prestito dovrebbe versare 5000 euro ad altre banche, sotto forma di debiti della banca centrale, fatto impossibile perché la banca ha ricevuto depositi solo per 100. Tuttavia, i clienti delle altre banche potrebbero effettuare pagamenti a clienti della banca che ha erogato il prestito, per un ammontare simile: il debito di tutte le altre banche verso quella che ha erogato il prestito è simile a quello della prima verso le altre banche. Nella Camera di Compensazione, ogni banca paga la differenza fra debiti e crediti verso le altre banche, se questa è negativa, e quindi deve avere disponibili depositi pari al saldo debitorio.

C'è un effetto moltiplicatore, ma non credo si possa dire che i soldi vengono creati dal nulla. Resta il fatto che si presta e si riceve valore.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 15:35
Fanno bene i cinesi a trattare solo col contante. Mai visto un cinese in banca?

Qui è spiegato abbastanza bene, anche se comunque non è molto immediato come concetto, è importante comprendelo a livello di sistema bancario e non di singola banca. Praticamente ad ogni deposito la banca trattiene il 2% ed il 98% lo può prestare, ma ad ogni prestito corrisponde un deposito in qualsiasi altra banca, che a suo volta tratterrà il 2% e presterà il restante.

Il succo è che ad ogni transazione la banca trattiene un 2% di liquidità a fronte del 98% di prestiti (dai quali però ottiene ad esempio il 5% di interesse annuo*).

http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_frazionaria

*attenzione annuo, non totale. No perchè c'è ancora gente che pensa di andare in banca prendere 10.000 euro in 48 rate e restituirne 10.500.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 15:52
Da Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_frazionaria) (grassetti miei)

Citazione
Come spiegato efficacemente dal Nobel Paul Samuelson[1], a fronte di un nuovo deposito, una banca può concedere un prestito aggiuntivo per un ammontare massimo pari al nuovo deposito meno la somma trattenuta sotto forma di riserva a qualsiasi titolo.
Chi ottiene il prestito spende la somma ricevuta, che prima o poi viene depositata presso un'altra banca da chi la riceve in pagamento.
La banca a sua volta agirà come la prima, trattenendo una quota della moneta sotto forma di riserva e prestando il resto.
Il meccanismo continua fino a quando non ci sono più nuovi prestiti e nuovi depositi.
A fronte di un nuovo deposito, accade che a livello di sistema bancario (e non di singola banca, come molti ritengono erroneamente) si genera un nuovo prestito, che potrà divenire un nuovo deposito presso una seconda banca e da questo deposito si potrà creare un prestito che diverrà nuovo deposito per un'altra banca, e così via ricorsivamente. Poiché ad ogni deposito una percentuale del denaro dev'essere trasformato in riserva, ogni successivo prestito risulterà inferiore al precedente così come ogni deposito risulterà inferiore al precedente.
La somma di tutti i prestiti effettuati da più banche generati da un primo nuovo deposito risulterà un multiplo del primo deposito. Allo stesso modo la somma di tutti i depositi sarà un multiplo del deposito iniziale. Risulta evidente che la somma totale dei depositi sarà garantita in termini di liquidità, dal solo deposito iniziale.
Si parla pertanto di moltiplicatore monetario, che agisce a livello di sistema bancario e non, come ricorda Samuelson, a livello di singola banca. È anche vero che non c'è nessun divieto di depositare il prestito sulla stessa banca che lo ha erogato.
Questo significa, per fare un esempio, che a fronte di una percentuale di riserva pari al 2%, il sistema bancario (e non la singola banca) può arrivare a prestare fino a 50 volte tanto. Conseguentemente aumentano anche i depositi presso il sistema bancario.
La singola banca non può concedere prestiti per un ammontare pari a numerose volte la raccolta. La ragione è semplice: una volta che la somma prestata è stata spesa e chi la riceve la versa presso altre banche, la banca che ha concesso i prestiti ha debiti nei confronti delle altre banche, debiti che deve liquidare con moneta depositata presso la banca centrale. Pertanto se a fronte di un nuovo deposito pari a 100 la banca concedesse prestiti per 5000 euro (50 volte tanto), la banca che ha concesso il prestito dovrebbe versare 5000 euro ad altre banche, sotto forma di debiti della banca centrale, fatto impossibile perché la banca ha ricevuto depositi solo per 100. Tuttavia, i clienti delle altre banche potrebbero effettuare pagamenti a clienti della banca che ha erogato il prestito, per un ammontare simile: il debito di tutte le altre banche verso quella che ha erogato il prestito è simile a quello della prima verso le altre banche. Nella Camera di Compensazione, ogni banca paga la differenza fra debiti e crediti verso le altre banche, se questa è negativa, e quindi deve avere disponibili depositi pari al saldo debitorio.

C'è un effetto moltiplicatore, ma non credo si possa dire che i soldi vengono creati dal nulla. Resta il fatto che si presta e si riceve valore.
Come ho specificato nei miei post si parla di sistema bancario e non si singola banca, ma questo non è dovuto al fatto che qualcosa vieti di depositare soldi nella stessa banca, quanto al fatto che il sistema bancario, di fatto, sia unico, grazie non solo al fatto che le banche generalmente siano azionarie delle banche centrali (sarebbe una figata che la Banca d'Italia, maggiore azionista in assoluto della BCE, dopo lo scandalo Strauss Kahn riuscisse a piazzare alla dirigenza dell'organo preposto a vigilare sulla condotta di Banca Italia, il ex suo governatore), con tutto ciò che questo comporta dal punto di vista contabile (e le bancherotte risolte "magicamente" ce lo mostrano) e legale (gente che è controllata dall'organismo di cui è azionista :D) ma anche ad un sistema di camere di compensazione, che qualcuno chiamerebbe di "lavaggio", del denaro circolante tra istituti bancari, come Clearswift, il cui funzionamento non è propriamente cristallino come si vorrebbe.

A parte questo, si parla di creazione di denaro dal nulla anche in virtù del fatto che con tale sistema i proprietari effettivi del denaro diventino più di uno contemporaneamente, problema che viene abilmente risolto con il fatto, sconosciuto ai più, che il denaro depositato in banca non sia, per legge, più nostro ma della banca la quale ce lo accredita, ovvero ci promette di restituirlo in caso di richiesta (ma la statistica le viene incontro con quel famoso 2%, se davvero oggi tutti volessero ritirare soldi ci sarebbe un nuovo diluvio universale di lacrime ed insolvenze).
Soltanto ciò che depositiamo in cassetta di sicurezza è di nostra proprietà, il resto è della banca che ne dispone come vuole, con la promessa di restituircelo se glielo chiediamo indietro (ma che non accade per "statistica").

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 15:54
Non sto qui a difendere le banche. Ma se si vuole credito (e, da dipendente di un'azienda che lavora in ottica di profitti futuri, voglio che ci sia credito) mi sa che non si può fare altrimenti.

Semmai il problema è che le banche sembrano considerare i rischi come applicabili solo ai propri clienti e non a se stesse. Ma quello è un altro discorso.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 16:06
Nemmeno io sono per i cambiamenti drastici proposti da alcuni, che avrebbero gli stessi effetti di un conflitto nucleare (distruggiamo tutto e ricominciamo da capo), però nel non poter fare altrimenti qualcosina da cambiare per non rendere la mancanza di alternative una presa in ostaggio si potrebbe fare...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 22 Giu 2011, 16:27
Fanno bene i cinesi a trattare solo col contante. Mai visto un cinese in banca?



Sicuro e i soldi che prestano agli USA li han portati in nave in dei sacchi con il simbolo del dollaro sopra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 22 Giu 2011, 16:28
Perchè dovresti sommare quei numeri in quel modo? Non c'è una minima logica dietro.
Il conto dovrebbe essere 2+2+2+2+.... Approssimato poi.
Perdonami ma sommare 2 non ha senso, 2 è la percentuale da trattenere per legge, stabilita in base a dati statistici per cui solo il 2% dei titolari potrebbe ricorrere al ritiro di denaro contante, quindi su ogni somma depositata il sistema bancario può trattenere 2 e impiegare il resto (nel caso di 1000 euro ovviamente), quindi da 1000 euro depositati in partenza, se ne riescono a ricavare molti di più con un artificio contabile.
Continuo a non essere d'accordo, ma con i termini che sono stati usati.
In questo caso i soldi sono sempre 1000, è il prestito complessivo nel sistema che può essere 998+996+994.
Non abbiamo creato soldi, abbiamo aumentato la quantità di denaro prestato all'interno del sistema. Metti anche che ad un certo punto questo valore raggiunga 10000, comunque non sarà possibile utilizzare più dei 1000 di partenza.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 16:29
E' giusto che le banche funzionino come regolatore del mercato, di fatto il lavoro che fanno è essenzialmente quello di valutare chi può avere accesso la credito e chi no.

Il problema è che nessuno vigila sulle banche, quindi si passa dal credito per tutti, ergo
la mancanza di liquidità a fronte di una pancia piena di espropri che non valgono una ceppa,
alla mancata erogazione a fronte di investimenti validi, fino alla truffa, ergo spaccio di titoli
tossici ai clienti (fondi di investimento basati sui crediti immobiliari, bond argentini o parmalat).

Poi c'è la cartolarizzazione coatta dei prestiti, tipo il mio mutuo è stato venduto a pinco-pallo,
che non so manco più chi è.

E' scandaloso quando, come negli usa, il governo utilizza i soldi pubblici per tenere in piedi le banche,
è una dimostrazione di inettitudine e la prova lampante che nessuno vigila ma si mettono le pezze
quando il danno è fatto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 16:31
E' giusto che le banche funzionino come regolatore del mercato, di fatto il lavoro che fanno è essenzialmente quello di valutare chi può avere accesso la credito e chi no.

Il problema è che nessuno vigila sulle banche, quindi si passa dal credito per tutti, ergo
la mancanza di liquidità a fronte di una pancia piena di espropri che non valgono una ceppa,
alla mancata erogazione a fronte di investimenti validi, fino alla truffa, ergo spaccio di titoli
tossici ai clienti (fondi di investimento basati sui crediti immobiliari, bond argentini o parmalat).

Poi c'è la cartolarizzazione coatta dei prestiti, tipo il mio mutuo è stato venduto a pinco-pallo,
che non so manco più chi è.

E' scandaloso quando, come negli usa, il governo utilizza i soldi pubblici per tenere in piedi le banche,
è una dimostrazione di inettitudine e la prova lampante che nessuno vigila ma si mettono le pezze
quando il danno è fatto.

Sono d'accordo. Ma per me la responsabilità è anche e soprattutto di chi chiede accesso a credito che non può ripagare. In altre parole: il problema è che abbiamo (hanno?) vissuto tutti al di sopra delle proprie possibilità.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 16:38
Chi chiede credito non ha responsabilità, la responsabilità è di chi lo eroga,
se io domani vado in banca e mi regalano i soldi li prendo che sto a pensare
che la banca poi va a gambe all'aria?

Per quanto riguarda il fatto che abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità
questa cosa è voluta/permessa. Ancora oggi che siamo nella merda tutto quello che ci circonda
ci spinge a comprare cazzate a debito, a vivere sopra le nostre possibilità.

Domani facciamo il botto, ma il capitalismo è fatto così, è "autoregolante" a cicli,
cioè ogni mangi, domani stai a digiuno. Basta guardare le bolle speculative
americane, la prima di cui ho memoria è quella del 1982 sui videogiochi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 16:47
Chi chiede credito non ha responsabilità, la responsabilità è di chi lo eroga,
se io domani vado in banca e mi regalano i soldi li prendo che sto a pensare
che la banca poi va a gambe all'aria?

No, dovresti stare a pensare a come li restituirai, i soldi.

Per quanto riguarda il fatto che abbiamo vissuto sopra le nostre possibilità
questa cosa è voluta/permessa. Ancora oggi che siamo nella merda tutto quello che ci circonda
ci spinge a comprare cazzate a debito, a vivere sopra le nostre possibilità.

Che visione paternalista. Se tu fai debiti la responsabilità è tua. Nessuno ti punta la pistola alla tempia. Io non compro mai a debito (se non l'appartamento in cui vivo).

Non ho auto, non compro cose che non posso pagare interamente adesso, non sono mai andato in rosso nel mio conto in banca. Non credo di essere un campione di virtù, ma non accetto questa visione per cui le persone, come i bambini, non sanno fare scelte responsabili per definizione.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 17:11
Si vabbè, tu sei bravo e non fai i "buffi" ma non c'entra niente col discorso generale.

E' la banca che deve controllare che se ti compri il villone poi quello che paghi di mutuo non superi 1/3 delle tue entrate, e la tua posizione deve essere vagliata attentamente. Da noi c'è stato un periodo (breve) dove le banche offrivano il 100% del costo della casa e offrivano fidi anche a chi era precario.

Certo poi può anche accadere la sfiga cosmica e non ti puoi più permettere di pagare il mutuo ma negli USA è successo diversamente la cosa è stata endemica. Al primo colpo di vento tantissimi non sono riusciti più a pagare i mutui, le banche hanno incamerato tantissimi immobili, il costo degli immobili è crollato.

In concomitanza al crollo degli immobili parecchi si sono visti pagare un mutuo altissimo a fronte di un immobile che valeva la metà ed hanno volontariamente abbandonato i pagamenti.

Le banche col cerino in mano hanno impacchettato tutta questa merda e l'hanno infilata nei fondi, hanno fatto un casino, senza che la SEC fiatasse esattamente come da noi non ha fiatato la consob con la parmalat.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 17:14
Ebbè, magari la gente non dovrebbe comprarsi il villone.

Se a me offrono due milioni di euro (e poi ne devo restituire tre fra un anno) io non li accetto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Giu 2011, 17:30
LOL ...ma stai tranquillissimo che manco te li danno

Se trovi qualcuno che te li da fammelo sapere, io li prendo volentieri ...poi taglio la corda ...coff! coff!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 17:32
Battute a parte: se prendi soldi che non puoi restituire la colpa è solo tua.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 22 Giu 2011, 17:32
Basta andare da quello che te ne presta altri per ripagare il primo debito. :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 22 Giu 2011, 17:42
(http://static.tvfanatic.com/images/gallery/tony-soprano-picture.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 22 Giu 2011, 19:43
penso che spritz fosse ironico ^^

non capisco cosa ci sia di male nel moltiplicatore bancario, e' un sistema che puo' crollare se come in argentina tutti si presentano a ritirare tutti i loro soldi allo stesso tempo (rischio esistente ma basso).
e' un sistema che da' in cambio vantaggi incredibili a fronte di rischi bassi.

il dramma (e la ragione per cui le cose sono esplose) e' il fatto che in tempi recenti abbiano permesso alle banche "normali" di fare le banche d'affari.

i prestiti sono attivita' bancaria a basssssssissimo rischio, l'investment banking ad altissimo.

piccolo particolare: prima per fare investment banking funzionava cosi

naked l'amico ed altri ricchi si riunivano, mettevano X euro a testa, creavano una banca d'affari, e cominciavano ad investire a volte in modo spregiudicato.
alle volte andava bene, alle volte male.
le banche "normali", quelle che hanno i soldi della gente comune, NON POTEVANO fare attivita' di investment banking

da quando questo divieto e' caduto, le banche di fatto rischiano i nostri soldi.
tutto qua

non e' il moltiplicatore cattivo o i savi di sion, semplicemente basterebbe rispettare la logica che se vuoi andare al casino' lo fai coi soldi tuoi, non con quelli degli altri.

e' molto semplice in realta'

questa cosa non e' stata comunicata perche' le banche che ci hanno fatto piu' soldi con queste attivita' sono banche inglesi e americane, che hanno fatto pressioni per non cambiare lo status quo (grazie al quale i suoi dirigenti hanno fatto fantastilioni in tempi di grassa ed in tempi di magra hanno ripagato i buchi coi soldi della gente comune).

ora hanno fatto un paio di mosse demagogiche del cazzo "ahhh aumentiamo le riserve minime" per far credere alle masse che qualcosa e' stato fatto quando in realta' non era assolutamente li che bisognava intervenire
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 20:55

Non abbiamo creato soldi, abbiamo aumentato la quantità di denaro prestato all'interno del sistema. Metti anche che ad un certo punto questo valore raggiunga 10000, comunque non sarà possibile utilizzare più dei 1000 di partenza.
Veramente il sistema serve appositamente per utilizzare più dei 1000 di partenza, il denaro prestato all'interno del sistema sono soldi creati, infatti la quantità "prodotta" (tra virgolette perchè non nasce dal "sudore" di nulla) agisce anche sull'inflazione, creando un ennesimo mostro concettuale per cui l'aumento di debito, cioè di ricorso al prestito, che è un indice tecnico di povertà, genera inflazione perchè di fatto i soldi in circolo aumentano, con conseguente aumento di prezzi ecc, nonostante quell'aumento di denaro sia qualcosa che poi vada restituito.

E mentre qualcuno lo moltiplica per utilizzarlo, tu puoi utilizzare solo la quantità consentita dal coefficiente di elasticità del tuo fondoschiena, per questo si parla di soldi creati, perchè in un caso sono il frutto di un corrispettivo, nell'altro di un artificio contabile.(utile e ormai necessario, per carità, ma a senso unico perchè se una banca diventa insolvente è facile che qualcuno, di cui magari è azionista e che controlla l'emissione di denaro, la aiuti, mentre se diventi insolvente tu ti aiuta la famosa cippa).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 22 Giu 2011, 21:08
E' giusto che le banche funzionino come regolatore del mercato, di fatto il lavoro che fanno è essenzialmente quello di valutare chi può avere accesso la credito e chi no.

Il problema è che nessuno vigila sulle banche, quindi si passa dal credito per tutti, ergo
la mancanza di liquidità a fronte di una pancia piena di espropri che non valgono una ceppa,
alla mancata erogazione a fronte di investimenti validi, fino alla truffa, ergo spaccio di titoli
tossici ai clienti (fondi di investimento basati sui crediti immobiliari, bond argentini o parmalat).

Poi c'è la cartolarizzazione coatta dei prestiti, tipo il mio mutuo è stato venduto a pinco-pallo,
che non so manco più chi è.

E' scandaloso quando, come negli usa, il governo utilizza i soldi pubblici per tenere in piedi le banche,
è una dimostrazione di inettitudine e la prova lampante che nessuno vigila ma si mettono le pezze
quando il danno è fatto.

Sono d'accordo. Ma per me la responsabilità è anche e soprattutto di chi chiede accesso a credito che non può ripagare. In altre parole: il problema è che abbiamo (hanno?) vissuto tutti al di sopra delle proprie possibilità.
Il problema però viene alimentato dalle banche stesse, perchè se il sistema prevede che chi controlli l'emissione, in quantità e modalità, del denaro sia una SPA i cui azionisti sono altre banche il cui scopo, per fare profitti, sia di spingere le persone a ricorrere al credito, allora il puzzo della vicenda diventa lampante ed insostenibile, perchè controllando l'emissione di denaro controlli anche l'inflazione e soprattutto la necessità di ricorso al credito, e controllando chi faccia credito controlli anche chi ci ricorra, e operando su moltiplicatori e dati virtuali ed elettronici contro pignoramenti ed appropriazioni di beni mobili o di chiappe spaccate dal lavoro di fatto ti appropri di ricchezza vera (tempo, fatica, beni) contro ricchezza nominale (cartaccia stracciaccia che stampi a costo 10 scrivendoci sopra "Vale 1000 ore di lavoro del culo di un altro").

Sono d'accordo che il popolo abbia sbagliato a non darsi una regolata, ma il popolo vota persone tecnicamente più colte e preparate per essere amministrato, non per farselo mettere in quel posto, e allora quando il discorso diventa che ognuno debba essere responsabile della propria virtù e della propria disgrazia, allora voglio anche essere responsabile dei privilegi...
Domani presto 10 euro a Franco, Franco ci paga lo stipendio di Giovanni che li viene a depositare da me.
Mi sono rifatto dei 10 euro che ho prestato, e intanto Franco mi deve ancora 10 euro.
Cacchio ho fatto uscire 10 e ne tornano indietro 20.
Più il 2.5% di interessi, champagne per tutti :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 22 Giu 2011, 21:20

Non abbiamo creato soldi, abbiamo aumentato la quantità di denaro prestato all'interno del sistema. Metti anche che ad un certo punto questo valore raggiunga 10000, comunque non sarà possibile utilizzare più dei 1000 di partenza.
Veramente il sistema serve appositamente per utilizzare più dei 1000 di partenza
Non capisco come e con quali strumenti.
Se con utilizzare intendi "mostrare che hai più debitori della realtà" posso capire.
Se, come lo intendevo io, utilizzare significa comprare beni, servizi, azioni o altro, continuo a non vedere come.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 23 Giu 2011, 03:27

Non abbiamo creato soldi, abbiamo aumentato la quantità di denaro prestato all'interno del sistema. Metti anche che ad un certo punto questo valore raggiunga 10000, comunque non sarà possibile utilizzare più dei 1000 di partenza.
Veramente il sistema serve appositamente per utilizzare più dei 1000 di partenza
Non capisco come e con quali strumenti.
Se con utilizzare intendi "mostrare che hai più debitori della realtà" posso capire.
Se, come lo intendevo io, utilizzare significa comprare beni, servizi, azioni o altro, continuo a non vedere come.
Su ogni somma prestata maturi degli interessi, ora è ovvio che se la riserva frazionaria è del 2%, tu presti il 98%, poi il 96% ecc, e maturi interessi su ogni multiplo, oltre a poter utilizzare ogni multiplo stesso per le operazioni che più desideri, compresi investimenti, visto che ciò che ti lega è solo la promessa di restituirli se te li chiederanno indietro, promessa che statisticamente non si verifica, e quando si verifica vai in bancarotta ma tanto ti salva lo stato, se invece la riserva diventa del 10, del 20 o del 50%è chiaro che i multipli si riducano, e con essi le somme investibili e gli interessi a seguire.
Tu ritieni che non sia possibile perchè teoricamente non dovrebbe esserlo, ma come disse una volta Rotschild, che è il primo arrivato dei banchieri, ma in senso assoluto e non per modo di dire, "I più non comprenderanno tale meccanismo, e quelli che lo comprenderanno saranno impegnati a sfruttarlo".

Poi se proprio vogliamo dirla tutta, il sistema più in voga presso le banche per usare quei soldi per acquistare beni materiali è proprio quello di avere la possibilità di prestare ingenti somme (quindi multipli elevati derivanti da riserve frazionarie basse) per poi creare insolvenze la cui rivalsa si applicherà su beni fisici, e non su denaro che, nel momento in cui viene accreditato, quello si che di fisico non ha niente.
Magari sono io che non riesco a spiegarmi, ma di trattati sull'argomento ce ne sono a bizzeffe, a partire dai padri fondatori degli USA passando attraverso economisti o pensatori come Ezra Pound.
Di più moderno se vuoi c'è Marco Saba del Centro Studi monetari contro la criminalità organizzata di Ginevra, o "eroi" come Giacinto Auriti, conterraneo a cui un giorno il procuratore dellaRepubblica, di fronte alla denuncia di tali fatti, replicò candidamente "Va bene, lei ha messo a nudo la frode, ma non può dimostrare il dolo perchè essa è diventata una consuetudine".
La recidiva che diventa un'esimente piuttosto che un'aggravante, contabilità creativa pure con la legge...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 23 Giu 2011, 10:53
Su ogni somma prestata maturi degli interessi, ora è ovvio che se la riserva frazionaria è del 2%, tu presti il 98%, poi il 96% ecc, e maturi interessi su ogni multiplo, oltre a poter utilizzare ogni multiplo stesso per le operazioni che più desideri
Se prendiamo il singolo ente, presta il 98% e basta. Matura interessi solo su quello e non può più usare il resto. Solo l'ultimo debitore può usare quello che rimane della somma iniziale.
, compresi investimenti, visto che ciò che ti lega è solo la promessa di restituirli se te li chiederanno indietro, promessa che statisticamente non si verifica, e quando si verifica vai in bancarotta
Ma no, statisticamente suppongo che la percentuale di chi chiede i soldi indietro sia inferiore al 2%, perchè immagino che la percentuale sia stata fissata con quel criterio.
Suppongo anche che se la percentuale raggiunge anche il 4-5% non succedano disastri perchè la banca in questione potrà chiedere prestiti, per andare in bancarotta ci dovrebbe essere una percentuale molto più elevata.
Tu ritieni che non sia possibile perchè teoricamente non dovrebbe esserlo, ma come disse una volta Rotschild, che è il primo arrivato dei banchieri, ma in senso assoluto e non per modo di dire, "I più non comprenderanno tale meccanismo, e quelli che lo comprenderanno saranno impegnati a sfruttarlo".
Continuo ad essere convinto che quello che dici sui prestiti non sia vero. Non per come lo hai formulato fino ad ora.
Se ci sono inghippi, non sono in questo meccanismo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 23 Giu 2011, 11:40
Seppia il problema è che tutti si sono messi a fare l'investment banking, non solo le banche normali
ma pure gli enti statali, i gestori di fondi pensione. Ci stanno comuni nel baratro perchè i sindaci
si sono fatti abbindolare dai consulenti finanziari ed hanno cominciato a comprare derivati
con i soldi pubblici, che più o meno corrisponde a giocarseli ai cavalli.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 23 Giu 2011, 12:21
Domani presto 10 euro a Franco, Franco ci paga lo stipendio di Giovanni che li viene a depositare da me.
Mi sono rifatto dei 10 euro che ho prestato, e intanto Franco mi deve ancora 10 euro.
Cacchio ho fatto uscire 10 e ne tornano indietro 20.
Più il 2.5% di interessi, champagne per tutti :D

se vabbe'

oh le banche ci guadagnano, e' ovvio, e'il loro mestiere ed e' la ragione per la quale sono ricche.
avere banche ricche, nei limiti dell'umano, e' bene (=solide).

per favor cerchiamo di ricordarci che le banche prestando soldi fanno benissimo alla societa' eh. no perche' sta cosa ce la dobbiamo ricordare, altrimenti sembra davvero che sia la societa' del male che ci succhia il sangue perche' si.

prendiamo un esempio un po' del cavolo come il tuo di qui sopra e facciamo finta che il credito non esista:

franco ha 10 euro, ed ha un'azienda ed un dipendente, giovanni
lo stipendo di giovanni e' 5 al mese.
franco di solito usa 4 al mese per pagare le materie prime, che una volta trasformate da giovanni vende a 10, guadagnando 1
franco riceve richiesta per una grossa fornitura, tripla rispetto al solito. per soddisfarla avrebbe bisogno di assumere marco, pure a 5 (totale stipendi 10) e acquistare materie prime per 12
franco non ha i soldi (ha solo 10) e non esistendo il credito deve passare.
morale della favola:

- chi aveva bisogno della fornitura non l'ha avuta
- marco non e' stato assunto
- franco ha guadagnato 1 anziche' 3

wow fikissimo il mondo senza credito


come ho detto, il pericolo nasce quando si consente alle banche di fare coi nostri soldi quello che non dovrebbero poter fare.

l'attivita' bancaria classica e' assolutamente esente da rischi, il 2% di riserve bastano ed avanzano, le banche che fanno le banche che falliscono lo fanno solo in casi ben particolari (ex argentina: non per colpa loro ma per una parita' col dollaro farlocca).

ma dove viviamo scusate?

Seppia il problema è che tutti si sono messi a fare l'investment banking, non solo le banche normali
ma pure gli enti statali, i gestori di fondi pensione. Ci stanno comuni nel baratro perchè i sindaci
si sono fatti abbindolare dai consulenti finanziari ed hanno cominciato a comprare derivati
con i soldi pubblici, che più o meno corrisponde a giocarseli ai cavalli.

e' quello che sto dicendo io, il problema da risolvere e' quello. se vuoi giocare ai cavalli fallo coi soldi tuoi. un tempo non si poteva, e' questa nuova possibilita' ad aver fatto esplodere il sistema.
mica il moltiplicatore malvagio della creazione del denaro dal nulla per assoggettare le masse inconsapevoli ai disegni dei perfidi banchieri ebrei
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 23 Giu 2011, 13:23
Lineare, semplice, pulito e soprattutto corretto.
Ottimo post di Seppia.
 :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 23 Giu 2011, 13:46


oh le banche ci guadagnano, e' ovvio, e'il loro mestiere ed e' la ragione per la quale sono ricche.
avere banche ricche, nei limiti dell'umano, e' bene (=solide).

per favor cerchiamo di ricordarci che le banche prestando soldi fanno benissimo alla societa' eh. no perche' sta cosa ce la dobbiamo ricordare, altrimenti sembra davvero che sia la societa' del male che ci succhia il sangue perche' si.

Il discorso non ruota attorno al guadagnare su un servizio reso, perchè a quel punto si dovrebbe corrispondere uno stipendio e punto, se invece guadagni sulle percentuali calcolate su soldi che non sono i tuoi, allora il discorso cambia eccome, distinguiamo bene la necessità del servizio bancario con il modo e le regole con cui venga gestito, perchè quando non c'era l'investment banking c'era l'anatocismo, giusto per citare uno degli esempi più insopportabili di illecita ma tacita estorsione di denaro, per abbattere il quale c'è voluta una vita.
Avere banche ricche nei limiti dell'umano non è possibile perchè sono società per azioni il cui scopo è il profitto, e i meccanismi con cui lo realizzino sono, per usare un eufemismo, contronatura sin dalle modalità di emissione del denaro delle banche centrali.(così come per il fatto che l'organismo che dovrebbe vigilare sulla condotta delle banche private, per esempio la BCE, sia una s.p.a di cui le banche controllate sono azioniste, con l'assurdo che il controllato diventi controllore di se stesso, il problema non è il rischio connesso all'attività bancaria, il problema è la sua struttura assolutamente autoreferente e scevra da qualsiasi sovranità che non sia se stessa...).
Avere ben chiaro questo non significa assolutamente desiderare che il sistema creditizio finisca, ma solo che venga riformato secondo regole ben precise, prima fra tutte la trasparenza, la cui pressochè totale mancanza (si dice che sia sbagliato che facciano quel che vogliono con i nostri soldi, quando per contratto e legge nel momento stesso in cui depositiamo i nostri soldi in un conto accettiamo che quei soldi diventino della banca e ci vengano accreditati, quindi per diritto ci può fare quel che vuole, solo quel famoso 2% non lo può toccare, per far si che restino nostri li dovremmo depositare in una cassetta di sicurezza, ma questo chi lo sa?) è il primo elemento indicatore della sua natura, velatamente o prepotentemente, fraudolenta.

http://www.youtube.com/watch?v=6e2TFVKyvrQ&feature=related
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 23 Giu 2011, 15:29
Infatti che la banca d'italia sia controllata dagli azionisti privati e a sua volta sia azionista della BCE fa pensare. Praticamente abbiamo dei privati seduti sopra le nostre teste, la sovranità nazionale è una banfa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 23 Giu 2011, 15:41
Infatti che la banca d'italia sia controllata dagli azionisti privati e a sua volta sia azionista della BCE fa pensare. Praticamente abbiamo dei privati seduti sopra le nostre teste, la sovranità nazionale è una banfa.
.
http://www.youtube.com/watch?v=CjSlgUiwQBs

Nota l'imbarazzo con cui cerca di scivolare, quasi a non volersi far sentire, sull'aggettivo "buona" a 0:29...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 23 Giu 2011, 15:49
Mamma mia... Quindi non solo Di Pietro crede al signoraggio bancario.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 23 Giu 2011, 16:06
Mamma mia... Quindi non solo Di Pietro crede al signoraggio bancario.
Ci crede un sacco di gente sin dai tempi di Abramo Lincoln, da Rothschild a Bismark passando per Jefferson e Franklin fino alla scuola economica austriaca (vedi Jesus Huerta de Soto, per esempio) e molti altri, questo per il semplicissimo motivo che non si tratti di crederci o meno, è un dato di fatto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 23 Giu 2011, 16:28
Mi riferivo ai risvolti cospirazionisti che sono delle vaccate.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 23 Giu 2011, 17:01
Già, il problema nasce quando a credere alle vaccate sia poi chi abbia i mezzi e il potere per realizzarle, ecco che nascono "vaccate" come la P2, con programmi di cui oggi vediamo i frutti, e questa, che è spettacolare :D, soprattutto considerando chi siano i promotori, quanto ci credano e cosa stiano facendo oggi per arrivarci...

http://www.youtube.com/watch?v=HsJLRX-nK4w
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 23 Giu 2011, 17:45
Bello 'sto video dei casaleggio, ricalca praticamente la concezione
dell'evoluzione dei media di grillo.

Qui gli agenti avatar vengono chiamati AGAV, David Brin li ipotizzava già in Terra nel '90,
lui li chiamava know-bot.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 23 Giu 2011, 18:01
Bello 'sto video dei casaleggio, ricalca praticamente la concezione
dell'evoluzione dei media di grillo.


Sono i suoi editori...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 23 Giu 2011, 20:34
si e' il comandante occulto di grillo Casaleggio.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 23 Giu 2011, 23:33
Già, il problema nasce quando a credere alle vaccate sia poi chi abbia i mezzi e il potere per realizzarle, ecco che nascono "vaccate" come la P2, con programmi di cui oggi vediamo i frutti, e questa, che è spettacolare :D, soprattutto considerando chi siano i promotori, quanto ci credano e cosa stiano facendo oggi per arrivarci...

http://www.youtube.com/watch?v=HsJLRX-nK4w

Ma STRALOL CARPIATO. Cosa è questa stronzata letta dall'insegnante di inglese di Rutelli? Lasciamo stare le cazzate mostruose pseudo new age, ma sta cosa è fatta da gente che non sa una sega di come funzionano gli affari su internet e di come si sta evolvendo la rete (second life? Gli avatar multipli? Amazon compra Yahoo?). Mamma mia.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 23 Giu 2011, 23:48
Mamma mia... Quindi non solo Di Pietro crede al signoraggio bancario.
Ci crede un sacco di gente sin dai tempi di Abramo Lincoln, da Rothschild a Bismark passando per Jefferson e Franklin fino alla scuola economica austriaca (vedi Jesus Huerta de Soto, per esempio) e molti altri, questo per il semplicissimo motivo che non si tratti di crederci o meno, è un dato di fatto.

Si, il signoraggio esiste, lo ammette pure la Banca d'Italia (http://www.bancaditalia.it/bancomonete/signoraggio) che, è meglio ricordarlo non è privata manco per niente (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/banca-ditalia-e-conflitto-dinteressi.html), così come la BCE (che è un'istituzione pubblica, il cui presidente viene nominato dal Parlamento europeo) (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/bce-il-quadro-giuridico-non-e-una-spa.html).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 24 Giu 2011, 02:11
Mi riferivo ai risvolti cospirazionisti che sono delle vaccate.

aiuto spritz, al signoraggio ci crede anche il Ministro dell'Economia del tuo paese, e non solo in senso tecnico, ma tira fuori 3 volte in 7 minuti il termine "illuminati" con una media che non riuscirei a tenere neanche io se stessi in un pub, sbronzo, a spiegare a ferruccio come è andato l'11 settembre

http://www.youtube.com/watch?v=T7hIW5aSs00&feature=fvwrel

http://www.youtube.com/watch?v=ibtc9tMmjqs&feature=related

ora però non fare che domattina mi emigri a Bruxelles bisaccia in mano solo per questo ;D

PS: opps scusa xibal.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 24 Giu 2011, 08:38
Oddio, mo' pure gli Illuminati. Ma non c'è nessuno che crede agli Illuminati qui dentro, vero?


Vero?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 24 Giu 2011, 09:53
@Baku: sull'aspetto tecnico lo so che esiste, ma mica ci speculano.
E Tremonti devo ancora capire se non ci arriva o cavalca facili paure dettate dall'ingnoranza.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 24 Giu 2011, 10:13
così come la BCE (che è un'istituzione pubblica, il cui presidente viene nominato dal Parlamento europeo) (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/bce-il-quadro-giuridico-non-e-una-spa.html).


La banca d'italia partecipa con circa il 12% del capitale della BCE e la stessa è partecipata al 30% da intesa sanpaolo, poi unicredit, generali etc.. etc..
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 24 Giu 2011, 11:06
Si quello e' un sito alla attivissimo che in realta' fa finta di voler smascherare bufale, ma copre semplicemente
le versioni ufficiali.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 24 Giu 2011, 11:08
E quindi? Ma almeno l'hai letto questo link? (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/banca-ditalia-e-conflitto-dinteressi.html)

I privati, che (come spiegato nel link sopra) sono, per legge, marginali nel processo decisionale di Bankitalia.

@Daimon: versioni ufficiali? C'è qualcosa di più ufficiale di una legge dello Stato?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 24 Giu 2011, 11:09
Peró per la banca d'Italia non valgono le regole delle S.p.A. normali.
Ad esempio il voto non è in base al numero di azioni.

Di fatto la politica della banca centrale non viene decisa dagli azionisti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 24 Giu 2011, 11:18
alpha le partecipazioni che ti ha citato drone, le trovi tutte su wikipedia, e sono banche private.

Sara' quel che volete voi, ma sempre privati ci sono, ho solo una carta che dice che "anche se indipendente non deve andar contro
a blabla" ma sempre i privati ci sono, in tutte le banche centrali, per non parlare di quella americana.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 24 Giu 2011, 11:39
E quindi? Ma almeno l'hai letto questo link? (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/banca-ditalia-e-conflitto-dinteressi.html)

I privati, che (come spiegato nel link sopra) sono, per legge, marginali nel processo decisionale di Bankitalia.

@Daimon: versioni ufficiali? C'è qualcosa di più ufficiale di una legge dello Stato?

hummm vediamo ...più ufficiale di una legge di stato? Geronzi alla presidenza di generali  :)

p.s. ho letto il link, un sacco di belle regolette che di fatto non spiegano che sta a fare li tutta quella gente.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 24 Giu 2011, 12:06
Drone prova a leggere qui: http://phastidio.net/2007/12/31/tutto-quello-che-avreste-voluto-sapere-sulla-banca-ditalia-ma-non-avete-mai-osato-chiedere/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 24 Giu 2011, 13:14
Va bene, se c'è scritto li che non c'è conflitto di interesse tra gli azionisti che partecipano un organo di controllo su loro stessi mi fido.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 24 Giu 2011, 18:11
Già, il problema nasce quando a credere alle vaccate sia poi chi abbia i mezzi e il potere per realizzarle, ecco che nascono "vaccate" come la P2, con programmi di cui oggi vediamo i frutti, e questa, che è spettacolare :D, soprattutto considerando chi siano i promotori, quanto ci credano e cosa stiano facendo oggi per arrivarci...

http://www.youtube.com/watch?v=HsJLRX-nK4w

Ma STRALOL CARPIATO. Cosa è questa stronzata letta dall'insegnante di inglese di Rutelli? Lasciamo stare le cazzate mostruose pseudo new age, ma sta cosa è fatta da gente che non sa una sega di come funzionano gli affari su internet e di come si sta evolvendo la rete (second life? Gli avatar multipli? Amazon compra Yahoo?). Mamma mia.
Non voglio mettere in dubbio le tue competenze in materia ferruccio, però se ti dai una letta ai fondatori della Casaleggio noterai come qualcosa in materia di affari ci capiscano, e il video è del 2007, e diverse cose si stanno muovendo nella direzione indicata, a parte ovviamente le tavanate a la Atto di Forza.
Il fatto più forte però è che siano convinti e abbiano un certo potere, questo fa paura sul serio secondo me...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 24 Giu 2011, 18:22
E quindi? Ma almeno l'hai letto questo link? (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/banca-ditalia-e-conflitto-dinteressi.html)

I privati, che (come spiegato nel link sopra) sono, per legge, marginali nel processo decisionale di Bankitalia.

@Daimon: versioni ufficiali? C'è qualcosa di più ufficiale di una legge dello Stato?
Perdonami Alpha ma già solo il fatto che il capitale della Banca d'Italia sia indicato con 156000 euro è qualcosa di ridicolo e degradante per l'intelletto.
A parte questo spulciarsi i bilanci bancari purtroppo non serve a molto, perchè sono pieni zeppi di "licenze poetiche" (come mostrerò).
Non so se stasera ci sono, domani e domenica forse, comunque in questi giorni vedo di rispondere al link che hai postato...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 24 Giu 2011, 18:44
E quindi? Ma almeno l'hai letto questo link? (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/banca-ditalia-e-conflitto-dinteressi.html)

I privati, che (come spiegato nel link sopra) sono, per legge, marginali nel processo decisionale di Bankitalia.

@Daimon: versioni ufficiali? C'è qualcosa di più ufficiale di una legge dello Stato?
Perdonami Alpha ma già solo il fatto che il capitale della Banca d'Italia sia indicato con 156000 euro è qualcosa di ridicolo e degradante per l'intelletto.

156000 può essere pure degradante, ma si tratta dello statuto ufficiale, mica di una nota dei cospiratori del Britannia, eh.

Citazione
A parte questo spulciarsi i bilanci bancari purtroppo non serve a molto, perchè sono pieni zeppi di "licenze poetiche" (come mostrerò).

Scherzi, vero? Spulciarsi i bilanci bancari non serve a niente? E' dal bilancio che si può capire lo stato di salute di un'azienda, e tu mi vieni a dire che non serve a niente? Davvero, di che stiamo parlando, di atti concreti o di teorie strampalate basate su mezze verità?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alpha83it - 24 Giu 2011, 18:53
E quindi? Ma almeno l'hai letto questo link? (http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/12/banca-ditalia-e-conflitto-dinteressi.html)

I privati, che (come spiegato nel link sopra) sono, per legge, marginali nel processo decisionale di Bankitalia.

@Daimon: versioni ufficiali? C'è qualcosa di più ufficiale di una legge dello Stato?

hummm vediamo ...più ufficiale di una legge di stato? Geronzi alla presidenza di generali  :)

p.s. ho letto il link, un sacco di belle regolette che di fatto non spiegano che sta a fare li tutta quella gente.



Forse son tardo io, ma che c'entra Geronzi alla presidenza di Generali con Bankitalia?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 24 Giu 2011, 19:30


Citazione
A parte questo spulciarsi i bilanci bancari purtroppo non serve a molto, perchè sono pieni zeppi di "licenze poetiche" (come mostrerò).

Scherzi, vero? Spulciarsi i bilanci bancari non serve a niente? E' dal bilancio che si può capire lo stato di salute di un'azienda, e tu mi vieni a dire che non serve a niente? Davvero, di che stiamo parlando, di atti concreti o di teorie strampalate basate su mezze verità?
Forse non hai letto tutta la frase, ho parlato di licenze poetiche, non crederai forse che leggersi i bilanci di un "contabile creativo" possa servire a capire lo stato di salute della sua azienda e non a scoprire la sua creatività.
Quando ho tempo ti faccio un esempio, proprio su un bilancio BCE e su come viene "artisticamente" redatto (attivi e passivi sono eccezionali)...
A parte questo l'articolo del blog è pieno di inesattezze e giochi di parole, non voglio invocare la malafede perchè la trovo una cosa odiosa (parlo dell'articolista, non di te), però se mi scrivi "All'ultima pagina si troverà quanta parte dell'utile di bankitalia è distribuito ai privati, e si noterà che ammonta, ogni anno, a circa 60 milioni di euro.
Questi 60 milioni però non sono utili da signoraggio, come si potrebbe pensare, bensi, come spiegato nella nota, parte dei frutti delle riserve.
Ossia bankitalia ha delle riserve, che non vengono immobilizzate ma investite." una cosa del genere, o non sai di cosa stai parlando, oppure vuoi volutamente usare giochi dialettici, perchè inserire gli utili nelle riserve poi reinvestite si chiama "lavaggio", e lo sappiamo tutti come funziona, senza contare che il problema del signoraggio sia insito proprio nel fatto che la moneta emessa, non gli utili ricavati da operazioni, sia segnata nei bilanci al passivo(!!!!)

PS: ma lol, c'è una medesima obiezione(sul fatto delle riserve) nei commenti, e l'autore si giustifica proprio così "non è signoraggio, chiamalo in altri termini ma non è signoraggio" :D, che bello, se rubo dei soldi e poi li reinvesto invece di "immobilizzarli"(come nel caso di riserva frazionaria e credito emesso, che è un reinvestimento che frutta altri utili), la seconda parte dell'operazione non posso chiamarla furto, perchè è riciclaggio, giustamente...ha ragione, almeno sui termini ha ragione marcia.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Ago 2011, 13:37
http://italian.irib.ir/notizie/notizie-in-breve/item/94884-usa-rischio-default-pentagono-teme-proteste-popolari-schierate-20-mila-forze-anti-sommossa
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 05 Ago 2011, 12:00
Non ci posso credere.

Oggi si sta avverando quello predetto in un fanta-documentario della BBC/Discovery Channel
che vidi nel 1990 messo in chiaro in via sperimentale.

Nel programma si prevedeva nel 2020 un'america occidentale ridotta in rovina con la gente riversata
per le strade delle città, una barriera fortificata la divideva dal messico.
L'Europa tirava su un muro per proteggerla dai flussi migratori da oriente.

http://www.corriere.it/esteri/11_agosto_05/muro-grecia-turchia-anti-immigrati_05c60fc0-bf27-11e0-9335-6a1fd5e65f3e.shtml

Ho cercato disperatamente questo documentario per anni sulla rete senza trovarlo, potrebbe far parte
della serie Tomorrow's World.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 05 Ago 2011, 12:08
Mmmm perche non ci puoi credere?

Io son deluso che hanno rimandato il disastro ancora per un po, l'abbronzato e il congresso dei terribili yankee.

In effetti siamo ancora al 2011.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 05 Ago 2011, 19:04
Nel programma si prevedeva nel 2020 un'america occidentale ridotta in rovina con la gente riversata
per le strade delle città, una barriera fortificata la divideva dal messico.
L'Europa tirava su un muro per proteggerla dai flussi migratori da oriente.
era ora.

Anni fa seduti in giro vedevi gli anziani autocnoni.

Ora vedi solo arabi e negri.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 05 Ago 2011, 21:20
Pensa gli indiani d'america che cosa hanno potuto pensare degli occidentali duecento anni fa, tipo:
anni fa in giro vedevi i bisonti nella prateria, ora vedi solo 'sti stronzi bianchi.

Poi i bianchi hanno importato i "negri" e i cinesi per la manodopera, ed ora in giro vedi solo "negri" e cinesi.

Noi sono trent'anni che ci facciamo costruire le robe dai cinesi, c'abbiamo i filippini in casa e i rumeni/albanesi
che ce le costruiscono, gli egiziani ci fanno le pizze ed aprono negozi di kebab, frutta e verdura.

Si chiama decadenza. L'esercito romano nel suo periodo di massimo splendore quanti soldati "Romani" aveva?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 22 Ago 2011, 10:56
Giornata decisiva in Libia, la residenza del Rais è sotto assedio. Sono stati già arrestati 3 dei suoi figli.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Ago 2011, 22:39
Praticamente l'occidente si è levato dalle palle l'ultimo reuccio africano, europa e usa si scarnificheranno la carcassa.
Arriva petrolio&gas e la lira si impenna [Cit. Pravettoni]

Gli USA hanno stampato 1.2Gb$ per salvare le banche. Ma hanno stampato i soldi del monopoli oppure hanno indebitato la gente?
Meno male che siamo in pieno capitalismo altrimenti mi sembrava comunismo reale  :D

http://www.wallstreetitalia.com/article/1197157/la-fed-per-salvare-le-banche-usa-furono-impiegati-1200-miliardi-di-dollari.aspx

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Simone S. - 22 Ago 2011, 22:50
C'è troppa crisi, conveniva farlo fuori nel più breve tempo possibile
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 01 Nov 2011, 13:37
http://www.italnews.info/2011/11/01/unesco-riconosce-palestina-usa-tagliano-i-fondi/

L'unesco riconosce la palestina come stato fra i suoi membri!

Si scatenano i soliti porci dell'occidentem usa e israele per primo.

Italia e germania astenute.

Il canada minaccia di uscire dall'Unesco.

E io aggiugo, sticazzi? il canada e' un po' come il molise in realta' non serve a niente e se sparisce non se ne accorge
nessuno.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 01 Nov 2011, 16:00
ma lol il Canada :D

mi sembra una cosa positiva comunque, piu' la palestina viene "ufficialmente" riconosciuta, piu' Israele sara' costretta ad accettarla.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 01 Nov 2011, 16:09
Ma infatti e' positivissimo.

Quello che e' da notare e' la sollevazione terribile che han fatto paesi, tra l'altro geograficamente lontani, come appunto il canada.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 01 Nov 2011, 16:14
vabbè è una votazione mondiale, si sono opposti una quindicina e si son astenuti una quarantina di paesi. Non ho visto le liste ma per quanto possiamo saperne può essersi opposta pure Trinidad e Tobago o il Belize. :D

anzi, ora la cerco la lista.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 01 Nov 2011, 16:25
Niente Belize ma gli autoritari no di Palau, Panama, Isole Solomon, l'inculatissima Vanuatu, e le da daimon sempre più amate Australia e Svezia :D

però bisogna anche vedere che prevedibilmente il sì della sempre arabofila Francia è estremamente isolato a livello Europeo, mi sembra di vedere solo Norvegia Finlandia Serbia e Islanda sul sì, praticamente Finlandia Austria Belgio e Francia unici paesi UE ad aver votato sì, mi sembra un dato più che interessante, a conferma che la Palestina dalla vecchia Europa riceve solo chiacchiere.

No: Australia, Canada, Czech Republic, Germany, Israel, Lithuania, the Netherlands, Palau, Panama, Samoa, Solomon Islands, Sweden, United States of America, Vanuatu.

Abstentions: Albania, Andorra, Bahamas, Barbados, Bosnia and Herzegovina, Bulgaria, Burundi, Cameroon, Cape Verde, Colombia, Cook Islands, Côte d’Ivoire, Croatia, Denmark, Estonia, Fiji, Georgia, Haiti, Hungary, Italy, Jamaica, Japan, Kiribati, Latvia, Liberia, Mexico, Monaco, Montenegro, Nauru, New Zealand, Papua New Guinea, Poland, Portugal, Republic of Korea, Republic of Moldova, Romania, Rwanda, Saint Kitts and Nevis, San Marino, Singapore, Slovakia, Switzerland, Thailand, Macedonia, Togo, Tonga, Trinidad and Tobago, Tuvalu, Uganda, Ukraine, United Kingdom, Zambia.

Yes: Afghanistan, Algeria, Angola, Argentina, Armenia, Austria, Azerbaijan, Bahrain, Bangladesh, Belarus, Belgium, Belize, Benin, Bhutan, Bolivia, Botswana, Brazil, Brunei Darussalam, Burkina Faso, Cambodia, Chad, Chile, China, Congo, Costa Rica, Cuba, Cyprus, Democratic People’s Republic of Korea, Democratic Republic of Congo, Djibouti, Dominican Republic, Ecuador, Egypt, El Salvador, Equatorial Guinea, Finland, France, Gabon, Gambia, Ghana, Greece, Grenada, Guatemala, Guinea, Honduras, Iceland, India, Indonesia, Iran, Iraq, Ireland, Jordan, Kazakhstan, Kenya, Kuwait, Kyrgyzstan, Lao People’s Democratic Republic, Lebanon, Lesotho, Libya, Luxembourg, Malawi, Malaysia, Mali, Malta, Mauritania, Mauritius, Morocco, Mozambique, Myanmar, Namibia, Nepal, Nicaragua, Niger, Nigeria, Norway, Oman, Pakistan, Paraguay, Peru, Philippines, Qatar, Russian Federation, Sant Lucia, Saint Vincent and the Grenadines, Saudi Arabia, Senegal, Serbia, Seychelles, Slovenia, Somalia, South Africa, Spain, Sri Lanka, Sudan, Suriname, Syrian Arab Republic, Tunisia, Turkey, United Arab Emirates, United Republic of Tanzania, Uruguay, Uzbekistan, Venezuela, Viet Nam, Yemen, Zimbabwe.

Absent: Antigua and Barbuda, Central African Republic, Comoros, Dominica, Eritrea, Ethiopia, Guinea-Bissau, Guyana, Madagascar, Maldives, Marshall Islands, ConFederated States of Micronesia, Mongolia, Niue, Sao Tome and Principe, Sierra Leone, South Sudan, Swaziland, Tajikistan, Timor-Leste, Turkmenistan.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 01 Nov 2011, 16:32
Niente Belize ma gli autoritari no di Palau, Panama, Isole Solomon, l'inculatissima Vanuatu, e le da daimon sempre più amate Australia e Svezia :D

No: Australia, Canada, Czech Republic, Germany, Israel, Lithuania, the Netherlands, Palau, Panama, Samoa, Solomon Islands, Sweden, United States of America, Vanuatu.


dimentichi Samoa :D

tra l'altro segnalo come sempre la pessima Olanda, di cui continuo ad augurarmi un prossimo sommergimento
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 01 Nov 2011, 17:04
Sisi ma io nonmi riferivo all'opposizione "numerica" e' risaputo che numericamente i palestinesi sono supportati.

Parlavo proprio del fervore di quei pochi grossi paesi all'evento.

L'australia svezia e olanda, ne ero certo!

E non dimentichiamo che ci sono i soliti stati vigliacchi che si sonoa stenuti, tipo l'italia.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Barbelith - 21 Nov 2011, 10:59
Ma a voi pare normale che di quello che sta succedendo in Egitto ai media nostrani non importi una fava?
Oh, non fosse per Twitter io non ne saprei un cazzo...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Daimon - 21 Nov 2011, 11:00
Buh su rainews non fanno che parlarne.
Hanno parlato piu di quello che di quelli che si son menati a milano.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 12 Gen 2012, 13:56
Assurdo...

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/nel-mondo/lstp/109824/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: TremeX - 12 Gen 2012, 15:08
è colpa dei viggì
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 20 Lug 2012, 11:28
Yoshina, com'è la situazione lì in quel di Madrid?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 20 Lug 2012, 11:55
Che si lavora 14 ore al giorno porca paletta. Ieri sera ho visto volare un elicottero sopra la cittá e la metro era piena di gente che sembrava tornare da una manifestazione, fine della mia esperienza diretta.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 19 Nov 2012, 15:08
Ma che bella 'l'unica demograzzia in medioriente' e baluardo delle libertà e dei valori occidentali, e soprattutto quanto è bella la sua campagna elettorale appena iniziata: il partito nazionalsocialista (ma anche peggio del corrispettivo hitleriano, perchè probabilmente a livello di applicazione socialista farà anche cagare) della super destra di Netanyahu che mostra i muscoli e dimostra al partito nazionalfascista di opposizione che sa tutelare il diritto alla difesa e all'occupazione di territori (non suoi) dello stato ebraico grazie a una chirurgica mattanza di terroristi, le famosissime falangi della morte prenatal undeteeen palestinesi... pulizia etnica che non ha neanche il coraggio di dichiararsi tale, mi fa pure più schifo della Shoah e visto che la Digos eteroditretta è bella attiva Fulco può pure bannarmi a vita dalla discussione prima che qua si rasenti un livello alla "Stormfront 2" (e per Pacifici che sta eterodirigendo le operazioni con le sue pressioni mediatiche/politiche probabilmente quanto appena scritto è per lui già ampiamente sufficiente), ma non prima di avermi per favore fatto linkare questo terribile bollettino

http://palestinefrommyeyes.wordpress.com/2012/11/17/gazaunderattack-names-and-ages-of-killed-people-who-fell-victim-during-the-past-ongoing-israeli-attacks-on-gaza/

perchè vederli anche così abbandonati mediaticamente e, nella 'migliore' delle ipotesi, 'accorpati' ad Israele nella escalation di violenza per 4 missili lanciati nel nulla a 12 km da Tel Aviv, fa davvero piangere il cuore... e nel tutto sono anche abbandonati vergognosamente da Obama (ma solo i mongoloidi e quelli del pd o al max i norvegesi potevano pensarla diversamente), uno che sta al nobel per la pace più o meno come Napolitano sta alla sinistra e alla tutela della sua nazione e Berlusconi alla democrazia partecipata all'interno del suo partito.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 19 Nov 2012, 16:54
E' un vecchio video, ma dà l'idea di quando Israele sia molto poco democratico:

https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=BJyJcdCMoHU#! (https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=BJyJcdCMoHU#!)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 19 Nov 2012, 17:34
Ehh certo, perchè l'Italia e Roma invece...

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=me5i1roi8eg
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 19 Nov 2012, 18:44
ehh vabbe' dani, io di base so pure d'accordo con te sulla big picture (comportamento di israele) ma vediamo di non scadere nel video particolare di uno o due casi, altrimenti mi metto a cercare un po' di video maomettani e la buttiamo in caciara a colpi di sgozzamenti vs pestaggi

cioe' che mi rappresenta la testimonianza di un gonzo kippato frikkettone newyorkese che si fa (giustamente, vista la faccia di cazzo :D ) pestare da quattro poliziotti?

cioe', queste son le cose importanti:

http://www.ochaopt.org/documents/ocha_opt_protection_of_civilians_weekly_report_2012_11_18_english.pdf

perche' i casi singoli son proprio quelli usati da chi ingiustamente porta acqua al suo mulino ("ohhh guarda musulmani cattivi sgozzano ostaggi! abbiamo fatto bene a fare la guerra in Iraq visto come so cattivi?")

Israele ciclicamente si comporta in modo abbastamza indegno e nessuno glie lo impedisce, Obama timidamente ha detto qualcosa tipo "evitiamo l'escalation", che e' sempre meglio del supporto incondizionato dato dai Repubblicani ma sostanzialmente non serve a una mazza.
tra l'altro segnalo come anche la "controinformazione" funziona alla cazzo, qui una immagine mi pare condivisa su facebook pure da te

(http://sphotos-a.xx.fbcdn.net/hphotos-snc6/184879_422800727774785_2073109326_n.jpg)

che mente sui numeri in modo clamoroso, visto che negli highlights del documento UN che ho postato all'inizio (quello segnalato come fonte nell'immagine) dicono:

Citazione
At least 29 Palestinian civilians, including 11 children, have been killed and over 520 Palestinians, mostly civilians,
including at least 140 children, were injured since 14 November.
Three Israeli civilians have been killed and another 80, including many children, were injured, in the past five
days.

la cosa "bella" e' che, ribadisco, l'immagine postata sopra segnala come fonte il documento che ho messo all'inizio, ma riporta dati totalmente a cazzo.
c'e' uno squilibrio evidente nei numeri Israele vs Altri, ma nemmeno lontanamente paragonabile a quello segnalato dalla "controinformazione"
voglio vedere quanti di quelli che hanno condiviso o "likato" l'immagine sopra si sono presi la briga di andare a controllare il tutto (stima mia: 1 su 625, io).

insomma, come sempre mi sconcertano la sicumera unita a superficialita' che caratterizzano gli atteggiamenti di ambo i fronti, soprattutto quando riguardano cose che avvengono ben lontane dalla nostra sfera personale (di cui abbiamo esperienza diretta zero).

insomma a me che si cerchi di far passare per "i buoni" uno stato semifascista ammanicato col mondo intero o (in alternativa) posti e genti che volenti o nolenti rappresentano una cultura che cerca di imporsi con la prevaricazione ed il disrispetto delle culture locali in tutta europa, sta sul cazzo

anche perche' poi naturalmente chi ci va di mezzo son sempre i poveracci
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 19 Nov 2012, 19:04
"Il bombardamento di Gaza non è funzionale a neutralizzare Hamas e non c'entra alcunchè con la presunta esigenza di fermare i razzi verso Israele. La decisione di Israele di fare piovere morte e distruzione su Gaza, usando armi letali su una popolazione civile largamente indifesa, è la fase finale di una campagna che dura da decenni per realizzare la pulizia etnica della Palestina.
Israele utilizza jet aerei sofisticati e vascelli navali per bombardare campi profughi densamente affollati, scuole, blocchi di case, moschee, attaccando una popolazione che non ha una difesa aerea, nessuna protezione antiaerea, nessuna marina, nè armi pesanti, nè unità di artiglieria, nessuna unità di comando militare, nessun esercito, e chiama tutto ciò una guerra.
Non è una guerra, è un assassinio.
Quando gli israeliani, nei territori da loro stessi occupati, rivendicano il loro presunto diritto di "difendersi", essi si stanno difendendo nel senso in cui qualsiasi esercito di occupazione pensa a "difendersi" da una popolazione che si intende annientare. Non si può parlare proriamente della necessità di "difendersi" quando si sta occupando militarmente la terra di qualcun'altro.
Questo non è difendersi. Chiamatelo come vi pare ma non è difendersi".

Noam Chomsky (ebreo)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 19 Nov 2012, 19:22
anche la Lega ha il suo negro, non mi pare c'entri molto specificare "ebreo"

qui  (http://www.amazon.com/s/ref=nb_sb_ss_c_0_12?url=search-alias%3Dstripbooks&field-keywords=noam%20chomsky)una lista di libri scritti da Chomski, in caso a qualcuno fosse venuto il dubbio che Chomski sia moderato.

qui anche dalla pessima wikipedia se qualcuno volesse approfondire
https://en.wikipedia.org/wiki/Noam_Chomsky%27s_political_views

giusto per contestualizzare
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 19 Nov 2012, 19:44
No, in effetti che sia ebreo conta pochino. È solo uno dei pensatori più importanti del '900. Per parafrasarti: non mi pare c'entri molto paragonarlo al negro della Lega.

Anyway. Peccato rovinare delle parole così dense (quelle di Chomsky e quelle del bel post di Baku) con la guerricciola tra due coglionazzi in un forum, ma tanté, se ti da un tale piacere fisico l'idea di smerdarmi a colpi di link, chi sono io per toglierti il giocattolino?

Che noia, Seppia. Prenditi una vacanza.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 19 Nov 2012, 19:53
Noam Chomski e' un linguista/grammatista (si dice cosi'?) di riconosciutissima fama mondiale, un genio assoluto, che sta(va?) all'MIT, ma che c'entra con la geopolitica?
Anche Donald Trump e' un genio, ma l'hai sentito parlare di politica?

e' un anarchico, ma di quelli che crede che l'anarchia possa funzionare (non come me che lo sono idealmente), dice frasi tipo:

"If the Nuremberg laws were applied, then every post-war American president would have been hanged."
— Noam Chomsky (ebreo)

posso dire che e' poco moderato o ti sto trollando?

Peccato rovinare delle parole così dense (quelle di Chomsky e quelle del bel post di Baku) con la guerricciola tra due coglionazzi in un forum, ma tanté, se ti da un tale piacere fisico l'idea di smerdarmi a colpi di link, chi sono io per toglierti il giocattolino?

mi sembra abbia dato il mio contributo col post sopra, puoi non essere d'accordo ma e' un altro discorso.
piuttosto che fare il figo, perche' (anziche' postare il pensiero di un altro), non fai come me e baku e ci dici la tua?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 19 Nov 2012, 19:56
Chomsky come linguista è veramente rivoluzionario, però i tuttologi (a parte su TFP dove lo siamo tutti  :yes: ) non esistono.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 19 Nov 2012, 20:13
Figurati se faccio il figo. Riporto parole altrui che condivido perché faticherei a esprimere altrettanto bene concetti tanto importanti.
Non credo ci sia nulla di più umile.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 19 Nov 2012, 20:57
che l'argomento scaldi gli animi è palese, ci sono morti innocenti in quantità ingenti senza contare i vergognosi e dispari meccanismi di divulgazione mediatica che vengono applicati (mi piacerebbe anche, poter dire, da una campana e dall'altra a seconda delle circostanze, ma non è così) e tramite i quali certe mattanze non riescono a scalfire, con la denuncia e la pesantezza che meriterebbero, nemmeno la gravidanza di Belen, affossandosi su un ancor più delirante 'solita infinita zuffa mediorientale, detto fra noi si ammazzano da una vita, continuassero a farlo e francamente ci hanno pure rotto il cazzo' di fondo.

Però dai, se siamo arrivati a paragonare Chomsky a Lubamba (non mi vengono in mente altri negher della Lega) stiamo abbondantemente deragliando. Senza contare che di intellighentia ebraica, laica (il grande Finkelstein) e SOPRATTUTTO non (con buona pace delle sterili critiche "la religione è sempre il problema"), contraria al Sionismo è piena la comunità ebraica internazionale e soprattutto l'altra sponda dell'oceano, dovrebbe essere anzi Seppia a raccontarcela. (e a ribadire chi è Chomsky, sant'iddio)
http://www.realnews247.com/spec_rpt_jews_against_zionism.htm

Andrè non è che tu abbia torto, il problema della controinformazione è qualitativamente lo stesso della informazione (verifica e attendibilità della fonte etc.) al di là delle evidenti disparità quantitativamente, ma io non ho mai linkato e diffuso quel prospetto che mi hai indicato (nè likato, ne sono davvero sicurissimo) ergo non devo giustificarmi di niente, non stavolta.

Allieneandosi alle fonti più istituzionali puoi immergerti in ore di consultazioni relative al materiale dell'iranianissmo organo di propaganda ONU compilato per ammonire la politica di Israele da praticamente la sua nascita ad oggi
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_United_Nations_resolutions_concerning_Israel

è chiaro che è assolutamente fuori dalla portata di ogni comparazione possibile (anche unendo tutto ciò che riguarda i cosiddetti 'stati canaglia' di americana indicizzazione messi assieme) ciò che a Israele è permesso fare con il tacito consenso e silenzio della comunità civile e degli organi di stampa, ehi ripetiamo che questi sono stati in grado di muovere guerra a uno STATO SOVRANO (e una volta tanto ci hanno preso anche una sana mazziata, grazie a dio) nell'estate del 2006 per il semplice "rapimento di un soldato", ricordo che se lo chiedeva allora l'Amico sul forum qua, e continuiamo a domandarcelo imperterriti e senza risposta, "ma come si può tollerare una cosa del genere? Ma a quale altro Stato del mondo sarebbe permessa una cosa del genere?"

Intanto spammo anche qua il conciliante articolo di Sharon jr. (uno che dal padre ha preso tutto, speriamo allora anche che ne prenda l'esito vegetativo eterno della propria esistenza quanto prima) di oggi sul Jerusalem Post, giusto per settare il livello di delirio e fanatismo cui sono giunti
http://italian.irib.ir/notizie/palestina-news/item/116637-israele-jerusalem-post,-gaza-uccidiamoli-tutti,-facciamo-come-hiroshima

Intanto il bilancio di oggi porta con altre 18 vittime (e 50 feriti solo oggi) a 103 vittime palestinesi dall'inizio del raid, dalla martoriatissima Tel Aviv quante vittime e danni materiali? E' stato colpito l'ospedale internazionale di Khan Younis con personale internazionale al suo interno e un media center con redazioni giornalistiche (attacco alla stampa)

Anche il filo-atlantista primo Ministro Turco Erdogan (uno recentemente prossimissimo all'attacco del neo-Satana nemico di tutto l'Occidente - più becero, aggiungo io - Assad, tanto per dire..) del oggi non ha potuto definire Israele altro per quello che è http://news.yahoo.com/turkeys-erdogan-israel-carrying-terrorist-acts-gaza-115957589.html

"For this reason, I say that Israel is a terrorist state, and its acts are terrorist acts" he said.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 19 Nov 2012, 21:04
P.S. (ormai al post di Baku, che mo' mi leggo con calma): Seppia, ti invito a rivalutare il nome e l'estratto del documento che hai riportato, e il nome del punto 0 nel diagramma cartesiano da cui nasce il tuo sdegno. Poi fammi sapere cosa ne pensi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 19 Nov 2012, 21:16
Seppia.
Però andando alla mia esperienza personale direi che l'unica serata della mia vita che mi ha piuttosto "sconvolto" (e di robe ne ho viste diverse) é stato un incontro blindato da Israeliani per Israeliani dove ero praticamente infiltrato assieme ad una tipa.

Il lato per me piuttosto sconvolgente era questa sorta di cattiveria cinica da braccio armato che sa di esserlo e dichiarazione di guerra agli "stati canaglia" arabi e nordafricani che si sperava gli USA mettessero nella condizione di essere attaccati il prima possibile.

Che questo fosse annunciato pubblicamente (pur all'interno della congrega israeliana) con le centinaia di presenti che seriamente e cinicamente approvavano.

Non sono certo un fan arabi e simili per motivi soprattutto religioso-filosofici e di certi comportamenti PERO' quella serata me la ricorderò sempre temo, perché c'era questa sorta di cattiveria omicida a freddo calcolata e gratuita condivisa.

Soprattutto da allora guardo con grande sospetto Israele e quanto tenta di professare di essere, considera che non ero partito prevenuto e ho più amici ebrei che musulmani.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 19 Nov 2012, 22:20
baku, in generale l'ho detto che sono d'accordo con te sulla visione complessiva, l'ho scritto nell'incipit del mio mega post.
Israele si comporta in modo ampiamente scoretto ed inaccettabile.
visto che pero' avevi fatto analisi cruda ma lucida intervenivo a fare l'avvocato del diavolo, sostenendo:
1- non "inquiniamo" ragionamenti giusti e "macro" con video di casi singoli, perche' appunto poi ci si perde
2- bisogna sempre fare attenzione alle informazioni, a quelle "mainstream" ma pure a quelle "alternative"
3- certamente non si possono definire i Palestinesi "buoni".

ho preso l'esempio di quel grafico perche' e' uno dei ventimila post che ho visto su facebook (ho controllato, l'ha sharato lenin in questo caso), e, pensa un po', dopo una verifica da due secondi ho visto che conteneva informazioni errate

dopo risposta generale, entro piu' nello specifico

Seppia, ti invito a rivalutare il nome e l'estratto del documento che hai riportato, e il nome del punto 0 nel diagramma cartesiano da cui nasce il tuo sdegno. Poi fammi sapere cosa ne pensi.

il punto zero del grafico e' "inizio 2012". riporta un totale (da inizio anno) di spannometrici, di circa 3/4 morti e 40 feriti dal lato israele, mentre il report ufficiale UN ne segnala 3+80 nei soli 5 giorni dal 13 al 18 novembre. quindi sicuramente il numero riguardante Isarele e' sottostimato.
dove sbaglio?

Però dai, se siamo arrivati a paragonare Chomsky a Lubamba

no ma figurati, rispondevo per dire che specificare che Chomsky sia ebreo e' inutile e fuorviante, e' uno che e' nato in America ed e' sostanzialmente un anarco-comunista-complottista. insommam contestualizziamo l'affermazione
e' come se io presentassi il punto di vista di Obama (keniano)
e' il punto di vista di un geniale intellettuale americano, ma geniale in campi che poco hanno a che fare con la politica e la geopolitica, e' come postare il parere di Picasso su una partita di pallone
vale gisuto un filo piu' del mio perche' son geni mentre io sono un coglione qualsiasi, ma finisce li

Allieneandosi alle fonti più istituzionali puoi immergerti in ore di consultazioni relative al materiale dell'iranianissmo organo di propaganda ONU compilato per ammonire la politica di Israele da praticamente la sua nascita ad oggi
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_United_Nations_resolutions_concerning_Israel

è chiaro che è assolutamente fuori dalla portata di ogni comparazione possibile (anche unendo tutto ciò che riguarda i cosiddetti 'stati canaglia' di americana indicizzazione messi assieme) ciò che a Israele è permesso fare con il tacito consenso e silenzio della comunità civile e degli organi di stampa, ehi ripetiamo che questi sono stati in grado di muovere guerra a uno STATO SOVRANO (e una volta tanto ci hanno preso anche una sana mazziata, grazie a dio) nell'estate del 2006 per il semplice "rapimento di un soldato", ricordo che se lo chiedeva allora l'Amico sul forum qua, e continuiamo a domandarcelo imperterriti e senza risposta, "ma come si può tollerare una cosa del genere? Ma a quale altro Stato del mondo sarebbe permessa una cosa del genere?"

si su questo ribadisco concordo, che Israele si permetta l'impermettibile e che il mondo guardi mollo e genuflesso e' un fatto.
non accade solo con gli ebrei pero' (non che questo lo renda giusto ovviamente), basti pensare al piu' volte da me segnalato doppiopesismo con annessa risibile eccessiva tolleranza agli abusi dei musulmani in francia (per parlare di qualcosa di concreto), o in ex Jugoslavia.
insomma l'europa/occidente e' in una fase calante, di grande debolezza culturale, e si genuflette passivamente dinanzi agli abusi di quelle categorie verso le quali sente di essere "in debito" (Ebrei per WW2, Arabi per guerra d'algeria).
e' abbastanza comune come cosa, ed ovviamente nel caso degli Israeliani, che hanno dalla loro il supporto di buonissima parte dell'1% USA ma anche di buna parte di quello europeo, e' amplificato

Intanto spammo anche qua il conciliante articolo di Sharon jr. (uno che dal padre ha preso tutto, speriamo allora anche che ne prenda l'esito vegetativo eterno della propria esistenza quanto prima) di oggi sul Jerusalem Post, giusto per settare il livello di delirio e fanatismo cui sono giunti
http://italian.irib.ir/notizie/palestina-news/item/116637-israele-jerusalem-post,-gaza-uccidiamoli-tutti,-facciamo-come-hiroshima

questa, se permetti, leggendola sul sito di un paese il cui presidente sostiene che lo sterminio degli ebrei non ci sia mai stato, e che israele andrebbe spazzato dalla faccia della terra (sempre che non gli abbiano modificato le traduzioni come sostengono alcuni complottisti :D ), mi permetto di riverificarla da una fonte un filo meno schierata :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 19 Nov 2012, 22:44
Il lato per me piuttosto sconvolgente era questa sorta di cattiveria cinica da braccio armato che sa di esserlo e dichiarazione di guerra agli "stati canaglia" arabi e nordafricani che si sperava gli USA mettessero nella condizione di essere attaccati il prima possibile.

si, ma di questo qualunque persona che voglia seriamente farsi un'idea della questione Palestinese (e che quindi ha per forza letto "Vittime" di Benny Morris, che immagino nessun redneck falco filoisraele abbia fatto) e' al corrente.
infatti la tesi "ohh poverelli Israeliani oppressi che reagiscono solo ad attentati e non hanno nessuna mira espansionistica" sta in piedi solo nei sogni popolati da unicorni rosa di gente superficiale

poi ci sono pure ebrei moderati, ma un'ampia parte e' decisamente "d'attacco"


naturalmente vale lo stesso anche al contrario eh
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 20 Nov 2012, 00:55
Seppia, ti invito a rivalutare il nome e l'estratto del documento che hai riportato, e il nome del punto 0 nel diagramma cartesiano da cui nasce il tuo sdegno. Poi fammi sapere cosa ne pensi.

il punto zero del grafico e' "inizio 2012". riporta un totale (da inizio anno) di spannometrici, di circa 3/4 morti e 40 feriti dal lato israele, mentre il report ufficiale UN ne segnala 3+80 nei soli 5 giorni dal 13 al 18 novembre. quindi sicuramente il numero riguardante Isarele e' sottostimato.
dove sbaglio?

Ah. Quindi mente in modo clamoroso, dati totalmente a cazzo e c'e' uno squilibrio evidente nei numeri Israele vs Altri, ma nemmeno lontanamente paragonabile a quello segnalato dalla "controinformazione" si riferisce al fatto che forse, in base alle tue interpretazioni dei dati, la linea israeliana potrebbe essere sottostimata?*
Overreacting è dir poco.

Ma tu non avevi certo pensato che il grafico e il documento si riferissero allo stesso periodo. Scemo io a intepretare in modo così sciocco.

Ti ricordo di tutte le volte che ho ammesso senza problemi di aver mal interpretato fonti sospette (seppur molto meno gravi), ma mi fermo qui. Magari sono io malfidente. Il buon dio ci giudicherà entrambi.



Passando alle cose che contano:

*Secondo quanto riportato dall'American-Israeli Cooperative Enterprise, le vittime civili dalla parte degli israeliani in tutto il 2012 sono QUATTRO; SEI in totale se si considerano pure i militari:
http://www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/Terrorism/victims.html

Per inciso: quella tabella considera evidentemente le injuries in modo differente, ma senza discriminare una parte piuttosto che l'altra. Anzi. Dal lato Palestinese vengono taciuti CINQUECENTOVENTI feriti relativi agli ultimi giorni, laddove il grafico sembra indicarne una cinquantina recente e 420 totali per l'intero 2012.
Ma Seppia si è accorto solo dello scarto tra i 40-80 israeliani. Be', può capitare.

Secondo inciso: lista aggiornata delle vittime palestinesi relative agli ultimi sei giorni (altro che trenta):
http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=538489

Buonanotte.
Preghiamo tutti insieme perché quel tuttologo arrogante di Chomsky la smetta di dire cazzate.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 20 Nov 2012, 02:22
Io non entro nel merito della questione ma chiedo: come mai lo stato palestinese non viene massicciamente sostenuto economicamente dagli altri stati arabi che navigano nell'oro e che stanno lì vicino? Nei loro confronti c'è un atteggiamento ponziopilatesco o sbaglio? O se ne fregano di default perchè preferiscono una comoda neutralità che permetta loro di prosperare?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 20 Nov 2012, 11:48
spinoza.it: L'attacco israeliano è talmente massiccio che Hitler verrà ricordato come l'uomo che voleva salvare i palestinesi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ..::pierre147::.. - 20 Nov 2012, 12:18
Io non entro nel merito della questione ma chiedo: come mai lo stato palestinese non viene massicciamente sostenuto economicamente dagli altri stati arabi che navigano nell'oro e che stanno lì vicino? Nei loro confronti c'è un atteggiamento ponziopilatesco o sbaglio? O se ne fregano di default perchè preferiscono una comoda neutralità che permetta loro di prosperare?

La Giordania non c'ha soldi, la Siria lasciamo stare, il Libano non c'ha soldi e religiosamente è tutto fuorchè coeso, l'Iran potrebbe ma sono sciiti, la triade Saudi/Qatar/UAE (= quelli che c'hanno i sordi) è storicamente USA-friendly.

Rimane solo l'Egitto (con combo discreta disponibilità economica + religione galoppante), che guarda a caso è l'unico stato esterno ad essere intervenuto nella questione in modo attivo.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ..::pierre147::.. - 20 Nov 2012, 12:20
spinoza.it: L'attacco israeliano è talmente massiccio che Hitler verrà ricordato come l'uomo che voleva salvare i palestinesi.

LOL, tu scherzi ma in molti paesi del Medio Oriente (nelle fasce più basse della popolazione, soprattutto) baffetto è davvero considerato un grandissimo eroe.

Difficile spiegargli che sarebbero stati i prossimi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 20 Nov 2012, 15:18

il punto zero del grafico e' "inizio 2012". riporta un totale (da inizio anno) di spannometrici, di circa 3/4 morti e 40 feriti dal lato israele, mentre il report ufficiale UN ne segnala 3+80 nei soli 5 giorni dal 13 al 18 novembre. quindi sicuramente il numero riguardante Isarele e' sottostimato.
dove sbaglio?


altri dicono 21 vs 2300 negl ultimi dieci anni
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 20 Nov 2012, 16:33
Ma tu non avevi certo pensato che il grafico e il documento si riferissero allo stesso periodo. Scemo io a intepretare in modo così sciocco.

no, non l'avevo pensato, perche' se vai sul link segnalato come fonte trovi una directory con 32767868687 files, quindi l'ultimo piu' recente te lo devi andare a cercare

Ti ricordo di tutte le volte che ho ammesso senza problemi di aver mal interpretato fonti sospette (seppur molto meno gravi), ma mi fermo qui. Magari sono io malfidente. Il buon dio ci giudicherà entrambi.

no scusa tu hai ammesso quando hai scritto cazzate, tipo la foto saluto romano del tipo che era invece sinistro, o le famose manganellate del poliziotto che avevano spinto il tizio a cadere dal traliccio.
io e' dall'inizio che continuo a dire che c'e' uno squilibrio, che Israele si comporta male, ecc. dico solo di fare attenzione alle fonti ed a non pensare che i Palestinesi siano buoni agnellini.
credo l'abbiano capito tutti tranne tu

Per inciso: quella tabella considera evidentemente le injuries in modo differente, ma senza discriminare una parte piuttosto che l'altra. Anzi. Dal lato Palestinese vengono taciuti CINQUECENTOVENTI feriti relativi agli ultimi giorni, laddove il grafico sembra indicarne una cinquantina recente e 420 totali per l'intero 2012.
Ma Seppia si è accorto solo dello scarto tra i 40-80 israeliani. Be', può capitare.

no, non mi sono accorto solo degli 80 israeliani, basta che guari il primo post e segnalo pure la discrepanza sui palestinesi

detto questo, da ora mi prendo una vacanza dal risponderti, direi che per evitare di inquinare tutto e' meglio se ci ignoriamo.
faccio mea culpa per aver risposto acidello sulla citazione di Chomsky, questa l'ho iniziata io
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 20 Nov 2012, 17:20
Bis-pensiero proprio.

Vabbe' contento tu, non spreco altro tempo e spazio pubblico per dimostrarti che la tua continua opera di "distinguo" non ha niente di onorevole né di moderato. Chi sa leggere se ne sarà accorto da solo, ormai, o lo capirà alla lunga.
E comunque, come già detto, il Signore ti giudicherà. A me in effetti no, che non gli credo.

Concordo invece sull'acido, sulla vacanza e sull'inquinamento. Ri-buonanotte.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 20 Nov 2012, 17:36
La Giordania non c'ha soldi, la Siria lasciamo stare, il Libano non c'ha soldi e religiosamente è tutto fuorchè coeso, l'Iran potrebbe ma sono sciiti, la triade Saudi/Qatar/UAE (= quelli che c'hanno i sordi) è storicamente USA-friendly.

Rimane solo l'Egitto (con combo discreta disponibilità economica + religione galoppante), che guarda a caso è l'unico stato esterno ad essere intervenuto nella questione in modo attivo.

si la realta' e' che la maggior parte di chi potrebbe spalleggiare i palestinesi e' con le pezze al culo, ed inoltre tendono a ricordarsi le sonore bastonate che hanno preso ogni volta che hanno provato a fare la guerra ad Israele.
poi ci sono i piu' integralisti di tutti, Sauditi & C, che pero' sono culo e camicia con la parte Texana dello 0,1% americano e quindi il massimo supporto che possono dare alla causa e' finanziare terrorismo e costruzione di moschee nella fiera Jugoslavia.

la cosa bella e' che ovviamente l'occidente va a fare la guerra ai poveracci che stanno in culonia perche "aho' ce sta er terrorismo musulmano", mentre con quelli che finanziano chi brucia chiese ortodosse millenarie in casa nostra o butta giu' torri a manhattan ci facciamo business

non fa una piega :D

LOL, tu scherzi ma in molti paesi del Medio Oriente (nelle fasce più basse della popolazione, soprattutto) baffetto è davvero considerato un grandissimo eroe.
Difficile spiegargli che sarebbero stati i prossimi.

in effetti se vai a guardare anche i vari gruppi pacconazi/nazimaffi, in barba a quelli che dovrebbero essere i loro pregiudizi razziali e (soprattutto) l'odio che dovrebbero avere verso la quella cultura musulmana che colonizza l'europa ed i suoi antichi valori, spalleggiano sempre le varie hamas-al quaida ecc nella loro "lotta al sionismo"
il bello e' che poi gli stessi son quelli che vanno a fare le ronde e menare i musulmani per le loro citta'.
non riescono nemmeno a mettersi d'accordo con se stessi :D

ma vabbe' purtroppo alla stupidita' non c'e' cura
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 21 Nov 2012, 10:50
http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-20415886

Molto interessante.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 21 Nov 2012, 12:01
Ma alla fine, tolto il motivo originario, questa volta chi ha cominciato? Leggo che Israele si sta difendendo però leggo pure che la Palestina ha attaccato perchè Gaza è sempre assediata da Israele. In ogni caso, letto anche l'articolo di Spritz, per me c'è evidente sproporzione tra gli attacchi della Palestina e quelli Israeliani.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 21 Nov 2012, 12:07
Beh dai l'articolo non lo ho scritto io.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 21 Nov 2012, 12:36
http://www.ilpost.it/2012/11/21/e-esplosa-una-bomba-a-tel-aviv/ (http://www.ilpost.it/2012/11/21/e-esplosa-una-bomba-a-tel-aviv/)

Qui si mette male. Molto male.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: sirluke - 21 Nov 2012, 16:34
Attacchi aerei come quelli effettuati da Israele sono pressochè inutili senza un intervento terrestre. Prima di tutto si fanno più morti civili che distruzione di obiettivi strategici e questo ha come unica conseguenza la radicalizzazione delle parti in gioco. Se c'è qualcosa che dovremmo avere imparato dalle guerre degli ultimi 10 anni è di fatti proprio questo.

Secondariamente, e questa è una cosa che non Israele avrebbe già dovuto comprendere, è che interventi temporanei di questo tipo servono a ben poco poiché puoi distruggere la sovrastruttura militare ma l'astio ideologico che si crea porterà solo a nuovi attacchi in futuro.

Dal punto di vista strettamente militare dunque a mio parere queste schermaglie servono solo a far fare i soldi a produttori di armi et similia.
 
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 21 Nov 2012, 17:59
http://www.ilpost.it/2012/11/21/e-esplosa-una-bomba-a-tel-aviv/ (http://www.ilpost.it/2012/11/21/e-esplosa-una-bomba-a-tel-aviv/)

Qui si mette male. Molto male.

ehh già, se ne hanno ammazzati in 5 giorni 150 in nome del NULLA

(bollettino aggiornato http://palestinefrommyeyes.wordpress.com/2012/11/17/gazaunderattack-names-and-ages-of-killed-people-who-fell-victim-during-the-past-ongoing-israeli-attacks-on-gaza/)

ora con 20 feriti medio bassi (tranne 1) a Gaza possono prepararsi a un'altra mattanza pari a svariati asili nido, macchissene frega la demograzzia è bella, Israele difende i miei e vostri valori, qualche decina i Mohammad e Ali in meno che vuoi che siano per una sì nobile missione, anzi come beneficio collaterale estirpiamo anche un pò la fame nel mondo che francamente ci hanno anche un pò rotto stanno sempre a frignare :yes:

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 21 Nov 2012, 18:07
Ma guarda che io la penso come te, però la situazione sta regredendo e peggiorando e sarà sempre più difficile uscirne.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 21 Nov 2012, 18:21


Dal punto di vista strettamente militare dunque a mio parere queste schermaglie servono solo a far fare i soldi a produttori di armi et similia.
Dal punto di vista strettamente militare nessuna guerra ha mai avuto un punto di vista strettamente militare, solo economico-politico (fare soldi o territori)...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 21 Nov 2012, 23:20
Interessante intervento di Ovadia, che mi sembra centri il punto della questione: Israele ha un governo di stronzi guerrafondai, e non è minimamente interessata a veri colloqui di pace in quanto non ammetterà MAI il concetto "due popoli, due stati", che è la base minima per un qualsiasi straccio di progetto di pace serio e duraturo. Ed è un atteggiamento controproducente e autolesionista, perché non fa altro che fomentare odio e dare manforte agli estremisti islamici che trovano puntualmente la pappa pronta.

http://www.youtube.com/watch?v=1Ta8-5EIOIA

D'altrocanto, Israele utilizza la stessa balla statunitense della "guerra al terrore", quando qualsiasi stratega con un minimo di sale in zucca SA che il terrorismo non lo batti certo con i bombardamenti e gli eserciti, ma estirpandone le cause a monte. E' una scusa che tutti fanno finta di non capire.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: peppebi - 22 Nov 2012, 17:05
Si però quelli pro Israele continuano a dirmi che sono i palestinesi che hanno come unico scopo annientare Israele e che non gliene frega niente di eventuali patti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 22 Nov 2012, 18:34
Vabbé, ma se si continua così non se ne esce mai. E se qualcuno deve fare un passo avanti, per me quello è il democratico e progressista Israele (se davvero è così), non me lo aspetto certo dagli iraniani, da Hamas o qualche altro matto infoiato. La responsabilità maggiore è la loro, in quanto DOVREBBERO essere l'unico stato democratico in una zona a fortissima accezione teocratica, se loro parlano solo con i missili allora hai voglia a far scoppiare guerre.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 30 Nov 2012, 14:30
Ah, guardare la faccia livida di Netanyahu all'indomani della clamorosa (nel senso che non me lo sarei mai aspettato) scelta italiana, e sentirlo minacciare robe come "«Nessuna decisione dell'Onu può rompere il legame di 4mila anni fra la Terra d'Israele e il suo popolo», non ha prezzo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Pila87 - 30 Nov 2012, 15:12
Gli americani sono stati vergognosi. La Clinton c'ha il barbaro coraggio di dire che questo voto dell'ONU è controproducente per la pace nell'area... che roba.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 03 Gen 2013, 23:24
Esportatori di democrazia.
http://www.express-news.it/2010/09/09/laccusa-contro-5-soldati-usauccidevano-civili-per-sport/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 14 Gen 2013, 11:42
l'intervento internazionale in mali va alla grande, hollande si è esposto, gli altri danno supporto defilato. Meno male che è considerata un ex-colonia francese, appena si sono affacciati i terroristi-supercattivi-integralisti-islamici li stanno spianando con gli hellfire. Chissà se sui droni ci sta lo scudo crociato
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 24 Gen 2013, 11:56
I-Penis

http://www.corriere.it/esteri/13_gennaio_24/nordcorea-nuovi-test-nucleari-usa-nemici-giurati_7fe0dc3a-65ee-11e2-a999-f4ff91782969.shtml
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 24 Gen 2013, 11:58
Go Pyonyang, GO!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 11 Mar 2013, 12:24
Va sempre peggio

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/11/corea-del-nord-armistizio-col-sud-e-nullo-tagliata-linea-telefonica-demergenza/526267/
Titolo: R: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 11 Mar 2013, 19:37
Sto cavolo di gangnam style vuole far scoppiare la terza guerra mondiale!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 11 Mar 2013, 21:11
Il problema è che qualcuno potrebbe cogliere la palla al balzo (Iran) per scatenare veramente il finimondo. Basterebbe un morto d'eccellenza, come la storia ci insegna.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 11 Mar 2013, 22:30
Boh, io rimango scettico verso l'uso di armi nucleari da parte di un governo qualsiasi, di norma chi comanda non se la passa male, che senso avrebbe suicidarsi? Perché di questo si tratterebbe.

RESPECT
Titolo: R: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 12 Mar 2013, 01:05
Per dimostrare che è un degno successore?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 12 Mar 2013, 01:50
Grandi.. canaglie per sempre, Onore!

(https://fbcdn-sphotos-d-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/579697_410167065662829_991875574_n.jpg)

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 12 Mar 2013, 02:23
E' bellissimo. Ha quella vacua fissita' dello sguardo tipica del deficiente, sicuro i genitori erano fratelli.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 28 Mar 2013, 08:18
(http://cdn.theatlantic.com/static/infocus/nk032713/s_n01_0RTXXWLW.jpg)

-Ehi, ma se premo il bottone rosso, cosa succede?
-BOOM!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Pila87 - 28 Mar 2013, 09:53
Preferisco non pensarci, quello potrebbe scatenare l'Odio Atomico per sbaglio pensando di essere davanti a Civilization.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 29 Mar 2013, 12:27
Ma realisticamente, cosa spera di riuscire a fare la korea del nord contro il sud + usa?
Non sono gunny ma non credo abbiano chissà quali risorse belliche, al di là di qualche presunta atomica.

Ammetto di non capirci molto, ma a lungo termine credo abbiano solo da perderci.

Magari è tutto un bluff
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 29 Mar 2013, 14:31
Secondo me lo fa solo per riaffermare la sua autorità di leader nei confronti della popolazione, senza la quale probabilmente rischierebbe di non essere più "accettato" come leader.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 29 Mar 2013, 16:04
Neophoeny ha sostanzialmente ragione, fino ad oggi tutte queste spacconate sono sempre state uno strumento negoziale per ottenere alleggerimenti delle sanzioni internazionali (verso l'esterno) e controllare la popolazione (verso l'interno).
Hanno testate atomiche e hanno anche qualche vettore ma non siamo più negli anni '90, i sistemi antimissile americani sono ormai operativi (anche se non ancora in modo massiccio) e tra GMD e vascelli AEGIS ce n'è abbastanza per proteggere sia il territorio americano sia il Giappone. Inoltre, benché i tempi siano cambiati, un'eventuale improbabile "centro" su una grande città potrebbe causare una ritorsione contro cui sarebbero del tutto indifesi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 30 Mar 2013, 14:08
Sempre sul tema.
http://www.youtube.com/watch?v=_pr9WY2Xyj0
La marina giapponese, in caso di follie imprevedibili, è comunque relativamente autonoma addirittura sulla difesa cosidetta "mid-course" (cioè quando la testata non è ancora rientrata nell'atmosfera). Se a questo aggiungete il fatto che l'arsenale missilistico nordcoreano è del mesozoico (missili RoDong che sono sostanzialmente degli Scud sovrappeso, niente MIRV), credo non ci sia niente che la Corea del Nord possa fare per violarne la difesa, se non qualche "colpo a tradimento" con tattiche terroristiche.
Insomma, he's so ronery.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Void - 30 Mar 2013, 14:11
Scud sovrappeso
Me ne intendo poco, ma questo rende bene l'idea :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: TremeX - 02 Apr 2013, 07:32
Per anni ha perso a Starcraft...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: letal32 - 03 Apr 2013, 23:35
http://www.corriere.it/esteri/13_aprile_03/attacco-nucleare-minaccia-corea-nord-usa_60e39a80-9c98-11e2-aac9-bc82fb60f3c7.shtml

Se fossi in America comincerei a toccarmi  :scared:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 03 Apr 2013, 23:46
Beh, se fosse vero, i Maya avrebbero cannato solo di qualche mese. Onore.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 03 Apr 2013, 23:47
penso che siamo tutti morti
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 03 Apr 2013, 23:52
Facciamo così: io dico che non succede una beata minchia. Tu scommetti il contrario. Se vinco io, mi devi una birra. Se vinci tu, beh... Non posso assicurarti la vincita. Ci stai?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 03 Apr 2013, 23:54
io voglio solo vivere answer, ho ancora tante cose da fare, poi ti offro quello che vuoi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: letal32 - 03 Apr 2013, 23:56
Certo pensandoci mi pare impossibile che la korea voglia imbarcarsi in una guerra da sola. Se facesse la prima mossa chi sarebbe il pazzo disposto ad appoggiarla? Anche la Cina, suo alleato, mi pare non sia troppo favorevole alle politiche guerrafondaie della korea.
Spero si tratti solo di minacce infondate...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 03 Apr 2013, 23:59
io voglio solo vivere answer, ho ancora tante cose da fare, poi ti offro quello che vuoi.
Allora ne diamo una scadenza? Che a una birra a scrocco mica ci rinuncio, eh. ^^

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 04 Apr 2013, 00:01
non so nemmeno dove abiti, al limite te la spedisco. Facciamo un mese.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 04 Apr 2013, 00:04
Incrociamo i diti, allora. Bologna.

Occhio che poi la voglio, eh!

P.S. Se vieni al raduno, ti regoli lì. :)

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 04 Apr 2013, 00:07
porto la cassetta answer.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 04 Apr 2013, 00:11
Bisognerebbe sentire Gunny, ma mi fido dell'istinto.
Preparati a sganciare, bello.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 04 Apr 2013, 00:14

Preparati a sganciare, bello.


Ordinò Pyongyang al cacciabombardiere.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 04 Apr 2013, 00:16
 :D

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: eugenio - 04 Apr 2013, 00:31
La seconda parte di questo articolo può aiutare amandyno a stare calmino: Se vuoi la pace, parla di guerra (http://www.europaquotidiano.it/2013/04/03/le-due-coree-verso-la-guerra-perche-si-perche-no/).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 04 Apr 2013, 00:49
Bisognerebbe sentire Gunny, ma mi fido dell'istinto.
Preparati a sganciare, bello.

Come dicevo, scommetterei sul fatto che si sente solo un po' ronery (http://www.youtube.com/watch?v=UEaKX9YYHiQ) :)
Però giustamente non lo si può dare per scontato al 100%. Parliamo di gente davvero isolata dalla realtà, anche del proprio stesso popolo. Un po' di depressione del capo, un po' di schizofrenia di un generale compiacente qualsiasi e può succedere il fattaccio. Più pericoloso per le ripercussioni a cascata nella regione (e finanziarie ovunque) che per l'arsenale effettivo degli interessati.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Jello Biafra - 04 Apr 2013, 01:00
Ma figuriamoci se alla Cina può interessare la guerra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 04 Apr 2013, 01:12
E se tutto questo fosse segretamente appoggiato dalla Cina per scatenare una guerra contro il Giappone? Negli ultimi mesi i rapporti sono stati pessimi.
Mi drogo?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Jello Biafra - 04 Apr 2013, 01:35
Io non sono un esperto di queste cose e potrei scrivere cazzate: ma per la Cina una guerra sarebbe un suicidio economico (il conseguente isolamento internazionale che ne deriverebbe andrebbe poco d'accordo con gli affari).

Abbatteranno qualche aereo, qualcuno farà la voce grossa e finirà lì.


(le ultime parole famose).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 04 Apr 2013, 01:36
È davvero, davvero improbabile.
Non è da escludere che la Cina diventi più aggressiva in futuro, ma al momento la sua "guerra" è economico/finanziaria e la sta vincendo, non c'è davvero ragione per cui si debba impegnare militarmente prima di essere davvero pronta (altri 5/6 anni almeno). E anche allora, salvo eventi imprevedibili, credo lo farà per tutelare i propri interessi nazionali (leggi rotte commerciali e approvvigionamenti energetici), non per questioni di "palle".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ferruccio - 04 Apr 2013, 01:40
Ma sono anche quelli che hanno quasi scatenato una guerra e distrutto relazioni diplomatiche per delle isolette semidisabitate dal valore strategico nullo, no?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Jello Biafra - 04 Apr 2013, 01:40
È davvero, davvero improbabile.
Non è da escludere che la Cina diventi più aggressiva in futuro, ma al momento la sua "guerra" è economico/finanziaria e la sta vincendo, non c'è davvero ragione per cui si debba impegnare militarmente prima di essere davvero pronta (altri 5/6 anni almeno). E anche allora, salvo eventi imprevedibili, credo lo farà per tutelare i propri interessi nazionali (leggi rotte commerciali e approvvigionamenti energetici), non per questioni di "palle".

La Cina si sta armando? Possono fare sul serio? Man mano che le risorse fossili diminuiranno un teatro di "nuova" guerra fredda è probabile? Che dicono gli analisti internazionali?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 04 Apr 2013, 03:28
A me sembra abbastanza inevitabile che con il passare del tempo, e con il diminuire delle fonti energetiche primarie, si acquiranno i conflitti sia locali che internazionali. Però la Cina, come dice giustamente Gunny, ci tiene già tutti per le palle economicamente, a che pro imbarcarsi in una guerra? Per me Kim Yul Cazz sta soltando sboronando, dubito fortemente che faccia sul serio. Se poi dovesse provarci davvero, e attaccare per prima, non credo che Cina e Russia si muoveranno. E tanti saluti alla dinastia più imbecille degli ultimi secoli.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 04 Apr 2013, 07:27
Un qualsiasi appoggio al folle coreano lo vedo improbabile. In primis da parte della Cina che come è già stato detto ha tutto il vantaggio che il mondo viaggi ancora in questa condizione di "pace" che le permette di sfruttare la sua predominanza commerciale. In secondo luogo da parte della Russia che non mi pare esattamente nelle condizioni di intraprendere una campagna militare.

Inoltre la Corea cosa può fare? Ipotizziamo che lanci un attacco nucleare verso gli USA o il Giappone, che fallirebbe visto la mediocrità della qualità del suo arsenale. A quel punto? Ritorsione USA -> Corea rasa al suolo. Ecco magari a quel punto mi potrei preoccupare che Cina e Russia si incazzino, però manca il presupposto, cioè che, o vogliono suicidarsi, oppure i coreani non lanceranno mai l'attacco.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Pila87 - 04 Apr 2013, 10:24
Oddio quel tizio improbabile è invidioso dei McDonald's e vuole raderli tutti al suolo. Speriamo che i suoi amici cinesi diano un colpo di telefono e lo facciano ragionare, dev'essere cresciuto in un universo parallelo e forse manco si rende conto che quelli la penisola koreana la inabissano nel mare...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gett - 04 Apr 2013, 10:55
Dal Corriere della Sera

(...)Il segretario americano alla Difesa Chuck Hagel aveva detto di prendere «sul serio» le minacce della Corea del Nord ed esortato Pyongyang a metter fine alla sua «pericolosa retorica».(...) Ma aveva poi aggiunto che può essere pericoloso sbagliarsi sulla serietà delle minacce altrui: «Basta un solo sbaglio e non voglio essere il segretario alla Difesa che una volta si sbagliò».

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 04 Apr 2013, 12:00
Ma sono anche quelli che hanno quasi scatenato una guerra e distrutto relazioni diplomatiche per delle isolette semidisabitate dal valore strategico nullo, no?

"quasi" è una parola chiave :) Le minacce sono un tool diplomatico rudimentale per noi "atlantici", ma loro giocano con regole diverse. Saltuarie tensioni possono essere un modo di testare la propria forza, di vedere quanto strette sono le maglie dell'alleanza tra i tuoi "competitor" alla luce della tua crescente potenza commerciale e della crescente integrazione economica. Finché non saranno troppo soddisfatti dei risultati, non dovremmo avere guai seri. Se qualcosa scoppierà con la Cina a breve, credo che l'epicentro sarà Taiwan, l'unico contesto in cui motivazioni di grandeur fine a sé stessa potrebbero ancora trovare spazio per ragioni ataviche (anche se è un problema che sta perdendo peso rispetto a qualche decennio fa, ora c'è una crescente integrazione tra le "due Cine"). Secondo me le cose potrebbero volgere al peggio solo nel caso in cui la Cina abbia traumatiche "crisi di crescita" nella propria economia, che a dispetto delle tendenze recenti sono tutt'altro che impossibili, sia per via dei suoi colossali bisogni energetici, sia per l'evoluzione rapidissima e quasi imprevedibile del suo mercato interno (ma qui lascio la parola agli economisti, che ne sanno più di me). Di fronte alla paura e alla disperazione, le cose peggiorano sempre.

@Jello: molto sul serio. Gli analisti sono in massima parte convinti che la Cina ha ambizioni pacifiche (dal pdv militare) e in linea di massima secondo me è vero. Il loro espansionismo è marcatissimo, ma di natura economica.
Detto questo, il loro budget militare aumenta del 50% all'anno mentre quello dei paesi NATO è fermo o in calo. Cantierizzano sommergibili nucleari, portaerei, velivoli stealth, missili intercontinentali in grande quantità e la spesa assoluta (apparentemente ancora lontanissima da quella USA, un rapporto di 1 a 6) non rende completamente l'idea della mole degli investimenti in atto, dato che il costo del lavoro è inferiore e le strutture sono spesso statali. Sono in piena transizione da una logica di potenza regionale con capacità di sea denial (quindi impedire che una forza come gli USA possa proiettare potenza nell'immediata vicinanza delle loro coste e delle loro rotte) ad una logica di superpotenza.
Quindi: non vogliono sicuramente scatenare guerre, al momento. Ma, se le circostanze dovessero cambiare, vogliono essere nelle condizioni di combatterle e vincerle.

@Lenin: una ritorsione nucleare credo sia ipotizzabile solo se il first strike coreano avesse pieno successo (quasi impossibile). La MAD (mutua distruzione assicurata) valeva negli anni '50, ora è davvero impensabile l'idea di nuclearizzare una incolpevole popolazione civile di fronte ad un attacco fallito o velleitario. Probabile vi siano altre forme di risposta, ma di natura convenzionale, come bombardamenti mirati sugli asset militari. Invasione per rovesciare il regime? Tenderei a escluderlo, sarebbe un bagno di sangue e comporterebbe un confronto durissimo con Cina e Russia.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 04 Apr 2013, 12:08
Leggere Gunny su questi argomenti (e molti altri) è sempre un piacere.

Io sto più terra terra e mi chiedo: ora che Russia e Cina hanno imparato a godere delle delizie dell'occidente/consumismo (lusso, macchine, hitech, Apple, droga, puttane, etc.etc.) , chi glielo fa fare di sostenere/appoggiare un obeso ritardato? Dovrebbero essere loro i primi ad annientarlo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 04 Apr 2013, 12:29
Leggere Gunny su questi argomenti (e molti altri) è sempre un piacere.

Io sto più terra terra e mi chiedo: ora che Russia e Cina hanno imparato a godere delle delizie dell'occidente/consumismo (lusso, macchine, hitech, Apple, droga, puttane, etc.etc.) , chi glielo fa fare di sostenere/appoggiare un obeso ritardato? Dovrebbero essere loro i primi ad annientarlo.

LOL.
Beh il sostegno è abbastanza relativo e limitato all'utilità che la Nord Corea rappresenta per loro, ovvero un punteruolo/fattore di stress conficcato nel dispositivo di alleanze e schieramenti occidentale. Se in totale assenza di controindicazioni questo punteruolo può costringere gli avversari a sostenere maggiori spese militari, distrarre le forze disponibili e litigare periodicamente su quanto profonde sono le "amicizie" in gioco (e su fino a che punto si è disposti a difenderle), benissimo. Questo non implica difendere l'indifendibile ed escludo che un attacco nucleare nordcoreano riceverebbe un qualsivoglia sostegno.
Se per assurdo gli USA invadessero la Nord Corea in risposta, la logica cambierebbe completamente, si tratterebbe di una mossa espansiva in un teatro dove la Cina sente il bisogno di essere il player più grosso e sono certo che la reazione sarebbe durissima, fino alla contrapposizione militare.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gett - 04 Apr 2013, 12:32
Sono uno degli ultimi arrivati ma seguo con interesse questa discussione e ho imparato ad apprezzare e leggere con attenzione gli interventi di Gunny.  Ti faccio i miei complimenti per la precisione e la chiarezza con cui spieghi. Da dove deriva tanto sapere di politica internazionale? Semplice passione o c'è il lavoro di mezzo?

:)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 04 Apr 2013, 12:46
Sono uno degli ultimi arrivati ma seguo con interesse questa discussione e ho imparato ad apprezzare e leggere con attenzione gli interventi di Gunny.  Ti faccio i miei complimenti per la precisione e la chiarezza con cui spieghi. Da dove deriva tanto sapere di politica internazionale? Semplice passione o c'è il lavoro di mezzo?

Grazie! In realtà è solo un interesse personale, di lavoro faccio tutt'altro (http://www.hivedivision.net/). Mi informo su riviste specializzate (RID, qualche Limes) anche se in misura sempre minore, una volta ero più fissato :)

A proposito di Limes: Ferruccio, dai un occhio qui (http://temi.repubblica.it/limes/isole-senkaku-scenari-attuali-di-una-disputa-antica-tra-cina-e-giappone/41312)
Le isole Senkaku di cui parlavi prima comunque sono sono proprio proprio irrilevanti, se consideri la posizione (intersecata con un gran numero di rotte di approvvigionamento) sia le risorse naturali circostanti, un obiettivo quindi perfettamente desiderabile secondo la suddetta logica di sea denial, difesa della propria economia e presidio del proprio teatro operativo di pertinenza.
Sicuramente non abbastanza da scatenare una guerra aperta (come fatto goffamente dall'Argentina con le Falkland, che ha messo stupidamente l'Inghilterra con le spalle al muro, costringendola al tutto per tutto), ma probabilmente abbastanza per giustificare l'applicazione di una certa pressione diplomatico/militare nel corso degli anni, scommettendo nel progressivo declino dell'avversario.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Jello Biafra - 04 Apr 2013, 13:17
@Jello: molto sul serio. Gli analisti sono in massima parte convinti che la Cina ha ambizioni pacifiche (dal pdv militare) e in linea di massima secondo me è vero. Il loro espansionismo è marcatissimo, ma di natura economica.
Detto questo, il loro budget militare aumenta del 50% all'anno mentre quello dei paesi NATO è fermo o in calo. Cantierizzano sommergibili nucleari, portaerei, velivoli stealth, missili intercontinentali in grande quantità e la spesa assoluta (apparentemente ancora lontanissima da quella USA, un rapporto di 1 a 6) non rende completamente l'idea della mole degli investimenti in atto, dato che il costo del lavoro è inferiore e le strutture sono spesso statali. Sono in piena transizione da una logica di potenza regionale con capacità di sea denial (quindi impedire che una forza come gli USA possa proiettare potenza nell'immediata vicinanza delle loro coste e delle loro rotte) ad una logica di superpotenza.
Quindi: non vogliono sicuramente scatenare guerre, al momento. Ma, se le circostanze dovessero cambiare, vogliono essere nelle condizioni di combatterle e vincerle.

Ecco, immaginavo una cosa del genere. Uno scenario dove la deterrenza nucleare avrebbe però smarrito il senso che aveva negli anni '70 ed '80, perché chi vorrebbe vincere il cadavere di un pianeta?

Il punto però è tutto lì: le risorse energetiche e di materie prime.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 04 Apr 2013, 13:42
E tanti saluti alla dinastia più imbecille degli ultimi secoli.

parla per te.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 04 Apr 2013, 17:11
@Lenin: una ritorsione nucleare credo sia ipotizzabile solo se il first strike coreano avesse pieno successo (quasi impossibile). La MAD (mutua distruzione assicurata) valeva negli anni '50, ora è davvero impensabile l'idea di nuclearizzare una incolpevole popolazione civile di fronte ad un attacco fallito o velleitario. Probabile vi siano altre forme di risposta, ma di natura convenzionale, come bombardamenti mirati sugli asset militari. Invasione per rovesciare il regime? Tenderei a escluderlo, sarebbe un bagno di sangue e comporterebbe un confronto durissimo con Cina e Russia.

Sì in effetti con quel rasare al suolo sono stato un po' generico ^_^ Non penso neppure io che si mettano a nuclearizzare la Corea, però bombardamenti sì. L'invasione direi che sia da escludersi per quanto hai detto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 04 Apr 2013, 20:09
E tanti saluti alla dinastia più imbecille degli ultimi secoli.

parla per te.

baku, ero rimasto che per noi imbecille fosse un complimento
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 04 Apr 2013, 21:38
[]
Io sto più terra terra e mi chiedo: ora che Russia e Cina hanno imparato a godere delle delizie dell'occidente/consumismo (lusso, hitech, droga, puttane, etc.etc.) , chi glielo fa fare di sostenere/appoggiare un obeso ritardato? Dovrebbero essere loro i primi ad annientarlo.
In Russia, chi decide, non è mai stato fuori dal neretto, nemmeno negli anni più "bui", quindi non cambia molto. In più, è praticamente autosufficente e, inoltre, come giustamente dice Lenin, non proprio al massimo dal punto di vista militare, chi glielo fa fare?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: armandyno - 04 Apr 2013, 22:47
3 pagine di topic e non ho capito: la devo comprare o no sta cassa di birre?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 04 Apr 2013, 22:51
Secondo me, sì. E presentarti al raduno.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 05 Apr 2013, 00:36
E tanti saluti alla dinastia più imbecille degli ultimi secoli.

parla per te.

baku, ero rimasto che per noi imbecille fosse un complimento

sì potrebbe, ma bomba presso di noi è l' "uomo del PD" cosa che lo fa imbestialire a morte anche se alla fine parla come loro :D quindi temo stesse intendendo seriamente a sto giro. Daje Kim, spero darai il meglio, in queste poche settimane che hai deciso ti restano da vivere.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: TremeX - 07 Apr 2013, 11:18
Già gli USA trovano per conto proprio motivi per muovere guerra, ci mancava lo scemo del villaggio che forniva un motivo gratis.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 07 Apr 2013, 11:29
Già li USA trovano per conto proprio motivi per muovere guerra, ci mancava lo scemo del villaggio che forniva un motivo gratis.
Si infatti, a 'sto giro non deve sembrargli vero, grasso che cola.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gatsu - 09 Apr 2013, 16:25
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/09/corea-del-nord-giappone-schiera-missili-patriot-nel-centro-di-tokyo/556231/

Ganny, i Patriot ^__^

No, seriamente, in quanti giorni la vetrificano la Nord Corea se solo si azzardano a sparare un missile?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 09 Apr 2013, 18:34
Ha detto bene la premier della Corea del Sud oggi, questi ogni volta fanno la voce grossa per ottenere un qualche tipo di vantaggio, come i bambini che fanno i capricci per sfiancare i genitori e ottenere il giocattolo. Sarebbe anche ora che la finissero di rompere i coglioni, tanto rimango sempre convinto che can che abbaia non morde.
Baku, "uomo del PD" lo dici assoreta  :D Comunque La dinastia in questione per noi è buffissima, una roba da cartoni animati, e sono il primo a ridere ogni volta che vedo butterface, ma per la gente lì deve essere una bella tragedia...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: eugenio - 09 Apr 2013, 19:01
North Korea: Facts on the Ground (http://news.nationalgeographic.com/news/2013/04/130406-north-korea-kim-jung-un-counterfeit-gulag-world-facts/)

Citazione da: @NatGeo
[...]

Border controls: The 148-mile-long border between North and South Korea is the most heavily militarized in the world. It is estimated that at least a million of the 25 million North Koreans are in uniform, many of them bullying and spying on their own citizenry.

Entering and exiting: Soldiers have orders to shoot anyone trying to sneak into or out of the country. China is the most widely used escape route. Approximately 80 percent of the North Korean refugees attempting to flee through China are women.

Gulag: An estimated 200,000 people in North Korea are held in secret camps for political prisoners.

[...]

Fake money: North Korea has been accused by the U.S. government of running one of the most sophisticated counterfeit operations in the world. They are rumored to have bought an intaglio press at a cost of over seven million dollars—the same kind of printer the U.S. government uses to print its money. The counterfeiting operations reportedly specialize in "Franklins," or hundred-dollar bills.

Fashion: Wearing jeans is a crime. Denim symbolizes the enemy United States.

[...]
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 09 Apr 2013, 19:45
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/09/corea-del-nord-giappone-schiera-missili-patriot-nel-centro-di-tokyo/556231/

Ganny, i Patriot ^__^

No, seriamente, in quanti giorni la vetrificano la Nord Corea se solo si azzardano a sparare un missile?

Giorni?^^ È questione di un'oretta volendo. Ma come dicevo, mi sembra davvero implausibile che si arrivi a tanto (per fortuna...)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: xkp - 09 Apr 2013, 20:00
Ha detto bene la premier della Corea del Sud oggi, questi ogni volta fanno la voce grossa per ottenere un qualche tipo di vantaggio, come i bambini che fanno i capricci per sfiancare i genitori e ottenere il giocattolo. Sarebbe anche ora che la finissero di rompere i coglioni, tanto rimango sempre convinto che can che abbaia non morde.

ma ti riferisci ai coreani del nord
o a quelli di grillology?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 09 Apr 2013, 22:40
Parole della nuova premier della Sud Corea, che si è lamentata che i nordcoreani ogni tanto fanno la voce grossa per ottenere qualche concessioni sugli embarghi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 10 Apr 2013, 02:02
A quest'ora gli USA avranno gia' attuato la Final Solution :

(http://i47.tinypic.com/34fdt2s.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 11 Apr 2013, 23:17
La Corea del Nord minaccia un attacco agli Usa. Per fortuna non sono tipi permalosi.

Il governo di Pyongyang starebbe preparando un attacco nucleare agli Usa. Allertati i rumoristi.

“Non dobbiamo sottovalutarli, sappiamo che possiedono l’atomica” ha dichiarato Kim Jong-un.

(Kim Jong-un non ha ancora trent’anni e già minaccia il mondo con la guerra atomica. A quell’età da noi al massimo fai uno stage)

La Corea del Nord piazza dei missili lungo la costa. Bah, io ho sempre usato le ciabatte per fare i pali.

L’esercito sta spostando un missile a medio raggio verso la costa orientale. È l’operazione “Rincorsa”.

I missili coreani sono stati portati sulla costa. Loro li arricchiscono con lo iodio.

Pyongyang garantisce: “I nostri missili possono arrivare negli Usa”. Il problema sono le spese di spedizione.

La Corea del Nord punta i missili sul Texas. Il Messico è avvisato.

Un missile coreano può percorrere 4000 km prima di esplodere. Esattamente come la nuova Panda.

Kim Jong-un pesa novanta chili, è alto un metro e settanta ed è appassionato di Nba. E ti credo che gli rode il culo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Noldor - 11 Apr 2013, 23:38
Citazione
Kim Jong-un pesa novanta chili, è alto un metro e settanta ed è appassionato di Nba. E ti credo che gli rode il culo.

questa è spettacolare  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 12 Apr 2013, 00:11
Edit. Evito tensioni inutili...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 15 Apr 2013, 01:41
Guardate questo servizio di Pablo Trincia delle iene:
http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/383817/trincia-dentro-la-guerra-siriana.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: letal32 - 15 Apr 2013, 02:00
Visto poco fa alle Iene. Che dire, una cosa veramente orrenda. Son cose che fanno veramente riflettere, sia sulla condizione veramente penosa in cui si trova quella gente, sia sulla qualità del giornalismo che a parte casi come questo si limita alla cronaca senza indagare veramente i fatti.

Comunque quel Trincia è pazzo. Io al primo sparo sarei scappato, lui invece mancava poco andasse a far conoscenza coi cecchini di Assad  :scared:
Titolo: R: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 15 Apr 2013, 09:55
È incredibile. Per la prima volta la guerra è stata raccontata da dentro e non dall'esterno in modo distaccato. Ultimamente fa servizi incredibili, sulla droga, sul narcotraffico,ecc. Altro che Bruno Vespa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: xkp - 15 Apr 2013, 10:41
Visto poco fa alle Iene. Che dire, una cosa veramente orrenda. Son cose che fanno veramente riflettere, sia sulla condizione veramente penosa in cui si trova quella gente, sia sulla qualità del giornalismo che a parte casi come questo si limita alla cronaca senza indagare veramente i fatti.

Comunque quel Trincia è pazzo. Io al primo sparo sarei scappato, lui invece mancava poco andasse a far conoscenza coi cecchini di Assad  :scared:


Non riesco mai a vedere questi servizi.

Si ha l'impressione che il tipo voglia solo trasformare la realta' in reality, e come ogni reality che si rispetti
e' la realta' a sottomettersi, mai il contrario.
Una telecamera collegata al mitra che inquadra il ragazzino... stravolge la realta' a prescindere.


Questo non e' giornalismo, questi non sono reportage, secondo me.
 :no:

Poi per carita' riconosco che Principio di indeterminazione di Heisenberg e' applicabile anche al giornalismo compreso quello di guerra e lo e' stato anche in passato, ma qui l'osservatore interagisce troppo con la reata' che vuole raccontare.



Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 15 Apr 2013, 11:01
Proprio per questo in quel servizio si "respira" l'aria di guerra, che non si respira ad es. in un servizio "distaccato" del TG1. La parte del ragazzino col mitra dura 1 minuto solamente. Il giornalista è dentro la guerra e interagisce con le persone, con le loro storie, il loro dolore, e coraggiosamente con la guerra in corso, senza dare giudizi, dimostrando che non è come un "film" della tv distaccato, ma che la realtà è più brutta dell'immaginazione. A me è piaciuto tantissimo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gett - 15 Apr 2013, 11:22


Pyongyang garantisce: “I nostri missili possono arrivare negli Usa”. Il problema sono le spese di spedizione.



Penso che questa renda bene la reale pericolosità della Corea. ahahahahaahaah
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: xkp - 15 Apr 2013, 11:52
Proprio per questo in quel servizio si "respira" l'aria di guerra, che non si respira ad es. in un servizio "distaccato" del TG1. La parte del ragazzino col mitra dura 1 minuto solamente. Il giornalista è dentro la guerra e interagisce con le persone, con le loro storie, il loro dolore, e coraggiosamente con la guerra in corso, senza dare giudizi, dimostrando che non è come un "film" della tv distaccato, ma che la realtà è più brutta dell'immaginazione. A me è piaciuto tantissimo.


Chiedo scusa
hai ragione dopo la parte iniziale che per me resta altamente criticabile, il servizio va avanti in maniera decisamente migliore.
 :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Pila87 - 15 Apr 2013, 12:35
Il ragazzo ha le palle per infilarsi in zone di guerra, come cronista vai a dirgli qualcosa. Come valore giornalistico del servizio anch'io ero un po' meh, però non ci dimentichiamo che fanno vedere le macerie siriane a gente sintonizzata sulle boooooobs della Blasi. Sparano un po' nel mucchio insomma, alla fine è importante anche quello, scommetto che una buona parte degli spettatori manco lo sapeva che ci fosse una guerra civile in Siria.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 15 Apr 2013, 14:12
Servizio molto interessante ma taglio giornalistico un po' sbagliato per trattare questo tipo di argomenti. Inoltre visto il pubblico verso cui e' indirizzata una trasmissione come le Iene probabilmente sarebbe stato piu' utile parlare anche e molto dei motivi dietro questa guerra civile in Siria.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 15 Apr 2013, 23:19
Assurdo, ti cadono proprio le braccia quando vedi porcherie del genere.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: rule_z - 15 Apr 2013, 23:26
Usa, due esplosioni al traguardo della maratona di Boston: due morti e decine di feriti (http://www.repubblica.it/esteri/2013/04/15/news/boston_bomba_maratona-56718550/).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 16 Apr 2013, 00:31
Ora siamo a 12 morti e 50 feriti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 16 Apr 2013, 10:54
"Allah snak bar!!!".
Scusate, non ho resistito.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 16 Apr 2013, 13:11
Ora siamo a 12 morti e 50 feriti.

3 morti fino ad adesso.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 16 Apr 2013, 15:07
Non credo sia lo stile dei nord Coreani. Loro devono agire alla luce del sole e in maniera onorevole per poter mantenere sul filo la situazione con Sud Corea e USA e sperare in qualche elemosina sul piano diplomatico da sbandierare come grande vittoria dell'amato leader.
Chi sa se sarà rivendicato e da chi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 16 Ago 2013, 14:10
Ritornando su questo vecchio topic: certo che le cose sono migliorate molto dopo la primavera araba! In Egitto non c'e' abbastanza petrolio vero?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 16 Ago 2013, 21:05
http://www.lastampa.it/2013/08/16/multimedia/esteri/i-soccorritori-vengono-sparati-dai-cecchini-QbWlijiidd5DO9VvLe54mL/pagina.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 17 Ago 2013, 13:46
Prevedo anni di guerra civile come in Siria
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 17 Ago 2013, 14:43
io ci vedo l'incentivo a 80 milioni di egiziani di emigrare in europa ed aumento del sentimento antiyankee visto che i militari che stanno sparando alla folla sono finanziati da loro
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 17 Ago 2013, 20:48
L'ho pensato anche io. Anche perché la loro economia e' in via di azzeramento con la fuga dei turisti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 18 Ago 2013, 13:30
comunque ci sono egiziani che hanno le palle piene della religione islamica, come ci sono occidentali che ne hanno della cattolica, in ogni cosa entra 'sta cazzo di religione.

Alla fine tutto quello che vuole una persona è un lavoro, una casa e una famiglia
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: recklessman - 18 Ago 2013, 13:59
Alla fine tutto quello che vuole una persona è un lavoro, una casa e una famiglia

DRONE 4 PRESIDENT!!!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 19 Ago 2013, 08:47
già, ho dimenticato la pace nel mondo

miss italia mode off
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 28 Ago 2013, 00:42
La questione siriana continua a peggiorare. Un attacco solo missilistico/aereo della Nato puo' solo favorire l'ascesa delle forze ribelli, ma ci conviene? Sono alimentate da Al Kaeda come si sostiene? Un intervento di soldati puo' far nascere un casino molto costoso con l'Iran che ha gia' il dito sul grilletto. Chi vincera? I cattivi o i cattivi?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 28 Ago 2013, 01:08
Io vorrei capire più che altro com'è che da un giorno all'altro si sono svegliati tutti e vogliono abbombare Assad. Soprattutto gli amerigani che hanno tenuto un approccio menefotto e ora sembra -sembra- quasi che vogliano andare i culo ai russi.
Poi vabè, Kerry che definisce l'uso di gas un'oscenità morale... Qualcuno dovrebbe ricordargli dell'agente arancio.

Chiamate Gunny che mi sta venendo il mal di testa, va.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 28 Ago 2013, 01:14
Eh, ma adesso han trovato le armi chimiche e si sa che gli americani appena sentono il suono, vero o presunto, di queste parole, si attivano manco c'avessero l'interruttore on/off sulla schiena.

Detto questo e dopo lunga, ponderata e attenta riflessione sullo scenario politico/sociale di quelle zone negli ultimi 50/70 anni, io mi limiterei a nuclearizzare tutto e tanti saluti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 28 Ago 2013, 17:30
..dal Mediterraneo al confine col Bangladesh.
Poi non ho capito nelle varie primavere Arabe nordafricane, sprattutto l'oscenità Libica alla quale indecorosamente ci siamo prestati anche noi, se le intelligences avevano già previsto l'instabilità e l'ascesa dei partiti islamici oppure se la situazione gli è sfuggita di mano.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 30 Ago 2013, 09:03
Si so gia' ammosciati i missili?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Toki 81 - 01 Set 2013, 14:02
Papa Francesco "Basta guerra".

Obama contestato fuori dalla casa bianca.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/08/31/Siria-Obama-contestato-proteste-fuori-Casa-Bianca_9227155.html

Manifestazioni contro la guerra in varie città.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 01 Set 2013, 14:05
Cose delle quali coloro che governano davvero il mondo terranno senz'altro conto.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 01 Set 2013, 14:18
Non ne terranno conto, però non ricominciamo con le bandiere della pace in ogni dove, eh.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 01 Set 2013, 15:27
Le che?

RESPECT
Titolo: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kabuto - 01 Set 2013, 16:34
La bandiere dei gay. Ma orizzontali.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Set 2013, 14:35
la nimiz nel mediterraneo, che bello, fa molto starblazer
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 02 Set 2013, 16:15
Io vorrei capire più che altro com'è che da un giorno all'altro si sono svegliati tutti e vogliono abbombare Assad. Soprattutto gli amerigani che hanno tenuto un approccio menefotto e ora sembra -sembra- quasi che vogliano andare i culo ai russi.
Poi vabè, Kerry che definisce l'uso di gas un'oscenità morale... Qualcuno dovrebbe ricordargli dell'agente arancio.

Chiamate Gunny che mi sta venendo il mal di testa, va.

Obama qualche tempo fa aveva definito l'uso di armi chimiche come la linea oltrepassata la quale gli USA non sarebbero più potuti stare a guardare. Probabilmente sperava che la Siria facesse tesoro dell'avvertimento e non fosse tanto cretina da trascinarli in un'altra indesideratissima avventure militare. Il problema è che i ribelli dopo due anni non accennano a gettare la spugna e sono rimasti una minaccia molto grave per il regime, che probabilmente in determinate situazioni tattiche non riusciva ad avere ragione dei ribelli con armi convenzionali. Per cui qui e lì una gasatina ci è probabilmente scappata.
È naturalmente da verificare che il casus belli non sia stato causato ad arte dai ribelli stessi, anche se in teoria non hanno sotto mano i vettori ideali per l'uso di quelle armi.
Ad ogni modo, per quanto personalmente mi sia difficile determinare cosa renda più inumano un civile soffocato dal gas rispetto ad un civile fatto a pezzi da un colpo di artiglieria, il fatto che la cosa sia stata sgamata mette gli USA in una posizione fastidiosa, quella di dover dimostrare che sono ancora il poliziotto del mondo o se sono solo chiacchiere e distintivo. Per cui lo svogliatissimo Obama sta predisponendo un intervento militare da Mondo Convenienza (140 milioni di dollari, qualche nave e una ventina di aerei, se faranno un film su questa guerra è realistico pensare che costerà più della guerra stessa) grazie al quale salvare la faccia senza tuttavia vibrare al regime un colpo decisivo. Questo perché nessuno è particolarmente entusiasta di sostituire il relativamente stabile regime di Assad con i ribelli salafiti, Israele compreso.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Set 2013, 16:31
intanto per noi sono dolori, la siria è nostro fornitore di petrolio quindi i rivenditori prenderanno la palla al balzo per portare il costo della benzina sopra i due euro
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 02 Set 2013, 16:34
Gli aumenti sono già realtà. Non oso immaginare cosa potrà succedere da qui a breve.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 03 Set 2013, 11:30
Obama qualche tempo fa...

Grazie Gunny, prezioso as usual.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 03 Set 2013, 11:32
Io non ho capito se è stato accertato oltre ogni ragionevole dubbio che le armi chimiche siano state effettivamente utilizzate dal regime e non dai ribelli.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kabuto - 03 Set 2013, 11:32
Non è stato accertato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 03 Set 2013, 12:20
Ci siamo:

Russia: registrato lancio di due missili balistici verso le coste orientali del Mediterraneo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 03 Set 2013, 13:05
Non è stato accertato.

Ne mai lo sarà in modo del tutto certo. La situazione del paese è convulsa, veramente indecifrabile. Le prove portate dagli USA all'ONU sono plausibili ma comunque indiziarie. Nulla esclude che gli USA le abbiano "abbellite" ad arte. Così come, specularmente, nulla impedisce a Russia e Cina di confutarle a prescindere, qualunque informazione contengano.
In ultima analisi, ognuno opererà secondo i propri interessi nazionali.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 03 Set 2013, 14:02
Le armi di distruzione di massa si trovano a nord di Tikrit.  :whistle:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Konron - 03 Set 2013, 20:12
Ma se gli USA non vogliono fare la guerra perché abbellire le prove invece di far finta di nulla o dire: "non ci sono prove certe"?
Cmq gunny dovresti tenere un blog, sarebbe molto interessante.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 05 Set 2013, 11:10
I Russi dicono di avere le prove che sono i ribelli ad aver usato Sarin.
Frattanto manco i cittadini americano ci cascano questa volta: spuntano militari americani a volto coperto con cartelloni "non mi sono arruolato per aiutare Al Kaeda".

Pagherei perché venissero fuori le prove che il gas lo hanno usato davvero i ribelli. Vorrei vedere se i giustizieri americano saranno così indignati e disposti ad aiutare Hassad
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 05 Set 2013, 18:31
Mi pare che non ci sia molto altro da aggiungere.

http://www.massimofini.it/articoli/difesa-dei-diritti-umani-il-pretesto-degli-usa-per-intervenire-in-siria
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kabuto - 05 Set 2013, 18:53
Mi sembra un articolo superficiale e un po' banale, onestamente.
Dice cose vere ma dimentica Karadžić e Mladic, ad esempio.
Boh, per quanto scriva cose anche condivisibili, lo fa male.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fulgenzio - 05 Set 2013, 18:56
Diciamo che in Siria, più che da altre parti ed in altre occasioni, il gap che separa, uhm, buoni e cattivi, è alquanto labile. In soldoni, pure i ribelli paiono fanatici mica da ridere.

Da cui: nuclearizziamo.  :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 05 Set 2013, 22:20
Il problema per me rimane non tanto quello di stabilire i buoni e i cattivi, ma di non mettere il naso in faccende che non ci riguardano. In Siria è in atto una guerra civile, i confini sono sfumati e proprio per questo dovremmo lasciare che siano i siriani a decidere. Persino i militari americani si sono rotti i coglioni, evidentemente qualcosa non va davvero.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 05 Set 2013, 22:31
Il problema per me rimane non tanto quello di stabilire i buoni e i cattivi, ma di non mettere il naso in faccende che non ci riguardano.[]
:yes:
Citazione
Persino i militari americani si sono rotti i coglioni, evidentemente qualcosa non va davvero.
http://www.youtube.com/watch?v=NU9JoFKlaZ0

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 05 Set 2013, 23:41
Mi sembra un articolo superficiale e un po' banale, onestamente.
Dice cose vere ma dimentica Karadžić e Mladic, ad esempio.
Boh, per quanto scriva cose anche condivisibili, lo fa male.

ma scrive tutte cose verissime, pure sulla Yugoslavia (anzi soprattutto, se quelle cose fossero successe post 11 settembre invece che ante, saremmo intervenuti al fianco dei serbi).
sbaglia solo quando si stupisce/indigna del fatto che gli USA cerchino una giustificazione morale. fanno cosi tutti dalla notte dei tempi.

piu' che altro non capisco come diavolo facciano gli europei ad abboccare, dopo il disastro Iraq.
probabilmente non hanno alternative
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 06 Set 2013, 00:34
http://video.corriere.it/siria-un-video-new-york-times-soldati-assad-freddati-ribelli/91142eee-163d-11e3-a860-3c3f9d080ef6
Fonte: http://www.nytimes.com/2013/09/05/world/middleeast/brutality-of-syrian-rebels-pose-dilemma-in-west.html?pagewanted=2&_r=0&hp
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 06 Set 2013, 13:41
Mah gunny
Ok Obama ha interesse a spender poco

Ma dubito non abbia interesse ad intervenire e sia 'costretto' dai siriani Chimici cattivi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 06 Set 2013, 17:13
obama: non possiamo restare a guardare.
Putin: aiuteremo damasco.

la borsa italiana crolla.

ma andate a fanculo tutti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 06 Set 2013, 17:14
Hai dimenticato il nano malefico.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 06 Set 2013, 18:25
Mah gunny
Ok Obama ha interesse a spender poco

Ma dubito non abbia interesse ad intervenire e sia 'costretto' dai siriani Chimici cattivi

Yes, dicevo infatti che ognuno agisce secondo i propri interessi nazionali. Che però, attenzione, è una cosa diversa dal "voler" intervenire. Al momento, ripeto, Obama è in una brutta posizione, perché vi sono una serie di fattori di pressione che spingono per l'ingresso in "guerra" americano:

1-L'insistenza dell'Arabia Saudita, Qatar ecc., che sono i principali indiziati nel caso si appurasse che i ribelli hanno effettivamente inscenato l'attacco, nonché la grande mano dietro all'insurrezione in Siria. Una plateale frattura con i Paesi del Golfo sarebbe un grave danno per gli USA. È proprio per liberarsi da questo genere di costrizioni che gli USA hanno rivoluzionato la loro politica energetica, cercando l'indipendenza dagli idrocarburi mediorientali a vantaggio dello shale gas nordamericano. Purtroppo per loro, sono ancora in mezzo al guado e i paesi del Golfo possono blandire l'arma di accordi privilegiati con gli avversari dell'Occidente (Russia e Cina, a loro volta assai cinici player di questa partita).
È con questo gioco che si fa il prezzo del petrolio, a livello di politica estera. E infatti noi che non giochiamo, o che se proprio serve veniamo messi in porta come il cugino scemo, paghiamo sempre più di tutti.
2-Gli USA devono difendere una posizione di unica superpotenza sempre più messa in discussione (e con sempre maggiore aggressività). Hanno detto che avrebbero agito in caso di uso di gas. Hanno dichiarato con certezza che tale uso è avvenuto. Anche avessero dubbi, tornare indietro ora sarebbe un colpo alla loro reputazione.
Quindi, gli USA non c'hanno nessuna voglia di intervenire. Ma per entrambe queste ragioni, è probabile che preferiscano uscire dalla situazione lanciando una sventagliata di cruise e bon, senza troppi effetti operativi. Formalmente sono intervenuti, l'America è ancora home of the brave e i sunniti sono contenti.
Consiglio infatti di tenere a mente che il mondo arabo è molto complesso e lacerato al suo interno. Un'asse di questo mondo (quella arabo-sunnita) lotta ferocemente contro l'altra (iraniano-siriano-sciita), e all'interno di questo scontro va collegata la politica estera delle potenze mondiali. Di chi vuoi essere amico? Con chi vuoi fare affari? Ogni nazione fa la sua scelta (Usa: sunniti. Russia: sciiti...) e agisce di conseguenza, tranne ovviamente l'Italia che è troppo impegnata a cambiare nome all'ICI.

Sottolineo l'eleganza della soluzione inglese, che ha dato voce ai rappresentanti del popolo, rifuggendo sia il rischio di apparire smidollati che quello di apparire disinteressati (Cameron può dire "avrei voluto ma non ho potuto"). Beninteso, ci sarà un prezzo, ma gli inglesi non sono più una nazione manifatturiera, gli girano molto più le palle se la guerra incipiente turba i mercati finanziari.

Propongo un paio di letture, una molto easy sulla questione sciiti-sunniti
http://news.panorama.it/oltrefrontiera/La-grande-guerra-tra-sciiti-e-sunniti
e una verosimile sulla questione gas
http://www.analisidifesa.it/2013/09/quel-gas-siriano-puzza-un-po/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 06 Set 2013, 23:07
Gunny, tu dovresti aprire un blog a pagamento. Altroché MGS.
:*

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 07 Set 2013, 13:19
 :D
Ma guarda, non sono 'sto pozzo di scienza che pensate. Una volta mi informavo molto più assiduamente. È che, a differenza (per dire) della tecnologia, geopolitica e cose militari evolvono abbastanza lentamente, per cui basta aggiornarsi anche pigramente per mantenere una conoscenza superficiale della materia. Ma non sono affatto un espertone. Di quello che ricordo e di cui leggo, mi fa piacere chiaccherare con voi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 09 Set 2013, 15:07
Per curiosità, dove ti informi su questi argomenti? Riviste specializzate?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 11 Set 2013, 12:26
http://www.claudiogiunta.it/2013/09/cosa-sta-succedendo-in-egitto/

Interessante intervista.
Campanini è davvero un pozzo di informazioni sull'Islam. Mi sa che il libro lo compro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 11 Set 2013, 16:03
Sulla Siria spero che un orecchio lo diano anche a quello che ha da dire il giornalista Quirico sul fronte anti Assad
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 14 Set 2013, 05:12
 Relations between us have passed through different stages. We stood against each other during the cold war. But we were also allies once, and defeated the Nazis together. The universal international organization — the United Nations — was then established to prevent such devastation from ever happening again.

The United Nations’ founders understood that decisions affecting war and peace should happen only by consensus, and with America’s consent the veto by Security Council permanent members was enshrined in the United Nations Charter. The profound wisdom of this has underpinned the stability of international relations for decades.

No one wants the United Nations to suffer the fate of the League of Nations, which collapsed because it lacked real leverage. This is possible if influential countries bypass the United Nations and take military action without Security Council authorization.

The potential strike by the United States against Syria, despite strong opposition from many countries and major political and religious leaders, including the pope, will result in more innocent victims and escalation, potentially spreading the conflict far beyond Syria’s borders. A strike would increase violence and unleash a new wave of terrorism. It could undermine multilateral efforts to resolve the Iranian nuclear problem and the Israeli-Palestinian conflict and further destabilize the Middle East and North Africa. It could throw the entire system of international law and order out of balance.

Syria is not witnessing a battle for democracy, but an armed conflict between government and opposition in a multireligious country. There are few champions of democracy in Syria. But there are more than enough Qaeda fighters and extremists of all stripes battling the government. The United States State Department has designated Al Nusra Front and the Islamic State of Iraq and the Levant, fighting with the opposition, as terrorist organizations. This internal conflict, fueled by foreign weapons supplied to the opposition, is one of the bloodiest in the world.

Mercenaries from Arab countries fighting there, and hundreds of militants from Western countries and even Russia, are an issue of our deep concern. Might they not return to our countries with experience acquired in Syria? After all, after fighting in Libya, extremists moved on to Mali. This threatens us all.

From the outset, Russia has advocated peaceful dialogue enabling Syrians to develop a compromise plan for their own future. We are not protecting the Syrian government, but international law. We need to use the United Nations Security Council and believe that preserving law and order in today’s complex and turbulent world is one of the few ways to keep international relations from sliding into chaos. The law is still the law, and we must follow it whether we like it or not. Under current international law, force is permitted only in self-defense or by the decision of the Security Council. Anything else is unacceptable under the United Nations Charter and would constitute an act of aggression.

No one doubts that poison gas was used in Syria. But there is every reason to believe it was used not by the Syrian Army, but by opposition forces, to provoke intervention by their powerful foreign patrons, who would be siding with the fundamentalists. Reports that militants are preparing another attack — this time against Israel — cannot be ignored.

It is alarming that military intervention in internal conflicts in foreign countries has become commonplace for the United States. Is it in America’s long-term interest? I doubt it. Millions around the world increasingly see America not as a model of democracy but as relying solely on brute force, cobbling coalitions together under the slogan “you’re either with us or against us.”

But force has proved ineffective and pointless. Afghanistan is reeling, and no one can say what will happen after international forces withdraw. Libya is divided into tribes and clans. In Iraq the civil war continues, with dozens killed each day. In the United States, many draw an analogy between Iraq and Syria, and ask why their government would want to repeat recent mistakes.

No matter how targeted the strikes or how sophisticated the weapons, civilian casualties are inevitable, including the elderly and children, whom the strikes are meant to protect.

The world reacts by asking: if you cannot count on international law, then you must find other ways to ensure your security. Thus a growing number of countries seek to acquire weapons of mass destruction. This is logical: if you have the bomb, no one will touch you. We are left with talk of the need to strengthen nonproliferation, when in reality this is being eroded.

We must stop using the language of force and return to the path of civilized diplomatic and political settlement.

A new opportunity to avoid military action has emerged in the past few days. The United States, Russia and all members of the international community must take advantage of the Syrian government’s willingness to place its chemical arsenal under international control for subsequent destruction. Judging by the statements of President Obama, the United States sees this as an alternative to military action.

I welcome the president’s interest in continuing the dialogue with Russia on Syria. We must work together to keep this hope alive, as we agreed to at the Group of 8 meeting in Lough Erne in Northern Ireland in June, and steer the discussion back toward negotiations.

If we can avoid force against Syria, this will improve the atmosphere in international affairs and strengthen mutual trust. It will be our shared success and open the door to cooperation on other critical issues.

My working and personal relationship with President Obama is marked by growing trust. I appreciate this. I carefully studied his address to the nation on Tuesday. And I would rather disagree with a case he made on American exceptionalism, stating that the United States’ policy is “what makes America different. It’s what makes us exceptional.” It is extremely dangerous to encourage people to see themselves as exceptional, whatever the motivation. There are big countries and small countries, rich and poor, those with long democratic traditions and those still finding their way to democracy. Their policies differ, too. We are all different, but when we ask for the Lord’s blessings, we must not forget that God created us equal.

Vladimir V. Putin is the president of Russia.
http://www.nytimes.com/2013/09/12/opinion/putin-plea-for-caution-from-russia-on-syria.html?pagewanted=all&_r=0

devo trovarmi un paio d'ore libere per gustarmi con birra e patatine i comments dei liberal rosiconi.

Putin Statista.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 14 Set 2013, 16:19
Che figo, la chiosa finale è da applausi a scena aperta
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 14 Set 2013, 19:02
Che figo, la chiosa finale è da applausi a scena aperta

Ovvio, una vecchia volpe del KGB non ha difficoltà a incaprettarsi lo studentello secchione Obama in una gara di astuzia.
Ricordiamoci ovviamente, per evitare entusiasmi verso lo "statista", che si tratta pur sempre dello stesso figlio di puttana delle varie guerre in Cecenia e Georgia, nonché sterminatore dei giornalisti russi, un despota senza scrupoli. Poi bellissime le Nazioni Unite, quando gli fanno comodo :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 14 Set 2013, 19:11
Per curiosità, dove ti informi su questi argomenti? Riviste specializzate?

In parte sì (RID, Limes+qualcosa di straniero), integrando anche con wikipedia (c'è moltissimo, basta avere una infarinatura generale per sapere cosa cercare)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 14 Set 2013, 19:53
vabbe' non e' che mi faccia abbindolare, ma l'intervento, seppur paraculo, e' impeccabile
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 24 Ott 2013, 19:40
Mmhhh: http://www.corriere.it/esteri/13_ottobre_24/brunei-svolta-radicale-sultano-bolkiah-introduce-legge-islamica-1d6f775a-3c99-11e3-b96f-84c91179c77b.shtml

Soldi per AlQuaeda?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 21 Feb 2014, 20:23
l'altra sera guardavo milan atletico madrid e a bordo campo c'erano i banner gazprom, ovviamente questa premessa non c'entra nulla con quello che segue tantomeno il fatto che il milan nonostante abbia giocato benissimo abbia perso grazie anche alla mia gufaggine

qualche settimana fa quando ci sono state le prime rivolte in ucraina putin ha promesso di dimezzargli il costo del gas ma pare non sia servito

questo articolo è di quattro anni fa ma va bene anche per capire cosa sta succedendo oggi, tipo che la rivolta non si placherà e sfocerà in guerra civile

http://temi.repubblica.it/limes/gas-lucraina-sulla-strada-di-eurussia/1691
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 21 Feb 2014, 21:45
Intanto, a quanto pare, è già stato raggiunto un accordo. Speriamo che finiscano i morti, per cominciare.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 24 Feb 2014, 01:05
la situazione in Ucraina è un bordello clamoroso.
Forniture di gas, debito pubblico ucraino comprato dalle banche russe, tensioni etniche, corruzione e mafie a livelli che noi ce li scordiamo. Per ora Putin ha ingoiato il rospo, ma credo che reagirà
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 26 Feb 2014, 12:15
regisce si , non credo che si faccia scappare la gallina dalle uova d'oro solo perché i manifestanti sono scesi in piazza. Quello che non mi è chiaro è il doppio ruolo europa/usa in questa faccenda.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Diegocuneo - 26 Feb 2014, 17:32
regisce si , non credo che si faccia scappare la gallina dalle uova d'oro solo perché i manifestanti sono scesi in piazza. Quello che non mi è chiaro è il doppio ruolo europa/usa in questa faccenda.
...che la vogliono loro,che gli vogliono prestare un sacco di soldi e schiavizzarla per sempre,un po' come l'Italia
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 26 Feb 2014, 21:05
Ma no, cosa dite, noi Europei buoni dobbiamo diffondere i nostri sani valori insieme ai nostri amici americani, come in nordafrica dove grazie a noi si è instaurata finalmente la democrazia, la pace, governi illuminati, la prospettiva di benessere per tutti. I Lampedusani hanno iniziato a sbarcare in Libia....

Se non fosse che ci rimetterei (come tutti in Italia) spererei in una reazione militare Russa tipo annessione della Crimea a cannonate.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kabuto - 26 Feb 2014, 21:11
Intanto Putin indice una serie di esercitazioni militari sui confini.


E inoltre...http://www.repubblica.it/esteri/2014/02/27/news/da_cuba_al_vietnam_la_russia_vuole_nuove_basi_militari_all_estero-79737674/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 27 Feb 2014, 10:30
sviluppi imprevisti

http://www.lastampa.it/2014/02/27/esteri/crimea-blitz-armato-in-parlamento-Q4Ecvl67boUWTvuwqWeQhP/pagina.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 01 Mar 2014, 18:30
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2014/02/27/Crimea-due-aeroporti-occupati-russi-_10156933.html

"Putin alla guerra, si riunisce Consiglio di sicurezza dell'Onu
Senato di Mosca approva l'uso della forza e chiede di richiamare l'ambasciatore in Usa. Mezzi blindati in movimento anche verso il sud-est del Paese"

 :scared:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 01 Mar 2014, 18:35
Il giorno dell'inevitabile resa dei conti dell'Europa con Putin è sempre più vicino, e purtroppo non stiamo facendo nulla per prepararci. Gli USA sono lontani e sempre più disinteressati, dovremo cavarcela da soli.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 01 Mar 2014, 18:36
Non vorrei sembrare di parte (uhm), ma sarebbe anche ora che si smettesse di schiavizzare i Paesi.
Quindi, vai Putin.

[Edit] Bella Gunny! Tu come la vedi? Una Russia brutta e cattiva o, piuttosto, che vuole limitare il fungo dell'Euromoneta?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 01 Mar 2014, 19:04
Non vorrei sembrare di parte (uhm), ma sarebbe anche ora che si smettesse di schiavizzare i Paesi.
Quindi, vai Putin.

[Edit] Bella Gunny! Tu come la vedi? Una Russia brutta e cattiva o, piuttosto, che vuole limitare il fungo dell'Euromoneta?

RESPECT

La Russia sicuramente e sempre brutta e cattiva, nel senso che è un paese politicamente ritardato dove i diritti civili/politici stanno all'800. Questo comporta svantaggi (ben chiari a tutti) ma anche svariati vantaggi, come una spregiudicatezza nella politica estera e militare che i nostri paesi si sognano.
Non credo che Putin voglia una guerra totale con l'Europa, né la vincerebbe se effettivamente scoppiasse, né è tanto stupido da fare questa mossa, l'unica in grado di compattare noi incompattabili europei. Quello che farà, come sempre, è incentivare la dipendenza dei paesi europei dall'oil&gas russo (Germania in primis) e usare di tanto in tanto questa leva negoziale per farla franca quando opera tutte queste sue piccole anschluss.
Non è pero' uno schema che può durare in eterno e l'Ucraina (che Putin ha indebolito studiatamente negli scorsi anni, cercando di escluderla dalle grandi linee di approvvigionamento energetico) potrebbe essere il punto di rottura.
Ovviamente mi auguro che la politica italiana si stia informando sull'argomento, decreto Salva Roma permettendo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 01 Mar 2014, 19:06
Chissà cosa succederà lunedì a wall street e sui mercati europei.
Già venerdì ci sono stati 40 minuti di panico con la borsa americana in caduta libera.
Solo la notizia che a breve Barak avrebbe chiamato il Cremlino ha salvato la situazione riportando in positivo la borsa.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 01 Mar 2014, 19:07
[]
La Russia sicuramente e sempre brutta e cattiva, nel senso che è un paese politicamente ritardato dove i diritti civili/politici stanno all'800. []
:)
Tu ci sei mai stato? O meglio, da dove trai queste conclusioni?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 01 Mar 2014, 19:29
[]
La Russia sicuramente e sempre brutta e cattiva, nel senso che è un paese politicamente ritardato dove i diritti civili/politici stanno all'800. []
:)
Tu ci sei mai stato? O meglio, da dove trai queste conclusioni?

Ho sempre dovuto accontentarmi di leggere libri e documentarmi su internet. Così facendo, una certa idea me la sono fatta. Ad esempio: ti consiglio di leggere "La Russia di Putin" o altri libri della compianta Anna Politkovskaja, che per aver raccontato certe verità sulla Russia (come altri suoi colleghi) è stata ammazzata. Io ne ho affrontati un paio senza riuscire a finirli, per il troppo malessere che certe cronache mi causavano.
Ovviamente sono contento di discuterne se hai una opinione diversa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: eugenio - 01 Mar 2014, 19:39
Tu ci sei mai stato? O meglio, da dove trai queste conclusioni?

Se è per questo, nessuno di noi è mai stato su Marte eppure qualcosa ne sappiamo.


Citazione da: http://www.treccani.it/enciclopedia/la-russia-tra-modernizzazione-e-declino_(Atlante-Geopolitico)/
[…] La stabilità politica, l’alto livello culturale, le ingenti risorse naturali (in primo luogo gas e petrolio) e la strategica posizione geopolitica tra l’Europa e l’Asia sembrerebbero garantire al paese un posto di primo piano nel mondo di domani. Tuttavia, nonostante alcuni progressi sia rispetto ai fallimentari parametri sovietici che a quelli dei rovinosi anni Novanta dello scorso secolo, la Russia fatica a risolvere i problemi fondamentali che ne ostacolano lo sviluppo nell’ambito politico come in quello economico e sociale. Non è necessario condividere la russofobia ancora presente in diversi ambienti occidentali per affermare che la dirigenza post-sovietica non è sinora riuscita a valorizzare efficacemente le risorse di questo paese, che sono enormi quanto le sue criticità. L’eccessiva dipendenza dalle fonti energetiche e l’incapacità di diversificare l’economia, la pervasiva corruzione, i forti squilibri regionali, l’irrisolta questione del Caucaso settentrionale e la perdurante crisi demografica pregiudicano seriamente le potenzialità di crescita della Russia. Il nodo cruciale sembra essere essenzialmente di carattere politico. In ampia, pur se non completa, continuità con le dinamiche sovietiche, la dirigenza russa privilegia infatti la stabilità del paese rispetto al suo sviluppo. Una stabilità che va peraltro intesa essenzialmente come controllo della società, a partire dalla stessa forma politica affermatasi a partire dalla prima presidenza di Vladimir Putin, un autoritarismo ufficialmente definito ‘democrazia guidata’. È interessante notare come quasi tutti i punti di forza della Russia presentino un rovescio della medaglia così accentuato che per alcuni aspetti paiono essere di ostacolo più che di giovamento allo sviluppo. In particolare, la stabilità politica tende a divenire stagnazione, mentre la ricchezza di risorse energetiche innesca dinamiche di corruzione dell’apparato statale e di inerzia nell’affrontare le necessarie riforme economiche. […]
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 01 Mar 2014, 19:51
Come sempre, inappuntabile eugenio, il testo che hai postato è davvero una sintesi perfetta.
Ma quello tratta la "maxi - politica, cosa potremmo fare".

Quello che mi ha fatto un po' "meh" nel commento di Gunny era riferito ai "diritti civili". Vedete, a una sculacciata alle "Pussy" viene dato uno spazio mediatico enorme mentre, per esempio, tutti i pensionati hanno l'accesso gratuito ai mezzi pubblici. E' un discorso molto complesso, bisognerebbe valutare molte variabili.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: eugenio - 01 Mar 2014, 20:04
E' un discorso molto complesso, bisognerebbe valutare molte variabili.

Certo che è complesso.
Allora non capisco perché la tua uscita che nella cornice del topic e considerate le attuali drammatiche tensioni sociali in Ucraina, anche fosse una battuta sarebbe quantomeno infelice:

Non vorrei sembrare di parte (uhm), ma sarebbe anche ora che si smettesse di schiavizzare i Paesi.
Quindi, vai Putin.

Perché stiamo parlando di questo: Putin invia l'esercito in Crimea, via libera del Senato russo (http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/putin-esercito-crimea-ucraina-obama-kiev-99885387-f7fc-4438-915b-8c01c306cfb7.html)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 01 Mar 2014, 20:07
Chissà cosa succederà lunedì a wall street e sui mercati europei.
Già venerdì ci sono stati 40 minuti di panico con la borsa americana in caduta libera.
Solo la notizia che a breve Barak avrebbe chiamato il Cremlino ha salvato la situazione riportando in positivo la borsa.

tanto tra un po' schioppa da sola, è gonfia come un morto annegato
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 01 Mar 2014, 20:24
gonfia mica tanto.
l'indice italiano è meno della metà di qualche anno fa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 01 Mar 2014, 20:31
tu hai parlato di ws

-------------------------------------------------------------------

carino questo, la bozza delle riforme per far entrare l'ucraina in europa, gli mangeranno anche le ossa

http://www.cablegatesearch.net/cable.php?id=10KYIV278&q=elections

a noi l'euro ci ha ammazzato, siamo ai livelli occupazionali metà anni '70, il welfiare sta scomparendo e il debito pubblico è a livelli stellari, però siamo così coglioni che ci siamo fatti convincere che altrimenti saremmo stati peggio. I dritti tipo svizzera, svezia e inghilterra se ne sono guardati bene
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 01 Mar 2014, 20:51
E' un discorso molto complesso, bisognerebbe valutare molte variabili.

Certo che è complesso.
Allora non capisco perché la tua uscita che nella cornice del topic e considerate le attuali drammatiche tensioni sociali in Ucraina, anche fosse una battuta sarebbe quantomeno infelice:

Non vorrei sembrare di parte (uhm), ma sarebbe anche ora che si smettesse di schiavizzare i Paesi.
Quindi, vai Putin.

Perché stiamo parlando di questo: Putin invia l'esercito in Crimea, via libera del Senato russo (http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/putin-esercito-crimea-ucraina-obama-kiev-99885387-f7fc-4438-915b-8c01c306cfb7.html)
No, forse stiamo parlando di interventi - duri, sì - atti ad evitare di inglobare un'altra nazione per farla spolpare.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 01 Mar 2014, 20:56
Dovrebbe essere una prova di forza per far star buoni ucraina e possibili seguaci?

Cmnq riguardo quanto dice gunny sulla Russia la fonte sono i russi stessi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alterbang - 01 Mar 2014, 21:38
Mi fa venire in mente questo post

Una vecchia volpe del KGB non ha difficoltà a incaprettarsi lo studentello secchione Obama in una gara di astuzia.
Ricordiamoci ovviamente, per evitare entusiasmi verso lo "statista", che si tratta pur sempre dello stesso figlio di puttana delle varie guerre in Cecenia e Georgia, nonché sterminatore dei giornalisti russi, un despota senza scrupoli. Poi bellissime le Nazioni Unite, quando gli fanno comodo :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: eugenio - 01 Mar 2014, 22:41
No, forse stiamo parlando di interventi - duri, sì - atti ad evitare di inglobare un'altra nazione per farla spolpare.

E questo sarebbe

un discorso molto complesso

?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 02 Mar 2014, 03:57
Chissà cosa succederà lunedì a wall street e sui mercati europei.
Già venerdì ci sono stati 40 minuti di panico con la borsa americana in caduta libera.
Solo la notizia che a breve Barak avrebbe chiamato il Cremlino ha salvato la situazione riportando in positivo la borsa.

Hai centrato il punto principale della questione :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mar 2014, 09:44
comunque in crimea non ci pensano proprio a prendere la strada di kiev
i soldati russi sono ben accetti e le statue di lenin ancora al loro posto
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 02 Mar 2014, 12:37
Chissà cosa succederà lunedì a wall street e sui mercati europei.
Già venerdì ci sono stati 40 minuti di panico con la borsa americana in caduta libera.
Solo la notizia che a breve Barak avrebbe chiamato il Cremlino ha salvato la situazione riportando in positivo la borsa.

Hai centrato il punto principale della questione :yes:

comunque in crimea non ci pensano proprio a prendere la strada di kiev
i soldati russi sono ben accetti e le statue di lenin ancora al loro posto

Lenin e' cosi' famoso?  :o
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 02 Mar 2014, 12:44
Mi pare ovvio  8)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 02 Mar 2014, 13:53
comunque in crimea non ci pensano proprio a prendere la strada di kiev
i soldati russi sono ben accetti e le statue di lenin ancora al loro posto

Questo senza dubbio ed è la ragione per la quale l'intervento militare è stato effettuato con tanta rapidità. Contando sull'appoggio della maggioranza filo-russa, e approfittando della debolezza politica della "nuova" ucraina, Putin non ha esitato a divorarsi la Crimea. Però:
1. Che destino attende quel 30/35% di cittadini della Crimea filo-ucraini una volta che il referendum-farsa che il 30 marzo sancirà il passaggio della Crimea alla Russia? Li attende una terapia in stile Cecenia?
2. La Russia, senza prendersi il disturbo di consultarsi con nessuno, ha invaso una repubblica autonoma, parte di uno stato confinante con l'Europa e massicciamente armato.
3. La stessa "scusa" della Crimea ("la gente si sente russa") potrebbe valere per Donetsk e altre zone dell'Ucraina, dove però l'esercito di Kiev è schierato. Fatto 30, facciamo 31?

Mi incuriosisce vedere (anche nei commenti agli articoli su web) tante simpatie verso Putin in questo frangente, magari da persone che si erano scandalizzate per l'intervento NATO in Kosovo o l'invasione dell'Iraq nel 2003, casi teoricamente simili (minoranza etnica che governa su maggioranza etnica) anzi molto più legittimanti verso un intervento militare, in quanto in Crimea non è mai accaduto nulla di quello che subivano i Kosovari in casa loro o gli Sciiti in Iraq, salvo la recente imposizione della lingua ucraina.
Per capirci, è come se domattina l'Austria invadesse l'Alto Adige. Sono sicuro che parecchi altoatesini sarebbero contenti (nell'immediato...). È abbastanza per renderlo un atto legittimo che l'Italia dovrebbe accettare con un'alzata di spalle?

Poi oh, io quando si parla di geopolitica sono un realista, ovvero credo che sia splendido trattare a baci e abbracci laddove esistono i requisiti (tra paesi parigrado in termini di evoluzione politica), e che invece con i cavernicoli come Putin il linguaggio corretto sia quello del bastone. Quindi sia chiaro, non mi scandalizzo né tanto meno mi stupisco che Putin faccia quello che fa. Ognuno fa i propri interessi, sempre e comune e le categorie del bene o del male hanno poco a che fare con queste questioni.

Quindi: ci interessa che Kiev entri nella sfera di influenza europea? È questo il momento di mettere pesantemente il piede nella questione. Si diserti in massa il G8 di Sochi, si inizi un disimpegno immediato a lungo termine dal gas russo in modo da danneggiare la loro economia, si dichiari inviolabile l'integrità dell'Ucraina e si inviino truppe europee a far capire che facciamo sul serio. È un bluff che Putin non andrà a "vedere".
Non ci interessa Kiev (ma dovrebbe)? Lasciamola al suo destino, consci però del fatto che la partita con Putin è solo rinviata. È uno che gioca pesante, sopratutto quando vede gente smidollata al tavolo. Per conto mio, non è tanto meno crudele di Hitler, solo più prudente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mar 2014, 15:09
guarda che se di la c'è putin di qua ci stanno i cravattari, se l'FMI gli da davvero 35 miliardi poi gli levano pure le mutande. Li costringeranno a vendersi l'oro di nonna alle multinazionali occidentali e li priveranno di tutti i servizi statali gratuiti per i poveri.

non mettiamo in mezzo le ragioni patriottiche che son tutte cazzate, questo è business, putin si fa gli affari suoi, l'europa e gli usa i loro non è che lavorano per darti un mondo migliore perchè sono buoni

imho se UE e USA sono intelligenti faranno un passo indietro, se vogliono minacciare la russia sono pazzi, questa non è la libia o l'iraq
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 02 Mar 2014, 15:30
non mettiamo in mezzo le ragioni patriottiche che son tutte cazzate, questo è business, putin si fa gli affari suoi, l'europa e gli usa i loro non è che lavorano per darti un mondo migliore perchè sono buoni

Mi stupisco di come tu non abbia colto che il succo del mio post era esattamente questo: "curiamo i nostri interessi".
Personalmente ritengo che i nostri interessi in questo caso confliggano con quelli di Putin, e che quindi sia il caso di giocare pesante, al contrario di tutte le altre volte. Perché se alle "mega multinazionali occidentali" frega poco del benessere di Drone_451, ti assicuro che a Putin frega ancora di meno e purtroppo il benessere mondiale è un gioco a somma 0.
Ed è la Russia che, se intende davvero estendere l'azione militare ad altre parti dell'Ucraina, è in una posizione fragile, non l'UE o gli USA se aiutano Kiev a difendersi. È Putin che rischia un altro Iraq, non noi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 02 Mar 2014, 17:15
Ah quindi non vuoi più invadere l'Iraq? :D

Aldilà che sull'Ucraina concordo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mar 2014, 17:51
Mi stupisco di come tu non abbia colto che il succo del mio post era esattamente questo: "curiamo i nostri interessi".
Personalmente ritengo che i nostri interessi in questo caso confliggano con quelli di Putin, e che quindi sia il caso di giocare pesante, al contrario di tutte le altre volte. Perché se alle "mega multinazionali occidentali" frega poco del benessere di Drone_451, ti assicuro che a Putin frega ancora di meno e purtroppo il benessere mondiale è un gioco a somma 0.
Ed è la Russia che, se intende davvero estendere l'azione militare ad altre parti dell'Ucraina, è in una posizione fragile, non l'UE o gli USA se aiutano Kiev a difendersi. È Putin che rischia un altro Iraq, non noi.

vabbè che famo? una scaramuccia con armi convenzionali al confine orientale?
Li minacciamo di ritorsione nucleare? Facciamo l'embargo alla russia?

comincia ad andare a taglia' la legna
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 02 Mar 2014, 18:36
Ah quindi non vuoi più invadere l'Iraq? :D
Aldilà che sull'Ucraina concordo

Hm? In Iraq gli USA curavano i loro interessi. È il solito discorso.
Se ti riferisci al "rischiano un altro Iraq" che ho detto prima, mi riferisco ai rischi di impantanamento militare di cui parlava Drone.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 02 Mar 2014, 19:10
Si' ora concordiamo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 02 Mar 2014, 19:14
Mi stupisco di come tu non abbia colto che il succo del mio post era esattamente questo: "curiamo i nostri interessi".
Personalmente ritengo che i nostri interessi in questo caso confliggano con quelli di Putin, e che quindi sia il caso di giocare pesante, al contrario di tutte le altre volte. Perché se alle "mega multinazionali occidentali" frega poco del benessere di Drone_451, ti assicuro che a Putin frega ancora di meno e purtroppo il benessere mondiale è un gioco a somma 0.
Ed è la Russia che, se intende davvero estendere l'azione militare ad altre parti dell'Ucraina, è in una posizione fragile, non l'UE o gli USA se aiutano Kiev a difendersi. È Putin che rischia un altro Iraq, non noi.

vabbè che famo? una scaramuccia con armi convenzionali al confine orientale?
Li minacciamo di ritorsione nucleare? Facciamo l'embargo alla russia?
comincia ad andare a taglia' la legna

Supera il tuo frettoloso sarcasmo e chiediti: ti sembrano davvero irrealtà quelle tre opzioni che hai scritto? Cose appartenenti ad un mondo di fantasia o ad un passato che non tornerà mai più?
Realizza che vi sono paesi al mondo che non hanno alcuna paura di ricorrere alle maniere forti per fare i propri interessi e che sono privi delle cautele (ipocrite, in senso tecnico) che storicamente hanno avuto gli USA nel farlo, come il tentativo di instaurare democrazie più o meno effettive e benessere economico dove vanno a mettere le mani.
Alcuni di questi stati si apprestano a diventare superpotenze. Uno dei più spregiudicati e dei più scomodi è la Russia di Putin, che sfortunatamente è nostra vicina di casa. Dopo Cecenia, Ossezia ecc. ora è il turno dell'Ucraina. La sua è una visione imperialista di politica estera combinata ad una visione dittatoriale di politica interna.
Quindi tu dici "Scaramuccia con armi convenzionali sul fronte orientale"? Io dico: "Perchè no? Parliamone".
E parliamone.
Schieriamo una forza di interposizione lungo i confini dell'ucraina "mainland" (la Crimea ormai la possiamo dare per persa) a rinforzo delle già consistenti forze ucraine. Facciamogli capire che se attacca Kiev, attacca noi. Credi che gli USA facciano qualcosa di diverso in Giappone e Corea del Sud, da 70 anni a questa parte?
99%, sarà Putin stesso a mollare il colpo, accontentandosi di tenersi la Crimea, dove farà il suo referendum farsa fucilando qualche dissidente. Ne uscirà tuttavia con la sensazione che l'UE ha finito la pazienza e non ha intenzione di vedere invasa ulteriormente la sua sfera di interesse.
1%, Putin tenta una provocazione militare. E perde, perché la realtà dei fatti è che militarmente non può invadere l'Ucraina se questa ha un minimo di ombrello protettivo aereo e navale NATO. Ma non lo farà.

Occhio che purtroppo la pace che l'Europa ha vissuto per 70 anni rischia di non durare per sempre. Era una concessione americana, e gli americani ora hanno altro per la testa. Better be ready.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 02 Mar 2014, 19:30
Direi che è il caso di dire che il mondo si sta sfaldando piano piano sotto i nostri piedi.
Ormai le parole hanno stancato tutti, evidentemente l'umanità non è fatta per sopportare lo stress di nove miliardi d'individui.
Vabbè era quantomeno inevitabile uno scenario del genere, però chi ne esce può dire d'aver visto il tramonto parziale della civiltà...mica pizza e fichi! :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alterbang - 02 Mar 2014, 20:04
Linketto informativo (http://temi.repubblica.it/limes/gli-scontri-a-kiev-e-la-battaglia-per-lucraina-nel-contesto/58230) di limes, che cerca di fare un quadro completo della situazione.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 02 Mar 2014, 20:18
edit.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mar 2014, 20:19
con calma, solo pochi mesi fa c'è stata la crisi siriana, dispiegamento di forze usa e russe poi è rientrato tutto
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 02 Mar 2014, 20:20
edit
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alterbang - 02 Mar 2014, 20:25
naked, penso che al momento non ce ne freghi un cazzo dei tuoi investimenti, sinceramente.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 02 Mar 2014, 20:28
ho editato: effettivamente sono cavoli miei e questo è uno spazio di tutto.

è anche vero che sono fondamentalmente insensibile a quello che non mi tocca direttamente.
Scoppia la guerra: peccato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Mar 2014, 20:42
avviassero una secessione morbida tra ucraina e crimea, di fatto l'europa ha riconosciuto la secessione del kosovo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 02 Mar 2014, 23:22
Continuo a quotare ( un più maturo) gunny
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 03 Mar 2014, 01:58
ho editato: effettivamente sono cavoli miei e questo è uno spazio di tutto.

è anche vero che sono fondamentalmente insensibile a quello che non mi tocca direttamente.
Scoppia la guerra: peccato.

Sei pure riuscito a reiterare? Fenomeno!

Fidati che se la bugna scoppia per bene: a)sarai toccato direttamente b)gli investimenti saranno l'ultimo dei tuoi problemi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 03 Mar 2014, 08:43
Mi stupisco di come tu non abbia colto che il succo del mio post era esattamente questo: "curiamo i nostri interessi".
Personalmente ritengo che i nostri interessi in questo caso confliggano con quelli di Putin, e che quindi sia il caso di giocare pesante, al contrario di tutte le altre volte. Perché se alle "mega multinazionali occidentali" frega poco del benessere di Drone_451, ti assicuro che a Putin frega ancora di meno e purtroppo il benessere mondiale è un gioco a somma 0.
Ed è la Russia che, se intende davvero estendere l'azione militare ad altre parti dell'Ucraina, è in una posizione fragile, non l'UE o gli USA se aiutano Kiev a difendersi. È Putin che rischia un altro Iraq, non noi.

vabbè che famo? una scaramuccia con armi convenzionali al confine orientale?
Li minacciamo di ritorsione nucleare? Facciamo l'embargo alla russia?
comincia ad andare a taglia' la legna

Supera il tuo frettoloso sarcasmo e chiediti: ti sembrano davvero irrealtà quelle tre opzioni che hai scritto? Cose appartenenti ad un mondo di fantasia o ad un passato che non tornerà mai più?
Realizza che vi sono paesi al mondo che non hanno alcuna paura di ricorrere alle maniere forti per fare i propri interessi e che sono privi delle cautele (ipocrite, in senso tecnico) che storicamente hanno avuto gli USA nel farlo, come il tentativo di instaurare democrazie più o meno effettive e benessere economico dove vanno a mettere le mani.
Alcuni di questi stati si apprestano a diventare superpotenze. Uno dei più spregiudicati e dei più scomodi è la Russia di Putin, che sfortunatamente è nostra vicina di casa. Dopo Cecenia, Ossezia ecc. ora è il turno dell'Ucraina. La sua è una visione imperialista di politica estera combinata ad una visione dittatoriale di politica interna.
Quindi tu dici "Scaramuccia con armi convenzionali sul fronte orientale"? Io dico: "Perchè no? Parliamone".
E parliamone.
Schieriamo una forza di interposizione lungo i confini dell'ucraina "mainland" (la Crimea ormai la possiamo dare per persa) a rinforzo delle già consistenti forze ucraine. Facciamogli capire che se attacca Kiev, attacca noi. Credi che gli USA facciano qualcosa di diverso in Giappone e Corea del Sud, da 70 anni a questa parte?
99%, sarà Putin stesso a mollare il colpo, accontentandosi di tenersi la Crimea, dove farà il suo referendum farsa fucilando qualche dissidente. Ne uscirà tuttavia con la sensazione che l'UE ha finito la pazienza e non ha intenzione di vedere invasa ulteriormente la sua sfera di interesse.
1%, Putin tenta una provocazione militare. E perde, perché la realtà dei fatti è che militarmente non può invadere l'Ucraina se questa ha un minimo di ombrello protettivo aereo e navale NATO. Ma non lo farà.

Occhio che purtroppo la pace che l'Europa ha vissuto per 70 anni rischia di non durare per sempre. Era una concessione americana, e gli americani ora hanno altro per la testa. Better be ready.

Ma Putin non vuole attaccare Kyev, vuole la Crimea che ha già preso. E poi, forse, vuole comprarsi il debito Ucraino.
Quindi che facciamo, mandiamo un po' di soldati italiani a farsi ammazzare per riconquistare la Crimea?Oppure applaudiamo i marines che vadano a fare loro il lavoro sporco?
Oppure contrastiamo Putin sul piano economico e rilanciamo noi per acquistare il debito Ucraino (bel guadagno..)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 03 Mar 2014, 09:00
Non mi pare che Gunny abbia detto nulla di tutto questo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 03 Mar 2014, 10:12
vabbè alla fine nessuno farà scoppiare la terza guerra mondiale per la crimea nonostante i babbau degli usa.
putin giustamente se l'è ripresa e l'ucraina probabilmente con i suoi leader corrotti seguirà la linea filoeuropeista accollandosi un super debito per entrare.

La cermaniah si è già parzialmente svincolata con le forniture di gas col northstream, va a finire che congiuntamente alla crisi libica le difficoltà le avremo noi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Pila87 - 03 Mar 2014, 10:40
con calma, solo pochi mesi fa c'è stata la crisi siriana, dispiegamento di forze usa e russe poi è rientrato tutto
Magari per loro, la guerra civile continua anche se il TG cambia argomento.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 03 Mar 2014, 11:43
Perché "giustamente"? Cosa c'è di giusto in un'invasione di uno Stato indipendente?
A questo punto la Germania giustamente potrebbe invadere il Trentino Alto-Adige, dato che molti lì sono filo-tedeschi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 03 Mar 2014, 11:48
l'africa del nord dal marocco alla siria hanno subito/stanno subendo rivolte/guerre civili dall'inizio della crisi così come i paesi balcanici. Praticamente tutto intorno all'europa a sud-est è un gran casino, ci vorrebbe un tg a parte.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 03 Mar 2014, 11:53
Perché "giustamente"? Cosa c'è di giusto in un'invasione di uno Stato indipendente?
A questo punto la Germania giustamente potrebbe invadere il Trentino Alto-Adige, dato che molti lì sono filo-tedeschi.

sono favole, la russia a sebastoboli c'ha il punto d'appoggio della flotta con accesso al mediterraneo
e non è perchè krushov mentre era ubriaco l'ha regalata all'ucraina negli anni cinquanta adesso se la fa fregare dalla ue.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 03 Mar 2014, 12:10
Sta di fatto che sta violando qualsiasi regola di base del diritto internazionale, quindi di giusto non ha nulla.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 03 Mar 2014, 12:22
il diritto internazionale dei confini vale quanto il referendum che faranno in crimea per la secessione,
la russia non ha invaso un paese contro la volontà popolare
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 03 Mar 2014, 12:26
Il bubbone può scoppiare in ukraina non in Crimea
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 03 Mar 2014, 12:36
l'ucraina se non riceve aiuto dall'occidente dovrà prendere atto della perdita, ha un esercito ridicolo e una flotta con una sola nave il comandante della quale si è già schierato con la russia, fanteria e artiglieria obsoleta ed è sull'orlo del default economico. yanukovick non conta più niente

l'unica ritorsione potrebbe essere quella di sabotare il gasdotto ma sarebbe come tagliarselo per far un dispetto alla moglie
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 03 Mar 2014, 12:51
il diritto internazionale dei confini vale quanto il referendum che faranno in crimea per la secessione,
la russia non ha invaso un paese contro la volontà popolare


Allora attendo da un momento all'altro l'invasione della Germania. Tutto giusto e sacrosanto.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 03 Mar 2014, 19:55
http://it.euronews.com/2014/03/03/la-flotta-russa-da-un-ultimatum-a-kiev-arrendetevi-o-arrivera-la-tempesta/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 04 Mar 2014, 11:50
Completamente d'accordo con Gunny.
L'europa dovrebbe farsi una seduta dallo psichiatra (e un ripassino di storia) per capire che cos'è e cosa vuole diventare,
ogni volta che ci sono da tirare fuori le palle si guardano tutti spaesati sperando che arrivi, come una volta, paparino USA a pulirci il sederino.

Ero ben felice che gli USA fossero in declino, sia perchè li ritengo degli zotici coglioni, sia perchè speravo che finalmente l'europa cominciasse a farsi sentire.
E invece no-no-no-ci-tagliano-il-gas-che-paura!!
Ma dai, mi pare di aver letto che la vendita di gas all'europa fa il 40% del PIL russo e questi ci rinunciano dall'oggi al domani?
Oppure abbiamo paura che ci aumentino il prezzo? come se putin non potesse già farlo oggi o domani a suo piacimento! tanto più se capisce che siamo degli smidollati cacasotto e che ad ogni sua azione non corrisponde una reazione uguale e contraria...
Non si tratta di essere guerrafondai, io non lo sono di certo, ma la vogliamo davvero far passare il messaggio che azioni del genere possono essere fatte a costo zero??
anche in ottica economica, pensiamo che sia un bell'investimento per il futuro?
con questa azione putin sta infrangendo accordi e trattati che lui stesso ha firmato, a questo punto perchè dovremmo fidarci di lui riguardo alle forniture di gas?

Fuori le palle, oppure finiamola di comprare aerei da millemila miliardi e addestrare truppe, tanto li tiriamo fuori dal freezer solo se c'è da prendersela con 4 beduini cammellati impantanati nel deserto... e con i soldi risparmiati compriamoci colbacco, corano e ciotola per il riso, ci serviranno nel prossimo futuro.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Mar 2014, 13:31
non ho capito bene l'ultimo post, comunque questa mi ha fatto ridere

(http://4.bp.blogspot.com/-_FBenr9GXMI/UxOl5UqBJpI/AAAAAAAAOYI/HdQRztKfDtc/s1600/Bhv190gCcAATil8.jpg)

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 04 Mar 2014, 16:02
Intendo dire che l'europa deve capire
A) che non siamo più sotto l'ala protettiva degli USA
B) che dobbiamo imparare a cavarcela da soli
C) che putin è un vicino parecchio spregiudicato e pericoloso che capisce solo le maniere forti

La mia idea è che se l'europa non vuole collassare prima ancora di "diventare grande" dovrebbe cominciare a comportarsi di conseguenza.
L'atteggiamento di putin è inaccettabile, a mio avviso, e dovrebbe tradursi automaticamente in una risposta durissima e corale di tutti i paesei europei.
Cominciare a muovere qualche carro armato e qualche aereo non mi sembra un'idea peregrina, è evidente che gli ucraini puntino ad avvicinarsi all'europa, fosse anche solo per allontanarsi dalla russia. Vogliamo davvero stare a guardare mentre putin gli da una bella lezione?

Mi pare evidente che zio vladimiro fa il duro solo perchè davanti ha degli smidollati (l'ha sempre fatto quando ha potuto, figuriamoci ora che gli USA hanno la testa altrove). Mostriamo i muscoli e vediamo se cambia atteggiamento.
E' una regola basilare della politica internazionale, che mi fa profondamente schifo, intendiamoci, ma qui i provocatori non siamo noi.

Vogliamo lasciare mano libera a putin? benissimo, ma pensiamo davvero che si fermerà se non troverà un ostacolo davanti a se?


In ogni caso sentire in continuazione che "si, vabbè, ma in crimea sono tutti russi, va bene cosi" mi fa veramente SCHIFO.
E poi perchè? perchè qualche imbecille con la bandierina russa manifesta in piazza (riempiendo di mazzate i manifestanti delle minoranze -che non mi risulta si siano macchiate di alcun crimine negli anni passati- sotto lo sguardo di agenti russi in mimetica anonima)?
magari è anche vero che quasi tutti rimpiangono la maderrasscia, ma qualche imbecille che manifesta lo si trova sempre; succedeva quando c'erano di mezzo gli USA, figuriamoci ora che di mezzo c'è un paese "civile e democratico" come la russia.
Per dire, non mi pare che fino a ieri ci fossero fortissime spinte secessioniste in crimea, ma magari è ignoranza mia...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 04 Mar 2014, 16:14
parla putin

www.lastampa.it/2014/03/04/esteri/linea-dura-di-vladimir-putin-yanukovich-uno-sciocco-ma-a-maidan-stato-un-golpe-orqZv2t27ryjMgdsV1GO0O/pagina.html

[...] Gli Stati Uniti restano il bersaglio principale[...]. Chi parla di legittimità dell’intervento russo in Ucraina dovrebbe guardare “a quello che hanno fatto gli Usa in Afghanistan, in Iraq, in Libia”: “Hanno ben chiari i loro interessi e poi trascinano dietro tutto il mondo secondo il principio di “chi non è con noi è contro di noi”.
L’Europa non viene nemmeno menzionata. [...]


Per Putin gli usa devono farsi i fatti loro (e fin qui è dura dargli torto...),
mentre l'Europa nemmeno è da considerare...
ecco il problema.
 
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Mar 2014, 16:25
oddio putin non fa parte della confraternita della carità cristiana però non è che c'ha tutti i torti

Yanukovich ha sbagliato ed ormai è finito però il golpe c'è stato e i primi nelle file della rivolta sono gruppi neonazisti col forte sospetto di una spinta provieniente da fuori del paese.

è indubbio che i soldati con la divisa anonima siano spetsnaz
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 04 Mar 2014, 18:46
Intendo dire che l'europa deve capire
A) che non siamo più sotto l'ala protettiva degli USA
B) che dobbiamo imparare a cavarcela da soli
C) che putin è un vicino parecchio spregiudicato e pericoloso che capisce solo le maniere forti

La mia idea è che se l'europa non vuole collassare prima ancora di "diventare grande" dovrebbe cominciare a comportarsi di conseguenza.
L'atteggiamento di putin è inaccettabile, a mio avviso, e dovrebbe tradursi automaticamente in una risposta durissima e corale di tutti i paesei europei.
Cominciare a muovere qualche carro armato e qualche aereo non mi sembra un'idea peregrina, è evidente che gli ucraini puntino ad avvicinarsi all'europa, fosse anche solo per allontanarsi dalla russia. Vogliamo davvero stare a guardare mentre putin gli da una bella lezione?

Mi pare evidente che zio vladimiro fa il duro solo perchè davanti ha degli smidollati (l'ha sempre fatto quando ha potuto, figuriamoci ora che gli USA hanno la testa altrove). Mostriamo i muscoli e vediamo se cambia atteggiamento.
E' una regola basilare della politica internazionale, che mi fa profondamente schifo, intendiamoci, ma qui i provocatori non siamo noi.

Vogliamo lasciare mano libera a putin? benissimo, ma pensiamo davvero che si fermerà se non troverà un ostacolo davanti a se?


In ogni caso sentire in continuazione che "si, vabbè, ma in crimea sono tutti russi, va bene cosi" mi fa veramente SCHIFO.
E poi perchè? perchè qualche imbecille con la bandierina russa manifesta in piazza (riempiendo di mazzate i manifestanti delle minoranze -che non mi risulta si siano macchiate di alcun crimine negli anni passati- sotto lo sguardo di agenti russi in mimetica anonima)?
magari è anche vero che quasi tutti rimpiangono la maderrasscia, ma qualche imbecille che manifesta lo si trova sempre; succedeva quando c'erano di mezzo gli USA, figuriamoci ora che di mezzo c'è un paese "civile e democratico" come la russia.
Per dire, non mi pare che fino a ieri ci fossero fortissime spinte secessioniste in crimea, ma magari è ignoranza mia...

Io però penso che gli interessi strategici di Mosca non vadano molto oltre l'Ucraina. Non ce lo vedo Putin a muovere carri armati e/o soldi per occupare l'Albania o la Polonia. Forse qualche repubblica Baltica se ha problemi economici potrebbe temere.
Ma se il gas è russo a noi che ce ne viene a sostenere l'Ucraina?
Scacciare l'orso cattivo e accogliere in famiglia uno che ha solo debiti e pochi talenti per ripagarti non lo vedo molto vantaggioso.
Voglio vederli gli Ucraini a fare i conti con "l'austerity" fra due o tra anni.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 04 Mar 2014, 19:22
L'Europa dovrebbe sostenere l'Ucraina, senza se e ma

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Mar 2014, 21:14
In che modo mandando truppe al confine a rischio di una tensione internazionale?

L'embargo contro la russia minacciato dagli usa è un embargo contro loro stessi ed in primis contro noi europei, contro una minaccia di congelamento dei fondi russi all'estero è arrivata la non tanto velata rappresaglia di non riconoscere più il dollaro e già cominciano le scaramucce sul gas.

gli yankee hanno bombardato tutto il bombardabile nei paesi su cui hanno messo mano con motivazioni che ri sono sempre rivelate inventate, a 'sto giro imho ci dovrebbero andare un po' più cauti che non stanno parlando con i camellati libici. Trattativa diplomatica si ma senza chuck norris

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 04 Mar 2014, 21:42
Red, dal punto di vista umano il tuo discorso non fa una piega, ma:

quale Europa? Europa? Un insieme di Paesi che si detestano a morte? L'Inghilterra che odia la Francia, la Francia che schifa l'Italia, l'Italia che spernacchia la Francia, entrambe che prendono per il culo la Germania, la Spagna che ha rivalità solo calcistiche ma per il resto se ne fotte, il Portogallo che si fa i cazzi suoi, i Paesi scandinavi che tanto son già quasi il paradiso in terra (Finlandia un po' meno ma vabbeh), la Grecia che deve pensare al tozzo di pane e la Germania che c'ha da pensare all'Euro per continuare a spolparci tutti (GB esclusa)?
Il pensiero della Russia brutta e cattiva che mira all'Europa con i carri armati è abbastanza bizzarro: chi glielo fa fare? Lo fanno già con il "potere della banconota frusciante" [cit. del fondatore di questo forum], vai a farti un giro in Toscana o in altre località turistiche. Poi vabbeh, parlo da totale ignorante in geo-politica, quindi magari dico un sacco di stronzate, il fatto è che l'effetto [gestione] Euro è sotto gli occhi di tutti noi.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 04 Mar 2014, 21:47
Drone

Si' mandando truppe e mezzi in ukraina invitati dal governo ukraino
La tensione internazionale c'è' già
E la causa e' semplicemente che Putin non accetta l'attuale governo e la fuga del suo fantoccio

Dimostrare di essere burocrati rammolliti non e' bene con Putin in questo momento

Poi non so che balle raccontino i media e i politologi qui, ma sono in contatto diretto con diversi ukraini la' e si stanno preparando alla guerra.
Putin azzanna quando l'avversario è debole.
Ovvero ora che deve ancora formarsi

La lotta del popolo non e' politica ma alla criminalità ovvero gli oligarchi piazzati e piazzatisi nelle varie posizioni di potere.
E derivati e sostenuti dall'attuale Russia di Putin
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Mar 2014, 22:31
Giobbi devi capi' quando bluffare e quando no eh

se pensi che putin rinunci allo sbocco sul mediterraneo per le minacce di obama vuol dire che siamo già dentro la terza guerra mondiale perchè non ci rinuncerà mai, che pensi che fa fagotto da sebastopoli per far entrare le navi nato con le bandierine in mano?

E' meglio che 'sta storia proceda diplomaticamente perché i primi che prendono il cetriolo siamo noi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 05 Mar 2014, 00:03
Obama non mi pare di averlo nominato

Il problema e' il ruolo e metodo dell'Europa

Gli americani vanno al punto e via han mica già spedito il vice e un miliardo a copertura?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: recklessman - 05 Mar 2014, 01:35
quale Europa? Europa? Un insieme di Paesi che si detestano a morte? L'Inghilterra che odia la Francia, la Francia che schifa l'Italia, l'Italia che spernacchia la Francia, entrambe che prendono per il culo la Germania, la Spagna che ha rivalità solo calcistiche ma per il resto se ne fotte, il Portogallo che si fa i cazzi suoi, i Paesi scandinavi che tanto son già quasi il paradiso in terra (Finlandia un po' meno ma vabbeh), la Grecia che deve pensare al tozzo di pane e la Germania che c'ha da pensare all'Euro per continuare a spolparci tutti (GB esclusa)?

La squadra è compatta quando il nemico è comune
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 05 Mar 2014, 01:40
"il Nemico"?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: recklessman - 05 Mar 2014, 01:42
uno che invade uno stato che stava per entrare in europa di certo non è amico.
Forse è amico solo di Berlusconi&co.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 05 Mar 2014, 10:57
Si' Berlusconi e Gheddafi, peccato il secondo sia morto
Il primo e' ancora vivo?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 05 Mar 2014, 12:11
Gli americani vanno al punto e via han mica già spedito il vice e un miliardo a copertura?

sarebbe più interessante sapere quanti ne hanno spesi prima per rovesciare yanukovich

comunque mi sembra chiaro cosa ne pensano gli yankee di noi senza troppe dietrologie o pippe mentali,
cioè l'han detto proprio chiaramente

http://www.corriere.it/esteri/14_febbraio_06/ucraina-gaffe-diplomatica-statunitense-victoria-nulandl-unione-europea-si-fotta-17b7b172-8f7a-11e3-8c4a-c355fa4079e9.shtml
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 05 Mar 2014, 12:22
Red, dal punto di vista umano il tuo discorso non fa una piega, ma:

quale Europa? Europa? Un insieme di Paesi che si detestano a morte?

ma infatti, è esattamente questo il problema di cui parlavo.

Mi colpisce vedere come tutti "i se e i ma" relativi ad una contrapposizione secca a putin si riducano a considerazioni di carattere economico immediato.
In europa come in italia manca totalmente un'idea politica sul lungo periodo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 05 Mar 2014, 12:31
oddio putin non fa parte della confraternita della carità cristiana però non è che c'ha tutti i torti

Yanukovich ha sbagliato ed ormai è finito però il golpe c'è stato e i primi nelle file della rivolta sono gruppi neonazisti col forte sospetto di una spinta provieniente da fuori del paese.

E' possibile e anche probabile che gli USA c'entrino qualcosa, ma la favoletta di putin non sta in piedi dai:
- la rivolta mi pare avere una base molto consistente di gente comune, non certo in maggioranza estremisti
- putin non aveva forse le mani in pasta nel vecchio governo(regime?) di Kiev?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 05 Mar 2014, 13:02
La rivolta e' di base anti criminalità ovvero poter criminale.

Esempio:
Yelena passeggiando per strada vien beccata dal poliziotto xy la stupra e la deruba
Yelena a chi si rivolge a chi denuncia
Al capo polizia?
Ah ah ah

Estendi questa situazione a tutti campi e tieni conto che i tizi in questione sono in genere legati al potere russo.
Il "popolo" ukraino spera nell'Europa per avere una autorità superiore cui rivolgersi per soprusi corruzione diffusa prepotenze sistematiche criminalità al potere
Il sistema in ucraina attualmente non è nella legalità di alcun tipo.
Putin e' appunto visto e a ragione come garanzia dello status quo criminale.



Drone sto parlando di Europa e non di USA
USA sono appunto molto chiari
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 05 Mar 2014, 13:43
meanwhile la russia si è sbarazzata di 11 miliardi di dollari per comprare rubli e riassestare la svalutazione della propria moneta dovuta agli ultimi accadimenti. La minaccia è quella di sbarazzarsi di 200 miliardi di titoli americani e la cosa potrebbe spingere anche la cina a fare la stessa cosa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: recklessman - 05 Mar 2014, 14:49
Putin candidato premio nobel per la pace
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 05 Mar 2014, 18:34
L'avessero detto un mese non ci avrei riso su
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: O_O - 05 Mar 2014, 18:35
Ma veramente?? Assurdo!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 05 Mar 2014, 18:42
Ma se l'hanno dato pure a Mr. Obama!
Per quel che mi riguarda lo possono assegnare postumo anche a Pol Pot e non me ne stupirei affatto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 05 Mar 2014, 19:00
Putin candidato premio nobel per la pace

E' che gli svedesi son più furbi e cercano di influenzare preventivamente più che premiare ormai :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: O_O - 05 Mar 2014, 20:49
Ma se l'hanno dato pure a Mr. Obama!
Per quel che mi riguarda lo possono assegnare postumo anche a Pol Pot e non me ne stupirei affatto.

Mi sembra un po azzardato l accostamento Putin / Obama non dico di certo diavolo e acqua santa peró..
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 05 Mar 2014, 21:23
Putin candidato premio nobel per la pace


A quanto pare i candidati sono circa 250, non penso che abbia alcuna speranza.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 05 Mar 2014, 22:49
Inviato ONU: http://it.euronews.com/2014/03/05/le-immagini-del-brutto-quarto-d-ora-dell-inviato-onu-in-crimea/

E 11 miliardi dall'Europa

Proprio quanto serviva a San Marino per rilanciare il turismo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 05 Mar 2014, 23:41
200 miliardi di dollari di titoli non so se sono sufficienti ad impensierire gli yankee
I cinesi possono perchè ne hanno molti di più
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 07 Mar 2014, 12:23
http://it.euronews.com/2014/03/07/ucraina-nel-caos-scontri-a-donetsk-arrestato-governatore-filorusso/


http://it.euronews.com/2014/03/06/ue-minaccia-sanzioni-contro-mosca-per-ora-l-unica-certezza-e-il-blocco-dei-/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 07 Mar 2014, 12:52
l'indipendenza del kosovo però è legale per gli usa

http://www.wallstreetitalia.com/article/1674411/global/crimea-sceglie-russia-occidente-furioso.aspx
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 07 Mar 2014, 14:02
Hai ragione, ma ciò non vuol dire che si debba sempre commettere lo stesso errore. Metà degli Stati del mondo non ha riconosciuto il kosovo. Inoltre la situazione qui è molto diversa, non ci sono stati massacri etnici recenti tali da giustificare la secessione, e qui c'è stata una vera invasione da parte della Russia. Se giustifichiamo questo, allora vuol dire che in tutto il mondo compresa l'Italia basterebbe un'invasione straniera e un referendum fasullo o meno a maggioranza semplice per giustificare l'annessione di qualsiasi territorio a qualsiasi Stato confinante. Questo vuol dire che nessun confine sarà mai certo e creerebbe forte instabilità politica in ogni Stato e rischio di guerre internazionali. La prossima chi sarebbe? La Padania?
L'odio che hai per gli USA non ti deve condizionare nel giudicare questa situazione da un punto di vista oggettivo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 07 Mar 2014, 15:13
hai ragione nel dubbio meglio bombardare, ma gli yankee lo sanno do' sta l'ucraina n'è che si sbagliano e bombardano la moldavia?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 07 Mar 2014, 15:24
Ma che senso ha questa crociata anti USA scusa?
qualcuno qui ha preso le loro parti o li ha innalzati a ruolo di liberatori?
mi pare che la discussione fosse più che altro sul ruolo che dovrebbe avere l'europa in questa faccenda.

Poi sul fatto che gli USA dovrebbero avere la decenza di tacere sono anche d'accordo, però basta dai...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 07 Mar 2014, 16:24
uno parla di odio l'altro di crociata, dovete disintossicarvi dalle massicce dosi di "buono" che vi han fatto assumere tramite hollywood ed analizzare i fatti analiticamente

nel trattato del 1997 c'è l'autorizzazione alla presenza di truppe russe in crimea

http://www.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/1997/05/31/Esteri/RUSSIA-UCRAINA-FIRMATO-IL-TRATTATO-DI-AMICIZIA_172400.php
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 07 Mar 2014, 16:51
''L'Ucraina e' la prima delle priorita' della Russia'' - ha aggiunto Eltsin, sottolineando che Mosca ''rispetta l'integrita' territoriale dell'Ucraina e non ha alcuna rivendicazione sulle sue citta' o regioni'', come sancito nel trattato che riconosce le frontiere che dividono i due paesi. "

Ok Drone. Forse non ti rendi conto ma sei fissato con gli Usa, mentre qui si sta parlando di altro, e soprattutto d'Europa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 07 Mar 2014, 17:00
uno parla di odio l'altro di crociata, dovete disintossicarvi dalle massicce dosi di "buono" che vi han fatto assumere tramite hollywood ed analizzare i fatti analiticamente

?
ma guarda che se vuoi sparlare della guerra in serbia/iraq/afganistan/vietnam/etc,
delle sanzioni all'iran/cuba/etc, delle politica USA verso israele etc
io sono con te... USA merda!!

solo che qui non c'entra una beata fava...........
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 07 Mar 2014, 17:08
mi dici quali città ucraine sono state prese dai militari? (però rispondi bene non con odio/crociata/fissato)

al momento a kiev c'è un governo del tutto illegittimo apertamente appoggiato dagli usa e già in mano agli oligarchi locali

L'europa viene giudicata tentennante sulla faccenda ma almeno ci risparmiamo dichiarazioni idiote tipo hilary clinton che parla di hitler

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 07 Mar 2014, 17:48
Vuoi dire che in Crimea i militari non sono russi? Sono ucraini filorussi come dice Putin? E che sono lì a fare una passeggiata, non per invadere la Crimea? Ah, e invece l'esercito ucraino si è rinchiuso nelle basi perché fuori c'è freddo. Ok ti credo.
Hitler quando invase la Polonia fu scambiato dai leader europei per un pazzo innocuo e fu ignorato, di lì a poco ha rotto il culo a tutti e scoppiò la seconda guerra mondiale.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 08 Mar 2014, 10:55
Scusate una domanda ingenua, ma i telegiornali hanno detto che l'Ucraina vorrebbe "entrare in Europa".
Ma in che senso? L'Ucraina è già in Europa così come la Russia d'altra parte.
Vuole entrare nell'UE? Quali vantaggi potrebbe averne? E l'Europa?
Vuole entrare nell'Euro? Mi sembrerebbe una follia sia per noi che per loro.
Vuole entrare nella Nato? A che pro? Capisco a questo punto l'incazzatura di Putin.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 08 Mar 2014, 11:45
L'ucraina sta in mano a ladroni che hanno preso il potere con un colpo di stato, per loro si prospetta un grosso bottino avvicinarsi all'europa e prendere i soldi dell' fmi tanto poi i debiti  li scaricheranno sulla popolazione

il vantaggio della ue è aumentare il numero degli schiavi indebitati

I telegiornali nostrani sono pateticamente schierati unilateralmente contro i cattivi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 08 Mar 2014, 12:29
Scusate una domanda ingenua, ma i telegiornali hanno detto che l'Ucraina vorrebbe "entrare in Europa".
Ma in che senso? L'Ucraina è già in Europa così come la Russia d'altra parte.
Vuole entrare nell'UE? Quali vantaggi potrebbe averne? E l'Europa?
Vuole entrare nell'Euro? Mi sembrerebbe una follia sia per noi che per loro.
Vuole entrare nella Nato? A che pro? Capisco a questo punto l'incazzatura di Putin.


Beh l'Europa non è solo l'euro. Entrare in Europa vorrebbe anche dire avere accesso alla libertà di circolazione delle merci, delle persone, dei capitali, ecc. a vantaggio della loro economia. Inoltre con l'entrata in Europa avrebbero una notevole spinta verso riforme che gli permetterebbero di ammodernare il Paese che su alcuni aspetti è ancora molto indietro. Noi schifiamo l'Europa, ma gli Stati che non ne fanno parte, e che spesso hanno un grado di benessere inferiore al nostro, ci invidiano tanto. Noi abbiamo la crisi, ma il nostro livello di benessere e i nostri ordinamenti, grazie all'Europa dal dopoguerra, sono molto evoluti.
L'Europa ha pure interesse perché l'Ucraina è uno Stato strategico dal punto di vista economico e politico, vista la vicinanza con la Russia.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 09 Mar 2014, 08:30
Ma il venezuela? Ci sono rivolte come in ucraina nessuno chiama il 911?

franceschini deve stare tranquillo altrimenti gli viene il coccolone

http://www.corriere.it/politica/14_marzo_08/franceschini-togliete-david-pubblicita-armi-83475320-a6d6-11e3-bbe4-676bb1ea55e1.shtml
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 09 Mar 2014, 10:33
L'ucraina sta in mano a ladroni che hanno preso il potere con un colpo di stato, per loro si prospetta un grosso bottino avvicinarsi all'europa e prendere i soldi dell' fmi tanto poi i debiti  li scaricheranno sulla popolazione

il vantaggio della ue è aumentare il numero degli schiavi indebitati

I telegiornali nostrani sono pateticamente schierati unilateralmente contro i cattivi

No.
L'Ucraina stava in mano a ladroni prima che guarda caso erano gli amichetti di Putin
Se ne sono in qualche modo e con qualche morto liberati.
A Putin non e' andata giù ed è passato abilmente ad una controffensiva immediata mentre la situazione era non stabilizzata

Che i reggenti attuali dell'Ucraina siano ladroni e' da vedere mentre che lo fossero i precedenti e' conclamato.

Certo che l'ukraina voleva e vuole entrare in Europa
Tutta la "rivoluzione" verteva su questo: avere un referente esterno che mettesse sotto controllo l'anatvhia criminale di potere locale appoggiata da Putin.
Europa che aveva pure dato segnali positivi in questo senso
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 09 Mar 2014, 10:39
http://it.euronews.com/2014/03/08/crimea-le-azioni-anti-ucraine-ancora-un-po-piu-in-la/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 09 Mar 2014, 11:25

No.

...........

Che i reggenti attuali dell'Ucraina siano ladroni e' da vedere mentre che lo fossero i precedenti e' conclamato.


è da vedere perchè non hai letto chi sono

comunque le svastiche che portano al braccio i moti rivoluzionari sono un po' diverse da quelle del signore coi baffi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 10 Mar 2014, 00:10
bah
é da tener conto la situazione di partenza dell'Ucraina e le motivazioni di Putin

-----

intanto a proposito di grigi: http://it.euronews.com/2014/03/09/khodorkovsky-accusa-mosca-sulle-stragi-di-kiev/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 11 Mar 2014, 14:48
passamontagna mode on

http://iskra-news.info/news/segodnja_nochju_iz_borispolja_v_ssha_strartoval_samoljot_s_zolotym_zapasom_ukrainy/2014-03-07-9122
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 11 Mar 2014, 15:36
Puoi tradurre dal russo?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 11 Mar 2014, 15:43
"Stanotte dall'aeroporto Borispol è partito l'aereo, diretto verso gli USA, con a bordo la riserva d'oro ukraina".

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 11 Mar 2014, 16:50
Grazie answer!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 11 Mar 2014, 23:06
Ma 'ddeche, figurati. Mi servirà pure a qualcosa l'essere madrelingua, no? X'D

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 12 Mar 2014, 08:55
a me sembra che europa e russia si stiano spartendo l'ucraina da buoni amici

l'embargo europeo "contro" la russia di fatto sono agevolazioni "a favore" dell'ucraina (cioè se la ue se la sta letteralmente comprando), in tutto questo la russia ci guadagnerà la crimea.
Il tutto senza il casino del kosovo.

cioè la polonia parla di sanzioni contro la russia LOL quali


Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 12 Mar 2014, 14:19
L'Europa non ha nessun interesse oggi a prendersi la parte polacca dell'Ucraina.
Sono una palla al cazzo economica tipo Germania est, solo che noi stiamo già con le pezze al culo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shinji - 12 Mar 2014, 16:09
http://www.nbcnewyork.com/news/local/Park-Avenue-116th-Street-Fire-Collapse-Explosion-249730131.html

A building has collapsed in Manhattan after a report of an explosion, authorities say.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 12 Mar 2014, 17:26
lol  :)

(http://tpc.pc2.netdna-cdn.com/images/Obama_Putin_Differences.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 12 Mar 2014, 19:47
Ahahahah fa troppo ridere questa vignetta  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 13 Mar 2014, 13:57
i cecchini non erano di yanukovych

http://www.theguardian.com/world/2014/mar/05/ukraine-bugged-call-catherine-ashton-urmas-paet

considerando che ue/usa hanno riconosciuto immediatamente il nuovo governo golpista non credo abbiano lasciato tante cose al caso

p.s. certi commenti dei mangiaroastbeef rivelano che il QI è equamente non-distribuito a tutte le latitudini
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 13 Mar 2014, 14:16
Attenzione video alla call of duty http://www.liveleak.com/view?i=5dc_1393953567
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 13 Mar 2014, 19:06
lol  :)

(http://tpc.pc2.netdna-cdn.com/images/Obama_Putin_Differences.jpg)

Putin era mi pare colonnello del KGB, probabilmente ha anche ucciso qualcuno a mani nude :D.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 14 Mar 2014, 12:09
se usa/ue vogliono l'ucraina devono cominciare a sganciare soldoni immediatamente perchè putin gli ha tagliato (giustamente) i viveri ed ha ripristinato il costo del gas. A quanto pare il paese è sull'orlo del default

Ma leggendo la traduzione di questo articolo si scoprono tante altre cose interessanti

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13065
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 19 Mar 2014, 12:47
certo che la Timoshenko ne spara di balle, propaganda davvero becera

Non ci sarà nessun paradiso economico – aggiunge Timoshenko – La Russia non ha risorse, la sua economia è sull’orlo del collasso. Dato che saranno prese sanzioni contro di loro dalle grandi potenze, i russi domani avranno ben altre preoccupazioni che la Crimea e la sua gente”.



http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/17/ucraina-crimea-chiede-lannessione-alla-russia-lonu-ci-riconosca/916122/

Intanto si vocifera di un prelievo alla fed di 104 miliardi. Certo che gli yankee si stanno addentrando in una guerra fredda economica non da poco. E' davvero esemplare questo impegno disinteressato per difendere la libertà dei loro fratelli ucraini  :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 20 Mar 2014, 12:17
Ma come mai al momento della scissione la Crimea e' finita con l'Ucraina invece di restare con la Russia?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 20 Mar 2014, 13:17
what!?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 20 Mar 2014, 13:54
infatti il Belgio negli ultimi due mesi, secondo i dati pubblicati dal Tesoro, avrebbe acquistato titoli per 109,70 miliardi; addirittura rispetto a dicembre 2012 avrebbe accresciuto il possesso di titoli USA di ben 171,50 miliardi. In definitiva, oggi il Belgio sarebbe il terzo detentore di titoli del debito USA dopo Cina e Giappone. Il piccolo Belgio, dunque starebbe finanziato il gigante USA. Usiamo il condizionale, perchè noi riteniamo che questa sia una balla, una invenzione, una manipolazione evidente dei dati: come potrebbe il Belgio acquistare in due mesi titoli USA per quasi 110 miliardi di dollari, quando il suo PIL annuale nel 2012 (ultimo dato annuale conosciuto) è stato di 483 miliardi, tra l’altro in diminuzione rispetto ai 514 miliardi del 2011? Come potrebbe un piccolo paese come il Belgio passare agli USA oltre 100 miliardi di dollari in due mesi?

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2014/3/19/SPY-FINANZA-Perche-il-Belgio-ha-in-mano-il-debito-Usa-/482389/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 20 Mar 2014, 14:17
Ma come mai al momento della scissione la Crimea e' finita con l'Ucraina invece di restare con la Russia?
Perché quel cretino di Khrusciov la "regalo" all'Ucraina per la sua cazzo di mania per il mais. La Crimea storicamente è sempre stata parte della Russia (basta guardare la flotta).

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 20 Mar 2014, 14:25
pagando pure 90 milioni di euro l'anno per fruire del porto di sebastopoli
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 20 Mar 2014, 14:42
Buono il mais

Qua mi dicono che i filo russi messi da yanukovich ai comandi dell esercito han tenuto volutamente poco operativo e con pochi mezzi lo stesso

E che russi andando in Crimea han minato i campi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 20 Mar 2014, 15:19
nel mentre i nazisti ucraini della svoboda

http://video.corriere.it/ucraina-parlamentari-estrema-destra-picchiano-capo-tv-stato/f24822ac-aff7-11e3-a027-9deb5b03f50b

nessun inchiesta sui cecchini della maidan
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 20 Mar 2014, 18:18
Putin i giornalisti contro li zittisce con tutt'altra classe, è veramente di una categoria superiore.
Ci vorrebbe una vignetta lollosa.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 21 Mar 2014, 00:30
Buono il mais

Qua mi dicono che i filo russi messi da yanukovich ai comandi dell esercito han tenuto volutamente poco operativo e con pochi mezzi lo stesso

E che russi andando in Crimea han minato i campi
"Qua" chi?
E poi, cosa c'entra l'esercito?
"Filorussi" in un Russia... In effetti, è strano.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 21 Mar 2014, 01:18
ieri pensavo al film il santo con val kilmer e mi veniva da sorridere

il buono salva la fica pettinata che si è inventata la rivoluzione energetica contro gli oligarchi comunisti cattivi che si tengono il combustibile tutto per loro

una vita intera bombardati dalla propaganda hollywoodiana :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 21 Mar 2014, 13:38
ma come non erano i comunisti che tassavano le rendite, meno male che sono arrivati i capitalisti

http://www.wallstreetitalia.com/article/1679353/conti-correnti/ucraina-prelievo-forzoso-in-stile-cipro.aspx
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 24 Mar 2014, 00:15
Buono il mais

Qua mi dicono che i filo russi messi da yanukovich ai comandi dell esercito han tenuto volutamente poco operativo e con pochi mezzi lo stesso

E che russi andando in Crimea han minato i campi
"Qua" chi?
E poi, cosa c'entra l'esercito?
"Filorussi" in un Russia... In effetti, è strano.

RESPECT

Qui quo: miei amici ucraini che stanno in Italia con amici e parenti in ucraina
esercito ucraino ovviamente, ma fai apposta :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 24 Mar 2014, 20:43
[]
Qui quo: miei amici ucraini che stanno in Italia con amici e parenti in ucraina
[]
Ah, beh...

La popolazione è per il 58,5% di etnia russa e per il 24,4% di etnia ucraina[]

La Repubblica Autonoma Socialista Sovietica di Crimea venne abolita nel 1945 e trasformata nell'Oblast di Crimea (provincia) della RSSF Russa. Il 19 febbraio 1954 venne trasferita dal leader sovietico Nikita Chruščёv alla RSS Ucraina in segno di riconoscimento per commemorare il 300º anniversario del trattato di Perejaslav tra i cosacchi ucraini e la Russia.

La decisione del leader sovietico Nikita Chruščёv del 1954 è stata permanentemente osteggiata da gran parte della popolazione di origine russa ed è stata in passato causa di tensioni tra Russia e Ucraina.[]


Allora, come vogliamo metterla: rispettiamo il volere popolare, oppure tendiamo verso lo status quo (...)?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 25 Mar 2014, 09:51
La preoccupazione é che questo possa creare precedenti, l'indipendenza del kosovo
Ad esempio non è stata rcosciuta dalla spagna che ha gli stessi problemi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 25 Mar 2014, 22:28
La cosa più drammatica è che la divisione "finta" tra ucraini e russi fa male ad entrambi, facendo parte, storicamente, della stessa "stirpe". Anche se, durante la II GM molti tra gli ucraini non si comportarono proprio benissimo - inteso sempre come Noi Vs. Voi - e passarono dalla parte della Germania.

[Edit]neretto.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 01:20
Ma infatti l'indipendenza del Kosovo è una merda
Kosovo Je Srbjia ovviamente.
Comunque non capisco cosa ci sia da fare ora o di che discutono i vari europei. La Crimea se la son presa e bon, è andata.
L'importante è solo non mostrare segnali di debolezza (cosa che ovviamente invece stiamo facendo) perché Putin potrebbe non aver esaurito l'appetito.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 26 Mar 2014, 01:27
La manovra era preparata da tempo e l'obiettivo non é la Crimea
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 03:17
Bensì?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 26 Mar 2014, 03:21
Ecco.

Che a Giobbi certe volte piacciono troppo gli interventi ad effetto ^_^
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 26 Mar 2014, 12:09
La preoccupazione é che questo possa creare precedenti, l'indipendenza del kosovo
Ad esempio non è stata rcosciuta dalla spagna che ha gli stessi problemi

anfatti

http://www.wallstreetitalia.com/article/1681005/mondo/corte-costituzionale-nega-sovranita-alla-catalogna.aspx
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 26 Mar 2014, 13:09
Kosovo Je Srbjia ovviamente.

 :no:
'A Seppia, che ma che dici?
 :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 26 Mar 2014, 13:11
Bensì?

Putin prende "tutto il prendibile". Presto farà sì che la posta in gioco siano le regioni orientali dell'Ucraina, trasformando defintivamente la Crimea in un fatto acquisito. (Berlusconi ha imparato molto da Putin, peraltro: sparare "100" per dare agli avversarsi politici la sensazione di aver evitato il peggio limitandolo a "50", quando in realtà il suo obiettivo minimo era "25", è una sua strategia da diverso tempo)

http://www.independent.co.uk/news/world/europe/crimea-crisis-putin-adviser-proposes-division-of-ukraine-along-nazisoviet-lines-and-says-its-never-too-late-to-correct-historical-errors-9212925.html

http://www.reuters.com/article/2014/03/24/ukraine-crisis-partition-letter-idUSL5N0ML1LO20140324

La Crimea gli fornisce il pieno accesso al Mar Nero necessario per la sua nuova grandeur mediterranea, ma l'obiettivo è un "roll back" stile Guerra Fredda mirato contro la NATO, unitamente alla prevenzione di ogni misura europea per indipendentizzarsi contro le forniture energetiche russe. L'Ucraina impedisce un controllo totale dei prezzi e, con le sue riserve, fornisce all'UE un minimo "buffer" in caso i Russi chiudano il rubinetto, per cui Putin intende sbarazzarsi del problema.
Per noi è prioritario evitare che questo accada, secondo le seguenti linee guida:
1-Ogni prossimo step genera una risposta militare.
2-Non si aggrediscono alleati della NATO (quali l'Ucraina) senza conseguenze. Colpire duro l'economia russa, fino ad avergli fatto pagare la Crimea più di quanto valga.
3-Mettere in atto solidissime strategie per indipendentizzarsi a lungo termine dalle loro forniture (Nabucco, giacimenti in Nord Africa, shale gas, energie alternative per quanto possibile), disponendo un congruo ombrello militare a protezione delle suddette alternative.

Ancora una volta, come prevedibile, l'iniziativa è in mano agli USA (nettamente i meno coinvolti nel problema), senza i quali siamo il solito branco di nanerottoli tremolanti afflitti da variegati complessi morali post coloniali, privi del polso necessario a tutelare i propri interessi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 26 Mar 2014, 13:25
mi sembra un cumulo di cose senza senso

putin gia controllava l'ucraina mica li ha messi lui i cecchini
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 26 Mar 2014, 13:28
mi sembra un cumulo di cose senza senso

putin gia controllava l'ucraina mica li ha messi lui i cecchini

Gli è sfuggita. E ora ci riprova.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 26 Mar 2014, 13:29
Che, sei un attimino filoatlantico? Ma giusto un cincinino, eh.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 26 Mar 2014, 13:35
Che, sei un attimino filoatlantico? Ma giusto un cincinino, eh.

Lo sono senza remore.
Mi chiedo semmai perché chi non lo sia non si affretti a sperimentare collocazioni alternative.

Lettura rapida ma consigliata
http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/ukraine/10722670/Ukraines-retreat-from-Crimea-is-a-wake-up-call-for-Nato.html

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 26 Mar 2014, 13:56
le collocazioni alternative le dovrebbero sperimentare gli stati esteri che hanno qui le loro basi militari

comunque capisco che chi legge solo cose made-in-yankee abbia una posizione ferrea
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 26 Mar 2014, 15:04
le collocazioni alternative le dovrebbero sperimentare gli stati esteri che hanno qui le loro basi militari

Immagino tu alluda agli USA, tanto per cambiare, ma la domanda è "perchè dovrebbero?".
Finora l'europa è stata ben contenta di avere le basi USA a guardia della vicina Russia... e ora che l'attenzione degli USA si è allentata, anzichè emanciparci, ci caghiamo sotto!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 26 Mar 2014, 15:42
non credo che qui ci siano fazioni pro putin

però bisogna sapere che questi minchioni (https://www.youtube.com/watch?v=CL_GShyGv3o) stanno facendo una partita pericolosa destabilizzando un paese sullo scacchiere (a detta sua investimento di 5 miliardi per le istituzioni democratiche in ucraina)

In Crimea ha votato l'84% della popolazione ed il 96% ha deciso l'annessione alla russia
Che fanno gli yankee li bombardano per costringerli a venire in europa?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 15:57

Kosovo Je Srbjia ovviamente.

 :no:
'A Seppia, che ma che dici?
 :D

Il Kosovo è Serbia da tutti i punti di vista, è una regione dove le radici sono quelle, recentemente spostate verso i maomettani per pure questioni demografiche.
È come se domani i cinesi scindessero Prato dall'Italia perché li sono di più.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 16:01
Comunque è divertente vedere come l'ossessione anti americana di alcuni porti a difendere Putin (che è la versione russa, quindi molto più efficiente cattiva e spietata, di un Berlusconi sotto steroidi) a spada tratta, se non facesse piangere ci sarebbe da ridere moltissimo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 26 Mar 2014, 16:44
la crisi economica globale l'hanno inventata gli yankee yoh!-dammi-il-cinque

stiamo ancora con ivan drago "tispiezzoindue" anni 80 ... patetico
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 26 Mar 2014, 17:02

Kosovo Je Srbjia ovviamente.

 :no:
'A Seppia, che ma che dici?
 :D

Il Kosovo è Serbia da tutti i punti di vista, è una regione dove le radici sono quelle, recentemente spostate verso i maomettani per pure questioni demografiche.
È come se domani i cinesi scindessero Prato dall'Italia perché li sono di più.

Il 90% sono albanesi ma vabbe' diciamo che e' Serbia...  :whistle:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 17:04
Non sono sicuro di essere io a risultare patetico ma vabbe.
Nasdrovia!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 26 Mar 2014, 17:08
Comunque è divertente vedere come l'ossessione anti americana di alcuni porti a difendere Putin (che è la versione russa, quindi molto più efficiente cattiva e spietata, di un Bush sotto steroidi) a spada tratta, se non facesse piangere ci sarebbe da ridere moltissimo
Fixed, Berlusconi è un teatrante che non ha mai fatto male ad un mosca fuori casa sua...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 26 Mar 2014, 18:02
Non sono sicuro di essere io a risultare patetico ma vabbe.
Nasdrovia!

Ma quando ti ho dato del patetico?  :D
Secondo la mia opinione se una regione ha una maggioranza di cittadini di una nazionalità diversa da quella della nazione di cui fa parte, ha ragione a chiedere l'indipendenza.
Soprattutto nel caso del Kosovo, da sempre a maggioranza albanese, anche ben prima della guerra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: fingolfin - 26 Mar 2014, 18:22
http://www.reuters.com/article/2014/03/21/us-ukraine-crisis-russia-insight-idUSBREA2K07S20140321
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 26 Mar 2014, 18:43
In Crimea ha votato l'84% della popolazione ed il 96% ha deciso l'annessione alla russia

In condizioni di sfavillante democrazia e senza alcuna pressione esterna, sia ben chiaro.

E comunque: anche fosse? La maggioranza dei veneti (e la stragrande maggioranza degli altoatesini) dell'Italia non sa che farsene e vorrebbe la secessione. Questo giustifica un'azione armata in spregio al diritto internazionale?
Sia chiaro che per me la risposta giusta può essere sia sì che no.
Se la tua risposta è no, allora dobbiamo ipotizzare che le leggi internazionali valgano qualcosa, la Russia è in torto marcio e quanto scrivi non ha senso.
Se la risposta è sì, allora vige la legge del più forte, chiunque può fare ciò che vuole e questo ha come conseguenze che 1. Bush was right e 2. Con la Russia è più che lecito giocare sporco a nostra volta.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 26 Mar 2014, 19:40
mi sembra un cumulo di cose senza senso

putin gia controllava l'ucraina mica li ha messi lui i cecchini

Gli è sfuggita. E ora ci riprova.

Ed ha messo in atto un piano preparato da tempo nel momento in cui gli è ufficialmente "sfuggita".
E il piano é appunto rimettere sotto controllo diretto russo diverse regioni.

Svegli, militarmente bravi, furbi, efficienti al momento i Russi.
Vedrem.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 21:32

Non sono sicuro di essere io a risultare patetico ma vabbe.
Nasdrovia!

Ma quando ti ho dato del patetico?  :D
Secondo la mia opinione se una regione ha una maggioranza di cittadini di una nazionalità diversa da quella della nazione di cui fa parte, ha ragione a chiedere l'indipendenza.
Soprattutto nel caso del Kosovo, da sempre a maggioranza albanese, anche ben prima della guerra.

No rispondevo a drone.
In Kosovo sono in massima parte albanesi maomettani ma è una cosa recente, come prato coi cinesi.
La regione storicamente è ortodossa e serba al 100%

Titolo: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 21:34
La maggioranza dei veneti (e la stragrande maggioranza degli altoatesini) dell'Italia non sa che farsene e vorrebbe la secessione. Questo giustifica un'azione armata in spregio al diritto internazionale?
Sia chiaro che per me la risposta giusta può essere sia sì che no.
Se la tua risposta è no, allora dobbiamo ipotizzare che le leggi internazionali valgano qualcosa, la Russia è in torto marcio e quanto scrivi non ha senso.
Se la risposta è sì, allora vige la legge del più forte, chiunque può fare ciò che vuole e questo ha come conseguenze che 1. Bush was right e 2. Con la Russia è più che lecito giocare sporco a nostra volta.

Questo è il punto.
Il doppiopesismo utilizzato con ammeregani male assoluto a prescindere è ridicolissimo
Quanto fatto in jugoslavia con l'appoggio di tutta la comunità internazionale non va bene (perché l'hanno fatto gli ammeregani) mentre quanto fatto da Putin, condannato trasversalmente da tutti, si.
Bush merda perché si impiccia dei fatti degli altri Aaaaaaaah stati sovrani, Putin genio perché in fondo son russi.
Boh
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 26 Mar 2014, 21:58
Seps', ti sei drogato? 'azzo stai a dì?
 :D

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 26 Mar 2014, 22:02
All'appello manca solo "Bush bravissima persona, da emulare", poi posso pure smettere di lurkare questo topic.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 26 Mar 2014, 22:11
Ma non è questa la questione, il fatto è che si contraddice da solo.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 26 Mar 2014, 22:17
Uh?
Non mi pare
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 26 Mar 2014, 22:45
Uh?
Non mi pare
Ma infatti l'indipendenza del Kosovo è una merda
Kosovo Je Srbjia ovviamente.
Comunque non capisco cosa ci sia da fare ora o di che discutono i vari europei. La Crimea se la son presa e bon, è andata.
[]
[]
Il Kosovo è Serbia da tutti i punti di vista, è una regione dove le radici sono quelle, recentemente spostate verso i maomettani per pure questioni demografiche.
È come se domani i cinesi scindessero Prato dall'Italia perché li sono di più.
(nemmeno...)
[]
In Kosovo sono in massima parte albanesi maomettani ma è una cosa recente, come prato coi cinesi.
La regione storicamente è ortodossa e serba al 100%
[]
Quanto fatto in jugoslavia con l'appoggio di tutta la comunità internazionale non va bene (perché l'hanno fatto gli ammeregani) mentre quanto fatto da Putin, condannato trasversalmente da tutti, si.
Bush merda perché si impiccia dei fatti degli altri Aaaaaaaah stati sovrani, Putin genio perché in fondo son russi.
Boh
Allora, va fatto o non va fatto? Vedi tu.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 27 Mar 2014, 00:11
All'appello manca solo "Bush bravissima persona, da emulare", poi posso pure smettere di lurkare questo topic.

Allora, va fatto o non va fatto? Vedi tu.

Ci sto mettendo tutto l'impegno, ma proprio non riesco a seguirvi...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 27 Mar 2014, 00:14
Nell'ultimo tuo quote stavo facendo il verso agli anti americani militanti.

Sul fatto "la Crimea se la sono presa e bon" significa che oramai su quello non si torna indietro, bisogna solo attrezzarsi affinché non si allarghi di più (mi pare pure di averlo specificato dopo)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 27 Mar 2014, 06:33
Il Kosovo è Serbia da tutti i punti di vista, è una regione dove le radici sono quelle, recentemente spostate verso i maomettani per pure questioni demografiche.
È come se domani i cinesi scindessero Prato dall'Italia perché li sono di più.

In Kosovo sono in massima parte albanesi maomettani ma è una cosa recente, come prato coi cinesi.
La regione storicamente è ortodossa e serba al 100%

Andre quella di come Prato coi cinesi mi sembra un parallelo giusto un filo tirato e superficiale. Non stiamo parlando di una popolazione che viene dall'altra parte del mondo presente in un piccola cittadina manifatturiera da qualche anno, stiamo parlando di un popolazione di uno stato confinante che si è stanziata sul territorio kosovaro da più di 150 anni e che rappresenta la maggior parte della popolazione da più di 100.

Che poi nell'anno 1000 il Kosovo facesse parte del Regno di Serbia ok, ma dopo ci sono stati pure 500 anni di dominazione Ottomana da cui sono saltati fuori i tuoi odiati maomettani.
Titolo: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 27 Mar 2014, 08:56
È parzialmente possibile che il mio odio verso gli arabi ed il mio amore per i serbi mi facciano vedere le cose in modo leggermente distorto :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 27 Mar 2014, 12:00
In Crimea ha votato l'84% della popolazione ed il 96% ha deciso l'annessione alla russia

In condizioni di sfavillante democrazia e senza alcuna pressione esterna, sia ben chiaro.

E comunque: anche fosse? La maggioranza dei veneti (e la stragrande maggioranza degli altoatesini) dell'Italia non sa che farsene e vorrebbe la secessione. Questo giustifica un'azione armata in spregio al diritto internazionale?
Sia chiaro che per me la risposta giusta può essere sia sì che no.
Se la tua risposta è no, allora dobbiamo ipotizzare che le leggi internazionali valgano qualcosa, la Russia è in torto marcio e quanto scrivi non ha senso.
Se la risposta è sì, allora vige la legge del più forte, chiunque può fare ciò che vuole e questo ha come conseguenze che 1. Bush was right e 2. Con la Russia è più che lecito giocare sporco a nostra volta.

Ipotizziamo l'italia di adesso con gli americani che ci regalano la sicilia abitata al 90% da americani e che sulla stessa ci pagano l'affitto per l'utilizzo delle basi militari

domani i russi organizzano un colpo di stato per dirottare il paese nella direzione filo-russa, te cosa pensi che farebbero gli yankee e cosa farebbero gli abitanti della sicilia

70 anni di lavaggio del cervello con le produzioni hollywoodiane hanno davvero convinto tutti di chi è buono e di chi è cattivo. Liberiamo le pussy riot ...


Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 27 Mar 2014, 12:14
hint: non è molto bello discutere con qualcuno che ad ogni singolo post ti ricorda che sei un povero coglione con il cervello lavato...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 27 Mar 2014, 12:26
Beh, che gli americani abbiano organizzato un colpo di Stato in Ucraina mi sembra semplicistico. Io penso invece che Yanukovic (si scrive così?) abbia tirato un po' troppo la corda, infischiandosene della Costituzione ucraina e accentrando sempre di più i poteri in mano sua, tra l'altro a quanto pare facendo pure sparire un bel po' di denaro. Semplicemente la corda si è spezzata e la situazione gli è sfuggita di mano. È naturale che gli americani poi approfittino della situazione per appoggiare politicamente la rivolta, ma mica hanno invaso l'Ucraina con 10000 militari e imposto un nuovo governatore. Il percorso da seguire portava alle elezioni.
Inoltre è un precedente che non potrà mai essere accettato perché porterebbe alla destabilizzazione di tutti i confini nazionali di tutti gli Stati e creerebbe forte instabilità politica a livello internazionale, anche la Cina ha fatto un passo indietro capendo la situazione. Poi la puoi pensare come vuoi, ma smettila di dire yankee e lavaggio del cervello...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 27 Mar 2014, 13:10
yanukovich è un oligarca corrotto che si è rubato l'impossibile portando il paese alla miseria ma è stato eletto "democraticamente", poi noi c'abbiamo berlusconi dal '94 quindi non possiamo di certo stupirci.

Per te è normale che gli yankee si approfittino del malcontento popolare per rovesciare un governo e poi prendere accordi con i golpisti? La cia 'sta pratica la usa da sempre per mettere i suoi pupazzi nei governi sudamericani e africani e far indebitare i paesi. Questo è solo l'ultimo della lista

@Red: la retorica del se dici così "mi hai dato del coglione" è abbastanza banalotta, va bene per iniziare le risse in discoteca

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 27 Mar 2014, 13:25
È parzialmente possibile che il mio odio verso gli arabi ed il mio amore per i serbi mi facciano vedere le cose in modo leggermente distorto :D

Mi sa proprio di si': http://en.wikipedia.org/wiki/Demographics_of_Kosovo
 :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: bub - 27 Mar 2014, 13:27
qui si tenta di spiegare perchè il referendum è illegittimo. messa in questi termini mi sembra ragionevole, voi che ne dite?

http://www.k-exodus.ch/russia/crimea-ucraina-referendum.html#.UzQKC_l_t8F
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 27 Mar 2014, 15:03
@Red: la retorica del se dici così "mi hai dato del coglione" è abbastanza banalotta, va bene per iniziare le risse in discoteca

Non ho nessuna intenzione di provocare, figurati... tra l'altro, come ho già detto, sono antiamericano quanto te.
Il punto è che qui non mi pare che nessuno abbia preso le difese degli USA, anzi, io vedo che buona parte degli utenti mette sullo stesso piano l'atteggiamento USA e quello Russo, il che mi pare ragionevole.
Invece la tua risposta sistematica è "ahhhh, gli yankee ti hanno fatto il lavaggio del cervello con i film di john wayne!!"... questo, specie se ripetuto in loop, è abbastanza irritante, oltre che infantile.

Per te è normale che gli yankee si approfittino del malcontento popolare per rovesciare un governo e poi prendere accordi con i golpisti? La cia 'sta pratica la usa da sempre per mettere i suoi pupazzi nei governi sudamericani e africani e far indebitare i paesi. Questo è solo l'ultimo della lista

Gli USA (che sono il top del settore, ma mica sono gli unici eh...) hanno fatto un sacco di porcate tremende in giro per il mondo destabilizzando e rovesciando governi assolutamente validi, MA questo non mi pare sia il caso dell'Ucraina... non metto in dubbio che la CIA ci si sia buttata a pesce DOPO l'inizio della rivolta, ma questo è PURTROPPO normale. A questo servono i servizi segreti e quelli USA sono probabilmente stati solo più efficienti di quelli Russi. O pensi davvero che i russi siano solo delle povere vittime delle circostanze? Che non abbiano cercato di influenzare la politica ucraina degli ultimi anni?

La russia ha regalato la crimea all'ucraina 60 anni fa ed è stata una cazzata tutta sua.
Dopo quella data ha più volte riconosciuto ufficialmente l'autorità ucraina sulla crimea.
Ora non può fare marcia indietro fottendosene bellamente di tutti i trattati firmati...

Pensa a quanti confini sono stati spostati e ridefiniti in maniera molto meno amichevole dopo la seconda guerra mondiale.. che facciamo, li rimettiamo tutti in discussione alla facciazza delle decine di accordi firmati da mezzo mondo?
Quale valore hanno i trattati internazionali a questo punto?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 27 Mar 2014, 15:22
la storia della terapia di gruppo hollywoodiana mi sembra palese almeno che non mi citi un film negli ultimi trent'anni dove i buoni sono uno qualsiasi del resto del mondo e gli americani quelli stronzi e non viceversa.

Se tra le regole che giuridicamente giustificano la volontà popolare di secessione c'è il colonialismo allora la crimea c'ha ragione visto che l'ucraina dopo due giorni l'hanno già incaprettata col un prestito da 18 miliardi di dollari da parte dell' FMI. Tra cinque anni avranno un debito pubblico da paura, le multinazionali occidentali gli avranno tolto pure le mutande e guarderanno con invidia i separatisti.

non voglio convincere nessuno ai posteri l'ardua sentenza
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 27 Mar 2014, 15:34
che buona parte dei film americani AAA siano propagandistici mica lo mette in dubbio nessuno...
ma quindi? chi non è d'accordo con te deve automaticamente essere vittima della propaganda USA?

se i crimeani(?) vogliono tornare alla russia se ne può parlare democraticamente, non certo con un referendum organizzato in 15 giorni da truppe russe in assetto da combattimento.

altrimenti da domani questo giochino possono farlo anche gli USA... basta un po' di propaganda e qualche mitra puntato e via, il 97% del *** (inserire paese mediorientale/africano/sudamericano con governo di merda a caso) voterà in favore del protettorato USA
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 27 Mar 2014, 15:56
Ipotizziamo l'italia di adesso con gli americani che ci regalano la sicilia abitata al 90% da americani e che sulla stessa ci pagano l'affitto per l'utilizzo delle basi militari
domani i russi organizzano un colpo di stato per dirottare il paese nella direzione filo-russa, te cosa pensi che farebbero gli yankee e cosa farebbero gli abitanti della sicilia
70 anni di lavaggio del cervello con le produzioni hollywoodiane hanno davvero convinto tutti di chi è buono e di chi è cattivo. Liberiamo le pussy riot ...

La tua visione continua ad apparirmi labile.
Per provare a capire, ti rispondo in merito all'esempio che esponi.

Tu credi nel diritto internazionale? Credi cioè che giustizia e diritto corrispondano almeno in parte?

SI
Se gli USA hanno ceduto la Sicilia con un trattato, come la Russia ha fatto con la Crimea, non hanno alcun diritto di fare alcunché. Si facciano i cazzi loro e meditino sull'errore compiuto.
Se i siciliani ritengono giusta la loro causa, la peroreranno presso l'ONU che valuterà se discutere la questione in osservanza al principio dell'autodeterminazione dei popoli. Ci sono numerosi casi di secessioni  pacifiche, vedi Rep. Ceca/Slovacchia.
Chi per primo ricorre allo strumento militare ha torto.
Questo è il "gioco" che nei secoli abbiamo affinato per evitare distruzioni eccessive.

NO
Gli USA faranno quello che vogliono, la Russia farà quello che vuole, l'Italia farà quello che vuole, e vinca il più forte. Si fa così dall'alba dei tempi.
Questa è la dura realtà soggiacente al gioco sopracitato.

La tua posizione mi sembra schizofrenica perché credi in etica e diritto quando c'è da giudicare l'operato dell'Occidente, mentre ammiri il machismo di Putin allo stesso modo in cui certi 13enni problematici amano sentire i propri amici (cui perdoni tutto) parlare madre di tuo papà (cui non perdoni niente).
Oppure credi vi sia un qualche strano principio di giustizia nel modo in cui Putin la sta... boh, "facendo pagare" agli americani. Ma allo stesso modo dovresti ammirare Hitler, campione a suo tempo della riunificazione su base di identità nazionale e supremo nemico della plutocrazia capitalistica occidentale (la crisi della Crimea è a tutti gli effetti l'anshluss di Putin). E sia chiaro, pure sta posizione mi va benissimo, io parlo con chiunque.

La mia posizione, giusto per chiarire ancora, è che sia sempre auspicabile rimanere nei limiti del pacifico rapportarsi tra nazioni, e per fare questo il diritto internazionale è d'aiuto. Tuttavia è bene essere consapevoli che gli altri players, quando devono, giocano sporco ed è quindi indispensabile essere pronti a fare altrettanto. Si vis pacem, para bellum.

Il mio universo di riferimento non sono gli USA bensì la mia patria, cioè l'Europa. Io sono estremamente fiero di essere Europeo e più di ogni altra cosa vorrei vedere questo glorioso continente avere al tavolo della politica mondiale un peso paragonabile a quello della sua economia (la prima al mondo) e della sua imparagonabile statura storica e culturale.
Chiarito questo, non posso che mettere come secondi, nella mia graduatoria delle preferenze, una nazione come gli USA che ha molti punti di contatto con noi (dal pdv storico, culturale e dello sviluppo umano) e i cui interessi hanno storicamente CIRCA coinciso con i nostri. "Circa" perché ovviamente hanno messo pesantemente le mani nella storia dell'Europa per fare i propri interessi, in modi leciti e meno leciti, spesso insabbiando e ammazzando. Ma è un gioco che si gioca così, ci sta.
I film di Hollywood mi piacciono, sono divertenti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 27 Mar 2014, 16:31
Tu credi nel diritto internazionale? Credi cioè che giustizia e diritto corrispondano almeno in parte?

no perchè chi sventola il diritto internazionale è lo stesso che dialoga con un governo golpista

non credo di aver capito tutto, compresa la schizofrenia, l'ammirazione per il machismo di putin ed il filo-nazismo comunque cerco di immaginarmi al meglio vestito da psico-nazi-comunista
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 27 Mar 2014, 21:19
Premetto che, secondo me, ha poco senso dire "ah, ma gli USA..." perché mi sembra identico alle discussioni politiche "PDL sono dei ladri - ah, ma perché, il PD, invece...", un approccio che, IMHO, non ha senso alcuno.
Detto questo - ed, essendo russo, potrei sembrare quantomeno di parte, ma v'assicuro che non è mia intenzione - mi fa molto sorridere quest'idea della Russia brutten & cattifen che vuole infadere il monden. Un po' per le ragioni storiche (come siamo messi a bilancio di invasioni effettuate / subìte?), un po' per il fatto che, non mi pare abbia chissà quale mancanza di una chissà quale fondamentale materia prima da reperire ad ogni costo.

En passant, sinceramente, sono anche molto sorpreso di leggere alcuni interventi delle persone che reputo intelligenti e che stimo (Gunny in primis), che parlano di "differenze culturali". La Russia è indubbiamente indietro in molte cose, come corruzione, burocrazia - che se non è peggio di quella nostrana, poco ci manca - disonestà media dei politici ciuccia-risorse, ecc.
Ma, per il resto, non posso che rimanere perplesso. Dove sarebbe tutta 'sta differenza culturale abissale? O meglio, dove sarebbe tutta questa affinità con gli USA? Perché in Italia guardiamo i film di Hollywood, amiamo i Levi's, e beviamo la Coca? (o/ per tutti e tre)? Ma lo fanno pure in Russia, eh. Mboh.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 27 Mar 2014, 21:47
una nazione come gli USA che ha molti punti di contatto con noi (dal pdv storico, culturale e dello sviluppo umano)

:|
:suspious:
:D



:scared:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 28 Mar 2014, 03:34
Ma, per il resto, non posso che rimanere perplesso. Dove sarebbe tutta 'sta differenza culturale abissale? O meglio, dove sarebbe tutta questa affinità con gli USA? Perché in Italia guardiamo i film di Hollywood, amiamo i Levi's, e beviamo la Coca? (o/ per tutti e tre)? Ma lo fanno pure in Russia, eh. Mboh.

RESPECT

Il discorso di Gunny sul punto ha senso. Lui non dice che ci sono differenze culturali abissali tra Europa e Russia, dice che c'è una maggiore vicinanza tra Europa e USA "dal pdv storico, culturale e dello sviluppo umano". L'eredità europea in USA mi pare più che evidente, il fatto che la quasi totalità dell'Europa fosse sotto il Patto Atlantico durante la Guerra Fredda altrettanto.

A me pare molto più insensato che pur di dare contro agli USA si dia ragione a Putin e alla Russia.
La politica estera degli USA, con il suo interventismo per esportare la democrazia, è da sempre orribile e non l'ho mai condiviso, ma non è che in automatico allora questo faccia diventare Putin e la Russia paladini del bene a difesa dell'Ucraina dalle forze del male. La Russia non ha "bisogno" dell'Ucraina, è semplicemente un gioco di forza, per far capire che nella sua sfera di influenza non vuole che le si rompano i coglioni e può fare ciò che vuole.   
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 28 Mar 2014, 08:10
C'è una questione di onestà (anche intellettuale), che poi è un po' lo stesso discorso del PD.

È in atto un simpatico tira e molla economico dell'area d'influenza europea tra USA e Russia.
Gli USA spingono per il trattato di libero scambio (cioè per farcelo approvare a scatola chiusa
), facendo leva sul deficit decisionale (voluto e mantenuto ad arte, oltre che foriero di miseria economica e sociale - la cosiddetta crisi perenne come metodo di governo) dell'assetto europeo corrente.

Già che ci sono, per preparare un'invasione in Siria (affaire Twitter-Youtube-Erdogan), finanziano un bel colpo di stato neonazi in Ucraina, spacciandocelo per primavera arabbah. Guarda un po', hanno già iniziato a ripulirsi la coscienza uccidendo i mercenari di Pravy Sektor, che hanno spesato loro.

Putin, che in base a una legge russa del 2001 non può annettersi chi cazzo gli pare, difende i suoi interessi. La Gazprom è la sua NATO, e guarda un po', con il gas russo ci scaldiamo, con le armi a Camp Darby o ad Aviano no.

Quindi,i cari paladini dell'Occidente Civile e della Democrazia a mezzo drone, l'accolita dei Nobel per la Pace, coloro che fanno sì che per entrare in un liceo a Brooklyn uno studente debba passare sotto due scanner e tre perquisizioni fisiche (c'ero), dimmi tu come potrebbero starmi simpatici e fare una figura migliore dell'ex KGB a 'sto giro.

Perlomeno la smettano di spacciarsi per ciò che non sono, ovvero qualcosa di diverso da cialtroni, bambini viziati e barbari guerrafondai.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 28 Mar 2014, 08:21
Ma non mi devi spiegare quello che sta succedendo o chi siano gli attori in gioco, lo so bene.

Resto dell'idea però che la Russia non sia meglio degli USA, entrambi fanno i proprio interessi. Quello che vorrei vedere è l'Europa fare i propri, di interessi, dicendo agli USA di farsi i cazzi loro, visto che non c'entrano assolutamente nulla, e dicendo alla Russia in modo chiaro che se invadono l'Ucraina ci sarà una reazione europea (non Nato, non USA, europea).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 28 Mar 2014, 08:41
Quale Europa? Quella che chiagne e fotte, correndo a Bruxelles da Obama ieri l'altro e alla Gazprom ieri, come hanno fatto gl'industriali tedeschi?

Che razza d'idea avete di Europa? Abbiamo ceduto alla Troika e a Berlino sovranità monetaria e politica in cambio di suicidi tra imprenditori e disoccupati e di una povertà mai vista dopo il 1929. In cambio della distruzione dello Stato sociale e del tessuto imprenditoriale, in cambio della possibilità di sviluppare, raffinare e redistribuire benessere per tutti, nel rispetto di minoranze e diversità secondo la Democrazia Costituzionale del 1948. in nome della credibilità e delle riforme strutturali.

E' questa l'Europa? A questa Unione Europea, che ha tradito il mandato affidatole dai popoli europei, mi auguro non venga mai dato un esercito, visto che lo possiede già e l'ha ampiamente usato in Grecia e contro di noi.

Questa Europa va demolita dalle fondamenta e poi ricostruita. Disconoscono la nostra umanità e la nostra dignità, e così facendo perdono la loro.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 28 Mar 2014, 10:02
A questa Unione Europea, che ha tradito il mandato affidatole dai popoli europei, mi auguro non venga mai dato un esercito, visto che lo possiede già e l'ha ampiamente usato in Grecia e contro di noi.

Discorso surreale... se ci auguriamo che l'europa continui a non contare un cazzo, allora rassegnamoci anche all'idea che USA, Russia etc continueranno a farsi i loro porci comodi alle nostre spalle.

Poi sul fatto che l'europa non funziona siamo tutti d'accordo.
Ma la speranza (l'unica speranza) è che, appunto, inizi a funzionare...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 28 Mar 2014, 10:05
No ma Alex, sei pazzo, LORO disconoscono la nostra umanità e dignità. Sveglia!!11!1!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 28 Mar 2014, 11:35
[]
Poi sul fatto che l'europa non funziona siamo tutti d'accordo.
Ma la speranza (l'unica speranza) è che, appunto, inizi a funzionare...
Purtroppo, è una vana speranza, Red. In quanto, l'unico Paese che davvero detta la legge in Europa è allo stesso tempo l'unico che ci guadagna un botto da questa situazione, ergo...

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 28 Mar 2014, 11:50
L'Europa è orientata verso una politica della soluzione delle problematiche interne e non gli do tutti i torti.
Lo ha dimostrato la germania durante il "non intervento" in libia ma ha pure abbozzato alla grande con le intercettazioni dell' NSA, grossa figura di merda da parte degli yankee che hanno balbettato qualcosa per l'imbarazzo tipo lo facciamo per la vostra sicurezza.

Obama ieri è venuto a fare le vacanze romane cogliendo l'attimo di presa di distanza dalla russia per la questione ucraina per rafforzare i trattati commerciali tra usa ed europa il Transatlantic Trade and Investment Partnership.

Il loro debito pubblico sale verso le stelle e i possessori esteri di titoli di stato se ne stanno graduatamente sbarazzando tranne noi:

se non fosse intervenuto l’acquisto massivo del governo belga; infatti il Belgio negli ultimi due mesi, secondo i dati pubblicati dal Tesoro, avrebbe acquistato titoli per 109,70 miliardi; addirittura rispetto a dicembre 2012 avrebbe accresciuto il possesso di titoli USA di ben 171,50 miliardi. In definitiva, oggi il Belgio sarebbe il terzo detentore di titoli del debito USA dopo Cina e Giappone.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 28 Mar 2014, 12:09
adoro il pragmatismo peccato che poi venga offuscato e ricoperto dalle chiacchiere

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/03/27/servizio-pubblico-gino-strada-su-incontro-obama-renzi-sembra-trailer-di-film/271948/

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 28 Mar 2014, 13:09

È parzialmente possibile che il mio odio verso gli arabi ed il mio amore per i serbi mi facciano vedere le cose in modo leggermente distorto :D

Mi sa proprio di si': http://en.wikipedia.org/wiki/Demographics_of_Kosovo
 :D

Mah insomma quell'articolo sembra piuttosto confermare il contrario, maggioranza serba dal 1000 al 1700, sostanziale 50-50 fino almeno a inizio 1900.
Insomma ho ragione io grazie per il link :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 28 Mar 2014, 13:17
Comunque il "debito pubblico usa alle stelle" è attorno al 70 del pil, circa la metà del nostro e meno di Francia Germania e qualsiasi paese rilevante in europa.
Usa merda!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 28 Mar 2014, 13:30

È parzialmente possibile che il mio odio verso gli arabi ed il mio amore per i serbi mi facciano vedere le cose in modo leggermente distorto :D

Mi sa proprio di si': http://en.wikipedia.org/wiki/Demographics_of_Kosovo
 :D

Mah insomma quell'articolo sembra piuttosto confermare il contrario, maggioranza serba dal 1000 al 1700, sostanziale 50-50 fino almeno a inizio 1900.
Insomma ho ragione io grazie per il link :)

100 anni di maggioranza albanese a me sembra abbastanza per volere l'indipendenza.  ;)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 28 Mar 2014, 13:39
Beh dopo che hai fatto pulizia etnica al contrario per dieci anni è facile eliminare i serbi rimasti.
C'era un bellissimo servizio di raitre in proppsito
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 28 Mar 2014, 14:21
Russia e Cina, debt to gdp rispettivamente circa 10 e 25%

Europa attorno al 90%
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 28 Mar 2014, 14:30
Quando la scelta tra "spesa pubblica" o "lasciamo morire la gente" è una scelta pensabile e si sceglie sempre la seconda opzione è più semplice avere i conti a posto.
Poi della contabilità cinese non so se mi fiderei tantissimo comunque
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 28 Mar 2014, 14:33
C'è pure il Giappone col 200%.
Ma pure Liberia, Korea del Nord e Libia che stanno sotto il 5%. Paesi sanissimi e prosperi notoriamente.
Ma poi non eri tu quello che il debito è fuffa e basta stampare moneta?
Ah no se è americano è un problema scusa, dimenticavo la logica
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 28 Mar 2014, 15:08
non so come faccia il giappone ad avere un debito al 200% la grecia è fallita molto prima di arrivare a 170

concordo, oggi se non hai un debito mostruoso o sei un pezzente e stai sulle palle a tutti gli altri. Vedi noi come siamo simpatici

Nel 2008 gli americani hanno fatto scoppiare un bolla che dopo cinque anni gli "alleati" stanno ancora sotto un metro di merda. Russia e Cina che non vendono stracci ma beni reali stanno in finestra
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 28 Mar 2014, 17:45
A questa Unione Europea, che ha tradito il mandato affidatole dai popoli europei, mi auguro non venga mai dato un esercito, visto che lo possiede già e l'ha ampiamente usato in Grecia e contro di noi.

Discorso surreale... se ci auguriamo che l'europa continui a non contare un cazzo, allora rassegnamoci anche all'idea che USA, Russia etc continueranno a farsi i loro porci comodi alle nostre spalle.

Poi sul fatto che l'europa non funziona siamo tutti d'accordo.
Ma la speranza (l'unica speranza) è che, appunto, inizi a funzionare...

E chi la farebbe funzionare? (Lenin, grillino ci sarai. Prrr!) E come?
Perché chiedete ad un martello di servirvi come forchetta?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 28 Mar 2014, 18:14
E chi la farebbe funzionare?

Forse la presa di coscienza che o si lavora insieme o si decade.
La storia ci insegna che gli equilibri sono destinati a cambiare, sempre.
Dare per assodato che le nazioni europee non possano che continuare a farsi la guerra all'infinito non ha senso.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 28 Mar 2014, 18:59
Ah ma io voglio cooperare con gli amici del mio continente. Che peccato però tutti quegli organi sovrani non elettivi, eh?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Xibal - 28 Mar 2014, 19:14
non so come faccia il giappone ad avere un debito al 200% la grecia è fallita molto prima di arrivare a 170
Perchè il giappone i soldi non se li fa prestare da nessuno, spende i propri, quindi quel debito non ha niente a che vedere con quello degli stati europei...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 28 Mar 2014, 22:08
Quando la scelta tra "spesa pubblica" o "lasciamo morire la gente" è una scelta pensabile e si sceglie sempre []
Scusa, Andre', cosa c'entra la Russia?
Nel senso che lascia morire la gente?

No ragazzi, qui bisogna che ci chiariamo di cosa stiamo parlando. Sussidi, sanità, ecc.?


RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 29 Mar 2014, 01:13
USA forti a lasciar morire la gente ricordo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 29 Mar 2014, 02:09
Beh, che il governo russo sia abbastanza rude non mi pare un mistero...
ed essere rudi è un bel risparmio economico.

esempio a caso
una roba del genere dubito che in europa sarebbe potuta accadere
http://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_del_teatro_Dubrovka
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 29 Mar 2014, 02:38
Beh, che il governo russo sia abbastanza rude non mi pare un mistero...
ed essere rudi è un bel risparmio economico.

esempio a caso
una roba del genere dubito che in europa sarebbe potuta accadere
http://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_del_teatro_Dubrovka

Neanche questo però.
Citazione
Una giovane donna ventiseienne, Ol'ga Romanova, riuscì a sorpassare il cordone di sicurezza disposto dalla polizia ed entrò nel teatro. Affrontò i terroristi e stimolò gli ostaggi ad opporsi ai sequestratori, che scambiandola per un agente dell'FSB, ossia dei servizi segreti russi, le spararono uccidendola. Il suo corpo fu recuperato più tardi da un team medico.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 29 Mar 2014, 03:04
Beh dopo che hai fatto pulizia etnica al contrario per dieci anni è facile eliminare i serbi rimasti.
C'era un bellissimo servizio di raitre in proppsito

Perché Milosevic invece di pulizia etnica non ne ha fatta.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 29 Mar 2014, 05:37
Non ho capito secondo che legge un torto ne esclude un altro?
Non a caso ho parlato di "all'incontrario".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 29 Mar 2014, 08:35
Nessuna legge chiaramente. Il problema è come si sono svolti gli eventi. Fine 800 / inizio 900 la maggioranza è albanese e la proporzione cresce negli anni. Arrivati alla Seconda Guerra Mondiale sotto la fiera guida italica c'è la pulizia verso i serbi "massacres of some 10,000 Serbs, ethnic cleansing of about 100 to 250,000 or more occurred". A questo punto francamente non so se l'Albania a conflitto terminato abbia subito delle sanzioni o meno.

Si prosegue con una maggioranza sempre (e pesantemente) albanese fino a Milosevic. A quel punto cosa fai? Dici, no guarda nel 1700 questa terra era del regno serbo quindi resta alla Serbia? Nonostante ci sia il 90% di albanesi? Oh puoi farlo eh, d'altronde Israele è stato creato dal nulla, si può fare tutto. 
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 29 Mar 2014, 09:18
Boh, io sono dell'idea che, se storicamente era un territorio serbo, tale deve rimanere.
Altrimenti, quando la maggiornaza della popolazione in Sicilia sarà tunisina (per assurdo), che famo, la cediamo alla Tunisia?

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 29 Mar 2014, 10:36
Il Kosovo non è stato ceduto alla Serbia, è diventato indipendente, che è diverso.
E' chiaramente una situazione del cazzo, ma cosa fai? In un territorio che è stato condiviso storicamente da Regno di Serbia e Impero Ottomano, passato poi sotto la Jugoslavia e infine la Serbia, hai il 90% della popolazione che non è serba.
 
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 29 Mar 2014, 13:40
Giusta osservazione di Lenin. Sono assai d'accordo con quanto detto.  :yes:
Che poi in generale tutta l'area della ex Jugoslavia e' un casino. E' risaputo.
Ci sono millemila ragioni dietro. Un misto di problemi politici, religiosi, di integrazione, di etnie e così via.
Probabilmente non se ne e' usciti con la migliore delle soluzioni possibile ma tant'e'.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 30 Mar 2014, 09:55
Beh, che il governo russo sia abbastanza rude non mi pare un mistero...
ed essere rudi è un bel risparmio economico.

esempio a caso
una roba del genere dubito che in europa sarebbe potuta accadere
http://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_del_teatro_Dubrovka

accade dappertutto se ci sono le condizioni, a waco l'fbi ha fatto la stessa cosa

per quanto riguarda la politica estera risolvi parecchie cose alla radice con un bel drone,
in dieci minuti arriva e ti rompe il culo senza lasciare traccia

se hai qualcosa da dire invece rischi il surf o ti attaccano la batteria di un camion alle palle

Le vittime civili. Proprio sotto l’ultimo presidente Usa, come evidenziato da uno studio del Bureau of Investigative Journalism del 2011, i droni hanno ucciso tra le 385 e le 775 persone (fra cui 164 bambini) totalmente estranee ai combattimenti. Il numero però potrebbe essere molto più alto perché i ricercatori hanno voluto conteggiare solo gli episodi che hanno corpose prove documentali prese sul campo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 30 Mar 2014, 10:37
Beh, che il governo russo sia abbastanza rude non mi pare un mistero...
ed essere rudi è un bel risparmio economico.

esempio a caso
una roba del genere dubito che in europa sarebbe potuta accadere
http://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_del_teatro_Dubrovka
"Rude" significa?
Hai un'idea di come sia il welfare in Russia?
Ragazzi, a volte ho davvero l'impressione che parliate seguendo i modelli "dev'essere così", e non basandovi sulla realtà dei fatti. Boh.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 30 Mar 2014, 23:23
accade dappertutto se ci sono le condizioni, a waco l'fbi ha fatto la stessa cosa

Accade dappertutto che le forze speciali sparino gas nervino in un teatro con 800 civili connazionali?
ah, se lo dici tu....

Comunque sei proprio in fissa con gli USA, io stavo parlando dell' E-U-R-O-P-A
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 30 Mar 2014, 23:32
"Rude" significa?

"Rude" significa ad esempio blogger arrestati, giornalisti scannati, oppositori politici incastrati, controllo dei media etc.
Tutte cose che mi pare accadano molto più spesso in russia che non in europa...

A volte ho l'impressione che alcuni non facciano il minimo sforzo per comprendere le posizioni altrui.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ..::pierre147::.. - 31 Mar 2014, 11:55
Hai un'idea di come sia il welfare in Russia?

Io no e sono genuinamente curioso. :)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 31 Mar 2014, 23:33
In breve: la sanità è gratuita e molto più snella di quella italiana (nessuna attesa di mesi o anni, e medici mediamente molto più preparati, diagnosi, controlli e cure proposte all'interno della stessa struttura, nessun rimbalzo allo specialista che poi è da pagare, qui da noi).
La pensione, è vero che alcune sono da 400 € al mese, ma TV, telefono, acqua, energia elettrica e gas non li paghi un cazzo, praticamente, non esistono "spese condominiali".
Chi è in pensione ha una totale esenzione dei pagamenti dei mezzi pubblici che siano metrò, autobus, e compagnia bella (solo taxi esclusi), con l'aggiunta di un bonus per lunghi viaggi in treno (fino a poco tempo fa c'era anche l'ospitalità alle terme o località di soggiorno simili gratuita, ora non so se esiste ancora).
Giusto le prime cose che mi vengono in mente.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 01 Apr 2014, 14:39
non so se ho capito bene ma il ministro della finanza tedesco shaeuble ha detto che all'ucraina sarà applicato lo stesso sistema di salvataggio della grecia. In bocca al lupo

http://www.bloomberg.com/news/2014-03-26/germany-s-schaeuble-says-greece-could-be-model-for-ukraine-aid.html


in bocca al lupo pure a noi se gli americani arriveranno a fare esercitazioni al confine russo

http://www.wallstreetitalia.com/article/1682723/mondo/brics-a-fianco-della-russia-che-alza-il-prezzo-del-gas.aspx
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 09 Apr 2014, 17:56
Per il Socialismo Assadiano Eterno

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Siria-furono-i-ribelli-ad-usare-il-gas-per-convincere-gli-Usa-ad-attaccare-2518df17-898d-4f14-96f3-d7e01057c74c.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 14 Apr 2014, 14:56
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/04/12/ucraina-filo-russi-occupano-sede-polizia-donetsk_ff4786c4-cbfb-4c78-979a-2ae03b46baa1.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 15 Apr 2014, 15:55
ma che ci stanno a fare le navi yankee nel mar nero, so' proprio lontaaaaane da casa

http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_14/Mar-Nero-gli-USA-accusano-la-Russia-di-provocazioni-contro-la-portaerei-Donald-Cook-7532/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 05 Mag 2014, 18:59
Bella storia Odessa, neh Gunny?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 06 Mag 2014, 07:42
http://www.trentinorussia.blogspot.it/

Eh, ma l'alleanza atlantica non è un pranzo di gala. Vero Gunny?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: l'Amico - 06 Mag 2014, 09:08
ma che ci stanno a fare le navi yankee nel mar nero, so' proprio lontaaaaane da casa

http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_14/Mar-Nero-gli-USA-accusano-la-Russia-di-provocazioni-contro-la-portaerei-Donald-Cook-7532/
Per una volta gli yankie potrebbero pure cambiare strategia...questi so' rimasti ancora a Pearl Harbour, maro'.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 06 Mag 2014, 16:10
tentativo ricostruzione odessa: http://www.trentinorussia.blogspot.it
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 06 Mag 2014, 20:44
http://www.trentinorussia.blogspot.it/

Eh, ma l'alleanza atlantica non è un pranzo di gala. Vero Gunny?

Hm. Suppongo tu stia cercando di dimostrare ai miei occhi (ravvisandone evidentemente il bisogno) che...boh, "gli ucraini non sono buoni"? O che è colpa di Bush anche stavolta?
Dettaglia, che sono curioso.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 06 Mag 2014, 22:44
Dettaglio subito.
In un quadro assai difficile da ricostruire senza sfondoni e parzialismi (io sono di parte e questa è un'escalation di cui non si riesce ad immaginare la fine) mi vergogno profondamente di sentire i ministri del mio Paese che parlano di aiutare un'operazione di guerra.

Una guerra dove l'impego di neonazisti da parte dell'iniziativa atlantica sarebbe "sbarazzino" anche nei casi in cui questi non fossero chiamati a sostituire l'esercito ucraino, abbastanza restio a massacrare i propri connazionali, come è successo ad Odessa.


Bush politicamente è morto, piuttosto resto esterrefatto da McCain, un personaggio che ho sempre considerato di spessore umano non indifferente, che adesso tuona per la guerra contro i russi. Quale è l'opinione del contribuente USA dinanzi alla prospettiva di foraggiare Pravy Sektor?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 06 Mag 2014, 23:04
Ragazzi, mettiamoci l'anima in pace, finché non si pronuncia la Cina, parliamo di nulla.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 07 Mag 2014, 03:42
Dettaglio subito.
In un quadro assai difficile da ricostruire senza sfondoni e parzialismi (io sono di parte e questa è un'escalation di cui non si riesce ad immaginare la fine) mi vergogno profondamente di sentire i ministri del mio Paese che parlano di aiutare un'operazione di guerra.

Una guerra dove l'impego di neonazisti da parte dell'iniziativa atlantica sarebbe "sbarazzino" anche nei casi in cui questi non fossero chiamati a sostituire l'esercito ucraino, abbastanza restio a massacrare i propri connazionali, come è successo ad Odessa.


Bush politicamente è morto, piuttosto resto esterrefatto da McCain, un personaggio che ho sempre considerato di spessore umano non indifferente, che adesso tuona per la guerra contro i russi. Quale è l'opinione del contribuente USA dinanzi alla prospettiva di foraggiare Pravy Sektor?

Allora.
Quello che stai sostenendo tu è che Pravy Sektor abbia agito sotto preciso mandato occidentale.
Hai qualche prova a supporto?
Puoi illuminarmi su quale vantaggio otterremmo noi mefistofelici europei facendo massacrare un centinaio di poveracci e, nel processo, a) facendo passare per genocida il movimento Maidan b) compattando il fronte filo-russo in ogni dove e c) fornendo a Putin un perfetto casus belli?
Cui prodest?

Facciamo un po' di ordine.
L'allegra giornata di Odessa è iniziata verso le 14:00 quando un gruppo di filo-russi armati di asce, catene e armi automatiche ha aggredito un gruppo di filo-ucraini (ultras di due squadre di calcio locali che avevano programmato una marcia congiunta pro-Maidan). In quella stessa circostanza si è registrata la prima vittima, un 35enne attivista filo-ucraino.
Si è scatenata la furia dei filo-ucraini (che, non bastassero qualche migliaia di ultras inferociti, a Odessa sono comunque la maggioranza), certosinamente alimentata dai filo-russi, che sparavano dalla strada o dai tetti, spesso protetti da unità evidentemente deviate della polizia, il cui capo non a caso è ora in galera https://www.youtube.com/watch?v=Tlbr2ZKxKho
Dopo un intero pomeriggio di violenti scontri, e dopo che gli FSB/infiltrati che avevano dato origine al tutto si erano rapidamente disimpegnati con l'aiuto della polizia (Cossiga-style), la folla inferocita si è diretta verso il famigerato edificio delle Trade Unions, dove hanno smantellato e dato fuoco al campo del manifestanti filo-russi (molti dei quali, probabilmente, erano in realtà incolpevoli). Questi si sono rifugiati nell'edificio... in cattiva compagnia, purtroppo per loro. E qui sono successe le cose davvero complicate..
I manifestanti, sia cittadini normali sia i fanatici di Pravy Sektor, dopo una giornata di battaglia urbana e dopo qualche morto, erano davvero con la schiuma alla bocca e volevano ammazzarli, quindi hanno iniziato a tirare molotov.
Le persone all'interno dell'edificio, curiosamente, sembravano appartenere ai due ceti ben distinti. Quelli che sono rimasti a morire soffocati o bruciati nei piani inferiori (malcapitati che lavoravano lì, manifestanti pro-russia pacifici) e quelli che, chissà come, si sono salvati andando sul tetto impedendo ai succitati di fare lo stesso e si sono goduti lo spettacolo, lanciando ogni tanto qualche molotov "motivazionale" sulla folla.
(http://ic.pics.livejournal.com/frallik/12164489/875995/875995_original.jpg)
Molti manifestanti pro-Ucraini nel mentre avevano probabilmente intuito che stavano cascando in una trappola come dei fessi, tant'è che ci sono parecchi video di persone che vengono affannosamente aiutate a fuggire dalle finestre con l'uso di scale o ponteggi. Nel mentre, nuove molotov esplodevano... all'interno dell'edificio, dietro vetri mai infranti.
Non sapremo tanto presto con certezza chi abbia commesso gli atti più efferati. Quello che ha colpito di più è indubbiamente lo strangolamento della donna incinta, che immagino abbia costituito l'apice del tuo sdegno... e che però temo abbia pagato l'essere rimasta intrappolata in un edificio insieme a qualche gentiluomo dell'FSB. In questa foto, è lei sulla destra che sventola la bandiera ucraina.
(http://ic.pics.livejournal.com/frallik/12164489/874312/874312_original.jpg)
Qualcuno potrebbe notare delle similitudini con la questione del Sarin in Siria - la tesi che vedeva i ribelli colpevoli (e quindi l'Occidente cattivo) all'epoca naturalmente non aveva fatto troppa fatica ad attecchire.

La mia tesi provvisoria quindi, sommando tutti gli input raccolti, è che il massacro sia stato una riuscita operazione PR da parte dell'FSB, con il generoso contributo dei bifolchi di Pravy Sektor (i più preziosi assistenti involontari (?) di Putin). Putin è un vero maestro, d'altronde non esci con le redini in mano da Afghanistan, Cecenia, Ossezia e Georgia senza imparare qualche trucco del mestiere.

Con questo, e spero sia davvero l'ultima volta che devo dirlo, non intendo affermare che gli Ucraini siano BUONI (uso parole semplici così ci si capisce tutti).
Guardiamoci tutti sto video così ci togliamo il pensiero
https://www.youtube.com/watch?v=NKuDzXAgdf4

Il punto, e spero che anche questo finalmente passi, è che io delle categorie dell'amore e della bontà non so che cazzo farmene parlando di questioni militari/geopolitiche. Ogni discussione che ambisce ad essere utile utile dovrebbe guardarsi bene dal farne uso e cercare di capire il perché delle cose, con più realismo possibile.

Noi europei siamo abbastanza abituati a determinati standard in materia di diritti umani/civili ecc, ma quando si tratta di fare business fuori dal nostro orticello ti trovi a relazionarti con gente diversa.
Gas e petrolio li abbiamo comprati da Gheddafi che faceva violentare le figlie dei dissidenti, dagli arabi che uccidono sul lavoro una trentina di filippini al minuto per costruire uno stadio di calcio e menano una donna se parla, da Putin che spara in testa ai giornalisti e... udite udite, dagli ucraini che hanno nostalgie verso la Wermacht ogni qualvolta Putin gli ricorda i duri anni dell'URSS. Nulla di tutto questo impedirà a mog_tom di accendere con piena soddisfazione la sua automobile e recarsi al lavoro godendo del frutto di tanta malvagità, e ci mancherebbe altro.

Ora la partita riguarda il futuro assetto dell'est europa ed è una partita dove la nostra voce è bene si senta. Si sta sentendo, per ora, giusto quella americana, mentre noi ancora zitti e mosca. Le sanzioni per calmare Putin non basteranno, e l'Ucraina da sola con Putin non ce la può fare. Se li incapretta come vuole e il caso di Odessa lo dimostra impietosamente. Finirà smembrata in pochi mesi, se non validamente puntellata.
Il rischio di una escalation incontrollabile non è davvero alto. Nessuno ha interesse a far esacerbare veramente la crisi Russia-Occidente, neanche Putin. Ma lui ha ottenuto il suo risultato minimo, il prossimo round lo può vincere come perdere. Un lusso che noi non abbiamo.

Questo, che è IMHO al massimo, lo dico sulla base di quanto so al momento. Non è un'opinione condivisa da tutti gli analisti e opinionisti del settore (quelli di analisi difesa, ad esempio, ritengono meglio non irritare Putin). La questione è complessa e ogni fatto, per quanto semplice, è suscettibile di valutazioni estremamente disparate.
Approfondirò meglio appena metto le mani sullo speciale ucraino appena uscito con Limes, che purtroppo non ho ancora avuto il tempo di leggere ma che confido sarà valido ed esauriente come di consueto.
Se può interessare a qualcuno, posso chiedere un parere ad un mio amico che lavora come military analist al CESI. Lui fa per lavoro quello che io faccio per (sempre più risicato) hobby, quindi credo abbia sicuramente qualche buona valutazione da offrire.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 07 Mag 2014, 08:00
Grazie, sì.
E io prendo l'autobus.

E' questione di meno peggio. Gli USA non saranno mai capaci di gestire il proprio declino come hanno fatto gli inglesi. Usare le ONG come copertura per finanziare neofascisti nell'Est non è una genialata. Fomentare gli alleati in Asia (Filippine e Giappone, per dirne due) contro la Cina spingerà questa nelle braccia di Putin, che sta preparando alternative valutarie al petrodollaro eccetera eccetera.

Son brutti scenari.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 07 Mag 2014, 12:48
Questo, che è IMHO al massimo, lo dico sulla base di quanto so al momento.

Dove in rete posso trovare qualche analisi di quanto successo finora? Anche in Inglese. Limes forse? Ma non so se il sito approfondisce così come la rivista. Altro?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 07 Mag 2014, 15:44
Questo, che è IMHO al massimo, lo dico sulla base di quanto so al momento.

Dove in rete posso trovare qualche analisi di quanto successo finora? Anche in Inglese. Limes forse? Ma non so se il sito approfondisce così come la rivista. Altro?

Qui i due articoli CONTRARI alla mia tesi.
http://www.globalresearch.ca/how-neo-nazi-thugs-supported-by-kiev-regime-killed-odessa-inhabitants-photographic-evidence/5380504
http://scgnews.com/odessa-massacre-evidence-the-mainstream-media-wont-show-you-warning-disturbing-footage

Sono passati solo 5 giorni dai fatti, quindi non credo che su Limes abbiano fatto in tempo a trattare l'argomento, purtroppo.
Pezzi più "prudenti" o più favorevoli alla mia tesi li avevo letti su reuters e financial times, ma non trovo più i link.
Fondamentalmente, la grande disputa è su chi abbia armato la mano dei provocatori filo-russi (o apparentemente filo-russi). Se l'FSB, oppure la giunta di Kiev. Ci vorrà del tempo prima che ci sia qualche dato certo, servirebbe un'indagine imparziale e al momento non vedo come questo possa accadere.
Per il momento, l'unica cosa che posso chiedermi è, appunto: cui prodest? A chi può interessare scatenare un massacro di pacifici manifestanti filo-russi, far indignare (comprensibilmente) tutti i mog_tom del mondo ed erodere la base di consenso della politica estera blandamente filo-ucraina degli stati europei? In attesa di prove del contrario (che potrebbero benissimo arrivare, eh) la risposta che riesco a darmi è una sola.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 07 Mag 2014, 16:35
Gunny, è un piacere leggerti.

Però, ti prego: cui prodest, sennò mi si accappona la pelle dei polpacci.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 07 Mag 2014, 16:48
Gunny, è un piacere leggerti.

Però, ti prego: cui prodest, sennò mi si accappona la pelle dei polpacci.

Santi numi, chiedo scusa. Il mio professore del Classico avrà le orecchie che fischiano da due giorni^^
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kintor - 07 Mag 2014, 16:54
A chi può interessare scatenare un massacro di pacifici manifestanti filo-russi, far indignare (comprensibilmente) tutti i mog_tom del mondo

Che sarebbe un mog_tom?

EDIT: ho visto ora, sorry   :whistle:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 07 Mag 2014, 17:37
i tartari mi dicono
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 07 Mag 2014, 18:56
https://twitter.com/ProfessorsBlogg/statuses/464050364866891777

Ah, mi pareva... peccato perché 14 anni or sono McCain sembrava ammodo. Adesso c'è da ringraziare che abbia vinto Bush Jr. :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 04 Giu 2014, 14:54
http://espresso.repubblica.it/internazionale/2014/06/03/news/ucraina-la-strage-dal-cielo-i-filmati-choc-dell-ultimo-raid-1.168014?ref=twhe
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Giu 2014, 15:50
filo-europeisti e golpisti well done +1


Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Giobbi - 04 Giu 2014, 19:09
male molto male
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: baku.nin - 04 Giu 2014, 19:54
Il premio nobel della pace, mi dice il primo quotidiano nazionale, sta con i golpisti occidentalizzanti di Kiev, gente che nel governo ha 4 ministri di questo partito qui (http://312bloggen.files.wordpress.com/2014/03/svoboda-symbol1.jpg?w=604&h=291), mentre è partita da mesi una propaganda anti-Putin col beneplacido del pacifinitismo di centro-sinistra di tutta Europa

sono giorni che i rastrellamenti stanno andando al ritmo di decine di vittime civili russofone al giorno.
Bravo Obama, bravo Pd

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Giu 2014, 22:07
http://www.theguardian.com/world/2014/may/31/bilderberg-ukraine-summit

traduzione (e non rompete le palle che è un sito grillino)

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13453
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 06 Giu 2014, 12:39
grandissimo hollande ad incontrare prima obama e poi putin in separata sede
visto che ha i contratto per vendergli i portaelicotteri classe mistral
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Neophoeny - 16 Giu 2014, 01:17
http://www.lastampa.it/2014/06/15/multimedia/esteri/iraq-sul-sito-jihadista-le-immagini-dellesecuzione-HvKy59jfxqOXv9G0Pc0UAM/pagina.html

Che schifo... Non riesco a concepire come esseri umani possano compiere azioni del genere.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 16 Giu 2014, 02:46
Sarà che la democrazia gli è arrivata avariata.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 11 Lug 2014, 11:39
i palestinesi stanno impicciati, prendono mazzate pure se si avvicinano all'egitto

adesso aspettiamo che finiscono i mondiali poi magari se li caga qualcuno
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 11 Lug 2014, 15:24
Ma perchè Drone, che ti hanno fatto di male 'sti sionisti?
Loro sono i buoni, sono i palestinesi che sono terroristi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 12 Lug 2014, 15:49
che merde

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/12/gaza-nuovi-raid-israeliani-centrato-orfanotrofio-uccise-3-bimbe-disabili/1057993/

noi aiutiamo anzichenò

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13630
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 17 Lug 2014, 23:45
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/17/malaysia-airlines-precipita-aereo-a-confine-con-la-russia-abbattuto-da-missile/1063864/#foto-foto-radar

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 18 Lug 2014, 09:23
alcune considerazioni, giuste o sbagliate che siano certo che ora non prenderei un aereo della malasia airlines +2

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13657
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 18 Lug 2014, 10:12
Un sito (casualmente russo) propone un po' di fanta politica

http://rt.com/news/173672-malaysia-plane-crash-putin/ (http://rt.com/news/173672-malaysia-plane-crash-putin/)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shape - 18 Lug 2014, 11:20
alcune considerazioni, giuste o sbagliate che siano certo che ora non prenderei un aereo della malasia airlines +2
Mah, è stato solo un caso che l'aereo fosse della Malaysia Airlines: si tratta infatti di un volo KLM preso in carico da una compagnia del gruppo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 18 Lug 2014, 12:18
alcune considerazioni, giuste o sbagliate che siano certo che ora non prenderei un aereo della malasia airlines +2
Mah, è stato solo un caso che l'aereo fosse della Malaysia Airlines: si tratta infatti di un volo KLM preso in carico da una compagnia del gruppo.

se c' è stato un errore comunque è probabilmente dovuto al fatto che la malaysian airlines ha gli stessi colori dell'aereo presidenziale, ammesso che ciò si possa distinguere a 10 km di distanza
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: ..::pierre147::.. - 18 Lug 2014, 12:21
alcune considerazioni, giuste o sbagliate che siano certo che ora non prenderei un aereo della malasia airlines +2
Mah, è stato solo un caso che l'aereo fosse della Malaysia Airlines: si tratta infatti di un volo KLM preso in carico da una compagnia del gruppo.

No, è un volo di linea Malaysian Airlines operato in code sharing con KLM (e probabilmente anche con qualche altra compagnia). La differenza è sottile, ma c'è.

Malaysian Airlines e KLM non fanno parte dello stesso gruppo/alleanza, tra le altre cose.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 23 Lug 2014, 16:55
LOL è vero

i soldati catturano, i terroristi rapiscono

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13674
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 24 Lug 2014, 21:13
Ma l'economia di Israele come va? Cosa producono, cosa esportano? Perché una guerra dovrebbe costare, soprattutto se poi ti ritrovi in mano un pugno di sassi e polvere.
L'Italia porgerebbe l'altra guancia solo per il fatto che non possiamo permetterci di fare il pieno a più di due carri armati per volta, possibile che siano così ricchi?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 24 Lug 2014, 21:20
Ma l'economia di Israele come va? Cosa producono, cosa esportano? Perché una guerra dovrebbe costare, soprattutto se poi ti ritrovi in mano un pugno di sassi e polvere.
L'Italia porgerebbe l'altra guancia solo per il fatto che non possiamo permetterci di fare il pieno a più di due carri armati per volta, possibile che siano così ricchi?
L'economia è sana, non fosse per le tensioni internazionali potrebbe far parte senza problemi dell'UE.
Hanno l'indipendenza energetica, producono apparecchiature elettriche, anche di alto livello (il sistema di intercettazione dei missili sparati da Hamas lo sta a dimostrare), producono una caterva di verdure e frutta che esportano in tutto il mondo, irrigando il deserto del Negev, mentre in Puglia hanno ogni anno l'emergenza idrica. Poi hanno gruppi musicali black e folk molto fighi
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 24 Lug 2014, 21:54
...e, per finire, immagino giusto qualche soldino investito qua e là, giusto per.

 :D

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 24 Lug 2014, 22:02
Mah, guarda. Da quel che ricordo, l'alta finanza non è tra le voci più importanti dell'economia israeliana.
L'impulso, oltre che dagli aiuti americani, l'han dato i sopravissuti tedeschi e austriaci alla Shoa, tutti borghesi con spiccate doti imprenditoriali, mentre gli ebrei polacchi, ucraini e russi erano contadini e lavoratori instancabili (oltre che assai più ortodossi e conservatori).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 25 Lug 2014, 01:43
Sono fortissimi anche nella ricerca (primo paese al mondo per investimenti in R&D in rapporto al PIL) e nelle alte tecnologie. Tel Aviv è uno dei posti più start-up friendly al mondo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 25 Lug 2014, 16:14
Gli israeliani che esportano frutta e verdura nel deserto, allora noi in italia che ci cadono addosso le pere dagli alberi e ci crescono gli orti nelle grondaie come minimo dovremmo sfamare l'intera europa orientale.

Mi sembra palese che l'economia israeliana sia massivamente pompata dall'esterno altrimenti andrebbero in giro a dorso d'asino, quale tecnologia
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 25 Lug 2014, 19:20
Metà degli ortaggi che mangi d'inverno arrivano da lì.
Se poi noi dobbiamo buttare via frutta e verdura perché sforiamo le quote lamentiamoci con chi ha firmato negli anni Ottanta certi livelli di produzione per gli accordi europei.
Io ho visto il Negev: sembra un giardino.

Ah, particolare altamente culturale: mai vista così tanta fregna in un paese mediterraneo
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 25 Lug 2014, 19:44
Ah, particolare altamente culturale: mai vista così tanta fregna in un paese mediterraneo

Mi viene in mente Bar Rafaeli.
Qualche altra bella ragazza famosa e' israeliana?
 ???
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 25 Lug 2014, 21:20
Ah, particolare altamente culturale: mai vista così tanta fregna in un paese mediterraneo

Mi viene in mente Bar Rafaeli.
Qualche altra bella ragazza famosa e' israeliana?
 ???

La Portman
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 26 Lug 2014, 02:20
La Portman

Sapevo fosse di origini israeliane ma ero sicuro fosse americana, invece scopro essere nata a Gerusalemme.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 26 Lug 2014, 11:04
Ah, particolare altamente culturale: mai vista così tanta fregna in un paese mediterraneo

Mi viene in mente Bar Rafaeli.
Qualche altra bella ragazza famosa e' israeliana?
 ???

non famosissima ma gnocca cosmica, altro che la portman, Moran Atias
purtroppo cinematograficamente non gli ha detto molto bene, film sbagliati tipo la terza madre
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 26 Lug 2014, 17:39
Ci credo, gli israeliani sono un mix tra europei del nord, Tedeschi, francesi, Olandesi e slavi, Polacchi, russi.
Fondono anche il pragmatismo e il cinismo dei primi con l'abnegazione e l'aggressività dei secondi. Praticamente macchine da guerra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 26 Lug 2014, 18:02
Praticamente macchine da guerra.

Letteralmente.  :(
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 30 Lug 2014, 08:40
Thanks Obama!

https://www.youtube.com/watch?v=0_eDgYDn49s

Sottotitoli inglesi disponibili nel filmato...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 31 Lug 2014, 12:26
Yankee veramente ridicoli, ancora sanzioni alla russia, e israele? Solo la bolivia ha dichiarato israele "stato- terrorista"

http://www.corriere.it/esteri/14_luglio_30/shayma-non-ce-l-ha-fatta-era-nata-viva-la-morte-madre-c30282e6-1823-11e4-a7a2-42657e4dcc3b.shtml
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 31 Lug 2014, 15:26
Sanzioni che pagheremo di tasca nostra a meno che gli americani non ci regalino un po' di petrolio e di gas.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 01 Ago 2014, 00:37
Sanzioni che pagheremo di tasca nostra a meno che gli americani non ci regalino un po' di petrolio e di gas.
esatto. Per una situazione dove, parere mio, la Russia non aveva nemmeno tutti i torti. Ma l'UE e gli USa si sono mossi con la delicatezza di un elefante in una cristalelria
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 01 Ago 2014, 00:39
Yankee veramente ridicoli, ancora sanzioni alla russia, e israele? Solo la bolivia ha dichiarato israele "stato- terrorista"

http://www.corriere.it/esteri/14_luglio_30/shayma-non-ce-l-ha-fatta-era-nata-viva-la-morte-madre-c30282e6-1823-11e4-a7a2-42657e4dcc3b.shtml
a beh. Israele stato terrorista, però Hamas che nel suo statuto scrive che ogni palestinese deve lottare fino alla morte per uccidere e cacciare ogni infedele dalla palestina va bene.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 01 Ago 2014, 06:04
https://www.youtube.com/watch?v=h7qFACSfd_k
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 01 Ago 2014, 10:16
a beh. Israele stato terrorista, però Hamas che nel suo statuto scrive che ogni palestinese deve lottare fino alla morte per uccidere e cacciare ogni infedele dalla palestina va bene.

Ma il fatto è che Hamas non rappresenta certo i palestinesi (o la striscia di Gaza).
Bombardare a tappeto palermo per combattere la mafia ti sembra giustificabile? Perchè in un certo senso è qualcosa di molto simile.
Con l'ovvia conseguenza che più bombardi e ammazzi innocenti più terroristi/resistenza/mafia si rafforzano.
Hamas per tanti palestinesi è la resistenza. La loro politica è assurda, ma resta il fatto che hanno veramente poche opzioni diplomatiche (oltre che militari) visto che il mondo intero continua a ignorarli.

Gli israeliani si comportano da criminali e da idioti, perchè oltre ad ammazzare un sacco di gente innocente rafforzano il nemico (e si fanno sempre più disprezzare da tutto il mondo).

Renditi conto che tutto è cominciato perchè tre ragazzi israeliani sono morti ammazzati da non si sa chi...
questa è la loro giustificazione per la guerra!!
(o meglio per un'operazione che ha causato decine di morti e centinaia di arresti, a cui quei terroristi impenitenti di hamas hanno risposto con un lancio di razzi - che peraltro non ha fatto alcun danno - che ha dato il via alle danze).

e tralasciamo tutti le provocazioni e le vessazioni israeliane che ogni volta sembrano (?) fatte ad arte per creare un nuovo casus belli... e tutti i tentativi di indebolire l'ANP per evitare di avere un reale rappresentante con cui confrontarsi.

Dai, oggi israele non può più essere giustificato in nessun modo da nessuno, perfino gli USA hanno lentamente cominciato a prendere le distanze!!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 01 Ago 2014, 12:03
(http://www.wallstreetitalia.com/attach/1718/635424821251069657.png)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 01 Ago 2014, 12:35

Ma il fatto è che Hamas non rappresenta certo i palestinesi (o la striscia di Gaza).
[cut]
Dai, oggi israele non può più essere giustificato in nessun modo da nessuno, perfino gli USA hanno lentamente cominciato a prendere le distanze!!

Bella analisi.
Consiglio di leggere questi quattro articoli: http://www.ilpost.it/giovannifontana/2014/07/14/la-strategia-israele/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 01 Ago 2014, 12:47
mi sembra un filino di parte
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 01 Ago 2014, 13:13
mi sembra un filino di parte

Hai letto tutte e quattro le parti?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 01 Ago 2014, 13:14
no mi sono fermato dove scrive che gli israeliani prima di bombardare valutano il minimo danno possibile tra i civili
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 01 Ago 2014, 13:20
berlusca biasimato da tutti per giustissimi ed ineccepibili motivi

Dopo 'ascesa al potere nel '69 gheddafi sfanculò tutti gli italiani che stavano li dalla sera alla mattina nonostante le numerosi opere per la modernizzazine del paese. Progressivamente dopo 40 anni il berlusca (a forza di cenoni e mignotte) era riuscito ad addomesticare il libico fino a farlo arrivare nella capitale con la sua bella limousine bianca, baciamano compreso. Un brutto giorno, non riscordo neanche il motivo, arrivano gli americani e una colazione europea, bombardano tutto e ammazzano il dittatore. Ora in libia vige il casino più assoluto.

Tutto questo ha una logica?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 01 Ago 2014, 13:43
no mi sono fermato dove scrive che gli israeliani prima di bombardare valutano il minimo danno possibile tra i civili

Non mi sembra allora che tu possa esprimere un giudizio valido.
Soprattutto come fai a dire che il tutto e' di parte avendo letto solo un percentuale minima?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 01 Ago 2014, 15:24
Consiglio di leggere questi quattro articoli: http://www.ilpost.it/giovannifontana/2014/07/14/la-strategia-israele/

Sicuramente interessante,
ma purtroppo si limita all'aspetto strettamente militare ignorando quasi del tutto l'aspetto politico (che è di gran lunga più importante).

Non mi è piaciuto molto il discorso sugli scudi umani:
a) pare che sotto i bombardamenti muoiano solo gli scudi umani, il che di sicuro non è vero (sarebbe interessante, anche se temo impossibile, avere delle percentuali)
b) questi si immolano volontariamente sotto le bombe per qualcosa in cui credono (e senza danneggiare nessuno altro se non loro stessi) e noi li consideriamo degli stronzi?
Dal punto di vista militare (e lo dico senza nutrire nessuna simpatia) vorrei capire quali sarebbero le alternative di Hamas.... nascondere i razzi nel deserto? Purtroppo la loro unica "arma" di difesa sono i civili, non è raro in una guerra asimmetrica.

Vorrei poi far notare che in tutto il mondo il 99,99% delle persone che può scegliere tra vivere la sua vita in pace e farsi saltare per aria sceglie la pace.
Il fatto che nella striscia la situazione sia cosi diversa mi pare già un buon indicatore della situazione in cui è costretta a vivere questa gente (e non certo solo a causa dei propri leader scriteriati).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 01 Ago 2014, 16:20
Consiglio di leggere questi quattro articoli: http://www.ilpost.it/giovannifontana/2014/07/14/la-strategia-israele/

Sicuramente interessante,
ma purtroppo si limita all'aspetto strettamente militare ignorando quasi del tutto l'aspetto politico (che è di gran lunga più importante).

Vero.
Ho comunque voluto condividere il link.
Nel mio caso sono venuto a conoscenza di diversi aspetti che ignoravo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 02 Ago 2014, 02:32
ancora con 'sto rapito, in guerra i soldati si catturano non si rapiscono, che è l'anonima sequestri? mhe

http://www.corriere.it/esteri/14_agosto_01/gaza-via-tregua-umanitaria-72-ore-cairo-si-tenta-mediazione-f3210394-1940-11e4-91b2-1fd8845305fa.shtml
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 02 Ago 2014, 08:35
Secondo la logica comune i Palestinesi sono terroristi e non un esercito organizzato ergo l'utilizzo, non a caso, di rapimento.
Naturalmente non sono mai riuscito a schierarmi da una parte o dall'altra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 02 Ago 2014, 15:45
Io invece sono giunto alla conclusione che abbiano torto entrambi e la soluzione sia nuclearizzarli tutti :yes:

Sulla seconda parte scherzo ovviamente
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 02 Ago 2014, 18:10
Hamas è uno stato?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 02 Ago 2014, 18:11
Io invece sono giunto alla conclusione che abbiano torto entrambi e la soluzione sia nuclearizzarli tutti :yes:

Sulla seconda parte scherzo ovviamente
LoL.
Volevo scrivere le medesime cose...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 02 Ago 2014, 18:47
Hamas è uno stato?
Sì, del Mossad.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 04 Ago 2014, 15:29
interessante mini riepilogo
http://temi.repubblica.it/limes/il-monologo-travestito-da-dialogo-israele-hamas-e-la-guerra-di-gaza/65039
http://temi.repubblica.it/limes/la-spirale-infinita-nel-caos-mediorientale/64289
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 04 Ago 2014, 19:35
no mi sono fermato dove scrive che gli israeliani prima di bombardare valutano il minimo danno possibile tra i civili

In realtà scrive tutt'altro.

Ci sono tre comportamenti, nei riguardi dei civili, in guerra: il primo è quello di cercare di ridurre al minimo le vittime civili, anche a costo di fare operazioni militari meno efficaci; il secondo è quello di ignorare la quantità di vittime civili che un’operazione militare possa comportare; il terzo è quello di cercare di fare più morti civili possibile.
Israele si comporta in un modo che rientra nello spettro fra il primo e il secondo, a seconda dell’opinione che se ne ha. Hamas si comporta inequivocabilmente nel terzo modo. Israele vuole uccidere il meno possibile o se ne frega. Hamas vuole uccidere il più possibile.


Mi pare assolutamente condivisibile. Se ad Israele non importasse nulla dei civili di Gaza non rimarrebbe pietra su pietra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 04 Ago 2014, 21:15
Il tg5 quale telegiornale scarto che è si schiera spudoratamente con gli israeliani senza mezze misure senza una minima critica.

Non ho prese di posizione tifo per il super parcheggio anch'io, solo per onestà intellettuale

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 07 Ago 2014, 15:26
sempre meglio. Comunque i tg sono scandalosi, si teme che la russia invada l'ucraina con la scusa di una missione umanitaria. E quando le fanno gli usa le missioni umanitarie che fanno

http://www.wallstreetitalia.com/article/1720842/putin-vieta-import-alimentare-da-europa-e-usa.aspx

http://www.wallstreetitalia.com/article/1720380/petrolio-putin-bypassa-l-occidente-intesa-da-20-miliardi-con-iran.aspx
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 07 Ago 2014, 15:55
no mi sono fermato dove scrive che gli israeliani prima di bombardare valutano il minimo danno possibile tra i civili

Male.
Articolo ottimo ed evidentemente scritto da qualcuno che ha visto "sul campo" la situazione.
Apprezzo particolarmente il piglio molto "freddo" e scevro dalla solita emotività calcistica con cui purtroppo molti affrontano l'argomento.

Una piccola postilla che aggiungo io: una delle ragioni per la quale Israele lancia queste periodiche azioni militari è l'intrinseca anti-economicità della (pur efficientissima) difesa antimissilistica garantita dal sistema Iron Dome. Abbattere razzi paleolitici del costo di 150$ l'uno con missili che costano centinaia di volte tanto è naturalmente un salasso per le casse della Difesa Israeliana, per cui a cadenza regolare si procede con l'equivalente militare di una potatura.
Sospetto che la cadenza delle operazioni si ridurrà non appena entreranno in servizio diffuso i sistemi Iron Beam che, come chiunque può intuire dal nome, permettono di abbattere i razzi con dei cannoni laser, al costo di qualche kW/ora di corrente per intercettazione. A quel punto, per quanto riguarda Israele, la situazione potrà stabilizzarsi e bombardare Israele coi Qassam diventerà un semplice impoverimento economico per Hamas. Così stando le cose, le uniche ragioni per effettuare azioni militari di qualunque entità sarà il (relativo) problema dei tunnel.
Quello che è certo è che, come dice l'articolista, Israele se l'è messa via da tempo che fare la pace con Hamas è impossibile. Provvede quindi ad assicurarsi che farci la guerra sia, se non comodo, meno fastidioso possibile.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 07 Ago 2014, 16:16
nessuna emotività calcistica, se la metti sul piano economico hai ragione te. Praticamente hai detto che per non spendere in soluzioni antimissile (rabin mode on) periodicamente si spiana tutto scuole ed ospedali compresi. va bene

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 07 Ago 2014, 16:31
Quello che è certo è che, come dice l'articolista, Israele se l'è messa via da tempo che fare la pace con Hamas è impossibile. Provvede quindi ad assicurarsi che farci la guerra sia, se non comodo, meno fastidioso possibile.

Il problema e' tutto qui per me.
Israele sembra non provare nessun fastidio riguardo l'uccisione di centinaia di bambini e migliaia di civili.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 07 Ago 2014, 18:49
Il problema e' tutto qui per me.
Israele sembra non provare nessun fastidio riguardo l'uccisione di centinaia di bambini e migliaia di civili.
Ma l'obiettivo di Israele è esattamente quello, fare pulizia etnica.
Inoltre a proposito di Iron Dome e dintorni https://www.youtube.com/watch?v=M0ot2JOP_QA#t=114

E tanto di cappello a Mossad, CIA e MI6, con l'ISIS hanno fatto un capolavoro, penso che questo sia l'ultimo tassello.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 07 Ago 2014, 19:47
Il problema e' tutto qui per me.
Israele sembra non provare nessun fastidio riguardo l'uccisione di centinaia di bambini e migliaia di civili.

nessuna emotività calcistica, se la metti sul piano economico hai ragione te. Praticamente hai detto che per non spendere in soluzioni antimissile (rabin mode on) periodicamente si spiana tutto scuole ed ospedali compresi. va bene

E' senz'altro una situazione dura, ma dall'altra parte del muro c'è chi al punto 1 del proprio manifesto ha il tuo sterminio, legittimato dal voto della popolazione. Il paragone che qualcuno ha fatto con la Mafia a Palermo è sbagliato: Hamas non è una organizzazione criminale con infiltrazioni nello Stato, Hamas a Gaza È lo Stato. E la maggior parte degli scudi umani che salgono su ospedali, chiese ecc sono volontari.
Non puoi fare la pace con chi ti vuole morto.
L'unica speranza è che gli abitanti della Striscia capiscano che Hamas a lungo andare significa la loro totale rovina e impongano il ritorno di Fatah, con la quale si può (faticosamente) ragionare.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 07 Ago 2014, 19:48
Non puoi fare la pace con chi ti vuole morto.

Mi sembra importante spiegare il perché il tuo nemico ti vuole morto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 07 Ago 2014, 20:05
Non puoi fare la pace con chi ti vuole morto.

Mi sembra importante spiegare il perché il tuo nemico ti vuole morto.

Senz'altro. La risposta però non è semplice e non c'è un "gran cattivone" da punire, fatta la qual cosa si risolve tutto.
E trovare la risposta non ferma i razzi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 07 Ago 2014, 20:12
E trovare la risposta non ferma i razzi.

Purtroppo oramai e' troppo tardi.
Hamas vince perche' noi, inteso come Nazioni Unite, abbiamo voluto risolvere una questione particolarmente difficile nel modo più semplice possibile per poi lavarcene le mani.
Inoltre l'eta' media bassissima di chi vive nella Striscia non aiuta la memoria storica. Quindi gli stessi errori vengono ripetuti e la spirale d'odio trova nuovi adepti.
I razzi li potrebbe fermare la comunità internazionale. Ma quelle terre non hanno un appeal economico e quindi l'indignazione e' l'unica passo che i governi dei paesi non coinvolti direttamente sono costretti a compiere.
Tutto molto triste.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 08 Ago 2014, 15:40
E' senz'altro una situazione dura, ma dall'altra parte del muro c'è chi al punto 1 del proprio manifesto ha il tuo sterminio, legittimato dal voto della popolazione. Il paragone che qualcuno ha fatto con la Mafia a Palermo è sbagliato: Hamas non è una organizzazione criminale con infiltrazioni nello Stato, Hamas a Gaza È lo Stato. E la maggior parte degli scudi umani che salgono su ospedali, chiese ecc sono volontari.
Non puoi fare la pace con chi ti vuole morto.
L'unica speranza è che gli abitanti della Striscia capiscano che Hamas a lungo andare significa la loro totale rovina e impongano il ritorno di Fatah, con la quale si può (faticosamente) ragionare.

Gunny, premetto che ti voglio bene, ti leggo sempre con moltissimo interesse e in genere sono molto d'accordo con te... non oggi però.

Il paragone con la mafia e Palermo è sicuramente forzato, anche perchè non credo si sia mai verificata al mondo una situazione lontanamente simile a quella di Israele/Palestina.
Però non mi sembra affatto cosi campato per aria... ma lasciamo perdere.

Dici che con Hamas non si può discutere. Non sono totalmente d'accordo, ma giriamo la domanda:
con israele si può discutere? Israele è quel paese governato da un moderatissimo Netanyahu (che sarebbe considerato un mezzo fascista in qualsiasi paese occidentale civile) che ogni giorno viene accusato dall'opposizione di destra (fanatici tali e quali ad Hamas con l'aggravante di essere in posizione di forza e di vivere in tutt'altro contesto) di essere un sinistrorso palle mosce! E stiamo parlando di un' opposizione decisamente consistente che un giorno si e uno no rischia di far saltare il governo.

Io ho sempre l'impressione che Israele si sia "rassegnato" a mantenere lo status quo perchè ne ha tutto l'interesse: fa il cazzo che vuole con i diritti dei palestinesi, occupa tutti i nuovi territori che vuole nel modo che più gli garba, ignora i crimini commessi dai coloni più fanatici (che fanno coppia con hamas) etc

Gli effetti collaterali per israele quali sono? qualche spesa militare, parecchi insabbiamenti e qualche morto/ferito/rapito spot che fa comunque comodo per mettere a tacere la debole dissidenza interna al paese e per rinfacciare al resto del mondo che i poveri "ebrei eterne vittime della storia sempre e comunque" hanno tutto il diritto di difendersi.

Mi ricordo ancora la vergognosa sceneggiata di Israele quando la palestina è diventata stato osservatore non membro ONU.
Proprio una bella dimostrazione di quanto sinceramente desiderino la pace.

Poi so benissimo che storicamente le colpe sono ben distribuite da tutte le parti, ma da qualche anno mi pare che israele ci tenga molto a fare la parte dello stronzo.

Non puoi fare la pace con chi ti vuole morto.
Mi sembra importante spiegare il perché il tuo nemico ti vuole morto.
Senz'altro. La risposta però non è semplice e non c'è un "gran cattivone" da punire, fatta la qual cosa si risolve tutto.
E trovare la risposta non ferma i razzi.
Vero, ma è il primo passo da compiere se si vuole arrivare alla pace.
Cosa che ad Israele e ad Hamas magari non interessa, ma alla maggioranza della popolazione palestinese probabilmente si.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 08 Ago 2014, 18:22
Io ho sempre l'impressione che Israele si sia "rassegnato" a mantenere lo status quo perchè ne ha tutto l'interesse: fa il cazzo che vuole con i diritti dei palestinesi, occupa tutti i nuovi territori che vuole nel modo che più gli garba, ignora i crimini commessi dai coloni più fanatici (che fanno coppia con hamas) etc

Premesso che ti ringrazio per la pacatezza e l'educazione del tuo post, non concordo con questo passaggio, che mi sembra essere quello dirimente in merito all'argomento di cui stiamo parlando (l'atteggiamento di Israele)

Non esiste, da parte Israeliana, nessun interesse a occupare territorio a Gaza, né a insediare coloni, né a fare altre cose di questo tipo.
Questo te lo posso garantire perchè, molto semplicemente, i coloni c'era già (quasi 10.000) ed è stato proprio Sharon a farli evacuare unilateralmente da Gaza nel 2004 (e cacciando coi bulldozer quelli che non lo volevano fare), lasciando Hamas a festeggiare la “vittoria” abbattendo le sinagoghe e bruciando bandiere.
http://it.wikipedia.org/wiki/Piano_di_disimpegno_unilaterale_israeliano
Chi gliel'ha fatto fare, se il loro fine fosse quello di guadagnarsi lebensraum?

Lo scopo di Israele è mantenere la sua sicurezza e la sua prosperità. Naturalmente il suo modo di farlo è decisamente distante dalle abitudini (almeno da quelle confessate) delle "democrazie occidentali". Sicuramente la loro disinvoltura nel ricorrere alla violenza dell'azione militare mette a disagio, in particolare noi europei che siamo in questo momento la popolazione al mondo che ha raggiunto il punto di massima distanza da una realtà di conflitto (a parte il Costa Rica?).
Detto questo, la loro situazione di conflitto semipermanente con buona parte delle nazioni circostanti nel corso degli ultimi 60 anni (ma, in realtà, da ben prima) ha costituito una spinta evolutiva ineludibile, che li ha resi una nazione-fortezza. Una micro-nazione occidentale altamente tecnologizzata ma priva di una delle caratteristiche principi delle democrazie, ovvero l'ipocrisia (nella sua accezione più tecnica). In sostanza, non hanno un'immagine da difendere, o comunque non la antepongono all'efficacia della propria autodifesa. 
Vivono (salvo i più giovani o quelli abituati a vivere all'estero) una dimensione mentale di autodifesa perenne, la sindrome d'accerchiameno di chi non ha mai trascorso più di qualche anno della propria storia senza essere sotto attacco per questioni etniche o religiose.
L'Occidente che secondo alcuni gli ha “fornito” una patria (e che in realtà glie l'ha solo riconosciuta obtorto collo - questa è una cosa su cui quasi tutti sono terribilmente disinformati) è lo stesso occidente che li ha ghettizzati, umiliati e sterminati per secoli, una visione repressiva rispetto alla quale la Shoah è stato solo la messa in atto più scientifica, NON un'aberrazione o una discontinuità.
Il Sionismo, alimentato da quell'evento, ha assunto tratti di aggressività e disperazione che prima non aveva, alimentando l'afflusso (in particolare dall'est europa) verso la promessa patria di tutti quanti, sconvolti dalla Shoah, sentivano di non essere più sicuri in alcun luogo del mondo. Di questo, NOI siamo colpevoli, in particolare noi italiani ex fascistelli pentiti per convenienza e in realtà eternamente tentati di tornare tali. Non certo loro, che si sono visti sull'orlo dell'estinzione. Non capire questo significa non voler capire nulla del conflitto arabo-israeliano.
Da allora ci sono state una ventina di guerre (grandi e piccole) in medio oriente, quasi tutte scatenate CONTRO Israele che, essendo un osso parecchio duro, ha sempre tratto il massimo dalla goffaggine e dall'impreparazione dei suoi nemici, terminando le guerre con più terreno di quanto ne avesse prima. La loro è una spietata storia di survival of the fittest applicata su scala geopolitica. Fa brutto? Se ne sono fatti una ragione da tempo. Significativamente vi ricordo che l'80% e oltre per cento della popolazione israeliana considera sacrosanto il recente intervento militare.
Bisogna fare i conti con tutti questi aspetti, prima di illudersi che vi sia qualcosa di sbagliato nell'atteggiamento di Israele che, se corretto, magicamente trasformerebbe la Palestina in una terra di pace e concordia.
Israele vuole mantenere la sua sicurezza e la sua prosperità., ed è disposto ad atti terribili per farlo. Il tandem Hamas-Hezbollah vuole, per ragioni prettamente ideologiche e religiose, l'annientamento di Israele ed è disposta ad atti ancora più terribili. Il vantaggio tecnologico mantiene le mani di Israele relativamente più pulite, ma anche ai loro occhi si tratta di un nice to have, cui si può rinunciare in caso di stringente bisogno.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 08 Ago 2014, 19:13
L'Occidente che secondo alcuni gli ha “fornito” una patria (e che in realtà glie l'ha solo riconosciuta obtorto collo - questa è una cosa su cui quasi tutti sono terribilmente disinformati) è lo stesso occidente che li ha ghettizzati, umiliati e sterminati per secoli, una visione repressiva rispetto alla quale la Shoah è stato solo la messa in atto più scientifica, NON un'aberrazione o una discontinuità.
Il Sionismo, alimentato da quell'evento, ha assunto tratti di aggressività e disperazione che prima non aveva, alimentando l'afflusso (in particolare dall'est europa) verso la promessa patria di tutti quanti, sconvolti dalla Shoah, sentivano di non essere più sicuri in alcun luogo del mondo. Di questo, NOI siamo colpevoli, in particolare noi italiani ex fascistelli pentiti per convenienza e in realtà eternamente tentati di tornare tali. Non certo loro, che si sono visti sull'orlo dell'estinzione. Non capire questo significa non voler capire nulla del conflitto arabo-israeliano.

Se hai tempo/voglia potresti approfondire questo tuo passaggio?
Dall'altro (basso) della mia ignoranza non riesco a capire bene di cosa parli e dunque ad essere d'accordo con il tuo punto di vista.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 08 Ago 2014, 20:28
L'Occidente che secondo alcuni gli ha “fornito” una patria (e che in realtà glie l'ha solo riconosciuta obtorto collo - questa è una cosa su cui quasi tutti sono terribilmente disinformati) è lo stesso occidente che li ha ghettizzati, umiliati e sterminati per secoli, una visione repressiva rispetto alla quale la Shoah è stato solo la messa in atto più scientifica, NON un'aberrazione o una discontinuità.
Il Sionismo, alimentato da quell'evento, ha assunto tratti di aggressività e disperazione che prima non aveva, alimentando l'afflusso (in particolare dall'est europa) verso la promessa patria di tutti quanti, sconvolti dalla Shoah, sentivano di non essere più sicuri in alcun luogo del mondo. Di questo, NOI siamo colpevoli, in particolare noi italiani ex fascistelli pentiti per convenienza e in realtà eternamente tentati di tornare tali. Non certo loro, che si sono visti sull'orlo dell'estinzione. Non capire questo significa non voler capire nulla del conflitto arabo-israeliano.

Se hai tempo/voglia potresti approfondire questo tuo passaggio?
Dall'altro (basso) della mia ignoranza non riesco a capire bene di cosa parli e dunque ad essere d'accordo con il tuo punto di vista.

Guarda, siamo nell'imminenza del decimo anniversario delle prime chiacchierate a tema Medio Oriente qui su TFP^^
Ho ripescato questo intervento vintage che risponde (spero) alla tua domanda.

http://www.tfpforum.it/index.php?topic=8923.msg197068#msg197068
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 08 Ago 2014, 20:39
Guarda, siamo nell'imminenza del decimo anniversario delle prime chiacchierate a tema Medio Oriente qui su TFP^^
Ho ripescato questo intervento vintage che risponde (spero) alla tua domanda.

http://www.tfpforum.it/index.php?topic=8923.msg197068#msg197068

Ottimo link. Non ero a conoscenza di molti eventi storici da te descritti.
Conoscere ancora di più la storia di quella parte di mondo mi fa domandare ancora di più perché la comunità internazionale non fa qualcosa.
Negli anni sono stati proposti e firmati diversi accordi vari: http://en.wikipedia.org/wiki/Israeli–Palestinian_peace_process
Pero' i problemi rimangono. Non si potrebbe mandare uomini UN sul territorio? Non vedo altro modo per risolvere questa voglia di odio e potere che cresce su entrambi i fronti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 08 Ago 2014, 20:40
Mitico quel post, lo ricordavo ancora oggi.
Fu quello che mi spinse a legger Vittime :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 08 Ago 2014, 20:45
[cut] è lo stesso occidente che li ha ghettizzati, umiliati e sterminati per secoli, una visione repressiva rispetto alla quale la Shoah è stato solo la messa in atto più scientifica, NON un'aberrazione o una discontinuità.
Il Sionismo, alimentato da quell'evento, ha assunto tratti di aggressività e disperazione che prima non aveva, alimentando l'afflusso (in particolare dall'est europa) verso la promessa patria di tutti quanti, sconvolti dalla Shoah, sentivano di non essere più sicuri in alcun luogo del mondo. Di questo, NOI siamo colpevoli, in particolare noi italiani ex fascistelli pentiti per convenienza e in realtà eternamente tentati di tornare tali. Non certo loro, che si sono visti sull'orlo dell'estinzione. Non capire questo significa non voler capire nulla del conflitto arabo-israeliano.

Ti giro la domanda che mi ha fatto il grande. E' una domanda da bambini

Perchè gli ebrei li odiano tutti dai tempi dei faraoni

edit: la domanda è nata perchè da noi c'è un condominio blindato dove davanti han costruito un muro di cemento armato con le feritoie dove staziona 24:7 un presidio di militari
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 08 Ago 2014, 21:02
Mitico quel post, lo ricordavo ancora oggi.
Fu quello che mi spinse a legger Vittime :yes:

Saggio reminder, Andrea. Vale sempre la pena di consigliarlo.
A chi fosse curioso, il miglior libro che abbia mai letto sul conflitto arabo-israeliano
http://www.ibs.it/code/9788817107563/morris-benny/vittime-storia-del.html
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 09 Ago 2014, 15:43
A chi fosse curioso, il miglior libro che abbia mai letto sul conflitto arabo-israeliano
http://www.ibs.it/code/9788817107563/morris-benny/vittime-storia-del.html

Aggiunto alla wishlist di Amazon. Grazie del link.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 11 Ago 2014, 15:51
Bisogna fare i conti con tutti questi aspetti, prima di illudersi che vi sia qualcosa di sbagliato nell'atteggiamento di Israele che, se corretto, magicamente trasformerebbe la Palestina in una terra di pace e concordia.

Preciso solo che io non ho mai inteso dire questo... non vorrei mai passare per filopalestinese.
E sono ovviamente d'accordo anche sul fatto che l'occidente abbia enormi responsabilità.

Ma il punto è che mi pare che israele con questo atteggiamento "la nostra sicurezza prima di tutto, gli altri si fottano" stia facendo il gioco di Hamas e alimentando potentemente l'estremismo, non solo in palestina, ma in tutto il medioriente (mondo?).
La strategia di Hamas di massimizzare le vittime e l'entusiasmo di Israele nel procurargliele fa danni enormi all'immagine israeliana fra i popoli islamici (che paiono avere come unico collante il disprezzo/odio per israele), ma anche in occidente dove sono sempre meno i paesi disposti a giustificarli.

Onestamente non mi pare un comportamento molto furbo sul lungo periodo.

Comprendo le ragioni di israele e so benissimo che se ora vivono in relativa tranquillità è grazie al fatto che hanno blindato i palestinesi nella striscia di Gaza... come so che se check-point/muri/militari sparissero oggi, domani ricomincerebbero a saltare per aria autobus e discoteche.
Ma non posso comunque accettare che tutti i palestinesi vengano considerati e trattati come potenziali terroristi perchè (oltre ad essere evidentemente ingiusto... ma lasciamo fuori i sentimentalismi) in questo modo la situazione non potrà che peggiorare.

Per ora israele può probabilmente tenere a bada la situazione, ma per quanto tempo ancora sarà in grado di farlo? con gli USA che continuano imperterriti il loro patetico declino, con l'Iran che si sta liberando dal giogo delle sanzioni e punta a tornare nell'olimpo dei grandi, con buona parte del medioriente totalmente nel caos e con gli equilibri mondiali completamente da riscrivere....

Di nuovo, perchè opporsi con tutti i mezzi al riconoscimento dello stato palestinese? Solo per non irritare i naziriccioluti? Non farebbe comodo avere un interlocutore ufficiale a cui rivolgersi?

E ancora, se il problema della sicurezza è principalmente legato al costo di Iron Dome perchè non chiedere aiuti internazionali?
Anche solo per fare bella figura: "finanziateci Iron Dome e promettiamo di non bombardare più i bambini nelle scuole e negli ospedali (perlomeno in quelli dell'ONU)".

Sarebbe interessante sapere cosa pensano i palestinesi della striscia oggi, ma Hamas nel 2006 ha vinto le elezioni con il 44% dei voti...  e io resto convinto che una consistente maggioranza della popolazione accetterebbe volentieri una pace "ragionevole".
A differenza della maggioranza degli israeliani che, pur con tutte le attenuanti storiche del caso (che ovviamente gli riconosco), mi sembrano decisamente miopi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: nikazzi - 12 Ago 2014, 21:37
Qualsiasi siano le giustificazioni degli israeliani, debbo dire che 1802 morti, sono ingiustificabili.

Gaza, il finale di ‘Blob’ e l’elenco delle vittime palestinesi dall’8 luglio ad oggi
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/08/12/gaza-finale-di-blob-e-lelenco-delle-vittime-palestinesi-dall8-luglio-ad-oggi/292441/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 13 Ago 2014, 00:04
Qualsiasi siano le giustificazioni degli israeliani, debbo dire che 1802 morti, sono ingiustificabili.

Gaza, il finale di ‘Blob’ e l’elenco delle vittime palestinesi dall’8 luglio ad oggi
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/08/12/gaza-finale-di-blob-e-lelenco-delle-vittime-palestinesi-dall8-luglio-ad-oggi/292441/

Interessante articolo relativo al numero dei morti a Gaza: http://www.ilpost.it/2014/08/11/dubbi-numero-morti-gaza/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: nikazzi - 13 Ago 2014, 00:19
Sicuramente i numeri son da prendere con cautela, nella lista di Blob però ci sono i nomi, l'età ed il sesso... non credo siano inventati...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 13 Ago 2014, 01:45
Sicuramente i numeri son da prendere con cautela, nella lista di Blob però ci sono i nomi, l'età ed il sesso... non credo siano inventati...

Mai pensato.
Aggiungevo solo un link con delle informazioni sull'argomento.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 15 Ago 2014, 21:15
Bisogna fare i conti con tutti questi aspetti, prima di illudersi che vi sia qualcosa di sbagliato nell'atteggiamento di Israele che, se corretto, magicamente trasformerebbe la Palestina in una terra di pace e concordia.

Ma il punto è che mi pare che israele con questo atteggiamento "la nostra sicurezza prima di tutto, gli altri si fottano" stia facendo il gioco di Hamas e alimentando potentemente l'estremismo, non solo in palestina, ma in tutto il medioriente (mondo?).
La strategia di Hamas di massimizzare le vittime e l'entusiasmo di Israele nel procurargliele fa danni enormi all'immagine israeliana fra i popoli islamici (che paiono avere come unico collante il disprezzo/odio per israele), ma anche in occidente dove sono sempre meno i paesi disposti a giustificarli.

Grandioso post, e sì, una volta spinto in fondo il pedale dell'odio (silenziando ogni critica interna) e perso l'appoggio USA, in Israele si saranno tirati la zappa sui piedi. Nessuno è un'isola, per quanto ricco e tecnologizzato.

Mi ricorderò il 2014 come l'anno in cui USA, UE e Israele "officially went full Nazi". Ma è un atteggiamento che storicamente, per usare un eufemismo, non paga.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 16 Ago 2014, 08:47
Non appoggio nessuna delle due fazioni ma faccio molta fatica a comprendere le modalità di attacco di Israele. Come puoi pensare di bombardare intere città e quartieri pieni di civili per stanare dei "terroristi"?
È come se, negli settanta per debellare le Brigate Rosse, l'Esercito Italiano si fosse messo a bombardare Milano o Roma.
Si parla di 1800 vittime civile; anche una sola è di troppo in questo caso.

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 16 Ago 2014, 12:58
bha, sconsiglio di vedere le foto di come è ridotta la gente dopo l'utilizzo di armi non convenzionali come il dime

Ne trattarono in una vecchia puntata di report
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gold_E - 18 Ago 2014, 10:01
Sarei curioso di avere il parere degli esperti del forum sulle parole di "Di Battista"  che tanto (finto) scalpore stanno facendo in questi giorni.

A me non sembrano così assurde, ma ammetto di non essere informatissimo sull'argomento..

Qui il testo originale.

http://www.beppegrillo.it/m/2014/08/isis_che_fare.html  (http://www.beppegrillo.it/m/2014/08/isis_che_fare.html)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: naked - 18 Ago 2014, 11:26
Ho letto le dichiarazioni su altri siti (piuttosto che dare il mio click al blog di Beppe Grillo mi sego la mano) e sono di facile strumentalizzazione. Ciò non toglie il fatto che prima di aprire la bocca o scrivere qualcosa sarebbe opportuno riflettere su come dirle e/o scriverle.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: nikazzi - 18 Ago 2014, 14:01
Mio dio, l’antisemitismo (http://www.internazionale.it/opinioni/gideon-levy/2014/08/14/mio-dio-lantisemitismo/)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 18 Ago 2014, 14:17
Articolo del Post a riguardo: http://www.ilpost.it/davidedeluca/2014/08/17/alessandro-di-battista-isis/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 18 Ago 2014, 15:06
Apprezzo la voglia di qualcuno di scrivere millemila parole in risposta ad una uscita del genere.
I cinque stelle su troppi argomenti (quasi tutti) sono come quei pazienti che vanno dal medico ed in risposta ad un'analisi dicono "senta ma io ho letto su wikipedia che..." e contestano.
Ogni volta che aprono bocca mi rendono più difficile mantenere il mio proposito di votarli al prossimo giro. Sulle questioni internazionali in particolare sono di una pressapochezza, una superficialità ed una ottusità che rasenta il comico.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: MrSpritz - 18 Ago 2014, 15:16
Con i voti che han preso van considerati.

Peraltro non son gli unici a dire cazzate.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 18 Ago 2014, 15:40
:yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 18 Ago 2014, 16:06
Premesso che di battista potrebbe pure farsi i cazzi suoi, commentare tutto non è obbligatorio specialmente se davanti c'ha gente pronta a manipolare le sue dichiarazioni. Più che altro è ingenuo.
Utilizzare la parola "terrorista" vuol dire tutto e niente, pure i partigiani nella resistenza per i crucchi erano terroristi.

Trovo ragionevole l'articolo sopra. Istraele sbaglia, e oltre a perdere consensi sta creando un vivaio di futuri attentatori.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 20 Ago 2014, 14:19
La seconda è esattamente quello che vogliono le alte sfere di esercito, servizi segreti e politici di destra. Per mantenere quello stato di tensione che permette a Israele di essere lo stato più armato del mondo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 20 Ago 2014, 15:02
http://www.corriere.it/esteri/14_agosto_19/iraq-video-jihadisti-stato-islamico-decapitano-reporter-usa-28bfe3e2-27e4-11e4-9bb1-eba6be273e09.shtml

Il timing di DiBattista è da Facepalm epico.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: nikazzi - 21 Ago 2014, 00:38
"L'Italia sbaglia: in Iraq le armi sono troppe"
Cecilia Strada boccia la linea del governo
"E' armando il meno peggio abbiamo creato i talebani: ora serve forza di interposizione Onu". La presidente di Emergency si schiera contro la spedizione di artiglieria ai curdi. E propone le trattative con le milizie jihadiste

http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/08/20/news/l-italia-sbaglia-in-iraq-le-armi-sono-gia-troppe-terroristi-la-pace-va-fatta-con-il-nemico-1.177304?ref=HEF_RULLO
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 21 Ago 2014, 00:40
Beh d'altra parte i recenti segnali sono incoraggianti, perché no?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 21 Ago 2014, 08:30
Neanche io sono convinto sul fatto di inviare armi ai curdi, ma perchè pubblicizzare la cosa?
Non è che pubblicizziamo il fatto che forniamo armi ad israele

Le esecuzioni sono all'ordine del giorno, compresa quella del ragazzo di ferguson, questa però fa molto crociata.
Mi dispiace per lui poveraccio, veramente una morte di merda

http://www.liveleak.com/view?i=f78_1408486626
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 21 Ago 2014, 08:51
Neanche io sono convinto sul fatto di inviare armi ai curdi, ma perchè pubblicizzare la cosa?
Non è che pubblicizziamo il fatto che forniamo armi ad israele

Le esecuzioni sono all'ordine del giorno, compresa quella del ragazzo di ferguson, questa però fa molto crociata.
Mi dispiace per lui poveraccio, veramente una morte di merda

http://www.liveleak.com/view?i=f78_1408486626

Eh ma questa è la nostra generosa operazione umanitaria, bisogna dire cosa facciamo per aiutare i bisognosi. Speriamo che i Kalashnikov non siano arrugginiti...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro_se_rooot - 21 Ago 2014, 09:33
ogni volta che vedo video di questo genere mi chiedo se sono autentici oppure no. Nel mentre che gli taglia la gola come fa a non scalciare o altro, era drogato ? è talmente esausto da 2 anni di prigionia che preferisce morire ? oppure è tutto un fake per poter dar il via a qualche operazione militare (rigorosamente fallimentare) con il benestare di tutto il mondo ?
Comunque, ogni tanto mi capita di soffermarmi a ragionare per "cercare una soluzione", però non ne riesco mai a saltare fuori.
Farli bollire nel loro brodo finchè capiranno che il loro stadio di evoluzione è da incula capre (chiaramente chiudere tutte le frontiere, zero giornalisti etc etc). Oppure fare tabula rasa di interi stati (non limitandosi ai militari/miliziani).
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 21 Ago 2014, 09:55
perchè non dovrebbe essere autentico, la guerra di religione è cosi'

https://www.youtube.com/watch?v=oOzJh8c7Sg4
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro_se_rooot - 21 Ago 2014, 10:15
perchè se sbatto il mignolo del piede contro un armadio salto per 1 ora, il tipo gli taglia la gola e lui resta immobile.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 21 Ago 2014, 16:50
Farli bollire nel loro brodo finchè capiranno che il loro stadio di evoluzione è da incula capre (chiaramente chiudere tutte le frontiere, zero giornalisti etc etc). Oppure fare tabula rasa di interi stati (non limitandosi ai militari/miliziani).

Magari evitiamo i qualunquismi pero'.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro_se_rooot - 21 Ago 2014, 18:14
non è questione di qualunquismo. I trattati di pace non servono a niente, mi sembra assodato. Come la risolvi ?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 21 Ago 2014, 18:18
non è questione di qualunquismo. I trattati di pace non servono a niente, mi sembra assodato. Come la risolvi ?

La risolvi considerando altri popoli inferiori e facendo tabula rasa di paesi?
Qualcun altro con dei baffetti simpatici aveva avuto lo stesse idee.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 21 Ago 2014, 20:21
Questa esecuzione è l'esempio lampante che per la stampa ci sono persone di serie A e persone di serie B.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: BombAtomicA - 21 Ago 2014, 20:44
In effetti di questo tipo di esecuzioni ne ricordo (purtroppo) a decine in quelle zone, ma non hanno fatto il casino che stanno facendo ora.
Senza contare che in posti tipo il Messico questo schifo è praticamente quotidiano.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro_se_rooot - 21 Ago 2014, 20:45
iKenny io ho detto anche di lasciarli nel loro brodo per vedere quando passeranno al prossimo step evolutivo. Te ad esempio che soluzioni vaglieresti?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 21 Ago 2014, 21:11
Senza contare che in posti tipo il Messico questo schifo è praticamente quotidiano.
Pensavo proprio al Messico mentre scrivevo.
Li i narcos non si limitano a tagliare la testa, li fanno proprio a pezzi e dopo buttano i pezzi in strada, così, in bella vista.
E non fanno discriminazioni ne di sesso ne di età.
Ironia della sorte stanno ad un tiro di schioppo dai mangiaciambelle.
Proporrerei intervento militare. ;D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 21 Ago 2014, 21:25
Non capisco che significa, quale sarebbe l'attinenza?
Che è Di Battista ha proposto di dialogare pure coi signori della droga?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 21 Ago 2014, 22:56
Non capisco che significa, quale sarebbe l'attinenza?
Che è Di Battista ha proposto di dialogare pure coi signori della droga?
Chi?

Io facevo riferimento alla morte del reporter e di come la stampa usi due pesi e due misure.
Nella fattispecie nessuno parla dei bombardamenti da parte dei droni USA in zone semisconosciute che sicuramente causano all'80% vittime civili.

Israele è un altro caso emblematico.
Titola
UCCISO SOLDATO ISRAELIANO
Israele: La nostra risposta sarà durissima
Gaza: Morti altri 100 palestinesi

Si fa dell'ironia sui giornali del regime. ;D
1984 proprio.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gold_E - 22 Ago 2014, 00:25
Il pensiero di Fini sulla questione.

 http://www.massimofini.it/articoli/blog  (http://www.massimofini.it/articoli/blog)

Non tutti evidentemente pensano che Di Battista abbia detto delle castronerie.. O per lo meno non tutto l'articolo che ha scritto..l'idea che mi sono fatto é che l'abbia sparata un pó grossa sul dialogare con i terroristi, ma che per il resto non abbia scritto minchiate..

Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 22 Ago 2014, 01:02
Cioè, J VR, fammi capire, ISIS è uguale ai narcos perché entrambe le organizzazioni decapitano la gente?

O la stampa è di regime perché non dedica lo stesso numero di caratteri alla 724a esecuzione all'interno dell'ennesima faida tra cartelli rispetto a quanto non fa con un terrorista, probabilmente BRITANNICO, che registra un video in cui decapita UN GIORNALISTA americano minacciando Obama e lo fa in veste di portavoce di un ESERCITO REGOLARE che ha nel manifesto robe tipo l'islamizzazione del mondo occidentale?

1984?! Maddài.

Un grandissimo anche Fini, comunque:

Citazione
...Se devo scegliere in questa guerra degli orrori scelgo quelli dell’Isis. Perché perlomeno il guerrigliero si implica personalmente, mentre il pilota che telecomanda il drone da Nellis nel Nevada non corre alcun rischio...

Ma porco boia...!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 22 Ago 2014, 09:36
Ma guarda per me sti beduini devono sparire immediatamente.
Il fanatismo va combattuto a prescindere in ogni su forma.
Ironicamente con molta probabilità questi tipi sono stati armati anche dall'occidente per combattere il "regime" di Assad, i cosidetti rivoluzionari.
In rete gira una foto con McCain a tavolo con quelli dell'ISIS, ma non cè da stupirsi eh!.
Si è voluto destabilizzare la zona con anni di guerre indiscriminate foraggiate da noi senza validi motivi, oggi se ne pagano le conseguenze.
Far proseliti per la guerra santa da quelle parti deve essere facilissimo.

E la stampa generalista in tutto ciò cerca di fare il suo lavoro nel peggior modo possibile, è lei che decide chi è buono e chi è cattivo in base all'andamento.
Ma sana autocritica non la fanno mai.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 22 Ago 2014, 10:55
gli yankee sono pazzi furiosi

https://www.youtube.com/watch?v=0ikg3x5_tJc
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 22 Ago 2014, 14:43
iKenny io ho detto anche di lasciarli nel loro brodo per vedere quando passeranno al prossimo step evolutivo. Te ad esempio che soluzioni vaglieresti?

Passeranno al prossimo step evolutivo quando vivranno nelle stesse condizioni in cui viviamo noi.
Finche' ci saranno paesi di serie a e paesi di serie b ci saranno persone più o meno evolute.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 23 Ago 2014, 09:14
non ho capito perchè tutti possono mandare aiuti umanitari a chi gli pare (e le armi, vabbè) mentre monta la polemica sul convoglio di tir russi in ucraina.

Il tg5 li definisce tir "militari" e non hanno neanche il simbolo della croce rossa (!)
Consideriamo pure che la nuova generazione è cresciuta con 'sti tg di merda
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 23 Ago 2014, 10:35
E' molto semplice:

(http://i58.tinypic.com/qqdh1c.jpg)

...gli invasori, dai quali la popolazione locale (?) fugge, terrorizzata.

https://www.youtube.com/watch?v=IdU0b66fd40

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 24 Ago 2014, 18:27
Fossi nel Cremlino manderei direttamente una brigata di clown in Ucraina, tanto a quanto pare i soldati Russi servono solo per fare foto con i bambini.

Quei camion saranno sicuramente pieni di zucchero filato e scorregge di unicorno liofilizzate a questo punto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 24 Ago 2014, 19:16
certo che se i russi devono mandare le armi ai separatisti le mettono su un convoglio di camion bianchi, ci manca la scritta A.C.M.E. sulle fiancate con la figura di wile il coyote
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 24 Ago 2014, 20:19
Tu hai visto cosa c'è in quei camion?
Qualcuno lo sa?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 24 Ago 2014, 21:00
sono telati, gli han fatto la tac col riscontro ancora prima di uscire dal territorio sovietico
e comunque è solo una provocazione di mosca, della serie io mando aiuti umanitari tu prova ad attaccarli
e fai una figura di merda.

Cioè poi perchè, gli usa mandano truppe ed armi ai quattro angoli del globo, mi gioco un sesterzo che c'era la cia pure nella prima rivolta di gennaio a kiev
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: DRZ - 24 Ago 2014, 21:21
A parte il fatto che pare che non tutti siano stati ispezionati (perché chiaramente i Russi giocano a tirare la corda, quindi nel momento in cui gli hanno dato l'ok per far entrare tot veicoli così loro ne mandano tot+x e li fanno entrare cosà), la faccenda "e allora gli usa però" è veramente una roba da bambini.

Gli usa sono brutti e cattivi, l'abbiamo capito. Automaticamente i Russi diventano buoni e i loro soldati in Ucraina (che non dovrebbero esserci ma forse ci sono ma forse non sono proprio russi ma chi lo sa) sono lì solo per fare le foto ricordo?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 25 Ago 2014, 11:40
l'Inghilterra intanto manda truppe speciali in iraq e siria.

La differenza tra l'africa nord sahariana il medio oriente e l'ucraina è che qui ci stanno i russi che non si fanno prendere per il culo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: alterbang - 25 Ago 2014, 17:11
Segnalo questo bell'aggregatore se a qualcuno interessa
www.conflictmap.org
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: nikazzi - 25 Ago 2014, 17:44
Isis, l’internazionale del sadismo (http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/24/isis-linternazionale-del-sadismo/1097734/)

Citazione
Così come fanno sorridere le esibizioni muscolari dei feroci saladini nostrani, a parole sfegatati fan dei mullah col Kalashnikov, ma che nella vita reale tremano perfino allo scoppio di un petardo. L’attenzione invece dovrebbe concentrarsi su “John” carnefice di Foley, sui cosiddetti “Beatles” e sugli altri tagliagole giunti in Siria per poi dilagare nella pianura mesopotamica, da Londra, dalle periferie parigine e da quelle tedesche. È “la generazione del rifiuto e del rancore” (Renzo Guolo), spesso giovanissimi e non solo maschi, protagonisti dell’infamia “che svuota le vittime del loro sangue e della umanità per mostrare la morte e nella sofferenza peggiore” (Bernard-Henri Lévy). Chi si serve di questa perversione per qualche polemicuzza contro “l’Islam radicale” o per la solita crociata contro i terroristi che si mescolerebbero agli extracomunitari approdati più morti che vivi sulle coste italiane non sa di cosa parla. John e gli altri “scarafaggi” sono tutta roba nostra, i frutti marci dell’Occidente cinico e indifferente. Una malattia che andava curata in tempo prima che occorressero le bombe.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 25 Ago 2014, 19:35
Come hai fatto a arrivare in fondo a un articolo che prima della fine del primo capoverso contiene questa delizia (riferita al tizio inglese di Isis)?

"Non sappiamo chi sia (un rapper o un disc jockey che forse fino a qualche giorno prima si divertiva a fare stragi sui videogiochi)"
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 25 Ago 2014, 21:55
[]
Gli usa sono brutti e cattivi, l'abbiamo capito. Automaticamente i Russi diventano buoni e i loro soldati in Ucraina (che non dovrebbero esserci ma forse ci sono ma forse non sono proprio russi ma chi lo sa) sono lì solo per fare le foto ricordo?
Che "non dovrebbero esserci" dove? Sono a Kiev? Stanno sparando a vista?

Sbaglio, oppure c'è stato un piccolissimo referendum? (senza andare a scomodare la storia, che tanto la si scomoda solo quando ci fa comodo, scusate il gioco di parole).
E, fino a prova contraria, abbiamo visto sì delle foto ricordo, per quanto assurdo possa sembrare.

Ah, sì, qualche fotogramma di un popolo affranto e minacciato dagli Spetznaz...
https://www.youtube.com/watch?v=W4vBXjwHU4s

[Edit] Qui sono intervistati "alcuni" veterani della WWII, direi che sarebbe un po' difficile tacciarli di "disonestà intelettuale".

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 26 Ago 2014, 17:43
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/08/25/siria-apre-agli-usa-si-a-raid-con-il-nostro-coordinamento_5d8f7357-1e0c-4d19-a99f-a7e76a962ecd.html (http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/08/25/siria-apre-agli-usa-si-a-raid-con-il-nostro-coordinamento_5d8f7357-1e0c-4d19-a99f-a7e76a962ecd.html)
 :D
Se non è questo 1984 io non so più che dire.
Che grandi merde che sono, ma non si fanno schifo da soli?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kabuto - 26 Ago 2014, 17:45
La guerra infinita.
 :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 27 Ago 2014, 13:39
Ma la cosa funny è che per smascherare l'ipocrisia generale (se mai ce ne fosse l'esigenza) non c'è neanche bisogno di mettere in mezzo il "Nuovo Ordine Mondiale", inciuci geopolitici, dichiarazioni di anonimi che denunciano questo o quello, file leakati o quant'altro.
No, basta seguire attentamente il TG della sera per capire quanto si viene presi per il culo.

Tripoli
Primi giorni dell'intervento da parte dell'Europa.

In un primo momento il TG dice:
"Raid aereo eseguito con successo su Tripoli da parte dell'aviazione Italiana"

Qualcuno qui avrà fatto , giustamente, notare che fino al giorno prima con Gheddafi l'Italia giocava ad incularella, ed infatti dopo:

Eh no, non è che c'è stato un bombardamento da parte della nostra aviazione...era più un operazione di...come si chiama...localizzazione dei bersagli... :-[

Infatti la notizia riguardo la collaboorazione con Assad è gia stata smentita ma è palese che sottobanco un dialogo USA/Siria è già in atto.

Intanto mi viene da ridere quando i curdi che stanno armando in Iraq formeranno a loro volta un nuovo nucleo che sfida l'occidente. :D
Tenetene conto, oggi sono la "resistenza" quelli che vale la pena sostenere, domani si trasformeranno in terroristi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 27 Ago 2014, 18:36
Vabbe si chiama Realpolitik, è un concetto chiaro dalla metà dell'Ottocento.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 27 Ago 2014, 20:44
Bello sapere che c'è un termine per tutto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 28 Ago 2014, 11:29
No, si chiama Politica Estera Ad Cazzum, ma del resto da sempre ognuno ha i suoi cavalli di battaglia: i tedeschi il mercantilismo, gli yankee i mitra.

Arriva il Putin della situazione, e scommette tutto sul fare buon viso a cattivo gioco finché gli avversari non fanno un passo falso, screditandosi da soli presso i propri popoli. Finora gli sta riuscendo benissimo...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 28 Ago 2014, 12:06
http://www.corriere.it/foto-gallery/esteri/14_agosto_26/alaska-pentagono-lancia-missile-ipersonico-che-esplode-volo-bd738a46-2d04-11e4-b2cb-83c2802e5fb4.shtml

la corea del nord non protesta?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: 1c0n 0f s1n - 28 Ago 2014, 20:12
Isis for dummies:

http://bagniproeliator.it/yolo/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 29 Ago 2014, 12:41
Appoggiare il "governo" di kiev ci porterà rogne infinite in primis per le nostre esportazioni in russia e poi per un possibile embargo delle forniture energetiche. Tutto questo per appoggiare dei neonazisti che hanno fatto un colpo di stato. L'escalation dell'attuale conflitto ha risvolti imprevedibili se preso come pretesto dagli usa per andare ad esportare un'altro po' di democrazia pure nei paesi dell'est
Titolo: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 29 Ago 2014, 13:52
In effetti, in politica estera Obama è il peggior presidente dai tempi di carter probabilmente, una vera nullità,  e son sempre gli imbecilli fanno le cazzate più grandi
Non credo proprio che gli usa si metteranno ad esportare democrazia facendo muro contro muro con Putin, mi pare gli manchino proprio i coglioni per farlo incidentalmente, ma quando sei maffo chi sa i casini che finisci a combinare
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 29 Ago 2014, 15:03
Isis for dummies:

http://bagniproeliator.it/yolo/

Bello, ma che accidenti di siti frequenti? :D

Non so questo ISIS mi sembra un EVIL da videogame o film di 007.
Molto artificiale.
Comunque non vedo l'ora che si dirigano verso Israele.




Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: answer - 29 Ago 2014, 21:14
Appoggiare il "governo" di kiev ci porterà rogne infinite in primis per le nostre esportazioni in russia e poi per un possibile embargo delle forniture energetiche. []
Eccoti un punto di vista, Drone:
http://giuliettochiesa.globalist.it/Detail_News_Display?ID=107739&typeb=0&Capire-la-Russia

[]Non spiega soprattutto un dato inquietante perl'Occidente trionfatore: come mai, sparito il nemico principale, cui venivano attribuite tutte le colpe, in quanto "Impero del Male" non sono spariti i problemi?  :whistle:

P.S. la Russia HA GIA' bloccato l'import:
http://www.iltempo.it/economia/2014/08/08/la-russia-blocca-l-import-l-italia-trema-1.1296806

Che è una specie di pernacchia, in effetti, ma tant'è.

RESPECT
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: nikazzi - 29 Ago 2014, 22:33
Isis, Strada: “Nel 2003 sinistra contro la guerra. Ora al governo ha cambiato idea”
Il fondatore di Emergency: "Tesi assurde per dare le armi ai curdi. E' un regalo agli amici del momento". Sull'invio di armi ai curdi avverte: "Se io credo che tu sia un pazzo scatenato, come sono più sicuro? Se vogliamo che tra due anni qualcuno ci faccia un attentato, siamo sulla strada giusta"
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/27/isis-strada-nel-2003-sinistra-contro-la-guerra-ora-al-governo-ha-cambiato-idea/1100223/
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 30 Ago 2014, 14:22
Titoloni

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13841
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 30 Ago 2014, 15:07
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/27/isis-strada-nel-2003-sinistra-contro-la-guerra-ora-al-governo-ha-cambiato-idea/1100223/
Belli i commenti di chi critica Strada.
Poi ci chiediamo perché il paese va alla deriva. :hurt:

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/30/ucraina-ashton-mosca-fermi-ostilita_dd1f939c-726b-40c3-814b-0cb4bdf29331.html (http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/08/30/ucraina-ashton-mosca-fermi-ostilita_dd1f939c-726b-40c3-814b-0cb4bdf29331.html)
Questi il coraggio non sa nemmeno dove sta di casa però si permettono di fare la voce grande con la Russia.
I russi c'avranno pure tutti i difetti del mondo ma c'hanno pure due palle tante e sopratutto non sono armati di fionde.
Eppoi non credo che l'Ucraina sia così importante per rischiare una guerra in Europa. ;D
Vabbe ma alla fine sti cazzi, tanto è il popolino che va a combattere.

Fosse per me l'Italia si dovrebbe fare i cazzi suoi e starsene in disparte ma d'altro canto se siamo un paese allo sbando è anche perché non sappiamo prendere le decisioni giuste.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 31 Ago 2014, 14:34
Titoloni

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13841

Molto azzeccato il commento "quando i Russi invaderanno davvero l'Ucraina lo sapremo senza bisogno di foto satellitari".
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Yoshi - 01 Set 2014, 23:45
Vice è un sito bellissimo. Servizio su Isis vista dall'interno
http://www.vice.com/it/vice-news/lo-stato-islamico---full-length (http://www.vice.com/it/vice-news/lo-stato-islamico---full-length)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 11 Set 2014, 16:16
questa mattina ho provato a seguire la maggioni per capire cosa ha detto obama nel brain time (che vorrà dire poi dato che usa c'hanno fusi diversi) ma non ci ho capito nulla.

Appoggiare popolazioni come i curdi sparse su quattro paesi tra i quali la turchia (facente parte della nato) per contrastare l'isis col rischio di armare gente che domani faccia la guerra a noi e che fino a ieri era nostro nemico.

mhe

http://www.lastampa.it/2014/09/10/esteri/kerry-a-sorpresa-in-iraq-prima-del-vertice-antiisis-obama-pronto-al-via-libera-ai-raid-aerei-in-siria-V1QzlfyAdidp3sSHHBsAtJ/pagina.html

p.s. Comunque tanto per capire perchè si stanno menando li e non altrove

(http://2.bp.blogspot.com/-PI2QxXVK9hQ/U6G7Fqe4rxI/AAAAAAAAD7s/xebh1nE7VOQ/s1600/Iraq_oil_gas_infrastructure_ISIL_areas_12June_2014.jpg)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 11 Set 2014, 17:00
Appoggiare popolazioni come i curdi sparse su quattro paesi tra i quali la turchia (facente parte della nato) per contrastare l'isis col rischio di armare gente che domani faccia la guerra a noi e che fino a ieri era nostro nemico.

Solita strategia americana mi pare.
Magari 'sta volta sperano di non "creare" un nuovo Bin Laden.
Che poi devono far finta di ucciderlo e buttare il corpo in mare da un elicottero...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 11 Set 2014, 17:43
E intanto oggi è l'anniversario del più grande show televisivo della storia, quello che ha dato via a tutto.

A distanza di anni ancora non capisco come possa fare un coso fatto di alluminio spesso da 2 a 5 mm e sostanzialmente vuoto all'interno a entrare come nel burro tra travi di acciaio spesse dei cm.
(O pareti di cemento armato spesse un metro se è per questo).
Non capisco come sia possibile che a 45 minuti dal primo attacco, quello che doveva essere uno dei luoghi più protetti dell'universo sia stato colpito da un altro jet di linea.
Non capisco come mai nonostante si trattasse della Grande Mela non esistano più di 5-6 filmati degli impatti degli "aerei". Non capisco come mai alcuni di questi filmati sembrano molto grossolanamente ritoccati al computer.
Non capisco come mai dopo gli impatti non si sono presentati i familiari delle vittime all'aeroporto dove erano partiti 3 dei 4 voli.

O meglio, un'idea ce l'ho.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Azraeel - 11 Set 2014, 17:57
ehh... sei un sibillino cospiratore!

O anche come mai sul tetto di un palazzo dove una troupe televisiva era appostata a filmare tutto siano corsi non ricordo se militari o cosa a requisire telecamere e nastri...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 11 Set 2014, 18:10
O meglio, un'idea ce l'ho.

Tranquillo puoi condividerla con noi. L'NSA con lo legge TFP.
No, sul serio, dicci cosa secondo te e' veramente successo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 11 Set 2014, 18:22
Non erano aerei civili ma secondo me missili Cruise (che tra l'altro hanno le alucce). Probabilmente coadiuvati da bombe sapientemente distribuite sulle strutture.
I voli non sono mai esistiti. I dirottatori non sono mai esistiti.
Le vittime vere (che ovviamente ci sono state) sono meno di quelle dichiarate.

Il regista è il governo Americano.
Lo scopo, avere una scusa per andare a fare un po' di casino in Afghanistan e soprattutto in Irak.

Credo alle teorie delle cospirazioni :yes:
Le scie chimiche :yes:
Calciopoli montata per far vincere l'Inter :yes:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: claus80 - 11 Set 2014, 18:32
Missili?
E in questi anni non sarebbe mai venuto fuori nulla?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 11 Set 2014, 18:40
Se posso qualche dubbio sull'11 settembre ce l'ho anche io.
Di ipotesi, più o meno funamboliche, negli anni ne ho lette tante, ma qualcosa di losco si annusa...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 11 Set 2014, 18:54
Più che altro una discreta mancanza di buon senso, condizione sine qua non alla base del complottismo, per dire (http://www.massimopolidoro.com/complotti-e-cospirazioni/umberto-eco-parla-di-119-su-lespresso.html#.VBHID1cXnZs). ^^'
Se poi il complottismo è supportato da Odifreddi (http://www.uccronline.it/2013/10/17/lincompetenza-di-odifreddi-le-camere-a-gas-unopinione/) (perdonate il link di origine, è il primo che ho trovato con google sulla vicenda), tutto quadra.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 11 Set 2014, 19:02
L'Unione Cristiani Cattolici Nazionali che attacca Odifreddi. Il non plus ultra dell'obiettività proprio  :D

PS: Fra l'altro nel primo link che hai postato, Odifreddi compare come collaboratore di un libro anti-complottista (e mi stupirei del contrario) e non a favore come scrivi tu...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Azraeel - 11 Set 2014, 19:26
Bho, le immagini di molti disastri aerei e del campo attorno al pentacolo son parecchio dubbie... tra le altre cose.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Goffraiden - 11 Set 2014, 19:28
Se poi il complottismo è supportato da Odifreddi (http://www.uccronline.it/2013/10/17/lincompetenza-di-odifreddi-le-camere-a-gas-unopinione/) (perdonate il link di origine, è il primo che ho trovato con google sulla vicenda), tutto quadra.
Ancora con sta storia...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/29/odifreddi-il-processo-di-norimberga-fu-uno-show-ma-non-sono-un-negazionista/791701/

Per il resto, cross-quoto Tonypiz:
Seguii le varie teorie del gombloddo all'epoca, ma a 13 anni di distanza non ne posso più, sinceramente.
Però, già che ci siamo, il CICAP ha reso disponibile aggratise un libro sul tema proprio oggi.

http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=275838
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 11 Set 2014, 20:04
I voli non sono mai esistiti.

Ecco questo mi sembra strano.
Le persone sui vole che sono morte quindi 1) non sono morte 2) non esistono.
Quindi si sono inventati/hanno creato ad hoc anche le telefonate e i messaggi di quelli che sono morti sui voli?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 11 Set 2014, 20:09
Non so questo ISIS mi sembra un EVIL da videogame o film di 007.
Molto artificiale.
Comunque non vedo l'ora che si dirigano verso Israele.

Ma in che diavolo di thread sono finito?  :scared:
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 11 Set 2014, 20:21
L'Unione Cristiani Cattolici Nazionali che attacca Odifreddi. Il non plus ultra dell'obiettività proprio  :D

PS: Fra l'altro nel primo link che hai postato, Odifreddi compare come collaboratore di un libro anti-complottista (e mi stupirei del contrario) e non a favore come scrivi tu...
Sì, colpa mia che andavo di corsa (per la fonte mi scusavo in anticipo), non cambia la sostanza. Resta il fatto che quando vedo Odifreddi (e non sono cattolico) mi dà sui nervi.   :D

Ancora con sta storia...
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/29/odifreddi-il-processo-di-norimberga-fu-uno-show-ma-non-sono-un-negazionista/791701/
..che infatti non la smentisce. "...Il mio approccio scientifico non mi consente di negare a priori qualsiasi tesi" è un capolavoro del salvaincornerismo. Ma sono OT.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 11 Set 2014, 20:38
I voli non sono mai esistiti.

Ecco questo mi sembra strano.
Le persone sui vole che sono morte quindi 1) non sono morte 2) non esistono.
Quindi si sono inventati/hanno creato ad hoc anche le telefonate e i messaggi di quelli che sono morti sui voli?

Io penso che sia così. Non riesco proprio a guardare quei filmati e non vederli finti. In uno addirittura l'ala di un aereo passa dietro un edificio sullo sfondo.
In un altro si vede il muso di un aereo che sembra uscire intatto dall'altra parte del grattacielo prima che l'esplosioni cancelli tutto. Un guscio di alluminio dello spessore di pochi mm!

Il 4° aereo, quello degli eroi che si dice sia precipitato per volere dei passeggeri precipita senza lasciare quasi tracce e un buco sul terreno molto più piccolo delle sue dimensioni.

Più di tutto mi ha convinto un video tipo questo
http://www.youtube.com/watch?v=0i3R2LApL9w&list=PLXSJLKP9XUk4yhxm8wCKCd7arOU6RynCi
Bastano i primi 10 minuti.

Il tubo è pieno di video che parlano dell'argomento, non dubito che molti di essi usino notizie o materiale contraffatto o non attendibile però moltissimi interrogativi rimangono in maniera imbarazzante.

 
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 11 Set 2014, 20:49
Il tubo è pieno di video che parlano dell'argomento, non dubito che molti di essi usino notizie o materiale contraffatto o non attendibile però moltissimi interrogativi rimangono in maniera imbarazzante.

Secondo me e' tanto rischioso credere a tutti quello che ci viene mostrato quanto pensare che tutto sia un complotto.
Che poi si finisce a credere a cose del genere http://en.wikipedia.org/wiki/Zeitgeist:_The_Movie e tutto il mondo diventa un supermegagrande complotto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 11 Set 2014, 20:55
Sull'argomento c'è sicuramente tanta fantasia e disinformazione, ma secondo me permangono molte zone d'ombra. Gli aerei sono sicuramente esistiti, il problema è stabilire per certo le dinamiche di dirottamento e chi o cosa li abbia non tanto messi in pratica, ma pianificati.

Inoltre, io sicuramente non sono un architetto, un ingegnere, quindi sono sbugiardabilissimo per carità, ma prima si parlava di buonsenso. Possibile che due torri uguali, una colpita a metà (e va bene) e l'altra invece colpita sulla sommità, crollino esattamente allo stesso modo? Non è un po' strano? Che possa collassare una torre che deve sostenere, danneggiata, l'altra metà superiore è verosimile. Ma la prima torre colpita aveva solo pochi piani sopra l'impatto, e crolla giù fino alle fondamenta? Non vi pare quantomeno strano? A me si.
E se professionisti come architetti e costruttori trovano la cosa altrettanto strana, scusate ma io un po' di puzza ce la vedo.
Per non parlare poi delle testimonianze dei pompieri (gente che è addestrata a fare quello che ha fatto, ed era li) che a più riprese hanno parlato di esplosioni in sequenza...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 11 Set 2014, 20:58
e tutto il mondo diventa un supermegagrande complotto.

Ma un thread sugli alieni e l'Area 51 c'è?  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 11 Set 2014, 21:01
Che ci siano delle ombre mi sembra palese ma che gli aerei non siano mai esistiti, perdonami la franchezza, mi sembra una stronzata colossale. :yes:
Che poi arrivare a tanto per dimostrare che?
Un piano più semplice alla fine è anche più pratico e difficile da smontare.
Ma razionalizzando, ma chi se l'aspettava una cosa del genere?
Addirittura in doppia copia?
I servizi segreti o chi per loro saranno composti anche da individui che sanno fare il loro lavoro ma sono pur sempre persone e come tali non sono esenti dal fare errori.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Madron - 11 Set 2014, 21:01
Ma c'è ancora qualcuno che crede all'11 Settembre come ve lo ha raccontato Zionmedia?

https://www.youtube.com/watch?v=NhmOc7YBplg

Ma c'è molto altro ancora.
Tipo il fatto che le vittime siano molte meno di quelle dichiarate.

Ah no, I 19 terroristi col taglierino... lo ha detto la televisione................
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 11 Set 2014, 21:01
Io non prendo per oro colato tutto quello che viene detto.
Però rifletto sulle certezze. La modalità di caduta delle varie torri la si vede nei video ufficiali, quindi è un dato di fatto.
La modalità di caduta di un edificio demolito a regola d'arte è un dato di fatto.
Le modalità di crollo accidentale dei palazzi sono le più disparate e si possono vedere facilmente.
Io credo che quelli del WTC siano crolli controllati, altri possono credere che siano una coincidenza.

In effetti una cospirazione di tale portata è talmente pesante da tenere sotto controllo che la sua esistenza potrebbe avere le stesse probabilità di 3 crolli che casualmente sono identici a demolizioni controllate.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 11 Set 2014, 21:04
Ma c'è ancora qualcuno che crede all'11 Settembre come ve lo ha raccontato Zionmedia?

https://www.youtube.com/watch?v=NhmOc7YBplg

Ma c'è molto altro ancora.
Tipo il fatto che le vittime siano molte meno di quelle dichiarate.

Ah no, I 19 terroristi col taglierino... lo ha detto la televisione................

L'ho visto anche io, le argomentazioni mi sono sembrate valide.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 11 Set 2014, 21:06
Che ci siano delle ombre mi sembra palese ma che gli aerei non siano mai esistiti, perdonami la franchezza, mi sembra una stronzata colossale. :yes:
Che poi arrivare a tanto per dimostrare che?
Un piano più semplice alla fine è anche più pratico e difficile da smontare.
Ma razionalizzando, ma chi se l'aspettava una cosa del genere?
Addirittura in doppia copia?
I servizi segreti o chi per loro saranno composti anche da individui che sanno fare il loro lavoro ma sono pur sempre persone e come tali non sono esenti dal fare errori.

Ma infatti neppure io credo a tutto quello he s'è detto.
Però anche usando un po' di raziocinio, si sta pur sempre parlando di una nazione che ha ammazzato un suo Presidente, fori di entrata da almeno 3 angolazioni diverse, e la versione ufficiale è che è stato il solo Lee Oswald. Voglio dire, di precedenti per credere poco alle versioni ufficiali ce ne sono.

Poi che sia stato Bush ad architettare tutto, che gli aerei non esistano, e tutto il resto di tante, evidenti, idiozie che circolano manco serve parlarne.
Però se si appurasse un reale coinvolgimento di una parte del Governo americano, ma ditemi...vi scandalizzereste sul serio?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 11 Set 2014, 21:47
Ma infatti neppure io credo a tutto quello he s'è detto.
Però anche usando un po' di raziocinio, si sta pur sempre parlando di una nazione che ha ammazzato un suo Presidente, fori di entrata da almeno 3 angolazioni diverse, e la versione ufficiale è che è stato il solo Lee Oswald. Voglio dire, di precedenti per credere poco alle versioni ufficiali ce ne sono.
Io su JFK vado tranquillo che è stato Lee Oswald.
Credo fortemente nella capacità umana del singolo. :yes:
Citazione
Poi che sia stato Bush ad architettare tutto, che gli aerei non esistano, e tutto il resto di tante, evidenti, idiozie che circolano manco serve parlarne.
Però se si appurasse un reale coinvolgimento di una parte del Governo americano, ma ditemi...vi scandalizzereste sul serio?
Embè un pochetto si eh!
Se una nazione così potente arrivi a tanto per legittimare l'invasione di due staterelli allora è proprio idiota.
In ogni caso mi tengo delle riserve. :-[
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kairon - 11 Set 2014, 21:53

Se una nazione così potente arrivi a tanto per legittimare l'invasione di due staterelli allora è proprio idiota.
In ogni caso mi tengo delle riserve. :-[

Un punto a te.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 11 Set 2014, 22:26
legittimare l'invasione di due staterelli

No dai questa scusa ma non te la concedo.  :D
Due "staterelli" proprio proprio se fossero andati a occupare, chessò, il Burkina Faso o il Gabon, di cui non frega a nessuno. Ma in Iraq sappiamo bene cosa c'è, e a voler guardare bene pure in Afghanistan, primo produttore di oppiacei al mondo, senza contare la posizione mica poco strategica in una zona che è forse il fulcro mondiale dell'anti-americanesimo.

Visto il dispiegamento di mezzi e gli anni di guerra fatti, secondo te in che altra maniera avrebbero potuto farlo? A riunioni politiche con i membri della NATO?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Seppia - 11 Set 2014, 23:23
Ci sono molte cose poco chiare ma chi pensa che tutta sta cosa complicatissima sia stata messa in scena da un paese che poi ha usato come prova per attaccare l'Iraq due foto scattate da satellite di camion fa un po' strano.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 12 Set 2014, 10:03
Tutta questa complicatissima messa in scena (se lo è stata) ha cambiato per sempre gli equilibri e le coscienze a livello globale. Non minimizziamo l'impatto culturale, e tutte quelle conseguenze più o meno visibili che l'11/9 ha scatenato.

Parlo ad esempio delle leggi e restrizioni alla privacy che in nome della sicurezza nazionale è stato possibile attuare (e che magari prima si facevano lo stesso, ma tra mille contrattempi, e poi invece sono state avvallate senza prooblemi), gli interventi militari più o meno massicci che prima erano oggetto di dibattimenti al Congresso e sopratutto più o meno stigmatizzati dagli alleati, e che poi sono sembrati giusti e doverosi.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 12 Set 2014, 10:55
Ormai la privacy è un ricordo, non c'è più nessun freno. Credo che dopo la traccia somatica, quella vocale e la geolocalizzazione realtime, con i gadget wearable il prossimo passo sarà la biotelemetria.

Speriamo che negli usa non prenda mai piede una dittatura.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Azraeel - 12 Set 2014, 11:00
L'11/9 ha cambiato per "sempre" la percezione del rischio degli stati piu avanzati. Ha consentito il proliferare di leggi che anche in USA sarebbero state considerate assurde, ha creato un capo nemico, dei nemici da perseguire su vasta scala e nel lungo periodo... mamma mia quanto ha cambiato quel momento.
Poi la statistica è bellissima e variopinta, xo che 2 su 2 crollino proprio, ma proprio proprio, come se fossero fatte implodere... ci sono anche video di comparazione su velocità di collasso, di espansione delle polveri, di distanza dei detrini... ma poi si vede chiaramente il crollo verticale.
Quelli erano palazzi progettati apposta per resistere, gli ingeGNIeri responsabili del progetto si sono detti assai stupiti, poichè avevano progettato il palazzo affinche, giunti ad ogni piano, la struttura fosse in grado di reggere i piani superiori... e li crolla così.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: UnNamed - 12 Set 2014, 11:33
Scusate, è la giornata del trolling e nessuno mi ha avvertito?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Azraeel - 12 Set 2014, 12:10
Bollare ogni idea differente dalla propria come "trolling" è un po svilente per la discussione!
In sto forum adorate i troll eh!  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 12 Set 2014, 14:41
Io credo che quelli del WTC siano crolli controllati, altri possono credere che siano una coincidenza.

A questo credo un po' anche io.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 12 Set 2014, 15:46
Io credo che quelli del WTC siano crolli controllati, altri possono credere che siano una coincidenza.

La reazione delle torri (che non erano certo parallelepipedi di granito, ne castelli medioevali con mura spesse un metro) all'impatto di due boeing 767 a pieno carico (che non erano certo scatole di sardine vuote) è difficile da valutare anche per degli esperti.

In ogni caso il discorso del crollo controllato mi pare un po' forzato... a che pro?
Se le torri fossero bruciate e crollate solo a metà il risultato mediatico sarebbe stato cosi diverso?
boh, forse un pochino si, ma valeva davvero la pena esporsi cosi tanto piazzando degli esplosivi?

non era più facile addestrare meglio i piloti kamikaze per far si che beccassero le torri alla base (per quanto possibile)?

quante persone sarebbero state coinvolte direttamente o indirettamente in una operazione del genere?
non è minimamente plausibile che una segreto di questa portata venga reso noto a cosi tanta gente.

Inoltre, anche supponendo che queste centinaia di persone fossero della massima fiducia, se qualcosa fosse andato storto e una torre si fosse salvata quanto rischio c'era che la cosa saltasse fuori?

mah, un piano del genere è veramente assurdo persino per dei cazzoni idioti come gli ammeregani.

Poi è ovvio che DOPO tutto è stato usato in funzione politica aggiungendo e modificando dettagli per dare il massimo effetto.

Non escludo nemmeno che PRIMA ci sia stata la volontà di "lasciare che le cose accadessero",
al limite posso ammettere anche qualche piccolo aiutino ai "terroristi",
ma di qui a dire che le torri se le sono minate da soli... mi sembra che si sfoci proprio nel ridicolo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Wis - 12 Set 2014, 17:07
Secondo me potremmo anche tornare a parlare di politica internazionale e lasciare la fantapolitica al thread dei film di fantascienza.
Nelle scorse pagine ho letto interventi aberranti ma anche alcuni assolutamente interessanti che trovo mi abbiano arricchito (poi vabbè, io in politica sono una capra).
Ora mi sembra invece che ci siamo incanalati in un tunnel della morte che porta a Giacobbo e mi sembra pure lontano dallo scopo del thread.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 12 Set 2014, 17:49
ma valeva davvero la pena esporsi cosi tanto piazzando degli esplosivi?

Magari gli esplosivi erano un rischio necessario appunto per farle crollare, visto che l'impatto con i boeing non avrebbe mai potuto farlo (come hanno spesso ripetuto i responsabili del progetto del WTC)
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 12 Set 2014, 21:19
Ma Putin non aveva detto . testuali parole -
Citazione da: Vladimir Vladimiroviç Putin
Minghia Obbama non m'inchianare i cazzi sennò eshco le foto tell'11/9 e ci fai 'na ficura 'emmerd tu e tutto il mondo Occitentalo.
Poi non se n'è più saputo nulla :(
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 12 Set 2014, 23:11
Visto il dispiegamento di mezzi e gli anni di guerra fatti, secondo te in che altra maniera avrebbero potuto farlo? A riunioni politiche con i membri della NATO?
Andando li e basta. ;D
Ma che hanno mai dovuto chiedere niente a nessuno?
A me non sembra, di scuse da accampare per invadere Iraq e Afghanistan ne potevano trovare a migliaia senza il bisogno di tirare giù niente.
Ah, il consenso...ne hanno mai avuto bisogno?
So l'America aoh!
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 13 Set 2014, 00:01
ma valeva davvero la pena esporsi cosi tanto piazzando degli esplosivi?

Magari gli esplosivi erano un rischio necessario appunto per farle crollare, visto che l'impatto con i boeing non avrebbe mai potuto farlo (come hanno spesso ripetuto i responsabili del progetto del WTC)

Potrebbero essere stati messi per far crollare le torri per bene. Se le torri crollavano ai lati avrebbero fatto molti più danni. Così sono implose e non crollate.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Lenin - 13 Set 2014, 07:10
Comunque non per fare il moderatore wannabe ma per l'11 settembre c'e' un thread dedicato.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 13 Set 2014, 21:29
adesso voglio vedere se l'americano che ha tirato il razzo sulla banchina lo processano in italia

stay tuned
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 14 Set 2014, 14:21
Perchè la scozia può chiedere la secessione a gli altri no?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 14 Set 2014, 18:03
Perchè la scozia può chiedere la secessione a gli altri no?

Basta indire un referendum. Se raccogli abbastanza firme tutti possono farlo.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Shagrath82 - 14 Set 2014, 18:14
Visto il dispiegamento di mezzi e gli anni di guerra fatti, secondo te in che altra maniera avrebbero potuto farlo? A riunioni politiche con i membri della NATO?
Andando li e basta. ;D
Ma che hanno mai dovuto chiedere niente a nessuno?
A me non sembra, di scuse da accampare per invadere Iraq e Afghanistan ne potevano trovare a migliaia senza il bisogno di tirare giù niente.
Ah, il consenso...ne hanno mai avuto bisogno?
So l'America aoh!
appunto.
Poi si andava a fare il culo a Saddam Hussein e ai talebani, personaggi veros i quali è difficile provare simpatia
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: pedro - 14 Set 2014, 18:22
Questa cosa è affascinante: http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_settembre_14/allarme-bomba-beirut-ginevra-aereo-atterra-fiumicino-stop-voli-851b0154-3c0b-11e4-b554-0ec832dbb435.shtml
Se dei terroristi si armano di scheda telefonica e da una cabina spammano tipo attacco DDos un allarme bomba per tutti i voli in tutti gli aereo porti maggiori, pensate che casino e che danno economico all'occidente. E senza sparare un colpo.  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 14 Set 2014, 20:23
In ogni caso c'era l'ONU da convincere in merito all'invasione di Afghanistan e Iraq, e un progetto di Nuovo Secolo Americano e salcazzi vari attorno a cui creare consenso.

Sono passati vent'anni dalla dissoluzione dell'URSS, eppure la NATO c'è sempre...
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: J VR - 14 Set 2014, 21:09
Questa cosa è affascinante: http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/14_settembre_14/allarme-bomba-beirut-ginevra-aereo-atterra-fiumicino-stop-voli-851b0154-3c0b-11e4-b554-0ec832dbb435.shtml
Se dei terroristi si armano di scheda telefonica e da una cabina spammano tipo attacco DDos un allarme bomba per tutti i voli in tutti gli aereo porti maggiori, pensate che casino e che danno economico all'occidente. E senza sparare un colpo.  :D
Ho sentito distintamente i due boati.
Pensavo che da un momento all'altro si alzasse una nube di fumo nero.
Una mia amica ha detto che sotto casa sua si sono attivati tutti gli allarmi delle auto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: letal32 - 15 Set 2014, 02:04
Perchè la scozia può chiedere la secessione a gli altri no?

Basta indire un referendum. Se raccogli abbastanza firme tutti possono farlo.

Sulla carta è vero, poi però devi vedertela con il governo da cui ti vuoi separare. Gli Scozzesi hanno avuto la fortuna di aver trovano un governo conciliante, mentre ai catalani non sta andando troppo bene da questo punto di vista.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Drone_451 - 15 Set 2014, 02:10
la Crimea mi sembra attuale
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: letal32 - 15 Set 2014, 02:47
In Crimea non è stata proprio una separazione pacifica, in più c'è stata l'ingerenza della Russia.
La via che sta seguendo la Scozia è quella più istituzionale possibile: raccolta firme, accordo fra le parti, referendum e fra pochi giorni il voto.
Questo iter pacifico lo possono seguire tutti, poi come dicevo bisogna venire a patti col governo da cui ti vuoi separare e li stanno i cazzi.
Ci ha provato timidamente e molto all'italiana anche il Veneto per dire, ma è notizia di Agosto che il governo ha bloccato il referendum consultivo approvato qualche mese prima in regione.
Chiaro, se poi tiri fuori i mitra funziona uguale, ma allora è un altro discorso... 
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 15 Set 2014, 11:00
A quanto ho capito gli inglesi pensavano di fare bella figura con poco, convinto com'erano che i "no secessione" avrebbero vinto a mani basse... ma ora che la situazione gli è più chiara si stanno cagando in mano.
Di certo questa cosa avrà un impatto devastante sul resto d'europa.

Tra le altre cose pare che senza gli scozzesi (decisamente europeisti) il regno unito non abbia praticamente speranza di riavvicinarsi all'europa... e dall'altra parte è molto improbabile che paesi come la spagna accettino nell'euro la scozia secessionista.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: mog_tom - 15 Set 2014, 11:29
Il referendum in Crimea è stato una boutade russa per potersi giocare il risultato a suon di diritto internazionale (quella cosa che gli USA si cacciano tra le chiappe un anno sì e quell'altro pure). Non so se vi è chiara la differenza. Perché giocare il ruolo dell'Alleanza del Bene è un discreto accollo per l'ex KGB stempiato.

Per mesi (mesi)
mesi, e anche adesso
i bombardieri sono partiti da Kiev ad ammazzare civili.
Quanti bombardieri partono ad ammazzare civili da Madrid verso la Catalogna, da Roma verso il Veneto e da Londra verso la Scozia?

L'Ucraina è la simpatica riedizione di Spagna 1936, ladies and gentlemen. E noi, come da copione, stiamo aiutando i nazisti.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gaissel - 15 Set 2014, 13:21
Concorderei appieno, non fosse* che dall'altro lato ci stanno gli altri nazisti, quelli verniciati di rosso (?). Cioè gli ex-verniciati di rosso, chè mo' quel che paga un po' ovunque è la spinta ultranazionalista a prescindere dal colore. Insomma, c'è poco da prendere parti.

*In effetti il paragone fila a tutti i livelli, visto l'osceno ruolo giocato dall'URSS e dal Partito Comunista Spagnolo nella guerra civile.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Bilbo Baggins³ - 15 Set 2014, 13:22
@mog_tom

Potresti spiegarmi meglio?
Non ho ben capito i bombardieri di chi sono partiti da Kiev, e chi sono i nazisti che stiamo aiutando...
Ah sono serio, non sto trollando, non ho proprio capito le allusioni  :D
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kabuto - 15 Set 2014, 13:32
Sostiene che il governo di Kiev sia come i fascisti franchisti, non fosse che Franco aveva preso il potere con un colpo di stato militare e fatto fucilare i dissidenti (del governo repubblicano regolarmente eletto).
Ma sbaglio o il governo ucraino è stato regolarmente eletto?
Mentre i sedicenti separatisti filo-russi pare siano semplicemente parte dell'esercito russo e parte mercenari che cercano di annettere l'est ucraino (economicamente molto rilevante) alla Russia e non supportati dalla popolazione, altro che nazisti e resistenza.
Qui il più pulito c'è la scabbia.
Inoltre pare che questi bombardamenti sulla popolazione da parte dell'Ucraina siano principalmente propaganda russa, ma pure qui è un gran casino.
Sta di fatto che so per certo che il governo di Kiev sta ricostruendo parte delle strutture civili (non abitative) colpite nel conflitto.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: iKenny - 15 Set 2014, 13:52
In Crimea non è stata proprio una separazione pacifica, in più c'è stata l'ingerenza della Russia.
La via che sta seguendo la Scozia è quella più istituzionale possibile: raccolta firme, accordo fra le parti, referendum e fra pochi giorni il voto.
Questo iter pacifico lo possono seguire tutti, poi come dicevo bisogna venire a patti col governo da cui ti vuoi separare e li stanno i cazzi.
Ci ha provato timidamente e molto all'italiana anche il Veneto per dire, ma è notizia di Agosto che il governo ha bloccato il referendum consultivo approvato qualche mese prima in regione.
Chiaro, se poi tiri fuori i mitra funziona uguale, ma allora è un altro discorso...

Non confondiamo pero' un referendum di una "regione", Veneto, Crimea, Catalogna, rispetto a quello di una nazione, Scozia.
Ovviamente se la Scozia vince son razzi amari per loro, per Cameron, per i rapporti tra Inghilterra e Europa e per l'Europa in generale.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: letal32 - 15 Set 2014, 14:52
Hai ragione. Sinceramente non avevo idea che la Scozia avesse lo stato di nazione.
In ogni caso io sono a favore di tutte queste istanze indipendentiste e anzi trovo profondamente antidemocratico impedire a una nazione o regione che sia di separarsi dal proprio paese se lo desidera.
Ritornando alla Scozia qualcuno ha qualche link interessante che spieghi per bene la situazione e tutte le implicazioni?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Kabuto - 15 Set 2014, 15:02
L'indipendenza di un territorio è un fatto molto delicato che spesso non è ben compreso neanche da chi ci vive, soprattutto le conseguenze di una cosa del genere. Per dire, se la Scozia si separa dall'Inghilterra, siamo proprio certi che sia un bene per la popolazione?
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Red Alex - 15 Set 2014, 15:02
In ogni caso io sono a favore di tutte queste istanze indipendentiste e anzi trovo profondamente antidemocratico impedire a una nazione o regione che sia di separarsi dal proprio paese se lo desidera.

Questa frase sembra assolutamente condivisibile, ma è estremamente pericolosa, soprattutto in tempo di crisi, quando la tentazione di ogni regione ricca è quella di sganciarsi da quelle più povere.

Ricordiamo che la scozia si beccherebbe oltre il 90% del petrolio presente nel regno unito.
Titolo: Re: Tensioni Internazionali - Guerre all'orizzonte
Inserito da: Gunny - 15 Set 2014, 15:21
Sostiene che il governo di Kiev sia come i fascisti franchisti, non fosse che Franco aveva preso il potere con un colpo di stato militare e fatto fucilare i dissidenti (del governo repubblicano regolarmente eletto).